Foci multiple supratentoriali di ischemia cronica

Emicrania

in Ischemia 11962 Visualizzazioni

L'ischemia cerebrale cronica è oggi una forma speciale di malattia cerebrovascolare, che è causata da un'insufficienza diffusa e progressiva progressiva dell'afflusso di sangue al tessuto cerebrale.

La progressione delle lesioni ischemiche dei neuroni del cervello si verifica a seguito di una significativa diminuzione del flusso sanguigno arterioso alle strutture cerebrali, associata nella maggior parte dei casi a blocco completo o parziale o restringimento prolungato dei vasi cerebrali, che nel tempo porta a danni focali o diffusi al tessuto cerebrale.

Una significativa violazione della microcircolazione del cervello porta allo sviluppo di più microinfarti e i cambiamenti occlusivi delle grandi arterie (arco aortico e arterie carotidi) portano alla formazione di importanti infarti cerebrali territoriali.

sintomi

I disturbi cerebrovascolari cronici del cervello causano cambiamenti nella sostanza bianca con lo sviluppo di focolai di demielinizzazione e lesioni di oligo - e astrodendroglia con compressione progressiva di microcapillari con compromissione delle connessioni neuronali del tronco corticale e cortico-stropoietico. L'ischemia cerebrale cronica si manifesta sotto forma di sintomi soggettivi e soggettivi.

I principali sintomi delle lesioni cerebrali ischemiche croniche caratterizzano i gradi clinici di ischemia cerebrale cronica, che determinano la diagnosi tempestiva e il trattamento del processo patologico.

L'ischemia cerebrale cronica si manifesta clinicamente:

  • mal di testa
  • Pesantezza alla testa,
  • vertigini,
  • una diminuzione progressiva di attenzione e memoria,
  • disturbi del sonno
  • sviluppo della labilità emotiva e della coordinazione alterata (andatura instabile e instabilità quando si cammina).

Poiché l'apporto di sangue ai neuroni si deteriora a causa della progressione della stenosi e dello spasmo delle arterie cerebrali, l'ischemia peggiora e si sviluppano focolai infartuari di varia localizzazione, con l'aggiunta di sintomi focali a seconda del grado di disturbi cerebrovascolari.

Cause di ischemia cerebrale qui

trattamento

Il trattamento di questa malattia consiste nello stabilizzare il processo dell'ischemia cerebrale, nell'attivare i meccanismi sanogenetici della funzione di compensazione, arrestare la velocità di progressione, prevenire l'ictus e trattare i processi somatici.

Va notato che l'ischemia cerebrale cronica non è un'indicazione per il ricovero in ospedale, ma solo se il suo decorso non è complicato da un ictus o da gravi patologie somatiche. In presenza di compromissione cognitiva, il ritiro di un paziente da un ambiente familiare può solo aggravare il decorso della malattia. Quando si raggiunge il terzo stadio della malattia, si raccomanda il patrocinio al paziente.

La terapia farmacologica si svolge in due direzioni. Il primo è normalizzare la perfusione del cervello attraverso l'esposizione a vari livelli del sistema cardiovascolare. Per quanto riguarda la seconda direzione, ciò implica un effetto sull'emostasi piastrinica. Va notato che entrambe queste aree aiutano a ottimizzare il flusso sanguigno cerebrale, mentre svolgono la funzione neuroprotettiva.

Un ruolo importante nella prevenzione e stabilizzazione di questa malattia è giocato dal mantenimento della pressione sanguigna normale. Quando si prescrivono farmaci appropriati, è molto importante evitare improvvise fluttuazioni di pressione, poiché nell'ischemia cronica c'è un disturbo nei meccanismi di autoregolazione del flusso ematico cerebrale.

I pazienti con lesione vascolare aterosclerotica e dispedima, oltre a una dieta che comporta la restrizione dei grassi animali, dovrebbero essere prescritti farmaci ipolipemizzanti. Oltre al suo effetto principale, aiutano a migliorare la funzione endoteliale, a ridurre la viscosità del sangue e ad avere un effetto antiossidante.

Questa malattia è accompagnata dall'attivazione dell'emostasi piastrinica-vascolare, poiché il paziente deve assumere farmaci antipiastrinici, ad esempio l'acido acetilsalicilico.

Oltre alla terapia di base, possono essere prescritti agenti che normalizzano la microcircolazione, il deflusso venoso e le proprietà reologiche del sangue.

In alcuni casi, il paziente ha bisogno di un trattamento chirurgico. L'indicazione per l'intervento chirurgico è la comparsa di una lesione occlusiva-stenotica delle arterie principali situate nella testa. In tali situazioni, le operazioni ricostruttive vengono eseguite sulle arterie carotidi interne.

La diagnosi

Anamnesi. Per cerebrale ischemia cronica caratterizzata dai seguenti componenti anamnesi: infarto del miocardio, malattia coronarica, angina pectoris, ipertensione (con malattia renale, cardiaca, retina, cervello), arteriopatia periferica delle estremità, il diabete.

Esame fisico Condotto per identificare la patologia del sistema cardiovascolare e comprende: determinare la sicurezza e la simmetria delle pulsazioni nei vasi degli arti e della testa, misurare la pressione sanguigna in tutti e 4 gli arti, auscultazione del cuore e dell'aorta addominale al fine di identificare i disturbi del ritmo cardiaco.

Studi di laboratorio Lo scopo degli studi di laboratorio è quello di determinare le cause di sviluppo cronica ischemia cerebrale e suoi meccanismi patogenetici. Raccomandato per condurre un'analisi generale del sangue, IPT, determinazione dei livelli di zucchero nel sangue, spettro lipidico.

Studi strumentali Per determinare il grado di danno alla materia cerebrale e dei vasi sanguigni, nonché individuare le malattie di fondo raccomandare che i seguenti esami strumentali: ECG, l'oftalmoscopia, l'ecocardiografia, spondylography colonna cervicale, UZDG arterie cerebrali, fronte-retro e scansione triplex extra e vasi intracranici. In rari casi, viene mostrata l'angiografia dei vasi cerebrali (per rilevare anomalie vascolari).

I suddetti disturbi, caratteristici dell'ischemia cerebrale cronica, possono verificarsi anche in varie malattie somatiche e processi oncologici. Inoltre, tali disturbi sono spesso inclusi nel complesso dei sintomi di disturbi mentali borderline e processi mentali endogeni.

La diagnosi differenziale di ischemia cerebrale cronica con varie malattie neurodegenerative, che sono solitamente caratterizzate da disturbi cognitivi e da eventuali manifestazioni neurologiche focali, causa grandi difficoltà. Tali malattie comprendono paralisi sopranucleare progressiva, degenerazione cortico-basale, atrofia multisistemica, morbo di Parkinson, morbo di Alzheimer.

Inoltre, è spesso necessario differenziare l'ischemia cerebrale cronica da un tumore cerebrale, idrocefalo normoteso, disbasia idiopatica e atassia.

palcoscenico

A seconda della gravità dei sintomi, ci sono tre stadi dell'ischemia cerebrale cronica:
Ci sono tre gradi di manifestazioni cliniche di ischemia cerebrale cronica.

Ischemia cerebrale cronica 1 grado

Per questa fase della malattia caratterizzata dalle seguenti caratteristiche principali:

  • mal di testa;
  • sensazione di pesantezza e rumore nella testa;
  • vertigini;
  • alto affaticamento;
  • debolezza generale;
  • drastici cambiamenti di umore emotivo;
  • ridotta attenzione e memoria agli eventi attuali;
  • disturbi del sonno.

Ischemia cerebrale cronica di 2 gradi

L'ulteriore progressione della malattia nel secondo stadio si manifesta con sindromi neurologiche distinte. I sintomi principali sono:

  • aumento delle vertigini;
  • instabilità quando si cammina;
  • significativa perdita di memoria, tra cui professionale;
  • menomazione significativa di attenzione;
  • rallentamento dei processi mentali (bradifrenia);
  • capacità limitata di pianificare e controllare;
  • violazione dell'adattamento sociale;
  • depressione;
  • disturbi della personalità emotiva.

La possibilità di self-service in questa fase è preservata.

Ischemia cerebrale cronica di 3 gradi

Per il terzo, ultimo stadio della malattia, ad eccezione delle manifestazioni di 1 e 2 gradi, i seguenti sintomi sono caratteristici:

  • deterioramento della memoria tagliente (fino alle elementari capacità quotidiane);
  • debolezza degli arti e violazione delle loro funzioni motorie;
  • incontinenza urinaria;
  • disturbi del linguaggio;
  • disintegrazione della personalità;
  • perdita della capacità di self-service;
  • la necessità di un'assistenza permanente da parte di terzi.

Di norma, questo grado di malattia si manifesta in assenza di trattamento per ischemia cerebrale cronica.

Foci multiple supratentoriali di ischemia cronica

La ricerca nel campo della medicina negli ultimi due decenni ha fatto un passo avanti nella diagnosi e nel trattamento dell'ischemia cerebrale cronica. Gli scienziati hanno sviluppato e introdotto nuovi metodi di neuroprotezione che possono rallentare o sospendere i processi organici irreversibili che si verificano durante l'ischemia. Sono stati migliorati i metodi profilattici, che hanno permesso di identificare i fattori di rischio più significativi per le malattie associate alla disfunzione del cervello e all'encefalopatia dincircolatoria. Al fine di prevenire e ridurre le malattie, un programma per migliorare il livello di istruzione del personale medico nelle regioni della Russia è stato sviluppato e applicato nella vita pratica.

Ischemia cerebrale cronica

Ischemia cerebrale cronica, che cos'è

La diagnosi di ischemia cerebrale cronica è dovuta alla sempre crescente compromissione dei processi associati alla circolazione del sangue nei vasi cerebrali. La patologia cronica si sviluppa gradualmente, man mano che i vasi del cervello si restringono. Sulle pareti dei vasi sanguigni si formano placche di colesterolo che restringono il lume che causa l'aterosclerosi dei vasi cerebrali del cervello. I vasi sanguigni ostruiti e l'aria possono anche chiudere i vasi. Il restringimento del lume può verificarsi non in uno, ma nel gruppo di vasi, causando una malattia cerebrovascolare progressiva.

Queste patologie portano a disturbi nella fornitura di tessuto cerebrale con ossigeno e sostanze nutritive - ischemia cerebrale.

Ischemia cronica del cervello - cause

Cambiamenti aterosclerotici, patologia vascolare del flusso ematico cerebrale è una delle principali cause di ischemia cerebrale cronica. La malattia in circa il 60% è dovuta all'aterosclerosi. Le cause principali includono l'ipertensione. Prolungata pressione elevata di 140/90 mm Hg. Art. e sopra provoca alterazioni patologiche nella muscolatura liscia vascolare, ispessimento delle pareti e restringimento del lume. Uno spasmo delle pareti dei vasi cerebrali porta ad una diminuzione del flusso sanguigno cerebrale, mancanza di ossigeno.

Altre cause multiple di questa malattia sono trattate come aggiuntive:

  • malattie cardiovascolari;
  • insufficienza renale;

Lo sviluppo di ischemia cerebrale provoca il blocco dei vasi sanguigni con colesterolo

Un certo ruolo nello sviluppo dell'ischemia cerebrale cronica è anche giocato dalla vecchiaia, dall'eredità, dall'obesità e dal fumo.

Ischemia cerebrale cronica 1, 2 e 3 gradi, sintomi, naturalmente

Le caratteristiche insidiose delle manifestazioni cliniche dell'ischemia cerebrale cronica includono il suo decorso progressivo, lo sviluppo della patologia a tappe.

Tra di loro, differiscono nei sintomi e nel potere della loro manifestazione. Il decorso della malattia va gradualmente da lieve a grave:

  1. All'inizio della malattia, al primo stadio, il deterioramento cognitivo è quasi invisibile. I pazienti si lamentano di mal di testa, debolezza. La lentezza durante la deambulazione, la diminuzione della stabilità, l'incertezza nei movimenti sono possibili. Vi è variabilità nello stato emotivo, irritabilità, ansia, fluttuazione dell'attenzione. In questo caso, il paziente è completamente funzionale, indipendentemente da se stesso.
  2. Al secondo stadio, si osservano subcompensazione, aumento dei focolai ischemici, aumento della manifestazione dei sintomi della malattia e deterioramento della salute. Una caratteristica di questo stadio è l'emergere di patologie mentali.

Fasi di ischemia cerebrale sulla risonanza magnetica

Ischemia cerebrale cronica di 2 gradi accompagnata inoltre dai seguenti sintomi:

  • disturbi del movimento (coordinazione motoria);
  • disturbi mentali, amnesia di fissazione, disturbi della memoria, degradazione della personalità;
  • intelligenza ridotta, mancanza di interesse nel mondo, apatia;
  • i disturbi comportamentali con sintomi emotivi si approfondiscono, appare il pianto.

I pazienti in questa fase della malattia non possono far fronte alle loro mansioni lavorative, concentrarsi, concentrarsi, avere difficoltà a leggere. Il trattamento di pazienti con ischemia 2 gradi del cervello viene eseguito in un ospedale, sono prescritte procedure lunghe e intensive. Il paziente ha bisogno di sostegno morale e l'aiuto di persone vicine nella vita di tutti i giorni e nella vita di tutti i giorni.

  1. Il terzo stadio - scompenso - la transizione della malattia nella fase successiva della patologia. I sintomi della malattia aumentano in proporzione all'aumento dell'aterosclerosi coronarica. La malattia colpisce il cervello umano man mano che aumenta il numero di fuochi ischemici, si verifica una lesione organica del sistema nervoso centrale. I disturbi del movimento aumentano, una persona non si muove autonomamente, si orienta male nello spazio, spesso cade. Il paziente perde le capacità di auto-cura, ha bisogno di un aiuto costante dall'esterno.

Si osservano anche i seguenti sintomi:

  • disturbi del linguaggio, perdita di conoscenze acquisite in precedenza;
  • menomazione della memoria, pensiero;
  • controllare il coordinamento generale.

Fase 3 ischemia cerebrale cronica

I pazienti sono in uno stato di depressione, umore depresso, sviluppano paure infondate. I segnali provenienti dai recettori sensibili delle estremità non sono percepiti dal cervello, la resistenza e l'andatura sono disturbati, altre reazioni protettive del corpo sono inibite, ci può essere incontinenza urinaria, funzione di deglutizione alterata. Spesso perdita di coscienza registrata, svenimento con un forte calo della pressione sanguigna. Sono possibili attacchi multipli di cuore, la demenza si sviluppa. La commissione medica in tali casi dichiara la disabilità, la disabilità è nominata.

diagnostica

Il grado di malattia ischemica cronica del cervello, il riconoscimento di anomalie nel corpo, che contribuiscono al suo sviluppo, sono determinati da indagini, che includono:

  • determinazione della palpazione delle pulsazioni delle arterie negli arti e nella testa;
  • misurazione della pressione su braccia e gambe;
  • ascoltando i toni del cuore.

Gli studi di laboratorio suggeriscono una conta emocromocitometrica obbligatoria, per il colesterolo, per lo zucchero, per l'indice di protrombina. Il livello della lesione e la diagnosi delle anomalie vascolari saranno mostrati mediante elettrocardiografia ed ecocardiografia, ecografia Doppler.

Gli specialisti dovrebbero anche essere esaminati se il paziente ha focolai sopratentoriali di ischemia cerebrale cronica. In altre parole, se nel recente passato il paziente ha avuto un colpo traumatico al lobo occipitale della testa. Perché in questo caso, ci sono, soprattutto, danni ai vasi sanguigni del cervello.

Diagnosi di ischemia cerebrale con risonanza magnetica

Foci patologici di ischemia cerebrale cronica hanno un'origine diversa. Possono essere un'emorragia, una neoplasia tumorale, una cisti. La diagnosi di questa patologia viene rilevata su una risonanza magnetica. Questo metodo di ricerca è il più affidabile tra i pazienti e gli specialisti medici.

trattamento

Il trattamento dell'ischemia cerebrale cronica 1, 2 e 3 gradi si basa sulla stabilizzazione di fattori distruttivi in ​​focolai patologici, fermando il tasso di progressione della fame di ossigeno dei vasi, assistenza terapeutica nel trattamento dei processi correlati, mentre si utilizzano metodi sia conservativi che chirurgici. Di grande importanza nel trattamento sono i tempi di accesso alle cure mediche. In ambito ambulatoriale, il paziente viene curato da un neurologo.

Ci sono tali indicazioni nel trattamento della patologia cerebrale:

  • Con l'aiuto degli effetti farmacologici sul sistema cardiovascolare è la normalizzazione della circolazione cerebrale;
  • il rafforzamento del ruolo del collegamento vascolo-piastrinico influenza in modo significativo i vasi microvascolari.

L'identificazione di focolai patologici di ischemia cronica e terapia conservativa comporta le seguenti aree di influenza di base:

La normalizzazione e il mantenimento della pressione arteriosa sono il passo più importante nel prevenire un aumento del numero di focolai ischemici, stabilizzando il decorso della malattia, riducendo il rischio di demenza.

È stato dimostrato che i farmaci farmacologici utilizzati in questo trattamento riducono la quantità di tessuto cerebrale danneggiato, proteggendo gli organi che soffrono di ipertensione arteriosa.

Una dieta adiposa è stabilita per i pazienti e le statine sono indicate per ridurre la viscosità del sangue.

Nel processo di trattamento farmacologico dei pazienti con malattia cerebrovascolare, viene preso in considerazione il ruolo dell'emostasi vascolare-piastrinica e vengono prescritti farmaci antipiastrinici.

Oltre alla terapia principale, ai pazienti vengono prescritti farmaci d'azione combinati. Sono necessari per la normalizzazione dello stato funzionale del flusso sanguigno, poiché hanno proprietà angioprotettive e neurotrofiche.

Qual è il focus sulla gliosis supratentoriale della genesi vascolare?

Gliosi è il risultato dei processi rigenerativi del sistema nervoso, la cui essenza è di riempire lo spazio libero che è apparso dopo la morte dei neuroni con glia, il tessuto di supporto del sistema nervoso centrale. "Genesi vascolare" fornisce un'indicazione che la causa del danno alle cellule cerebrali era una violazione della circolazione cerebrale - acuta o cronica.

classificazione

Secondo le caratteristiche morfologiche, l'attenzione della gliosi può essere:

  1. Isomorfo, che è una formazione strutturalmente omogenea di elementi cellulari astrocitari e gliali;
  2. Anisomorfo, al contrario, non differisce l'omogeneità strutturale con la distribuzione irregolare di glia e astrociti;
  3. Un esame fibroso e microscopico rivela le fibre gliali che predominano sulle singole cellule stellate.

Secondo la posizione dei fuochi nella sostanza cerebrale, la gliosi può essere:

  1. Perivascolare - localizzato lungo i tronchi arteriosi, che conferma la genesi vascolare della malattia;
  2. Subependymal - situato attorno al ependima - il rivestimento dei ventricoli del cervello;
  3. Marginale (regionale) - il punto focale, formato sul sito di neuroni adiacenti alle meningi, quindi localizzato non nello spessore della sostanza cerebrale, ma sulla sua superficie.

Foci Supratentorial

Appartengono alle parti superiori del cervello, in contrasto con quelle subtentoriali, tra cui il cervelletto e il tronco cerebrale.

Il lobo occipitale situato sopra il mal di testa soffre più spesso di ferite alla testa e lesioni alla nascita perché è circondato su tutti i lati da un liquido di liquore incomprimibile al momento dell'impatto. In questo lobo, la crescita della glia con origine vascolare è più spesso associata a lesioni.

In termini di vastità e prevalenza, si può verificare una gliosi sopratentoriale:

  1. Focale - localizzato sotto forma di una grande crescita singola di cellule neuroglial;
  2. Non numeroso (il termine è usato per indicare la presenza di 2-3 fuochi);
  3. Plurale, che è caratterizzato dalla presenza di più di 3 formazioni iperdensive;
  4. Diffusa (multifocale), che colpisce diverse parti del cervello. Il numero di piccoli fuochi in questo caso è incalcolabile.

Il quadro clinico della malattia è correlato al numero di neuroni morti e alla dimensione del focus. Una piccola istruzione da neuroglia potrebbe non farti sapere su di te.

sintomi

Lobo occipitale contiene:

  • parte corticale dell'analizzatore visivo - giunco ​​e solco speronato;
  • centri vocali;
  • zone oculomotorie

La perdita di neuroni in questa area del cervello può portare a:

  • emianopsia del quadrante (perdita di campi visivi);
  • agnosia visiva con lesione bilaterale del lobo - questo accade raramente;
  • metamorfopsia: distorsione dell'aspetto, dei contorni, delle dimensioni degli oggetti;
  • sensoriale, afasia aliasica;
  • acalculia - perdita di capacità di contare;
  • disturbo della sistemazione, movimenti oculari amichevoli.

Va ricordato che i disturbi espressi sono più caratteristici dei disturbi acuti della circolazione cerebrale. Con la gliosi, i sintomi vengono attenuati e progrediscono nel tempo.

diagnostica

Con il suo aiuto, vengono rilevati foci iperdisivi (luce nell'immagine) di crescita delle cellule neurogliali.

Inoltre, se necessario, applicare:

  • CEE;
  • angiografia extracranica, intracranica;
  • sonografia doppler.

trattamento

Per trattamenti complessi sono necessari i seguenti gruppi di farmaci:

  1. Gli agenti vasoattivi (Cavinton, Cinnarizine, Vinpocetine) aumentano il flusso sanguigno cerebrale e lo scambio di gas.
  2. Antiagreganty - farmaci acido acetilsalicilico (Aspirina, Tromboassia), inibitori dell'enzima fosfodiesterasi (Clopidogrel). Il loro uso migliora la reologia del sangue, previene l'aggregazione piastrinica all'interno dei vasi.
  3. Amminoacidi, nootropi: Actovegin, glicina, corteccia, estratto di ginseng, piracetam, fenibut, picamilon. Necessario per aumentare la resistenza dei neuroni all'ipossia. Aumentare anche la microcircolazione.
  4. Farmaci ipolipidemici: Atorvastatina, Rosuvastatina, Lovastatina, Atorvastatina, Fluvastatina. Sono necessari per il trattamento e la prevenzione dei depositi nelle placche di colesterolo del cervello.

prevenzione

La prevenzione delle malattie può essere raggiunta da:

  • trattamento tempestivo delle malattie virali e batteriche, danni pericolosi all'endotelio dei vasi cerebrali;
  • rifiuto delle dipendenze;
  • rafforzamento dell'immunità;
  • adeguato sforzo fisico regolare;
  • indurimento;
  • Nutrizione con l'inclusione obbligatoria di acidi grassi omega-3;
  • cammina all'aria aperta;
  • evitamento di stress, sovratensione mentale;
  • pieno sonno

Ischemia cerebrale cronica

Se la tua capacità di lavoro diminuisce, ti senti costantemente inspiegabile stanchezza, dimentichi gli eventi recenti, soffri della tua irritabilità, non aspettarti che un tale stato passi da solo. L'ischemia cerebrale cronica di solito inizia in questo modo - una malattia che viene diagnosticata nel 70% dei pazienti con malattia cerebrovascolare, cioè malattie del cervello che si verificano a causa di insufficienza cronica di afflusso di sangue ai suoi tessuti. Di conseguenza, c'è una violazione focale diffusa o piccola del cervello.

Componenti di ischemia cerebrale cronica

Sotto questo concetto è combinato per quanto riguarda la condizione umana:

  • Encefalopatia dancileare. Questo è un danno progressivo piccolo-focale al tessuto cerebrale.
  • Encefalopatia vascolare. Violazione di attività vascolare, che porta a insufficiente afflusso di sangue.
  • Encefalopatia aterosclerotica causata da aterosclerosi vascolare.
  • Demenza vascolare (demenza) e epilessia vascolare (svenimento, convulsioni).

Alla base di tutte queste manifestazioni c'è una ragione - il disturbo ischemico dell'attività dei vasi, cioè il cervello non riceve la piena quantità di sangue che si suppone faccia per la normale attività. Se consideriamo che il sangue fornisce ossigeno al cervello, diventa chiaro che cosa causa l'ipossia e, di conseguenza, la morte delle cellule nervose.

Se la saturazione di ossigeno nel sangue è inferiore al 60% della norma, l'autoregolazione del lume dei vasi viene disturbata, rimangono espansi e interrompono l'assorbimento di ossigeno. Di conseguenza, le connessioni neurali vengono distrutte.

motivi

L'ischemia cerebrale cronica progredisce in modo relativamente lento e può essere completamente curata nella fase iniziale. Questa malattia può causare

  • Aterosclerosi e ipertensione. Causano il maggior numero di casi di ischemia cerebrale. Anche dopo quarant'anni, le pareti dei vasi sanguigni invadono il colesterolo, si formano placche di colesterolo. Ciò porta ad un deterioramento dell'afflusso di sangue al cervello.
  • Patologie cardiache, che comprendono ipotensione (piccola gittata cardiaca), vari tipi di aritmie, cioè quelle anomalie che causano alterazioni del movimento del flusso sanguigno.
  • Anomalie dei vasi del collo, dell'aorta e di altri grandi vasi. Possono essere compressi dalle vertebre, caratteristiche dell'osteocondrosi o dei tumori.
  • Diabete mellito, varie malattie del sangue (vasculite, collagenosi, ecc.).
  • Processi disgregati nel sistema venoso: trombosi, tromboflebiti, che sono caratterizzati dalla formazione di coaguli di sangue a causa del sangue denso.
  • L'amiloidosi è una violazione del metabolismo proteico dei vasi sanguigni.

Queste malattie portano a cambiamenti nel flusso sanguigno cerebrale, a seguito del quale si sviluppa l'ipossia e si verificano cambiamenti multifocali nei tessuti cerebrali.

Per non iniziare la malattia, dovresti essere consapevole dei suoi sintomi. A cosa prestare attenzione?

sintomi

I segni della malattia sono il suo decorso progressivo, le sindromi caratteristiche e la stadiazione. Vale la pena notare che i reclami personali del paziente non riflettono pienamente la gravità e la natura del processo. Ciò è spiegato dal fatto che i disturbi cognitivi compaiono già nella prima fase della malattia e aumentano nettamente dal terzo, e più le funzioni cognitive ne soffrono, meno lamentele ci sono per un paziente che non ne è consapevole. I sintomi della malattia dipendono dalla posizione e dall'estensione della patologia: quelli singoli sono lesioni o ischemia diffusa. Se i cambiamenti influenzano il midollo, i riflessi sono disturbati: il paziente non può coordinare l'inalazione e l'espirazione, non sa come deglutire. Dare uno schianto e riflessi protettivi del corpo.

  • Disturbi dei muscoli facciali e movimento degli occhi indicano una lesione del ponte.
  • La coordinazione motoria alterata si verifica quando il cervelletto è danneggiato.
  • Se il diencefalo soffre, la regolazione del metabolismo è disturbata.

Durante l'ischemia dei lobi temporali, l'udito è disturbato, il comportamento frontale-attivo cambia drasticamente, l'odore parietale, il gusto e le sensazioni tattili sono disturbati.

Per non perdere tempo, devi sapere a cosa dovresti prestare attenzione:

  • disturbi del sonno. Questo include sia l'insonnia che l'eccessiva sonnolenza;
  • perdita di attenzione, dimenticanza;
  • affaticamento, debolezza generale;
  • improvvisi cambiamenti di umore (labilità emotiva).

Di solito, le persone danno la colpa alla semplice fatica e non si precipitano dal medico, anche se è nella fase iniziale che l'ischemia cerebrale cronica può essere completamente curata. Accanto al disagio iniziale si uniscono: mal di testa e vertigini. Spesso c'è una sensazione di nausea, nelle membra viene una sensazione di freddo, sono insensibili.

Tali sintomi non possono più essere ignorati, poiché violano il consueto ordine di vita stabilito.

Se non inizi il trattamento, la malattia progredisce molto rapidamente:

  • c'è una perdita temporanea o completa della vista;
  • diventa un discorso distorto e incoerente;
  • spesso mal di testa, forte dolore fino al vomito;
  • l'insonnia aumenta con il costante desiderio di dormire;
  • appaiono errori di memoria;
  • quando vengono rilevate le violazioni della funzione motoria;
  • perso senso della realtà.

Il risultato è un ictus cerebrale ischemico. L'ischemia cronica dura da diversi anni, gli esperti identificano tre fasi del suo sviluppo.

L'estensione dell'ischemia cerebrale cronica

Le fasi sono determinate dalle manifestazioni cliniche e dai sintomi neurologici.

Le manifestazioni cliniche includono disturbi del movimento, vuoti di memoria, incapacità di imparare, salti emotivi nel comportamento e improvvisi sbalzi d'umore e d'umore.

I grado

Rileva piccoli disturbi neurologici focali. L'ischemia del cervello di 1 ° grado si manifesta esternamente nel rallentare del camminare, una persona inizia a "tritare" mentre cammina.

In termini emotivi, irritabilità, pianto, malumore appaiono, una persona ha una tendenza alla depressione, pensieri cupi. Il livello di intelligenza inizia a declinare. La qualità della vita in questa fase praticamente non soffre.

II grado

La CGM progredisce, le lesioni si diffondono ulteriormente. I muscoli iniziano a contrarsi indipendentemente dal desiderio della persona. I muscoli mimici e la lingua possono essere paralizzati.

In connessione con una diminuzione dell'intelligenza, il paziente perde interesse per l'ambiente, in tutti gli eventi, perde il controllo su ciò che sta accadendo, non può coordinare le loro azioni. I reclami sono quasi assenti, poiché una persona è scarsamente consapevole delle sue condizioni.

Ci sono segni di disadattamento, sia sociale che professionale. Il paziente può servirsi autonomamente.

III grado

Ischemia del cervello 3 gradi manifestò gravi cambiamenti nel corpo. Ci sono minzione e defecazione incontrollate. Il senso dell'equilibrio quando si cammina è disturbato a tal punto che il paziente non può muoversi senza l'aiuto di estranei o sta cercando supporto.

Arriva il degrado emotivo, ovvi disturbi mentali, caratterizzati da azioni inadeguate. La memoria è notevolmente ridotta, il processo di pensiero si sta deteriorando, i disturbi del linguaggio diventano evidenti. Una persona non è in grado di controllare il suo comportamento, può improvvisamente cadere in uno stato di torpore o perdere conoscenza.

Non c'è adattamento sociale, la capacità di auto-servizio svanisce. diagnostica

Si basa su un'analisi della storia, sulla presenza di sintomi caratteristici. Le circostanze aggravanti hanno riconosciuto la presenza di malattia coronarica in un paziente, insufficienza cardiaca, pressione alta.

Viene eseguita un'analisi generale dell'urina e del sangue per la ricerca, vengono condotti studi biochimici per determinare il livello di glucosio e lo spettro lipidico.

Assicurati di prescrivere un ECG e gli ultrasuoni del cuore, consentendo di rilevare un coagulo di sangue o placca di colesterolo.

L'ecografia del cervello, la scansione duplex, aiuta a identificare le deviazioni nella struttura e nella funzionalità dei vasi.

Per stabilire in che misura le pareti dei vasi sanguigni, determinare la velocità del flusso sanguigno ecografico doppler viene eseguita.

trattamento

Il trattamento dell'ischemia cerebrale cronica ha lo scopo di arrestare la progressione della malattia e di eseguire una prevenzione affidabile delle riacutizzazioni.

È necessario trattare l'ipertensione arteriosa con entrambi i farmaci e la correzione nutrizionale e stile di vita.

Livelli di zucchero nel sangue normalizzati. Si raccomanda una dieta a basso contenuto di carboidrati, si usano farmaci ipolipemizzanti.

La patologia somatica individuale è monitorata da un medico specialista.

Per migliorare e ripristinare la normale circolazione sanguigna, vengono prescritti agenti antiaggreganti e angioprotettori e si pratica l'addio alle cattive abitudini.

Per ridurre al minimo gli effetti dell'ipossia sul tessuto cerebrale e sui focolai ischemici, vengono utilizzati i cerebroprotettori.

prospettiva

Quando una malattia viene rilevata nella fase iniziale, se il trattamento viene eseguito correttamente, la malattia si allontana dopo alcuni mesi. Le conseguenze negative non rimangono nella condizione di uno stile di vita sano e nel trattamento delle malattie primarie.

Nella seconda e nella terza fase, un trattamento adeguato può arrestare la progressione della malattia.

Per la prevenzione dell'ischemia cerebrale, è necessario aderire a una dieta sana, uno stile di vita attivo, evitare l'uso di bevande alcoliche, fumare e non essere sotto il sole per molto tempo. Se ci sono malattie cardiache, ipertensione, diabete, è necessario osservare uno specialista.

Cos'è l'ischemia cerebrale cronica?

Ischemia cerebrale cronica - patologia cerebrovascolare associata a disturbi circolatori progressivi del tessuto cerebrale. Come risultato di una diminuzione del flusso sanguigno arterioso, i neuroni iniziano a sperimentare carenza di ossigeno e carenze di nutrienti, con conseguente processi metabolici disturbati, che provoca il graduale sviluppo di ischemia.

motivi

Le malattie della circolazione cerebrale possono causare tali malattie:

  • Ipertensione.
  • Ipotensione.
  • L'aterosclerosi.
  • Aneurismi o altre patologie del sistema vascolare del cervello.
  • La vasculite è un'infiammazione nei vasi che è infettiva o di natura allergica o una genesi mista di sviluppo.
  • Disturbi del sistema cardiovascolare.
  • Lesione cerebrale traumatica.
  • Tromboangiite obliterante.
  • Disturbi del sangue
  • Patologia del rene
  • Malattie del sistema endocrino.

L'ischemia cerebrale cronica dipende dalle condizioni delle arterie che alimentano i tessuti dell'organo:

  1. Aterosclerosi dell'aorta e vasi cerebrali.
  2. Cambiamenti nella direzione dell'arteria vertebrale o carotidea, che possono verificarsi a causa della loro deformazione o flessione.
  3. Violazioni della struttura dei vasi sanguigni. Ciò può verificarsi a seguito dello sviluppo di spondiloartro o osteocondrosi.
  4. Insufficienza circolatoria collaterale.
  5. Cardiopatia ischemica
  1. Disturbi del cervello con insufficienza circolatoria nel corpo.
  2. Nitidi cambiamenti nella pressione sanguigna.
  3. Disturbi dei processi metabolici associati a malattie degli organi del sistema endocrino, che portano all'interruzione della conduzione degli impulsi nervosi.
  4. Aumento della coagulazione del sangue.
  5. L'inferiorità delle navi, che ha un carattere ereditario.

Tali disturbi causano cambiamenti nel flusso sanguigno cerebrale, con conseguente mancanza di ossigeno e nutrienti nei tessuti cerebrali. Così, iniziano a verificarsi cambiamenti diffusi nei tessuti e compaiono focolai di ischemia cronica.

All'inizio, i tessuti semplicemente non ricevono l'energia di cui hanno bisogno. Nel tempo, si verifica l'accumulo di ossigeno sotto-ossidato, si verificano stress ossidativo e foci ischemici sovratentoriali.

sintomi

Nella fase iniziale di sviluppo dell'ischemia cerebrale cronica, le sue manifestazioni sono appena evidenti. In questo caso, vi è una leggera violazione della sensibilità degli organi, un cambiamento nello stato mentale, che è particolarmente evidente durante il sovraccarico psico-emotivo o fisico.

Nel corso del tempo, il quadro clinico delle alterazioni ematiche cerebrali diventa più luminoso, che è associato al verificarsi di un gran numero di micro-ictus. I sintomi dell'ischemia cronica dipenderanno dalla localizzazione della lesione, dalle sue dimensioni e dal suo grado di sviluppo. Molto spesso, i pazienti si lamentano di:

  • Frequenti mal di testa e sensazione di pesantezza alla testa.
  • Vertigini.
  • Andatura instabile
  • Memoria o concentrazione compromessa.

L'ospite del programma "About the Important Important" Myasnikov Alexander Leonidovich parlerà delle cause e dei sintomi di una violazione della circolazione cerebrale:

  • Cambiamento a breve scadenza in acuità visiva.
  • Cambiamenti d'umore taglienti.
  • Disturbi del sonno (insonnia) e costante sensazione di sonnolenza.

A seconda del grado di manifestazione dei sintomi principali, si distinguono diversi gradi di ischemia cerebrale cronica.

Tabella 1. Il grado di patologia

· Piccoli cambiamenti neurologici focali.

· Il paziente può sperimentare una lentezza durante il movimento o passi accorciati, coordinazione incerta del movimento, diminuzione della concentrazione e diligenza, irritabilità e pianto e stato depressivo.

· Riduce le capacità intellettuali.

· Manifestazioni di progressione del danno al tessuto cerebrale.

· Disturbi extrapiramidali (alterazioni del tono muscolare, contrazioni muscolari involontarie, brusca diminuzione della mobilità, fino ad una completa assenza).

· Si verificano sintomi di danno alle fibre nervose, con conseguente paralisi dei muscoli facciali o dei muscoli della lingua.

· Nonostante il deterioramento delle condizioni generali del paziente, smette di lamentarsi delle manifestazioni di patologia. Ciò è dovuto al fatto che l'intelletto a questo punto è significativamente ridotto. La persona sembra più calma e persino indifferente agli eventi circostanti. A poco a poco, diventa difficile per lui controllare gli eventi che lo circondano e pianificare le sue azioni.

· Disturbi degli organi pelvici (incontinenza urinaria, defecazione spontanea).

· Il camminare è significativamente disturbato, ci sono difficoltà nel mantenere l'equilibrio, si sviluppa vestibolopatia. Quindi, una persona può muoversi esclusivamente con l'aiuto di persone vicine o sta cercando un altro supporto che gli consenta di rimanere in piedi.

· I disturbi psicologici riappaiono.

· Vi è un'ulteriore diminuzione del pensiero, disturbi del linguaggio e memoria.

Ischemia nei neonati

La sindrome ischemica cronica può essere diagnosticata non solo negli anziani, ma anche nei neonati. La principale causa di patologia nei neonati viene trasferita dall'ipossia intrauterina del cervello o dalla circolazione cerebrale alterata, sperimentata dal bambino durante il parto. È molto difficile identificare la patologia nei neonati, a causa dell'incapacità del bambino di parlare dei loro sintomi.

Per provocare il suo sviluppo nei bambini può:

  • Più donne in gravidanza
  • Esfoliazione della placenta
  • La presenza di abitudini gravide o determinate malattie.
  • Tossicosi tardiva, che si traduce in un aumento del livello di proteine ​​nelle urine e aumenta la pressione sanguigna.
  • La nascita di un bambino molto prima o dopo.
  • Difetti cardiaci nel bambino
  • Violazione della circolazione uteroplacentare, che provoca la morte delle cellule cerebrali.

Tutte le manifestazioni della malattia sono combinate in tali sindromi:

  1. Sindrome idrocefalo. Allo stesso tempo, nei neonati la dimensione della testa aumenta l'area della fonte della fontanella e aumenta la pressione intracranica. Tale condizione può verificarsi a causa di un aumento della pressione del liquido cerebrospinale sul tessuto cerebrale.
  2. Sindrome di aumentata eccitabilità. Nei neonati, c'è un cambiamento nel tono muscolare. Spesso rabbrividisce, il suo mento trema, le sue membra si muovono involontariamente, il sonno è disturbato e il bambino piange costantemente senza motivo.
  3. Sindrome atattica - una violazione dell'attività motoria e la capacità di coordinare il movimento a causa di disturbi circolatori nel tessuto cerebrale.

Tutto ciò che riguarda l'idrocefalo sarà raccontato dal neurologo Marina Krasnova A. Aleksandrovna:

  1. Comatose. Il bambino è incosciente. Non ha funzioni cerebrali coordinate.
  2. Depressione del sistema nervoso centrale. Il tono muscolare è ridotto, l'attività motoria è quasi assente, i sintomi di deglutizione e succhiamento sono indeboliti. A volte c'è asimmetria dei muscoli facciali o strabismo.
  3. Sindrome convulsiva Il bambino può notare spasmi e crampi, durante i quali il corpo si contrae.

A seconda del momento in cui il flusso sanguigno è stato disturbato, nei neonati si distinguono 3 stadi di ischemia. Allo stesso tempo, le loro manifestazioni sono in qualche modo diverse dai sintomi nei pazienti adulti:

  • Nella fase iniziale del neonato fin dai primi giorni di vita, si può notare il sovraeccitazione o grave letargia.
  • Nella seconda fase, si verificano i sequestri. Il bambino è indicato trattamento in ospedale.
  • Il terzo grado è considerato grave e rappresenta una minaccia per la vita del bambino, quindi è urgentemente posto in terapia intensiva. A causa dell'ischemia cerebrale, il rene inizia a sconfiggere il sistema nervoso centrale. A questo proposito, ha una violazione della motilità, crampi costanti, disturbi della vista e dell'udito, c'è un ritardo nello sviluppo.

effetti

Le possibili conseguenze dell'ischemia cerebrale cronica dipendono dallo stadio in cui è stata rilevata la patologia e quali malattie ad essa associate si erano già sviluppate nel corpo. CGM può innescare lo sviluppo di:

  1. Paralisi.
  2. Parestesia - disturbi della sensibilità. Insieme alla sensazione di intorpidimento, il paziente può notare una sensazione di formicolio, che è particolarmente evidente dopo l'esercizio.
  3. Epilessia.
  4. Ictus ischemico. In caso di ictus, le cellule cerebrali iniziano a morire. Questo processo è irreversibile. Alcune cliniche oggi praticano il metodo di sostituzione delle cellule morte con cellule staminali, ma hanno un'efficacia controversa.
  1. Necrosi del tessuto cerebrale, che è più spesso osservata nelle persone anziane.
  2. Tromboflebite.
  3. Sclerosi dei vasi sanguigni nel cervello.
  4. Encefalopatia cronica dyscirculatory. Come risultato del suo sviluppo, si verifica una graduale distruzione delle cellule e della sostanza intercellulare del cervello. C'è una paralisi nella parte opposta del corpo, relativa al luogo in cui appare la lesione. Cioè, se una concentrazione di ischemia si verifica nell'emisfero destro del cervello, allora la paralisi della metà sinistra del corpo è possibile e viceversa.
  5. Silenzio.

Quanto prima viene fatta la diagnosi e avviato il trattamento, tanto più è probabile che il paziente abbia una prognosi favorevole.

diagnostica

La diagnosi può essere difficile, poiché l'ischemia cronica può somigliare a molte malattie nei suoi sintomi, tra cui:

  • Atassia.
  • Alzheimer o morbo di Parkinson.
  • Degenerazione cortico-basale.
  • Disbasia idiopatica.
  • Atrofia multisistemica.
  • Paralisi sopranucleare progressiva.
  • Idrocefalo normoteso.
  • Un tumore al cervello

Per non essere confusi nella formulazione della diagnosi corretta, i neurologi usano un approccio integrato. Per fare ciò, è necessario raccogliere una storia completa, condurre un esame fisico del paziente, determinare il suo stato neurologico, valutare lo stato dei sistemi cardiovascolare e respiratorio.

Sono richiesti scansione vascolare duplex e ultrasuoni Doppler. Ciò fornirà un'opportunità per valutare la velocità del flusso sanguigno, esplorare i canali cerebrali.

Per valutare lo stato neurologico di una persona, è necessario analizzarlo:

  1. Discorso.
  2. Chiarezza della coscienza.
  3. La possibilità di movimento della lingua.
  4. Il movimento dei bulbi oculari per la loro consistenza.
  5. La reazione delle pupille a uno stimolo luminoso.
  6. Espressioni facciali e capacità di fare una smorfia.
  7. Movimento di coordinamento
  8. Memoria.
  9. Simmetria dei muscoli facciali.
  10. Il tono e la forza muscolare degli arti.
  11. I riflessi tendinei.
  12. Sensibilità della pelle

Inoltre, il medico prescriverà un computer o una risonanza magnetica con un mezzo di contrasto.

trattamento

Non esiste un unico metodo efficace per il trattamento dell'ischemia cronica. La malattia richiede un approccio integrato alla terapia, che dovrebbe essere diretto a:

  • Ripristino dei processi metabolici nei neuroni del cervello.
  • Prevenzione dello spasmo vascolare e dei cambiamenti aterosclerotici.

Tuttavia, è importante trattare le malattie associate che possono aggravare l'ipossia (diabete, cardiopatia ischemica, osteocondrosi, ipertensione, ecc.).

Tipicamente, il trattamento dell'ischemia cerebrale cronica include tali attività:

  1. Normalizzazione della pressione sanguigna. Per fare questo, al paziente viene prescritto un vasodilatatore e farmaci per fluidificare il sangue ("Warfarin", "Pentoxifylline", ecc.).
  2. Ripristino della compromissione della circolazione sanguigna nel cervello e normalizzazione dei processi metabolici nei suoi tessuti. Il buon effetto ha la droga "Omaron". A causa del fatto che il piracetam è presente nella sua composizione, questo strumento aiuta a ripristinare le strutture delle cellule cerebrali danneggiate, aiutandole a essere saturate con l'ossigeno. Ben dimostrato nei pazienti "Encephabol". Può essere usato per trattare l'ischemia cronica nei bambini piccoli.

Nei casi in cui il trattamento farmacologico dell'ischemia cronica non fornisce il risultato atteso o la patologia è stata rilevata nella fase avanzata, i pazienti possono richiedere un intervento chirurgico. Lo scopo principale dell'operazione è rimuovere le placche aterosclerotiche risultanti e, se necessario, stenting dell'arteria carotide.

Qualsiasi operazione eseguita sul cervello è considerata molto complessa ed è spesso accompagnata da varie complicazioni e conseguenze spiacevoli. Pertanto, viene effettuato solo in casi difficili di ischemia cronica.

Gli erboristi offrono i loro trattamenti per l'ischemia cronica. Tuttavia, i medici prestano attenzione al fatto che è possibile utilizzare i rimedi popolari solo con le cure mediche obbligatorie, perché senza determinati farmaci è impossibile far fronte alla malattia. Pertanto, oltre a prendere farmaci, puoi usare rimedi popolari che aiutano la circolazione cerebrale. Questi includono:

  • Decotto di corteccia di quercia.
  • Tintura di adonis.
  • Succo di carota fresco
  • Comprimere l'area della testa dei decotti di piante medicinali.
  • Decotto di menta

prevenzione

È impossibile eliminare completamente l'ischemia cronica, che progredisce piuttosto rapidamente, motivo per cui è così importante impegnarsi nella prevenzione della malattia. La cosa più importante che una persona dovrebbe fare per proteggersi in futuro dallo sviluppo di questa pericolosa malattia è condurre uno stile di vita attivo.

L'esercizio fisico regolare o esercizi mattutini quotidiani aiutano ad aumentare la circolazione sanguigna nel corpo e a normalizzare i processi metabolici in esso contenuti. Pertanto, è possibile evitare coaguli di sangue e la deposizione di placche di colesterolo sulle pareti dei vasi sanguigni.

Per la prevenzione dell'ischemia cerebrale, vedere il seguente video:

È altrettanto importante abbandonare le cattive abitudini, poiché l'alcol e la nicotina hanno un effetto dannoso sullo stato del corpo e possono provocare dei fattori che portano allo sviluppo dell'ischemia cronica.

Poiché l'ischemia cronica nella fase iniziale può non dare le manifestazioni cliniche caratteristiche, è importante sottoporsi regolarmente a esami preventivi con un neuropatologo. Se rivela eventuali irregolarità nel corpo, consiglierà di sottoporsi ad un ulteriore esame. Per coloro che hanno il rischio di sviluppare patologie, verrà prescritto un ciclo di trattamento preventivo. Di solito si usano gli anticoagulanti per questo. Inoltre, è importante trattare prontamente eventuali malattie, in particolare quelle associate al lavoro del sistema cardiovascolare.

L'ischemia cronica che colpisce il tessuto cerebrale è una malattia pericolosa che può portare alla disabilità. Se una persona ha notato qualche manifestazione in sé, dovrebbe consultare immediatamente un medico e sottoporsi a un esame completo. Il rilevamento della malattia nella fase iniziale ha buone previsioni e permetterà di evitare molte conseguenze negative.