Esame approfondito dell'ictus staminale: cause, sintomi e trattamento

Sclerosi

Da questo articolo imparerai: il decorso dell'ictus della malattia, i suoi sintomi. Possibili complicanze, prognosi, come trattare la patologia.

Tratto stelo - morte (morte, distruzione) delle cellule nervose della parte più importante del cervello - il suo tronco - a causa di disturbi acuti della circolazione cerebrale.

Come con qualsiasi altro colpo, il tessuto distrutto perde la sua funzione. Ma con il processo di localizzazione nel bagagliaio c'è una minaccia immediata alla vita. In questa zona sono localizzati i centri nervosi che regolano le funzioni più importanti di mantenimento dell'attività vitale del corpo - respiratoria e cardiovascolare (vasomotoria).

Pertanto, i disturbi circolatori nel tronco causano disturbi invalidanti persistenti (completa paralisi degli arti, del viso e persino l'atto della deglutizione) o provocano la morte entro poche ore dopo l'insorgenza della malattia. Tali caratteristiche distintive del colpo di gambo hanno permesso di distinguerlo come una forma separata dai tratti di qualsiasi altra localizzazione.

È possibile sopravvivere a pochi (circa il 20%), soggetti a trattamento precoce (nelle prime 3 ore) per cure mediche. La prognosi per il recupero completo non supera il 2-3%. Neuropatologi (neurologi) sono impegnati nel trattamento con specialisti di rianimazione.

Quali sono le caratteristiche della patologia

L'ictus è dovuto al fatto che i vasi che portano il sangue in questa parte del cervello non sono in grado di fornirgli sostanze nutritive e ossigeno. Quando questo accade la morte cellulare, la cui funzione non sarà in grado di assumere i neuroni rimanenti.

Il tronco encefalico è una zona speciale non solo per il sistema nervoso, ma anche per l'organismo nel suo insieme, poiché contiene i principali centri a sostegno della sua vitalità.

Una breve escursione nell'anatomia

Il tronco è la parte più antica del cervello. Per la sua importanza, occupa il posto più profondo nel cranio - alla sua base (in basso). Attraverso di esso tutte le informazioni dagli organi di senso passano nella corteccia cerebrale, e tutti gli impulsi motori emanano dalla corteccia al midollo spinale, mentre il tronco passa direttamente in esso. Le sezioni anatomiche del tronco e le funzioni per le quali sono responsabili sono descritte nella tabella.

Funzioni del tronco cerebrale. Clicca sulla foto per ingrandirla

Coma con ictus

Il coma è una condizione manifestata da una mancanza di coscienza, da eventuali reazioni agli stimoli e dall'attività mentale. Nessuna stimolazione può portare una persona fuori dal coma (dopo un ictus, dopo un infortunio e altre condizioni). L'etimologia della parola: viene dal greco. "Kỡma" (sonno profondo). Un coma si verifica durante un ictus, sia rapidamente, spontaneamente (con emorragia nel cervello), o gradualmente, passando attraverso le fasi di stordimento e stupore (con ictus ischemico).

Quanti giorni dura un coma per un ictus? In genere, la durata di un coma non supera 2-4 settimane (secondo Gusev E. I.). Dopo che il paziente di solito cade in uno stato vegetativo o muore (se non ha lasciato il coma). In generale, la durata di un coma in ictus è correlata con la gravità delle condizioni del paziente e il volume della parte interessata del parenchima cerebrale. C'è anche una dipendenza dalla localizzazione dell'ictus.

Quindi, con una lesione del tronco cerebrale (anche con volumi molto piccoli - circa 1-2 cm cubici), può verificarsi il 4 ° stadio di coma, mentre nella periferia un colpo di tale volume può passare inosservato (o manifestare lieve emiplegia, disturbi del linguaggio).

È importante! Con la sconfitta dell'emisfero, un ictus esteso avviene interamente, portando a un coma profondo, la prognosi è sfavorevole.

Cause e patogenesi del coma in ictus

Nell'ictus ischemico, si verifica un coma di natura ipossica (metabolica). Pertanto, l'afflusso di sangue al sito del parenchima cerebrale implica una transizione verso la produzione di energia anaerobica (senza ossigeno) attraverso la scissione degli acidi grassi. Di conseguenza, per un breve periodo (di solito non più di 5 minuti), a causa dell'acidificazione del citoplasma della cellula nervosa da parte dei prodotti di glicolisi anaerobica, la sua membrana viene distrutta con il rilascio del contenuto citoplasmatico nel liquido intercellulare.

Di conseguenza, il volume del liquido intercellulare aumenta significativamente, il che porta alla compressione dei capillari e all'interruzione (secondaria) dell'erogazione di sangue ai neuroni vicini. Cominciano a soffrire di ischemia, a passare al processo di produzione di energia priva di ossigeno, al collasso. Di conseguenza, il processo cresce come una valanga - più cellule cerebrali sono morte, le condizioni meno accettabili vengono create per gli altri (a causa di gonfiore e gonfiore) - quindi tutte le condizioni sono create per il verificarsi del coma profondo dopo un ictus.

Nell'ictus emorragico, il coma è associato a una compressione ematoma delle parti limbiche (reticolari) del cervello o alla compressione della corteccia (su una lunga area).

Scopri a che pressione è un ictus, cosa fare ad alta pressione dopo un ictus.

Fasi di coma in ictus (dopo N. Bogolepov)

A seconda della gravità della condizione, sulla gravità delle reazioni agli stimoli, ci sono 4 fasi del coma:

  1. Coma 1a arte. (moderato): il paziente non risponde al parlato, altri suoni, luce. I riflessi corneali, le reazioni di irritazione del dolore (puntura dell'ago e altri) sono conservati. Ha conservato i riflessi della deglutizione e dello starnuto. I riflessi dei tendini aumentarono.
  2. Coma 2a arte. (pronunciato): nessuna reazione agli stimoli. Riflessi depressi dalla cornea, riflessi tendinei. La deglutizione è rotta. Violazioni della vescica, del retto (possibilmente auto-svuotamento). C'è una violazione dell'attività del cuore (sotto forma di ipotensione).
  3. Coma 3a tappa (profondo): vi è una violazione delle funzioni del tronco cerebrale, le attività cardiache e respiratorie sono interessate. La respirazione del paziente è intermittente (come Cheyne-Stokes), con il coinvolgimento dei muscoli secondari nel processo di respirazione. Pressione sanguigna ridotta, pelle cianotica. La temperatura corporea scende. Ridotto nettamente il tono dei muscoli scheletrici. La funzione degli organi pelvici non è controllata.
  4. Coma 4 ° secolo (terminale): non c'è respirazione spontanea, il paziente non mantiene la pressione al livello adeguato. In assenza di rianimazione (ventilazione meccanica costante) e infusioni di dopamina, si verifica la morte.

Segni di coma con ictus

Il coma in ictus si manifesta con i cambiamenti delle pupille: possono essere strette o larghe, rispondere alla luce o non rispondere. Tutto ciò permette di stabilire la localizzazione del focus - così, quando il danno del tetto delle pupille del mesencefalo di dimensioni normali, non reagisce alla luce; pupille larghe che non rispondono alla luce possono essere una manifestazione della lesione del talamo, le radici del nervo oculomotore (o del suo tronco). Le pupille gravemente costrette (con una leggera reazione conservata) possono indicare un colpo di gambo (localizzato nell'area del ponte).

Direzione di visione: gli occhi del paziente sono rivolti verso il lato della lesione durante un ictus con localizzazione in uno o nell'altro emisfero del cervello. Con la corsa dello stelo, la vista è fissata nella direzione opposta al focolare. In un ictus con localizzazione nella ghiandola pituitaria, l'ipotalamo è fissato verso il basso.

Con un tratto ampio (in un emisfero) l'emiparesi avviene sul lato opposto (centrale): la guancia sciolta, le palpebre "lente", l'angolo della bocca abbassato, il disturbo del tono muscolare, aumentano (o diminuiscono - a seconda della profondità del coma) i riflessi dai tendini.

Corsa e coma: conseguenze

Il risultato di un ictus e il coma risultante potrebbero essere i seguenti:

  1. Uscendo dal coma, favorevole per il periodo post-ictus con il ripristino di tutte o la maggior parte delle funzioni perse. Morfologicamente, questo risultato si manifesta con la formazione di cisti (carattere atrofico).
  2. Uscendo da un coma senza ripristinare le funzioni perse (tali pazienti hanno paresi duratura, tarsie, paralisi, disturbi della parola non vengono ripristinati, c'è una violazione della memoria e delle funzioni cognitive).
  3. La transizione verso uno stato vegetativo (dopo ampi tratti) da uno stato di coma profondo. Il tempo trascorso in questo stato dipende dall'efficacia della ventilazione meccanica, dal mantenimento della pressione con la dopamina, ma di solito non è troppo lungo.
  4. Condizione agonale a causa di insufficienza respiratoria e (o) attività cardiaca (con ictus con localizzazione nel tronco), morte cerebrale a causa di ipossia.

Leggi come ridurre la probabilità di ictus: misure preventive.

Cosa succede nell'ictus cerebellare: i principali segni di patologia.

risultati

Il coma è un segno di un ictus (grave) sfavorevole, derivante dalla sconfitta di ampie aree del cervello (emisfero, diversi lobi) o strutture staminali vitali (ponte, midollo).

Ictus cerebrale: sintomi ed effetti

Quando si verificano disturbi della circolazione sanguigna, si verifica un ictus cerebrale. La gravità delle condizioni del paziente e il risultato del trattamento dipendono dalla dimensione della lesione, dalla sua posizione e dal tipo di ictus.

Colpo del tronco cerebrale

Il tronco cerebrale influisce sull'attività di entrambi gli emisferi. Collega il cervello con il midollo spinale, trasmette i comandi, ha un effetto su funzioni come la deglutizione e la respirazione. Contribuisce alla regolazione della temperatura e controlla il lavoro del cuore. Le abilità mentali non sono influenzate.

Cos'è il colpo di gambo? Questo è un ictus che porta a bloccare il passaggio dell'ossigeno nel tronco cerebrale e distrugge il funzionamento di tutti gli organi interni. È la malattia più difficile. Quando è alta probabilità di coma con ulteriore morte.

Caratteristiche del tratto dello stelo

Il colpo di stelo ha un numero di manifestazioni specifiche:

La disfagia è un disturbo della funzione di deglutizione. Normalmente una persona non può ricevere cibo. C'è una minaccia di polmonite da aspirazione, che si forma a causa della penetrazione di parte del cibo nel tratto respiratorio, che causa l'infezione.

La disartria è un disturbo del linguaggio associato alla pronuncia a causa di danni al sistema nervoso.

Vertigini severi, andatura traballante - i primi sintomi di un attacco.

Violazione della regolazione della temperatura. Nelle prime ore di sciopero, la temperatura sale a 39?. Quindi, se cade da un livello normale, questo indica la morte del tessuto cerebrale.

La distruzione del cuore è caratterizzata da palpitazioni cardiache. Se il battito del cuore rallenta, il paziente cade in coma.

Stem Stroke Symptoms

Un ictus cerebrale ha sintomi caratteristici solo per questo, che in rari casi si verificano in altre lesioni cerebrali:

  • costrizione affilata della pupilla;
  • copre il secolo dalla parte affetta;
  • l'impossibilità di focalizzare la vista associata a una violazione del tronco cerebrale centrale;
  • lo sviluppo della polmonite;
  • insufficienza respiratoria;
  • paralisi degli arti del lato opposto della lesione;
  • ipertensione;
  • alta temperatura corporea;
  • idratare la pelle dal lato affetto.

Cause dello stelo

Le cause dell'ictus staminale sono la trombosi, l'ipertensione, l'aneurisma, la fibrillazione atriale, l'anomalia vascolare congenita, l'aterosclerosi, il trauma con la formazione di un ematoma, che chiude la nave. Secondo il meccanismo di manifestazione, l'ictus può essere ischemico ed emorragico. Il primo si verifica a causa di aterosclerosi, il secondo è associato a anomalie congenite dei vasi, il loro assottigliamento, che porta alla rottura delle pareti di questi vasi. I segni di ictus ischemico nel tronco cerebrale aumentano gradualmente, l'emorragia si verifica immediatamente e il paziente cade immediatamente in coma.

diagnostica

All'inizio dell'attacco, viene eseguita una scansione TC. Aiuta a determinare il tipo di ictus. Nell'ictus ischemico, la RMN viene anche eseguita per distinguere un ictus da altre malattie: tumori, lesioni. Se possibile, è meglio fare un'ecografia delle navi. Tutti questi esami e i sintomi che sono comparsi permettono di prescrivere correttamente un trattamento all'inizio della malattia ed evitare spiacevoli conseguenze.

trattamento

Per un esito favorevole della malattia, l'ospedalizzazione è raccomandata entro e non oltre 2-3 ore dopo l'inizio delle prime manifestazioni dell'attacco. Lo stelo è il più difficile da trattare.

Direzioni principali

L'obiettivo principale è la conservazione di tutte le restanti funzioni del paziente e la riduzione dello stress emotivo e fisico. Il trattamento viene effettuato nel reparto neurologico o in casi più pericolosi in rianimazione. L'indicatore delle condizioni del paziente è il livello della sua coscienza. Può essere depresso e raggiungere uno stato di coma. Applicare un trattamento farmacologico mirato al ripristino della funzionalità cerebrale.

Nei disturbi della funzione di deglutizione, viene utilizzato un sondino nasogastrico. Ha l'aspetto di un tubo. Un'estremità si trova all'uscita del passaggio nasale, l'altra è posta nello stomaco. Cibo direttamente nello stomaco. Sonda usata in violazione della coscienza.

Per correggere la funzione di deglutizione e parola, le lezioni sono condotte con un logopedista che ti insegna a eseguire esercizi speciali per ripristinare la funzione di deglutizione.

In caso di violazione del sistema respiratorio del paziente è collegato ad un apparato di respirazione artificiale.

Con questa malattia, l'intelletto non è rotto.

Intervento chirurgico

Nell'ictus emorragico viene indicato un intervento chirurgico. Viene eseguita una craniotomia aperta per rimuovere l'ematoma. È anche possibile utilizzare un metodo invasivo. Consiste nel condurre un agente trombolitico attraverso l'apertura, che deve sciogliere l'ematoma. Condotto per pazienti ipertesi. Questa operazione è severamente vietata per gli aneurismi. Per eliminare le conseguenze ci sono solo poche ore.

effetti

In 2/3 casi si verifica la morte dell'ictus staminale. Favorevole può essere la previsione per i giovani, anche se l'assistenza medica è stata fornita in tempo. Se il paziente è cosciente, c'è la possibilità di un esito favorevole.

Completamente il recupero è quasi impossibile. La ri-corsa più pericolosa. La funzione della deglutizione non può essere ripristinata, puoi insegnare a deglutire il cibo morbido.

Le funzioni del motore vengono ripristinate nei primi sei mesi. Prima inizia il processo di riabilitazione, maggiore sarà la possibilità di recupero.

Il coordinamento viene ripristinato durante il trattamento farmacologico.

Se la funzione respiratoria è compromessa, il paziente diventa completamente dipendente dall'apparato respiratorio artificiale. In questo caso, la previsione è deludente.

È anche impossibile ripristinare il lavoro del cuore e dei vasi sanguigni, se hanno sofferto durante un attacco.

prevenzione

Poiché gli effetti del colpo di gambo sono difficili da trattare e riparare, è meglio prevenirne l'insorgenza. Per fare ciò, osservare le seguenti misure preventive:

  • rinunciare a cattive abitudini;
  • assicurarsi di monitorare la pressione sanguigna e mantenerla a un livello normale;
  • condurre esami regolari, in particolare per le persone che soffrono di malattie croniche vascolari e cardiache;
  • osservare una corretta alimentazione: rifiuto di cibi grassi e piccanti, sale e zucchero.

Le cause dell'ictus staminale sono stili di vita anormali e malattie vascolari. Il trattamento e il recupero sono un processo lungo. È necessario assicurarsi che l'attacco non si ripeta, in modo che non ci siano tristi conseguenze.

Colpo del tronco cerebrale

Le ragioni per l'ictus: trombosi, embolia, ipertensione, aneurisma, trauma grave, che porta alla formazione di ematomi, blocco dei vasi sanguigni. Se la circolazione sanguigna del tronco cerebrale viene disturbata, viene diagnosticato un colpo di gambo. Questo importante sito è un collegamento che trasmette segnali cerebrali agli organi di tutto il corpo.

La radice è la parte più antica del cervello, influenza il lavoro di entrambi gli emisferi, fornendo un effetto di controllo e regolazione. I nuclei di questo dipartimento sono il collegamento di chiusura di archi di riflesso semplici e complessi, regolano la deglutizione, la respirazione e sono responsabili del funzionamento del cuore e della termoregolazione del corpo.

Nei casi più gravi, diventa la causa della cessazione della nutrizione di questa parte del cervello, della sua atrofia e dell'impossibilità del lavoro di tutti gli organi interni.

Meccanismo di accadimento

Secondo il meccanismo del colpo di gambo, emorragico e ischemico si distinguono. Il primo è dovuto alla rottura dell'arteria che alimenta il cervello, causa emorragia. La causa di ciò è l'ipertensione o patologia vascolare congenita, espressa nel loro assottigliamento. Il secondo tipo, ischemico, è caratterizzato da blocco della nave, causato da ostruzione della nave a causa della penetrazione di una placca aterosclerotica o trombo nel lume.

Non solo il meccanismo dell'occorrenza, ma anche il flusso: l'ictus emorragico arriva istantaneamente, e l'ictus ischemico gradualmente, i suoi sintomi aumentano.

I medici che eseguono il trattamento usano metodi diversi per diversi tipi di ictus. Ciò che è più facile di ischemico, può danneggiare con la forma emorragica della malattia.

sintomi

L'ictus emorragico ha sintomi acuti. L'ischemico, che si sviluppa gradualmente, da diverse ore a giorni, si manifesta con intorpidimento del viso o di parte del corpo, formicolio, dolore agli occhi, deficit visivo, perdita di equilibrio. I sintomi più pronunciati di entrambi i tipi sono la paralisi.

Se si sviluppa un ictus ischemico, tali manifestazioni dovrebbero allertare la famiglia e il paziente stesso:

  • pallore improvviso, arrossamento di tutto o parte del viso;
  • mancanza di respiro e veloce, a volte con respiro sibilante;
  • chiarezza del linguaggio compromessa;
  • vertigini;
  • sudorazione;
  • diminuzione e tensione del polso;
  • aumento della temperatura;
  • aumentare la pressione sanguigna.

prospettiva

L'ictus è fatale in due terzi dei casi. Una prognosi più favorevole è possibile nei pazienti giovani e nei casi in cui il paziente è rapidamente nella clinica, la cui specializzazione è il trattamento degli ictus. Lo staff di questa istituzione ha neurologi e neurochirurghi, c'è un'attrezzatura speciale - un tomografo e altri dispositivi. Idealmente, la tomografia computerizzata viene eseguita nella prima ora della malattia.

Una buona prognosi dà al paziente una conservazione della coscienza, la capacità di valutare ciò che sta accadendo gli consente di prendere parte alla riabilitazione.

diagnostica

La tomografia computerizzata elimina l'emorragia. Questa procedura viene eseguita per diversi secondi, il paziente ha il tempo di trattenere il respiro una volta e il risultato è già pronto. Se l'emorragia viene esclusa, viene eseguita la risonanza magnetica. Ci vuole fino a mezz'ora, ma questo tipo di ricerca fornisce molte più informazioni.

Se il tempo lo consente, un'ecografia dei vasi, angiografia. Le informazioni ottenute consentono al medico di prescrivere un trattamento adeguato.

trattamento

Nell'ictus emorragico, il trattamento principale è la chirurgia. La craniotomia aperta viene eseguita per eliminare un ematoma. Un metodo meno invasivo è l'introduzione attraverso il foro trapanato del trombolitico, che promuove il riassorbimento dell'ematoma. Il secondo tipo di operazioni è controindicato nelle patologie vascolari, negli aneurismi. È ideale per l'ipertensione.

L'intervallo di tempo consentito per prevenire le terribili conseguenze dell'ictus ischemico è di diverse ore. Durante questo periodo, è necessario ripristinare la circolazione sanguigna nelle arterie che soffrono di embolia. La trombolisi sistemica sopravviverà alla malattia con perdite minime. Per la somministrazione endovenosa di farmaci richiede la conformità a diverse condizioni:

  • tempo minimo trascorso dall'esordio della malattia;
  • mancanza di operazioni poco prima di un ictus.

effetti

Cosa succede al cervello dopo un ictus.

Comprensione della parola

In un terzo dei pazienti, l'ictus cerebrale causa disturbi del linguaggio: discorso inarticolato, silenzioso, poco chiaro. Tale violazione corregge il trattamento con la partecipazione di un logopedista.

Disturbo della deglutizione

Questa caratteristica caratterizza più chiaramente il tratto stelo. I sintomi di disfunzione della deglutizione (disfagia) sono più della metà dei pazienti. Per il recupero parziale o completo, la prognosi è incerta. Ci sono tecniche per alleviare questa condizione - per insegnare al paziente a deglutire il cibo soffice e strofinato.

Insufficienza motoria degli arti

Gli effetti comuni della malattia sono movimenti spontanei e non coordinati di braccia e gambe. Per ripristinare i movimenti nei primi due mesi, una prospettiva positiva, la dinamica successiva rallenta. Miglioramenti graduali sono osservati durante tutto l'anno, in seguito - il recupero si verifica raramente.

Mancanza di coordinamento

Vertigini - un frequente compagno di ictus, passa rapidamente nel corso del trattamento. La previsione per il completo smaltimento di lui è incerta.

Insufficienza respiratoria

L'incapacità di respirare da soli è il risultato di danni al cervello dello stelo. Il trattamento ha una prognosi sfavorevole, il paziente è completamente dipendente dall'apparato di respirazione artificiale. Se il centro respiratorio non è completamente distrutto, durante la veglia i pazienti possono respirare da soli, ma in un sogno sono possibili arresti della respirazione a breve termine.

Instabilità emodinamica

Una prognosi sfavorevole è una diminuzione della frequenza cardiaca, parla della gravità delle condizioni del paziente e della possibilità di morte.

Termoregolazione instabile

La gravità degli effetti dell'ictus dice una violazione della termoregolazione. Il primo giorno dopo l'inizio della malattia, la temperatura corporea aumenta bruscamente ed è difficile da correggere. Gli effetti avversi hanno una significativa diminuzione della temperatura, che può essere un precursore della morte delle cellule cerebrali.

Danno visivo

L'ictus ischemico, che colpisce lo stelo, è caratterizzato da movimenti oculari alterati. Uno o entrambi i bulbi oculari possono iniziare movimenti spontanei in direzioni diverse con l'incapacità di fissare l'occhio sul soggetto.

Terapia e riabilitazione fino al recupero comprende il mantenimento delle funzioni corporee, l'eliminazione dello stress emotivo e fisico, la rimozione del gonfiore e il ripristino della circolazione sanguigna. Più il paziente è giovane, più è veloce nelle mani di medici qualificati, più favorevoli saranno le prognosi, meno le conseguenze saranno distruttive.

Ti consigliamo di leggere anche un articolo su che tipo di dieta è necessaria dopo un ictus.

combo di colpo di gambo

Il cervello staminale è essenziale per la normale funzione del corpo. Fu in questa regione del cervello sono l'istruzione sono responsabili per la respirazione e la circolazione, se non in questa parte del cervello sono gli assoni dei nervi cranio-facciali.

Il colpo di stelo paralizza il lavoro di questo organo, quindi gli organi vitali di una persona sono compromessi. Tale danno porta spesso alla morte di una persona, ma con una rapida assistenza medica a condizione che ci sia la possibilità di un esito felice.

Se sopravvive un ictus, la sua mobilità e le altre funzioni vengono ripristinate piuttosto lentamente dopo una terapia prolungata.

Vale la pena ricordare che, anche se le funzioni corporee completamente dopo un ictus e non verranno ripristinati, si può ancora aspettare qualche miglioramento del corpo umano con il giusto trattamento.

In condizioni normali, i vasi del corpo umano sono sufficientemente elastici e resistenti. Tuttavia, con un carico costante su di essi ad alta pressione, le loro pareti diventano più sottili e diventano piuttosto fragili. Dopo la successiva crisi ipertensiva, le navi non si alzano e scoppiano.

Colpo del tronco cerebrale

Un'emorragia si verifica nel cervello umano. l'ematoma risultante blocca l'accesso dell'ossigeno a questa parte del cervello. La mancanza di ossigeno porta al fatto che il gambo cerebrale si atrofizza, cessando di assicurare il regolare funzionamento degli organi interni vitali.

L'ictus cerebrale è abbastanza difficile da trattare. È richiesto un trattamento sufficientemente lungo e professionale, che include il trattamento ospedaliero e la fisioterapia. Nei casi più gravi, può essere necessario un intervento chirurgico urgente.

Nelle prime ore dopo un ictus, è necessario un intervento chirurgico per fermare il sanguinamento.

Tuttavia, l'ictus procede spesso in modo così grave da non consentire l'uso di esami angiografici e qualsiasi altro intervento chirurgico. In questo caso, vengono applicate le necessarie misure di rianimazione.

Recentemente, è stata prestata particolare attenzione alla re-infusione delle piastrine dei pazienti sul sito di lesione. La ricerca e la pratica medica hanno dimostrato l'efficacia di questo metodo, soprattutto nelle prime ore dopo l'ictus.

Le statistiche mostrano che i pazienti sottoposti a terapia simile hanno mostrato un miglioramento nel recupero dei neuroni ischemici.

Anche la mortalità tra questi pazienti diminuiva marcatamente e il danno alle funzioni motorie del corpo diventava molto più ridotto. Inoltre, l'uso di questo metodo ha ridotto il rischio di complicazioni tardive.

Nei primi giorni dopo un ictus, il paziente viene curato in ospedale. Oltre ai test che consentono di identificare il grado di danno al tronco cerebrale, prescrivere una terapia che mira a:

  • supportare tutte le funzioni importanti del corpo;
  • minimizzare lo stress fisico ed emotivo del corpo;
  • rimuovere l'infiammazione e il gonfiore delle aree danneggiate del cervello e ripristinare il normale apporto di sangue alle aree del cervello nell'area dell'ictus;
  • ripristinare la funzione del sangue, specialmente per quanto riguarda la coagulazione e la sua viscosità;
  • mantenimento del normale sistema cardiovascolare;
  • trattamento specifico prescritto in base al grado e alle dimensioni della lesione.

Durante le prime settimane per un paziente che ha avuto un ictus, il trattamento può includere esercizi fisici in aggiunta ai farmaci.

In questo periodo di tempo, il coordinamento degli sforzi di specialisti medici di varie direzioni, nel coordinamento del trattamento con farmaci e nella riabilitazione del paziente e della sua formazione è molto importante.

La riabilitazione è una lunga strada

Come trattamento medico durante questo periodo l'uso di farmaci, che assumono il ruolo di trasmissione delle cellule nervose impulsi del cervello, contribuendo a ripristinare il normale funzionamento della funzione cerebrale.

Poco tempo dopo l'ictus e durante i primi mesi, viene eseguita la terapia riparativa. L'efficacia di tale terapia nei primi mesi di trattamento è stata dimostrata da numerosi studi e risultati.

Non è necessario per sopportare tale trattamento, in un secondo momento, perché il cervello riceve una costante perdita di alcune funzioni cerebrali che sono sostanzialmente ripristinati.

La terapia di riabilitazione può essere effettuata non solo a casa o nei centri di riabilitazione. È inoltre possibile utilizzare l'aiuto di sanatori specializzati.

Come già accennato, il trattamento dell'ictus staminale è piuttosto pesante e lento. Pertanto, nell'ictus di gambo, la prognosi del trattamento dipende in larga misura da quanto velocemente è iniziata la cura della malattia e anche dal grado di danno cerebrale.

Se il paziente ha sperimentato un ictus cerebrale ischemico nel 60% dei casi, questo è seguito da morte entro il primo mese, ictus emorragico passa più difficile della sua mortalità caso ha già raggiunto l'80%.

Con un'assistenza medica tempestiva, il tasso di mortalità cala bruscamente. Pertanto, i sintomi temporizzati della malattia e la diagnosi precoce, riducono il rischio di morte e gli effetti dell'ictus.

Di tutti coloro che hanno subito un ictus cerebrale ischemico, solo il 20% delle persone sarà in grado di ripristinare completamente le funzioni del corpo. Durante i primi trenta giorni, l'8-82% dei pazienti muore, a seconda del tipo di ictus. Ma ancora una volta, tutto dipende dalla fornitura di assistenza qualificata e dall'estensione del danno cerebrale.

Il fattore più pericoloso nella malattia è che un ictus può verificarsi nei primi mesi dopo il primo incidente. Le esacerbazioni associate allo stato del cervello nel secondo caso sono più gravi rispetto al primo, quindi il tasso di mortalità dopo il secondo ictus è quasi del 100%.

A seconda del tipo di tratto e della rapidità con cui è stato fornito l'aiuto, è possibile effettuare una previsione del recupero del paziente. L'ictus ha spesso effetti irreversibili, procede piuttosto violentemente e causa danni che portano alla morte o alla disabilità. Il pieno recupero dopo questo tipo di ictus è quasi impossibile.

Sapere cosa gravi conseguenze, ha un ictus, e la riabilitazione quindi quanto sia difficile sta subendo la pena lo sforzo supplementare pagato al fatto che i parenti stretti del paziente, così come l'uomo stesso, che è a rischio, sono stati in grado di rilevare i sintomi di un ictus in una fase iniziale e prontamente consultare un medico.

Tratto stelo - come aumentare le probabilità del paziente e qual è la prognosi

I vasi elastici e duraturi forniscono un normale flusso sanguigno e mantengono un metabolismo stabile. Con carichi sulle navi, diventano più sottili, il che porta alla fragilità: aumenta il rischio di varie malattie.

Cosa causa il carico? Il carico sui vasi si verifica sullo sfondo dell'ipertensione arteriosa associata alla malattia o all'età della persona.

E 'anche stile di vita malsano, vale a dire, l'abuso di alcol, il fumo e la dieta non sana sono la principale causa di cambiamenti vascolari. Il recipiente può essere diluito nello stesso posto quando non scatta pressione potrebbe rompersi a causa di occlusione placca o alto carico.

Tale rottura può verificarsi in qualsiasi parte del cervello, quindi le conseguenze e la gravità del colpo dipenderanno dalla posizione dell'emorragia. La rottura della nave nel tronco cerebrale con successiva emorragia viene chiamata colpo di gambo.

La radice cerebrale collega la testa e il cervello posteriore. Attraverso di essa avviene l'elaborazione di tutti i comandi del cervello verso il corpo umano, l'abilità motoria della persona dipende dal suo normale funzionamento. Se l'integrità dei vasi sanguigni nel tronco cerebrale è compromessa, possono verificarsi cambiamenti nel lavoro nelle seguenti aree:

Queste parti del cervello responsabile per la respirazione, il flusso di sangue, la deglutizione funzione, le espressioni facciali (sorriso, età dimenando, ecc..) e termoregolazione.

Con il colpo di gambo, molti reparti sono a rischio. Ematoma, formata a causa di emorragia, può terminare l'accesso di ossigeno alle cellule del cervello causa di ciò che si atrofizzeranno e muoiono.

Il tratto stelo secondo il meccanismo d'azione è diviso in ischemico ed emorragico. Ictus ischemico si verifica quando i vasi sono ostruiti a causa di un blocco da un coagulo di sangue o placca. Emorragico si verifica quando la nave si rompe a causa del diradamento.

L'ictus emorragico si differenzia dall'elevato tasso ischemico di aumento dei sintomi. L'infarto ischemico è il più pericoloso perché i sintomi possono comparire così tardi che il paziente non può essere salvato.

Le principali cause di infarto cerebrale dovrebbero includere l'insorgenza di trombi e placche nelle lume vascolare, e assottigliamento delle pareti dei vasi. Ma di per sé tali ragioni non appaiono, sono una conseguenza delle seguenti malattie:

  • alta pressione costante (ipertensione) e i suoi salti;
  • aneurisma vascolare;
  • scarsa coagulazione del sangue;
  • malattie del sistema cardiovascolare;
  • assottigliamento vascolare dovuto a diabete mellito;
  • colesterolo alto e aterosclerosi;
  • disturbi ormonali che si verificano quando si prendono le pillole anticoncezionali in modo errato.

In presenza di almeno una malattia, una persona cade nel gruppo a rischio per lo sviluppo di un ictus.

L'insorgenza di un ictus è sempre improvvisa e alcuni sintomi possono essere simili ad altre malattie, il che complica la diagnosi corretta.

Nel 70% dei casi di rilevamento tardivo di un ictus, la morte si verifica immediatamente o dopo diversi giorni. Pertanto, è importante conoscere i sintomi che indicano l'emorragia nel tronco cerebrale, poiché ci sono solo 3 ore per aiutare il paziente.

I sintomi comuni includono:

  • disturbo del linguaggio: le parole diventano indistinte, la parola è confusa;
  • cefalea di intensità variabile;
  • vertigini;
  • il pallore del viso può essere sostituito da una scarica di sangue e viceversa;
  • mobilità degli occhi compromessa;
  • sudore freddo su viso e corpo;
  • salta a temperatura corporea, da molto basso ad alto;
  • diminuzione della frequenza cardiaca;
  • intorpidimento delle braccia e delle gambe, incapacità di muoversi, sollevare, camminare;
  • respirazione intermittente pesante, mancanza di respiro;
  • nessun riflesso di deglutizione, è impossibile perfino bere acqua;
  • la faccia può diventare distorta, l'asimmetria può apparire, il paziente può coagulare in un occhio;
  • paralisi di un lato del corpo.

A volte quando un cervello cerebrale viene spezzato, può verificarsi una paralisi completa del corpo, una persona non può muoversi e parlare, ma la sua mente e la sua mente sono chiare, capisce tutto - questo accade molto raramente. Anche la respirazione e il battito cardiaco, i tentativi di battere le palpebre o di muovere le labbra possono parlare della chiarezza della coscienza.

L'ictus emorragico si sviluppa molto rapidamente, il che consente di effettuare una diagnosi tempestiva. L'ischemico può svilupparsi da diverse ore a giorni, con un leggero intorpidimento di parte del viso o del corpo, formicolio, dolore oculare, vertigini e deficit visivo in uno o entrambi gli occhi.

Dopo la comparsa dei sintomi e del primo soccorso, è importante fare una diagnosi per identificare le aree di danno cerebrale. Dipende da quanto gravi saranno le conseguenze e, soprattutto, quanto a lungo sarà la ripresa.

Dopo aver consultato un neuropatologo, viene nominata una serie di esami:

  1. MR. In ictus ischemico ed emorragico nella fase iniziale di sviluppo, aiuta a confermare la diagnosi e interrompe il suo ulteriore sviluppo. In alcuni casi, può condurre una tomografia a contrasto.
  2. Cardiography. Può essere usato per determinare se ci sono cambiamenti nel ritmo del cuore, che possono indicare un disturbo nell'intensità del flusso sanguigno.
  3. Angiografia. Rileva le irregolarità nel sistema cardiovascolare nell'aterosclerosi, nella trombosi, ecc.
  4. Cardiogramma.
  5. Emocromo generale e dettagliato.
  6. Ultrasuoni di vasi cerebrali.

Fondamentalmente, tutte le fasi della diagnosi si verificano in condizioni di terapia intensiva.

Quando viene confermato un ictus cerebrale, viene iniettato immediatamente un farmaco che dissolve un coagulo di sangue che ha causato un blocco della nave.

Ciò ripristinerà il flusso sanguigno attraverso i vasi del cervello, il che non solo migliora le condizioni del paziente, ma impedisce anche la progressione della malattia.

Quindi viene monitorato il lavoro dei polmoni e del cuore. Se il paziente è incosciente, viene spesso notato un disturbo respiratorio e nella trachea del paziente viene inserito un vano per il respiro per mantenere l'apporto di ossigeno.

Il colpo di stelo non può essere curato, l'unica cosa che i medici possono prendere per salvare la vita del paziente, eliminando la causa dell'ictus. Il trattamento dipende dalla gravità dell'ictus e dal tipo (ischemico o emorragico).

Nell'infarto emorragico del tronco cerebrale, il trattamento principale è la chirurgia per rimuovere l'ematoma che si è formato.

Un'operazione meno traumatica viene eseguita utilizzando un piccolo foro attraverso il quale viene inserito il trombolitico, risolvendo l'ematoma.

Questo tipo di operazione è controindicato in aneurismi e altre patologie vascolari, è ben tollerato dai pazienti ipertesi.

Dopo l'operazione o dopo che il flusso di sangue è stato ripristinato, il trattamento farmacologico è prescritto con farmaci che riducono il sangue, la pressione di controllo e la frequenza cardiaca, così come i farmaci antiemetici e i farmaci che abbassano il colesterolo.

L'ictus è trattato con i seguenti farmaci:

  1. Farmaci che controllano la pressione sanguigna (Verapamil, AD Norma, Isoptin, Kordafen).
  2. Anticoagulanti per migliorare la coagulazione del sangue (trombina, Vikasol, fibrinogeno).
  3. Farmaci per migliorare il metabolismo e abbassare il colesterolo (Vasilip, Ovenkor, Simvastol, Sincard).
  4. A temperatura corporea elevata, vengono prescritti farmaci antipiretici (Diclofenac, Nurofen, Analgin).
  5. Farmaci ormonali per ripristinare la funzione, compromessa da danni al cervello staminale (Epithalamin).

Il trattamento farmacologico aiuta il recupero parziale ed è anche necessario per fermare la progressione della malattia. Inoltre, vengono prescritti massaggi, irudoterapia, riflessoterapia e agopuntura per accelerare il recupero.

La prognosi dopo l'ictus è deludente. Anche con la fornitura tempestiva di pronto soccorso, una persona rimane spesso paralizzata parzialmente o completamente.

I principali effetti dell'ictus cerebrale:

  • disturbi del linguaggio;
  • violazione delle funzioni di deglutizione e respirazione;
  • violazione delle capacità motorie;
  • coordinamento alterato;
  • instabilità della termoregolazione;
  • perdita della vista

Dopo un ictus cerebrale per prevenire complicazioni, così come per la ricaduta o l'insorgenza della malattia per la prima volta, devono essere osservate le seguenti regole:

  • condurre uno stile di vita sano: non bere, non fumare, controllare il peso;
  • controllare la pressione e prevenire i suoi picchi;
  • evitare situazioni stressanti;
  • visita sistematicamente un cardiologo dopo 45 anni;
  • trattare le malattie croniche esistenti del cuore e dei vasi sanguigni.

L'implementazione delle regole non garantisce che la malattia non si rompa nella tua vita, ma riduce significativamente il rischio di insorgenza.

Stem è chiamato un ictus, localizzato nel tronco cerebrale. Come capisci, questo termine si riferisce solo alla localizzazione del focus patologico, e in questo caso, il colpo di gambo può essere ischemico o emorragico, e talvolta misto, combinando i centri di ischemia ed emorragia.

Qual è il tronco cerebrale? - il tronco cerebrale è la parte anatomica più antica del cervello, comprese le strutture in cui si trovano i centri nervosi vitali: respiratorio, cardiovascolare, digestivo, ecc.

È la presenza di questi centri nervosi vitali che causa il pericolo di un colpo di gambo.La gravità della condizione di una persona e le conseguenze di un colpo di gambo dipendono dalla dimensione del focus patologico nel tronco cerebrale, la sua posizione e il tipo di ictus (ischemico o emorragico).

Include il tratto del gambo. Sintomi e clinica

Si ritiene che l'ictus sia la più grave della sua localizzazione, a causa della presenza di centri nervosi vitali nelle vicinanze e di un'alta mortalità in questo caso.

e la probabilità di un completo recupero e ritorno alla vita precedente dipende da molti fattori, tra cui la dimensione del focus dell'ictus, la sua posizione, il tipo di ictus (ischemico o emorragico) e la presenza di malattie concomitanti. Per ulteriori dettagli su come le modifiche derivano da un tratto, vedere gli effetti di un tratto nell'articolo.

L'ictus ha caratteristiche importanti, una delle quali è il frequente sviluppo della disfagia. Cos'è la disfagia? - La disfagia è una violazione della deglutizione.

Qualsiasi cibo o liquido, anche in piccole quantità, può causare una complicazione così terribile come la polmonite da aspirazione. La polmonite da aspirazione può verificarsi se parti di cibo o fluidi in caso di deglutizione possono entrare nel tratto respiratorio e causare processi infettivi in ​​essi, mentre sono difficili da trattare e pericolosi per la vita.

Nell'ictus staminale si incontra spesso anche un disturbo del linguaggio sotto forma di disartria, che, insieme ai disturbi della deglutizione, è un anello in una catena, o più precisamente, una sindrome chiamata bulbar.

Un'altra caratteristica di questo ictus è spesso vertigini gravi e compromissione della coordinazione dei movimenti. Allo stesso tempo, le persone sono spesso difficili da muoversi indipendentemente e al debutto di un ictus, le prime manifestazioni di esso possono essere una violazione della coordinazione dei movimenti, instabilità quando si cammina, in questo caso si lamentano che improvvisamente hanno cominciato a camminare lungo il muro, cioè, attenendosi ad esso. Tali sono i sintomi principali o come lo chiamano in medicina - la sua clinica.

Trattamento e recupero dal colpo di gambo. Previsione.

Il trattamento di un colpo di tronco in un ospedale, a seconda della gravità, viene effettuato nel reparto di neurologia o rianimazione, in accordo con i principi di trattamento del tipo appropriato di ictus - ischemico o emorragico.

Uno dei principali "indicatori" della gravità di una condizione è il livello di coscienza. In questo caso, lo sviluppo di un ictus può essere accompagnato da una depressione della coscienza fino a un coma, a proposito di ciò che è un coma e quando si presenta qui. Il livello di coscienza determina anche la possibile prognosi per la salute e la vita.

In presenza di sindrome bulbare, in cui vi è una violazione della deglutizione, è difficile l'auto-assunzione di cibo e liquidi, come abbiamo già menzionato sopra. In questi casi, si usa l'alimentazione attraverso un sondino naso-gastrico, che è un tubo, la cui estremità esterna esce dal passaggio nasale, e l'estremità interna è nello stomaco, quindi cibo o liquido arrivano direttamente nello stomaco attraverso tale sonda.

L'alimentazione attraverso la sonda non è solo quando si sviluppa una sindrome bulbare a causa di un ictus, ma anche quando la coscienza è disturbata. In caso di violazione della coscienza, una persona non è in grado di mangiare da sola e i nutrienti sono ancora necessari per mantenere il lavoro del corpo.

Per la correzione dei disturbi della deglutizione e della parola, oltre alla terapia farmacologica, il logopedista fornisce assistenza sostanziale. Logopedista oltre alla correzione dei disturbi del linguaggio può aiutare a ripristinare la fase della deglutizione, per questo ci sono esercizi speciali.

Con la coscienza salvata o ripristinata, è importante non perdere tempo e ricominciare il recupero dopo un ictus già in ospedale, leggi questo nell'articolo Early Rehabilitation.

Naturalmente, l'ictus è una condizione pericolosa, con un trattamento tempestivo e corretto, ci possono essere buoni risultati e pieno recupero. Un esempio è la storia di un giovane di nome Dmitry, che con il colpo di stelo quasi completamente guarito è tornato alla sua vita precedente, qui puoi leggere la sua storia.

Allo stesso tempo, l'ampia concentrazione di ischemia nel tronco cerebrale è spesso fatale, mortale e con un'alta probabilità di invalidità. La prognosi peggiora con un tipo di ictus emorragico e cure mediche premature.

Ci sono diverse regole di base per il recupero di successo dopo un colpo di gambo, leggere sulla riabilitazione dopo un ictus in dettaglio.

Autore dell'articolo: neurologo Alexander Postnikov, San Pietroburgo

Tratto stelo: tipi (ischemico, emorragico), cause, sintomi, trattamento, prognosi

L'ictus è considerato una delle forme più gravi di danno cerebrale sullo sfondo di una violazione acuta del flusso sanguigno. Non è una coincidenza, perché nel tronco sono concentrati i principali centri di supporto vitale dei nervi.

Tra i pazienti con ictus cerebrale prevalgono individui anziani con prerequisiti rilevanti per alterare il flusso sanguigno - ipertensione, aterosclerosi, patologia della coagulazione del sangue, cuore che predispone al tromboembolismo.

Il tronco cerebrale è l'area più importante che funge da collegamento tra il sistema nervoso centrale, il midollo spinale e gli organi interni. Controlla il lavoro del cuore, sistema respiratorio, mantenendo la temperatura corporea, l'attività fisica, regola il tono muscolare, le reazioni autonomiche, l'equilibrio, la funzione sessuale, partecipa agli organi della vista e dell'udito, fornisce la masticazione, la deglutizione, contiene fibre di papille gustative. È difficile nominare la funzione del nostro corpo, che costerebbe senza la partecipazione del tronco cerebrale.

struttura del tronco cerebrale

Le strutture dello stelo sono le più antiche e comprendono il ponte, il midollo e il mesencefalo, a volte anche il cervelletto. In questa parte del cervello sono i nuclei dei nervi cranici, sono conduttivi motori e percorsi nervosi sensoriali. Questo reparto si trova sotto gli emisferi, l'accesso ad esso è estremamente difficile e, con l'edema del tronco, inizia rapidamente a spostarsi e stringerlo, il che è fatale per il paziente.

Cause e tipi di tratti di gambo

Le cause dell'ictus staminale non differiscono da quelle di altre localizzazioni dei disturbi del flusso sanguigno nel sistema nervoso centrale:

  • Ipertensione arteriosa, che causa cambiamenti irreversibili nelle arterie e arteriole del cervello, le pareti dei vasi sanguigni diventano fragili e prima o poi possono rompersi con un'emorragia;
  • L'aterosclerosi, che è osservata nella maggioranza assoluta delle persone anziane, porta alla comparsa di placche di grasso nelle arterie che alimentano il cervello, il risultato è la rottura della placca, la trombosi, il blocco dei vasi e la necrosi del midollo;
  • Aneurismi e malformazioni vascolari sono la causa di ictus in pazienti giovani senza comorbilità o in combinazione con esso.

Diabete e altri disordini metabolici, reumatismi, difetti valvolari cardiaci e disturbi della coagulazione del sangue, incluso l'assunzione di farmaci che fluidificano il sangue, di solito prescritti a pazienti cardiologici, contribuiscono allo sviluppo del tratto del tronco.

A seconda del tipo di danno, un tratto del tronco cerebrale è ischemico ed emorragico. Nel primo caso si forma un focolaio di necrosi (infarto), nel secondo il flusso di sangue nel tessuto cerebrale si verifica quando si rompe un vaso sanguigno. L'ictus ischemico procede in modo più favorevole e con gonfiore emorragico e ipertensione intracranica aumenta rapidamente, quindi il tasso di mortalità è molto più alto nel caso degli ematomi.

Video: di base sui tipi di ictus - ischemico ed emorragico

Manifestazioni del danno del tronco cerebrale

L'ictus è accompagnato da danni alle vie, i nuclei dei nervi cranici, quindi accompagnati da sintomi ricchi e gravi disturbi degli organi interni. I segni della malattia si manifestano in modo acuto, a cominciare da intenso dolore nella regione occipitale, alterazione della coscienza, paralisi, vertigini, tachicardia o bradicardia, forti fluttuazioni della temperatura corporea.

Sintomi cerebrali associati ad un aumento della pressione intracranica, includono nausea e vomito, mal di testa, disturbi della coscienza, fino a uno stato comatoso. Quindi unire i sintomi del danno ai nuclei dei nervi cranici, sintomi neurologici focali.

L'ictus ischemico si manifesta con varie sindromi alternate e segni di coinvolgimento dei nuclei dei nervi cranici del lato in cui si è verificata la necrosi. Allo stesso tempo può essere osservato:

  1. Paresi e paralisi muscolare nella parte interessata del tronco;
  2. Deviazione della lingua nella direzione della sconfitta;
  3. Paralisi della parte opposta del corpo con conservazione del lavoro dei muscoli facciali;
  4. Nistagmo, squilibrio;
  5. Paralisi del palato molle con difficoltà di respirazione, deglutizione;
  6. L'omissione del secolo dalla parte dell'ictus;
  7. Paralisi dei muscoli facciali sul lato affetto e emiplegia della metà opposta del corpo.

Questa è solo una piccola parte delle sindromi che accompagnano un attacco cardiaco alla radice. Con piccoli fuochi (fino a un centimetro e mezzo), sono possibili disturbi isolati di sensibilità, movimenti, paralisi centrale con patologia dell'equilibrio, disturbi della mano (disartria), disturbi isolati dei muscoli del viso e della lingua con disturbi del linguaggio.

Nell'ictus emorragico, i sintomi crescono rapidamente, oltre ai disturbi motori e sensoriali, l'ipertensione intracranica si manifesta chiaramente, la coscienza è disturbata e il coma è altamente probabile.

I segni di emorragia nel tronco possono essere:

  • Emiplegia ed emiparesi: paralisi dei muscoli del corpo;
  • Visione offuscata, sguardo di paresi;
  • Disturbi del linguaggio;
  • Diminuzione o mancanza di sensibilità sul lato opposto;
  • Depressione della coscienza, coma;
  • Nausea, vertigini;
  • Aumento della temperatura corporea;
  • Violazione della respirazione, frequenza cardiaca.

Un ictus di solito si verifica all'improvviso, i parenti, i colleghi o i pedoni sulla strada possono diventare testimoni. Se un parente soffre di ipertensione o aterosclerosi, un certo numero di sintomi dovrebbe avvertire i propri cari. Quindi, improvvise difficoltà e incoerenza del linguaggio, debolezza, mal di testa, impossibilità di movimenti, sudorazione, salti della temperatura corporea, battito cardiaco dovrebbe essere la ragione per la chiamata immediata della brigata di ambulanza. Quanto velocemente le persone si orientano, la vita di una persona può dipendere e se il paziente va in ospedale nelle prime ore, le possibilità di salvare la vita saranno molto maggiori.

A volte piccoli focolai di necrosi nel tronco cerebrale, specialmente quelli associati al tromboembolismo, si verificano senza un drammatico cambiamento di condizione. La debolezza aumenta gradualmente, compare il capogiro, l'andatura diventa incerta, il paziente ha una visione doppia, l'udito e la vista diminuiscono e l'assunzione di cibo è difficile a causa del soffocamento. Anche questi sintomi non possono essere ignorati.

L'ictus è considerato la patologia più difficile, e quindi le sue conseguenze sono molto gravi. Se nel periodo acuto è possibile salvare la vita e stabilizzare le condizioni del paziente, rimuoverlo dal coma, normalizzare la pressione e la respirazione, quindi nella fase di riabilitazione ci sono ostacoli significativi.

Dopo un colpo di gambo, la paresi e la paralisi sono di solito irreversibili, il paziente non può camminare o nemmeno sedersi, la parola e la deglutizione sono disturbate. Ci sono difficoltà nel mangiare e il paziente ha bisogno sia di nutrizione parenterale, sia di una dieta speciale con cibo liquido e frullato.

Il contatto con un paziente che ha sofferto di un ictus cerebrale è difficile a causa di un disturbo del linguaggio, mentre l'intelletto e la consapevolezza di ciò che sta accadendo possono essere mantenuti. Se c'è la possibilità di ripristinare almeno parzialmente la parola, allora un aphasiologist, che conosce tecniche ed esercizi speciali, verrà in soccorso.

Dopo un infarto o un ematoma nel tronco cerebrale, i pazienti rimangono disabili, richiedendo una partecipazione e assistenza costanti nel mangiare e nell'igiene. L'onere dell'assistenza ricade sulle spalle dei parenti, che dovrebbero essere consapevoli delle regole di alimentazione e trattamento dei pazienti gravemente malati.

Le complicazioni nel colpo di gambo non sono rare e possono causare la morte. La causa più comune di morte è il gonfiore del tronco cerebrale con il suo pizzicotto sotto la membrana solida del cervello o nel forame occipitale, disturbi non corretti del cuore e della respirazione, lo stato epilettico è possibile.

Nel periodo successivo, si verificano infezioni del tratto urinario, polmonite, trombosi venosa delle gambe, piaghe da decubito, che è facilitata non solo dal deficit neurologico, ma anche dalla posizione di menzogne ​​forzata del paziente. Non esclusa sepsi, infarto miocardico, sanguinamento nello stomaco o nell'intestino. I pazienti con forme più lievi di ictus, cercando di muoversi, sono ad alto rischio di cadute e fratture, che possono anche essere fatali.

Parenti di pazienti con ictus cerebrale già nel periodo acuto vogliono sapere quali sono le possibilità di una cura. Sfortunatamente, in alcuni casi, i medici non possono sperare almeno in qualche modo, poiché con questa localizzazione della lesione si tratta di salvare vite umane e, se è possibile stabilizzare la condizione, la stragrande maggioranza dei pazienti rimane profondamente disabile.

L'incapacità di correggere la pressione arteriosa, elevata, non calante, la temperatura corporea, lo stato comatoso servono come segni prognostici sfavorevoli, in cui la probabilità di morte durante i primi giorni e le settimane successive all'insorgenza della malattia è elevata.

Trattamento della corsa dello stelo

L'ictus è una condizione grave e pericolosa per la vita che richiede misure correttive immediate e la prognosi della malattia dipende dalla rapidità con cui viene iniziato il trattamento. Senza eccezione, i pazienti dovrebbero essere ricoverati in reparti specializzati, anche se in alcune regioni questa cifra è terribilmente piccola - circa il 30% dei pazienti va in ospedale in tempo.

Il momento migliore per iniziare il trattamento è considerato le prime 3-6 ore dall'esordio della malattia, mentre nelle grandi città con accesso elevato alle cure mediche, il trattamento viene spesso avviato 10 o più ore più tardi. La trombolisi viene eseguita per i singoli pazienti e la TC e la risonanza magnetica 24 ore su 24 hanno più probabilità di essere fantasia che realtà. A questo proposito, i dati previsionali continuano ad essere deludenti.

Il paziente con ictus dovrebbe passare la prima settimana nel reparto di terapia intensiva sotto la costante supervisione di specialisti. Quando il periodo più acuto è completato, è possibile il trasferimento nella camera di riabilitazione precoce.

La natura della terapia ha caratteristiche nel tipo di lesione ischemico o emorragico, ma ci sono alcuni schemi e approcci generali. Il trattamento di base è volto a mantenere la pressione sanguigna, la temperatura corporea, la funzione polmonare e cardiaca e le costanti di sangue.

Per mantenere il lavoro dei polmoni sono necessari:

  1. Igiene del tratto respiratorio superiore, intubazione tracheale, ventilazione polmonare artificiale;
  2. Ossigenoterapia con bassa saturazione.

La necessità di intubazione tracheale nell'ictus staminale è associata a deficit di deglutizione e riflesso della tosse, che crea i prerequisiti per il contenuto dello stomaco ai polmoni (aspirazione). L'ossigeno nel sangue è controllato dalla pulsossimetria e la sua saturazione di ossigeno (saturazione) non deve essere inferiore al 95%.

Con il danno al tronco cerebrale, c'è un alto rischio di disturbi del sistema cardiovascolare, quindi, sono necessari i seguenti:

Persino quei pazienti che non hanno sofferto di ipertensione arteriosa sono stati mostrati farmaci antipertensivi per la prevenzione dell'ictus ricorrente. Inoltre, quando la pressione supera il numero di 180 mm Hg. Art., Il rischio di esacerbazione dei disturbi cerebrali aumenta di quasi la metà e una prognosi sfavorevole - di un quarto, quindi è importante monitorare costantemente la pressione.

Se la pressione era alta prima del danno al cervello, allora è considerato ottimale mantenerlo a un livello di 180/100 mmHg. Art., Per persone con pressione normale iniziale - 160/90 mm Hg. Art. Questi numeri relativamente elevati sono associati al fatto che quando la pressione scende alla normalità, diminuisce anche il grado di afflusso di sangue al cervello, il che può aggravare gli effetti negativi dell'ischemia.

Labetalolo, captopril, enalapril, dibazolo, clofelina, sodio nitroprussiato sono utilizzati per correggere la pressione arteriosa. Nel periodo acuto, questi farmaci vengono somministrati per via endovenosa sotto il controllo del livello di pressione e la somministrazione orale è possibile in seguito.

Alcuni pazienti, al contrario, soffrono di ipotensione, che è molto dannosa per la parte interessata del cervello, poiché l'ipossia e il danno ai neuroni sono in aumento. Per la correzione di questa condizione, viene effettuata la terapia infusionale con soluzioni (reopolyglukine, sodio cloruro, albumina) e vengono utilizzati agenti vasopressori (norepinefrina, dopamina, mezaton).

Il controllo delle costanti di sangue biochimiche è considerato obbligatorio. Pertanto, con una diminuzione del livello di zucchero, viene iniettato il glucosio, con un aumento di oltre 10 mmol / l - insulina. Nell'unità di terapia intensiva, il livello di sodio e l'osmolarità del sangue sono costantemente misurati, viene presa in considerazione la quantità di urina rilasciata. La terapia infusionale è indicata riducendo il volume di sangue circolante, ma allo stesso tempo è consentito un eccesso di diuresi rispetto alla quantità di soluzioni infuse come misura per prevenire l'edema cerebrale.

Quasi tutti i pazienti con tratti di gambo hanno una temperatura corporea elevata, poiché il centro di termoregolazione si trova nella parte interessata del cervello. Per ridurre la temperatura dovrebbe essere di 37,5 gradi, per i quali utilizzare paracetamolo, ibuprofene, naprossene. Un buon effetto si ottiene anche con l'introduzione del solfato di magnesio nella vena.

Il passo più importante nel trattamento di un ictus cerebrale è la prevenzione e il controllo dell'edema cerebrale, che può portare allo spostamento delle strutture mediane e al loro inserimento nel forame occipitale, sotto il cervelletto, e questa complicazione è accompagnata da un'elevata mortalità. Per combattere l'edema cerebrale, usare:

  1. Diuretici osmotici - glicerina, mannitolo;
  2. Introduzione della soluzione di albumina;
  3. Iperventilazione durante IVL;
  4. Rilassanti e sedativi muscolari (pancuronio, diazepam, propofol);
  5. Se le misure sopra elencate non producono un risultato, un coma barbiturico, è indicata un'ipotermia cerebrale.

Nei casi molto gravi, quando non è possibile stabilizzare la pressione intracranica, i miorilassanti, i sedativi vengono utilizzati simultaneamente e viene stabilita la respirazione artificiale. Se anche questo non aiuta, stanno eseguendo un intervento chirurgico - un'emicranotomia finalizzata alla decompressione del cervello. A volte drenare i ventricoli del cervello - con l'idrocefalo con un aumento della pressione nella cavità cranica.

La terapia sintomatica include:

  • Anticonvulsivi (diazepam, acido valproico);
  • Tserukal, motilium con grave nausea, vomito;
  • Sedativi - Relanium, aloperidolo, magnesia, fentanil.

La terapia specifica per l'ictus ischemico consiste nel condurre la trombolisi, l'introduzione di agenti antipiastrinici e anticoagulanti per ripristinare il flusso sanguigno attraverso il vaso trombizzato. La trombolisi endovenosa deve essere eseguita nelle prime tre ore dopo il blocco della nave, utilizzando alteplase.

La terapia antipiastrinica consiste nella nomina dell'aspirina, in alcuni casi è indicato l'uso di anticoagulanti (eparina, fraxiparina, warfarin). Per ridurre la viscosità del sangue, è possibile utilizzare reopolyglucin.

Tutti questi metodi di terapia specifica hanno indicazioni e controindicazioni rigorose, pertanto la fattibilità del loro uso in un particolare paziente viene decisa individualmente.

La terapia neuroprotettiva è necessaria per ripristinare le strutture cerebrali danneggiate. A questo scopo vengono utilizzati glicina, piracetam, encefalbolico, cerebrolysin, emoxipina e altri.

Un trattamento specifico per ictus emorragici è l'uso di neuroprotettori (mildronate, emoxipina, semax, nimodipina, actovegin, piracetam). La rimozione chirurgica di un ematoma è difficile a causa della sua posizione profonda, con i vantaggi dell'intervento stereotassico ed endoscopico, riducendo al minimo il trauma chirurgico.

La prognosi per l'ictus cerebrale è molto grave, il tasso di mortalità per attacchi di cuore raggiunge il 25%, con emorragie entro la fine del primo mese più della metà dei pazienti muoiono. Tra le cause di morte, il posto principale appartiene all'edema del cervello con spostamento delle strutture staminali e il loro pizzicamento nel forame occipitale, sotto la dura madre. Se è possibile salvare la vita e stabilizzare le condizioni del paziente, dopo un ictus è probabile che rimanga invalido a causa di danni a strutture vitali, centri nervosi e percorsi.