Emorragia nel cervello del neonato

Epilessia

L'emorragia cerebrale nei neonati è una grave patologia che si sviluppa a causa di danni ai vasi della dura madre o rottura di una nave del cervello. Questo succede spesso con le ferite alla nascita. Secondo le statistiche, l'emorragia intracranica dell'ICH si verifica in 1 caso su 1000 in bambini a termine. Tuttavia, i bambini molto prematuri nati con un peso corporeo inferiore a 1,5 kg soffrono molto più spesso - emorragie emorragiche cerebrali si verificano nel 20-45%.

Le conseguenze dell'emorragia cerebrale nei neonati sono sempre sfavorevoli, in quanto sono piene di complicazioni quali patologie neurologiche, idrocefalo, paralisi cerebrale, gonfiore del cervello, visione alterata, attività motoria, apparati del linguaggio e persino la morte. Tutto dipende dal grado di emorragia, dal luogo della sua localizzazione, dalle condizioni generali del bambino e dalle capacità compensative del cervello.

motivi

Come abbiamo già scoperto, il rischio di patologia è più suscettibile ai bambini profondamente prematuri o ai neonati a termine, che hanno avuto una storia di ritardo della crescita intrauterina.

Uno dei primi motivi può essere considerato ipossia cronica a 26-34 settimane di gravidanza. Il fatto è che durante questo periodo, lo spazio periventricolare è letteralmente penetrato da un gran numero di vasi che svolgono un ruolo importante in questa fase, ma alla fine cessano di portare funzionalità. Se durante queste settimane si verificano complicanze e mancanza di ossigeno, si possono formare emorragie che peggioreranno durante la nascita sotto l'influenza della pressione meccanica.

Altre cause di emorragia cerebrale sono:

  • mancanza di vitamina K e fattori dipendenti da K, altre anomalie associate al processo di coagulazione (coagulazione del sangue);
  • patologia sullo sfondo di grave ipossia: acidosi, eccessiva attivazione della perossidazione dei grassi, bassa pressione sanguigna;
  • infezioni intrauterine con virus, micoplasmi che contribuiscono alla distruzione delle pareti vascolari;
  • malattie materne croniche (es. diabete);
  • l'influenza delle abitudini nocive di una donna (tabagismo, alcolismo);
  • lesioni durante il parto a causa dello stretto canale del parto e della grande testa del feto, con parto rapido, taglio cesareo;
  • uso di prestazioni ostetriche (estrazione del vuoto del feto, forcipe ostetrico).

Tipi e entità della lesione

Il cervello, come gli altri nostri organi, ha una rete impressionante di vasi sanguigni e linfatici, piccoli e grandi, che trasportano ossigeno e proteggono il centro cerebrale da microbi e virus. Il cranio in cima è coperto da un guscio duro, chiamato in latino "dura mater". Se l'emorragia si verifica sotto questo guscio, si chiama subdurale, se tra il guscio e il cranio è epidurale.

Questo è seguito dall'aracnoide (medicina arachnoide) e dalla pia madre. Tra di loro c'è uno spazio subaracnoideo pieno di liquore (liquido cerebrospinale). Le cavità che riempiono il liquore sono chiamate ventricoli.

A proposito di emorragia subaracnoidea, quando la rottura della nave si è verificata nello spazio tra il guscio aracnoideo e il guscio molle. Se il sangue ha riempito uno o più ventricoli, si tratta di emorragia intraventricolare (di seguito abbreviata IVH). Un altro strato epiteliale che protegge il cervello è chiamato ependima. Una rottura della nave in questa zona porta a emorragia subependimale.

La gravità viene giudicata in base a quale parte del cervello o del suo rivestimento è danneggiato e quanto è esteso il suo danno:

  • 1 grado di gravità - emorragia subependimale (di seguito abbreviato in SEC);
  • 2 gradi - il sangue penetra parzialmente o completamente nel ventricolo laterale, ma non cambia le sue dimensioni;
  • Grado 3 - il ventricolo, pieno di sangue, aumenta di dimensioni;
  • 4 gradi - il sangue riempie i ventricoli, espandendoli e li supera, cadendo nella sostanza del cervello nei neonati.

Secondo la classificazione ICD-10, la divisione delle emorragie è la seguente:

  • subependimale;
  • IVH senza penetrazione nel parenchima (tessuto) del cervello;
  • IVH con penetrazione nel parenchima cerebrale.

Diverse formulazioni diagnostiche a volte confondono nel fare la diagnosi corretta, quindi al momento di decidere un regime di trattamento, il medico si concentra sui risultati di una ecografia, risonanza magnetica o esame a raggi X.

sintomi

Il quadro clinico a seconda dell'ubicazione delle lesioni vascolari sarà leggermente diverso, ma in generale, i segni caratteristici dell'emorragia nei neonati sono evidenziati:

  • un forte deterioramento della condizione, i sintomi di ipereccitabilità sono sostituiti da segni di oppressione;
  • la primavera si gonfia fortemente, è in tensione;
  • la forza e la natura del grido del bambino varia;
  • attività convulsa;
  • disturbi della circolazione periferica, battito cardiaco accelerato, frequente rigurgito, perdita di peso corporeo, aumento di gas, mancanza di respiro, apnea;
  • sindrome anemica, diminuzione dell'emoglobina nel sangue;
  • un aumento dei corpi chetonici del sangue, la bilirubina, che avvelena il corpo con le tossine;
  • sviluppo di insufficienza renale, cardiovascolare;
  • l'adesione di un'infezione secondaria, a seguito della quale si possono sviluppare sepsi, meningite, polmonite.

Ora caratterizzeremo il quadro clinico in situazioni prese separatamente:

Una delle forme più comuni di emorragia. Alcuni sintomi specifici specifici della SEC non hanno. La manifestazione più importante di esso è considerata ricorrenti attacchi di apnea nei primi giorni di vita di un neonato. La diagnosi viene fatta solo dopo neurosonografia.

I segni indiretti della malattia sono espressi con abbassamento moderato della testa, debolezza muscolare delle braccia di primo o secondo grado, un sintomo di Grefe insieme ad una maggiore mobilità dei bulbi oculari e sintomi di depressione / eccitazione in grado lieve. Di conseguenza, la CEC spesso forma una cisti.

Emorragia intraventricolare nei neonati

Quando le emorragie nei ventricoli cerebrali di 1 e 2 gradi di gravità, non ci sono sintomi visibili e possono andare via senza sviluppare patologie neurologiche. Tuttavia, nei casi più gravi, si osservano gonfiore delle fontanelle, convulsioni, malfunzionamento della respirazione e sistema cardiovascolare. Quindi si verifica letargia, i riflessi e l'attività motoria sono inibiti, la testa può aumentare di dimensioni.

Tutto questo accade a causa di un aumento del volume del liquido, un forte aumento della pressione intracranica e, di conseguenza, gonfiore del cervello e compressione dei centri nervosi responsabili di vari lavori nel nostro corpo.

Epidurale e subdurale

In poche parole, si tratta di un ematoma, una sacca con sangue accumulato tra il cranio e la dura madre. Nei bambini, si sviluppa a causa della pressione meccanica durante il parto. I sintomi hanno 2 fasi: convulsioni e una diminuzione di tutti i riflessi e delle funzioni degli organi, fino alla perdita di coscienza, e quindi si verifica "l'illuminazione".

Nell'emorragia subdurale, l'immagine è quasi la stessa, quindi le differenze sono fatte solo con l'aiuto di metodi diagnostici.

subaracnoidea

Come nei casi precedenti, il quadro clinico varia notevolmente. I primi 2-3 giorni non possono esserci violazioni visibili. Quindi si alternano i processi di eccitazione / depressione. Anche con lo sviluppo di convulsioni tra il bambino sembra perfettamente in salute. La prognosi e la necessità di trattamento dipenderanno nuovamente dall'estensione della lesione.

Diagnosi e trattamento

La diagnosi viene stabilita sulla base dei risultati dell'esame ecografico attraverso una tomografia computerizzata e primaverile, nonché a seguito di esami del sangue.

Il trattamento della fase acuta viene effettuato in condizioni speciali mantenendo la temperatura e la ventilazione desiderate. La terapia ha lo scopo di ridurre la pressione intracranica e ridurre il gonfiore del cervello. Allo stesso tempo mantenendo il flusso sanguigno cerebrale.

Se questo trattamento non produce risultati, la chirurgia è indicata: intervento chirurgico di bypass.

Separatamente, voglio dire sull'emorragia nelle ghiandole surrenali nei neonati. Con una grave forma di ipossia o una scorretta gestione del travaglio, sono possibili emorragie surrenali che, se non trattate nel tempo, sono fatali. Quando viene trovata una patologia simile, il trattamento mira a compensare la carenza dell'ormone surrenalico, l'aumento della pressione sanguigna, la terapia anti-shock, il ripristino del bilancio idrico ed elettrolitico e la lotta contro l'infezione, se presente.

prevenzione

È impossibile calcolare tutto nei minimi dettagli e essere al sicuro da tutte le malattie. Pertanto, in questa situazione, la prevenzione consiste nel garantire che la gravidanza venga trattata in modo responsabile, essere esaminata da un ginecologo in tempo utile e, se necessario, trattata. Possiamo scegliere un ospedale per maternità e un medico per parto, di cui ci fidiamo. Ma il processo di consegna a volte è così imprevedibile che non sai quali complicazioni possono sorgere. Pertanto, è anche importante che i genitori rimangano calmi, che non si ricarichino e, dopo la nascita di un bambino, forniscano loro le cure adeguate.

Emorragia nel cervello nei neonati: le conseguenze

✓ Articolo verificato da un medico

L'emorragia cerebrale è una rottura di pareti patologicamente modificate di vasi cerebrali situati all'interno del cranio o nello spazio tra la volta cranica e la dura madre. La patologia appare molto spesso come risultato di errori commessi dal personale medico durante la cura ostetrica durante il travaglio, ma a volte la causa del sanguinamento intracranico può essere complicata durante la gravidanza o l'incapacità della donna di seguire le raccomandazioni del regime (ad esempio, mancanza di lunghe camminate e ipossia fetale derivante da ).

Le conseguenze dell'emorragia cerebrale per un neonato possono essere molto pericolose, dal momento che è la rottura di vasi cerebrali che causa paralisi cerebrale. Tuttavia, la prognosi può essere piuttosto favorevole se il problema viene rilevato in tempo e il trattamento e la cura sono corretti.

Emorragia nel cervello nei neonati: le conseguenze

Cause di patologia

Le alterazioni patologiche nei vasi sanguigni del cervello si sviluppano spesso con una mancanza di ossigeno, quindi una donna incinta si raccomanda di trascorrere più tempo possibile all'aperto. In alcuni casi, l'ipossia fetale può essere il risultato di disturbi metabolici nel corpo di una donna o di un bambino. Patologie nella formazione e nel funzionamento della placenta (ad esempio, l'invecchiamento precoce) portano ad un apporto insufficiente di ossigeno e sostanze nutritive, che è un fattore di rischio per l'insorgenza di emorragia intracerebrale.

L'ipossia acuta può verificarsi anche durante il travaglio prolungato e difficile. La diagnosi errata delle dimensioni e del peso del feto sono di grande pericolo: se la circonferenza della testa del bambino è più ampia del canale del parto della madre, il bambino può rimanere bloccato e soffocare. In questo caso, il medico decide di imporre un forcipe ostetrico o di usare un aspirapolvere. Queste procedure sono anche piuttosto pericolose, poiché quando la testa è fortemente compressa, i vasi sanguigni del cervello vengono schiacciati, che possono rompersi sotto l'influenza dell'alta pressione.

Luoghi di emorragia nel cervello

Fai attenzione! L'emorragia cerebrale durante l'imposizione del forcipe ostetrico viene diagnosticata nel 42% dei bambini, quindi durante la gravidanza è importante sottoporsi agli esami prescritti da un medico in tempo utile per eliminare le complicazioni nel processo del travaglio. Con fattori di rischio significativi, a una donna verrà offerta l'estrazione fetale con un taglio cesareo, che ridurrà la probabilità di conseguenze negative.

Altre cause di emorragia cerebrale nei neonati includono:

  • prematura, consegna rapida;
  • parto dopo 40 settimane di gestazione;
  • infezioni della madre durante la gravidanza.

Le malattie infettive della madre durante il parto, come le infezioni genitali, hanno un effetto molto negativo sulle condizioni del feto e sul suo sviluppo. Danni ai vasi sanguigni possono verificarsi anche nel periodo di crescita intrauterina, quindi una donna deve essere attenta al proprio corpo e adottare tutte le misure per prevenire le malattie infettive.

Tipi di sanguinamento

Per determinare la prognosi della vita e della salute, è necessario classificare correttamente il tipo di emorragia. I tipi di patologia differiscono nel luogo di localizzazione e cause e la loro diagnosi può fornire un quadro clinico più completo e determinare le tattiche terapeutiche.

Emorragia cerebrale nei neonati

L'emorragia cerebrale nei neonati è il risultato della rottura della nave intracranica. Questo è un grave infortunio che colpisce lo sviluppo del bambino, dopo di che sono possibili molte complicazioni. L'emorragia si verifica per le seguenti ragioni: parto precoce, gravidanze gravi, parto errato di aiuto ostetrico. Le conseguenze dipendono dalla posizione e dall'entità dello spread, ma sono sfavorevoli.

Struttura del cervello

Il cervello è costituito da 3 membrane: solido, morbido e aracnoideo (arahnaid), e la struttura interna contiene i ventricoli, la materia bianca e grigia del cervello. I gusci svolgono una funzione protettiva e conduttiva. Insieme formano la BBB - la barriera emato-encefalica, che è responsabile della protezione del cervello da cellule del sangue, virus e batteri.

  • In ordine, a partire dalla volta cranica, sulla parte superiore del cervello si trova il solido guscio del cervello. In latino, si chiama "dura madre", perché il sanguinamento tra il cranio e il guscio duro è chiamato epidurale, e sotto il guscio duro - sanguinamento subdurale.
  • Il prossimo guscio è aracnoide. Sotto di esso c'è la massa del liquido cerebrospinale. Un altro nome è arahnaid.
  • Dopo che segue "pia mater" - il guscio morbido è attaccato al cervello dappertutto, svolgendo una funzione protettiva.
  • Inoltre, il cervello allinea l'ependima - lo strato epiteliale, avvolge il cervello e svolge una funzione protettiva.

Le membrane sono permeate di sangue e vasi linfatici. La materia grigia ha una funzione analitica. Si trova nella corteccia degli emisferi e in esso sono localizzati i nuclei - gruppi di neuroni responsabili di varie funzioni del corpo. Il bianco consiste di assoni e dendriti di cellule nervose e svolge una funzione conduttiva. I ventricoli fungono da serbatoi del liquido cerebrospinale cerebrospinale, dopo di che si diffonde attraverso il canale del midollo spinale e funge da funzione omeostatica.

Tipi e gradi di emorragia nei bambini

La gravità dipende dalla posizione dell'emorragia. I seguenti tipi di emorragie si distinguono:

  • epidurale;
  • subdurale;
  • subaracnoidea
  • ventricolare

Le emorragie hanno 4 gradi di gravità, a seconda della distribuzione del sangue nel cervello e l'entità del danno:

  • Grado 1 - emorragia subependimale;
  • 2 gradi: il sangue riempie parzialmente o completamente il ventricolo laterale del cervello senza aumentarne le dimensioni;
  • 3 gradi - il sangue riempì il ventricolo e lo aumentò di dimensioni;
  • 4 gradi: il sangue espande il ventricolo e penetra nella sostanza del cervello.

Questa divisione non è del tutto vera, perché per definizione non riflettono la massa dell'emorragia, il grado di danno ai vasi sanguigni e ai tessuti del cervello terminale. L'ICD-10 suggerisce una classificazione diversa in base al grado di diffusione della lesione. ICD-10 è la classificazione internazionale delle malattie che sistematizza i dati sulle diagnosi che vengono fatte oggi. È indicato nel diario elettronico della malattia.

Emorragie ICD-10:

  • subependimale;
  • Intraventricolare senza sfondamento nel parenchima cerebrale;
  • Intraventricolare con una svolta nel parenchima cerebrale.

La divisione introduce confusione nella formulazione dell'esatta formulazione della diagnosi, quindi, non si basa su di essi, ma sugli ultrasuoni e sui dati a raggi X che si basano sulla valutazione della condizione.

sintomi

A seconda del tipo di emorragia verificatasi, i sintomi variano. I sintomi variano nella distribuzione tra gli strati di tessuto e il grado di penetrazione.

epidurale

Sintomi di emorragia epidurale:

  • Dilatazione visibile della pupilla dal lato danneggiato;
  • Bradicardia: battito cardiaco ridotto;
  • Riduzione della pressione sanguigna;
  • Ipossia o asfissia;
  • Crampi muscolari

Il sanguinamento epidurale è una conseguenza del danno alla volta cranica. I bambini prematuri hanno spesso un cranio eccessivamente duttile, che viene facilmente spostato. Le navi sono rotte tra il durale e lo strato osseo, portando al rilascio di sangue sotto il cranio.

I sintomi non compaiono nelle prime 4-6 ore, dopo di che il bambino peggiora bruscamente. Due giorni - e le conseguenze sono irreversibili.

Sintomi di emorragia subdurale: in generale, i sintomi coincidono con l'epidurale, con la differenza che non esiste una sindrome da compressione. Tale emorragia non si verifica quasi mai al momento nella pratica medica migliorando i metodi di aiuto ostetrico.

subaracnoidea

Segni di emorragia subaracnoidea:

  • Eccitabilità del bambino;
  • Disturbi del sonno, pianto costante;
  • Un aumento delle dimensioni della testa a causa della divergenza delle ossa del cranio
  • Strabismo, convulsioni;
  • Mentire ad occhi aperti.

Questa è una conseguenza della rottura dei vasi sanguigni sotto la membrana aracnoidea del cervello. I prodotti di decadimento del sangue si depositano sulla sostanza corticale e causano lo sviluppo di infiammazione. L'emorragia subaracnoidea è una conseguenza dell'intervento ostetrico ed è la più pericolosa.

Parenchimale e intraventricolare

Sintomi di emorragia parenchimale e intraventricolare. Quando il sangue riempie i ventricoli, tutto dipenderà dal grado di riempimento. L'emorragia si verifica nei bambini prematuri che hanno uno sviluppo ritardato del sistema nervoso centrale e nascono prima di 32 settimane. Se i ventricoli non sono completamente riempiti e non ingranditi, la lesione scompare da sola, dopo 3-4 giorni.

Con il pieno riempimento dei ventricoli e la diffusione alla sostanza cerebrale, se il trattamento è stato avviato troppo tardi, allora ci sarà uno sviluppo di paralisi cerebrale e anomalie mentali, i cui segni appaiono molto più tardi.

motivi

Le cause dell'emorragia cerebrale sono piuttosto ampie. In ogni singolo caso, puoi evidenziare le tue ragioni, tuttavia, nella maggior parte dei casi c'è la seguente lista:

  • Ipossia dovuta al fumo;
  • prematurità;
  • Errori di dottori durante parto;
  • Infezioni intrauterine.

I motivi principali sono la prematurità e il sottopeso. Con il sottosviluppo nei bambini prematuri, il cranio non ha una struttura sufficientemente forte. Anche con un adeguato aiuto ostetrico, l'emorragia è possibile. Il trattamento in questo caso è accompagnato da azioni operative per sostenere lo sviluppo del bambino con sottopeso. Le ragioni sono anche associate alle azioni sbagliate degli ostetrici durante il parto.

Una somministrazione troppo lunga può portare all'ipossia e all'occlusione solo i vasi guadagnati, che al primo respiro - il flusso dei primi sorsi di ossigeno esterno, è probabile che scoppino e riempiano gli spazi circostanti.

Nei neonati prematuri, tali rischi sono doppiamente aumentati a causa della debolezza delle navi e del sistema nervoso centrale sottosviluppato. Il fumo provoca un aumento dell'offerta di anidride carbonica nel sangue, che impedisce l'apporto di una quantità sufficiente di ossigeno alle cellule del feto. La mancanza di energia nel metabolismo plastico provoca una riorganizzazione funzionale delle cellule cerebrali e dei vasi sanguigni. I vasi si indeboliscono e il sistema nervoso centrale presenta disabilità dello sviluppo.

Le cattive abitudini influenzano lo sviluppo e la possibilità di parto prematuro di bambini prematuri, e le cause della malattia si trovano interamente sui loro genitori.

trattamento

Molto spesso, diversi tipi di emorragia nei bambini prematuri si verificano contemporaneamente. Subarachnoid combinato con intraventricolare in un gran numero di casi. Il trattamento è diretto alla rimozione dei resti di cellule del sangue che si depositano sulla sostanza del cervello e all'eliminazione della sindrome da compressione. Le conseguenze di tali combinazioni, se il trattamento viene avviato in tempo, passano abbastanza rapidamente e non hanno un effetto significativo.

La diffusione del sangue nel parenchima causa gravi danni. Le conseguenze - paralisi cerebrale e disturbi mentali in questi casi costituiscono la metà delle statistiche.

Il resto include la perdita dell'udito e della vista. Il trattamento mira a ripristinare la normale funzione dei nuclei colpiti. In generale, il trattamento porta buoni risultati, poiché il cervello del bambino è ancora plastico e rigenera rapidamente le cellule cerebrali perse. È necessario che il trattamento venga avviato in tempo e non rinviato più tardi.

prevenzione

La prevenzione è il miglior trattamento per la malattia. Cerca di calcolare in anticipo i fattori di rischio che ti circondano. Quando si sceglie un ospedale per maternità, affidarsi alle recensioni degli amici, ma non salvare nessuno dal fattore umano durante il parto. Smetti di fumare prima della gravidanza e svezza i tuoi cari.

Importante prima della gravidanza sarà testato per la toxoplasmosi, la rosolia e le infezioni urinarie.

Il toxoplasma e la clamidia sono quasi asintomatici nel corpo e possono influenzare la formazione di un bambino, causando prematurità, malformazioni cerebrali e ipoplasia neurovascolare.

Emorragia nel cervello di un neonato: cause, sintomi e trattamento dei bambini prematuri

L'emorragia nel cervello di un neonato è una delle più complesse lesioni alla nascita che colpiscono il sistema nervoso centrale. In tale condizione, il cranio del bambino viene danneggiato, a seguito del quale il vaso sanguigno del cervello viene rotto.

Caratteristiche e fattori di rischio

Molti fattori possono provocare emorragie intracraniche. Ciò è dovuto sia alla gravidanza patologica che alla banale negligenza dei medici. In questo caso, la nave può esplodere in qualsiasi area del cervello del bambino.

Le cause dell'emorragia nei bambini dipendono in larga misura dal periodo in cui sono nati. Molto spesso questa patologia è provocata dai seguenti fattori:

  1. Consegna pretermine (prima di 32 settimane), specialmente se la gravidanza era accompagnata da tossicosi prolungata.
  2. Lavoro rapido o prolungato, che è considerato patologico e causa ipossia cerebrale nel feto.
  3. Usa una pinza ostetrica che danneggia il cranio di un bambino.
  4. Gravidanza prolungata. In questo stato, le ossa del cranio del bambino perdono elasticità, aumentando il rischio di lesioni durante il parto.
  5. La sconfitta dell'infezione intrauterina.
  6. Frutto troppo grande in una donna con una pelvi stretta.
  7. Vari difetti nei bambini

Ricordate! Nei neonati prematuri, il rischio di lesioni durante il parto con un'ulteriore emorragia intracranica è del 50%. La più alta probabilità di patologia è nei bambini di peso inferiore a 1,5 kg.

Tipi e sintomi di emorragia cerebrale

I segni comuni di emorragia cerebrale nei bambini sono:

  • letargia;
  • disturbo della coscienza;
  • aumento della reazione anche a un piccolo irritante;
  • convulsioni;
  • perdita di peso critica;
  • vomito frequente;
  • aumento della pressione intracranica;
  • scarso appetito.

Ulteriori sintomi possono verificarsi a seconda del tipo specifico di lesione e della posizione dell'emorragia.

Questa patologia ha le seguenti varietà:

  1. Lesione subaracnoidea È caratteristico dei bambini prematuri, nonché con l'uso di manipolazioni ausiliarie durante il travaglio. In questo stato, c'è una sconfitta dei vasi sanguigni sulla sostanza del cervello, che porta allo strabismo, al pianto costante, alle convulsioni, al sonno disturbato.
  2. Vista epidurale Questa patologia porta alla sconfitta delle navi che si trovano sotto le ossa del cranio. Sviluppare una complicazione della gravidanza post-parto o consegna rapida. I sintomi di tale emorragia saranno la bassa pressione, i crampi, l'ipossia e una pupilla espansa sulla parte colpita della testa.
  3. Vista subdurale La patologia è accompagnata dall'accumulo di sangue tra le meningi. Il più spesso è osservato con un frutto grande e una pelvi stretta in donne. Questa complicazione può portare ad una serie di disturbi neurologici e ad alta bilirubina nel sangue.

È importante! Il più pericoloso è il periodo della prima settimana dopo la nascita del bambino, quando vengono rilevati i primi sintomi di emorragia. Se non si verifica alcun deterioramento dopo la seconda settimana di vita del bambino, la previsione diventa più favorevole.

diagnostica

Sospetto che una tale complicazione in un bambino possa avere esperienza di un medico sulle manifestazioni caratteristiche della malattia. Per chiarire la diagnosi, il bambino dovrebbe condurre diversi studi importanti.

Scansione CT inizialmente nominata. Questo è il metodo più accurato che è molto informativo per il danno cerebrale. Non solo rivelerà il focus della patologia, ma sarà anche in grado di rilevare il tipo di emorragia.

Inoltre, devono essere eseguiti un coagulogramma, esami del sangue generali ed EEG.

Quando si conferma la diagnosi, sono necessari il ricovero e il trattamento urgenti.

trattamento

Il trattamento dell'emorragia cerebrale nei bambini dipende dalla negligenza (grado 1, 2 o 3) e dal tipo di patologia. In questo caso, il medico curante sceglie un corso specifico di trattamento su base individuale per ogni singolo bambino. In questo caso, il medico prende necessariamente in considerazione la negligenza della condizione, i sintomi e la gravità del danno cerebrale.

Il periodo acuto della malattia richiede il ripristino delle funzioni del cervello, del cuore e della respirazione. Il corso generale di terapia è finalizzato alla normalizzazione della circolazione sanguigna.

Se necessario, al neonato vengono somministrate cure di rianimazione di emergenza.

Per ridurre il rischio di edema polmonare e tutte le sue conseguenze, vengono utilizzati diuretici (Sudoxen).

Viene eseguita una puntura per ridurre la pressione intracranica.

In caso di sanguinamento grave, sono prescritti preparati di Vikasol o di cloruro di calcio.
Per ripristinare importanti oligoelementi nel corpo nel corso del trattamento comprendono glucosio, solfato di sodio, panangina.


Per aiutare un bambino, i genitori dovrebbero essere soddisfatti di tali suggerimenti:

  • non automedicare e accettare immediatamente il ricovero del bambino;
  • continuare ad allattare al seno il più a lungo possibile;
  • eseguire tutti gli appuntamenti medici;
  • eseguire le necessarie misure igieniche per il neonato;
  • Non lasciarti piangere senza attenzione.

Probabili complicazioni

Il cervello dei bambini ha un'eccellente capacità di recupero, quindi, con una patologia minore, la prognosi del bambino è favorevole e può svilupparsi normalmente. Prende il processo di recupero da 5 mesi a 2 anni.

Nei casi più gravi, le conseguenze possono rimanere con il bambino per tutta la vita. In questa condizione, il bambino può sviluppare le seguenti complicazioni:

  • epilessia;
  • disturbo dello sviluppo;
  • disturbi neurologici;
  • esito fatale.

Ricordate! Le emorragie intraventricolari, di regola, sono piccole, quindi sono ben trattate e possono passare senza lasciare traccia in un bambino. Se il bambino ha una profusa emorragia nei ventricoli, allora la questione dell'intervento può essere sollevata.

reinserimento

Nei primi giorni dopo il rilevamento della patologia, il bambino deve essere sotto costante controllo medico. Di solito tali bambini vengono trasferiti in terapia intensiva.

Per migliorare le condizioni del bambino, il suo letto deve essere posizionato in modo che la testa sia leggermente sollevata. A una distanza di 30 cm dalla testa del paziente viene posta ghiaccio. Una piastra riscaldante è posizionata vicino ai piedi.

Nella prima settimana del bisogno neonato di nutrire il latte materno. All'atto di violazione di funzione di deglutizione la sonda è entrata.

Con la normalizzazione delle condizioni del bambino e dopo la fine della terapia farmacologica, dovrebbe essere condotto un corso di riabilitazione. Include massaggi e ginnastica speciale. Crescendo, il bambino potrebbe aver bisogno di lezioni di nuoto e lezioni con un logopedista.

Inoltre, tali pazienti dovrebbero essere regolarmente monitorati da un medico (pediatra, neuropatologo, ortopedico).

Misure preventive

Sfortunatamente, è impossibile prevenire completamente l'emorragia cerebrale nei neonati, poiché il parto è sempre un processo imprevisto, e anche la gravidanza più favorevole non garantisce complicazioni dopo.

Per ridurre il rischio di conseguenze negative, una donna dovrebbe seguire questi suggerimenti:

  1. Tutta la gravidanza periodicamente osservata da un medico.
  2. Monitora la tua salute ed evita lo stress.
  3. Abbandona il lavoro fisico difficile che può causare parto pretermine.
  4. In tempo per curare le malattie infettive che possono danneggiare il feto e provocare complicazioni.
  5. Rinunciare a cattive abitudini (fumare, bere alcolici) e vestire la dieta corretta.
  6. Accompagnare con cura la scelta delle cliniche e il medico che prenderà in consegna.

Vale anche la pena ricordare che se il feto è grande e il bacino della donna è troppo stretto, allora un taglio cesareo sarà più ragionevole. Questo proteggerà contro le conseguenze indesiderabili.

L'emorragia nel cervello di un neonato è considerata una patologia molto pericolosa, alla quale è necessario rispondere immediatamente. Anche se i genitori notano segni di danni al cervello dopo essere stati dimessi dall'ospedale di maternità, devono consultare un medico il più presto possibile per prevenire gravi complicazioni.

Trattamento dell'emorragia cerebrale di un neonato

Gravidanza e parto - un momento difficile non solo per la futura mamma, ma anche per il suo bambino. Non sempre il periodo di trasporto e la nascita di un bambino scorre senza intoppi, spesso ci sono vari tipi di complicazioni e lesioni.

A seguito di tali violazioni si possono sviluppare gli effetti più avversi che minacciano la vita e la salute del bambino. L'emorragia nel cervello di un neonato è considerata una di queste conseguenze.

Questa malattia, più spesso, ha un decorso sfavorevole, anche se tutto dipende dalla localizzazione del sanguinamento e dal suo volume e intensità. L'emorragia cerebrale è considerata una delle cause frequenti dello sviluppo di una condizione così pericolosa come la paralisi cerebrale.

Molto spesso, l'aiuto ostetrico artificiale, in particolare, l'uso di pinze ostetriche per estrarre un bambino dal canale del parto della madre, porta al verificarsi di emorragie.

Al fine di prevenire il verificarsi di complicazioni nel processo di lavoro, una donna durante il periodo di trasporto di un bambino deve soddisfare tutti i requisiti del ginecologo.

Sugli effetti del cefaloematoma nei neonati, leggi qui.

Informazioni generali

L'emorragia nel cervello si verifica quando il danno alle ossa del cranio.

Come risultato di questo danno, l'integrità dei vasi sanguigni situati nella zona del cervello viene interrotta. Spesso, l'emorragia intracranica si verifica a causa di un danno cerebrale ipossico.

Con tali disturbi, il sangue penetra sotto il guscio duro o molle del cervello, in alcuni casi, impregna la sostanza grigia dell'organo, causando violazioni della sua funzionalità.

Quando le grandi navi sono danneggiate, l'emorragia è molto intensa ed estesa, comporta conseguenze pericolose e talvolta irreversibili che minacciano la vita e la salute del neonato.

Le manifestazioni della malattia dipendono non solo dall'intensità dell'emorragia, ma anche dalla posizione della nave danneggiata.

cause di

Molto spesso, le emorragie cerebrali si verificano nei bambini che sono nati prima del tempo prescritto. Le ossa del cranio e della membrana del cervello in questi bambini non sono abbastanza forti e pertanto sono più suscettibili a vari tipi di lesioni e lesioni.

Inoltre, i bambini prematuri spesso soffrono di carenza di ossigeno, che influenza anche negativamente lo stato del cervello e può innescare lo sviluppo di emorragie.

Secondo le statistiche, nei bambini il cui peso al momento della nascita era inferiore a 1500 grammi. nel 50% dei casi è stata osservata emorragia intracranica di varia gravità.

Nei neonati a termine, questo disturbo è molto più raro, in circa lo 0,001% dei casi.

Ci sono una serie di altri fattori che aumentano il rischio di emorragia nel cervello. Questi motivi includono:

  1. Sopravvivenza (nascita dopo 40 settimane di gravidanza).
  2. Basso peso alla nascita, anche se il parto è iniziato al momento giusto. Questi bambini spesso sviluppano ipossia intrauterina, rispettivamente, aumenta il rischio di emorragia intracranica.
  3. Corso patologico di gravidanza (ad esempio, infezione intrauterina del feto, insufficienza placentare, mancanza di acqua).
  4. Le grandi dimensioni della testa del bambino, rendendo difficile per lui di passare attraverso il canale del parto della madre.
  5. Prompt, o, al contrario, parto troppo lungo.
  6. Azioni sbagliate di medici che prendono alla luce (ad esempio, l'uso inetto di strumenti ostetrici per l'ostetricia artificiale).
al contenuto ↑

classificazione

A seconda della posizione del vaso sanguigno interessato, ci sono 4 tipi di emorragia intracranica:

  1. Epidurale. Il vaso sanguigno anormale si trova nell'area tra il cranio e la dura madre del cervello. Spesso la causa del sanguinamento è il trauma della nascita, ma ci sono anche casi di lesioni domestiche, per esempio, se un bambino colpisce o cade fuori dalla culla.
  2. Subdurale. L'emorragia è localizzata tra i gusci duri e molli del cervello. La ragione principale è una violazione del processo del travaglio, quando il bambino nasce a causa di un travaglio rapido o prolungato, oppure è una testa troppo grande, che è difficile da attraversare attraverso il canale del parto della madre. In questa situazione, spesso lo spostamento delle ossa del cranio, che porta alla rottura della nave.
  3. Subaracnoidea. È considerata la forma più comune di emorragia nel cervello. Il sanguinamento si verifica nella zona tra il guscio morbido dell'organo e la sua sostanza. La patologia insorge, il più delle volte a causa delle azioni sbagliate dei medici che prendono nascita, o a causa della prematurità del bambino.
  4. Intracerebrale e ventricolare. In alcuni casi, i vasi affetti localizzati nell'area sono pieni di liquido cerebrospinale. In questo caso, stiamo parlando di emorragia ventricolare, che si verifica più spesso a causa della prematurità del bambino (quando nasce prima di 32 settimane, quando alcune parti del cervello non sono sufficientemente formate).

A seconda della gravità della malattia, è consuetudine distinguere 4 delle sue varietà:

  1. Il primo grado è un'emorragia subependimale, in cui i sintomi della malattia possono essere lievi o assenti del tutto. Per molti bambini, la patologia si manifesta solo sotto forma di un russamento specifico che si verifica nei primi giorni della vita di un bambino.
  2. Nel secondo grado di gravità, il sangue entra nella regione del ventricolo laterale, riempiendo parzialmente la sua cavità, ma senza aumentarne le dimensioni.
  3. In caso di patologia del terzo grado, aumenta la dimensione del ventricolo cerebrale.
  4. Il quarto grado è caratterizzato dal riempimento del ventricolo, aumentando le sue dimensioni, la penetrazione del sangue nella sostanza del cervello.

Oggi esiste un'altra classificazione, a seconda del grado di intensità delle emorragie:

  • emorragia subependimale;
  • emorragia nel ventricolo senza penetrazione del sangue nella sostanza del cervello;
  • emorragia, accompagnata dal sangue che entra nella sostanza del cervello.
al contenuto ↑

Sintomi e segni

A seconda del tipo di disturbo, il quadro clinico che indica la sua presenza potrebbe essere diverso. Tuttavia, ci sono una serie di segni comuni caratteristici di qualsiasi tipo di sanguinamento intracranico:

  • letargia, diminuzione dell'attività motoria;
  • rigurgito abbondante dopo aver mangiato, trasformandosi in vomito;
  • convulsioni convulsive di vari gradi di intensità.

Emorragia intracranica nei neonati: cause, trattamento

La sconfitta del sistema nervoso centrale occupa una posizione di primo piano tra la mortalità dei neonati. Uno dei disturbi frequenti è l'emorragia cerebrale nei neonati. Vi sono emorragia cerebellare, intra- e okolio-ventricolare, parenchimale, epidurale e subaracnoidea. La gravità del problema risiede nell'elevata probabilità di morte e grave invalidità dei giovani pazienti.

L'emorragia cerebrale è più comune tra i bambini prematuri.

La frequenza delle emorragie cerebrali intraventricolari e ventricolari nei neonati neonati a termine non supera il 10%, mentre tra i neonati prematuri di peso inferiore a 1,5 kg la frequenza di tali casi raggiunge il 30-35% e quasi il 100% nei bambini di 1 kg e meno. La frequenza dei casi di altri tipi di emorragia è molto variabile e non importa molto, perché le emorragie nei ventricoli del cervello sono la principale causa di morte dei neonati.

Si scopre che durante l'ecografia di massa profilattica del cervello in bambini apparentemente sani a tempo pieno nel 2-3%, si riscontrano lievi emorragie intraventricolari che non hanno un quadro clinico.

Fattori di rischio

Per un'emorragia cerebrale, naturalmente, porta a un complesso di diverse ragioni, elenchiamo i principali, più significativi fattori di rischio:

  • danno alla nascita;
  • carenza di ossigeno congenita, che ha gravi conseguenze sotto forma di abbassamento della pressione sanguigna, disturbi metabolici;

A causa della compromissione della perfusione nella placenta, il sangue povero di ossigeno scorre verso il feto.

  • condizioni congenite associate a disturbi della coagulazione (carenza di vitamina K, aumento del sanguinamento dovuto a disfunzione delle piastrine);
  • nei bambini prematuri, si tratta di una violazione della regolazione automatica del flusso ematico cerebrale, che è sorto dopo soffocamento e carenza di ossigeno;
  • effetti devastanti sui vasi e sul cervello hanno trasferito infezioni intrauterine;
  • bassa temperatura corporea;
  • ridotta quantità di glucosio nel sangue;
  • insufficienza cardiaca;
  • aperto condotto arterioso;
  • alto rischio di emorragia cerebrale in neonati prematuri, bambini con basso peso alla nascita;

Neonato prematuro in incubatrice

  • motivi medici: respirazione artificiale dura, infusione rapida di soluzioni nella vena, ossigenoterapia incontrollata, procedure dolorose, cura del bambino incurante, procedure traumatiche, prescrizioni mediche improprie;
  • cause sociali: esiste una prognosi infausta in bambini nati da famiglie disfunzionali, se la madre soffre di tossicodipendenza o alcolismo, fumata durante la gravidanza, è portatrice di infezioni trasmesse sessualmente.

Le cause immediate del trauma della nascita sono la discrepanza tra la testa del bambino e la dimensione della pelvi della madre, che si verifica alla nascita di bambini grandi e anomalie delle ossa pelviche nella madre. La causa della lesione può essere rapida (2 ore) o lenta (12 ore) di erogazione, imposizione impropria di una pinza ostetrica sulla testa del bambino, estrazione del bambino dalla testa, applicazione del vuoto se il bambino nasce gambe in avanti. Il rapporto tra emorragie traumatiche e non traumatiche nel cervello è 1:10.

Meccanismi di sviluppo

Le emorragie sotto la dura madre e nel cervelletto appaiono come risultato di un trauma alla nascita - quando ci sono crepe e fratture delle ossa della volta cranica, le navi si rompono e inizia il sanguinamento. Simultaneamente con emorragie sub- ed epidurali nei bambini, lividi (cefalemocroma), fratture della clavicola, tracce di forcipe o estrattore sotto vuoto possono essere visti sulla testa.

Le emorragie ventricolari e intraventricolari del cervello nei neonati si sviluppano a causa della carenza di ossigeno, che può essere osservata con ipertensione arteriosa, ischemia e congestione venosa del cervello, con trombosi e disturbi della coagulazione del sangue.

L'emorragia subaracnoidea può verificarsi spontaneamente, a seguito di un infortunio, e come conseguenza della mancanza di ossigeno.

Il risultato - lesioni portano a emorragie superficiali, mentre le emorragie pericolose nel profondo del cervello sono il risultato di ipossia.

sintomi

La manifestazione più frequente di emorragia intracranica nei neonati è un netto deterioramento del benessere, con lo sviluppo di attacchi di dispnea, focolai di ipereccitabilità.

  • C'è un cambiamento di pianto, può essere debole o molto intenso.

In un neonato, un ematoma intracranico può manifestarsi con ansia e un cambiamento nel pianto.

  • C'è gonfiore e stress di una grande primavera.
  • I sintomi oculari sono noti: roteare gli occhi verso la palpebra inferiore, il movimento caotico, lo strabismo.
  • La temperatura corporea può saltare e diventare estremamente bassa.
  • Violazione dell'apparato digerente: rigurgito, vomito, distensione addominale, feci instabili, che portano ad un scarso aumento di peso.
  • Potresti avvertire respirazione rapida e polso, mentre le maniglie potrebbero rimanere fredde.
  • Tremando di membra, forte tremito, convulsioni.
  • Tono muscolare alterato.
  • Aumento dell'anemia.
  • Disturbi metabolici, che si riflettono nell'analisi biochimica del sangue.

Questi sintomi variano notevolmente a seconda che il bambino sia pieno o meno, quanto è grande l'emorragia, dove si trova. Aggrava l'affiliazione del bambino a polmonite, insufficienza cardiaca, meningite, risposta infiammatoria sistemica e insufficienza surrenalica.

Varietà di ematomi cerebrali

Emorragia epidurale

Situato tra la dura madre e le ossa superficiali del cranio. Differiscono nella mancanza di una sequenza di sintomi. Dopo il benessere immaginario (fino a 6 ore), il bambino diventa irrequieto, si sviluppa una compressione progressiva del cervello - in 1-1,5 giorni il coma è probabile che si sviluppi. I sintomi classici sono: pupille dilatate, crampi, immobilità delle braccia e delle gambe con una sola mano, asfissia, bassa pressione sanguigna e un polso raro.

Emorragia subdurale

Osservato con spostamento delle placche ossee del cranio. È il risultato della posa del forcipe sulla testa di un bambino, dando alla luce un bambino con le gambe in avanti, quindi è raro e per lo più in grandi neonati. Localizzazione - la regione della testa, la corona. I sintomi della malattia si sviluppano lentamente: 1-3 settimane dopo la nascita.

Emorragia cerebellare

Procede intensamente con una brillante severità dei sintomi della depressione dell'attività del sistema nervoso centrale, compressione del tronco cerebrale. Il corso dipende dalla tempestività della diagnosi e del trattamento - con la diagnosi precoce, più della metà dei bambini ha la possibilità di un esito favorevole.

Il cervelletto è responsabile della coordinazione dei movimenti.

Emorragia subaracnoidea

Si verificano quando le navi meningee si rompono. I sintomi della malattia si sviluppano immediatamente dopo la nascita, ma possono anche in alcuni giorni. Un'emorragia lieve può verificarsi inosservata, moderata e grave si verificano con la manifestazione di sintomi meningei, ipertensione endocranica, idrocefalo.

Emorragia intraventricolare

I sintomi hanno un andamento ondulatorio simile a quello di un salto, che viene in seguito sostituito da un deterioramento o miglioramento del benessere. Emorragia più o meno volumetrica nei ventricoli del cervello si manifesta nel secondo giorno di vita da anemia, rigonfiamento della fontanella, diminuzione del tono muscolare, attività fisica, il bambino smette di mangiare, aumento della respirazione, movimenti oculari irregolari, calo della pressione sanguigna, pulsazioni frequenti.

effetti

Se l'emorragia è asintomatica, o i disturbi neurologici sono minori, allora l'ulteriore prognosi è abbastanza favorevole. Se l'emorragia è estesa e non è stata rilevata nei primi giorni dopo la nascita, successivamente si forma una cisti, poiché il tessuto cerebrale all'interno dell'emorragia viene distrutto, questo può causare tutti i tipi di disturbi neurologici nel bambino, ritardi nello sviluppo mentale e fisico.

La prognosi dipende dalla tempestività della diagnosi, trattamento, localizzazione e dimensione dell'emorragia.

Nel 50% dei bambini trattati, i ventricoli si espandono successivamente, il che porta allo sviluppo dell'idropisia nel cervello (idrocefalo). Complicazioni come la ventricolite, la paralisi cerebrale, la meningoencefalite, i disturbi della liquodinodinamica possono ridurre significativamente l'aspettativa di vita dei giovani pazienti.

diagnostica

Se si sospetta un'emorragia intracerebrale, un bambino nella maternità subisce un esame ecografico del cervello nei piani standard della testa, attraverso una grande molla. In casi più oscuri, la TC aiuta a confermare la diagnosi.

trattamento

I neonati con emorragia cerebrale sono sotto stretta supervisione medica in modalità protettiva. La cura del bambino viene effettuata con delicatezza e attenzione, ogni procedura viene eseguita il più accuratamente possibile in modo da non causare il dolore e il disagio del bambino.

La nutrizione di bambini è effettuata attraverso una bottiglia, è pericoloso succhiare il latte da un petto a causa di sforzo fisico, i bambini in una condizione seria sono nutriti attraverso una sonda e contagocce.

Il trattamento viene eseguito in base ai sintomi principali:

  • Etamzilat, Vikasol viene introdotto per fermare l'emorragia.
  • Con convulsioni - Fenobarbital.
  • Con gonfiore del cervello - Diakarb, Mannitolo.
  • Secondo le indicazioni prescritte nootropics, antibiotici, farmaci vascolari, elettroliti.

Con l'aumento dell'emorragia, la massa del processo con lo spostamento dei ventricoli e di altre strutture cerebrali, viene eseguito un trattamento neurochirurgico, il 30-40% dei bambini ne ha bisogno. Tra i metodi chirurgici, vengono utilizzate le punture lombari e ventricolari, l'aspirazione del sangue dai fuochi emorragici, i tubuli da shunt di liquore. Un terzo dei pazienti dopo il trattamento chirurgico si sta riprendendo.

Se necessario, il trattamento degli ematomi intracranici viene eseguito chirurgicamente.

L'aspetto nella famiglia di un bambino è pieno di nuove, precedentemente sconosciute difficoltà che a volte possono essere completamente imprevedibili e persino pericolose. Le ragioni di questo sono diverse, il risultato non è sempre favorevole. Tuttavia, prima viene diagnosticata la malattia, prima inizia il trattamento, più è probabile che il bambino sia sano e felice.

Emorragie intracerebrali nei neonati pretermine: effetti, trattamento, prognosi

L'emorragia all'interno o intorno al cervello può verificarsi in qualsiasi neonato, ma è particolarmente comune nei bambini pretermine.

Ischemia-ipossia, cambiamenti nella pressione sanguigna e pressione. La presenza di una matrice embrionale rende più probabile il sanguinamento. Il rischio aumenta anche con le malattie ematologiche (ad esempio, carenza di vitamina K, emofilia, DIC).

L'emorragia subaracnoidea è probabilmente il tipo più comune di emorragia intracranica. Tali neonati sono caratterizzati da apnea, convulsioni, letargia o risultati insoliti di un esame neurologico. Un grande sanguinamento associato all'infiammazione meningea può portare all'idrocefalo durante la crescita del bambino.

L'emorragia subdurale, che ora è meno comune a causa del miglioramento dei metodi ostetrici, risulta dal sanguinamento nello spazio a forma di mezzaluna, nel tentorio o nella commessura. Tale sanguinamento di solito si verifica nei neonati da madri primipare, in neonati di grandi dimensioni o dopo nascite complicate - condizioni che possono produrre una pressione insolita sui vasi intracranici. I sintomi possono essere convulsioni; un rapido aumento della testa o risultati anormali di un esame neurologico.

Le emorragie intraventricolari e / o intraparenchimali sono il tipo più grave di sanguinamento intracranico. Spesso sono bilaterali e di solito si sviluppano nella matrice germinale. Ipossia - ischemia danneggia l'endotelio capillare, riduce l'autoregolazione cerebrale e può aumentare il flusso sanguigno cerebrale e la pressione venosa, che rendono più probabile il sanguinamento. Nella maggior parte dei casi, le emorragie intraventricolari sono asintomatiche.

Rischio: nei neonati prematuri, il rischio di emorragia intracerebrale e la sua gravità sono direttamente proporzionali al grado di immaturità:

  • 25 settimane di gestazione - 50% di rischio.
  • 26 settimane - 38%.
  • 28 settimane - 20%.
  • Le statistiche variano, a volte in modo significativo, tra le cliniche.

Il tempo della manifestazione. Nei neonati prematuri, circa il 50% delle emorragie compaiono il primo giorno di vita, il 25% nel secondo e il 15% nel terzo.

Fonti di sanguinamento:

I bambini prematuri hanno una matrice germinale (regrediscono a 32-36 settimane di gestazione) con vasi vulnerabili (sensibili alle fluttuazioni di pressione, ischemia, ipossia, acidosi, disturbi della coagulazione). A 28-32 settimane di gestazione, la maggior parte della matrice terminale si trova nella giunzione caudale, proprio dietro la buca di Monroe. Nel ventricolo IV c'è anche una matrice germinale vulnerabile.

Quando il neonato matura, il valore della matrice germinale come fonte di emorragia intracerebrale diminuisce e il plesso coroideo aumenta.

Classificazione di emorragia intracerebrale nei neonati

Consiglio. Invece delle classificazioni di cui sopra (ce ne sono altre), è meglio usare una breve descrizione esatta usando i termini "matrice germinale", "intraventricolare", "parenchimale" e indicando la localizzazione.

La classificazione papillare è la classificazione più comune dell'emorragia in NN, basata su dati di tomografia computerizzata:

  • Emorragia di grado I: subependimale.
  • Emorragia II grado: con una svolta nel ventricolo senza la sua espansione.
  • Emorragia di III grado: con una svolta nel ventricolo e la sua espansione.
  • Emorragia di IV grado: una combinazione di emorragie di grado I - III con emorragia nel parenchima cerebrale.

Classificazione DEGUM (German Society for Medical Ultrasound). Sviluppato dal dipartimento pediatrico di DEGUM nel 1998 e costruito sulla base di dati ad ultrasuoni:

  • Emorragia di grado I: subependimale.
  • Emorragia P grado: intraventricolare con riempimento del 50% del lume.
  • Le emorragie parenchimali (cervello grande, cervelletto, gangli della base, tronco cerebrale) sono descritte separatamente (posizione e dimensioni).

Diagnosi di emorragia intracerebrale nei neonati

Le emorragie intracraniche dovrebbero essere sospettate in un neonato con apnea, convulsioni, letargia o sintomi neurologici insoliti; questi bambini hanno bisogno di avere una scansione TC della testa. Sebbene l'ecografia del cranio non sia pericolosa, la TC è un metodo più sensibile per i sottili strati di sangue. Tuttavia, per lo screening dei bambini molto prematuri (ad esempio,

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5