aneurisma

Prevenzione

L'aneurisma è una condizione in cui è presente una protrusione della parete arteriosa, in casi più rari, delle vene. Ciò si verifica a causa di allungamento o assottigliamento dell'arteria. In vista di questo processo, appare un sacco aneurismatico, a volte comprimendo i tessuti situati nelle vicinanze. Di norma, l'aneurisma è un fenomeno congenito. Alla nascita, questa patologia non viene trovata, lo sviluppo del bambino avviene normalmente. L'aneurisma si manifesta in seguito a malattie in cui i vasi sanguigni diventano progressivamente più sottili. Inoltre, la malattia può essere una conseguenza di lesioni o ferite dei vasi sanguigni e la comparsa di coaguli di sangue infetti. Molto spesso, viene rilevato un aneurisma nel processo di raggi X o ecografia a caso. Immediatamente dopo l'installazione di tale diagnosi, è necessario prendere delle misure, perché quando si rompe l'aneurisma si verifica un sanguinamento che può essere fatale. Quando un aneurisma si rompe, una persona avverte dolore, la sua pressione sanguigna cala bruscamente.

C'è anche un aneurisma acquisito, ma la sua manifestazione è più caratteristica delle persone in età avanzata - dopo cinquanta anni. Nelle persone in giovane età, l'aneurisma acquisito si verifica in conseguenza di un infortunio. Esistono diversi tipi di aneurisma.

Aneurisma cerebrale

L'aneurisma cerebrale, detto anche aneurisma intracranico, è una formazione che si verifica sul vaso sanguigno cerebrale. Aumentando gradualmente, si riempie di sangue. Spesso c'è una pressione della parte convessa dell'aneurisma sul tessuto cerebrale, sul nervo. Ma ancora, la condizione più pericolosa per una persona è un aneurisma rotto del cervello, a causa della quale si verifica un'emorragia nel tessuto cerebrale.

Se la dimensione dell'aneurisma è piccola, allora non può portare a emorragia. Una patologia simile si verifica in quasi tutte le aree del cervello. Tuttavia, appare più spesso nel punto in cui i rami partono dall'arteria, cioè tra la base del cranio e la superficie inferiore del cervello.

Spesso l'aneurisma si manifesta come conseguenza della presenza di patologia congenita della parete vascolare. A volte un aneurisma cerebrale si verifica in individui con determinate malattie genetiche. Queste sono malattie del tessuto connettivo, disturbi circolatori, malattia del rene policistico.

Inoltre, la causa dell'aneurisma nei vasi cerebrali può essere una lesione alla testa precedentemente ricevuta, persistente ipertensione, tumori, malattie infettive, aterosclerosi e un numero di altri disturbi del sistema vascolare. Il fumo maligno e la tossicodipendenza portano all'aneurisma.

Oggi gli esperti identificano tre tipi di aneurisma cerebrale. L'aneurisma bagulare è una borsa tondeggiante piena di sangue, attaccata al punto in cui i vasi sanguigni si diramano. Questo tipo di aneurisma, chiamato anche aneurisma a "bacca" a causa della sua struttura, è più ampiamente distribuito. Questa patologia è tipica per gli adulti.

Con un aneurisma laterale, si verifica una sorta di gonfiore della parete dei vasi sanguigni. La formazione di un aneurisma a forma di fuso avviene come conseguenza dell'espansione della parete del vaso in una certa area.

C'è anche una classificazione degli aneurismi in base alle loro dimensioni. Se la dimensione dell'aneurisma è inferiore a 11 millimetri di diametro, allora questo è un piccolo aneurisma, è comune chiamare l'aneurisma medio con un diametro di 11-25 millimetri, uno gigante è maggiore di 25 mm.

Questa malattia può superare una persona a qualsiasi età. Un po 'più spesso, questa patologia è fissa nelle donne.

È importante notare che la rottura dell'aneurisma e, di conseguenza, l'emorragia può verificarsi con ogni tipo di aneurisma cerebrale. Vari fattori possono provocare una rottura dell'aneurisma cerebrale: pressione alta, alcolismo, uso di cocaina, ecc.

Un ictus emorragico, un grave danno al sistema nervoso e la morte possono verificarsi a seguito di emorragia nel cervello umano. È anche possibile una rottura ripetuta dell'aneurisma o il successivo sviluppo di nuovi aneurismi nei vasi cerebrali. Molto spesso a causa della rottura dell'emorragia subaracnoidea si verifica un'emorragia che, a sua volta, porta all'idrocefalo. Con questa condizione, il liquido cerebrospinale si accumula nei ventricoli del cervello, che in seguito esercitano una pressione sul tessuto cerebrale.

Come complicazione del sanguinamento, può verificarsi anche il vasospasmo, cioè il restringimento dei vasi sanguigni. In questo caso, il flusso di sangue verso certe aree del cervello peggiora, causando danni ai tessuti o ictus.

Sintomi di aneurisma cerebrale

Fondamentalmente, con un aneurisma cerebrale, i sintomi gravi della malattia non si manifestano fino a quando non si verifica la rottura dell'aneurisma, o questa formazione non diventa molto grande. Quando una grande pressione dell'aneurisma sul tessuto e sui nervi. Di conseguenza, dolore nella zona degli occhi, spasmi facciali periodici, paralisi di un lato. Una persona può offuscare la vista, pupille dilatate. Se l'aneurisma si rompe, mal di testa grave e improvviso, vomito, si verifica una doppia visione come sintomi. Il paziente può perdere conoscenza. Va notato che la natura del mal di testa in questo caso è particolarmente acuta e intensa. A volte una persona avverte un mal di testa da "avvertimento" alcuni giorni prima della rottura dell'aneurisma. Quando si rompe l'aneurisma, possono anche verificarsi convulsioni, in rari casi il paziente può cadere in coma. Se ha questi sintomi, deve contattare immediatamente il medico.

Diagnosi di aneurisma cerebrale

L'aneurisma cerebrale viene spesso rilevato durante indagini relative alla diagnosi di altre malattie. In aneurisma, un esame viene eseguito di solito dopo che si è verificata un'emorragia subaracnoidea al fine di confermare la diagnosi. Lo studio delle navi che usano un metodo a raggi X è chiamato angiografia. Quando si può vedere l'angiografia intracerebrale, i cambiamenti avvengono nell'arteria o nella vena, e scoprire se le arterie sono ristrette o distrutte.

Con l'aiuto della tomografia computerizzata, viene rilevato un aneurisma di vasi cerebrali o emorragia dopo che l'aneurisma è scoppiato.

La risonanza magnetica consente di ottenere un'immagine informativa del cervello. L'angiografia a risonanza magnetica fornisce un'immagine dettagliata dei vasi sanguigni del cervello.

Se il medico sospetta la rottura dell'aneurisma, al paziente può essere prescritto un test del liquido cerebrospinale. Usando un ago chirurgico, il liquido cerebrospinale per l'analisi viene estratto dallo spazio subaracnoideo.

Trattamento e prevenzione dell'aneurisma cerebrale

Nei pazienti con aneurisma, la sua rottura non si verifica sempre. Pertanto, coloro che sono stati diagnosticati con un piccolo aneurisma dovrebbero essere tenuti sotto costante controllo da parte dei medici e monitorare le dinamiche dell'aumento dell'aneurisma, nonché se si sviluppano altri sintomi. Tale osservazione è fatta per non perdere il momento in cui è necessario iniziare una terapia complessa di aneurisma. Il medico prende sempre in considerazione che ciascuno dei casi di aneurisma è unico, pertanto le sue dimensioni, il tipo e la posizione sono determinati per la scelta del giusto approccio al trattamento dell'aneurisma. Inoltre, il medico deve prestare attenzione all'età del paziente, alla presenza di alcune malattie, alla probabilità di rottura dell'aneurisma, all'eredità. È importante prestare attenzione al rischio che il trattamento dell'aneurisma rende.

Ad oggi vengono utilizzati due tipi di trattamento chirurgico dell'aneurisma cerebrale: l'aneurisma è troncato e occluso. Tali interventi chirurgici sono considerati piuttosto complessi e rappresentano un grande rischio. Nel processo della loro condotta, è possibile danneggiare altri vasi sanguigni e vi è il rischio di un attacco dopo l'intervento chirurgico.

Come alternativa all'intervento chirurgico, è possibile l'embolizzazione endovascolare. Tale procedura può essere eseguita più volte durante la vita di una persona.

Non ci sono metodi efficaci per prevenire l'aneurisma. Coloro che sono stati diagnosticati con un "aneurisma cerebrale" dovrebbero monitorare attentamente il livello di pressione, smettere di fumare e usare droghe. Si deve prestare attenzione anche ai farmaci che assottigliano il sangue, come l'aspirina. La loro ricezione è possibile solo dopo aver consultato il medico. Le donne che soffrono di aneurisma hanno bisogno di consultare un medico sulla possibilità di usare contraccettivi orali.

La prognosi per la rottura dell'aneurisma dipende molto da quanti anni ha il paziente, da quanto è soddisfacente il suo stato di salute, se ha altre malattie e anche da altri fattori. La durata del periodo dal momento della rottura dell'aneurisma alla fornitura di assistenza professionale è importante. Quanto prima è iniziata la diagnosi e il trattamento, tanto più favorevoli sono le prognosi.

Il recupero da un aneurisma cerebrale rotto dura da alcune settimane a diversi mesi.

Aneurisma del cuore

L'aneurisma del cuore è una delle complicanze più gravi dopo miocardite, infarto miocardico e anche dopo ferite. Con l'aneurisma del cuore si verifica un gonfiore limitato della parete cardiaca, in cui alcuni cambiamenti si sono verificati in precedenza. Molto spesso, l'aneurisma del cuore si verifica nelle persone che hanno subito un infarto miocardico, perché lo sviluppo di tale patologia è direttamente correlato alla malnutrizione o all'integrità del muscolo cardiaco.

Se la circolazione coronarica viene disturbata per lungo tempo, allora la necrosi si verifica in una certa parte del miocardio. Più tardi quest'area viene sostituita da masse di plastica fibrosa e si verifica la cicatrizzazione. Esiste una classificazione degli aneurismi del cuore: essi sono solitamente divisi in acuti, subacuti e cronici. Se consideriamo la forma dell'aneurisma, allora secerniamo aneurismi saccolari, diffusi e simili a funghi.

La manifestazione di un aneurisma acuto si verifica durante l'infarto del miocardio nelle prime settimane. Quindi la parte necrotizzata non contrattile del cuore viene allungata a causa dell'effetto della pressione intraventricolare su di essa. Di conseguenza, tira fuori. Questo fenomeno si verifica a causa della presenza di una serie di fattori: alta pressione sanguigna, ampia concentrazione di necrosi. Tuttavia, la violazione della modalità di riposo immediatamente dopo l'infarto miocardico diventa decisiva.

Dopo alcune settimane, le fibre muscolari necrotiche sono sfregiate e l'aneurisma diventa cronico. Dopo un po ', il suo muro si infittisce.

Molto meno comuni sono gli aneurismi subacuti, che si manifestano nelle aree fragili del tessuto cicatriziale.

Quando l'aneurisma del cuore interrompe la sua attività. Negli esseri umani, la condizione peggiora drammaticamente, si verifica lo sviluppo di insufficienza ventricolare sinistra acuta, che in seguito diventa totale cronica. Il sangue ristagna nell'atrio sinistro, aumenta la pressione arteriosa polmonare. A poco a poco le pareti ipertrofiche dei ventricoli, aumenta il cuore.

Spesso, questa condizione provoca dolore al cuore, che può durare per diverse ore e diversi giorni. Quando i dolori da stress fisico diventano più intensi, non sono sollevati dagli analgesici e dalla nitroglicerina. I dolori acuti sono sostituiti da opachi. A volte una persona soffre periodicamente di soffocamento, mancanza di aria. La pelle del viso diventa pallida, appare gradualmente l'edema dei polmoni, che è caratterizzato da tosse periodica e respiro rumoroso. Con l'aumento di edema, forte sibilo, muco eccessivo, tosse diventa più forte. Spesso l'aneurisma è accompagnato da tromboendocardite, temperatura subfebrilare, tachicardia.

C'è anche il rischio di insufficienza cardiaca nell'area dell'aneurisma. Questo accade all'improvviso, il paziente manifesta un forte pallore, sudore freddo. La pelle del viso diventa rapidamente cianotica, nelle vene del collo c'è un eccesso di sangue. Le estremità fredde, hanno rapidamente perso conoscenza. La morte arriva molto rapidamente. Di regola, un fenomeno simile si verifica tra il 2 ° e il 9 ° giorno di malattia.

Inoltre, a causa dell'aneurisma, il ritmo cardiaco può cambiare, la pericardite fibrosa si sviluppa.

Quando l'aneurisma passa alla forma cronica, il paziente ha già altre lamentele. Periodicamente, il cuore avverte vampate di calore o sbiadimento, una persona soffre di mancanza di respiro e debolezza, ha le vertigini. In un primo momento, la tachicardia è osservata nell'aneurisma cronico, più tardi le pareti ventricolari si espandono. Il cuore cresce di dimensioni, e poco dopo ci sono segni di insufficienza ventricolare destra.

La diagnosi di aneurisma del cuore viene effettuata mediante l'esame elettrocardiografico e l'esame radiologico del torace.

Il trattamento dell'aneurisma cardiaco è un compito molto difficile. Viene effettuato esclusivamente in ospedale. Il principale metodo di trattamento è la chirurgia per asportare e suturare il difetto nella parete del cuore. Ma eseguono questa operazione solo se ci sono complicazioni della malattia.

Come prevenzione dell'aneurisma cardiaco, è importante diagnosticare l'infarto del miocardio nel tempo e garantire un approccio competente al trattamento e al recupero del paziente.

Aneurisma aortico

Molto spesso, l'aneurisma aortico si sviluppa nella regione addominale, in casi più rari, nella regione toracica. Inoltre, a volte vengono diagnosticati aneurismi di altre arterie - arteria poplitea, carotide, femore, cerebrale, arterie coronarie. Molto spesso, l'aneurisma si sviluppa in punti di ramificazione arteriosa, dove la parete dei vasi sanguigni è soggetta a carichi più pronunciati e, di conseguenza, è più spesso ferita. Poiché la causa dell'aneurisma dell'arteria è la causa più frequente dell'aterosclerosi, in casi più rari la sua comparsa è associata a lesioni. Nell'arteria, il flusso sanguigno è disturbato, può verificarsi un flusso sanguigno turbolento che contribuisce alla formazione di coaguli di sangue e alla loro separazione. L'insufficienza renale si presenta spesso come complicanza di un aneurisma aortico.

Se il diametro dell'aneurisma non supera i 5 cm, allora tale aneurisma si rompe raramente. Pertanto, per il trattamento dell'uso doloroso di strumenti che riducono la pressione sanguigna. Sono usati per ridurre la probabilità di rottura. È importante sottoporsi regolarmente a ricerche per vedere le dinamiche dello sviluppo dell'aneurisma. Se aumenta troppo rapidamente, al paziente può essere ordinato di sottoporsi ad intervento chirurgico. Inoltre, la chirurgia è prescritta se il diametro dell'aneurisma è superiore a 5 centimetri.

Vengono utilizzati due metodi di trattamento chirurgico degli aneurismi dell'aorta addominale. Il primo è quello di fare un taglio sull'addome e cucire nell'aorta dell'innesto. Quando si utilizza il secondo metodo, un catetere viene inserito attraverso l'arteria femorale con uno stent. È installato nell'aorta. Entrambe le operazioni sono complesse da un punto di vista tecnico. Gli stessi metodi di trattamento sono usati per l'aneurisma dell'aorta toracica.

Aneurisma di vasi cerebrali

Aneurismi dei vasi cerebrali sono anormali protrusioni locali delle pareti dei vasi arteriosi del cervello. In un decorso simile a un tumore, l'aneurisma vascolare cerebrale imita la clinica di una lesione di massa con danni ai nervi ottici, trigeminali e oculomotori. Nel decorso apopossico, l'aneurisma vascolare cerebrale si manifesta con sintomi di emorragia subaracnoidea o intracerebrale, che improvvisamente appaiono come risultato della sua rottura. L'aneurisma dei vasi cerebrali viene diagnosticato sulla base di anamnesi, esame neurologico, radiografia del cranio, esame del liquido cerebrospinale, TAC, risonanza magnetica e MRA cerebrale. Se c'è evidenza di aneurisma cerebrale, è soggetto a trattamento chirurgico: occlusione endovascolare o clipping.

Aneurisma di vasi cerebrali

L'aneurisma dei vasi cerebrali è una conseguenza di un cambiamento nella struttura della parete vascolare, che normalmente ha 3 strati: l'interno - intima, lo strato muscolare e l'esterno - avventizia. Cambiamenti degenerativi, sottosviluppo o danni a uno o più strati della parete vascolare portano al diradamento e alla perdita di elasticità della parte interessata della parete vascolare. Di conseguenza, il rigonfiamento della parete vascolare si verifica in un punto indebolito sotto la pressione del flusso sanguigno. Questo forma l'aneurisma dei vasi cerebrali. Molto spesso, l'aneurisma cerebrale si trova nei punti di ramificazione arteriosa, perché c'è più pressione esercitata sulla parete del vaso.

Secondo alcuni rapporti, l'aneurisma cerebrale è presente nel 5% della popolazione. Tuttavia, è spesso asintomatico. Un aumento dell'espansione aneurismatica è accompagnato da un assottigliamento delle pareti e può portare alla rottura dell'ictus emorragico e dell'aneurisma. L'aneurisma dei vasi cerebrali ha un collo, un corpo e una cupola. Il collo dell'aneurisma, come la parete del vaso, è caratterizzato da una struttura a tre strati. La cupola consiste solo di intima ed è il punto più debole in cui l'aneurisma cerebrale può rompersi. Molto spesso, il divario si osserva in pazienti di età compresa tra 30 e 50 anni. Secondo le statistiche, si tratta di un aneurisma cerebrale rotto che causa fino all'85% delle emorragie subaracnoidee non traumatiche (SAH).

Cause di aneurisma cerebrale

L'aneurisma congenito dei vasi cerebrali è una conseguenza delle anomalie dello sviluppo, che portano alla rottura della normale struttura anatomica delle loro pareti. È spesso combinato con un'altra patologia congenita: rene policistico, coartazione dell'aorta, displasia del tessuto connettivo, malformazione artero-venosa del cervello, ecc.

L'aneurisma vascolare cerebrale acquisito può svilupparsi a seguito dei cambiamenti che si verificano nella parete del vaso dopo aver subito una lesione craniocerebrale, sullo sfondo della malattia ipertensiva, nell'aterosclerosi e nella ialinosi dei vasi sanguigni. In alcuni casi, può essere causato da emboli infettivi nelle arterie cerebrali. Un simile aneurisma di vasi cerebrali in neurologia è chiamato micotico. Fattori emodinamici come l'irregolarità del flusso sanguigno e l'ipertensione contribuiscono alla formazione di aneurisma cerebrale.

Classificazione dell'aneurisma cerebrale

Per la sua forma, l'aneurisma cerebrale è sacculato e a forma di fuso. E i primi sono molto più comuni, in un rapporto di circa 50: 1. A sua volta, l'aneurisma sacculare di vasi cerebrali può essere singolo o multi-camera.

Secondo la localizzazione, l'aneurisma cerebrale è classificato in aneurisma dell'arteria cerebrale anteriore, dell'arteria cerebrale media, dell'arteria carotide interna e del sistema vertebro-basilare. Nel 13% dei casi, ci sono diversi aneurismi localizzati su diverse arterie.

C'è anche una classificazione di aneurisma cerebrale in base alle dimensioni, in base al quale si distinguono aneurismi miliari di dimensioni fino a 3 mm, piccoli - fino a 10 mm, medi - 11-15 mm, grandi - 16-25 mm e giganti - più di 25 mm.

Sintomi di aneurisma cerebrale

Secondo le sue manifestazioni cliniche, l'aneurisma vascolare cerebrale può avere un decorso tumorale o apoplessia. Con una variante simile al tumore, l'aneurisma vascolare cerebrale aumenta progressivamente e, raggiungendo dimensioni considerevoli, inizia a comprimere le formazioni anatomiche del cervello situate accanto ad esso, il che porta alla comparsa dei corrispondenti sintomi clinici. L'aneurisma vascolare cerebrale simile al tumore è caratterizzato da un quadro clinico di un tumore intracranico. I suoi sintomi dipendono dalla posizione. Molto spesso, un aneurisma vascolare cerebrale simile a un tumore viene rilevato nel chiasma ottico e nel seno cavernoso.

L'aneurisma dell'area chiasmatica è accompagnato da acutezza e campi visivi; con l'esistenza a lungo termine può portare a atrofia del nervo ottico. L'aneurisma vascolare cerebrale, situato nel seno cavernoso, può essere accompagnato da una delle tre sindromi del seno cavernoso, che sono una combinazione di paresi III, IV e VI coppie di FMN con danno a vari rami del nervo trigemino. La paresi delle coppie III, IV e VI è manifestata clinicamente da disturbi oculomotori (indebolimento o impossibilità di convergenza, sviluppo di strabismo); sconfitta del nervo trigemino - sintomi della nevralgia del trigemino. Un aneurisma vascolare cerebrale a lungo esistente può essere accompagnato dalla distruzione delle ossa del cranio, rilevata durante i raggi x.

Spesso l'aneurisma cerebrale ha un decorso apoplettico con l'improvvisa comparsa di sintomi clinici a seguito della rottura dell'aneurisma. Solo occasionalmente, la rottura dell'aneurisma è preceduta da mal di testa nella regione frontro-orbitale.

Rottura dell'aneurisma cerebrale

Il primo sintomo della rottura dell'aneurisma è un mal di testa improvviso e molto intenso. Inizialmente, potrebbe essere di natura locale, corrispondente alla posizione dell'aneurisma, quindi diventa diffuso. Il mal di testa è accompagnato da nausea e vomito ripetuto. Ci sono sintomi meningei: iperestesia, torcicollo, sintomi di Brudzinsky e Kernig. Poi c'è una perdita di coscienza, che può durare per un diverso periodo di tempo. Le convulsioni epilettiformi ei disturbi mentali possono andare da una leggera confusione a una psicosi. L'emorragia subaracnoidea che si verifica quando viene rotto un aneurisma vascolare cerebrale è accompagnata da un lungo spasmo di arterie situato vicino all'aneurisma. In circa il 65% dei casi, questo spasmo vascolare porta alla sconfitta della sostanza cerebrale del tipo di ictus ischemico.

Oltre all'emorragia subaracnoidea, un aneurisma vascolare cerebrale rotto può causare emorragia in una sostanza o ventricoli del cervello. L'ematoma intracerebrale è osservato nel 22% dei casi di rottura dell'aneurisma. Oltre ai sintomi cerebrali, si manifesta aumentando i sintomi focali, a seconda della posizione dell'ematoma. Nel 14% dei casi, un aneurisma cerebrale rotto provoca emorragia cerebrale. Questa è la variante più grave dello sviluppo della malattia, spesso fatale.

I sintomi focali, che sono accompagnati da un aneurisma rotto di vasi cerebrali, possono essere diversi e dipendono dalla posizione dell'aneurisma. Pertanto, l'aneurisma vascolare cerebrale, localizzato nell'area della biforcazione dell'arteria carotidea, causa disturbi della funzione visiva. L'aneurisma dell'arteria cerebrale anteriore è accompagnato da paresi degli arti inferiori e disturbi mentali, cerebrale medio - da emiparesi sul lato opposto e disturbi del linguaggio. Localizzato nel sistema vertebro-basilare, l'aneurisma vascolare cerebrale a rottura è caratterizzato da disfagia, disartria, nistagmo, atassia, sindromi alternate, paresi centrale del nervo facciale e lesione del nervo trigemino. L'aneurisma dei vasi cerebrali, situato nel seno cavernoso, si trova al di fuori della dura madre e pertanto la sua rottura non è accompagnata da emorragia nella cavità del cranio.

Diagnosi di aneurisma cerebrale

Molto spesso, l'aneurisma vascolare cerebrale è caratterizzato da un decorso asintomatico e può essere rilevato a caso quando si esamina un paziente per una malattia completamente diversa. Con lo sviluppo dei sintomi clinici, un aneurisma vascolare cerebrale viene diagnosticato da un neurologo sulla base dell'anamnesi, dell'esame neurologico del paziente, degli esami radiografici e tomografici e dello studio del liquido cerebrospinale.

Un esame neurologico rivela sintomi meningei e focali, sulla base dei quali è possibile effettuare una diagnosi topica, cioè determinare la posizione del processo patologico. La radiografia del cranio può rilevare aneurismi pietrificati e distruzione delle ossa della base del cranio. Una diagnosi più accurata fornisce TC e risonanza magnetica cerebrale. La diagnosi finale di "aneurisma vascolare cerebrale" può essere basata sui risultati di uno studio angiografico. L'angiografia consente di impostare la posizione, la forma e le dimensioni dell'aneurisma. A differenza dell'angiografia a raggi X, la risonanza magnetica (MPA) non richiede l'introduzione di agenti di contrasto e può essere effettuata anche nel periodo acuto di rottura di aneurisma di vasi cerebrali. Fornisce un'immagine bidimensionale della sezione trasversale delle navi o della loro immagine tridimensionale tridimensionale.

In assenza di metodi diagnostici più istruttivi, un aneurisma rotto dei vasi cerebrali può essere diagnosticato mediante puntura lombare. La rilevazione del sangue nel liquido cerebrospinale risultante indica la presenza di emorragia subaracnoidea o intracerebrale.

Durante la diagnosi, un aneurisma vascolare cerebrale simile a un tumore dovrebbe essere differenziato da tumore, cisti e ascesso del cervello. Aneurisma vascolare cerebrale apoplessia richiede differenziazione da un attacco epilettico, attacco ischemico transitorio, ictus ischemico, meningite.

Trattamento dell'aneurisma cerebrale

I pazienti il ​​cui aneurisma cerebrale è di piccole dimensioni dovrebbero essere costantemente monitorati da un neurologo o da un neurochirurgo, poiché tale aneurisma non è un'indicazione per il trattamento chirurgico, ma deve essere monitorato per le sue dimensioni e il suo corso. Le misure terapeutiche conservative mirano a prevenire un aumento delle dimensioni dell'aneurisma. Questi possono includere la normalizzazione della pressione arteriosa o della frequenza cardiaca, la correzione dei livelli di colesterolo nel sangue, il trattamento degli effetti della trauma cranico o delle malattie infettive esistenti.

Il trattamento chirurgico è mirato a prevenire la rottura dell'aneurisma. I suoi metodi principali sono il taglio del collo dell'aneurisma e l'occlusione endovascolare. Possono essere utilizzati elettrocoagulazione stereotassica e trombosi artificiale dell'aneurisma mediante coagulanti. Per le malformazioni vascolari, viene eseguita l'ablazione radiochirurgica o transcranica dell'AVM.

Un aneurisma vascolare cerebrale rotto è un'emergenza e richiede un trattamento conservativo simile al trattamento dell'ictus emorragico. Secondo le indicazioni, viene eseguito un trattamento chirurgico: rimozione dell'ematoma, evacuazione endoscopica o aspirazione stereotassica. Se l'aneurisma vascolare cerebrale è accompagnato da emorragia nei ventricoli, produce il drenaggio ventricolare.

Prognosi dell'aneurisma cerebrale

La prognosi della malattia dipende dal luogo in cui si trova l'aneurisma dei vasi cerebrali, dalle sue dimensioni, nonché dalla presenza di una patologia che porta a alterazioni degenerative della parete vascolare o disturbi emodinamici. Un aneurisma cerebrale non crescente può esistere durante la vita del paziente senza causare alcun cambiamento clinico. Un aneurisma cerebrale rotto nel 30-50% dei casi porta alla morte del paziente. Nel 25-35% dei pazienti dopo la rottura dell'aneurisma persistono effetti invalidanti. L'emorragia ripetuta è osservata nel 20-25% dei pazienti, mortalità dopo che raggiunge il 70%.

Come trattare l'aneurisma cerebrale

Angiogramma fatto dell'arteria vertebrale sinistra: viene rilevato un gigantesco aneurisma dell'arteria basilare, contrastato indebolito delle arterie cerebrali posteriori

Che tipo di maschera si nasconde.

Aneurisma: un aumento locale del lume di un'arteria a causa di un cambiamento o di un danno alla sua parete. Sotto l'azione di aumento della pressione sanguigna, l'area patologica del vaso si espande e si gonfia; gradualmente aumenta l'aneurisma e al momento dello stress fisico o emotivo si rompe. Si verifica emorragia intracranica - ictus emorragico. Una leggera emorragia può verificarsi con mal di testa, nausea, febbre, colonna vertebrale dolente, estremità (come con l'influenza). Dopo 5-7 giorni, la persona sembra essere in via di guarigione. Ma il miglioramento è immaginario: cicatrici e aderenze si formano all'interno, le membrane del cervello si infiammano, compaiono mal di testa e convulsioni (epilettiche). Le forme non complicate di SAH aneurismatica sono camaleonti che si nascondono sotto le maschere di infezioni respiratorie acute, emicranie, sciatalgie, meningiti, crisi ipertensive, malattie mentali, intossicazione.

Tuttavia, più spesso SAH inizia con un forte mal di testa, poi uno stato di stordimento, persino coma. Movimento, parola, sensibilità sono disturbati; si verificano convulsioni periodicamente convulsive, le funzioni vitali (respirazione, circolazione sanguigna) si irritano. Perché, a causa di un'emorragia intracranica, il cervello viene compresso e spostato. Nel primo episodio di SAH, il 40-60% dei pazienti muore. In 2 settimane dopo la rottura dell'aneurisma, il sanguinamento si ripresenta nel 15-20% dei pazienti, nel 50% dei casi la recidiva si verifica entro 6 mesi. Se la causa della catastrofe - aneurisma - viene preservata, allora ogni successiva emorragia provoca un ritiro dalla vita.

Quando correre da uno specialista

La risonanza magnetica o la tomografia computerizzata delle navi aiuta a sospettare l'aneurisma nel 98% dei casi, anche prima della rottura. Il metodo diagnostico più accurato è l'angiografia digitale (digitale) per sottrazione. Viene eseguita in cliniche specializzate (il quinto ospedale clinico della città di Minsk - la base del dipartimento neurochirurgico dell'NSPC di Neurologia e Neurochirurgia, il nono Ospedale clinico e pronto soccorso della capitale, in tutti gli ospedali regionali) in anestesia locale e, se necessario, con la gestione dell'anestesia. Un primo appello a uno specialista previene l'emorragia ed elimina anche ripetuti. Il motivo dell'esame è frequente mal di testa, a volte accompagnato da intorpidimento o debolezza delle estremità, ipertensione, doppia visione, ridotta acuità visiva in almeno un occhio, presenza di malattia cerebrale aneurismatica in parenti stretti.

La terapia conservativa (pillole o iniezioni endovenose) non cura l'aneurisma e non previene l'emorragia.

Il metodo più comune è microchirurgico.

Gli interventi aperti disattivano l'aneurisma dal flusso sanguigno, pur mantenendo la pervietà del portatore e dei vasi circostanti, il sangue viene rimosso dallo spazio subaracnoideo. Il collo dell'aneurisma è fissato con una clip a molla, simile a una molletta. Tali operazioni sono eseguite nei dipartimenti neurochirurgici del 5 ° GKB e BSMP Minsk, il Minsk Design Bureau. La mortalità dopo di loro nel periodo affilato di emorragia in centri specializzati è il 8-16%, e nel cosiddetto. freddo (un mese dopo) - non più del 3%. Nei dipartimenti neurochirurgici del quinto ospedale clinico della città di Minsk - 4,5-6,8% (a seconda della posizione e delle dimensioni dell'aneurisma).

Nel 1973, il neurochirurgo Fedor Serbinenko eseguì la prima occlusione dell'aneurisma dell'arteria basale usando il catetere originale a palloncino diviso. Questa operazione divenne il punto di partenza per lo sviluppo di metodi endovascolari.

Sono comparsi cateteri intravascolari più avanzati con rivestimento antitrombotico, microspirali di varie forme, dimensioni e meccanismi della loro separazione (meccanica, idraulica, elettrolitica) dai veicoli di consegna; sono stati sviluppati nuovi dispositivi isolanti - stent per la chiusura di un aneurisma dal flusso sanguigno.

Tre anni fa, abbiamo iniziato il trattamento endovascolare degli aneurismi cerebrali nell'NSPC di neurologia e neurochirurgia.

Preferiamo questo metodo nei seguenti casi:

  • localizzazione o prognosi di gravi complicanze dell'intervento diretto (microchirurgia della regione cavernosa dell'arteria carotide interna, bacino vertebro-basilare, paraclinoide) difficile per la microchirurgia;
  • aneurisma fusiforme o esfoliato;
  • negli anziani (oltre 75 anni);
  • in pazienti con gravi condizioni (III - IV grado sulla scala Hunt - Hess);
  • se l'aneurisma della clip con operazione aperta non è riuscito.

Più di 3 anni, 107 interventi sono stati eseguiti in 93 pazienti. Nella maggior parte dei casi, gli aneurismi erano difficili da raggiungere e non accessibili per un intervento diretto. In 41 pazienti - nel bacino vertebro-basile, in 35 - nel paraclinoide, così come nei segmenti oftalmici dell'arteria carotide interna, in 12 - aneurismi multipli (2 o più). In 5 pazienti, gli interventi intravascolari sono stati eseguiti dopo operazioni dirette, durante i quali non è stato possibile ritagliare l'aneurisma. In 23 pazienti, aneurismi di dimensioni giganti, in 2 pazienti - fusiformi, in 3 pazienti combinati con malformazioni artero-venose del cervello e in 1 - con dissezione spontanea dell'arteria carotide interna (allo stesso tempo, sono stati eseguiti interventi endovascolari combinati).

In alcuni pazienti per un intervento endovascolare non è stato possibile escludere completamente l'aneurisma dal flusso sanguigno, quindi sono stati eseguiti dei ripetuti. Applichiamo i principali metodi di operazioni intravascolari in questa patologia. L'occlusione stazionaria dell'arteria portante è stata eseguita in 5 casi (con un apporto di sangue collaterale ben sviluppato del bacino arterioso corrispondente); flusso sanguigno simulato a causa dell'installazione dello stent nel lume dell'arteria nel collo dell'aneurisma in 11 pazienti.

Nel caso di aneurismi a collo largo, utilizziamo tecniche di assistenza per evitare che le microspirali cadano nel lume dell'arteria del cuscinetto: installazione di uno stent nella proiezione del collo dell'aneurisma con e senza riempire la sacca aneurismatica con microspirali (12 di tali operazioni in 9 pazienti), tecnica di palloncino o rimodellamento del palloncino, i. espansione temporanea del palloncino nel lume dell'arteria nella zona del collo (17 operazioni).

Una grave complicanza di SAH è lo spasmo arterioso che causa gravi problemi ischemici (infarto cerebrale). Durante l'intervento endovascolare, queste manifestazioni possono essere significativamente ridotte usando l'angioplastica (meccanica) del palloncino e la chemioangioplastica (vengono iniettati farmaci antispastici).

Le operazioni vengono eseguite accedendo attraverso l'arteria femorale, in anestesia endotracheale. La maggior parte dei pazienti non ha bisogno del beneficio di rianimazione dopo l'intervento e viene dimessa per cure ambulatoriali il 3 ° e il 6 ° giorno.

Normalmente, applichiamo principalmente spirali tridimensionali (3D): prima rinforziamo le pareti dell'aneurisma, quindi la sua parte rimanente è concentrata con spirali bidimensionali, con una diminuzione graduale delle loro dimensioni. Il chirurgo determina il numero e la dimensione delle bobine durante l'operazione; è necessario avviarli prima della completa occlusione dell'aneurisma (con angiografia di controllo non c'è contrasto delle sue parti). Di norma, questo può essere fatto con spirali che riempiono il 25-30% del volume effettivo dell'aneurisma.

Paziente K., 54 anni. Sullo sfondo di un aumento della pressione sanguigna, ho improvvisamente sentito un mal di testa acuto, nausea e vomito apparso. Ha preso antidolorifici e farmaci antipertensivi - senza effetti significativi. Il mattino seguente si sviluppò un convulsivo convulsivo generalizzato.

Ospedalizzato nel reparto neurologico del quinto ospedale clinico della città di Minsk. Una scansione TC cerebrale ha rivelato un'emorragia massiccia nello spazio subaracnoideo e nel sistema ventricolare. Dopo angiografia cerebrale, è stato diagnosticato un grande aneurisma sacculare dell'arteria carotide sinistra paraclinoide.

La donna viene trasferita al dipartimento di neurochirurgia. È stata eseguita l'embolizzazione subtotale della sacca aneurisma con microspirali. Quando l'angiografia di controllo dopo un anno ha segnato il riempimento parziale del sacco di aneurisma. Con un intervento endovascolare ripetuto, uno stent è stato installato nell'area del collo dell'aneurisma, le microspirali sono state inoltre inserite nella parte di riempimento del sacco aneurisma prima dell'interruzione totale dal flusso sanguigno. K. è stato dimesso il 4 ° giorno in condizioni soddisfacenti.

Paziente N., 22 anni. Sentì un forte mal di testa, vertigini, perse conoscenza. Ospedalizzato nel reparto neurologico della patologia della malattia vascolare cerebrale del quinto ospedale clinico della città di Minsk. Ha rivelato un gigantesco aneurisma dell'arteria basilare. La chirurgia endovascolare è stata eseguita: uno stent è stato installato nella proiezione del collo dell'aneurisma. Immediatamente segnato un forte rallentamento del flusso di sangue nel sacco di aneurisma. L'angiografia di controllo dopo 6 mesi ha mostrato che non era riempito, il riempimento delle arterie del bacino vertebro-basile è migliorato, secondo la risonanza magnetica, la dimensione dell'aneurisma trombizzato diminuita, vi è una significativa regressione dell'effetto volume sulle strutture del tronco cerebrale.

... La chirurgia endovascolare per aneurisma cerebrale consente di aiutare i pazienti precedentemente considerati inoperabili; migliorare significativamente i risultati del trattamento in caso di aneurismi giganti, fusiformi e di difficile accesso.

I vantaggi delle operazioni intravascolari: bassa invasività, alta efficienza. Sono un'alternativa alla chirurgia diretta per i pazienti in gravi condizioni, così come per gli anziani con patologia somatica concomitante.

Il materiale è destinato ai neurologi, ai chirurghi neuro e endovascolari.


Sergey Kapatsevich, capo ricercatore del Centro scientifico e pratico repubblicano di neurologia e neurochirurgia, dottorato di ricerca delle scienze

Trattamento e chirurgia per rimuovere un aneurisma cerebrale

L'aneurisma è chiamato una formazione patologica sotto forma di espansione locale dell'arteria circolatoria del cervello dovuta a una parete vascolare debole, anelastica, assottigliata. La malattia è grave e può essere fatale. È pericoloso per la rottura della nave nel sito di espansione, dopo la quale si verifica emorragia subaracnoidea o intracerebrale.

Aneurisma sui risultati dell'angiografia.

Fino a una crisi, la malattia può svilupparsi in modo asintomatico, a volte dando una leggera sintomatologia neurologica, che può essere facilmente confusa con altre patologie non pericolose. Spesso, una persona non presume di avere una "bomba" nella sua testa, che "si nasconde" per anni, ma può esplodere in qualsiasi momento. Dopo che la nave è esplosa e ne è stato versato del sangue, riempiendo le strutture del cervello, l'aneurisma si è già manifestato in piena potenza. I segni sottostanti di un'emorragia che si verificano sono un improvviso, terribile mal di testa e perdita di coscienza. Sfortunatamente, in seguito il rendering delle cure mediche, di norma, finisce in tragedia.

La malattia può manifestarsi a qualsiasi età, ma è più comune nei giovani (20-45 anni) e nelle persone di mezza età (45-60 anni). La percentuale complessiva di morbilità nella popolazione adulta varia dallo 0,3% al 5%, nei bambini l'aneurisma è un fenomeno molto raro. Secondo le statistiche, a causa di improvvise emorragie cerebrali dovute ad aneurismi, il 30% -50% delle persone muore, il 15% -30% diventa disabile e solo il 20% circa dei ritorni di capacità di lavoro relativamente normali. Sì, le cifre sono deludenti, ma con una diagnosi precoce e un trattamento tempestivo, anche una concentrazione così formidabile nel cervello può essere neutralizzata con successo.

Cosa può influenzare la formazione di un aneurisma vascolare, che tipi è, come prevenire una tragedia, è importante che tutti ne siano a conoscenza. Quindi, in dettaglio vai alla cosa principale.

Cause di aneurisma

I fattori sfavorevoli che aumentano i rischi per una malattia grave sono le conseguenze di determinate patologie e stile di vita, questi sono:

  • eventuali malattie del tessuto connettivo (agiscono sui vasi rendendoli deboli e anelastici);
  • ipertensione arteriosa e ipertensione (l'ipertensione arteriosa aumenta il carico sulla formazione vascolare, portando a un eccessivo allungamento delle pareti);
  • dipendenza da fumo, alcol, droghe (i tessuti vascolari vengono attivamente distrutti dall'azione di sostanze tossiche, che è irto di un aneurisma, di un rapido aumento del volume e della stimolazione del gap);
  • danno meccanico (lesioni alla testa), che ha provocato cambiamenti funzionali e degenerativi nelle arterie cerebrali;
  • fenomeni aterosclerotici e infettivi (meningite, infezione fungina, endocardite, ecc.), da cui soffre la qualità della componente arteriosa del cervello;
  • neoplasie intracraniche di forme benigne o maligne (violano la forza delle pareti vascolari, possono accelerare il divario di un aneurisma già esistente).

Nella formazione di aneurismi cerebrali, il fattore genetico è spesso da biasimare. Tu e tutti i membri della famiglia dovreste essere esaminati urgentemente se è noto che uno dei parenti diretti è associato a questa diagnosi.

Classificazione degli aneurismi cerebrali

Gli aneurismi vascolari del cervello in neurochirurgia sono solitamente classificati in base alla posizione, alla forma, alle dimensioni, al numero di camere nella formazione. Considera ogni parametro.

  1. Su base locale, la protrusione patologica è:
  • arteria cerebrale / connettiva anteriore (si verifica nel 45% dei casi);
  • divisione interna dell'arteria carotide (30%);
  • arteria cerebrale media (20%);
  • bacino vertebro-basilare (4-5%);
  • tipo misto - 2 e più sezioni del sistema vascolare sono colpite simultaneamente (più fuochi diagnosticati nel 10% dei pazienti, mentre il restante 90% ha un singolo aneurisma).
  1. In forma, le estensioni aneurismatiche sono suddivise in:
  • a forma di borsa (saccula) - il tipo più comune di formazioni (98%), più incline alla perforazione rispetto ad altre;
  • forma fusiforme (fusiforme) - meno aggressiva e rara, nella struttura di tutti gli aneurismi prende solo il 2%;
  • esfoliante - si formano nello spazio intercalare della parete vascolare, che è sorto a causa della connessione allentata dei suoi strati, dove il sangue scorre sotto pressione (nelle arterie della base del cervello si sviluppano nei casi più isolati).
  1. Il rigonfiamento della parete arteriosa in grandezza può essere:
  • insignificante, o piccolo - fino a 4 mm;
  • solito, o nella media - 5-15 mm;
  • grande - 16-24 mm;
  • gigante - da 25 mm e oltre.
  1. Dal numero di telecamere si distingue l'aneurisma:
  • camera singola - composta da una camera (struttura tipica);
  • multicamera - la sua crescita avviene con la formazione di diverse cavità.

Gli esperti hanno stabilito il modello di sviluppo della patologia negli uomini e nelle donne adulte. La popolazione maschile è 1,5 volte meno probabilità di soffrirne rispetto alla popolazione femminile. Nell'infanzia, al contrario, la malattia prevale un po 'più spesso nei ragazzi rispetto alle ragazze (rapporto 3: 2). L'epidemiologia della gioventù è la stessa.

Un'immagine schematica delle lesioni a seconda della posizione.

Sintomi di aneurisma cerebrale

Come abbiamo notato in precedenza, nella maggior parte dei casi l'aneurisma non si manifesta clinicamente finché non si verifica la fase acuta della rottura. Ma con grandi dimensioni, quando l'attenzione mette seriamente sotto pressione le strutture vicine e sconvolge la trasmissione degli impulsi nervosi, i sintomi neurogeni sono solitamente avvertiti. Dal momento che un aneurisma cerebrale mette in pericolo la vita di una persona, è importante identificarlo nelle sue fasi iniziali, ma il problema è che non si verifica mai a nessuno di andare in ospedale senza lamentele né minimo.

I medici invitano ogni persona adulta, soprattutto all'età di 35 anni, almeno una volta all'anno a sottoporsi alla diagnosi di vasi cerebrali a proprio vantaggio.

Ora suoniamo tutti i possibili segni clinici che sono per lo più disturbanti a volumi pericolosi di difetto inesploso quando i nervi cranici sono interessati:

  • dolore oculare, visione ridotta o offuscata;
  • perdita dell'udito (diminuzione, sensazione di rumore),
  • raucedine;
  • intorpidimento, debolezza, dolore lungo il nervo facciale, di solito su un lato del viso;
  • spasmo muscolare al collo (incapacità di toccare il petto con il mento);
  • crampi muscolari scheletrici;
  • debolezza nel braccio o nella gamba;
  • diminuzione in sensibilità, violazione di percezione tattile su siti separati di pelle;
  • problemi di coordinamento;
  • capogiri, nausea;
  • sonnolenza irragionevole o, al contrario, insonnia;
  • inibizione dei movimenti e dell'attività mentale.

Per escludere o determinare la patologia, passare immediatamente una visita medica mirata se si nota almeno un sintomo!

Conseguenze del mancato trattamento

Se la nave viene rotta, il sangue viene versato nel cervello, la specificità dei segni clinici è più concreta e pronunciata. Lo scenario patognostico inerente allo shock aneurismatico è il seguente:

  • un improvviso mal di testa intenso che si diffonde rapidamente e raggiunge un picco di dolore terribile;
  • nausea, vomito ripetuto;
  • depressione della coscienza di varie durate;
  • sindrome meningea;
  • possono verificarsi convulsioni che assomigliano a crisi epilettiche;
  • a volte un aumento della temperatura corporea totale, tachicardia, aumento / diminuzione della pressione sanguigna;
  • con una massiccia emorragia dovuta alla profonda inibizione nella corteccia cerebrale, una persona cade in coma con alterata funzione respiratoria.

Per coloro che sono vicini alla vittima (un semplice passante, amici o parenti), prendi in considerazione! La velocità della tua reazione dipende ora dalla vita di una persona. Il verificarsi del complesso sintomatologico descritto (i segni principali all'inizio del gap - i primi 3 punti) - un segnale per la chiamata immediata della brigata di ambulanza. I medici qualificati forniranno in loco un pronto soccorso adeguato per il paziente, saranno portati in una struttura sanitaria per un esame completo e un trattamento di emergenza.

Misure diagnostiche

L'esame, che consente di diagnosticare l'aneurisma dei vasi cerebrali, si basa sull'uso di una diagnostica complessa. Un approccio integrato identificherà la malattia, ne determinerà la causa, l'area esatta dell'epicentro, il numero di lesioni, il tipo, le dimensioni, la relazione con il cervello e altre arterie.

Se non stiamo parlando delle interruzioni che hanno già avuto luogo, ma dell'intenzione del paziente di essere esaminato per verificare lo stato delle navi, la visita inizia con un appello a un neurologo. Il medico, dopo aver accuratamente ascoltato la storia del paziente, conduce un esame fisico generale, che include:

  • palpazione delle singole parti del corpo per identificare aree dolorose;
  • percussioni, o percussioni di parti del corpo per determinare lo stato degli organi interni di prova dalla natura del suono;
  • auscultazione, che aiuta a sentire rumori anormali nel cuore, arteria carotide come segno indiretto di un aneurisma cerebrale;
  • misurazione della pressione standard, che consente di valutare il livello di pressione sanguigna circolante nelle arterie;
  • valutazione del ritmo cardiaco, frequenza respiratoria (spesso deviazioni anormali di questi parametri indicano displasia del tessuto connettivo, processi infettivi);
  • test neurologici, la cui essenza risiede nello studio del tendine, dei muscoli, dei riflessi cutanei, delle funzioni motorie del sistema muscoloscheletrico, del grado di sensibilità degli arti e del tronco, ecc.

Sulla base di tutti i metodi elencati di valutazione preliminare della condizione, è ancora impossibile da diagnosticare. Tutti questi metodi possono solo ipoteticamente indicare la possibile presenza (inaccurata) della malattia al rilevamento di fattori di rischio. Pertanto, lo specialista scrive ulteriormente le indicazioni per le procedure diagnostiche di base - il passaggio dei metodi strumentali per la visualizzazione delle strutture cerebrali. Sono effettuati su dispositivi speciali:

  • tomografia computerizzata (CT);
  • risonanza magnetica (MRI);
  • angiografia cerebrale.

L'angiografia standard è più vantaggiosa in termini di accessibilità per i pazienti che desiderano sottoporsi a un esame di screening primario. La sua accuratezza, ovviamente, è inferiore a quella della promettente TC e MRI. Tuttavia, uno studio angiografico è in grado di affrontare con successo il compito di identificare gli aneurismi, includendo informazioni sulla posizione, il tipo e la scala dell'espansione. Ma per i pazienti ricoverati in ospedale con segni di rottura della nave o emorragia a lungo termine, lo standard di diagnosi è l'uso di tutte queste procedure. Insieme a loro, vengono eseguiti l'elettroencefalogramma (EEG) e l'ecografia transcranica del doppler (TCD).

Principi di primo soccorso

Prima dell'arrivo dei medici, coloro che sono vicini al paziente dovrebbero essere in grado di fornirgli un primo soccorso elementare. L'istruzione di misure urgenti volte a salvare vite prima di una visita medica è chiaramente descritta di seguito.

  1. Posare la vittima su una superficie piana, la testa deve essere in una posizione elevata. L'alta posizione della testa aiuterà a migliorare la circolazione venosa del sangue, prevenendo così il rapido accumulo di liquidi nei tessuti cerebrali e il drenaggio cerebrale.
  2. Creare le condizioni per un buon flusso di aria fresca nel luogo in cui si è verificato l'incidente clinico. Ed è estremamente significativo liberare il collo da cose come, ad esempio, rimuovere una cravatta, una sciarpa, bottoni sbottonati su una maglietta, ecc. Tale misura aiuterà a mantenere le funzioni della circolazione sanguigna e rallenterà il processo di morte di massa delle cellule nervose.
  3. Se una persona malata è svenuta, è necessario verificare la pervietà delle vie aeree. Con la testa rovesciata, è necessario premere sulla fronte con l'estensione simultanea della mascella inferiore, catturando il mento dal basso. Dopo aver aperto la bocca del paziente, effettuare una revisione della cavità orale (dita) per la presenza di contenuti estranei, attaccare la lingua. Le protesi rimovibili devono essere rimosse, se presenti. In modo che una persona non soffochi il vomito, rimetti la testa su un cuscino alto, girandolo di lato.
  4. Per prevenire l'edema cerebrale e ridurre l'emorragia, è importante applicare impacchi di ghiaccio alla testa (è possibile utilizzare alimenti surgelati, impacchi di ghiaccio, ecc.).
  5. Se possibile, vale la pena osservare il cambiamento della pressione sanguigna, usando un tonometro, e ascoltare il battito cardiaco, monitorare la respirazione. Se, in assenza di un medico, una persona smette di respirare o il suo cuore smette di battere, inizia immediatamente la rianimazione (respirazione artificiale, massaggio cardiaco indiretto). Senza di loro, in questa situazione, il rischio di una fine tragica è immenso.

Sfortunatamente, anche tutte queste misure non sono sempre efficaci dopo la rottura dell'aneurisma. I decessi in alcuni arrivano a lampi nei primi minuti. Ma senza attrezzature mediche speciali e conoscenze professionali è difficile capire cosa sta succedendo nel corpo. Pertanto, è importante non perdere l'autocontrollo e la fiducia nel risultato. Continua a continuare a combattere per tutta la vita finché il paziente non viene consegnato personalmente agli specialisti.

Chirurgia per rimuovere un aneurisma cerebrale

La tecnica medica (chirurgica o non chirurgica) è determinata da medici strettamente specializzati individualmente sulla base di dati diagnostici. Per piccoli aneurismi che non stanno progredendo, possono essere suggerite tattiche conservative. Il loro scopo è ridurre il potenziale di crescita dell'istruzione, ridurre il rischio di rottura, interrompere i sintomi neurologici. La terapia non invasiva è la prestazione di un paziente con farmaci di alta qualità che ha un effetto di supporto a causa di:

  • agenti vasocostrittori;
  • cardiotonia antiipertensiva;
  • farmaci antiepilettici;
  • pillole per il dolore;
  • dopaminolitikov (dal vomito, dalla nausea).

I piccoli aneurismi non azionati richiedono un monitoraggio costante. Allo stesso tempo, gli esperti avvertono che è impossibile liberarsene in modo conservativo. Pertanto, l'approccio principale nell'eliminazione della malattia e le sue conseguenze è il trattamento neurochirurgico, cioè una sorta di operazione sul vaso problematico del cervello.

Sinistra prima dell'operazione, subito dopo.

La scelta del tipo di intervento chirurgico dipende dall'evidenza, dalla posizione, dall'integrità, dalle caratteristiche anatomiche dell'aneurisma vascolare, dalle condizioni generali del paziente, dal grado di minaccia alla vita, dalle capacità tecniche del centro neurochirurgico. L'intervento può essere eseguito secondo una delle tattiche della chirurgia.

  1. Chirurgia endovascolare: un microcatetere viene inserito nella cavità del vaso (all'interno) mediante accesso percutaneo (senza aprire il cranio) sotto controllo a raggi X per installare uno stent o elica vascolare. I dispositivi completamente o in modo subtotale "spengono" l'arteria dal flusso sanguigno. Nel tempo, l'aneurisma si trombizza e diminuisce di dimensioni.
  2. Microchirurgia (aperta sotto il controllo di un microscopio) - viene eseguita una trapanazione economica del cranio, seguita dalla separazione dell'arteria del cuscinetto e dall'occlusione mediante l'applicazione di clip alla base del collo dell'aneurisma. Clipsing (sulla parte superiore della nave) consente di bloccare il collo aneurismatico, eliminando così il difetto vascolare dal flusso sanguigno e riducendo al minimo la probabilità della sua rottura.

Video di come l'operazione sul trattamento endovascolare dell'aneurisma neurovascolare del cervello:

Sia le operazioni di trattamento e profilattiche che gli interventi per un aneurisma rotto sono il processo intraoperatorio più complesso, che richiede la massima esperienza da un microchirurgo, una straordinaria padronanza delle nuove tecnologie neurochirurgiche e un'impeccabile attrezzatura dell'unità chirurgica. Va notato che in Russia e nei paesi post-sovietici, l'assistenza neurochirurgica in questo settore è ancora ad un livello inadeguato.

Operazione di rimozione di video aperti:

Quello che non si può dire della Repubblica Ceca, è uno dei pochi paesi al mondo in cui le tecniche di neurochirurgia del cervello moderno minimamente invasiva sono dominate e perfezionate alla perfezione, la gestione postoperatoria dei pazienti in altezza. I neurochirurghi cechi eseguono la manipolazione di precisione dei gioielli anche in posti del cervello difficili da raggiungere, senza ricorrere a tecniche aggressive aperte. Prendiamo atto che il costo delle operazioni neurochirurgiche e della riabilitazione nella Repubblica Ceca è parecchie volte inferiore a quello di Germania e Israele.