Come puoi prevenire le emicranie

Prevenzione

L'emicrania è un disturbo abbastanza comune. Questa è una malattia neurologica cronica. È noto che è ereditato. È caratterizzato da forti mal di testa. Più spesso le donne soffrono di emicrania, ma è possibile che sia possibile anche l'affetto dei maschi.

Gli attacchi, in media, si verificano da 2 a 8 volte al mese. La qualità della vita della paziente diminuisce: nel corso del tempo c'è una perdita di capacità lavorativa e l'appropriazione della disabilità. La prevenzione dell'emicrania consiste nell'individuare i fattori che hanno provocato l'attacco e nell'eliminare questi fattori.

Fattori predisponenti

Molto spesso, i pazienti possono identificare in modo indipendente tra gli eventi precedenti il ​​fatto che è stata la causa dell'attacco o il motivo per cui le recidive sono diventate frequenti. I medici identificano i seguenti fattori:

  • stress cronico e stanchezza;
  • sovraccarico emotivo dovuto a emozioni negative vissute o alla loro soppressione;
  • mangiare cibi che provocano convulsioni;
  • una diminuzione dei livelli di glucosio nel sangue;
  • cambiamenti nei livelli ormonali.
Fare senza stress nella vita di tutti i giorni sta diventando sempre più difficile. I farmaci lenitivi possono aiutare. È importante consultare il proprio medico prima dell'uso.

Anche un sonno inadeguato o eccessivo può causare mal di testa. Per un adulto in età lavorativa, è sufficiente una notte di otto ore di sonno (non meno di 6 ore e non più di 9!). Tuttavia, tutto è individuale e tutti conoscono già i bisogni del proprio corpo. Per la prevenzione dell'emicrania, è importante osservare il regime del sonno e del riposo.

Evita l'affaticamento emotivo. Devi imparare come trasformare le tue emozioni negative o buttarle fuori senza scandali. Per fare questo, è possibile utilizzare sollievo psicologico: strappare la carta a brandelli, colorare o andare in palestra per la boxe. Ognuno ha i propri metodi per sfruttare le esperienze accumulate. Prestare attenzione anche ai tè con menta e melissa, un mezzo eccellente per rilassarsi.

Cibo pericoloso

È stata rivelata la dipendenza dagli attacchi di emicrania sui prodotti commestibili. Quindi, ecco una lista di cibi da evitare:

  • Prodotti contenenti ammina. Questo supplemento provoca i vasi del cervello per restringere e allargare bruscamente. Le ammine si trovano in costose varietà di formaggio, salsicce, legumi, fegato di pollo, pesce affumicato, granchi, così come in alcuni frutti (agrumi e ananas);
  • Caffè e caffeina. Anche dall'uso del tè verde dovrebbe astenersi. Tale cioccolato fondente utile è particolarmente pericoloso. Per dolci note: latte e cioccolato bianco non sono classificati come prodotti pericolosi;
  • Bevande alcoliche Soprattutto champagne, birre scure e vino rosso secco. E per il verificarsi di un attacco basterebbe un bicchiere di vino o mezzo bicchiere di birra;
  • Spezie: cannella, peperoncino, noce moscata.
Ipoglicemia - abbassamento dei livelli di zucchero nel sangue. Da questo ha rivelato la dipendenza degli attacchi di emicrania. Diminuzione dei livelli di zucchero nel sangue a causa di pasti e spuntini mancati. Ecco perché è così importante mangiare regolarmente e completamente.

Lo sfondo ormonale nel corpo delle donne è costantemente fluttuante. Si ritiene che il mal di testa sia più sensibile nella prima metà del ciclo mestruale e più precisamente all'inizio. Gli attacchi di emicrania sono anche soggetti al gentil sesso al momento della menopausa (menopausa). Anche le donne che assumono contraccettivi ormonali sono a rischio.

Il trattamento è mirato al sollievo tempestivo degli attacchi e alla loro prevenzione. Il trattamento profilattico può essere effettuato con l'aiuto di farmaci o di rilevamento, seguita dall'esclusione di fattori predisponenti. Di regola, i pazienti stessi suggeriscono quali eventi provocano mal di testa agonizzante e sanno come prevenire l'emicrania.

La prevenzione della droga sta prendendo farmaci con l'obiettivo di influenzare gli attacchi di emicrania. La loro frequenza, durata e intensità di un mal di testa dovrebbero diminuire. È anche necessario escludere la transizione dell'emicrania alla forma cronica.

Indicazioni per la prevenzione della droga

Si fa ricorso al trattamento profilattico con farmaci, al fine di migliorare la qualità della vita dei pazienti che soffrono di frequenti e gravi attacchi di emicrania (o attacchi). La decisione su questo trattamento è presa da un neurologo. Indicazioni per l'assunzione di droghe:

  • La frequenza degli attacchi raggiunge due volte al mese e anche di più. Allo stesso tempo, lo stato di salute è estremamente difficile e influenza negativamente la capacità lavorativa;
  • I farmaci che il paziente prende dagli attacchi non danno l'effetto desiderato;
  • Convulsioni causate da disturbi del sistema nervoso. Questi sono vari disturbi neurologici, possibili attacchi epilettici;
  • "Tratta", ovvero, fermati, un attacco si verifica più di due volte a settimana.

Gruppi di droga

Per la terapia preventiva, sfortunatamente, probabilmente non fu inventato un rimedio sicuro che avrebbe aiutato tutti i pazienti. Pertanto, in base all'identificazione delle cause, la selezione dei farmaci avviene esclusivamente individualmente. Quindi, quali gruppi di farmaci sono usati per il trattamento profilattico?

  • Vasodilatatori (beta-bloccanti: atenololo, metoprololo, calcio bloccanti - flunarizina);
  • Antidepressivi - amitriptilina;
  • Anticonvulsivi - carbamazepina, topiramato, acido valproico;
  • Antagonisti della serotonina (contengono derivati ​​dell'ergot). Ad esempio, vazobral;
  • Antinfiammatorio non steroideo.

Il neurologo prescriverà il dosaggio richiesto del farmaco selezionato (o una sua combinazione) e prescriverà un regime di trattamento e un regime. È importante cercare aiuto e non auto-medicare e in ogni caso non aspettarsi che tutto passi da solo.

Attacco di emicrania: come alleviare rapidamente il dolore a casa?

Per capire quanto può essere spiacevole un attacco di emicrania, solo la persona che l'ha sperimentato almeno una volta nella vita può farlo. Questa condizione è trasferita molto più difficile del solito mal di testa, associato, ad esempio, a salti di pressione sanguigna o che è diventato una conseguenza del superlavoro.

È abbastanza difficile fermare un attacco di emicrania, ma è del tutto possibile se sai come trattare un attacco di emicrania correttamente. Più avanti nell'articolo vedremo i principali modi per combattere l'emicrania, i farmaci efficaci che possono aiutare, così come un elenco di misure preventive che possono ridurre al minimo l'insorgenza del prossimo attacco di emicrania.

Cos'è questa malattia?

L'emicrania è una delle manifestazioni di anormalità nel cervello e si riferisce a malattie neurologiche. Un attacco di emicrania si distingue dal solito mal di testa da un forte carattere doloroso, pulsazioni pulsanti (il dolore può essere osservato solo in una parte della testa - a destra oa sinistra).

Gli attacchi di emicrania sono spesso accompagnati dai seguenti sintomi:

  • nausea e vomito;
  • percezione dolorosa della luce intensa;
  • suoni forti insopportabili.

Circa 1 persona su 7 periodicamente soffre di emicrania. Allo stesso tempo, in alcuni, un attacco può verificarsi 1-2 volte durante l'anno, mentre in altri - quasi ogni giorno. In questi rari casi, la pratica medica mondiale consente di prendere in considerazione la questione dell'assegnazione di una disabilità a un paziente affetto da frequente emicrania sistematica.

Un attacco forte è davvero in grado di privare una persona dell'opportunità di lavorare e condurre una vita piena. Quindi esaminiamo i modi per alleviare questa spiacevole condizione.

Primo soccorso: cosa fare prima di prendere le pillole?

Se una persona avverte l'attacco di un attacco o l'emicrania è già iniziata, se possibile, deve assumere una posizione sdraiata e la postura più comoda. Una persona deve fornire le condizioni più comode:

  1. Se l'attacco è accompagnato da fotofobia - è necessario escludere fonti di luce intensa, chiudere le finestre con un panno spesso.
  2. Se durante l'emicrania una persona è incline a iperacusia e fonofobia, è necessario garantire il massimo silenzio.
  3. Se accompagnato da iperosmia emicranica - rimuovere tutte le fonti di odori forti e specifici.
  4. All'interno è necessario fornire aria fresca e pulita.

Come puoi rimuovere rapidamente il dolore grave?

Ma se l'attacco è avvenuto inaspettatamente e la persona non ha avuto il tempo di contattare il medico, ha senso utilizzare il kit medico standard utilizzato durante un attacco di emicrania.

farmaci

Lo scopo principale dell'assunzione di farmaci è quello di eliminare un forte mal di testa. Di conseguenza, prima di tutto, è necessario prendere la medicina del dolore.

Antispasmodici e analgesici

Per alleviare il mal di testa, è possibile utilizzare droghe pubblicamente disponibili - analgesici e antispastici, che vengono venduti in farmacia senza prescrizione medica.

La maggior parte contiene paracetamolo, ibuprofene, aspirina e caffeina. Gli strumenti più popolari sono:

  • solpadein;
  • Spazgan, spazmolgon;
  • Ibupprofen, Nurofen;
  • Aspirina (se non ci sono problemi con lo stomaco);
  • Citramon, Caffetine, Askofen (se non c'è tendenza all'ipertensione);
  • Tetralgin;
  • Ho preso;
  • Sedalgin.

antiemetici

I rimedi provati che alleviano bene la nausea e smettono di vomitare sono:

Nei casi in cui l'emicrania è accompagnata non solo la nausea, ma anche forti attacchi di vomito, bere pillole è inutile. È buono se c'è qualcuno nelle vicinanze che può fare un'iniezione intramuscolare (la maggior parte degli antispastici e dei farmaci antiemetici si presentano sotto forma di soluzioni iniettabili).

Se non c'è la possibilità di iniettare il farmaco, è possibile utilizzare il farmaco sotto forma di supposta rettale (sotto forma di supposte, vengono prodotti agenti antiemetici come Torekan, Rodavan).

Combinazioni di farmaci - combinazioni ammissibili, controindicazioni

Quasi tutte le droghe che fermano un attacco di emicrania, hanno le loro controindicazioni e effetti collaterali. Da soli, a casa non si devono combinare molti farmaci diversi. Vale la pena soffermarsi su una sola combinazione: un antispasmodico o un analgesico + un farmaco antiemetico.

Se il sollievo tanto atteso non arriva e dopo alcune ore il dolore non scompare, è consigliabile chiamare un'ambulanza. In questo caso, i medici dovranno avvertire su quei farmaci che hai già assunto.

Nell'ospedale, sotto la supervisione di un medico, vengono utilizzate varie combinazioni di iniettabili, che sono in grado di fermare l'emicrania in breve tempo. Questa può essere una combinazione di sedativi, agenti idratanti e antidepressivi.

Ad esempio, per via endovenosa:

  1. Melipramina + soluzione seducente allo 0,5% (diluita in glucosio) + Lazex.
  2. Antistaminico + soluzione allo 0,5% di Aloperidolo o soluzione allo 0,25% di Trifluperidolo (Trisedila).

Rimedi popolari

La medicina tradizionale ha i suoi suggerimenti su come rimuovere il dolore delle emicranie. Successivamente guardiamo a diversi modi popolari.

Guarda il video sul sottotitolo:

Foglie di cavolo

Quando l'emicrania è necessaria per prendere qualche foglio di cavolo bianco fresco. Le lenzuola vengono applicate sul punto della testa dove fa male, sono fissate sulla parte superiore con un fazzoletto. Si ritiene che questo metodo aiuti a ridurre il dolore durante l'emicrania.

Succo di patate

All'inizio di un attacco, devi prendere le patate fresche, sciacquarle, sbucciarle. Con l'aiuto di uno spremiagrumi prendi il succo di patate. All'inizio del dolore, devi bere un bicchiere da tavola. Infusioni medicinali

È necessario bere gli estratti di erbe, piuttosto come prevenzione delle emicranie, perché durante l'attacco stesso, non ci sarà tempo per preparare le infusioni.

Secondo le recensioni, le più efficaci sono le seguenti ricette:

  1. 1 cucchiaio. l. origano secco versare acqua bollente (300 ml), coprire con un coperchio e insistere per circa un'ora. Filtrare in modo conveniente e bere un bicchiere, tre volte durante il giorno.
  2. 3 cucchiai. l. balsamo di limone versato un bicchiere di acqua bollente. Coprire e insistere per circa un'ora. Prendi l'infuso è necessario 4-5 volte al giorno, 2 cucchiai. l.
  3. In proporzioni uguali, prendi le erbe secche di menta piperita, di fireweed a foglia stretta e origano. Tutto accuratamente miscelato e 1 cucchiaio. l. la miscela risultante viene versata acqua bollente (300 ml). Insistere per un'ora, con una forte bevanda emicrania 1 tazza di questa infusione.

Cosa succede se il trattamento non aiuta?

Uno dei problemi dell'emicrania è che con frequenti ripetizioni di attacchi, l'effetto di analgesici e antispastici diminuisce gradualmente, cioè avviene la dipendenza.

Nella diagnosi di emicrania, i neuropatologi prescrivono un trattamento profilattico, in cui vengono spesso utilizzati i triptani. La loro azione si basa sul controllo dello scambio della serotonina del neurotrasmettitore.

L'assunzione di questi farmaci dovrebbe essere molto lunga. La maggior parte dei pazienti non segue le regole per ricevere questi farmaci e non aderisce alle raccomandazioni fornite dal neuropatologo. Di conseguenza, in tali casi, il trattamento è completamente inefficace.

Prevenzione: come prevenire le ricadute?

Prima di tutto, è necessario evitare i fattori che possono provocare un attacco:

  • guardando a lungo la TV, leggendo, giochi su telefoni e tablet;
  • sovraccarico fisico e mentale;
  • lo stress.

Per ridurre l'intensità degli attacchi e la loro frequenza di occorrenza, i seguenti suggerimenti dovrebbero essere presi in considerazione:

  1. Assicurati di consultare un neurologo, che sarà in grado di scegliere un trattamento preventivo (uso di farmaci anti-infiammatori anti-steroidei, la nomina di farmaci antimigrosi - triptani).
  2. Esercizio sistematico, che non solo rafforza l'intero corpo, ma migliora anche il sistema vascolare.
  3. Rispetto del sonno, perché la mancanza cronica di sonno è una delle cause degli attacchi di emicrania.
  4. Se possibile, è necessario iscriversi per lo yoga, che insegnerà al corpo a rilassarsi e contribuire a ridurre ulteriormente l'effetto dello stress sul corpo.

conclusione

Emicrania è il problema che è davvero in grado di fornire un sacco di problemi a una persona. Per alleviare rapidamente il dolore e alleviare le condizioni del paziente, è necessario assumere farmaci (analgesici, antispastici, antiemetici).

Dopo il primo attacco di emicrania, è consigliabile cercare l'aiuto di un neuropatologo che sarà in grado di prescrivere una terapia adeguata ed efficace. Sfortunatamente, oggi non è stato trovato uno strumento che potesse salvare in modo permanente una persona da un'emicrania.

Ma per ridurre la frequenza degli attacchi e la loro intensità può essere dovuto alla prevenzione - mantenendo uno stile di vita sano e attivo, oltre a seguire rigorosamente tutte le raccomandazioni che verranno fornite dal medico curante.

Emicrania: forme, segni e come alleviare un attacco

L'emicrania ha da tempo cessato di essere una malattia delle "signore dell'alta società" che languidamente portavano l'altra faccia del palmo sulla fronte e, con finta sofferenza, descrivevano questa parola con quasi tutte le loro malattie. Praticamente tutti conoscono i sintomi reali dell'emicrania, come trattare questa malattia e prevenire un attacco, ma nonostante questo, più della metà dell'umanità si preoccupa ancora dei mal di testa di natura vascolare, indipendentemente dal sesso.

Che cos'è - un'emicrania, e che provoca un attacco

Che cos'è - un'emicrania e come affrontare gli attacchi? L'emicrania è una forma di mal di testa vascolare che di solito copre metà della testa, ma a volte si estende a tutta la testa. Il dolore inizia improvvisamente e può essere preceduto o accompagnato da sintomi visivi, neurologici o gastrointestinali.

L'emicrania è causata dal restringimento iniziale e dalla successiva espansione (vasodilatazione) delle arterie temporali, che si trovano sulla superficie esterna del cranio, proprio sotto la pelle della tempia. A causa dell'espansione dei vasi sanguigni, le fibre nervose che si avvolgono attorno alle arterie diventano tese e iniziano a rilasciare sostanze chimiche che causano infiammazione, dolore e ulteriore espansione dell'arteria, causando l'intensificazione del dolore.

Il meccanismo di sviluppo del complesso di emicrania, non completamente compreso.

Le cause dell'emicrania sono molteplici: disturbi alimentari, alcol (birra, vino rosso, champagne), fumo, disturbi del sonno, cambiamenti delle condizioni meteorologiche, surriscaldamento del sole, rumore, odori forti, cambiamenti ormonali nel corpo di una donna, mestruazioni e assunzione di contraccettivi ormonali.

Che altro provoca l'emicrania sta mangiando: cioccolato, caffè, cacao, formaggio, noci, carni affumicate, agrumi (prodotti ricchi di tiramina) interrompono il metabolismo della serotonina nel sistema nervoso centrale, che può causare un attacco di emicrania.

La ragione potrebbe anche essere: emozioni violente, eccessivo sforzo fisico e mentale, quando un'enorme quantità di adrenalina e endorfine viene rilasciata nel sangue.

Le emicranie sono più spesso colpite da persone impegnate nel lavoro intellettuale, così come da coloro che soffrono di malattie del tratto gastrointestinale, in particolare il fegato, i disturbi del metabolismo, i disturbi endocrini.

L'emicrania può apparire a qualsiasi età, di solito si fa sentire prima nel periodo da 10 a 30 anni e talvolta scompare dopo i 50 anni.

Poiché circa la metà delle persone con emicrania hanno parenti stretti con la stessa malattia, si ritiene che lo sviluppo di emicrania possa essere ereditario.

Forme, sintomi e diagnosi di emicrania

Sintomi. L'emicrania è caratterizzata da attacchi di mal di testa, che sono basati su vasospasmo con ischemia (anemia) di alcune parti del tessuto cerebrale e delle sue membrane, seguita da vasodilatazione. Ciò provoca irritazione dei recettori dei vasi sanguigni e delle membrane del cervello, l'edema del tessuto cerebrale.

L'emicrania è una condizione cronica con esacerbazioni occasionali. Il mal di testa è parossistico, pulsante, da intensità moderata a forte dolore a metà della testa. La durata di un mal di testa può durare da 4 a 72 ore. Questo dolore è aggravato dallo sforzo fisico, dall'incurvarsi della testa, accompagnato da nausea, vomito, diarrea, pallore del viso; mani e piedi sono spesso freddi. Una luce intensa, un suono acuto, un forte odore aumentano il dolore. Se hai avuto questa condizione almeno 5 volte, hai una predisposizione all'emicrania.

Esistono due forme di emicrania: con aura e senza aura. Aura - questi sono sintomi neurologici: visivo, uditivo, sensoriale, motorio, afasico (disturbi del linguaggio), vestibolare. L'aura si sviluppa entro 5-20 minuti e dura non più di un'ora. L'aura visiva è più comune - una persona vede lampi di bagliori luminosi (fotopsie) nel campo visivo destro o sinistro, lampo, serpente, perdita del campo visivo o dei suoi frammenti con distorsione di oggetti.

I seguenti sono meno comuni segni di emicrania: sensazioni di formicolio nella mano da un lato o sensazioni lancinanti in bocca e naso su un lato.

Altri effetti includono allucinazioni uditive e una percezione anormale di sapori e odori.

Forse intorpidimento e persino immobilizzazione degli arti (destra, sinistra, solo le mani). Una forma di emicrania con aura è caratterizzata da acufeni, vertigini, intorpidimento delle estremità, a volte svenimento. In un'altra forma, c'è panico, paura, palpitazioni, tremori, mancanza di respiro, debolezza e minzione frequente.

Tutti i sintomi dell'aura sono completamente reversibili.

Molte malattie neurologiche sono accompagnate da mal di testa, quindi un mal di testa ricorrente dovrebbe sicuramente portarti da un neurologo. Nella diagnosi di emicrania, di regola, non vengono rilevate anomalie neurologiche e il medico prescriverà farmaci per il sollievo di un attacco e un trattamento profilattico. Dovrai anche visitare un oculista, controllare il campo visivo, l'acuità visiva, il fondo, condurre un esame strumentale: elettroencefalografia, risonanza magnetica o risonanza magnetica, angiografia.

Raccomandazioni su come alleviare il dolore di emicrania

Sfortunatamente, la risposta alla domanda "come curare un'emicrania" non ha una risposta chiara e inequivocabile. Completamente guarito dall'emicrania è impossibile. Ma è possibile migliorare significativamente la qualità della vita con l'aiuto di speciali preparazioni di terapia (profilattica) di base e medicine che alleviano un attacco.

Avendo identificato i sintomi dell'emicrania, il trattamento inizia con il sollievo di un attacco. Per fare questo, ci sono molti farmaci appartenenti a diversi gruppi farmacologici con diversi meccanismi di azione. Per i farmaci di emicrania che alleviano un attacco, includono paracetamolo, sostanze antinfiammatorie non steroidee (ibuprofene, aspirina), alcaloidi della segale cornuta. In quale altro modo puoi alleviare il dolore emicranico con i farmaci? I farmaci più efficaci sono i triptani (elitriptan, zolmitriptan, ecc.). I mezzi di terapia profilattica includono antidepressivi, beta-bloccanti (anaprilina, obzidan), calcio bloccanti, anticonvulsivanti, nonché vitamina B2 e preparati di magnesio (cormagnezina). Come rimuovere un attacco di emicrania, è meglio dire al medico. L'automedicazione è pericolosa a causa degli effetti collaterali di alcuni farmaci. L'abuso di analgesici può portare allo sviluppo di cefalea cronica legata alla droga.

La scelta giusta di un farmaco per il trattamento di un attacco è un compito difficile, la cui soluzione dipende dalla natura dell'attacco emicranico, dalle malattie concomitanti, dall'esperienza passata con l'uso di droghe.

Il trattamento dell'emicrania non è solo terapia medica, ma anche un cambiamento dello stile di vita.

Le seguenti sono semplici linee guida per emicranie che possono aiutare a ridurre la frequenza degli attacchi:

  • Seguire la dieta riducendo o eliminando il consumo di alimenti e bevande che provocano attacchi (formaggi, sedano, agrumi, cioccolato, birra, champagne, vino rosso, spezie, cibi affumicati, cibi ricchi di caffeina, glutammato monosodico);
  • Mangia i cibi più salutari ricchi di vitamine, oligoelementi ed energia: verdura fresca e frutta, carne, pesce, latticini, uova;
  • Non permettere pause abbondanti nella dieta (gli intervalli tra i pasti non dovrebbero essere più di 5 ore, la colazione è obbligatoria);
  • Prendi abbastanza tempo per dormire;
  • Ridurre i carichi di stress;
  • Smetti di fumare;
  • Esercizio, in particolare il nuoto;
  • Sii più fresco all'aria aperta;
  • Evitare le zone con forti odori sgradevoli;
  • Evita i lunghi viaggi in auto, autobus, battello.

Un'altra raccomandazione clinica per l'emicrania: apprendi una serie di tecniche di rilassamento che aiutano ad alleviare lo stress emotivo eccessivo causato dallo stress. Ad esempio, le procedure dell'acqua sono molto utili: una doccia a contrasto, il nuoto, bagni con sale marino.

Agopuntura, massaggio della zona del collo, darsonvalutazione della zona della testa e del collo, procedure dell'acqua - perle, bagni di pino, esercizi di fisioterapia con particolare attenzione alla colonna cervicale vengono utilizzati come metodi non farmacologici. L'intonaco di senape sul collo, i sonniferi (30-50 gocce di valocordin), il massaggio alla testa e il lavaggio in acqua molto calda sotto la doccia migliorano il benessere. Un rimedio efficace per fermare un attacco di emicrania è un pediluvio caldo (o una bottiglia d'acqua calda ai piedi).

Come prevenire un attacco di emicrania: prevenzione della malattia

Come prevenire un attacco di emicrania o almeno ridurre la frequenza degli attacchi? Il compito principale è ridurre la frequenza e la gravità degli attacchi di emicrania. Per la prevenzione dell'emicrania utilizzando farmaci e metodi non farmacologici nel complesso.

Per aiutare con la manifestazione dei precursori di un attacco, la prima cosa da fare è, senza aspettare l'aumento del dolore, bere una tazza di tè dolce forte con qualsiasi dolce. Una grande quantità di glucosio, così necessaria per il cervello in uno stato di ipossia, può interrompere l'ulteriore sviluppo dell'attacco. Il più sensibile nel mezzo di un attacco di emicrania si ritirerà in una stanza buia, proteggersi da suoni acuti e odori e cercare di dormire. Il sonno profondo almeno per 2-3 ore, di regola, allevia completamente un attacco di emicrania.

L'attacco può essere prevenuto modificando il tipo di respirazione. È sufficiente fare 5-6 inalazioni addominali superficiali e scadenze più lunghe. Se queste tecniche vengono applicate correttamente e nel tempo nella fase iniziale, è possibile evitare un attacco di emicrania.

Dieta emicrania: quali cibi puoi mangiare

Come dimostrato da vari studi, l'aspetto dell'emicrania può essere associato, anche con una dieta scorretta. Se apporti delle modifiche al tuo menu giornaliero, ti dimenticherai presto dell'emicrania o raramente ti ricorderà te stesso.

Una dieta di emicrania comporta la riduzione al minimo del numero di alimenti che contribuiscono agli attacchi e, allo stesso tempo, introduce nel tuo menu quei cibi che hanno un effetto calmante. Tali prodotti di emicrania includono olio di pesce.

Un ottimo rimedio è lo zenzero. Agisce come antidolorifico. La menta piperita ha proprietà lenitive e rinfrescanti. Può essere aggiunto alle bevande o utilizzato come supplemento ai dessert. Quali altri alimenti puoi mangiare con l'emicrania per ridurre il dolore? Aggiungi pepe alla tua dieta. Non è per niente chiamato il re delle spezie, contiene la capsaicina - una sostanza che allevia immediatamente il dolore.

Osservando una speciale dieta "anti-immigrante", è importante in ogni caso non saltare i pasti.

Se muori di fame, i livelli di zucchero nel sangue diminuiranno, causando un forte mal di testa. Mangia più cibi ricchi di calcio e magnesio. Questi includono noci, erbe, cereali.

Erbe per l'emicrania: rimedi popolari

La medicina a base di erbe svolge un ruolo di supporto nel trattamento dell'emicrania. Vengono utilizzate piante con proprietà anestetiche, antispasmodiche, vasodilatatrici, sedative e toniche. Mezzi efficaci nella lotta contro l'emicrania sono il forte tè verde, il succo di viburno fresco e il succo di ribes nero.

Rimedi popolari per il trattamento dell'emicrania:

  • Puoi fare bagni caldi ai piedi, mettere impacchi caldi sulla testa, applicare un serraggio stretto della testa, bere caldo;
  • Se durante un attacco di emicrania una metà della testa diventa rossa, allora su questo lato è necessario mettere una lozione fredda e abbassare le gambe in acqua calda. Se la parte malata della testa è bianca (cioè, il sangue viene drenato da esso), allora le lozioni calde dovrebbero essere messe su di esso. Se non c'è differenza nel colore della pelle, allora puoi legare l'intera testa con un asciugamano caldo, afferrare il whisky e mettere una fetta di limone fresco sulle tempie;
  • Eseguire il massaggio alla testa, partendo dalla fronte e muovendosi con entrambe le mani alla nuca;
  • È utile bere succhi freschi di carota, cetriolo e spinaci;
  • Impacchi efficaci con cipolle crude sulla fronte;
  • Ai vecchi tempi, si consigliava di mettere un tampone immerso nel succo di cipolla con un attacco di emicrania.
  • Come trattare i rimedi popolari di emicrania usando erbe e altri metodi?

Come trattare i rimedi popolari di emicrania con le erbe medicinali?

Infuso di sambuco siberiano:

1 cucchiaio. cucchiaio di fiori secchi versare 1 tazza di acqua bollente e lasciare fermentare per 60 minuti. Prendere con il miele 1/2 tazza 3 volte al giorno 15 minuti prima dei pasti.

Collezione di emicrania:

1 cucchiaio. Spoon una miscela di menta piperita, origano e fireweed a foglia stretta versare 300 ml di acqua bollente e infondere per 60 minuti. Filtrare e prendere questa infusione di erbe da emicrania in 1 tazza, se necessario.

Decotto di Hypericum perforatum:

1 cucchiaio. un cucchiaio di erba secca versare 1 tazza di acqua bollente e tenere a fuoco per 10 minuti. Quindi, lasciare il brodo per 30 minuti in modo che sia presente. Bevi 1/2 tazza al mattino, pomeriggio e sera.

L'umore della melissa:

3 cucchiai. cucchiaio di melissa erba versare 1 tazza di acqua bollente e infondere per 1 ora. Prendere 2 cucchiai. cucchiai 4 volte al giorno.

Emicrania con aura: sintomi, trattamento e prevenzione delle convulsioni

Coloro che non hanno mai sperimentato un'emicrania con aura, credono che non sia nemmeno una malattia, ma i capricci e le pretese di essere coccolato. Ma, nonostante questo atteggiamento, questa antica malattia non solo offre molto disagio, ma può portare a una perdita di diversi giorni di capacità lavorativa e persino di disabilità. Hemikrania ha sofferto di personaggi storici ben noti, come Isaac Newton, Napoleone Bonaparte, Charles Darwin e molti altri, che hanno sofferto di emicrania o emichrania.

Cos'è?

Attacchi periodici di un mal di testa acuto, intenso e palpitante che ingaggia una metà della testa, i medici chiamano emicrania o emicrania. Molto spesso, il dolore è localizzato nella regione orbitale-frontale-temporale e può essere accompagnato da un intero complesso di tali sintomi:

- ipersensibilità a suoni e odori;

- "Pelle d'oca" su tutto il corpo;

- sensazione di formicolio al viso o alle mani.

Un attacco di emicrania può colpire non solo gli adulti, ma anche i bambini. La prima occorrenza di questa malattia è stata osservata in una bambina di 5 anni.

Tutti i tipi di emicrania possono essere suddivisi in due tipi principali:

  • normale;
  • con aura, o classico.

Dalla solita emicrania classica differisce precursori complessi, individuali per ogni persona, segnalando per 10 - 30 minuti circa l'avvicinamento di un attacco. Può manifestarsi sotto forma di perdita parziale della vista, "mosche", "fulmini", "velo" davanti agli occhi, udito e olfatto, e in alcuni casi funzioni del linguaggio e coordinamento dei movimenti. A seconda del reparto in cui l'afflusso di sangue è stato disturbato, compaiono alcuni segni di emicrania e il suo sviluppo graduale e la crescita hanno luogo.

Forme precursore

L'aura che precede l'inizio di un attacco può essere molto diversa e manifestarsi:

  • perdita parziale della vista o punti ciechi;
  • vedere colori brillanti o lampi di luce, linee ondulate o seghettate;
  • distorsione della percezione della forma, delle dimensioni e della posizione degli oggetti circostanti;
  • suonare nelle orecchie o percepire suoni insoliti;
  • intorpidimento del volto o parte di esso;
  • vaghezza e rallentamento della parola, difficoltà nella selezione e pronuncia delle parole;
  • sensazione di formicolio o pelle d'oca che scende;
  • vertigini.

C'è un'ipotesi che l'artista Pablo Picasso avesse un'emicrania con un'aura visiva, e imprimeva su tele le immagini viste prima dell'attacco.

Cosa può provocare un attacco?

Ci sono molti fattori, incluso il cibo, che sia singolarmente che in varie combinazioni possono causare emicrania con aura:

  1. Stare a lungo in uno stato di stress psicologico o fisico.
  2. Essere in aree soffocanti e scarsamente ventilate.
  3. Luce eccessivamente luminosa o tremolante.
  4. Frequenti attraversamenti e voli, accompagnati da un cambio di fuso orario.
  5. Cambiamento improvviso delle condizioni meteorologiche.
  6. Odori forti e forti.
  7. Insuccesso dopo l'uso a lungo termine di caffeina o nicotina con insufficiente assunzione di acqua.
  8. Ricezione di alcol.
  9. Cambiamenti ormonali.
  10. Insonnia o un lungo periodo di privazione del sonno.
  11. L'ipersensibilità al cibo, specialmente qui include:
    • bevande contenenti caffeina;
    • pomodori;
    • formaggi;
    • carne affumicata e cibo in scatola;
    • salse piccanti e piccanti

12. Forte reazione individuale al contenuto di alimenti o bevande additivi come l'aspartame e il glutammato monosodico.

Gruppi di rischio

Tutti coloro che soffrono di emicrania classica si stanno chiedendo perché, in effetti, hanno attacchi di questa malattia due volte al mese, mentre altri non hanno affatto mal di testa. Il gruppo di rischio per l'emicrania (emicrania) comprende coloro che:

  • risiede nella metropoli ed è esposto a molti stress quotidiani;
  • ambiziosi carrieristi e maniaci del lavoro che non rispettano il programma di lavoro e di riposo;
  • persone eccitabili, emotivamente vulnerabili e instabili, depresse;
  • diabetici;
  • i fumatori e regolarmente prendendo bevande alcoliche;
  • persone che, per vari motivi, ricevono alte dosi di estrogeni;
  • i bambini di entrambi i genitori mostrano segni di emicrania o hanno una diagnosi del genere;
  • pazienti con alterata circolazione del sangue e afflusso di sangue, lesioni cerebrali.

Fasi di sviluppo di un attacco

Nel suo sviluppo, un'emicrania con aura passa attraverso le fasi successive, in via di sviluppo:

  1. Prodromo. Arriva poche ore prima dell'attacco ed è espresso in un brusco cambiamento di umore, una diminuzione del tono generale e una maggiore sensibilità agli stimoli esterni. Una persona aggravata reagisce a odori ordinari, suoni, eventi leggeri e quotidiani.
  2. I precursori (aura), si verificano 10-30 minuti prima dell'attacco, quando appaiono disturbi che sono direttamente correlati all'area del cervello dove si verifica l'insuccesso. Possono essere espressi sotto forma di vari disturbi visivi, olfatto, udito, linguaggio e coordinamento.
  3. Mal di testa, che può durare da 3 ore a 3 giorni ed è localizzato su un lato della testa nella regione dell'occhio o della fronte. Aumento del dolore si verifica sotto l'influenza di forti odori, suoni aspri o durante l'esercizio. Durante questo periodo, il paziente è malato, ma il vomito porta sollievo. Compare l'intolleranza della luce, particolarmente luminosa e tremolante.
  4. La fase di risoluzione, quando l'emicrania, i sintomi e il dolore passano e la persona è immersa in un sonno profondo.
  5. Il recupero che si verifica dopo la fine dell'attacco è associato a una sensazione di profondo esaurimento fisico e mentale e può durare da diverse ore a un giorno. Le funzioni di vista, olfatto, udito e parola sono gradualmente normalizzate.

Al primo segno di un attacco in arrivo, puoi fermarlo prendendo le pillole per l'emicrania. Se il tempo è mancato e l'attacco è già iniziato, è possibile alleggerirlo, usando mezzi naturali e alcuni metodi alternativi.

Emicrania con aura: trattamento

Oggi, ci sono due principali aree di trattamento per l'emicrania:

- assistenza di emergenza durante l'insorgenza di un attacco;

- complesso di misure preventive volte a prevenire nuovi attacchi.

Sapendo che hai un'emicrania con aura e ti può raggiungere ovunque, dovresti sempre avere con te i farmaci scelti dal tuo medico. Di solito aiutano i farmaci anti-infiammatori non steroidei. Va notato che se vengono assunti farmaci durante la comparsa di precursori o aure, allora è possibile alleviare significativamente la condizione, o anche per evitare un attacco. Inoltre, l'assunzione di analgesici non allevia il dolore e non ha alcun effetto sul corso dell'attacco. In precedenza, fino agli anni '90 del secolo scorso, i prodotti di emicrania venivano principalmente utilizzati, contenenti codeina o caffeina, che contribuivano efficacemente a questa malattia, ma causavano dipendenza. Oggi, sempre più persone usano droghe anti-emicrania come i triptani.

Come funzionano le medicine moderne?

Alla fine del XX secolo apparvero nuovi mezzi per l'emicrania: i triptani. A differenza dei precedenti farmaci antifungini, influenzano tutte le cause e agiscono simultaneamente in più direzioni. Farmaci come Relpax, Nomigren, Imigran, Sumatriptan e molti altri riducono la sensibilità del nucleo del nervo ternario e contribuiscono al restringimento dei vasi sanguigni del cervello, riducendo il gonfiore e il dolore. Queste pillole sono prese per l'emicrania nella fase dei precursori o all'inizio di un attacco.

Se non ci sono medicine

Quando appaiono i precursori, non devi aspettare che l'emicrania si svolga in piena forza. I sintomi la aiuteranno a rimuovere il tè dolce forte che devi bere con alcuni dolci. L'ammissione di glucosio nel corpo impedirà l'ulteriore sviluppo di mal di testa.

È possibile eseguire un massaggio puntuale del collo e della regione occipitale della testa. Per fare ciò, la seconda, la terza e la quarta dita di ogni mano devono spingere la parte posteriore della testa piuttosto forte. È necessario premere l'espirazione per 10 secondi dieci volte.

Se c'è una tale opportunità, allora all'inizio dell'attacco hai bisogno di:

  • vai in una stanza fresca e buia dove nessuno ti disturberà;
  • spegni tutti i dispositivi che producono suono;
  • è conveniente sdraiarsi e mettere un asciugamano bagnato freddo sulla fronte.

Se gli attacchi di mal di testa pulsanti sono abbastanza frequenti, è necessario consultare un neurologo per eliminare le malattie più gravi e identificare la causa dell'emicrania.

Prevenzione dei sequestri

È più facile prevenire le emicranie, il cui trattamento richiede molto tempo e fatica. Per la prevenzione di questa malattia, i medici raccomandano:

  1. Elimina completamente tutti i tipi di stimolazione artificiale del corpo.
  2. Abbandona le cattive abitudini come il fumo e l'alcol.
  3. Normalizza il sonno.
  4. Osservare la dieta corretta.
  5. Cerca di evitare il sovraccarico psicologico, fisico, intellettuale ed emotivo e lo stress.

Se corri la malattia...

Un sacco di sentimenti e impressioni sgradevoli porta mal d'emicrania. Il suo trattamento non sempre dà l'effetto rapido e desiderato. Tuttavia, se non si presta attenzione e non si esegue il trattamento, possono insorgere complicazioni quali:

  • colpo di emicrania, che colpisce le parti del cervello;
  • stato di emicrania, in cui il mal di testa si diffonde a tutta la testa e può durare più di tre giorni;
  • indebolimento generale delle difese del corpo;
  • condizioni di allarme;
  • depressione.

Come prevenire un attacco di emicrania

Il mal di testa è nel gruppo delle più comuni lamentele di persone assolutamente di tutte le età. Secondo le sue caratteristiche è difficile determinare il tipo e i meccanismi di occorrenza. Ma c'è un tipo di mal di testa - emicrania, che ha caratteristiche e manifestazioni abbastanza specifiche. Può essere non solo una denuncia, ma anche una malattia indipendente.

Cos'è un'emicrania?

L'emicrania è un tipo di mal di testa, le cui caratteristiche principali sono:

  • Distribuzione rigorosamente in una delle metà della testa (più spesso nella parte frontotemporale);
  • La natura del dolore è acuta e pulsante;
  • Insorgenza improvvisa;
  • Ricorrenza periodica di convulsioni;
  • La sindrome del dolore è accompagnata da sintomi come fotofobia, nausea, vomito;
  • Grande debolezza dopo un attacco.

Interessante! L'emicrania ha ricevuto il suo nome fin dai tempi antichi. Il termine letteralmente tradotto dal greco antico suona come emicrania. La prima parte della parola (hemi) viene tradotta come "metà", la seconda (cranios) è "teschio".

Persone a rischio di emicrania

Secondo le statistiche ufficiali dell'Organizzazione mondiale della sanità, l'emicrania rappresenta un problema per circa il 15-17% della popolazione mondiale. Tra i fattori di rischio per lo sviluppo di questa condizione patologica sono i seguenti:

  1. Predisposizione ereditaria In oltre il 70% dei pazienti con emicrania esiste una storia familiare gravosa. La probabilità di trasmissione genetica della malattia è più alta per i figli di madri malate (circa il 72-75% di rischio). L'emicrania viene trasmessa dal padre non più spesso che nel 30% dei casi. Se entrambi i genitori soffrono di convulsioni, la probabilità che lo stesso problema si verifichi nei discendenti indipendentemente dal sesso è superiore al 90%.
  2. Età. Il gruppo di età più tipico tra le persone che soffrono di emicrania va dai 17-18 ai 38-42 anni. La prima età dalla quale la malattia è potenzialmente in grado di manifestarsi ha 5 anni. Nelle persone di età superiore ai 50 anni, la malattia praticamente non si verifica;
  3. Paul. Le donne si ammalano più spesso. Lo sfondo ormonale del corpo ha un effetto caratteristico. Le ragazze celebrano attacchi di emicrania dopo la comparsa della funzione mestruale. C'è una connessione con una certa fase del ciclo mestruale;
  4. Stile di vita È stato registrato che l'emicrania è comune tra le persone impegnate in attività professionali attive, soprattutto mentali. Le situazioni stressanti frequenti e l'instabilità psico-emotiva possono innescare la formazione di emicrania, anche in individui senza predisposizione ereditaria.

Perché c'è un'emicrania: meccanismi per lanciare un attacco

Secondo i dati scientifici moderni, la principale teoria patogenetica dell'emicrania è considerata vascolare. La sua essenza sta nella rottura dei meccanismi locali di regolazione del tono dei vasi sanguigni del cervello e delle meningi nella direzione del suo declino. Un attacco di emicrania contro i cambiamenti emodinamici intracranici è un aumento del flusso sanguigno dei vasi arteriosi della testa. Di conseguenza, un aumento locale della pressione con l'irritazione delle zone del recettore del dolore, che si manifesta con un forte dolore specifico di chiara localizzazione.

È importante ricordare! La vera causa dell'emicrania è l'improvvisa espansione dei vasi in una piccola area del cervello. Ecco perché i farmaci contenenti una sostanza di tipo antispasmodico non sono efficaci per l'emicrania, anche se eliminano altri tipi di mal di testa!

Tipi di emicrania: manifestazioni e sintomi

Il cuore della classificazione dell'emicrania è un insieme di sintomi, che più spesso si manifesta. Gli scienziati hanno descritto due tipi di emicrania: classica e semplice. Una caratteristica della loro prevalenza è che se prima dovevi affrontare un aspetto classico, le persone moderne sono più suscettibili ai semplici attacchi di emicrania (75% dei casi). Ciò è dovuto all'emergere di molti nuovi fattori causali che influenzano negativamente il cervello.

Classico attacco di emicrania

Il termine "emicrania classica" indica che i mal di testa sono preceduti da sintomi aspecifici, che sono chiamati aure. Tali precursori possono essere vari disturbi uditivi, visivi, vocali o olfattivi, coordinamento alterato. Le manifestazioni specifiche dell'aura dipendono dalla parte del cervello in cui si verificano disturbi circolatori temporanei.

Fasi e sintomi di un classico attacco di emicrania

1. Prodromal (3-5 ore prima che compaia il mal di testa)

  • Instabilità dell'umore;
  • Breakdown e debolezza generale;
  • Secchezza delle fauci e sete;
  • Sensazione di fame e aumento a breve termine dell'appetito;
  • Irrequietezza e irritabilità;
  • Ipersensibilità alla luce, al suono, all'olfatto, agli stimoli gustativi

2. Aura (entro 1 ora prima dell'attacco)

  • Disturbi visivi: perdita di piccole aree nei campi visivi, comparsa di macchie multicolore davanti agli occhi, mosche lampeggianti e sfarfallio;
  • Disturbi del linguaggio: senso di oppressione, linguaggio distorto;
  • Disturbi di coordinazione: vertigini, instabilità, instabilità quando si cammina

3. Mal di testa (durata da 2-3 ore a 2-3 giorni).

Forte dolore in una delle metà della testa, area localizzata dell'orbita, fronte o tempia. Qualsiasi movimento e sforzo fisico, suoni luminosi, luminosi e rumorosi portano ad un aumento del dolore. Spesso, al culmine di un attacco doloroso, si verifica un forte vomito. Molti pazienti hanno il desiderio di spremere la testa con le mani. In una stanza buia e tranquilla, il dolore è in qualche modo ridotto.

4. La fine del dolore.

La sua comparsa è indicata da una diminuzione dell'intensità del mal di testa, la sonnolenza si verifica con l'immersione nel sonno profondo. Viso e membra si gonfiano a causa della ritenzione urinaria.

5. Recupero (da alcune ore a diversi giorni dopo l'attacco)

L'emicrania causa l'esaurimento delle risorse vitali del corpo. Questa è la causa di una forte rottura nel periodo successivo all'attacco. I pazienti hanno marcato debolezza generale, apatia, che diminuisce gradualmente. Quando la minzione si riprende, il gonfiore scompare e le capacità visive, uditive, olfattive e di coordinamento vengono ripristinate.

Attacco di emicrania

Una semplice emicrania significa un attacco di mal di testa da un lato senza un'aura precedente o il suo corso inespresso e di breve durata. Tale emicrania si verifica spesso nelle persone con malattie del sistema cardiovascolare (qualsiasi variante di ipertensione arteriosa, angina pectoris e altre forme di cardiopatia ischemica, epilessia, sindrome di Raynaud).

I sintomi caratteristici dell'emicrania semplice, in generale, sono simili a quelli di un attacco della versione classica della malattia. La differenza principale è che un mal di testa sorge improvvisamente sullo sfondo di un completo benessere, senza un'aura precedente. Se si confronta l'intensità del dolore, quindi con una semplice emicrania è meno pronunciato, ma più prolungato nel tempo. Tra le altre caratteristiche del mal di testa includono:

  • In ogni particolare paziente, il dolore sorge sempre dallo stesso lato (a destra oa sinistra);
  • Appare ad un certo punto, diffondendosi a tutte le zone frontali-orbitali e parietali-temporali;
  • L'intensità del dolore aumenta gradualmente da lieve puntata all'intensa metà della testa comune a tutta la parte antero-laterale;
  • Il dolore può irradiarsi nella corrispondente metà del collo e della cintura della spalla;
  • La natura del dolore: dal pulsare all'arcata;
  • La nausea e il vomito sono sintomi frequenti concomitanti che non alleviano le condizioni di un paziente con una semplice emicrania;
  • Lacerazione, fotofobia, disturbi visivi dal lato dell'occhio sul lato interessato;
  • I suoni acuti, visivi e altri stimoli aumentano istantaneamente il dolore;
  • Coordinazione alterata dei movimenti e capacità di camminare;
  • Gonfiore del viso e degli arti, che sono il risultato di disturbi della sete e della minzione;
  • Dopo l'attacco arriva l'esaurimento, la sonnolenza, che passa dopo un po '.

È importante ricordare! Non c'è alcuna differenza fondamentale tra attacco di emicrania classico e semplice. La selezione di queste forme cliniche della malattia è condizionata, poiché le loro manifestazioni differiscono solo per la presenza di un'aura e il trattamento è identico!

Fattori che provocano un attacco

La maggior parte delle persone che soffrono di emicrania, sa che provoca l'insorgenza di un attacco di dolore. Come potenziali irritanti sono in grado di fare:

  • Cambiamenti delle condizioni meteorologiche e climatiche sullo sfondo della meteorosensibilità individuale. Più rapidamente si verificano, maggiore è la probabilità di innescare disturbi circolatori nel cervello, caratteristica dell'emicrania;
  • Eccessiva reattività del corpo a cibi irritanti: spezie e spezie, piatti speziati, caffè e tè forti, sottaceti e prodotti in scatola;
  • Bevande alcoliche;
  • Stress psico-emotivo e stress. L'evento caratteristico dell'emicrania non è all'altezza dell'eccitazione, ma dopo di esso;
  • Stimoli luminosi luminosi, colorati o lampeggianti;
  • Inalazione di forti odori;
  • Rimanere in condizioni di camere con scarsa ventilazione;
  • Esaurimento fisico;
  • Insonnia prolungata;
  • Cambiamenti e fluttuazioni nei livelli ormonali.

Trattamento di emicrania

Il programma di trattamento per l'emicrania comprende i seguenti componenti:

  • Prevenzione di un attacco;
  • Sollievo mal di testa;
  • Misure preventive.

Il principale metodo di aiuto per alleviare l'emicrania è il farmaco. È efficace in qualsiasi fase dell'attacco. L'uso di farmaci antifungini durante il periodo dell'aura, se ce n'è uno, riduce significativamente l'intensità del mal di testa e talvolta può impedirne completamente l'aspetto. I farmaci assunti dopo l'inizio del dolore riducono la sua durata e riducono l'intensità. Ma non sottovalutare le misure non farmacologiche, la cui implementazione riduce la probabilità e la gravità del mal di testa.

È importante ricordare! Una cura per l'emicrania dovrebbe essere presa il prima possibile prima di un attacco. Più il farmaco è tempestivo, migliore è l'effetto terapeutico!

Come prevenire un attacco di emicrania?

Ogni paziente affetto da emicrania sa quale fattore provocatorio provoca più spesso un altro attacco. Per eliminare gli effetti scatenanti, è necessario evitare effetti negativi. Può aiutare:

  • Rifiuto dal cibo, il cui uso precedentemente provocava mal di testa;
  • L'uso di speciali e occhiali da sole;
  • Uso moderato di bevande alcoliche o totale rifiuto di esse;
  • Evitare situazioni stressanti, stress fisico e psico-emotivo;
  • L'uso di tecniche di rilassamento mentale e fisico. Quanto più equilibrato è il modo di lavorare e riposare, tanto migliore e più stabile è l'umore, meno spesso si verifica un'emicrania;
  • Eliminare o minimizzare gli effetti del rumore e degli stimoli olfattivi;
  • L'uso di farmaci che aumentano le proprietà adattive del corpo sullo sfondo della sensibilità meteorologica (anti-front).

Se non è stato possibile evitare l'effetto del fattore provocante, o anche i più piccoli segni caratteristici dell'aura apparivano, è immediatamente necessario prendere farmaci anti-emicrania o eseguire tecniche speciali.

Come alleviare il dolore di emicrania a casa?

Ci sono tre modi per fermare un'emicrania che è iniziata.

  1. Preparati per un attacco. Il paziente dovrebbe essere in grado di riconoscere i precursori e i primi sintomi di emicrania, oltre a distinguerli da altri tipi di mal di testa. È necessario cercare di proteggersi dalla paura e dal panico prima del prossimo episodio di un forte mal di testa. Se il sequestro non si verifica per la prima volta, viene presa in considerazione l'esperienza con l'uso e l'efficacia dei farmaci precedentemente utilizzati. Dovrebbero essere sempre a portata di mano e presi al minimo segno di malattia acuta.
  2. Fornire le condizioni più confortevoli per ridurre l'attacco: il paziente deve essere in una stanza buia dove non c'è rumore, polvere, odori forti e altri fattori irritanti. Sono esclusi tutti gli stress mentali, emotivi e fisici. Colleghi, parenti, conoscenti e altre persone che entrano in contatto con il paziente devono essere consapevoli di questo.
  3. Farmaci e metodi non farmacologici per alleviare l'emicrania. La principale raccomandazione per il loro uso è un approccio rigorosamente differenziato e di avvertimento. Ciò significa che se non c'è dubbio che il paziente ha un vero attacco di emicrania, è meglio ricorrere innanzitutto all'uso di droghe speciali. Le uniche eccezioni sono i lievi attacchi di emicrania. Puoi provare a fermarli con antidolorifici e farmaci antinfiammatori (ketorolac, pentalgin, citramon, ibuprofene, copacile, ecc.). Se almeno una volta c'era la loro inefficienza, il riutilizzo non è consigliabile.

È importante ricordare! Nel trattamento dell'emicrania non c'è posto per antispastici e vasodilatatori. Non solo non apportano sollievo, ma possono aggravare la sindrome del dolore!

Compresse per il trattamento dell'emicrania

In pratica, nel trattamento dell'emicrania il più bene raccomandato tali farmaci:

  • Sulla base di sumatriptan: antimigren, amigrenin, imigran;
  • Sulla base del naratriptan: il nome del farmaco;
  • Contiene zolmitriptan: compresse di zomig;
  • Eletriptan: compresse di Relpax;
  • Farmaci antifungini combinati, non inclusi nel gruppo dei triptani: nomigeni.

Le raccomandazioni degli specialisti per l'assunzione di medicinali dal gruppo triptani sono le seguenti:

  1. Un forte attacco di emicrania dovrebbe essere interrotto esclusivamente dai triptani. Altri farmaci non sono efficaci;
  2. Quando appaiono precursori o mal di testa specifici, la dose minima raccomandata è di una compressa;
  3. Il criterio per valutare l'efficacia - un periodo di due ore dopo l'assunzione della pillola. Se il mal di testa è completamente tagliato, il paziente può tornare al solito modo di vivere. Ridurre l'intensità, ma la conservazione dell'attacco è la ragione per prendere un'altra pillola;
  4. I pazienti che avevano bisogno di due compresse per alleviare un attacco precedente potevano immediatamente assumere una dose raddoppiata alla successiva esacerbazione dell'emicrania;
  5. La completa mancanza di effetto terapeutico dal farmaco accettato (due dosi) è una controindicazione per il suo uso ripetuto. Tali pazienti dovrebbero passare all'assunzione di un'altra generazione di compresse di triptani;
  6. Se un farmaco è stato trovato per essere efficace, solo dovrebbe essere usato fino a quando persiste il suo effetto. Il farmaco dovrebbe essere sempre a portata di mano nel paziente;
  7. Se lo strumento viene utilizzato non più di due volte a settimana, non causa dipendenza, sovradosaggio ed effetti collaterali.

Trattamento sintomatico dell'emicrania

Poiché, oltre al mal di testa, un'emicrania è accompagnata da una serie di altri sintomi, durante un attacco è spesso necessario alleviarli. Questi possono essere:

  • Contro il vomito: pillole e iniezioni metocloparmid, cerucal, domperidone;
  • Contro gonfiore del viso e edema cerebrale: diuretici (lasix, furosemide), glucocorticoidi (desametasone, prednisolone), farmaci antinfiammatori di tipo non steroideo (indometacina, ibuprom, nimesil);
  • Sedativi e sedativi: Valokardin, Corvalol, barboval.

Metodi non farmacologici di aiuto durante un attacco

In ogni caso, l'emicrania può eseguire tecniche speciali, specialmente se sono state efficaci negli attacchi precedenti. Può aiutare:

  • Nella fase dell'aura - tè caldo dolce debole. Bere non è consigliabile se un mal di testa è già apparso;
  • Elementi di digitopressione. I punti di pressione possono essere la parte posteriore della testa e la tempia sul lato doloroso della testa. Regole di esecuzione: 10 premendo con le dita miste 2-3-4 per 10 secondi mentre si espira;
  • Massaggiare l'arteria carotide con la sua pressione per 2-3 secondi 5-6 volte. È possibile premere non solo l'arteria sul lato corrispondente della lesione, ma anche quello che pulsa di più intorno al collo;
  • Impacco freddo sulla fronte e sulle tempie.

È importante ricordare! La diagnosi e il trattamento dell'emicrania devono essere eseguiti sotto la supervisione di uno specialista, un neurologo. Ciò è dovuto al fatto che sotto la sua maschera può nascondere un gran numero di condizioni patologiche!

La prevenzione è possibile?

Secondo gli esperti, la conformità con le misure preventive riduce in modo affidabile il numero di attacchi di emicrania. Efficace può essere:

  • Restrizione del contatto o completa eliminazione dell'influenza dei fattori provocatori;
  • Evita la lunga permanenza davanti alla TV o al computer;
  • Ridurre al minimo la durata delle telefonate;
  • Rispetto dei principi di una sana alimentazione, dell'attività fisica e del sonno;
  • Mantenimento di un diario individuale, in cui sono annotate la frequenza degli attacchi, la loro durata, i fattori scatenanti e le misure di soccorso efficaci. Ciò trarrà conclusioni sulla prognosi della malattia e sulle prospettive di cura;
  • Ricevimento dei preparati contenenti magnesio struttura e vitamine del gruppo B;
  • Assunzione di farmaci di uno dei gruppi di farmaci: bloccanti adrenergici (propranololo), anticonvulsivanti (topiramato), antidepressivi (venlafaxina).

Interessante! Ad oggi, sono stati sviluppati farmaci iniettati, spray nasali e tecniche di fisioterapia, che nel più breve tempo possibile possono arrestare anche i più gravi attacchi di emicrania. Ma il più importante nella lotta contro questo problema appartiene all'organizzazione delle cure mediche, insegnando ai pazienti le regole per fermare e prevenire gli attacchi, l'utilità dell'interazione tra specialisti e pazienti!