Pillole per l'emicrania per l'allattamento al seno

Commozione cerebrale

A proposito di come una testa può ferire, tutti sul globo sanno in prima persona. Periodicamente, ognuno di noi sperimenta questo dolore in vari gradi e oltre il 60% dei pazienti sono persone in età lavorativa, comprese le madri che alimentano i loro bambini con il latte.

Il dolore può essere tollerabile o insopportabile, palpitante, pressante, bruciante, noioso o arcuato, con nausea e scurimento degli occhi. Può durare da alcuni minuti a 1-2 giorni. In rari casi, può essere sopportato, ma spesso una persona tende a prendere qualche tipo di antidolorifico per ottenere rapidamente sollievo. E questa è una reazione normale. Ma cosa dovrebbe fare una madre che allatta, perché non tutte le medicine le vanno bene? In questo articolo, considereremo quali pillole per l'emicrania per l'allattamento al seno sono approvate per l'uso e quali valgono la pena dimenticarle.

Perché hai mal di testa? motivi

Le ragioni per lo sviluppo del mal di testa di una madre possono essere molte. Succede che prima che il bambino nascesse, la donna quasi non sapeva dell'esistenza di un tale problema, ma i regolari risvegli notturni, i malfunzionamenti nella dieta e l'ansia costante per il bambino influenzano negativamente la sua salute. Cerchiamo di individuare le principali ragioni per cui la testa potrebbe far male:

  • dolore della tensione - il più comune e associato a privazione del sonno, stress, ecc.;
  • problemi vascolari: ipertensione o ipotensione, distonia vascolare;
  • attacchi di emicrania;
  • meteosensitivity;
  • osteocondrosi del rachide cervicale;
  • depressione postpartum;
  • reazione alle condizioni meteorologiche: esposizione al vento freddo o al caldo;
  • stare a lungo in una stanza soffocante;
  • disturbi ormonali;
  • intossicazione (alcol, prodotti chimici domestici, fumo, inalazione di monossido di carbonio);
  • una conseguenza della SARS o di malattie del tratto respiratorio superiore (quando i seni paranasali sono infiammati);
  • il digiuno (porta ad una diminuzione dei livelli di zucchero nel sangue e alla dilatazione dei vasi cerebrali);
  • ricezione di alcuni prodotti o un netto rifiuto di loro (caffè).

Questo non è un elenco completo, perché emettono da 40 a 50 motivi, a seguito del quale una donna soffre di mal di testa. Sono contento che nella maggior parte dei casi gli stessi farmaci consentiti durante l'allattamento possano aiutare.

Principi generali di trattamento

Innanzitutto, consideriamo quali principi dovrebbero essere seguiti se avvertiamo dolore alla testa:

  • per prima cosa cerchiamo di eliminare il dolore senza farmaci, se non aiuta, facciamo ricorso a preparativi sicuri;
  • i farmaci usati durante l'allattamento dovrebbero essere testati nel tempo e avere buone raccomandazioni dagli specialisti dell'allattamento al seno;
  • Leggere sempre attentamente le istruzioni prima di prendere il medicinale, in particolare la colonna "controindicazioni", nonché "gravidanza e allattamento";
  • a volte il danno derivante dal trattamento farmacologico da astinenza è molto più significativo rispetto all'assunzione della pillola;
  • i farmaci vengono assunti immediatamente dopo l'alimentazione - così si vince il tempo per ridurre la concentrazione della sostanza nel sangue e nel latte;
  • la convenienza di prendere qualsiasi pillola dovrebbe essere discussa con il medico;
  • Siate pronti che 1-2 feeds dovranno essere saltati e prosciugati. Se il bambino è completamente nutrito con il latte materno, dovrebbe esserci un miscuglio "in caso" non aperto in casa; per i bambini di età superiore a metà anno, un'alimentazione può essere tranquillamente sostituita con alimenti complementari.

Farmaci allattanti

Se il mal di testa non è di natura permanente, i seguenti rimedi saranno adatti per un uso singolo:

paracetamolo

Tutti questi farmaci, ad eccezione di No-shpy, appartengono al gruppo dei FANS e pertanto hanno tre azioni: antipiretico, antinfiammatorio e analgesico. Il paracetamolo ha un debole effetto anti-infiammatorio, ma si adatta perfettamente come analgesico per mal di testa e mal di denti.

In termini di sicurezza ed efficacia, viene prima quando si allatta al seno. Elevata biodisponibilità, una serie minima di effetti collaterali, un'ampia base di evidenze che non danneggiano il bambino (sebbene il farmaco penetri nel latte materno) - tutto questo rende il paracetamolo il farmaco numero uno durante il periodo dell'allattamento.

Pertanto, nel kit di pronto soccorso domestico dovrebbe mentire come paracetamolo per il bambino (in sciroppo o candele), e per la madre (capsule, compresse, supposte con dosaggi per adulti.Per il mal di testa, si può prendere una pillola di 325 mg, per ridurre la temperatura - 500-650 mg per 1 La dose singola massima non deve superare 1 g, e i 4 grammi giornalieri.

I rappresentanti più famosi sono: Efferalgan, Rapidol, Panadol, Cefecon, Tylenol, all'estero è noto come acetaminofene.

Tra gli effetti collaterali di possibili dolori allo stomaco, nausea, condizioni anemiche, danni epatici tossici quando si usano dosi inaccettabili elevate.

ibuprofene

Un'altra medicina compatibile per l'allattamento al seno. Tutti e tre gli effetti principali sono espressi ugualmente bene. Pertanto, può essere bevuto non solo quando un mal di testa, ma anche con dolori articolari. L'effetto si farà sentire dopo 30 minuti (questo è esattamente il tempo necessario alla sostanza per la massima concentrazione nel sangue), e entro 3 ore l'ibuprofene sarà quasi completamente eliminato dal corpo.

Pertanto, dopo 3 ore, l'allattamento al seno non rappresenta un pericolo. Anche se con un solo utilizzo del bambino si può nutrire in qualsiasi momento - nel latte, la concentrazione del principio attivo non supera l'1% e il farmaco è approvato per l'uso da parte dei bambini dai 3 mesi di età.

Rappresentanti: Ibuprom, Ibumaks, Nurofen, MIG, Ibupreks, Imet. Prenda la medicina a 200-400 mg con un intervallo di 6-8 ore. Ma questo non significa che il farmaco dovrebbe essere preso sicuramente per ora. Se il dolore è passato da una compressa (capsula), non ha senso nell'ulteriore assunzione.

ketorolac

Una sostanza dal gruppo di FANS, meglio noto come Ketans, Ketorol o Ketalgin. Questo farmaco non è un farmaco di prima scelta, dal momento che l'istruzione non ne consiglia l'uso a donne in gravidanza e madri che hanno allattato al seno.

Tuttavia, fonti autorevoli nel campo della pediatria, come il libro di riferimento elettronico E-LACTANCIA e l'American Academy of Pediatrics, consentono la somministrazione a breve termine di ketorolac in una dose di 10 mg con un intervallo di almeno 6 ore. Se paracetamolo e ibuprofene non aiutano con il mal di testa, dovresti consultare un medico. Deciderà se è consigliabile utilizzare Ketorolac.

naproxene

Non esiste una risposta definitiva sul suo uso come antidolorifico per le donne che allattano. Alcuni medici, sulla base della loro pratica personale, lo raccomandano durante l'allattamento, mentre altri hanno paura di prescriverlo a causa dell'assenza di studi clinici sull'impatto negativo sul bambino.

Il grande vantaggio del naprossene (sinonimo di Halgesyn) è il suo effetto a lungo termine - fino a 10-12 ore. Tuttavia, ciò significa che il principio attivo circola nel sangue per lungo tempo. Le istruzioni sconsigliano l'assunzione di Naproxen in gravidanza e durante l'allattamento.

Nospanum

L'unico farmaco in questa lista con un effetto antispasmodico. In realtà, lo scopo del No-shpa è un po 'diverso. Allevia gli spasmi dei muscoli della muscolatura liscia ed è efficace per il dolore mestruale nell'addome inferiore, gli spasmi del tratto gastrointestinale, gli attacchi spastici della colelitiasi.

Tuttavia, l'istruzione consente il suo uso da mal di testa derivanti da vasospasmo. Pertanto, il trattamento per il mal di testa è giustificato solo nei casi in cui, dopo aver bevuto un agente antinfiammatorio non steroideo, non vi è stato alcun sollievo o quando una donna sa per certo di avere mal di testa spastico.

Farmaci proibiti

E quali pillole hai bisogno di dimenticare mentre il bambino sta allattando? In effetti, è più facile ricordare quel piccolo elenco di sostanze consentite e, se il farmaco proposto non contiene i principi attivi sopra elencati, è molto probabile che non venga assunto durante l'allattamento. Ma voglio ancora menzionare alcuni rimedi particolarmente preferiti. Quindi, la mamma che allatta non può essere la seguente medicina.

analgene

Un analgin così nativo e così pericoloso, conosciuto nel mondo farmaceutico come Metamizole sodico, è incompatibile con l'allattamento al seno, ed ecco perché. Condotti numerosi studi hanno dimostrato che l'analginum inibisce il sistema ematopoietico, che porta allo sviluppo di agranulocitosi. In pratica, un paziente che prende regolarmente l'analges diminuisce l'immunità, è soggetto a frequenti malattie e i suoi reni ne sono colpiti.

Più di 70 paesi in tutto il mondo hanno rifiutato il metamizol di sodio a causa dei suoi effetti collaterali, ma Russia, Ucraina e Bielorussia lo usano ancora, anche nelle candele per bambini. Nonostante il fatto che poco più dell'1% della dose assunta dalla madre entri nel latte materno, l'analgin rappresenta un potenziale rischio per il bambino. Pertanto, può essere preso solo nel caso in cui non ci sia nulla di analgesico in casa, è notte per strada, e non è possibile vivere fino al mattino con un mal di testa.

La dose giornaliera non deve superare 1 g, si tratta di 2 compresse. Un'altra situazione ammissibile per prendere analgin è una temperatura corporea alta sotto i 40 gradi, che non va fuori strada. Un'ambulanza in questi casi fa un'iniezione di dipirone e difenidramina e raccomanda di saltare una sola alimentazione (decantazione).

Analgin si trova in molte preparazioni combinate come Baralgin, Tempalgin, Spazmalgon, Pyatirchatka, Baralgetas, Pentalgin, Neo Sedalgin, ecc.

tsitramon

Un'altra combinazione altamente indesiderabile è la composizione di Citramone. Include:

  • paracetamolo;
  • acido acetilsalicilico (aspirina);
  • caffeina.

Il più grande pericolo si trova nell'acido acetilsalicilico. Per i bambini sotto i 15 anni, è controindicato. Il suo uso nelle infezioni virali può portare a danni al fegato tossici (sindrome di Reye). Inoltre, l'acido acetilsalicilico appartiene al gruppo dei salicilati, corrodendo la mucosa gastrica e con un uso prolungato che provoca lo sviluppo di ulcere.

Ovviamente, niente di simile accadrà prendendo una pillola, ma è meglio non rischiare. Se hai bisogno di bere citramon, salta l'alimentazione o trova un'alternativa decente ad essa.

Mal di testa da tensione

È familiare a molte madri, perché con l'avvento di un bambino in una famiglia ci sono momenti molto più stressanti e stressanti. Per far fronte a questo dolore, puoi provare i metodi popolari: ungere il whisky con il balsamo vietnamita "Asterisk", fare un massaggio alla testa, attaccare una foglia di cavolo al punto dolente; ma se nessuno dei precedenti aiuta, puoi prendere paracetamolo o ibuprofene.

In realtà, questo tipo di sindrome del dolore è un segnale che il corpo è esaurito ed è ora di fare qualcosa in modo radicale. Rivedi il tuo rapporto con il sonno con il bambino. Non a tutti piace questa idea, ma ci sono raccomandazioni che rendono un tale sogno sicuro per il bambino, e la madre non dovrà alzarsi alle briciole ogni volta.

Analizza come mangi, se ottieni abbastanza microelementi. E quanta acqua bevi? Dopo tutto, la sua mancanza può anche provocare una condizione dolorosa. La mamma e il bambino hanno bisogno di avere abbastanza ossigeno, quindi si raccomandano lunghe passeggiate all'aria aperta e un'aerazione regolare della stanza.

Se la pressione sanguigna aumenta

Se la madre ha sofferto di ipertensione prima della gravidanza e dopo la nascita, i numeri di alta pressione sanguigna non ti permettono di vivere in pace, sarebbe meglio rifiutare l'allattamento al seno e iniziare il trattamento. Dopotutto, per stabilizzare la pressione si dovrà bere la medicina per un mese o più, e sono tutti controindicati durante l'allattamento. In ogni caso, il trasferimento del bambino in composti artificiali non sarà una perdita così significativa rispetto al possibile sviluppo di infarto o ictus nella madre.

Ma con un aumento episodico della pressione, non associato a un cambiamento patologico del tono vascolare, il medico può raccomandare una singola dose di Dibazol, Papazol, enalapril o in caso di palpitazioni cardiache di bisoprololo. Si consiglia alla lattazione di sospendere temporaneamente.

Prodotti a bassa pressione

Se c'è una massa di farmaci di diversi gruppi per ridurre la pressione, allora dal punto di vista medico, è molto più difficile trattare l'ipotensione. Tutti gli adattogeni e biostimolanti come la tintura di Ginseng, Eleutherococcus sono nella lista vietata. Possono essere assunti solo se il medico decide che i benefici della loro azione superano il rischio.

La caffeina, penetrando nel latte, ha anche un effetto negativo sul bambino, rendendolo eccitato e irrequieto. Le raccomandazioni più sicure per le madri che hanno allattato al seno sono passeggiate all'aria aperta e ginnastica speciale per alzare e rafforzare il loro tono, oltre a fare una doccia di contrasto.

Attacco di emicrania

La buona notizia è che una donna che soffre di attacchi di emicrania si sente molto meglio dopo il parto perché i cambiamenti ormonali avvengono nel corpo. Ma a volte un'emicrania si fa sentire. Cosa fare

Emicrania difficile da sopportare. Dolore a lunga durata (da 2-3 ore a 2 giorni), pronunciato, colpisce un lato della testa ed è accompagnato da forte pulsazione e nausea. È imperativo combattere questo dolore.

Tuttavia, nonostante i molti farmaci sviluppati da questa patologia, le madri che allattano possono fare solo una cosa: Sumatriptan. Oggi è il "gold standard" nel trattamento dell'emicrania. Sebbene studi minori abbiano dimostrato che una piccola dose di una sostanza si trova nel latte materno, si raccomanda di esprimerla entro 12 ore dall'assunzione di una pillola. Sinonimi: Sumamigren, Imigran. Con emicrania prolungata, sorge la domanda circa la cessazione dell'allattamento e il trattamento appropriato.

Quindi, trattare un mal di testa può e dovrebbe essere, perché il bisogno di una madre sana e calma è nel bambino e nel padre. Ci sono molti modi per sbarazzarsi del dolore, ed è meglio conoscerli in anticipo, in modo da non essere colti alla sprovvista.

È possibile "MIG" durante l'allattamento?

Categoria: penna 10

Le donne che allattano non sono assicurate contro il dolore: dente, mal di testa, mestruale, muscolare, ecc. Con intense sensazioni dolorose, la madre che allatta cerca di trovare un medicinale efficace, ma sicuro per il bambino. Dopo tutto, molte persone sanno che durante questo periodo è vietato assumere medicinali, poiché la loro azione può avere un effetto negativo sulla condizione del neonato. Ma il dolore è così forte che una donna deve correre il rischio.

Mig 400 è un agente antinfiammatorio a base di ibuprofene non steroideo. Il farmaco viene utilizzato per eliminare il dolore di origine diversa. Molte mamme si chiedono se questo farmaco può essere usato durante l'allattamento. Secondo i medici, è possibile, solo una donna deve seguire le regole di ammissione.

Descrizione della forma di dosaggio

Il farmaco viene prodotto sotto forma di compresse ovali con incisione "E", rivestite, che comprendono i seguenti componenti:

  • ibuprofene;
  • diossido di silicio pirogeno;
  • amido di mais;
  • amido di sodio carbossilmetile;
  • stearato di magnesio.

Il guscio è costituito da ipromellosa, povidone, macrogol, biossido di titanio. Il componente principale del tablet ibuprofene è un derivato dell'acido propionico. La sostanza riduce la febbre, allevia il dolore e l'infiammazione. Inibisce l'attività dei tipi cicloossigenasi 1 e 2 e inibisce la sintesi delle prostaglandine. Come altri farmaci antinfiammatori non steroidei, Mig 400 esibisce l'attività antipiastrinica.

Meglio di tutto, il farmaco agisce contro il dolore pronunciato di natura infiammatoria. Un analgesico non crea dipendenza. Il farmaco penetra rapidamente nel flusso sanguigno, la sua massima concentrazione nel corpo viene osservata 2 ore dopo l'ingestione.

Farmaco da prescrizione

Secondo le istruzioni, Mig 400 è usato per la terapia sintomatica:

  • Mal di testa, emicrania.
  • Dolore dovuto alla malattia del nervo periferico.
  • Mal di denti.
  • Dismenorrea (dolore durante le mestruazioni).
  • Mialgia (muscoli indolenziti).
  • Artralgia (dolore alle articolazioni).
  • Calore sullo sfondo di un raffreddore o influenza.

La decisione sulla nomina di una preparazione è fatta dal dottore.

Applicazione e dosaggio

Il farmaco viene somministrato per via orale. Il dosaggio è determinato dal medico curante per ciascun paziente separatamente, tenendo conto della sua età e dei sintomi.

La dose iniziale è di 200 mg tre volte o quattro volte, se il dolore non diminuisce, quindi assumere 400 mg tre volte. Dopo l'eliminazione del dolore, il dosaggio giornaliero è ridotto a 600-800 mg.

Il corso terapeutico dura circa 7 giorni. Il superamento indipendente della dose è severamente proibito. Se c'è una tale necessità, consultare prima un medico.

In caso di violazione della funzionalità dei reni, del fegato o del cuore, il medicinale viene assunto nel dosaggio minimo.

Controindicazioni, reazioni avverse

Mig 400 è controindicato nei seguenti casi:

  • Aumento del sanguinamento
  • Eruzioni e ulcere nel tratto digestivo.
  • Sanguinamento cronico sullo sfondo di bassa coagulazione del sangue e altri disturbi dell'emostasi.
  • Asma dell'aspirina.
  • L'emorragia.
  • Carenza di glucosio-6-fofsfatdegidrogenazy.
  • Patologia del nervo ottico.
  • L'intolleranza dei componenti Mig 400.
  • Ipersensibilità all'acido acetilsalicilico e altri FANS.

Come indicato nelle istruzioni, è vietato portare il farmaco a donne in gravidanza, neonati e bambini sotto i 13 anni di età. Inoltre, il farmaco è controindicato durante l'allattamento.

Sotto la supervisione di un medico, un analgesico è usato da pazienti anziani, così come da quelli che soffrono di ipertensione, insufficienza funzionale del fegato, reni, cuore, infiammazione della mucosa gastrica. Questa limitazione si applica ai pazienti con colite, ulcera, sindrome nefrosica, enterite, ecc.

Mig 400 deve essere preso molto attentamente, è importante aderire alla dose raccomandata, altrimenti la probabilità di reazioni negative aumenta:

  • diminuzione dell'appetito, nausea, vomito, gonfiore, dolore addominale, bruciore al petto, stitichezza;
  • la mucosa dell'occhio si asciuga, i disturbi dell'udito, le lesioni tossiche degli organi della vista, si verifica l'edema della membrana congiuntivale;
  • ipertensione, palpitazioni;
  • angioedema, dispnea, anafilassi, prurito, naso che cola, febbre;
  • insonnia, stati stressanti, vertigini, ansia, disturbi della coscienza;
  • insufficienza funzionale acuta dei reni, nefrite di origine allergica si manifesta, aumenta il volume giornaliero di urina;
  • l'anemia è diagnosticata, il livello di leucociti o piastrine nel sangue diminuisce.

Raramente, ci sono ulcere nella cavità orale, stomatite aftosa, epatite, infiammazione del pancreas, infiammazione delle meningi della natura virale.

Il farmaco è vietato a prendere molto tempo, in quanto può provocare ulcere sulla membrana mucosa degli organi digestivi, disturbi visivi ed emorragie.

Secondo le istruzioni, ai farmaci anti-infiammatori non steroidei è vietato l'uso di madri che allattano. Ciò è dovuto al fatto che una piccola concentrazione di ibuprofene e dei suoi metaboliti entra nel flusso sanguigno e viene rilasciata nel corpo del neonato insieme al latte. È per questo motivo che il Mig 400 può influire negativamente su un neonato con HBV.

Non sono disponibili informazioni sull'effetto del farmaco sul bambino, poiché non è stato testato su questa categoria di pazienti. L'uso di analgesico per l'allattamento è ammissibile se una donna utilizza le dosi terapeutiche per alleviare il dolore o il calore per un breve periodo. Solo allora non è necessario interrompere l'allattamento al seno.

Se una donna durante l'allattamento al seno è costretta a prendere MIG 400 a lungo termine o in alte dosi (più di 3 compresse per 24 ore), allora il bambino dovrebbe essere trasferito a una dieta artificiale. Per sostenere l'allattamento dovrebbe esprimere il latte dal seno. Dopo la fine del trattamento, l'allattamento al seno viene ripreso.

Secondo la ricerca medica, l'ibuprofene non mostra effetti mutageni, cancerogeni e teratogeni. Pertanto, Mig 400 durante l'allattamento può essere utilizzato per un breve periodo solo per ragioni mediche. La decisione di determinare il dosaggio prenderà il medico, tenendo conto dell'età e dei sintomi che si verificano nel paziente. Indipendentemente da superare la dose è vietata, dal momento che l'effetto dei FANS sul neonato e la madre è imprevedibile.

Che cosa può essere un mal di testa durante l'allattamento?

Molte donne sono preoccupate per il mal di testa quando allatta un bambino. Provoca disagio, come al solito emicrania e mancanza di sonno, sovraccarico psicologico e altri fattori. Le madri che allattano possono bere le pillole per il mal di testa? Devi prendere quei farmaci che, avendo beneficiato di una donna che allatta, non danneggeranno il bambino. Per alleviare il disagio, è meglio usare metodi non farmacologici.

Perché una madre che allatta ha mal di testa?

Dopo la nascita del bambino il più difficile - il primo mese. Una donna semplicemente non ha abbastanza tempo per mangiare, dormire, rilassarsi, così da provare un mal di testa dalla fatica. Inoltre, gli esperti identificano diverse altre cause di disagio:

  • Mancanza di sonno normale. Una madre che allatta non può dormire per una notte di fila per più di tre ore. Il sonno intermittente non consente al cervello di riposare, quindi la mattina ci sono forti mal di testa, stringendo la testa con un cerchio.
  • Anestesia epidurale Quelle donne in travaglio che hanno subito tale anestesia durante il parto spesso si lamentano più tardi del dolore doloroso alla testa, una sensazione di rigidità dei muscoli del collo.
  • Mancanza di ossigeno Genitori eccessivamente premurosi cercano di creare condizioni di serra nell'appartamento, per proteggere il bambino dalle correnti d'aria. Di conseguenza, è difficile respirare in una stanza con aria viziata, vertigini e dolore nella parte posteriore della testa appaiono in una donna che allatta. La carenza di ossigeno è causata dall'avvelenamento da nicotina, che causa anche mal di testa.
  • Intossicazione del corpo. Mal di testa tortura una persona con cibo, alcol, avvelenamento da droghe.
  • Sindrome premestruale. Anche se i periodi mestruali non sono ancora iniziati a causa dell'alta lattazione, il mal di testa per HB sta già preoccupando la giovane madre ogni mese nei giorni in cui potrebbe esserci un periodo mensile stimato.
  • Sensazione di fame. Cibo instabile, spuntini in fuga non soddisfano i bisogni delle madri che allattano al cibo.
  • Malattie che colpiscono organi ENT. Il disagio nel lobo frontale causa sinusite. In questo caso, il dolore può diffondersi alle tempie, alle sopracciglia.
  • Malattie infettive Provocano disagio di influenza, infezioni virali, rotavirus.

Le cause più comuni di dolore sono:

emicrania

Le donne incinte si lamentano degli attacchi di emicrania e solo una piccola percentuale si libera di sentimenti spiacevoli dopo il parto. Il dolore pulsante appare in una parte della testa, a sinistra oa destra. Il dolore può catturare la regione temporale, dare alla vista. C'è vertigini, una sensazione di nausea.

Gli attacchi possono durare da un'ora a due giorni. In questo caso, l'aumento delle sensazioni sgradevoli causa suoni aspri, luce intensa. Una donna che si prende cura di un bambino non può semplicemente sdraiarsi in una stanza buia, il movimento costante e la mancanza di sonno aggravano la condizione.

Pressione sanguigna instabile

Le madri che allattano spesso lamentano una bassa pressione, il motivo - affaticamento, cattiva alimentazione, sonno intermittente. C'è una sensazione di sonnolenza, vertigini, disagio su tutta la testa.

L'aumento della pressione durante l'allattamento provoca dolori dolorosi nella parte posteriore della testa. Allo stesso tempo, si notano tachicardia, mancanza di respiro, nausea, mal di testa in una madre che allatta.

Stress da dolore

Il mal di testa causato da una condizione stressante appare abbastanza spesso. Lo sfondo ormonale instabile impedisce di valutare adeguatamente la situazione. Pertanto, le difficoltà con l'allattamento al seno, coliche nel bambino, denti da taglio sono accettati come piccole tragedie. Una madre può caricarsi a tal punto che lacrime ed esperienze causeranno un forte mal di testa palpitante.

La causa del mal di testa può essere un periodo difficile di malattia del bambino, pesante dipendenza dei giovani per il ruolo dei genitori.

osteocondrosi

Perché l'osteocondrosi si sviluppa nelle donne impegnate in attività monotone al lavoro? La stasi nei muscoli provoca posture statiche. Quando una donna nutre il bambino, prova ancora una volta a non muoversi, in modo da non disturbare il bambino. A volte devi essere in una posizione per più di un'ora. Per esempio, alzando una mano e mettendo il bambino sotto l'ascella. In questa posizione, braccio, spalle, collo intorpidito.

Alcuni bambini non vogliono addormentarsi nella culla. I genitori li portano per ore sulle loro mani, a dondolo. In questo caso, non è possibile modificare la posizione, altrimenti il ​​bambino si sveglierà. Statico, carico provoca anche osteocondrosi. Pertanto, questa malattia è una causa abbastanza comune di mal di testa durante l'allattamento.

Farmaci approvati per HB

Cosa puoi bere a mal di testa infermieristico per eliminare il disagio e non danneggiare il bambino? I pediatri emettono solo pochi farmaci che vengono assorbiti nella quantità minima nella circolazione sistemica e passano nel latte materno.

paracetamolo

Il farmaco più prescritto è il paracetamolo. Il farmaco ha un effetto analgesico, inoltre, riduce rapidamente la temperatura nelle malattie infettive. Disponibile in diverse forme:

  • Efferalgan - candele, polveri, compresse effervescenti.
  • Compresse di Panadol, supposte.
  • Paracetamolo - sciroppo, compresse di diversi dosaggi.

Solo il paracetamolo è autorizzato a dare ai bambini l'eliminazione della febbre dalla nascita. Un adulto è invitato a prendere una o due pillole - 500-1000 mg in un singolo attacco di dolore. È possibile utilizzare il paracetamolo nello sviluppo di un attacco di emicrania, la comparsa di stress da dolore. Si ritiene che l'uso più efficace del farmaco nelle supposte. Con questo metodo di assunzione il principio attivo viene rapidamente assorbito nel flusso sanguigno e ha un effetto meno negativo sul tratto gastrointestinale. La cosa principale è ricordare che in un giorno puoi prendere la medicina non più di 4 volte - ogni 6 ore.

ibuprofene

Se un mal di testa allattamento è causato da un raffreddore, virus influenzale, esacerbazione dell'osteocondrosi, l'ibuprofene è più adatto per il trattamento. L'agente antinfiammatorio non steroideo contiene Ibuklin e Paroprofene. Ha un effetto antipiretico e un marcato effetto anti-infiammatorio. I seguenti farmaci sono disponibili in farmacia:

  • Nurofen.
  • Capsule di Ibuklin.
  • Brufen.
  • Compresse di ibuprofene
  • Sciroppo di ibuprofene
  • Advil.
  • Momento.

400 mg è la dose massima sicura di medicina per la madre. È necessario dividere la dose giornaliera in quattro dosi. Se il mal di testa non va via per molto tempo, dovresti cercare aiuto medico.

Farmaci non steroidei raccomandati per l'uso

C'è un gruppo di farmaci che sono raramente raccomandati. Non è desiderabile usarli per il trattamento a lungo termine del mal di testa. Farmaci usati:

Le medicine hanno un effetto analgesico, ma hanno un effetto negativo sul fegato e sul sistema circolatorio. Ci sono stati casi di anemia acuta nel neonato dopo l'uso a lungo termine di Naproxen da parte della madre che allatta.

antispastici

Che cosa può una madre che allatta soffrire di mal di testa se il disagio è causato da un vasospasmo? Gli esperti suggeriscono di prendere No-shpu. Il farmaco è prescritto in piccole dosi, puoi berla non più di tre giorni.

Controindicazioni per l'uso a lungo termine dovuto al fatto che i componenti attivi del farmaco si accumulano nella madre e nel neonato. In questo caso, il bambino durante il trattamento può sviluppare un avvelenamento da farmaci.

Farmaci che non sono compatibili con l'allattamento al seno

Quali droghe dalla testa durante l'allattamento non possono bere? Quelli che danneggiano il corpo del bambino. I farmaci assunti dalla madre durante l'allattamento vengono assorbiti nel latte e inseriti nel cibo del bambino. La concentrazione del farmaco nel latte spesso supera significativamente la dose possibile per un bambino.

Pertanto, l'uso di farmaci che influenzano negativamente il fegato umano, il cuore, i sistemi circolatorio e nervoso è proibito.

Inoltre, anche i farmaci che sono sicuri per il corpo della madre possono causare danni significativi al neonato. Ai bambini viene diagnosticata un'emorragia interna, ittero nucleare e sindromi convulsive, se la madre ha assunto droghe illegali per un lungo periodo.

Per il mal di testa di una mamma che allatta, non puoi prendere:

  • Analgin e tutti gli analgesici. I farmaci in questo gruppo influenzano negativamente il lavoro del cuore, altamente tossico, può causare avvelenamento nel neonato.
  • Ergotamina e tutti i farmaci che bloccano rapidamente un attacco di emicrania. I farmaci entrano nel latte materno in alta concentrazione e non vengono rimossi dal corpo per un lungo periodo di tempo. L'ergotamina, quando viene colpita negativamente dalle ghiandole surrenali, può causare un malfunzionamento del sistema nervoso. A volte i medici permettono di prendere Sumamigren se una donna è tormentata da gravi attacchi e il beneficio previsto supera il danno arrecato.
  • Citramon e tutti i farmaci contenenti caffeina. Quando una madre assume questi farmaci, si osserva ansia nel neonato, disturbi del sonno, irritabilità.

Barbiturici, farmaci contenenti codeina, farmaci sedativi, tranquillanti durante l'allattamento sono severamente vietati. Queste droghe influenzano il sistema nervoso dei bambini, possono causare cambiamenti irreversibili nel cervello, se prese le madri che allattano.

Caratteristiche del farmaco

Se diventa necessario assumere un farmaco che può causare qualche danno al bambino da un mal di testa durante l'allattamento, si raccomanda di seguire le regole:

  • Il tablet è ubriaco prima di alimentarlo o all'inizio. Quindi il bambino riceverà il latte, che non ha ancora ottenuto il principio attivo medicinale.
  • Un'ora dopo l'allattamento al seno, è necessario esprimere il latte completamente da entrambi i seni.
  • L'alimentazione successiva, dal secondo seno, non è precedente a un'ora dopo la decantazione.

Più velocemente la sostanza attiva viene rimossa, meglio è. Assicurati di informare il medico generico a cui chiedi aiuto che stai allattando. Prendendo in considerazione l'età del bambino, il medico selezionerà ciò che è possibile con il mal di testa per una madre che allatta in questa fase del trattamento.

Trattamento non farmacologico

È meglio non prendere farmaci per il trattamento del mal di testa, ma usare metodi ausiliari per eliminare il disagio. Per alleviare un attacco di mal di testa aiuterà:

  • Doccia calda
  • Pediluvio con acqua fredda. Dopo che i suoi piedi devono essere strofinati vigorosamente.
  • Balsamo "Stella". Al primo segno di disagio, hanno bisogno di strofinare le tempie.
  • Breve pisolino durante il giorno
  • In onda la stanza.
  • Auto massaggio Puoi strofinare il collo e la cintura delle spalle.

A volte le donne che allattano preferiscono rimuovere il disagio non con le medicine, ma con le tisane: con origano, rosmarino selvatico, bardana. Non prenderli senza prima consultare un medico. Camomilla, menta, melissa sono considerate le erbe più sicure.

Misure preventive di promozione della salute

Cosa possono fare le madri che allattano per gli attacchi di mal di testa, al fine di evitare il loro ripetersi e le terapie? Le giovani madri sono incoraggiate a cambiare il loro stile di vita, a prestare maggiore attenzione al loro benessere. Dalla testa durante l'allattamento al seno aiuta l'attuazione di alcune regole:

  1. Dormi abbastanza Per non correre tutta la notte a letto con il bambino, usa il sonno articolare. Questo ti permetterà di dormire e dare da mangiare al neonato senza alzarti dal letto.
  2. Quando allatti al seno, scegli la posizione più comoda per te. Ciò eliminerà la comparsa di osteocondrosi a causa di un collo intorpidito. L'allattamento al seno implica comfort non solo per il neonato, ma anche per la madre.
  3. Mantenere una temperatura interna di 18-20 gradi Celsius, inumidire l'aria. A questa temperatura, la possibilità di una malattia infettiva è ridotta.
  4. Fare lunghe passeggiate Camminando si alternano il riposo in panchina. Un'ora o due all'aria fresca aiuteranno a ossigenare il sangue.
  5. Le mamme che allattano sono incoraggiate a praticare il tuo sport preferito: andare in pista, andare in bicicletta, nuotare in piscina. Se ciò non è possibile, è necessario eseguire semplici esercizi a casa, permettendoti di mantenere il tono muscolare generale.
  6. Evita scandali, showdown, stress. Gli shock nervosi non solo portano a mal di testa, ma rendono anche l'allattamento al seno difficile, provocando una diminuzione della lattazione.

Per disturbare il mal di testa durante l'allattamento il più raramente possibile, la donna ha bisogno di avere abbastanza riposo. Delega la tua autorità a prendersi cura del tuo coniuge, parenti. La giovane madre ha bisogno di almeno un'ora al giorno per rilassarsi e rilassarsi.

È possibile un istante durante l'allattamento

Le donne che allattano non sono assicurate contro il dolore: dente, mal di testa, mestruale, muscolare, ecc. Con intense sensazioni dolorose, la madre che allatta cerca di trovare un medicinale efficace, ma sicuro per il bambino. Dopo tutto, molte persone sanno che durante questo periodo è vietato assumere medicinali, poiché la loro azione può avere un effetto negativo sulla condizione del neonato. Ma il dolore è così forte che una donna deve correre il rischio.

Mig 400 è un agente antinfiammatorio a base di ibuprofene non steroideo. Il farmaco viene utilizzato per eliminare il dolore di origine diversa. Molte mamme si chiedono se questo farmaco può essere usato durante l'allattamento. Secondo i medici, è possibile, solo una donna deve seguire le regole di ammissione.

Descrizione della forma di dosaggio

Il farmaco viene prodotto sotto forma di compresse ovali con incisione "E", rivestite, che comprendono i seguenti componenti:

  • ibuprofene;
  • diossido di silicio pirogeno;
  • amido di mais;
  • amido di sodio carbossilmetile;
  • stearato di magnesio.

Il guscio è costituito da ipromellosa, povidone, macrogol, biossido di titanio. Il componente principale del tablet ibuprofene è un derivato dell'acido propionico. La sostanza riduce la febbre, allevia il dolore e l'infiammazione. Inibisce l'attività dei tipi cicloossigenasi 1 e 2 e inibisce la sintesi delle prostaglandine. Come altri farmaci antinfiammatori non steroidei, Mig 400 esibisce l'attività antipiastrinica.

Meglio di tutto, il farmaco agisce contro il dolore pronunciato di natura infiammatoria. Un analgesico non crea dipendenza. Il farmaco penetra rapidamente nel flusso sanguigno, la sua massima concentrazione nel corpo viene osservata 2 ore dopo l'ingestione.

Farmaco da prescrizione

Secondo le istruzioni, Mig 400 è usato per la terapia sintomatica:

  • Mal di testa, emicrania.
  • Dolore dovuto alla malattia del nervo periferico.
  • Mal di denti.
  • Dismenorrea (dolore durante le mestruazioni).
  • Mialgia (muscoli indolenziti).
  • Artralgia (dolore alle articolazioni).
  • Calore sullo sfondo di un raffreddore o influenza.

La decisione sulla nomina di una preparazione è fatta dal dottore.

Applicazione e dosaggio

Il farmaco viene somministrato per via orale. Il dosaggio è determinato dal medico curante per ciascun paziente separatamente, tenendo conto della sua età e dei sintomi.

La dose iniziale è di 200 mg tre volte o quattro volte, se il dolore non diminuisce, quindi assumere 400 mg tre volte. Dopo l'eliminazione del dolore, il dosaggio giornaliero è ridotto a 600-800 mg.

Il corso terapeutico dura circa 7 giorni. Il superamento indipendente della dose è severamente proibito. Se c'è una tale necessità, consultare prima un medico.

In caso di violazione della funzionalità dei reni, del fegato o del cuore, il medicinale viene assunto nel dosaggio minimo.

Controindicazioni e reazioni avverse

  • Aumento del sanguinamento
  • Eruzioni e ulcere nel tratto digestivo.
  • Sanguinamento cronico sullo sfondo di bassa coagulazione del sangue e altri disturbi dell'emostasi.
  • Asma dell'aspirina.
  • L'emorragia.
  • Carenza di glucosio-6-fofsfatdegidrogenazy.
  • Patologia del nervo ottico.
  • L'intolleranza dei componenti Mig 400.
  • Ipersensibilità all'acido acetilsalicilico e altri FANS.

Come indicato nelle istruzioni, è vietato portare il farmaco a donne in gravidanza, neonati e bambini sotto i 13 anni di età. Inoltre, il farmaco è controindicato durante l'allattamento.

Sotto la supervisione di un medico, un analgesico è usato da pazienti anziani, così come da quelli che soffrono di ipertensione, insufficienza funzionale del fegato, reni, cuore, infiammazione della mucosa gastrica. Questa limitazione si applica ai pazienti con colite, ulcera, sindrome nefrosica, enterite, ecc.

  • diminuzione dell'appetito, nausea, vomito, gonfiore, dolore addominale, bruciore al petto, stitichezza;
  • la mucosa dell'occhio si asciuga, i disturbi dell'udito, le lesioni tossiche degli organi della vista, si verifica l'edema della membrana congiuntivale;
  • ipertensione, palpitazioni;
  • angioedema, dispnea, anafilassi, prurito, naso che cola, febbre;
  • insonnia, stati stressanti, vertigini, ansia, disturbi della coscienza;
  • insufficienza funzionale acuta dei reni, nefrite di origine allergica si manifesta, aumenta il volume giornaliero di urina;
  • l'anemia è diagnosticata, il livello di leucociti o piastrine nel sangue diminuisce.

Raramente, ci sono ulcere nella cavità orale, stomatite aftosa, epatite, infiammazione del pancreas, infiammazione delle meningi della natura virale.

Il farmaco è vietato a prendere molto tempo, in quanto può provocare ulcere sulla membrana mucosa degli organi digestivi, disturbi visivi ed emorragie.

Mig 400 durante l'allattamento

Secondo le istruzioni, ai farmaci anti-infiammatori non steroidei è vietato l'uso di madri che allattano. Ciò è dovuto al fatto che una piccola concentrazione di ibuprofene e dei suoi metaboliti entra nel flusso sanguigno e viene rilasciata nel corpo del neonato insieme al latte. È per questo motivo che il Mig 400 può influire negativamente su un neonato con HBV.

Non sono disponibili informazioni sull'effetto del farmaco sul bambino, poiché non è stato testato su questa categoria di pazienti. L'uso di analgesico per l'allattamento è ammissibile se una donna utilizza le dosi terapeutiche per alleviare il dolore o il calore per un breve periodo. Solo allora non è necessario interrompere l'allattamento al seno.

Se una donna durante l'allattamento al seno è costretta a prendere MIG 400 a lungo termine o in alte dosi (più di 3 compresse per 24 ore), allora il bambino dovrebbe essere trasferito a una dieta artificiale. Per sostenere l'allattamento dovrebbe esprimere il latte dal seno. Dopo la fine del trattamento, l'allattamento al seno viene ripreso.

Secondo la ricerca medica, l'ibuprofene non mostra effetti mutageni, cancerogeni e teratogeni. Pertanto, Mig 400 durante l'allattamento può essere utilizzato per un breve periodo solo per ragioni mediche. La decisione di determinare il dosaggio prenderà il medico, tenendo conto dell'età e dei sintomi che si verificano nel paziente. Indipendentemente da superare la dose è vietata, dal momento che l'effetto dei FANS sul neonato e la madre è imprevedibile.

Mig 400 durante l'allattamento

Commenti

Grazie a tutti per le risposte)

Il nurofen sciroppo infantile ha visto mal di testa su GW) è normale. ibuprofen è lì. solo dosaggio almeno bambini

Bevo paracetomolo. Vero oggi, anche dopo 2 compresse non aiuta. Il nostro tempo sta cambiando

Ibuprofene approvato farmaco. Può essere se lo sei

Se c'è solo ibuprofene, allora puoi. I nostri produttori non ricercano questo farmaco sulle madri che allattano, quindi per impostazione predefinita è impossibile. Sarai accettato in Guts e ci sarà parlato del sito elakatsiya, qui puoi verificare la compatibilità di droghe e budella su di esso.

Mal di testa durante l'allattamento: cosa bere

Il mal di testa infastidisce periodicamente tutte le persone senza eccezioni. A volte è così forte che devi prendere antidolorifici. Ma cosa succede se c'è un mal di testa durante l'allattamento? Esistono diversi mezzi efficaci e sicuri per migliorare la salute della madre e salvarla da un sintomo sgradevole.

Molte donne durante l'allattamento rifiutano di assumere farmaci per non danneggiare il bambino. Tuttavia, è molto difficile e talvolta pericoloso sopportare un mal di testa. Mentre allatti al seno, ovviamente, è importante non danneggiare il tuo bambino, ma allo stesso tempo devi aiutare te stesso.

Perché le madri che allattano hanno mal di testa?

Spesso, le donne che allattano si rivolgono a specialisti con lamentele sull'emergere di tali sensazioni, in cui sentono che le loro teste sono strettamente contratte.

Quando l'allattamento al seno fa male per vari motivi, ma il più comune di loro, causando mal di testa, è una cronica mancanza di sonno e superlavoro. Prendersi cura di un bambino piccolo prende molta energia da una giovane madre, soprattutto se non c'è nessuno che l'aiuti. Anche di notte, una donna non può rilassarsi completamente, perché deve alzarsi più volte dal bambino.

Spesso, le donne che allattano si rivolgono a specialisti con lamentele sull'emergere di tali sensazioni, in cui sentono che le loro teste sono strettamente contratte. In medicina, questo processo è chiamato cefalea di tipo tensivo, in cui c'è una forte tensione. Questo è uno dei tipi più comuni di mal di testa, che di solito scompare immediatamente dopo che una donna ha un buon riposo e ha una buona notte di sonno.

Per una madre che allatta, che da sola è impegnata nella cura e nell'educazione del bambino, mentre svolge tutte le faccende domestiche, è molto importante organizzare correttamente il regime giornaliero. Alcune madri possono lamentarsi di frequenti emicranie a causa di situazioni stressanti, sovraccarico fisico ed emotivo.

Farmaci proibiti per le madri che allattano

Durante l'allattamento, Analgin è assolutamente controindicato, in quanto può causare una serie di pericolosi effetti collaterali.

A causa di un mal di testa, l'attività di una donna diminuisce, così la madre diventa difficile prendersi cura di un bambino. In questi casi, ha bisogno di imparare cosa una mamma che allatta può bere da un mal di testa. Solitamente, gli analgesici sono usati nel trattamento del mal di testa, tra questi il ​​farmaco più conosciuto è analgin. Ma durante l'allattamento Analgin è categoricamente controindicato, in quanto può causare una serie di pericolosi effetti collaterali - una violazione del sangue, gravi danni ai reni, shock anafilattico.

Tale sostanza attiva come analgin, è inclusa nei seguenti farmaci:

Oltre all'analgin, questi farmaci contengono altre sostanze che potenziano l'azione della componente anestetica che è pericolosa per il neonato. Tutti i componenti in una o un'altra quantità passano nel latte materno e con esso nel corpo del bambino. Alcuni componenti rallentano il lavoro del sistema nervoso centrale, mentre altri, al contrario, lo eccitano e diventano la causa dei disturbi del sonno nel neonato. Se la madre assume farmaci per la cefalea a base di codeina, potrebbe esserci un'interruzione nel trasporto del latte dagli alveoli mammari nei suoi dotti.

Farmaci sicuri

Non escludere completamente l'uso della madre che allatta analgesici. Secondo gli esperti, l'intero periodo della lattazione diventa uso consentito di farmaci come il paracetamolo e l'ibuprofene.

Il paracetamolo è il principale componente attivo di analgesici come Panadol, Efferalgun, Calpol. Questi farmaci hanno un effetto diretto sul centro del dolore situato nel cervello.

Non solo anestetizzano, ma riducono anche la temperatura, quindi sono indicate per il mal di testa causato dal raffreddore. Affinché il paracetamolo possa alleviare il mal di testa, è necessario creare condizioni favorevoli per questo: dopo aver assunto il medicinale, dovresti sdraiarti per un po 'in una stanza ben ventilata.

Il paracetamolo può anche danneggiare il bambino. Per evitare questo, non superare il dosaggio consentito: più di 3-4 compresse entro 2-3 giorni non possono essere prese. L'ibuprofene, che è alla base di Ibuprofen, Nurofen e Mig-400, aiuterà ad alleviare il dolore. Questo analgesico penetra nel latte materno solo in piccole quantità, quindi quando una singola dose del farmaco per interrompere l'allattamento al seno non è necessaria. Tuttavia, se l'ibuprofene viene assunto quotidianamente, il processo di allattamento deve essere interrotto fino alla scomparsa del dolore.

Come sbarazzarsi di un'emicrania?

Se continui a sopportare il dolore durante l'emicrania, puoi causare danni irreversibili al cervello

Se una donna era preoccupata per l'emicrania prima della gravidanza e del parto, allora poteva usare potenti farmaci a base di ergotamina. Tale terapia durante l'allattamento al seno è controindicata, il trattamento con ergotamina può causare nausea, vomito e crampi in un neonato.

Tuttavia, gli attacchi di emicrania non possono essere tollerati, devono essere fermati. Se continui a sopportare il dolore durante l'emicrania, puoi causare danni irreversibili al cervello. Senza trattamento, la situazione sta solo peggiorando: gli attacchi diventano più frequenti e prolungati.

È possibile curare indipendentemente l'emicrania durante l'allattamento. Specialisti in madri che allattano in questo caso, prescrivono farmaci dal gruppo di farmaci antinfiammatori non steroidei. A loro appartiene Ibuprofen, Diclofenac, Paracetamol.

Trattamenti di cefalea folk

Le donne che allattano, preoccupandosi per la salute del loro bambino, sono interessate a ciò che è possibile da un mal di testa durante l'allattamento tra i mezzi della medicina tradizionale. Un buon rimedio efficace e sicuro che può alleviare il mal di testa è un forte tè nero dolce.

Un massaggio alla testa aiuterà ad eliminare un problema di salute con una madre che allatta. Può essere fatto in modo indipendente: è necessario iniziare i movimenti del massaggio dalla parte superiore della testa, scendendo verso la parte posteriore della testa. Durante il massaggio, puoi provare ad afferrare i capelli e tirare leggermente verso l'alto. Ciò provoca un leggero dolore, che distrae temporaneamente dal mal di testa.

Con il mal di testa, puoi fare una doccia a contrasto, dirigendo un getto d'acqua solo sulla testa. Alternando acqua calda e fredda, la circolazione del sangue nella testa può essere migliorata. Avendo trovato un sintomo sgradevole, dovresti cercare l'aiuto di uno specialista che diagnostichi e prescriva un trattamento efficace e sicuro.

Trattamento per mal di testa durante l'allattamento

Se durante l'allattamento si verifica un mal di testa, come trattarlo dipende dalla natura e dalla frequenza delle crisi. L'allattamento è un periodo speciale nella vita di una donna che non è meno importante per la salute di un bambino rispetto alla gravidanza e al parto. Molte madri spesso affrontano la questione di come essere trattati e cosa usare in modo da non danneggiare il bambino.

Se durante l'allattamento si verifica un mal di testa, come trattarlo dipende dalla natura e dalla frequenza delle crisi. L'allattamento è un periodo speciale nella vita di una donna che non è meno importante per la salute di un bambino rispetto alla gravidanza e al parto. Molte madri spesso affrontano la questione di come essere trattati e cosa usare in modo da non danneggiare il bambino.

Cause della malattia durante l'allattamento

Mal di testa allattamento al seno non è raro, per cui ci sono molte ragioni e spiegazioni. Può essere innescato da vari fattori associati alla fatica, alla mancanza di sonno e al riposo. Quando una donna che allatta ha un mal di testa, la maggior parte delle persone la biasima per il lavoro eccessivo causato dalla cura di tutto il giorno del bambino. Tuttavia, le ragioni potrebbero essere più serie e pericolose:

  • conseguenze di lesioni;
  • conseguenza dell'anestesia generica;
  • patologia postpartum;
  • disturbi ormonali;
  • patologie del cuore e dei vasi sanguigni;
  • ipertensione;
  • problemi con la colonna vertebrale cervicale;
  • infezioni virali respiratorie;
  • malattia renale;
  • patologie croniche e acute dell'apparato respiratorio e organi ENT;
  • l'emicrania;
  • lo stress.

L'elenco delle cause di mal di testa in una madre che allatta può essere continuato, poiché questo è un sintomo abbastanza comune di molte malattie. Questo sintomo può essere il principale, e in alcuni casi, l'unico sintomo di oltre 40 diverse patologie, che vanno dall'infezione alla reazione a droghe e cibo.

Il problema di trattare questo disturbo nelle madri che allattano consiste nel fatto che il farmaco per il mal di testa penetra nel latte materno e con esso nel corpo del bambino. Molte donne, non volendo danneggiare il loro bambino, preferiscono sopportare il dolore, ma questo approccio è fondamentalmente sbagliato. Innanzitutto, è difficile sopportare un mal di testa: riduce la concentrazione, l'attenzione e le prestazioni. In secondo luogo, diventa estremamente difficile per una madre che allatta prendersi cura del bambino e resistere allo stress fisico e mentale. Il mal di testa periodico e regolare durante l'allattamento è una seria ragione per contattare uno specialista, sottoporsi a un esame e diagnosticare le cause di indisposizione.

I tipi di mal di testa in una donna che allatta possono avere una natura e un'intensità diverse. A causa di un sovraccarico mentale e fisico cronico, c'è spesso un dolore "di fondo" costante che insegue, poi cresce, quindi si ritira durante il giorno. Il dolore parossistico acuto può privare letteralmente di forza, quindi è importante prendere il farmaco in tempo per alleviare ed eliminarlo.

Farmaci proibiti per le mummie

Il trattamento del mal di testa per le mamme durante l'alimentazione dipende dall'intensità, dalla natura e dalla frequenza. Gli episodi occasionali rari possono essere trattati con un farmaco approvato, ma il mal di testa sistematico richiede diagnosi, indagini e identificazione della causa principale.

Tra i moderni farmaci per il mal di testa, ci sono diversi gruppi di farmaci che sono disponibili sotto forma di compresse o capsule. Il più comune di questi è il gruppo di analgesici, che comprende Analgin, Sedalgin, Tempalgin, Pentalgin, ecc. Tuttavia, per le donne che allattano, questi farmaci sono strettamente controindicati.

In alcuni paesi, questi fondi sono generalmente proibiti, dal momento che il loro uso occasionale può causare conseguenze pericolose per l'organismo: inibizione della formazione di sangue, insufficienza renale, reazioni allergiche, shock anafilattico. Oltre alle possibili gravi conseguenze che gli stessi analgesici possono causare, questi farmaci contengono altre sostanze che, da un lato, aumentano l'effetto del sollievo dal dolore e, dall'altro, hanno un numero di effetti collaterali negativi.

Questi componenti includono caffeina, codeina, fenobarbital, ecc. Ciascuno di essi, entrando nel corpo di un bambino con il latte materno, può causare gravi conseguenze e influire sugli organi interni e sui sistemi funzionali del bambino. Le compresse di analgesico possono interferire con il processo di allattamento stesso, poiché impediscono il passaggio del latte dalla ghiandola mammaria nelle condotte. Questo è un altro motivo per cui il trattamento di mal di testa dell'allattamento al seno dovrebbe essere effettuato con altri mezzi.

Il farmaco comune Citramon, che molte persone usano per alleviare il mal di testa, non è adatto anche per il trattamento di una madre che allatta. Contiene caffeina, un effetto stimolante sul sistema nervoso e acido acetilsalicilico, che può disturbare il funzionamento del fegato del bambino.

Fondi ammissibili

Medicina mal di testa consentita per la mamma che allatta:

  1. Il paracetamolo nell'allattamento al seno è considerato il tipo più appropriato di farmaco. I preparati a base di paracetamolo appartengono al gruppo di farmaci antipiretici e analgesici. Sono raccomandati nel trattamento del mal di testa causato dalla SARS e dal comune raffreddore. La più alta concentrazione del farmaco nel sangue viene osservata mezz'ora dopo l'assunzione della pillola, dopo 4 ore la metà della dose assunta è già escreta dal corpo. Cioè, dopo 4 ore dopo aver preso la pillola, puoi già dare da mangiare al bambino. Il gruppo di farmaci a base di paracetamolo comprende Efferalgan, Panadol, Calpol e altri.
  2. L'ibuprofene in aggiunta all'azione analgesica ha pronunciato proprietà antinfiammatorie. La concentrazione massima del farmaco nel sangue viene raggiunta in media 40 minuti dopo l'ingestione. Dopo 2-2,5 ore, la metà dei farmaci presi viene rimossa e si può iniziare tranquillamente l'alimentazione. Molte medicine sono prodotte sulla base di ibuprofene - Nurofen, Ibuprom, Advil, MIG, ecc. Una caratteristica unica dell'ibuprofene è che non ha praticamente effetti collaterali. Una dose sicura per una madre che allatta è di 400 mg alla volta, è possibile bere 4 compresse al giorno.
  3. Il naprossene appartiene al gruppo degli agenti non steroidei, ha un effetto analgesico e antinfiammatorio pronunciato. Il farmaco non è adatto per l'uso a lungo termine, è raccomandato da esperti come farmaco per un uso singolo per forte mal di testa. Non ha effetti collaterali gravi, per l'intera pratica di utilizzo nelle madri che allattano, un caso di impatto negativo sul bambino è stato registrato ufficialmente. Per ridurre il rischio di prendere questo strumento è meglio subito dopo l'alimentazione.
  4. Ketoprofene - farmaco non steroideo, risolto da un mal di testa durante l'allattamento al seno, ha un effetto antinfiammatorio, antipiretico e analgesico. L'emivita del farmaco dal corpo è di circa 1,5-2 ore, dopo questo tempo dopo l'assunzione del farmaco, è possibile allattare il bambino.
  5. L'ergotamina è una delle preparazioni degli alcaloidi della segale cornuta, che in singoli casi è in grado di alleviare i sintomi acuti dell'emicrania in una madre che allatta. Gruppi come Zomig, Rizatripan e altri appartengono allo stesso gruppo: l'emicrania non è simile al solito mal di testa in quanto è spesso accompagnata da nausea, vomito e acuta sensibilità alla luce e agli odori. La sua causa è l'espansione dei vasi cerebrali, quindi gli antidolorifici convenzionali sono inefficaci. L'uso di farmaci vasocostrittori può avere effetti collaterali sotto forma di nausea e crampi nei bambini. Il loro uso in una madre che allatta deve essere eseguito solo dopo aver consultato uno specialista, per eliminare il rischio di un impatto negativo sul bambino, è meglio prenderlo subito dopo l'alimentazione. L'emivita del plasma è di 2-3,5 ore.
  6. Enalapril o Enap - farmaci di un gruppo che aiutano ad alleviare il mal di testa causato dalla pressione alta. L'insorgenza di ipertensione è caratterizzata da un dolore pulsante e pulsante nelle tempie e nell'occipite. A differenza di Atenolo e Nebivalolo, che sono permessi durante la gravidanza, ma non sono compatibili con l'allattamento, Enalapril ei suoi analoghi in casi isolati sono validi per alleviare un attacco forte.

Quando si usano farmaci, è necessario leggere attentamente le istruzioni e la composizione del farmaco. Se contiene sostanze incompatibili con l'allattamento al seno, è meglio non usarle per evitare pericoli e rischi per la salute del bambino.

Se soffri di mal di testa o trovi un altro farmaco benigno, non è possibile, dopo aver assunto il medicinale, saltare una sola volta ed esprimere il latte.

Sintomi generali per sollievo dai sintomi

Tutti i moderni specialisti medici esortano le madri a rifiutarsi di assumere droghe chimiche durante l'allattamento. Per le donne durante questo periodo, è importante organizzare correttamente la giornata in modo da poter rilassarsi completamente, fare passeggiate regolari all'aria aperta e mangiare cibi sani con abbastanza vitamine e minerali. Il mal di testa può essere scatenato dall'eliminazione insufficiente delle tossine dal corpo, che spesso accade quando c'è carenza di acqua. Una madre che allatta deve bere circa 2 litri di acqua pulita in un colpo.

È auspicabile sostituire il farmaco con metodi alternativi di trattamento, quali:

  • massaggio alla testa, al collo e alla colonna vertebrale;
  • impacco di ghiaccio a breve termine sul retro della testa;
  • bagno rilassante;
  • respirazione profonda;
  • aromaterapia;
  • agopuntura;
  • rimedi omeopatici.

I rimedi popolari popolari sotto forma di infusi di erbe e tè durante l'allattamento dovrebbero essere usati con la stessa cautela dei prodotti farmaceutici. Alcune erbe medicinali e preparazioni medicinali sono incompatibili con l'allattamento. Quindi, i dottori non raccomandano i sedativi preparati a base di erbe a base di melissa, biancospino e radice di valeriana, poiché possono influire negativamente sulla salute del bambino.