Malattie di vasi cerebrali: tipi, sintomi e trattamento

Epilessia

Questo articolo descrive le malattie e le condizioni comuni dei vasi cerebrali. I loro sintomi, eziologia, trattamento.

Per funzionare, il cervello ha bisogno di una maggiore quantità di energia. Ossigeno e sostanze nutritive dal flusso sanguigno nelle cellule nervose. Con l'aiuto di un buon apporto di sangue alle grandi navi, il cervello può funzionare adeguatamente per un lungo periodo di tempo.

Il cervello è nutrito da due assonnate e due arterie vertebrali, i cui rami si uniscono e formano il cerchio di Willis. Con l'aiuto di questo sistema chiuso, si verificano reazioni compensative.

Ma con una compensazione a lungo termine, le navi sono meno in grado di svolgere la funzione di un'altra arteria. In questo contesto si sviluppa un'insufficienza circolatoria cronica. Con una mancanza istantanea di circolazione del sangue, si sviluppano condizioni acute.

Queste malattie si verificano nella giovane e nella vecchiaia.

Le malattie vascolari cerebrali comuni includono:

  1. L'aterosclerosi.
  2. Encefalopatia dancileare.
  3. Stroke.
  4. Distonia vegetativa.
  5. Aneurisma.

Spasmo di vasi cerebrali

Una condizione che è caratterizzata da un restringimento delle pareti dei vasi sanguigni del cervello si chiama spasmo.

L'eziologia di questa condizione è la contrazione intensa e prolungata dei vasi. Spasmo porta a compromissione dell'emostasi.

Sintomi di vasospasmo cerebrale

  • Vertigini.
  • Nebbia prima degli occhi.
  • Acufene.
  • Mal di testa in diverse parti della testa (frequente, prolungato, può verificarsi quando si cambiano le condizioni meteorologiche).
  • Nausea, vomito.
  • Comprensione della parola.
  • Disturbo di coordinazione
  • Compromissione della memoria

Cause del vasospasmo cerebrale

  • Mancanza di ossigeno nella stanza
  • Cattive abitudini
  • Riposo e sonno inadeguati
  • Lunga sovratensione
  • Malattie concomitanti (distonia vegetativa, malattie cardiache, malfunzionamento delle ghiandole endocrine, malattie renali, tumori cerebrali, osteocondrosi del rachide cervicale).
  • Testa ipotermia
  • Situazioni stressanti
  • Stress emotivo (comprese le emozioni positive).

Fattori predisponenti

  • Situazione ecologica
  • Condizioni di lavoro e di vita
  • Vecchiaia
  • Nutrizione scorretta, ecc.

Trattamento del vasospasmo cerebrale

  • Terapia farmacologica:
  1. Farmaci nootropici per migliorare la circolazione cerebrale (piracetam, nootropina, corteccia, actovegin, microhydrin e altri).
  2. Farmaci vasodilatatori (cinnarizina, betaistina, betaserk, vertran, vestibo, mikrozer, nimodipina, nicergolina, vazbrabl e altri).
  3. Farmaci antispastici (papaverina e altri).
  4. Farmaci che migliorano il consumo di ossigeno da parte delle cellule (solcoseryl, cerebrolysin, neo-cerebron e altri).
  5. Preparativi sedativi (estratto di valeriana, darvilolo, carditab, cardite e altri).
  6. Preparati di statine per lo stato stabile delle navi (lipofford, Atomax e altri).
  • Massaggio (tempie, fronte, occipite, con osteocondrosi, massaggio con unguenti).
  • Ginnastica terapeutica
  • Aromaterapia (gelsomino, lavanda, olio di menta piperita).
  • Medicina di erbe (brodo fianchi, foglie di timo, porpeshka, pervinca).

Prevenzione dello spasmo vascolare doloroso

  • Corretta alimentazione
  • Evitare lo stress.
  • Il modo corretto di vivere.
  • Attività fisica
  • Liberarsi delle cattive abitudini.
  • Trattamento di malattie predisponenti.

Costrizione di vasi cerebrali

Una condizione in cui il lume del cervello è significativamente ridotto è chiamata costrizione.

Sintomi di contrazione

  • Al primo stadio: lieve mal di testa, affaticamento, labilità emotiva, confusione, memoria alterata.
  • Nella seconda fase: cefalea frequente e grave, coordinazione alterata, alterazione della funzionalità renale, affaticamento, labilità dell'umore.
  • Al terzo stadio: grave compromissione della coordinazione dei movimenti, a volte prima della paralisi, minzione involontaria, disfunzione dei genitali, memoria alterata, demenza.

Cause della contrazione

  • La labilità della pressione sanguigna, come conseguenza di una diminuzione dell'elasticità dei vasi sanguigni.
  • L'aterosclerosi (placche aterosclerotiche contribuiscono al restringimento del lume vascolare o alla loro ostruzione).
  • Osteocondrosi (sotto l'azione di dischi intervertebrali deformati, la circolazione del sangue è disturbata).
  • Mancanza di ossigeno nell'aria.
  • Superlavoro.
  • Lo stress.

Fattori predisponenti

  • Stile di vita sedentario
  • Bassa attività fisica
  • Errori di alimentazione
  • Mancanza di camminare e stare all'aria aperta.
  • Vecchiaia

Trattamento della vasocostrizione

  • Il trattamento farmacologico è lo stesso del vasospasmo, solo aggiunto:
  1. Antidolorifici (amidopirina, ketanov, analgin e altri).
  2. Tranquillatori (per normalizzare la condizione - gedazepam, fenozepam e altri).
  3. Antidepressivi (dalle depressioni - imipramina, anafranil, pertofano, befol e altri).
  4. Terapia vitaminica
  • Trattamento chirurgico:
  1. Angioplastica.
  2. Endoarteriectomia.
  • Massaggio, esercizi terapeutici.
  • Medicina di erbe (decotto di biancospino e pigne)

Prevenzione della vasocostrizione del cervello

  • Corretta alimentazione
  • Attività fisica
  • Indurimento.
  • Trattamento di malattie concomitanti.
  • Osserva i modelli del sonno.
  • Evita lo stress.
  • Lavorare e vivere in condizioni favorevoli.

Arteriosclerosi cerebrale

Una pericolosa malattia che colpisce i vasi cerebrali con placche aterosclerotiche e porta a processi biochimici di danno cerebrale è chiamata aterosclerosi cerebrale. Puoi leggere di più su ciò che l'aterosclerosi cerebrale è in un articolo simile.

In tutti i sistemi, ci sono lesioni nei vasi sanguigni, ma il numero predominante è la lesione delle arterie cerebrali. Questa è una malattia dell'intero organismo.

Le arterie elastiche e muscolose sono interessate. Sulla parete interna (endotelio) aree di messa a fuoco dei depositi di colesterolo (placche), che portano ad un progressivo restringimento del lume dei vasi.

Cause di aterosclerosi:

  • Processi patologici nel fegato (aumento della produzione di colesterolo).
  • Malattie concomitanti
  • Gli errori della dieta (un gran numero di prodotti affumicati, sale, dolce).
  • Fumo.
  • Uso di alcol
  • Situazioni stressanti
  • L'obesità.
  • Predisposizione ereditaria
  • Invecchiamento generale del corpo
  • Età oltre 45 anni.
  • Bassa attività fisica
  • Disturbi ormonali (diabete, menopausa e altri).
  • Ipertensione arteriosa (con una diminuzione dell'elasticità delle pareti delle arterie, si verifica la formazione di placche e il loro accumulo).
  • Condizioni di lavoro
  • Situazione ecologica

Sintomi di aterosclerosi

  1. Compromissione progressiva della memoria. Il paziente potrebbe non notare il suo declino, perché si verifica solo dopo una sovratensione. Nel corso del tempo, la memoria peggiora progressivamente, fino ai fallimenti.
  2. Disturbi mentali progressivi
  3. Stanchezza durante il lavoro mentale.
  4. La concentrazione dell'attenzione, il paziente non può concentrarsi sul lavoro per molto tempo.
  5. Cambiamenti nello stato emotivo. Spesso temono per la loro salute, non sono sicuro delle proprie capacità. Spesso ci sono periodi di depressione.
  6. Convulsioni convulsioni
  7. Respirazione patologica. Sorgere a causa di lesioni del midollo allungato.
  8. Sonno e disturbi del sonno regolari.
  9. Mal di testa, vertigini dopo aver cambiato la posizione del corpo.
  10. Senestopatii. Manifestato da sensazioni patologiche nella testa, arti inferiori, calore nella regione occipitale.
  11. Disordinata e goffaggine dei movimenti.
  12. Vari disturbi del corpo nella sconfitta di alcune aree del cervello.
  13. Intolleranza ad un suono forte, luce intensa.

Distonia vascolare

Le violazioni dei cambiamenti nel lume dei vasi sanguigni sono chiamate distonia dei vasi sanguigni del cervello. Esistono tipi di distonia vascolare, in cui la capacità di aumentare rapidamente il flusso sanguigno è compromessa con un aumento del carico (tipo ipotonico) o uno spasmo dei vasi sanguigni (tipo ipertonico).

Sindromi della malattia

  1. Cardiaco (manifestato dal dolore nel cuore);
  2. Tachicardico (si sentono palpitazioni);
  3. Bradicardico (disturbi da vertigini, intorpidimento degli arti, battito cardiaco lento, disturbi della coscienza, sonno);
  4. Aritmico (funzione cardiaca aritmica, angina);
  5. Disturbi vascolari periferici;
  6. Crisi vegetative

Cause della distonia

  • Situazioni stressanti;
  • stanchezza;
  • Eccessive situazioni emotive;
  • Condizioni di lavoro e di vita;
  • Foci croniche di infezione;
  • Lesione cerebrale;
  • Malattie endocrine;
  • Malattie o condizioni ormonali (gravidanza, menopausa, pubertà);
  • il fumo;
  • alcol;
  • Radiazioni radioattive;
  • Violazioni della modalità di riposo e di lavoro;
  • Sforzo fisico forte o debole;
  • Labilità climatica;
  • ereditarietà;
  • Errori nella dieta.

sintomi

  • Difficoltà nel produrre respiri profondi o respiri improvvisi profondi;
  • Disagio toracico, pesantezza;
  • La labilità della temperatura corporea;
  • tachicardia;
  • Dolore nel cuore, svanendo;
  • Emostasi compromessa;
  • Violazione del tratto gastrointestinale (diarrea, stitichezza, nausea);
  • Violazione del sistema urinario;
  • Fatica;
  • Sbalzi d'umore;
  • Mal di testa;
  • insonnia;
  • Rush di sangue, sentendosi caldo;
  • gonfiore;
  • Propensione alle reazioni allergiche;
  • Membra tremanti;
  • Congelamento nella stagione calda;
  • Disturbo d'ansia.

Segni di un attacco che è una condizione pericolosa e richiede assistenza immediata:

  • Paura della notte, sonno;
  • il panico;
  • tachicardia;
  • Paura di luce, suono.

Stenosi delle navi

Una condizione patologica in cui porta a un restringimento o chiusura del lume dei vasi del cervello. Di conseguenza, l'afflusso di sangue a una certa parte del cervello è disturbato.

motivi

  • aterosclerosi;
  • Diabete mellito;
  • l'obesità;
  • L'ipertensione;
  • ereditarietà;
  • il fumo;
  • Errori nell'alimentazione.

sintomi

  • Nella fase iniziale di sviluppo e flusso lento, c'è una violazione della memoria, labilità emotiva, coordinazione alterata.
  • Nella seconda fase, il mal di testa, gli sbalzi d'umore aumentano, c'è un significativo disturbo del movimento.
  • Il terzo stadio è caratterizzato da una progressiva compromissione motoria (il paziente non può camminare in modo uniforme, perde l'equilibrio, inciampa), urinazione involontaria.
  • Nel restringimento acuto dei vasi cerebrali si sviluppa un ictus, il cui esito spesso termina con la morte.

Aneurisma vascolare cerebrale

La violazione della struttura della parete della nave, che porta all'espansione della nave, è chiamata aneurisma. Le dimensioni dell'aneurisma possono essere piccole (fino a 2-3 mm) e grandi (più di 25 mm).

motivi

  • Disturbi congeniti dello strato muscolare delle pareti dei vasi sanguigni;
  • Danni alle fibre di collagene;
  • Curve anomale e ramificazione
  • aterosclerosi; navi;
  • Tessitura di navi;
  • Violazione della membrana elastica;
  • Emodinamica compromessa;
  • Malattie infettive;
  • embolia;
  • Stress eccessivo;
  • L'ipertensione;
  • il fumo;
  • alcol;
  • Sostanze narcotiche;
  • l'obesità;
  • Situazioni stressanti;
  • Assunzione di contraccettivi orali;
  • Comorbidità congenite (rene policistico, coartazione aortica e altri);
  • Predisposizione ereditaria;
  • Lesioni alla testa;
  • neoplasie;
  • Effetto radioattivo sul corpo;
  • Processi infiammatori

sintomi

  • I primi sintomi di aneurisma, la persona di solito non si sente.
  • Attacchi di forte mal di testa in un'area specifica.
  • Violazione dell'analizzatore visivo (ptosi, pupilla dilatata, strabismo, restringimento del campo visivo, distorsione del visibile).
  • Compromissione uditiva (riduzione unilaterale, forte rumore nell'orecchio).
  • Intorpidimento della pelle del viso.
  • Paresi del nervo facciale.
  • Una condizione pericolosa è la rottura dell'aneurisma, che porta alla morte.

I suoi segni sono:

  1. vertigini;
  2. Forte mal di testa;
  3. Abbassare la pressione sanguigna;
  4. Sentirsi caldo;
  5. Segni cognitivi (disturbi della memoria, apprendimento, lettura, scrittura, pensiero logico);
  6. Disturbo del sonno;
  7. La labilità dello stato emotivo;
  8. Rallentamento, paura o aggressività;
  9. Interruzione del processo di isolamento;
  10. Collo rigido;
  11. Nausea, vomito;
  12. Grave debolezza;
  13. disfagia;
  14. Violazione della percezione del mondo;
  15. Mancanza di coordinamento;
  16. Paralisi, convulsioni;
  17. Coscienza (fino al coma).

prevenzione

  1. Attività fisica;
  2. Trattamento di malattie associate;
  3. Evitare lo stress, l'eccesso di cibo, i farmaci ormonali.

Targhe sulle navi

La formazione di placche sulle navi avviene lentamente e gradualmente. Si sviluppano durante la deposizione di lipidi (macchie o strisce di colesterolo appaiono sulle pareti), liposclerosi (depositi di grasso connettivo compaiono sulle pareti); aterocalcinosi (la neoplasia diventa densa sotto l'influenza di sali di calcio).

Trattamento di rimedi popolari

La medicina di erbe aiuta a rafforzare la parete vascolare, dandole elasticità. Si consiglia di prendere un infuso di camomilla, germogli di betulla, immortelle e iperico con l'aggiunta di miele di notte e al mattino prima dei pasti.

Usato anche tintura di aglio, miscela di aglio e miele. Ma è necessario applicare questi strumenti in combinazione con trattamenti medici e dopo aver consultato uno specialista.

Cosa succede durante il restringimento dei vasi cerebrali, i sintomi e il trattamento della patologia

Da questo articolo imparerai: quello che viene chiamato restringimento dei vasi cerebrali, trattamento, sintomi, cause della malattia. Il meccanismo dello sviluppo della patologia e dei metodi diagnostici. La prognosi per il recupero.

La stenosi patologica (restringimento) dei capillari, delle vene e delle arterie che forniscono sangue al cervello è chiamata restringimento dei vasi cerebrali.

Cosa succede nella patologia? Sotto l'influenza di aterosclerosi (formazione di placche di colesterolo, 60%), ipertensione arteriosa (fino al 30%) e altre patologie (difetti dello sviluppo, osteocondrosi), il lume dei vasi sanguigni che forniscono sangue al cervello si restringe. La quantità di sangue necessaria per il corretto funzionamento dell'organo è ridotta, i disturbi portano alla comparsa di ischemia tissutale (carenza di ossigeno), un cambiamento nella struttura delle cellule e successivamente alla loro morte di massa (la comparsa di focolai di necrosi).

Le cellule nervose modificate o morte del cervello non sono in grado di svolgere le loro funzioni (conducendo un impulso bioelettrico), pertanto la vasocostrizione si manifesta con numerosi sintomi neurologici (cefalea, vertigini, insonnia).

La patologia si sviluppa lentamente, nelle fasi iniziali, è quasi asintomatica. Se la causa della stenosi viene eliminata in questo momento, la malattia può essere curata ripristinando completamente la funzione cerebrale (nel 92%).

La patologia diventa pericolosa nelle fasi in cui la costrizione della nave aumenta di oltre il 50%. Il paziente presenta gravi disturbi dell'attività cerebrale (ridotta capacità di percepire e analizzare informazioni, disturbi comportamentali, demenza, coordinazione alterata dei movimenti). Sono uniti da crisi ipertensive, ictus (disturbi acuti della circolazione cerebrale), che portano abbastanza rapidamente a una completa perdita di disabilità fisica e mentale.

Il trattamento delle cause del restringimento dei vasi cerebrali nelle prime fasi viene eseguito da un medico generico, con sintomi neurologici marcati da un neurologo o da uno psichiatra, gli angiosurgeoni eseguono una correzione chirurgica.

Meccanismo di sviluppo della patologia

L'aterosclerosi e l'ipertensione sono le cause più comuni di restringimento dei vasi sanguigni nel cervello:

  1. Con l'aterosclerosi, la quantità di colesterolo "cattivo" aumenta nel sangue del paziente, la placca di colesterolo si forma nella parete del vaso e specifiche proteine ​​plasmatiche (fibrina), che crescono gradualmente, aumentano di dimensioni e col tempo possono bloccare completamente il lume della nave e il flusso sanguigno.
  2. Nell'ipertensione, i piccoli vasi e capillari sono i primi a soffrire. Sotto l'influenza della pressione del flusso sanguigno sulle pareti, il meccanismo di protezione contro rotture e danni funziona: innanzitutto, il tono e il restringimento dei capillari e delle arteriole aumentano, nel tempo le pareti si addensano, costruiscono strati all'interno, nel lume della nave e riducono il volume del flusso sanguigno.

Come risultato della stenosi, si sviluppa la fame ischemica cronica (ossigeno), che porta a un cambiamento nella struttura del tessuto cerebrale nella subcortex (centri di parola, pensiero, udito, memoria, movimento) e sostanza bianca (il "ponte" che collega i dipartimenti):

  • i focolai di cellule non funzionanti sono piccoli (attacco cardiaco "stupido" asintomatico);
  • molto piccoli, ma numerosi, formano piccole "lacune", difetti quasi impercettibili (tessuti sparsi).

Le relazioni tra queste parti del cervello sono interrotte ("disconnessione") e provocano un gruppo di disturbi multipli - memoria, linguaggio, disturbi dell'attività motoria, deviazioni mentali nel comportamento, demenza, capacità di analizzare e trarre conclusioni.

Cause e fattori di rischio

La causa principale, ma non la sola, della stenosi è la formazione di placche di colesterolo nell'aterosclerosi (60%).

Malattie vascolari del cervello e del sistema nervoso - pericolose e imprevedibili

In connessione con il "invecchiamento" generale del pianeta e l'aumento del numero di persone di età senile e anziana, le malattie vascolari del cervello stanno diventando più importanti tra la popolazione.

Memoria ridotta, vertigini, tinnito, mal di testa, prestazioni ridotte e affaticamento elevato - tutti questi sono i primi sintomi delle malattie vascolari del cervello di una o di un'altra genesi.

Tuttavia, medici e pazienti non prestano particolare attenzione alle malattie vascolari del sistema nervoso, che sono più spesso una manifestazione di insufficienza circolatoria cronica.

Come fa il sangue a rifornirsi al cervello

Il cervello è la parte principale del sistema nervoso centrale. Il peso medio del cervello di un adulto è pari al 2-2,5% del suo peso corporeo (1020-2000 grammi). Il cervello consuma circa il 20% del sangue circolante, il glucosio e l'ossigeno prodotti durante la respirazione del corpo.

È stato a lungo scoperto che il lavoro dei neuroni del cervello richiede un'alimentazione corretta e una grande quantità di energia. Con l'aiuto del sangue, i neuroni ricevono tutti i componenti necessari, poiché il cervello ha una circolazione sanguigna intensa con una piccola massa.

La circolazione sanguigna del cervello ha una struttura complessa, suddivisa nei sistemi venoso e arterioso. Questo è un meccanismo complesso che fornisce una circolazione sanguigna continua, perfusione ottimale e volume del flusso sanguigno. Al fine di aumentare la stabilità della circolazione sanguigna, viene fornita una compensazione collaterale protettiva del flusso sanguigno attraverso le membrane coroide e il circolo arterioso della base.

In situazioni difficili, il cervello è protetto dalla mancanza di circolazione del sangue (in caso di difficoltà o interruzione) con il circolo di Willian.

Navi cerebrali

Attraverso il suo lavoro, quando si verifica una tale situazione (durante un attacco ischemico o durante un ictus), l'auto-compensazione viene osservata nel pool di una nave a causa del flusso di sangue da altre navi.

È noto che il cervello richiede una grande quantità di ossigeno e sostanze nutritive. I neuroni non possono accumularsi e salvarli, quindi quando il flusso di sangue si arresta, l'offerta disponibile durerà per 10 secondi. Dopo questo, la persona perde conoscenza e in 3-8 minuti i neuroni muoiono.

Inoltre, oltre alla compensazione, il flusso sanguigno ha una funzione di autoregolazione, quando mantiene uno stato stabile, riducendo la dipendenza dai cambiamenti della pressione sanguigna, dalla gittata cardiaca.

La stabilità del flusso sanguigno è regolata dai seni carotidi (cellule nervose situate nelle arterie carotidi) che contengono chemio e barocettori. Il nodo carotideo trasmette segnali al tronco cerebrale (nel centro respiratorio e vasomotore), dove il lavoro cardiaco, il tono vascolare, ecc. Sono regolati.

Cosa dovrebbe essere avvisato - clinica e sintomi

I disturbi nella circolazione sanguigna del cervello non appaiono immediatamente, i loro sintomi sono assenti nelle fasi iniziali. I sintomi comuni dei disturbi vascolari del cervello includono mal di testa, vertigini regolari, disturbi della memoria e del sonno, debolezza, coordinazione dei movimenti compromessa, frustrazione, intorpidimento delle estremità, suscettibilità, irritabilità.

Nelle fasi successive della patologia disturbi dell'andatura, falso desiderio di urinare. In assenza di un trattamento appropriato, la capacità mentale, la coordinazione e gli organi pelvici sono indeboliti.

Inoltre, le malattie vascolari possono verificarsi con predisposizione ereditaria e stile di vita sedentario.

I primi segni di insufficienza cerebrovascolare

I primi segni di disturbi circolatori cerebrali comprendono i sintomi della malattia vascolare, così come l'acufene e il dolore alla testa, vertigini mentre si cammina o un improvviso cambiamento di posizione, problemi di memoria, disturbi del sonno e prestazioni ridotte. Tali sintomi si verificano più volte alla settimana per 3 mesi.

Tali sintomi si sviluppano con una portata ridotta da 55 ml a 45 ml per 100 g / min. Ma quando si esamina lo stato neurologico, i segni di danno focale al sistema nervoso non sono determinati. Durante l'analisi neuropsicologica, lo specialista determina il pensiero lento come risultato della risoluzione di problemi complessi.

Insufficienza circolatoria cronica - DEP

L'insufficienza cronica della circolazione cerebrale è un tipo comune di malattie cerebrovascolari (con danno cerebrale primario e violazione secondaria del sistema vascolare).

L'encefalopatia deambulatoria è il primo stadio dell'insufficienza cronica, è caratterizzata da un piccolo danno cerebrale focale dovuto a un volume più piccolo di afflusso di sangue (15 ml / 100 g al minuto) e può causare micro-ictus, ipossia, atrofia della sostanza cerebrale.

Di norma, lo sviluppo dell'encefalopatia deambulatoria si verifica a causa di disturbi vascolari nel cervello. Esistono forme venose, miste e aterosclerotiche di patologia.

Sulla base della valutazione del grado di disturbi neurologici, l'encefalopatia dyscirculatory è divisa nei seguenti gradi:

  1. Il primo stadio. Lo stadio DEP 1 è caratterizzato da una diminuzione della memoria e dell'attenzione (con memorizzazione compromessa di nuove informazioni), prestazioni ridotte, affaticamento rapido, difficoltà a spostare l'attenzione da un evento a un altro. Un lungo sforzo mentale può causare mal di testa, disturbi del sonno con vertigini occasionali.
  2. Il secondo stadio. Nella seconda fase del DEP, vengono rivelati cambiamenti personali (viscosità del pensiero, aumento dei disturbi della memoria, sensibilità, egoismo, irritabilità, restringimento degli interessi, ridotta capacità del pensiero associativo, generalizzazione e astrazione). C'è un sonno intermittente, corto, mal di testa sordo, instabilità e vertigini. Oltre ai fattori anisoreflessia e pseudobulbare, vengono determinati i disordini vestibolo-cerebellari, la riduzione dell'adattamento sociale e la disabilità.
  3. Terzo stadio. I sintomi alla DEP del terzo stadio sono aggravati, debolezza manifesta, controllo alterato degli organi dello sfintere pelvico, una combinazione di mal di testa con disturbi della memoria e vertigini.

Diagnosi e trattamento

La diagnosi di DEP si basa su informazioni provenienti dalla clinica e ulteriori analisi del cervello, sistema vascolare. Nel fondo dell'occhio è determinato pallore del nervo ottico, aterosclerosi dei vasi, palpazione delle arterie temporali compresse e contorte, rheoencephalography, ecografia Doppler, risonanza magnetica, angiografia ad ultrasuoni.

Quando compaiono i primi segni di patologia, dovrebbero essere condotti corsi terapeutici periodici. In conformità con lo stato somatico e le manifestazioni dei patologi, viene prescritto il trattamento farmacologico:

  • agenti vasoattivi (Vinpocetina, Cavinton, Tsinarizin, ecc.);
  • agenti antipiastrinici (curantil, acido acetilsalicilico);
  • farmaci anti-sclerotici;
  • neuroprotettori e nootropici;
  • tranquillanti;
  • antihypoxants;
  • vitamine E e B.

La pressione arteriosa è controllata, gli ACE inibitori sono prescritti (Quadropril, Captopril), i preparati di acido nicotinico sono raccomandati per migliorare la circolazione del sangue e le statine (Simvastatina, Atovastatina) sono raccomandate per la correzione dello spettro lipidico.

Nelle malattie cerebrovascolari, surriscaldamento, alpinismo, fumare e bere alcolici, guardare la TV e PC duraturi dovrebbero essere evitati.

Classificazione e tipi di malattie vascolari del cervello

Le malattie vascolari del cervello sono classificate come segue:

  • segni iniziali di insufficienza circolatoria;
  • disturbi transitori (attacchi ischemici, crisi ipertensive cerebrali, encefalopatia ipertensiva acuta);
  • disturbi circolatori persistenti (ictus emorragico, ischemico, le conseguenze della malattia);
  • disturbi circolatori progressivi del cervello (ematoma subdurale cronico non traumatico, encefalopatia dincircolatoria).

I disturbi circolatori acuti sono indicati come malattie secondarie. Le cause principali delle loro manifestazioni sono l'aterosclerosi, l'ipertensione. A volte gli ictus possono manifestarsi a seguito di vasculite (allergica, infettiva, sifilitica), lesioni sistemiche dei tessuti connettivi, anomalie congenite dei vasi cerebrali, disturbi sistemici del sangue (coagulopatia, eritmia, leucemia).

Il decorso di molte malattie è complicato da attacchi ischemici transitori, che spesso si sviluppano in modo acuto o prolungato.

Il trattamento dell'ictus viene eseguito in un ospedale per ridurre la mortalità. La diagnostica viene eseguita mediante tomografia computerizzata del cervello. Allo stesso tempo, la risonanza magnetica è meglio rilevata dal cervello, riconoscendo l'aspetto di piccoli attacchi di cuore. Echoencefaloscopia, l'angiografia può essere eseguita.

La base per il trattamento dell'ictus include una combinazione di trattamento trombolitico con TPA con neuroprotettori e gli agenti antiossidanti e antipiastrinici sono utilizzati in fasi successive.

Diagnosi delle malattie vascolari

Gli studi a ultrasuoni su arterie, risonanza magnetica, esami neurologici sono metodi diagnostici molto diffusi.

È possibile determinare la complessità dello sviluppo delle malattie neurologiche con metodi moderni (tomografia con radionuclidi, spettroscopia, tomografia positronica, scansione duplex, termografia, ecc.).

Concetto di trattamento generale

Il trattamento di malattie vascolari del cervello e disturbi della circolazione cerebrale può essere effettuato da un medico generico, neurologo e cardiologo. Spesso viene eseguita una terapia complessa, che consiste nella correzione nutrizionale, nell'uso di droghe e nei metodi tradizionali. A volte viene prescritto un intervento chirurgico.

Trattamento farmacologico

In ogni caso, il trattamento individuale è prescritto con l'aiuto di alcuni farmaci e le loro dosi sono selezionate.

I rimedi popolari includono:

  • fibrati (Lipanor, Fenofibrato);
  • statine (Simvastatina, Zokor);
  • antiossidanti;
  • vasodilatatori (Eufillin, Papaverine);
  • farmaci per migliorare i processi metabolici, la circolazione del sangue (Vasobral, Cavinton);
  • possono anche essere prescritti antiaggreganti, decongestionanti, antinfiammatori, glucocorticoidi.

Per il trattamento dell'aterosclerosi sono prescritti angioprotettori (Anginin, Prodektin, Stugeron), anticoagulanti (Pelentan, Sincumar, Eparina), antiossidanti, complessi vitaminico-minerali, farmaci che abbassano il colesterolo (tiamina, piridossina, diosponina).

Trattamento e supporto delle navi con metodi nazionali

Tra i metodi popolari sarà efficace l'aglio a base di aglio (burro, latte o alcol), il biancospino e l'olio di olivello spinoso.

Ricette per la preparazione di formulazioni terapeutiche:

  1. Per fare il latte all'aglio, prendere 2 cucchiai di spicchi d'aglio sbucciati, metterli in una casseruola e versare sopra un bicchiere di latte. Cuocere a fuoco basso fino a quando le fette sono morbide. Il latte viene versato e preso prima dei pasti in un cucchiaio.
  2. La grande testa d'aglio è macinata con limone, mescolata e versata con un litro d'acqua. Gli ingredienti insistono e si mettono in frigorifero, prendendo 50 grammi prima dei pasti.
  3. Un bicchiere di frutta biancospino versò 0,5 litri di acqua bollente, bollì a fuoco basso per diversi minuti, filtrato e mescolato con 2 cucchiai di miele. Prendere di notte 2 cucchiai e 1 cucchiaio prima dei pasti.
  4. L'olio di olivello spinoso viene preso ogni giorno da un cucchiaino mezz'ora prima dei pasti 3 volte al giorno per 21 giorni.

Intervento chirurgico

Le operazioni intravascolari e intracraniche vengono eseguite attraverso la sezione frontale-temporale-basale del cranio utilizzando varie clip e cateteri.

L'endarterectomia e la trombectomia vengono eseguite per eliminare le lesioni ischemiche. La prevenzione dell'ischemia progressiva durante il restringimento o l'occlusione delle arterie viene effettuata mediante interventi di rivascolarizzazione (l'imposizione di una anastomosi tra i rami arteriosi nei tessuti molli della testa).

Misure preventive

Per evitare malattie vascolari e concomitanti disturbi circolatori del cervello, è necessario adottare misure profilattiche contro l'aterosclerosi e l'ipertensione.

È necessario regolare il cibo, rimuovere i prodotti grassi di origine animale, cibi affumicati, fritti e salati, dolci, cibi pronti, bevande gassate dalla dieta.

Nella dieta è necessario aggiungere pesce, frutti di mare, frutta fresca, erbe, verdure. È necessario mantenere un peso normale, smettere di fumare, bere alcolici, stare spesso all'aria aperta, fare esercizio fisico.

Si dovrebbe anche osservare il regime di bere (bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno), limitare gli effetti dello stress.

Malattie del cervello e dei vasi sanguigni della testa

La componente vascolare del funzionamento del cervello. Tutto sulla prevenzione dei disturbi della circolazione cerebrale e il trattamento delle malattie vascolari della testa.

Le malattie vascolari della testa, di regola, diventano palpabili perfino all'inizio del loro sviluppo, poiché rapidamente danno sintomi caratteristici. Mal di testa, vertigini, svenimento, accompagnato da disturbi del tratto gastrointestinale e altri sistemi. Spesso è difficile determinare cosa viene prima e cosa viene dopo. Tuttavia, nel corpo umano non c'è nulla di isolato, specialmente quando si tratta della testa.

Le navi che alimentano il cervello sono sotto il controllo neuroumorale, il cui disordine comporterà il loro restringimento, o espansione, o entrambi. I vasi sani ed elastici si adattano meglio ai fattori avversi (esperienze psico-emotive, cambiamenti nella pressione atmosferica, l'influenza di sostanze tossiche, ecc.), Rispondono rapidamente agli effetti dei farmaci e quindi tornano rapidamente alla normalità. Se le parti simpatiche e parasimpatiche del sistema nervoso autonomo (ANS) lavorano armoniosamente, non una davanti all'altra, e tutto è a posto con lo stato ormonale...

Problemi di navi cerebrali in giovane età

Distonia vegetativa

Le violazioni nell'ANS, esattamente come i disturbi ormonali, possono causare restringimento dei vasi della testa, il cui motivo può essere insignificante a prima vista. Questa condizione ha molti nomi (distonia neurocircolatoria, distonia vegetativa-vascolare, disfunzione vegetativa, ecc.), Compare nell'infanzia o nell'adolescenza, di solito ha una predisposizione ereditaria e accompagna una persona per tutta la vita. La parete della nave ne soffre un po ', ma i sintomi del disagio alla testa possono essere significativi, perché le navi non sono in grado di adattarsi rapidamente, il che si riflette nel loro benessere. Una caduta o un aumento della pressione sanguigna, un aumento della frequenza cardiaca, nausea, vomito, possono causare una reazione dei vasi della testa, la cui costrizione sarà accompagnata dai sintomi elencati, vertigini, sudorazione e talvolta svenimento. Il circolo vizioso.

Il trattamento della disfunzione autonomica è a lungo termine e nella maggior parte dei casi sintomatico. A causa del fatto che il sistema nervoso centrale inizia spesso un altro parossismo (crisi, attacco), è auspicabile l'aiuto di uno psicologo e la nomina di tranquillanti e antidepressivi. Molta attenzione viene prestata alle modalità di lavoro, riposo e nutrizione. Per il trattamento di distonia vegetativa-vascolare di rimedi popolari è molto adatto.

emicrania

O emicrania (emicrania) - danno parossistico ai vasi arteriosi della testa. La malattia ha anche una predisposizione ereditaria ed è caratterizzata dall'espansione delle arterie extracraniche (vasodilatazione) e dallo spasmo simultaneo di piccoli vasi (vasocostrizione) che alimentano il cervello. Naturalmente, un tale fenomeno provoca forti mal di testa con cui può essere molto difficile far fronte, perché i soliti antispastici prescritti per alleviare lo spasmo dei vasi sanguigni della testa, non solo non aiutano, ma aggravano anche la situazione.

Questo è un esempio di emicrania classica, ma ci sono altre forme:

  • Emicrania associata, caratterizzata da manifestazioni focali derivanti da ischemia o edema nella fase di vasocostrizione;
  • Emicrania dell'arteria principale, che è caratterizzata da segni di insufficienza vertebro-basilare;
  • Emicrania (disfrenica) indiscriminata nei bambini, che ha sintomi vivaci ed è accompagnata da comportamento irrazionale e aggressività;
  • Emicrania post-traumatica, che è causata da una lesione cerebrale traumatica;
  • Rari tipi di emicrania: sindrome di Alice nel paese delle meraviglie, cervicogenesi, stato di emicrania.

Come regola generale, un'emicrania viene curata da un neurologo, che prima esamina il paziente, stabilisce il suo tipo e quindi prescrive farmaci per alleviare la sofferenza della persona.

E quelli oltre i 40

ipertensione

L'ipertensione arteriosa (AH, ipertensione) è molto spesso la causa del restringimento dei piccoli vasi (arteriole). Nella crisi ipertensiva - una varietà di sintomi che accompagnano l'ipertensione: mal di testa, vertigini, nausea, vomito e altre manifestazioni. Le cause sono varie come i sintomi: aterosclerosi, disturbi endocrini, predisposizione ereditaria, stress, cattive abitudini.

I pazienti con ipertensione arteriosa solitamente assumono una serie di farmaci, ma è meglio non mostrare indipendenza qui, poiché questa malattia richiede una selezione individuale sia del farmaco che della dose ottimale di esso. Trovare la "tua" droga non è sempre possibile la prima volta, a volte devi provarne molti altri.

aterosclerosi

L'aterosclerosi dei vasi sanguigni della testa non è limitata al cervello, perché le placche di colesterolo si depositano in tutte le arterie e arteriole del corpo. A causa di cambiamenti morfologici nella parete vascolare, le capacità adattive dei vasi arteriosi sono disturbate, il che a volte porta a gravi complicazioni nella forma di una violazione acuta della circolazione cerebrale. Ictus ischemico o emorragico può derivare da cambiamenti aterosclerotici e ipertensione.

La formazione di insufficienza cerebrovascolare cronica è influenzata da malattie occlusive dei rami dell'arco aortico. Le arterie extracraniche (extracraniche) brachiocefaliche (carotidi, succlavia vertebrale) affette da aterosclerosi che trasportano il sangue al cervello possono fornire non solo sostanze nutritive, ma anche frammenti di placca aterosclerotica (emboli), aggregati piastrinici ed eritrociti. Il risultato della sconfitta delle arterie principali può essere l'ictus ischemico.

La causa principale dei cambiamenti aterosclerotici nelle pareti arteriose, in primo luogo, i medici chiamano colesterolo, che è molto ricco nella dieta quotidiana dell'uomo moderno. Il colesterolo è il flagello del nostro tempo, ma ha un "sapore" meraviglioso, quindi lo amiamo moltissimo. E giorno dopo giorno lo posiamo sulle pareti delle nostre navi, chiudendo il loro lume e girando il percorso regolare del sangue che porta nutrienti al cervello in un percorso spinoso.

L'aterosclerosi modificando le pareti dei vasi sanguigni del cervello, allo stesso tempo cambia il carattere di una persona, il suo livello di intelligenza e abilità. L'ipossia cronica in violazione del flusso sanguigno nel corso di molti anni non porta necessariamente a microstruzione, infarto o emorragia, tuttavia, la costante fame di ossigeno forma segni di encefalopatia in una persona, da cui è vicino alla demenza vascolare (demenza).

Con i cambiamenti aterosclerotici, i consigli della medicina tradizionale aiutano molto bene. Nei casi gravi, ai pazienti vengono assegnate lipostatine, che vengono utilizzate per un lungo periodo di tempo. Non saranno in grado di affrontare cambiamenti irreversibili nei vasi, ma impediranno l'ulteriore sviluppo del processo aterosclerotico.

Occhi - uno specchio della salute del cervello

È difficile guardare in testa e vedere cosa succede alle navi? Ad occhio nudo, ovviamente, è problematico, ma con l'aiuto di un oftalmoscopio il medico delle malattie degli occhi può visualizzare e raccontare tutto. Come dicono gli oftalmologi: "L'occhio è il cervello tirato fuori", medici, neurologi e cardiologi concordano anche sul fatto che gli occhi sono uno specchio della salute. Nel fondo del fondo sono chiaramente visibili vasi eccessivamente convoluti, che indicano bassa pressione sanguigna o ridotti e straripanti di sangue, arterie caratteristiche della distonia vegetativa-vascolare di tipo ipertonico o ipertensione arteriosa. Di regola, i pazienti ipertesi, dopo aver visitato l'oftalmologo, hanno la sua diagnosi: angiopatia ipertensiva della retina. Cioè, le navi del fondo riflettono cambiamenti che avvengono non solo nell'occhio, ma anche in tutto il corpo: aterosclerosi dei vasi della retina - aterosclerosi dei vasi cerebrali - aterosclerosi di tutte le navi arteriose.

Dalla nascita o dalle circostanze?

Aneurisma. Puoi nascere con esso, ma puoi anche essere acquisito nel corso della vita. Il rigonfiamento patologico e il cambiamento del muro minacciano di rompere la nave e l'emorragia, che, di regola, porta alla morte, se la nave è grande. Se diagnostichiamo l'aneurisma in tempo e operiamo prima che la parete arteriosa si rompa, possiamo sperare in un risultato favorevole. L'essenza del problema è che l'aneurisma non dà sempre sintomi pronunciati (perdita dell'udito, visione, linguaggio, mal di testa parossistico, ecc.), Quindi può svilupparsi inosservato, e può essere trovato solo sul tavolo del patologo, come causa di morte di un giovane uomo.

La malformazione artero-venosa è spesso congenita e si verifica quando il sangue che si muove attraverso le arterie non passa attraverso il letto capillare (è semplicemente assente) e viene scaricato direttamente nelle vene. Tale patologia, come l'aneurisma, è spesso anche causa di morte in caso di ictus emorragico. La malattia potrebbe non manifestarsi per molto tempo e le conseguenze di tale struttura anatomica potrebbero essere le più gravi. Il trattamento delle malformazioni artero-venose è chirurgico.

Gravi complicazioni di alterazioni patologiche nei vasi sanguigni sono ictus ischemico (infarto cerebrale) ed emorragico (emorragia), che non solo portano a disabilità, ma spesso rappresentano anche una minaccia diretta per la vita del paziente.

L'insufficienza vertebro-basilare (VBN) causa molti problemi e, di conseguenza, provoca un disturbo del normale flusso sanguigno nei vasi del cervello. La causa più importante del VBN è l'osteocondrosi del rachide cervicale, che inizia a svilupparsi molto presto (a partire dai 30 anni) ed è spesso associata all'attività professionale. Il processo aterosclerotico e l'ipertensione arteriosa contribuiscono al restringimento dell'arteria basilare. Ovviamente, il ripristino del flusso sanguigno in una arteria così importante per la testa dovrebbe iniziare con l'eliminazione dei prerequisiti per l'insorgere del VBN, cioè per trattare le malattie che portano alla spremitura della nave o una diminuzione del suo lume.

L'aumento della pressione intracranica (ipertensione intracranica) derivante da una lesione cerebrale traumatica, a volte molto lontana nel tempo, può portare a una ridotta circolazione del sangue nel cervello.

La causa di ischemia e alterata circolazione del sangue nel cervello può essere una patologia così rara, come la malattia di Takayasu, che appartiene alle malattie dell'aorta, quindi, è discusso nella sezione sulle malattie del cuore e l'arteria principale del corpo.

La natura sistemica della vasculite emorragica (malattia di Schönlein-Genoch), causata da processi allergici, tossici-infettivi e neoplastici, si manifesta con la sconfitta di piccoli vasi (arteriole, venule, capillari) e porta a sanguinamento e emorragie multiple nel cervello in caso di vasculite maligna.

Diagnostica di vasi di testa

Il volume delle misure diagnostiche viene effettuato in proporzione alla diagnosi presuntiva e alle indicazioni per una particolare procedura. La distonia vegetativa-vascolare potrebbe non richiedere studi speciali, mentre il sospetto di aneurisma e malformazione artero-venosa richiede un'indagine approfondita. I metodi di diagnosi dei vasi cerebrali includono:

  1. Rheoencephalography, esaminando il flusso sanguigno nei vasi cerebrali;
  2. Ecografia Doppler;
  3. Tomografia computerizzata (TC) e risonanza magnetica (MRI), in grado di riconoscere patologie quali aneurisma e malformazione artero-venosa;
  4. L'angiografia prescritta per chiarire e confermare una malformazione o aneurisma è un metodo invasivo e piuttosto doloroso. L'angiografia viene eseguita introducendo un agente di contrasto nell'arteria femorale.

I metodi di diagnosi dello stato del letto vascolare includono anche test di laboratorio, che spesso iniziano la diagnosi:

  • Spettro lipidico con il calcolo del coefficiente di aterogenicità, che indica la quantità di vasi colpiti dall'aterosclerosi;
  • Coagulogramma, che caratterizza lo stato del sistema di coagulazione del sangue.

Prevenzione della malattia vascolare cerebrale

Molti cambiamenti patologici nei vasi cerebrali possono essere prevenuti. La chiave del successo nella maggior parte dei casi è uno stile di vita sano. Qualsiasi persona, essendo interessata, che la testa sia chiara e luminosa e il corpo sia leggero e sano, dovrebbe:

  1. Distribuisci il tuo schema del sonno, attività all'aria aperta, lavoro;
  2. Imparare a rilassarsi completamente, ma questo non significa che è necessario sdraiarsi sul divano di fronte alla TV. Attivo, edificante, che dà forza, riposo all'aria aperta è in grado di fornire un pep sulla settimana lavorativa;
  3. Combattere l'ipodynamia con tutti i mezzi disponibili: piscina, educazione fisica (anche se curativa), a piedi;
  4. Escludere dai prodotti dietetici che "rovinano intenzionalmente" le nostre navi;
  5. L'alcol, il vino di buona qualità, il cognac invecchiato dovrebbero essere consumati solo nei giorni di grandi vacanze, in una dose moderata, in modo da non oscurare la solennità del momento e non avere un mal di testa mattutino;
  6. Per dire "No!" A tutti i prodotti del tabacco sia in vacanza che nei giorni feriali;
  7. Cercare di risolvere pacificamente qualsiasi situazione conflittuale, non cedere al panico e alla depressione, e se in virtù della natura è difficile contattare uno psicologo o uno psicoterapeuta;
  8. I farmaci prescritti dal medico dovrebbero essere presi con attenzione, osservando tutti i dosaggi, l'ordine, il tempo e le regole di somministrazione;
  9. Non ignorare i segnali dei vasi cerebrali, indicando una scarsa disponibilità di sangue, consultare un medico in tempo ed essere esaminati per identificare la patologia;
  10. Ascoltando il consiglio di erboristi, erboristi, a volte possono aiutare meglio di qualsiasi farmacia, perché prendere medicine - avere sempre tempo, ma all'inizio è meglio cercare di fare a meno di loro.

Sì, tutto è interconnesso nel corpo e non una singola patologia dei vasi cerebrali può essere isolata e separata da altre malattie, che sono la causa o la conseguenza di disturbi del flusso sanguigno e, di conseguenza, la nutrizione di una parte così importante del corpo umano.

Malattie di navi cerebrali e la loro diagnosi

Il cervello è l'organo principale del sistema nervoso centrale che controlla l'attività dell'intero organismo. Nei vertebrati, si trova all'interno del cranio e consiste in un enorme numero di dipartimenti, ognuno dei quali è responsabile del lavoro di una particolare area del corpo. La velocità di implementazione delle funzioni affidate al cervello dipende in larga misura dalla circolazione sanguigna. In caso di danno, le navi responsabili dell'afflusso di sangue, dell'ossigeno e degli elementi necessari per le funzioni vitali del corpo penetreranno più lentamente nelle aree designate. Una persona ha seri problemi.

Circolazione del sangue nel cervello - arterie e vasi

Il cervello ha una struttura anatomica complessa. Il sangue scorre attraverso quattro arterie appaiate - la carotide vertebrale e interna. Le due arterie vertebrali formano l'arteria basilare. Nella cavità cranica, si connette con due sonnolenti. Quindi sorge il circolo arterioso del cervello. Da questo cerchio, le arterie cerebrali anteriori, posteriori e medie corrono lungo la superficie del cervello e forniscono ossigeno ai suoi emisferi. Le grandi arterie sono costituite da molte piccole, la cui funzione principale è di fornire sangue alla profondità dei tessuti.

In modo che anche le regioni posteriori del cervello non manchino di sangue, si forma un bacino vertebro-basilare dalle arterie basilari e vertebrali. Un pool carotideo simile costituito dalle arterie carotidi alimenta il sangue delle sezioni centrali e anteriori del cervello. Un tale intreccio assicura che il cervello riceva la quantità necessaria di sangue anche se una delle arterie è danneggiata.

Circa un terzo della quantità totale di plasma passa attraverso il cervello. Se i singoli vasi si restringono, i tessuti iniziano a manifestare carenze nutrizionali. All'inizio è piccolo, ma aumenta gradualmente, i tessuti si atrofizzano e i vasi si assottigliano e perdono la capacità di resistere a cadute di pressione. Nei casi più gravi, c'è una svolta delle arterie o della cavità vascolare. L'inizio del sanguinamento porta alla rottura del cervello, alla paralisi e alla morte.

Le arterie e le vasi diluiti sono estremamente vulnerabili e possono esplodere anche con una leggera caduta di pressione causata da una situazione stressante.

Fattori di rischio

I problemi con vasi della testa e del collo in precedenza sono sorti esclusivamente in età avanzata, ma specialisti moderni diagnosticano la loro presenza in persone che hanno appena raggiunto i 30-35 anni. Il gruppo di rischio comprende persone impegnate in un noioso lavoro fisico e mentale, vivendo stress psico-emotivo per molte settimane e persino anni di fila. Inoltre, tra i pazienti ci sono anche bambini. Il desiderio di controllare lo stato del sistema vascolare dovrebbe verificarsi negli uomini sopra i 40 anni e nelle donne sopra i 60 anni.

Il rischio di sviluppare malattie associate alla mancanza di sangue nel cervello aumenta in:

  • persone che abusano di alcol e prodotti del tabacco;
  • l'obesità;
  • avendo una predisposizione all'alta pressione.

Le malattie del sistema vascolare possono essere trasmesse attraverso le generazioni. Alcuni pazienti conducono il giusto stile di vita, praticano sport e riposano nel tempo, ma i geni cattivi che sono stati trasmessi loro dai loro antenati si manifestano improvvisamente e fanno loro prestare più attenzione alla loro salute del solito.

Fattori che influenzano negativamente il sistema vascolare includono anche:

  1. L'ambiente ecologico in cui vive il paziente. Nelle grandi città, la concentrazione di ossigeno non è sufficiente per la normale funzione cerebrale, che influisce negativamente sullo stato dei vasi.
  2. Lo stress. Forse il problema principale dell'uomo moderno è lo stress. Con l'età, il numero di emozioni e di esperienze negative aumenta, iniziano i problemi con il cuore e le navi. Allo stesso tempo, le persone non limitano mai le emozioni, soffrono di malattie vascolari più spesso di quelle che percepiscono tutto razionalmente, senza preoccupazioni inutili.
  3. Insonnia. Il cervello deve riposare, altrimenti non è in grado di eseguire tutte le funzioni assegnate e rispondere ai cambiamenti negativi che si stanno verificando.

Cercando di fare più lavoro del solito, una persona potrebbe non rendersi conto che il suo cervello funziona al limite delle sue capacità. Anche un corpo sano non è in grado di sopportare stress psicologici e fisici a lungo termine senza interruzioni.

Sintomi comuni

Sulla violazione della circolazione del sangue nel cervello a causa di problemi con il sistema vascolare, il corpo non segnala immediatamente. Se i vasi del cervello si restringono, i primi sintomi compaiono solo dopo una minaccia alla salute e alla vita del paziente. I segni comuni della presenza di malattie del sistema vascolare del cervello includono:

  • vertigini;
  • cefalea di tipo emicranico;
  • insonnia;
  • deterioramento della memoria;
  • la debolezza;
  • perdita di capacità di coordinare i movimenti;
  • intorpidimento delle braccia e delle gambe;
  • svenimento;
  • tinnito, aggravato dall'abbassamento della testa e dallo sforzo fisico;
  • nausea, vomito (osservato in violazione della circolazione del sangue nelle aree del cervello responsabili del lavoro dello stomaco);
  • un cambiamento radicale nel carattere e nel comportamento (i pazienti sono eccessivamente sensibili e irritabili a causa di un'insufficiente produzione di serotonina).

L'intensità dei sintomi sopra descritti dipende dallo stadio della malattia e dallo stato del corpo prima dell'inizio della patologia. Quindi, se la malattia si è sviluppata sullo sfondo di un'altra malattia non meno pericolosa e non è trattata (la persona semplicemente non ne sa nulla), allora ci sono più specifiche, ma ancora non permettendo di stabilire la diagnosi esatta dei sintomi.

Ad esempio, in alcuni pazienti l'andatura cambia. Più giovani cominciano a mescolare i piedi quando camminano, tritano. In alcuni casi, ci sono false voglia di urinare. Col passare del tempo, la condizione peggiora, causando anormalità negli organi pelvici, problemi di memoria, linguaggio e coordinazione (è difficile per una persona mantenere l'equilibrio, cammina instabilmente). Restringere e bloccare i vasi cerebrali, i cui sintomi sono stati descritti sopra, è in pericolo di vita, vale la pena ricordare.

Malattie comuni

La maggior parte delle malattie vascolari del cervello associate a blocco (vasocostrizione), deterioramento della struttura e tono delle loro pareti. Qualsiasi cambiamento in quest'area porta a una ridotta circolazione del sangue e limita la quantità di sangue che entra nel cervello. Le deviazioni nel lavoro del sistema vascolare possono essere congenite. Quindi, con l'aneurisma arterioso (anomalia congenita), anche un piccolo salto di pressione, verso l'alto, può portare alla rottura delle pareti. Allo stesso tempo, un divario simile può verificarsi in qualsiasi momento, molto spesso a causa di sovraccarico fisico o emotivo.

aterosclerosi

Malattia pericolosa, ma facilmente diagnosticata, dei vasi cerebrali, la cui conseguenza si riduce al flusso sanguigno. Si sviluppa in persone con livelli di colesterolo eccedenti nel sangue. Grazie al colesterolo, le placche aterosclerotiche si formano sulle pareti dei vasi del collo e del cervello. L'accumulo di tali placche porta a un significativo restringimento delle navi, a causa del quale i pazienti lamentano scarsa memoria e forti mal di testa. Il pericolo principale delle placche è la loro capacità di separarsi dalla parete del vaso e, muovendosi con il sangue, di intasare altre navi. La presenza di placche rotte nel sangue può causare la formazione di un coagulo di sangue.

ipertensione

La malattia si sviluppa sullo sfondo della pressione alta. Sia le donne che gli uomini più anziani e più giovani soffrono di ipertensione. A causa della malattia, la posizione dei capillari e delle arterie cambia, diventano tortuose. La distanza tra le pareti è ridotta, loro stessi diventano più sottili, diventa possibile bloccare completamente i vasi.

Osteocondrosi cervicale

Anche una leggera deformazione della colonna vertebrale che si verifica con l'osteocondrosi cervicale può causare disturbi circolatori. I cambiamenti nella velocità e nella quantità di sangue che scorre nel cervello e nella spina dorsale, insieme a vasi ristretti nel collo e nel cervello, portano a conseguenze negative.

Come accennato in precedenza, per la maggior parte delle malattie del sistema vascolare del collo e del cervello non esistono barriere di età. L'osteocondrosi cervicale e l'ipertensione possono svilupparsi anche nei bambini molto piccoli. La causa del verificarsi di tali malattie nei bambini è il superlavoro o la mancanza di attività fisica. Se il bambino è malnutrito e spesso nervoso, in futuro dovrà anche affrontare una violazione della circolazione sanguigna e della vasocostrizione.

palcoscenico

I vasi cerebrali possono restringersi gradualmente, o il fenomeno sarà improvviso e improvviso. In quest'ultimo caso, possibile infarto cerebrale e ictus emorragico. Nei casi più gravi, si verifica la morte. Se la malattia è cronica, i primi segni di restringimento dei vasi cerebrali non appaiono immediatamente. Nel processo di studio dei principali problemi derivanti dal lavoro del sistema vascolare, sono stati identificati tre stadi (gradi) di lesioni vascolari e disturbi circolatori:

  1. Il primo I segni della malattia non sono osservati, o sono insignificanti. Il paziente occasionalmente lamenta affaticamento, insonnia e irritazione, ma lo incolpa per il duro lavoro e i problemi familiari. Al primo stadio della formazione della malattia associata al restringimento dei vasi del cervello e del collo, si osservano mal di testa (nella seconda metà della giornata), vertigini, una leggera perdita della capacità di concentrarsi sul compito o problema.
  2. Il secondo I vasi stretti influenzano negativamente il funzionamento degli organi interni. Violazione dei sistemi urinari e motori. Il paziente diventa più irritato, il buon umore diventa raro, a volte il suo cuore fa male. I segni della malattia sono chiaramente distinguibili, ma sono di breve durata, a causa della quale i pazienti li cancellano per problemi cardiaci e renali, prendono i farmaci appropriati e dimenticano la malattia. Molto spesso, i pazienti che chiedono assistenza medica riportano lamentele sulla comparsa di stelle e mosche negli occhi, intorpidimento dei muscoli delle gambe, delle mani e del viso, tinnito, debolezza, disturbi della parola e della vista, minzione frequente e cefalea persistente. La coscienza è confusa, la pelle del viso si arrossa e la memoria si deteriora. I sintomi descritti durano non più di 24 ore, dopo di che scompaiono.
  3. Terzo. Le navi si restringevano al limite. Il paziente non è in grado di coordinare i movimenti del proprio corpo, la minzione e la defecazione. A causa della carenza di ossigeno, la demenza si sviluppa, sono possibili stupore e perdita totale della capacità lavorativa. Le mani, la testa e il mento dei pazienti stanno tremando, gli occhi si muovono indipendentemente dal suo desiderio, il viso assume una forma asimmetrica.

La malattia viene curata in qualsiasi momento, è pericolosa solo nel caso in cui una persona sia coinvolta nell'auto-trattamento, prendendo antidolorifici, sedativi e altri farmaci che eliminano i sintomi, ma non combattono la malattia stessa.

Diagnosi e trattamento

Per la diagnosi corretta è stata utilizzata una varietà di metodi di ricerca.

  1. Stati Uniti. Se si sospetta una malattia vascolare cerebrale, si consiglia di sottoporsi a scansione duplex, Doppler, ecotomografia o Doppler transcranico.
  2. CT. Con l'aiuto di raggi X e un computer, determinare la natura della lesione, il luogo di concentrazione della patologia, la dimensione della zona interessata e lo stato del cervello nel suo complesso.
  3. MR. Con l'aiuto di un tomografo, ottengono un'immagine del cervello, studiano il flusso sanguigno, il passaggio delle navi, determinano la posizione della lesione, le sue dimensioni e il numero di aree potenzialmente pericolose.
  4. Angiografia. Lo studio viene eseguito utilizzando i raggi X dopo l'introduzione nel corpo di uno speciale agente di contrasto. Il metodo consente di ottenere informazioni sul grado e sulla sequenza di riempimento dei vasi sanguigni, informazioni sulla presenza di soluzioni alternative per il flusso di sangue nel caso in cui la nave principale sia bloccata.
  5. Elettroencefalografia. Il metodo consente di ottenere informazioni sul cervello, sul sistema circolatorio e sullo stato delle fibre nervose.
  6. Rheoencephalography. Per conoscere lo stato del cervello, viene attraversato da un debole impulso di corrente ad alta frequenza. Utilizzando questo metodo, viene stimato il grado di elasticità vascolare, vengono diagnosticati tumori e aneurismi.
  7. Neurosonography. È usato esclusivamente per esaminare i bambini che hanno ancora una molla. Applicare ultrasuoni e un sensore speciale. Il metodo consente di identificare patologie nei tessuti molli, l'assenza o la presenza di danni nell'area di una sostanza molle, di rilevare processi tumorali, aneurismi, per rispondere alla domanda di quante navi sono danneggiate.

La diagnosi è indolore e praticamente non richiede un addestramento speciale. Se si sospetta un malfunzionamento del sistema vascolare dovuto a vasocostrizione o alla formazione di coaguli di sangue, contattare immediatamente uno specialista.

Pronto soccorso

Nel rilevare i primi segni di malattia vascolare, il paziente deve pulire il sangue dalle tossine e dal colesterolo. Per aiutare a casa usando infusi e decotti medicinali. Alcune erbe medicinali contribuiscono all'espansione dei vasi sanguigni, rafforzano i muscoli delle pareti.

Quando il torpore degli arti e un forte aumento della pressione del paziente devono essere posti sul letto e chiamare un'ambulanza.

Trattamento farmacologico

Se viene diagnosticato un restringimento e occlusione dei vasi cerebrali, il trattamento viene eseguito utilizzando i seguenti farmaci:

  • Lipofora, Atomax, Mecaphor (dilata i vasi sanguigni, aiuta a stabilire il flusso di sangue);
  • Spasmalgone, Nootropil, Finoptin, Isoptin (migliorare il flusso sanguigno nel cervello, saturare il sangue con il calcio);
  • Piracetam, Sermion, Acetilcolina (migliorare l'assorbimento di ossigeno da parte delle cellule);

In alcuni casi, i farmaci prescritti che contribuiscono alla diluizione del sangue e aumentano la permeabilità vascolare. L'uso di questi farmaci ha un carattere individuale. Se la malattia è nella fase iniziale, le medicine sintetiche potrebbero non essere necessarie, per una completa guarigione per avere un riposo sufficiente e bere tisane. I fondi menzionati sono accettati su prescrizione medica, sono disponibili sotto forma di compresse e iniezioni.

Uso di rimedi popolari

Per il trattamento delle malattie associate al restringimento dei vasi sanguigni del cervello, usare:

  1. Tasse di erbe. Normalizzare la circolazione del sangue aiuterà la tintura di motherwort, rosa canina, valeriana, anice e achillea. All'inizio dello spasmo diluito con 1 cucchiaio. cucchiaio di raccolta 2 tazze di acqua, insistere 2-3 minuti e bere. Dopo la scomparsa di sintomi spiacevoli, l'infusione continua a essere presa per tutto il giorno successivo.
  2. Decotto di ortica L'ortica assottiglia il sangue, che lo fa andare più veloce attraverso i vasi.
  3. Un decotto di rosa selvatica. I fiori e le foglie di rosa selvatica sono ricchi di vitamina C, influendo positivamente sulle pareti dei vasi sanguigni e contribuendo al loro rafforzamento.
  4. Tè con timo e aglio. Foglie di timo e spicchi d'aglio in polvere vengono versati con acqua calda e assunti durante il giorno (3-4 volte). Il corso del trattamento è di 2-3 mesi.
  5. Un decotto di piccola pervinca. 1 cucchiaio. Un cucchiaio di erba viene versato con 3 tazze di acqua calda e infuso per 15-25 minuti a bagnomaria. Prendi l'infusione dopo altri 45 minuti. La durata del trattamento dipende dai sintomi di disturbo. Idealmente, dovresti bere almeno ½ tazza tre volte al giorno.
  6. Tè dai fiori di viburno o salice. Mezza tazza di fiori viene versata con 3 tazze di acqua bollente, lasciate in infusione per 1 ora, prendete 0,5 tazze 4 volte al giorno.
  7. Impacco freddo da erbe. Per comprimere 2 cucchiai. cucchiaio Iperico, radice di tarassaco e piantaggine versare 1 litro. acqua calda e raffreddata in frigorifero. Immergere una sciarpa in acqua fredda e applicarla alla testa. Comprimere è uno dei mezzi più sicuri per combattere l'emicrania.
  8. Pediluvio freddo. Il bagno può essere fatto da 1 litro di acqua, diluito con 0,5 tazze di aceto. L'acqua dovrebbe essere fredda.

Se gli spasmi vascolari sono frequenti, è necessario tenere una quantità consistente di ghiaccio nel congelatore. Con il prossimo attacco, il ghiaccio deve essere avvolto in un tessuto di cotone sottile e applicato alla parte posteriore della testa. Per il recupero dei vasi di testa, puoi prendere 1 cucchiaino di olio di olivello spinoso 3 volte al giorno. Dovrebbe essere consumato prima dei pasti, il corso del trattamento è di 21 giorni. Se necessario, il trattamento viene ripetuto 1 mese dopo il completamento del corso.

Intervento chirurgico

L'operazione è una misura estrema nel trattamento delle malattie vascolari. L'intervento chirurgico è indicato se il trattamento terapeutico è assente o non porta il risultato atteso. Si distinguono le seguenti procedure chirurgiche:

  • shunt carotideo (un filo speciale è installato tra la placca e la parete del vaso);
  • endoarteriectomia carotidea (la placca che interrompe il flusso sanguigno viene rimossa);
  • metodo angioplastico (un catetere espandibile è inserito nel vaso).

I metodi chirurgici per rimuovere le placche sono molto efficaci, ma c'è sempre il rischio di complicazioni associate a una reazione negativa del corpo alla procedura e al corpo estraneo.

prevenzione

Per evitare problemi con il sistema vascolare, è necessario:

  • camminare e correre di più (se possibile, fare jogging dovrebbe essere fatto ogni giorno);
  • nuotare (nuoto rafforza tutti i muscoli);
  • andare in bicicletta;
  • praticare sport attivi;
  • escludere l'alcol dall'uso (vodka, brandy dilata i vasi sanguigni, ma il loro abuso può avere conseguenze negative);
  • smettere di fumare;
  • mangiare bene (dalla dieta è necessario eliminare carne affumicata, cibo in scatola, cibi salati e piccanti, cibi grassi).

Per non avere mal di testa in una persona che già soffre di malattie vascolari, non si dovrebbe usare caffè e tè forte. Devi anche rimuovere i dolci dal menu, sostituendoli con frutta e verdura. I pasti dovrebbero essere equilibrati. I carichi, compreso quelli psicologici, dovrebbero essere moderati. Dopo il lavoro, dovresti dedicare 1-2 ore al riposo, passando questo tempo a guardare la tua serie preferita o semplicemente a letto.

prospettiva

Malattie vascolari identificate tempestivamente, di regola, da curare. Se la malattia non è stata diagnosticata correttamente e il paziente è stato lasciato senza trattamento, la prognosi potrebbe essere deludente. Pertanto, molte malattie vascolari comportano lo sviluppo di ictus emorragico e ischemico e disturbi transitori circolatori acuti causano attacchi ischemici transistor (precursori dell'ictus ischemico). Nella vecchiaia, si osserva una demenza senile, la morte è possibile a causa della rottura del coagulo di sangue formato.

Negli adolescenti, un malfunzionamento del sistema vascolare può essere temporaneo. Man mano che maturano, tutti i cambiamenti negativi scompaiono. Se la stenosi, l'ipertensione o l'osteocondrosi vengono rilevate durante l'infanzia, allora un tale bambino ha bisogno di un trattamento serio. La violazione del flusso sanguigno può portare a un'atrofia del tessuto cerebrale e all'interruzione delle principali funzioni del cervello. Lasciato senza attenzione dal pediatra e dai genitori, i bambini iniziano a rimanere significativamente in ritardo nello sviluppo mentale. Le malattie vascolari sono anche pericolose durante la gravidanza.

I problemi con le navi iniziano in molte persone di oltre 40 anni, ma questo non significa che la malattia non si manifesti anche in giovane età. I primi segni possono essere invisibili alla persona media, quindi è necessario visitare un medico almeno 2 volte l'anno, non auto-medicare e utilizzare solo metodi collaudati per affrontare la malattia. In questo caso, la percentuale di indurimento è abbastanza grande.