Risonanza magnetica del cervello

Sclerosi

La risonanza magnetica (MRI) è un metodo diagnostico non invasivo che consente di stabilire una diagnosi con la massima precisione e sviluppare un regime di trattamento efficace.

Per la visualizzazione del cervello e il suo esame dettagliato, viene utilizzato l'effetto di potenti campi magnetici e impulsi ad alta frequenza. Il programma del computer elabora quindi i risultati e fornisce informazioni sotto forma di un'immagine che può essere trasferita su supporto cartaceo o elettronico.

La procedura è completamente indolore e sicura per l'uomo. Durante la scansione MRI, il paziente non è esposto alla radiazione a raggi X. Il sondaggio può essere effettuato ripetutamente, anche per i bambini da 3 anni e pensionati profondi. Con l'aiuto della risonanza magnetica è possibile rilevare una varietà di malattie cerebrali nelle prime fasi dello sviluppo, che è la chiave per il loro trattamento di successo in futuro.

testimonianza

Le risultanti immagini layer-by-layer delle strutture cerebrali consentono agli specialisti di esaminare in dettaglio la condizione di tessuti e vasi, identificare il focus patologico, la sua posizione, la forma, le dimensioni, stimare il grado di prevalenza, ecc.

Nessun altro metodo diagnostico (radiografia, ecografia o tomografia computerizzata) fornisce quante più informazioni come la risonanza magnetica.

È possibile superare l'esame da soli o su appuntamento di un neurologo alle seguenti condizioni:

  • mal di testa (frequenti) costanti, vertigini;
  • sospetto tumore al cervello (indipendentemente dalla malignità);
  • esame prima dell'intervento chirurgico al cervello;
  • valutazione dello stato delle strutture e delle meningi dopo il trattamento chirurgico;
  • malattie infettive (encefalite, meningite);
  • diminuzione della vista, udito, non associata a una malattia dell'occhio o dell'orecchio interno;
  • disturbi acuti della circolazione cerebrale (ictus);
  • disordini neurologici (sincope frequente);
  • alterazioni patologiche dei vasi sanguigni (aneurisma, stenosi);
  • malattie dei nervi (uditivo, visivo);
  • alterazione della memoria, concentrazione;
  • malformazioni congenite del cervello;
  • cambiamenti diffusi (estesi) (morbo di Alzheimer, sclerosi multipla);
  • epilessia (compreso post-alcol);
  • varie lesioni;
  • monitoraggio (controllo) del focus sul cancro dopo il trattamento;
  • incapacità di eseguire la tomografia computerizzata.

In aggiunta a queste condizioni, ai bambini viene prescritta la risonanza magnetica in questi casi:

  • sviluppo psicomotorio ritardato;
  • disturbi del linguaggio (balbuzie);
  • comportamento inadeguato nella vita quotidiana e nella società senza valide ragioni;
  • sindrome convulsa;
  • svenimenti frequenti.

Controindicazioni

La procedura si basa sull'effetto dei campi magnetici, pertanto la risonanza magnetica è assolutamente impossibile per le persone con pacemaker, impianti ferromagnetici, apparecchi metallici sui vasi cerebrali, impianti elettronici dell'orecchio medio e oggetti estranei (frammenti metallici) nei tessuti degli occhi. La presenza di questi elementi può influire sul risultato dell'esame, e il campo magnetico, a sua volta, può interrompere il lavoro, ad esempio, di un pacemaker. Non è inoltre possibile eseguire una risonanza magnetica per le persone che soffrono di eccessiva pienezza (diametro del tunnel di una capsula di risonanza magnetica è di 60 cm).

Controindicazioni relative (condizioni in cui una scansione MRI è considerata possibile):

  • gravidanza (primo trimestre);
  • claustrofobia (paura degli spazi ristretti);
  • indossare bretelle e corone dentali;
  • uso di una pompa di insulina;
  • tatuaggi di ferro;
  • oggetti estranei metallici non localizzati nell'area della testa.

formazione

La RMN non ha limiti di tempo e può essere eseguita sia al mattino che al pomeriggio / alla sera. Non è richiesto un addestramento speciale. Il paziente deve avere con sé solo documenti di identità (passaporto), un rinvio da un medico e gli eventuali risultati degli esami precedenti.

Mangiare cibo e medicine prima della procedura non è proibito. In presenza di claustrofobia, il paziente è leggermente sedato (iniezione di un sedativo) immediatamente prima dello studio.

Risonanza magnetica del cervello

Foto: risonanza magnetica del cervello
L'esame può essere effettuato sia su base ambulatoriale che in ospedale. La durata della procedura da 15 minuti a mezz'ora.

Il paziente viene posizionato su un dispositivo MRI a tavolo scorrevole. Per garantire la completa immobilità, il corpo del paziente viene fissato con rulli e cinghie e la testa con speciali morsetti.

Se necessario, l'introduzione di un mezzo di contrasto (per una visualizzazione più efficace delle strutture studiate), l'infermiera imposta al paziente un catetere per via endovenosa.

È importante! La sostanza somministrata è assolutamente sicura e non influisce in alcun modo sulla salute e sul benessere del paziente.

Dopodiché, il tavolo con il paziente si sposta all'interno della capsula magnetica e il personale medico viene rimosso dall'ufficio. Un sistema di comunicazione a due vie comporta la comunicazione tra il medico e il paziente. Il medico in determinati periodi può chiedere di trattenere il respiro o di informarsi sullo stato di salute del paziente. Il paziente, a sua volta, riporta tutte le sue sensazioni e cambiamenti nello stato di salute premendo il pulsante per accendere l'interfono nella capsula.

Alla fine dello studio, il paziente viene rilasciato dai dispositivi di fissazione, viene rimosso un catetere per via endovenosa e viene chiesto di attendere un po 'di tempo fuori dall'ufficio, mentre il medico esegue un'analisi preliminare delle immagini. Nel caso di ottenere immagini di scarsa qualità, potrebbe essere necessario ripetere la procedura.

Possibili complicazioni durante e dopo la risonanza magnetica

Le complicazioni dopo la risonanza magnetica cerebrale fino a oggi non sono state osservate. Durante la procedura, il paziente può provare disagio psicologico dall'essere in uno spazio ristretto. Questa condizione è facilmente eliminata prendendo in anticipo i sedativi.

I bambini sono tenuti a offrire cuffie o tappi per le orecchie che attutiscono il rumore di uno scanner funzionante. I pazienti adulti di solito li chiedono da soli. In alcune cliniche per creare un'atmosfera favorevole all'interno della capsula, il paziente accende la musica leggera.

Al momento dell'iniezione di una sostanza di contrasto in una vena, il paziente può avvertire un'ondata di calore o, al contrario, una sensazione di freddo che scorre nelle vene. Alcune persone hanno un sapore di ferro in bocca. Questa è una reazione normale e non preoccuparti.

Durante l'inserimento e l'estrazione di un catetere endovenoso, il soggetto avverte disagio fisico, come quando viene iniettato in una vena. Ma tutto ciò è sperimentato e non richiede un trattamento speciale. Anche un piccolo ematoma nel sito di puntura si risolverà in pochi giorni, senza lasciare tracce sulla pelle.

È possibile che la temperatura dell'area studiata del corpo possa aumentare, con la risonanza magnetica cerebrale, della testa. Questo è anche solo un effetto temporaneo che non porterà danni alla salute. Ma se il paziente è seriamente preoccupato, deve semplicemente riferire le sue condizioni al medico.

C'è anche un piccolo rischio di reazione allergica (orticaria o prurito agli occhi) o la comparsa di nausea dopo somministrazione di contrasto. In questo caso, lo staff medico dell'ufficio RM fornirà immediatamente l'assistenza medica necessaria.

Risultati MRI del cervello

Foto: risonanza magnetica del cervello
La preparazione del rapporto richiede circa 1-1,5 ore. Con risultati precisi, il paziente viene inviato al medico che ha prescritto la risonanza magnetica o, in caso di autoesame, al terapeuta.

Con l'aiuto della risonanza magnetica, gli specialisti possono confermare o negare la diagnosi preliminare e analizzare le dinamiche della malattia durante il trattamento.

Metodi alternativi

Imaging a risonanza magnetica sull'informatività e accuratezza dei risultati lasciati molto indietro rispetto ai raggi X e agli ultrasuoni. Solo la tomografia computerizzata (CT) può fare concorrenza MRI. Ma qui tra i due metodi diagnostici moderni ci sono differenze significative.

  • La risonanza magnetica rivela bene la patologia dei tessuti molli e dei vasi cerebrali, la TAC - le strutture ossee del cranio e le cavità riempite con liquido cerebrospinale (CSF);
  • La risonanza magnetica non porta esposizione alle radiazioni, la radiazione radioattiva è utilizzata alla TC;
  • La qualità delle immagini MRI è molto migliore, poiché non coprono l'effetto schermante delle ossa del cranio, come nella TC;
  • Un mezzo di contrasto per la risonanza magnetica basata sul gadolinio ha meno probabilità di scatenare reazioni allergiche rispetto al contrasto con lo iodio per CT.

Nonostante l'abbondanza di benefici, la risonanza magnetica non è sempre e non tutti mostrati. Pertanto, la tomografia computerizzata è ampiamente utilizzata come metodo alternativo nella diagnostica moderna, così come in altri metodi di ricerca leggermente obsoleti.

Diagnosi dei sintomi

Scopri le tue possibili malattie e quale dottore dovresti visitare.

Cosa mostra una risonanza magnetica cerebrale? MRI cerebrale: procedure, risultati, conclusioni e revisioni dei pazienti

Il mal di testa è uno dei disturbi più comuni con cui le persone di tutte le età si rivolgono ai medici. Fino a poco tempo fa, un problema simile era considerato un disturbo legato all'età, ma ora sempre più spesso bambini e adolescenti si lamentano di un mal di testa, per non parlare delle persone di mezza età.

È impossibile iniziare il trattamento senza una diagnosi accurata e informativa, perché l'emicrania può essere causata da una serie di motivi. Quindi, nella maggior parte dei casi, il medico prescrive uno studio come la risonanza magnetica del cervello (risonanza magnetica).

Cosa rivela?

Al momento, la procedura di risonanza magnetica del cervello è il metodo più accurato di imaging di organi e tessuti della testa senza l'uso di raggi x ionizzanti. Con l'aiuto di potenti campi magnetici e impulsi ad alta precisione, il dispositivo MRI produce un'immagine dettagliata di quasi tutti gli organi umani, incluso il cervello.

Le immagini bidimensionali e tridimensionali ci permettono di esaminare anche i vasi più piccoli e trovare patologie all'inizio del loro sviluppo. Le immagini ottenute come risultato della ricerca possono essere studiate su un monitor del computer, stampate o archiviate su qualsiasi supporto elettronico. A seconda di ciò che mostra la risonanza magnetica cerebrale, il medico curante ha l'opportunità di effettuare la diagnosi più accurata e di prescrivere un trattamento efficace.

Come è fatto?

Si consiglia di sottoporsi a una procedura di esame tomografico dopo aver consultato uno specialista che spiegherà in dettaglio cosa mostra la risonanza magnetica cerebrale e fornirà raccomandazioni individuali.

Il dispositivo stesso è un grande tubo circondato da un magnete, all'interno del quale è un tavolo scorrevole. Il paziente è posto sul tavolo, la posizione del corpo è fissata con cinghie e rulli speciali che assicurano l'immobilità. Con la nomina di una tomografia cerebrale, tutti i sensori che inviano e ricevono segnali sono posizionati intorno alla testa. Durante la procedura, il radiologo lascia l'ufficio. Tutti i dati vengono trasmessi e registrati su un computer situato nella stanza successiva. Durante uno studio di comunicazione a due vie, il radiologo può monitorare e comunicare con il paziente. Se necessario, uno speciale agente di contrasto viene iniettato nel paziente attraverso la vena: durante l'iniezione, è possibile una sensazione di gusto metallico in bocca.

La durata della procedura è compresa tra 20 e 45 minuti. Gli apparecchi fotografici sono climatizzati e ben illuminati. Lo studio stesso è completamente indolore, ma in alcuni casi il paziente sperimenta la claustrofobia. Alle persone ansiose vengono offerti sedativi prima della procedura. Comprendere che lo studio è iniziato, aiuterà i clic silenziosi e il picchiettamento emessi da un magnete durante la formazione di impulsi ad alta frequenza.

Il periodo di recupero dopo la procedura non è richiesto, il paziente può mangiare e iniziare a lavorare immediatamente dopo il completamento di una scansione MRI del cervello. Le recensioni di ricerca nelle persone sono generalmente positive, perché la cosa più importante è l'atteggiamento giusto!

Indicazioni e controindicazioni

La risonanza magnetica cerebrale è indicata quando vengono rilevate le seguenti condizioni e malattie:

  • mal di testa e dolori al collo costanti,
  • vertigini, perdita di coscienza, convulsioni;
  • trauma cranico;
  • esami dopo un ictus o infarto;
  • attacchi disponibili di disturbi della coscienza;
  • sospetto gonfiore;
  • danno alla nascita;
  • compromissione dell'udito, della vista o dell'olfatto;
  • perdita di sensibilità.

Questo elenco è tutt'altro che completo, in ogni caso individualmente, in base ai sintomi, il medico decide sulla nomina di una tomografia paziente. I risultati della risonanza magnetica cerebrale aiutano a diagnosticare patologie quali sclerosi multipla, cancro, ictus, aneurisma e altro. In alcuni casi, la vita del paziente dipende da una diagnosi accurata.

La controindicazione può essere la presenza sul corpo umano di oggetti metallici, come il piercing o la protesi con contenuto di metallo, così come l'inizio della gravidanza. Lo studio non può prendere i bambini piccoli a causa della loro incapacità di mentire ancora per 20 minuti.

Per la determinazione più accurata della patologia, la risonanza magnetica cerebrale può essere eseguita nelle seguenti modalità:

  1. Risonanza magnetica della ghiandola pituitaria - viene eseguita con l'introduzione di un agente di contrasto. Molto spesso, la ricerca viene effettuata per identificare le cause dello squilibrio ormonale.
  2. Signor angiografia (uno studio di vasi cerebrali) - viene eseguita se si sospetta un disordine funzionale del sistema vascolare.
  3. Risonanza magnetica dei nervi cranici - è prescritto per intorpidimento dei muscoli facciali e formicolio delle terminazioni nervose.

La ricerca più frequente è la risonanza magnetica dei vasi cerebrali. È questo metodo che permette di fare una diagnosi accurata delle malattie vascolari, il più delle volte la causa dell'emergenza emergente.

Angiografia MR

La risonanza magnetica dei vasi cerebrali viene spesso prescritta da un neurologo, un chirurgo o un medico generico; Il risultato ottenuto ci consente di vedere in un'immagine tridimensionale lo stato delle vene, delle arterie e dell'intero sistema vascolare. La diagnosi va eseguita in combinazione con lo studio dei vasi del collo e della testa, al fine di eliminare con precisione l'insorgere di mal di testa a causa della patologia delle arterie al di fuori del cranio.

Il risultato aiuterà a diagnosticare malattie complesse come tumori e anomalie strutturali nel tessuto cerebrale, rilevare la presenza di coaguli di sangue e la loro posizione, diagnosticare la sclerosi multipla, nonché vari aneurismi e rotture vascolari.

Risonanza magnetica cerebrale per un bambino

Anche per un neonato, la procedura è completamente sicura, più spesso assegnata ai bambini che hanno il sospetto di una malattia della struttura cerebrale. Se il bambino ha meno di 5 anni, lo studio viene eseguito in anestesia generale, ovviamente, con il consenso dei genitori. Se un bambino ha più di 5 anni, allora dovrebbe essere preparato per la procedura, avendo detto in anticipo che tutto sarà completamente indolore e quasi impercettibile. Durante lo studio, i genitori possono essere felici di parlare e calmare il loro bambino. Se il rumore di una macchina funzionante spaventa il bambino, gli verranno offerte cuffie che attutiscono il rumore.

Solo un medico può determinare cosa mostra una risonanza magnetica cerebrale in un bambino e identificare la patologia intrauterina, una complicazione della nascita o un'esposizione esterna.

Preparazione per la procedura

Prima dello studio, si ottiene il consenso scritto del paziente o della sua famiglia e si determina la presenza di una reazione allergica allo iodio. Il paziente deve essere vestito con oggetti leggeri e confortevoli senza oggetti metallici. Se nel corpo sono presenti impianti contenenti metallo, ad esempio un pacemaker, il radiologo deve esserne informato. Prima della risonanza magnetica dei vasi cerebrali, il paziente può seguire la solita routine, assumere cibo e farmaci, a meno che il medico non fornisca raccomandazioni individuali.

L'analisi dei risultati delle immagini viene eseguita dal radiologo, al paziente vengono date immagini in bianco e nero e un disco. Decifra quale risonanza magnetica mostra il cervello, solo uno specialista può. Un radiologo qualificato interpreta accuratamente il risultato della tomografia, ma solo il medico curante può dare una conclusione finale. La risonanza magnetica del cervello non può essere l'unico studio sulla base del quale viene fatta la diagnosi, poiché è necessaria una diagnosi precisa per effettuare una serie di test e per monitorare i sintomi. Tuttavia, la risonanza magnetica dei vasi cerebrali è una parte importante della diagnosi, che aiuta a vedere interamente l'immagine della malattia.

Recensioni dei pazienti

L'imaging con risonanza magnetica viene mostrato in un'ampia gamma di pazienti come assolutamente sicuro e indolore, e soprattutto - uno studio informativo. Le recensioni dei pazienti lo confermano. Secondo le persone che non soffrono di alcun tipo di disturbo mentale, la procedura è la più comune e persino piacevole in alcuni punti: puoi sdraiarti tranquillamente e ascoltare i suoni dallo spazio.

I pazienti esposti a attacchi di panico o claustrofobia, hanno notato l'emergere di sensazioni spiacevoli durante lo studio, alcuni addirittura rifiutano la procedura. Tuttavia, tali pazienti devono comprendere chiaramente che nessuno, nemmeno il medico più qualificato ed esperto, farà una diagnosi accurata senza una risonanza magnetica.

Risonanza magnetica del cervello

Non è un caso che il cervello umano sia considerato l'organo più difficile da studiare e diagnosticare le malattie, nonostante il fatto che influenzi il lavoro di tutti i sistemi corporei. Uno dei metodi più moderni ed efficaci per la sua ricerca è la risonanza magnetica, che viene spesso utilizzata in medicina per rilevare la disfunzione cerebrale. La RM della testa viene eseguita non solo per gli adulti ma anche per i bambini, ma non è altrettanto dannoso per i pazienti giovani come metodi di ricerca alternativi.

Quando è in programma una risonanza magnetica cerebrale?

Tale scansione è una delle chiavi nella diagnosi medica delle patologie del cervello, è spesso utilizzata per la diagnosi iniziale, oltre che per chiarirla. La procedura viene di solito eseguita secondo le prescrizioni dei medici, nel caso in cui il paziente abbia indicazioni rilevanti a riguardo.

testimonianza

  1. È consigliato farlo a quei pazienti che sentono mal di testa frequente, nello stesso momento la malattia si alza con frequenza speciale, e le cause di questo fenomeno non sono state ancora riconosciute.
  2. La risonanza magnetica viene eseguita se un paziente ha precedentemente identificato tumori cerebrali o ha solo avuto sospetti sul loro sviluppo.
  3. Spesso prescritto per l'epilessia, e non appena al momento della sua identificazione, e in forma cronica.
  4. Inoltre, indicazioni dirette per la nomina di questa scansione - una parziale perdita di udito e visione, la cui natura non è stata ancora identificata.
  5. La procedura viene spesso eseguita con un ictus, oltre a monitorare lo stato del corpo umano dopo di esso.
  6. Indicazioni per la risonanza magnetica - una frequente perdita di coscienza senza motivo apparente, svenimento.
  7. Tra le indicazioni per la risonanza magnetica è la meningite in qualsiasi forma e stadio di sviluppo.
  8. Questo tipo di diagnosi, tra gli altri metodi, può essere utilizzato per monitorare le condizioni di persone che hanno sviluppato la malattia di Parkinson, così come l'Alzheimer.
  9. La risonanza magnetica può essere utilizzata per identificare le cause della sinusite, nonché per la nomina del loro trattamento.
  10. Spesso assegnato a coloro che soffrono di sclerosi multipla.
  11. Anche tra le indicazioni per l'uso di questo tipo di scansione sono le disfunzioni del sistema vascolare in diverse parti del corpo umano.
  12. Le indicazioni più comuni: diagnosi prima dell'intervento chirurgico e scansione dopo l'intervento.

Controindicazioni

Nonostante la relativa sicurezza di questo metodo, ha, come ogni altra diagnosi, le proprie controindicazioni. È possibile scoprire quali controindicazioni alla risonanza magnetica ogni paziente ha con l'aiuto di un questionario, un sondaggio personale e una visita medica.

Le controindicazioni possono essere dirette, cioè lo studio è proibito e relativo. Se un paziente ha controindicazioni relative, significa che la scansione è più probabile che sia dannosa per lui, ma può essere effettuata se necessario, se ci sono indicazioni serie.

Tra le più frequenti controindicazioni alla risonanza magnetica del cervello:

  1. Controindicazioni assolute: la presenza sul corpo del paziente di oggetti metallici o sostanze che non possono essere eliminate durante la scansione. Questi possono includere una protesi metallica, un impianto, un pacemaker, un apparecchio ortodontico o persino un tatuaggio, la cui composizione colorante contiene metallo.
  2. È molto dannoso usare una tale scansione per le donne che hanno un breve periodo di gravidanza. È meglio rifiutare la CT magnetica se non ci sono indicazioni serie per il suo utilizzo.
  3. È meglio scegliere un metodo CT alternativo per coloro che hanno paura degli spazi ristretti.
  4. La risonanza magnetica non si applica ai pazienti che soffrono di malattie della ghiandola pituitaria.
  5. Con estrema cautela, la procedura viene eseguita per i bambini, e se non ci sono indicazioni importanti, quindi i bambini sotto i cinque anni dovrebbero meglio rinunciare. I bambini non hanno la risonanza magnetica con contrasto.
  6. Inoltre, non è possibile utilizzare questa diagnostica per le persone con valvole cardiache artificiali.
  7. Lo studio della tomografia magnetica con contrasto è particolarmente dannoso per le allergie.
  8. È meglio abbandonare la TC magnetica per le persone che hanno insufficienza cardiaca.
  9. La risonanza magnetica o TC magnetica non è applicabile a pazienti con alterata circolazione cerebrale.

Cosa mostra questo studio?

Molti pazienti sono preoccupati per la domanda: cosa mostra una risonanza magnetica del cervello?

Con l'aiuto della risonanza magnetica, è possibile vedere come la struttura del cervello del paziente differisce dalla norma, ed è anche facile determinare se il paziente abbia o meno un grave danno cerebrale. La risonanza magnetica viene spesso eseguita prima dell'intervento e dopo l'intervento chirurgico, così come la risonanza magnetica può determinare le conseguenze delle lesioni alla testa. Quindi, per rispondere alla domanda: ciò che la risonanza magnetica del cervello mostra è molto semplice. La TC magnetica fornisce un quadro completo dello stato di tutte le strutture del cervello umano, aiuta a stabilire le cause del mal di testa sia per i bambini che per gli adulti.

Preparazione alla scansione

La preparazione per una scansione RM del cervello dipende in gran parte dal fatto che sia eseguita con o senza contrasto. Se la TC magnetica passa con il contrasto, allora vale la pena prepararla in anticipo. Il medico ti parlerà delle misure di preparazione dettagliate, ma quello che vale la pena fare è rinunciare a cibo e liquidi cinque ore prima della TC.

Inoltre, per preparare adeguatamente la procedura, tutti i pazienti devono rimuovere i loro accessori, gioielli, orologi. Dovresti assolutamente dire al tuo medico che sospetti di avere una gravidanza, di avere malattie croniche o allergie ai farmaci. È anche utile avvisarlo della claustrofobia.

Come eseguire la risonanza magnetica cerebrale?

La risonanza magnetica del cervello con il contrasto è significativamente diversa dalla scansione senza di essa.Prima di tutto, tale tomografia dà risultati più precisi, ma dura molto più a lungo. Va notato che la risonanza magnetica del cervello con il contrasto è vietata ai bambini piccoli, in quanto è dannosa per il loro corpo fragile.

In generale, la procedura di scansione si svolge in uno scenario:

  1. Il paziente rimuove gli indumenti necessari, eliminando soprattutto tutti gli elementi che possono contenere metallo.
  2. Gli viene chiesto di prendere la giusta posizione sul tavolo mobile. La tomografia magnetica della testa, incluso il cervello, di solito richiede che il paziente si trovi in ​​posizione supina.
  3. Se necessario, a una persona viene dato un contrasto, che può essere fatto con un catetere speciale o manualmente.
  4. Se un paziente ha uno scarso controllo sui suoi movimenti o presenta anomalie mentali, ma ha bisogno di eseguire una scansione, allora gli vengono prescritti sedativi. Inoltre, chiunque, anche una persona completamente sana, che ha paura di movimenti accidentali del corpo per distorcere i risultati della procedura, può chiedere il loro utilizzo.
  5. Inoltre, spesso per il fissaggio degli arti usando cinture speciali e per i rulli. È particolarmente necessario applicarli ai bambini, poiché è difficile per loro trascorrere in completa immobilità un così lungo periodo di tempo.
  6. Il tavolo mobile è posto nel tunnel del tomografo, in questo momento l'ufficiale medico lascia questa stanza, seguirà la procedura dalla stanza accanto. Ciò avviene perché la radiazione RM è un po 'piccola, ma è dannosa per una persona, e se passa la procedura tutto il giorno, può seriamente danneggiare la sua salute.
  7. Durante la procedura, il paziente non sentirà quasi nulla, nessun dolore, nessun disagio, nessun disagio. La scansione è assolutamente indolore. Allo stesso tempo, il paziente può sentire il caratteristico arresto del dispositivo, è la norma. Se la risonanza magnetica viene eseguita con il contrasto, la pelle può formicolare un po 'nel punto della sua iniezione.
  8. La scansione può durare più di un'ora, è estremamente importante per il paziente mantenere un'immobilità completa. Ciò fornisce una garanzia di risultati chiari e affidabili.

Come vengono decrittografati i dati?

La scansione MRI del cervello viene eseguita solitamente subito dopo la scansione. È preparato da un radiologo, una scansione MRI del cervello può richiedere un po 'di tempo, ma di solito non più di mezz'ora. I risultati di una risonanza magnetica del cervello sono dati dal medico alle mani del paziente o vengono trasmessi al medico curante.

Una trascrizione RM cerebrale contiene i seguenti dati:

  1. Flusso sanguigno
  2. Caratteristiche del flusso di fluido del canale spinale.
  3. Il grado di diffusione dei tessuti.
  4. L'attività della corteccia cerebrale sotto l'influenza di stimoli.

La risonanza magnetica del cervello consente di valutare non solo le caratteristiche strutturali, ma anche le proprietà funzionali del cervello. Il principale vantaggio del metodo è la sua non invasività, l'assenza di dolore, l'assenza di un periodo di recupero e un alto contenuto di informazioni.

Imaging a risonanza magnetica del cervello

1. In quali casi viene eseguita la risonanza magnetica 2. Perché viene eseguita una risonanza magnetica del cervello? 3. Decifrare i risultati 4. Quando non è possibile eseguire lo studio? 5. Angiografia con risonanza magnetica 6. Come viene eseguita la risonanza magnetica?

L'imaging a risonanza magnetica è un moderno metodo diagnostico che consente di visualizzare tessuti situati in profondità, qualsiasi parte del corpo (eccetto il cavo), il movimento del sangue e del liquido cerebrospinale. Questo metodo è sicuro perché non è invasivo e non utilizza radiazioni ionizzanti.

La tomografia è basata sulla risonanza magnetica nucleare. In medicina, viene utilizzata la registrazione dal nucleo di atomi di idrogeno, che sono inclusi nella composizione molecolare dell'acqua. Una particella carica positivamente nel nucleo dell'idrogeno viene messa in moto quando entra in un campo magnetico. Dopo la fine dell'esposizione, si ferma, rilasciando energia, che viene registrata dal tomografo.

Grazie al metodo, è possibile distinguere i tessuti sani da quelli sottoposti a infiammazione. Il risultato è un'istantanea che mostra un'immagine tridimensionale della sezione studiata nella sezione. Inoltre, c'è la possibilità di non usare il contrasto, che è necessario durante la diagnosi usando i raggi X.

Esistono diversi tipi di risonanza magnetica. Questa è la risonanza magnetica:

Questa procedura è stata inizialmente chiamata tomografia magnetica nucleare. Ma poi è stato rinominato a causa di associazioni negative con radiazioni.

Quando viene eseguita la risonanza magnetica

La risonanza magnetica del cervello si confronta positivamente con altri tipi di esame in quanto le ossa del cranio non sono un ostacolo: l'immagine dei tessuti è ottenuta con buona chiarezza. Questo metodo rivela una varietà di malattie del sistema nervoso centrale: sclerosi multipla, tumori, ictus, aneurismi, aumento della pressione intracranica, attività alterata dei vasi sanguigni, occhi.

La risonanza magnetica prima della tomografia computerizzata rivela foci di ischemia nel tronco, nel lobo temporale e nel cervelletto.

La RM del cervello fa valutare i seni, le orbite, le ossa del cranio, il tessuto cerebrale, i ventricoli.

Le principali indicazioni per l'esecuzione di questo metodo di esame:

  • trauma cranico;
  • sospetto tumore al cervello;
  • determinazione delle lesioni cerebrali dopo infarto e ictus;
  • sospetta emorragia;
  • valutazione del probabile sviluppo di patologie di vasi cerebrali;
  • sospetta sclerosi multipla.

Cos'è una risonanza magnetica del cervello?

Nei casi in cui il paziente sta sperimentando mal di testa, confusione, perdita di coordinazione, visione e udito, sensibilità della pelle del viso, potrebbe essere necessario utilizzare questo metodo. Quando la diagnosi è terminata e la sua interpretazione ha confermato il processo patologico, il medico può prescrivere una procedura ripetuta: per uno studio più dettagliato della lesione.

L'indagine sulla risonanza magnetica può essere utilizzata anche per i bambini. Per loro, indicazioni isolate: ritardo nello sviluppo della mente e del linguaggio, convulsioni, visione offuscata e udito, svenimento.

Se il bambino è piccolo e la diagnosi con questo metodo è indicativa, al bambino può essere somministrata un'anestesia generale.

La RM cerebrale con contrasto viene utilizzata quando le indicazioni dettagliate sulla dimensione della neoplasia e la sua struttura sono incluse nelle letture. Come sostanze che infondono per via endovenosa, utilizzare complessi sicuri, non allergici. La procedura con contrasto consente di aumentare il ritorno del segnale dall'area studiata del corpo. Il contrasto può essere inserito usando un contagocce o simultaneamente.

Decodifica risultati

Il risultato del sondaggio è un foglio che mostra piccole fotografie di sezioni dell'organo. Per una migliore decodifica, è possibile impostare arbitrariamente la larghezza della sezione.

Una scansione MRI è posizionata davanti alla sorgente luminosa. Per scoprire che cosa mostra la risonanza magnetica cerebrale, l'immagine ottenuta viene confrontata con quella standard senza patologia. La proiezione assiale di un cervello sano indica un funzionamento sufficiente.

A prima vista, la differenza di dimensioni tra gli emisferi può essere visibile. Inoltre, possiamo immediatamente assumere la presenza di patologia determinando discrepanze di colore. Nell'immagine RM di un cervello sano prevale il colore grigio (le sue diverse gradazioni). Macchie bianche sospetteranno un tumore. Inoltre, le differenze riguarderanno la forma e le dimensioni delle diverse parti del cervello.

L'interpretazione dei risultati dovrebbe essere affidata al radiologo che descrive tutte le anomalie. Non dovresti farlo da solo, poiché molti altri metodi aggiuntivi sono usati per stabilire la diagnosi (esami di laboratorio, radiografie, osservazione dei sintomi in dinamica), quindi la decodifica della risonanza magnetica da sola non sarà sufficiente. Inoltre, la conoscenza dell'anatomia del cervello e le caratteristiche del tomografo in una persona comune potrebbero non essere sufficienti.

Quando non posso condurre ricerche?

La RM cerebrale è considerata non solo informativa, ma uno dei metodi più sicuri. La sua testimonianza include numerosi stati e sindromi. Tuttavia, ci sono controindicazioni assolute quando si utilizza questo metodo può fare più male che bene. Non sono somministrati a pazienti con:

  • un pacemaker;
  • clip emostatiche dopo chirurgia vascolare;
  • impianti elettronici e ferromagnetici dell'orecchio medio;
  • innesti di metallo (protesi), apparato di Ilizarov.

Tutti questi dispositivi sotto l'influenza del campo elettromagnetico iniziano a spostarsi verso il centro del sistema.

Ci sono controindicazioni relative:

  • primo trimestre di gravidanza;
  • la presenza di stimolanti nervosi;
  • la presenza di insufficienza cardiaca scompensata;
  • pompe per insulina;
  • valvole cardiache artificiali;
  • la presenza di tatuaggi che sono stati dipinti con ossido di metallo.

In ogni caso, il problema viene risolto individualmente con il medico curante. Se il paziente è in sovrappeso, i dispositivi del tunnel non gli si addicono, ma molte cliniche sono dotate di tomografi di tipo aperto che possono essere utilizzati da tali pazienti.

Controindicazioni relative includono anche un comportamento inadeguato del paziente, l'incapacità di mantenere una posizione fissa a causa di forti dolori. Tali condizioni possono essere rimosse con i farmaci e, se è impossibile utilizzarle, può essere indicata l'anestesia. Una condizione molto grave del paziente è anche una controindicazione per la risonanza magnetica, ma solo per quegli scanner che non funzionano contemporaneamente ai ventilatori.

L'allattamento al seno, le mestruazioni, la presenza del dispositivo intrauterino, il secondo e il terzo trimestre di gravidanza non sono inclusi nell'elenco delle controindicazioni.

Angiografia a risonanza magnetica

Al fine di identificare le caratteristiche del sistema circolatorio del cervello, viene utilizzata la risonanza magnetica dei vasi cerebrali. Quali sono le indicazioni per la procedura e perché questa diagnosi è necessaria:

  • per informazioni sulle caratteristiche della nave;
  • valutare l'attività del sistema linfatico del cervello;
  • valutare i processi che si verificano nei tessuti della nave;
  • per la diagnosi senza l'introduzione di agenti di contrasto e radiazioni;
  • per determinare la posizione di coaguli di sangue, ematomi, aneurismi e altri cambiamenti patologici nei vasi.

Un significativo vantaggio della risonanza magnetica dei vasi cerebrali è che può essere utilizzato per esaminare i vasi di qualsiasi parte del cervello senza restrizioni. Inoltre, è possibile studiare la nave in larga misura.

La tomografia dei vasi cerebrali non è così sensibile agli artefatti come al solito l'angiografia, ma non causa dolore ed è assolutamente sicura.

Come viene eseguita la risonanza magnetica?

Le procedure per diagnosticare il cervello e le sue navi sono indolori. Non sono controindicazioni all'uso di medicinali che il paziente consuma.

Il paziente viene posto in posizione orizzontale nell'apparato del tunnel, che può produrre rumore. Il paziente deve giacere immobile affinché la scansione sia efficace. È possibile contattare il medico tramite il microfono nel dispositivo. I tomografi ad alta velocità sono più larghi e più corti dei dispositivi standard: una grande parte del corpo rimane aperta durante la procedura di risonanza magnetica cerebrale.

La diagnosi con l'aiuto di macchine aperte è inclusa nelle indicazioni per i pazienti che soffrono di claustrofobia, così come per le persone in sovrappeso e bambini. Tuttavia, la qualità dell'immagine potrebbe non essere chiara come in un apparecchio di tipo chiuso, quindi, se esiste una possibilità, è meglio eseguire la procedura su un apparecchio a tunnel standard.

In alcuni casi, per ottenere un'immagine, è necessaria una diagnostica con contrasto (per esempio, per determinare i tumori e la loro struttura, metastasi, aneurismi), per cui viene introdotto il gadolinio (il più delle volte), che, accumulandosi nei tessuti, contribuisce a migliorare la visualizzazione.

Tecniche diagnostiche come la risonanza magnetica della testa e la risonanza magnetica dei vasi cerebrali sono attualmente tra le più produttive. Le indicazioni per la loro condotta comprendono una varietà di sintomi patologici delle malattie del cervello e le controindicazioni sono una piccola lista. L'assenza di dolore può essere uno degli argomenti principali per la loro attuazione, specialmente nei bambini.

Risultati della risonanza magnetica

Il cervello è uno degli organi umani meno studiati. È lui che è responsabile di tutti i sentimenti, le emozioni, i movimenti e il ricordo di una persona. Quando c'è il sospetto di un fallimento nel suo lavoro, è necessario stabilire in modo affidabile la sua causa. Uno dei metodi più efficaci e affidabili per oggi è una risonanza magnetica del cervello e dei vasi sanguigni.

Il metodo è basato sulla risonanza magnetica nucleare, cioè il dispositivo rileva un cambiamento nelle vibrazioni delle molecole che compongono tutti gli organi del corpo umano, sotto l'influenza di un campo magnetico. Il principio di risonanza magnetica ha costituito la base per la creazione del tomografo.

Dopo la scansione, inizia un processo importante: la decodifica dei risultati e la diagnosi. Quindi, parla di questo processo in ordine.

Chi fa la ricerca?

Dopo che il paziente riceve un rinvio per una scansione MRI del cervello, viene registrato per la ricerca. È condotto non dal medico curante, ma dal radiologo. Questa persona ha un'istruzione medica superiore e ha completato corsi di formazione per una risonanza magnetica. Pertanto, è fondamentalmente sbagliato considerarlo solo un operatore di un dispositivo complesso.

Prima di procedere allo studio, il radiologo esamina attentamente la direzione, la storia del paziente, chiede nuovamente le lamentele che lo hanno portato alla risonanza magnetica. Poi parla di come viene eseguita la scansione, di ciò che la persona sentirà e vedrà e quali precauzioni devono essere prese.

Le informazioni sulla diagnosi sospetta ottenuta dall'anamnesi aiutano il radiologo a configurare correttamente le impostazioni del dispositivo e selezionare la modalità di scansione.

Un'infermiera aiuta un radiologo. Installerà un catetere nella vena del suo braccio e inietterà un agente di contrasto se necessario. Insieme al medico, controllerà le condizioni del paziente durante la scansione.

Una volta completato lo studio, l'infermiera estrae il catetere dalla vena, aiuta i pazienti a rialzarsi e a vestirsi se ha bisogno del suo aiuto. Quindi al paziente verrà chiesto di attendere la trascrizione del suo studio nel corridoio. I risultati saranno pronti in circa 15-20 minuti, a seconda di quante diverse patologie il radiologo ha visto. Lunga attesa per i risultati non devono.

Chi decrittografa il tomogramma?

L'interpretazione del tomogramma è compito del radiologo. Le immagini risultanti e la proiezione tridimensionale del cervello e dei vasi sanguigni, scrive su disco. Alcune immagini in bianco e nero, che mostrano chiaramente i cambiamenti presenti, stamperanno in modo che il medico curante possa fare una diagnosi raffinata e sviluppare tattiche di trattamento.

In sostanza, la decodifica del tomogramma è un confronto dei dati ottenuti durante lo studio con quelli standard. Sotto standard significa un tomogramma del cervello e dei vasi sanguigni senza patologie e malattie.

Il radiologo rivela anomalie nella struttura del cervello, le sue malformazioni, annota i confini dei tumori patologici, ne valuta i contorni e le dimensioni.

Tali dati ottenuti senza aprire il cranio sono estremamente preziosi. Perché anche il neurochirurgo più esperto non intraprenderà un'operazione solo per guardare il cervello. Inoltre, alcuni tumori possono essere localizzati all'interno del cervello, quindi non saranno visibili sulla superficie. E ferire il cervello con strumenti è severamente vietato, può portare a conseguenze fatali, fino alla morte del cervello del paziente.

Il radiologo può vedere le seguenti patologie nelle immagini:

  • lesioni del cervello e dei vasi sanguigni dopo un ictus;
  • effetti di crisi epilettiche che possono danneggiare vene e arterie;
  • attività cerebrale compromessa;
  • neoplasia primaria o secondaria, sue dimensioni e contorni, densità tissutale;
  • cambiamento della pressione intracranica (misurata necessariamente durante ogni procedura);
  • lividi del cervello e quelle parti di esso che soffrivano di commozione cerebrale;
  • cisti;
  • ecchimosi;
  • zone morte

Scriverà tutte le sue osservazioni nel protocollo dello studio e lo consegnerà al paziente insieme a immagini che confermano la sua conclusione. Alla fine, la decodifica è un'immagine, una registrazione di uno studio su un disco e la conclusione di un radiologo.

Opinione degli esperti

In alcuni casi, il paziente o il medico curante possono mettere in dubbio le conclusioni ricevute dal radiologo. In questo caso, può essere richiesta l'opinione di un esperto. In questo caso, l'esperto sarà un radiologo di un altro ospedale o uno specialista di un centro di ricerca con le qualifiche richieste. Puoi fare riferimento ad esso con i risultati già decodificati dello studio.

Un enorme vantaggio dei risultati ottenuti su una risonanza magnetica è la loro indipendenza dallo specialista che ha condotto lo studio. Dopo tutto, è completamente informatizzato e non dipende dal medico, ma solo dalle impostazioni visualizzate sul dispositivo. I risultati sono affidabili, a differenza, ad esempio, degli ultrasuoni, che dovranno essere rifatti in caso di ottenere risultati dubbi.

Pertanto, i dati registrati sul disco possono essere inviati a quasi tutti i dottori in qualsiasi parte del mondo e ricevono un'altra trascrizione dei risultati. Questo rende il metodo MRI incredibilmente conveniente e informativo.

Chi fa la diagnosi?

I risultati di una risonanza magnetica del cervello aiuteranno il medico a fare la diagnosi più accurata. Di regola, è un neuropatologo, un neurologo, un endocrinologo, un neurochirurgo o un angiosurgeon. Il paziente arriva da loro più spesso dal terapeuta, perché è a lui che i reclami vengono prima indirizzati.

I sintomi per cui è necessaria la risonanza magnetica cerebrale:

  • frequenti mal di testa ed emicranie;
  • svenimento;
  • vertigini;
  • perdita di orientamento nello spazio;
  • coscienza confusa;
  • cambiamento inaspettato nella percezione di colori, odori e suoni;
  • la comparsa di allucinazioni, non causate da ragioni psichiatriche;
  • ha subito un ictus;
  • convulsioni;
  • ferite alla testa e commozione cerebrale;
  • disturbi ormonali;
  • perdita della sensazione dell'arto

Secondo i dati ottenuti dopo la risonanza magnetica cerebrale, è possibile trovare la causa di questi disturbi e sviluppare un piano efficace per eliminarli.

Cosa si può vedere nelle immagini?

Ci sono 3 opzioni per condurre uno studio, a seconda dei suoi obiettivi:

  • studio della ghiandola pituitaria. È effettuato solo con una sostanza contrastante. La ghiandola pituitaria regola e controlla la produzione di ormoni. Se gli ormoni del paziente sono disturbati senza adeguate cause esterne, allora il problema potrebbe essere nascosto solo nel lavoro sbagliato di questo corpo. Il riferimento a una risonanza magnetica della ghiandola pituitaria può dare un endocrinologo;
  • studio di vasi cerebrali (angiografia). Tale studio è prescritto se vi è il sospetto di alterazione del flusso sanguigno, insufficiente afflusso di sangue al cervello. I sintomi di tali violazioni saranno mal di testa, vertigini, svenimenti. Un chirurgo, un neurologo o un terapeuta possono indirizzarti a una risonanza magnetica dei vasi cerebrali. Lo studio è condotto solo con contrasto.
  • studio dei nervi e delle terminazioni nervose. La risonanza magnetica dei nervi cranici viene spesso prescritta per intorpidimento dei muscoli facciali e nei casi in cui il paziente avverte una sensazione di formicolio al collo.

Ci sono casi in cui il medico curante sospetta diverse ragioni che possono causare preoccupazione per il paziente, egli prescrive l'esame simultaneo del cervello e dei vasi sanguigni. Dal punto di vista dell'efficienza diagnostica, una tale direzione sarebbe molto utile, perché ci vorrebbe solo una iniezione di un agente di contrasto e il tempo dedicato allo studio sarebbe inferiore rispetto a quando il paziente avesse eseguito 2 risonanze magnetiche diverse.

Se un paziente soffre di mal di testa, si consiglia di eseguire una risonanza magnetica dei vasi del collo durante una risonanza magnetica della testa, poiché il problema potrebbe risiedere in essi.

Cervello sano

Le immagini di un cervello sano sono uno standard con cui i medici confrontano le immagini di un paziente. Anche il medico curante le guarda di nuovo dopo il radiologo per assicurarsi che la conclusione sia vera.

L'intensità della colorazione di tutte le aree del cervello sano è normale, non ci sono aree più chiare o più scure e le navi non sono dilatate o costrette. Scanalature e circonvoluzioni del cervello ben viste.

Seni nasali, orbite dei canali auricolari di forma e dimensioni normali, nella loro struttura non ci sono segni di patologia. Tessuto cerebrale senza cambiamenti diffusi e focali.

Risonanza magnetica del cervello

Quali altre diagnosi possono essere confermate o consegnate per la prima volta, in base ai risultati della risonanza magnetica?

tumore

Nelle foto, differirà nel colore dai tessuti sani, più spesso sembra un'area più chiara con contorni irregolari. Questa formazione può spostare altre strutture cerebrali. Se viene trovato un tumore, può essere necessaria una ricerca aggiuntiva per stabilirne la natura e controllarne la crescita. Compreso potresti aver bisogno di un MRG aggiuntivo del cervello per monitorare le dinamiche della sua crescita.

insulto

Durante un ictus, alcune aree del cervello soffrono di ipossia, cioè mancanza di ossigeno. Perché durante un attacco i vasi della testa vengono spasionati, il sangue arricchito con ossigeno smetterà di scorrere. A seconda della durata dell'attacco, il grado di ipossia sarà diverso. Nei casi più gravi, alcune parti del cervello possono morire.

L'area del cervello affetto da ipossia risulterà più luminosa nell'immagine rispetto alle aree sane del cervello. Può essere visivamente distinto da un tumore, perché questa zona corrisponde al pool di innervazione di una delle arterie cerebrali colpite.

Se la nave si rompe durante un ictus, un ematoma sarà visibile nell'immagine. Nelle immagini, la sua ombra è più scura di una zona sana.

Sclerosi multipla

Questa è una malattia in cui alcune fibre nervose perdono il loro strato esterno. Per questo motivo, la conduzione degli impulsi dal cervello a tutti gli arti e gli organi interni si deteriora. Pertanto, nella sclerosi multipla, è difficile per una persona controllare il proprio corpo.

I punti focali della malattia compaiono nelle immagini come aree luminose. Possono essere trovati in qualsiasi parte del cervello. Il loro numero può essere qualsiasi numero da uno a diverse decine. Se l'educazione è solo una, può essere confusa con la neoplasia. Ma a differenza di un tumore, le aree colpite nella sclerosi multipla non schiacciano o deformano altre parti del cervello.

idrocefalia

Questa malattia è anche chiamata idropisia. Questa espansione delle cavità dei ventricoli del cervello. Dal momento che il loro volume è maggiore del normale, essi spremerebbero il cervello, interferendo con il suo normale funzionamento. Se questa condizione del paziente non è controllata, le lesioni cerebrali possono essere fatali.

Gliosi del cervello

La gliosi cerebrale (come spesso dicono i medici) non è una malattia, ma piuttosto uno stato del cervello, che è caratterizzato da un'interruzione del sistema nervoso centrale. Con la gliosi, i neuroni del cervello muoiono. Questa condizione è il risultato di una prolungata ipossia o ictus. Nelle foto in questo caso, cicatrici visibili.

Anomalie della struttura e sviluppo del cervello

Se il paziente ha anomalie congenite, allora saranno visibili nelle immagini. Il loro grado di gravità e l'impatto sulla salute del paziente saranno giudicati dal medico curante. In molti casi, tali anomalie vengono risolte chirurgicamente o non influenzano il benessere del paziente.

Varie malattie vascolari

Queste malattie sono confermate dai risultati della risonanza magnetica delle navi eseguite con l'introduzione di un mezzo di contrasto.

arteriosclerosi

Nelle immagini, questa malattia sembra un restringimento della nave, come se fosse spremuto. La penetrazione dell'agente di contrasto in quest'area è inferiore, quindi questa area dell'immagine appare più luminosa.

Angiopatia ipertensiva

Questa espansione degli spazi perivascolari, cioè la comparsa di edema. Nell'immagine è possibile vedere aree rotonde o ovali con un bordo chiaro accanto alle navi.

aneurisma

Questo è il diradamento della parete del vaso dovuto alla sua espansione. L'aneurisma può rompersi in qualsiasi momento. Pertanto, tali stati sono estremamente pericolosi e richiedono una considerazione immediata durante la consultazione.

malformazione

Questa è la patologia del letto vascolare, appartiene alle patologie congenite. Le immagini mostrano che le navi, che si trovano radialmente, convergono verso il centro.

Ulteriori informazioni

Molti pazienti sono interessati a 2 domande principali: quanto fa la risonanza magnetica del cervello e quanto tempo i risultati sono validi.

Il costo di tale ricerca dipende dall'attrezzatura tecnica della clinica o del laboratorio in cui viene effettuata. Nel laboratorio in cui è installato un tomografo più moderno, il costo dell'esame sarà più alto, ma la qualità delle immagini risulterà più chiara e il tempo dedicato alla scansione sarà inferiore. In alcuni centri esiste un sistema di sconti, che consente di ridurre il costo della ricerca per il paziente.

Il costo sarà influenzato dalle qualifiche del radiologo, dalla sua esperienza, esperienza e reputazione. In alcuni posti, puoi scansionare la testa per 2 mila rubli e in alcuni per 10 mila. Ma vale la pena leggere attentamente la descrizione del servizio in ogni caso: la decodifica dei risultati potrebbe non essere inclusa nel prezzo.

Di norma, la risonanza magnetica non è raccomandata per fare più di 1 volta all'anno, se non ci sono prove. Pertanto, i risultati sono nella maggior parte dei casi validi per 1 anno civile. Tuttavia, se il paziente deve sottoporsi ad intervento chirurgico, è meglio fare una risonanza magnetica della testa il più vicino possibile alla sua data, in modo che il medico possa vedere l'immagine più pertinente ed essere in grado di valutare adeguatamente lo stato del cervello e dei vasi sanguigni.

RM della testa e del cervello: una lista completa di ciò che mostra lo studio

La risonanza magnetica consente di studiare le immagini dei vasi della testa e consente di valutarne le condizioni. Per fare ciò, utilizzare i campi magnetici, gli impulsi di radiofrequenza e il dispositivo sullo schermo che visualizza il risultato. La risonanza magnetica può rilevare le malattie che sono invisibili con altri metodi di ricerca (radiografia, ultrasuoni, CT).

Perché devo fare un tomogramma?

Il cervello è l'organo più importante per la vita, controlla lo stato mentale e fisico di una persona. Analizza l'informazione proveniente dai sensi e invia impulsi di risposta, quindi è importante mantenere la sua salute.

Perché questo studio è stato assegnato? Il tomogramma consente di vedere la malattia e iniziare il trattamento in tempo nella fase iniziale dello sviluppo del processo patologico. Dopo una risonanza magnetica cerebrale, il medico è in grado di:

  • scoprire tutte le informazioni necessarie sulle caratteristiche dei vasi sanguigni;
  • valutare i processi che si verificano nel tessuto cerebrale;
  • diagnosticare e sviluppare un piano di trattamento;
  • determinare la posizione e le dimensioni di ematomi, coaguli di sangue e altre strutture.

La risonanza magnetica mostra non solo i vasi cerebrali, ma anche i tessuti situati accanto a loro. Lo studio fornisce le informazioni necessarie senza l'uso di radiazioni ionizzanti.

Questa diagnosi sostituisce con successo i metodi tradizionali: tomografia computerizzata e radiografia. È più sicuro e più informativo, è spesso prescritto a pazienti che hanno controindicazioni ad altre manipolazioni. Un paziente può eseguire scansioni MRI in cliniche moderne.

L'elenco degli specialisti che usano la risonanza magnetica cerebrale è piuttosto lungo. Medici di medicina generale, chirurghi, neurologi e altri medici sono interessati a una diagnosi completa dei vasi cerebrali senza causare danni alla salute del paziente.

Indicazioni per la risonanza magnetica cerebrale

La risonanza magnetica è prescritta quando altri metodi diagnostici non rivelano problemi o non descrivono completamente la malattia. Una scansione MRI del cervello è indicata per i pazienti con i seguenti disturbi:

  • mal di testa prolungato, la ragione per cui non possono;
  • vertigini occasionali, viene prestata particolare attenzione ai casi in cui sono accompagnati da un debole;
  • convulsioni epilettiche;
  • disturbi della coscienza;
  • violazione dell'analizzatore visivo;
  • coordinamento alterato nello spazio;
  • problemi di udito;
  • perdita di sensibilità.

Oltre ai reclami, la cui causa è impossibile con l'aiuto di altri metodi di ricerca, l'indicazione è la presenza di tali malattie come:

  • processi infiammatori dopo un ictus o un intervento chirurgico;
  • encefalite;
  • encefalopatia;
  • adenoma pituitario;
  • epilessia;
  • idrocefalo;
  • aterosclerosi;
  • tumore al cervello;
  • processi patologici nei tessuti molli;
  • agitazione, lividi;
  • danno al cervelletto, la sella turca.

Controindicazioni

Ci sono diverse controindicazioni per lo studio di vasi cerebrali con risonanza magnetica:

  • la gravidanza;
  • età inferiore a tre anni;
  • la presenza nel corpo di prodotti con contenuto di metallo (pacemaker, frammenti dopo l'infortunio, ecc.);
  • peso superiore a 130 kg (ci sono dispositivi in ​​grado di sopportare un peso fino a 200 kg, ma non sono in tutte le cliniche);
  • claustrofobia (è possibile condurre uno studio su un tomografo di tipo aperto).

Se la risonanza magnetica viene eseguita utilizzando un agente di contrasto, l'elenco delle controindicazioni si espande:

  • insufficienza epatica e renale;
  • diabete mellito;
  • allergia da agente di contrasto;
  • disturbi mentali.

Preparazione per la procedura

I pazienti, a differenza dei medici, non hanno bisogno di prepararsi per questo studio. I risultati non sono influenzati dal cibo consumato il giorno prima. Per questo motivo, prima della procedura, puoi mangiare, bere e fare tutto ciò che è vietato in altri studi. L'eccezione è la risonanza magnetica con l'introduzione di agenti di contrasto, prima che possa essere eseguita non ci sono 4 ore. La composizione di tali sostanze include componenti che, se rilasciati nel sangue, possono causare una reazione allergica e nausea.

La preparazione è la seguente:

  1. Indossare una tuta a cui il dispositivo non risponde. In alcuni casi, è permesso lasciare i vestiti se non ci sono parti metalliche su di loro.
  2. Rimozione di gioielli, bijoux, occhiali e altri oggetti che contengono metalli. È necessario rimuovere una carta di credito, penne, monete, ecc. Dalle tasche se il paziente rimane nei suoi vestiti.
  3. Se il paziente è sotto stress grave, il medico suggerisce sedativi. La procedura dovrebbe essere calma.

Quando si esegue una risonanza magnetica utilizzando un agente di contrasto, è necessario avvertire della presenza di problemi renali e allergie. Prima di questo tipo di ricerca identificate le reazioni allergiche a determinate sostanze.

Le donne devono avvertire della gravidanza. La procedura è considerata sicura, ma non è noto quale sarà la reazione del feto al campo magnetico più forte. È consigliabile aspettare, se la malattia non minaccia la vita della futura madre.

Fasi della testa MRI

Dopo la preparazione per l'esame, la RM stessa viene eseguita:

  1. Si chiede al soggetto di giacere su una tabella speciale per la scansione. Il corpo è fissato con cinghie per tenerlo fermo.
  2. La testa è coperta da un'apparecchiatura che riceve e invia segnali radio. La posizione del corpo durante la risonanza magnetica può essere vista nella foto
  3. Per la procedura con l'uso del contrasto nelle vene sul catetere della mano è inserito. Informazioni dettagliate sono mostrate nel video.
  4. Dopo i preparativi, il paziente, sdraiato sul tavolo, si sposta nel punto in cui si trova il magnete. Per capire che la procedura è iniziata, puoi tramite i suoni caratteristici (clic e colpi). Le cuffie sono offerte in alcune istituzioni, tali misure offrono il comfort del paziente.
  5. I dipendenti lasciano i locali, ma i parenti e gli amici sono autorizzati a rimanere lì a condizione che tutti gli oggetti metallici vengano rimossi.
  6. La procedura termina e il radiologo controlla la qualità delle immagini MRI. Se necessario, sono prescritti ulteriori dati diagnostici.
  7. Rimuovere il catetere se è stato inserito. Il paziente può andarsene.

In media, la procedura impiega 40 minuti se viene usato il contrasto - 60. Tuttavia, ora ci sono nuovi tomografi che consentono di ridurre il tempo a 15 minuti.

La procedura non porta dolore al paziente. A volte può causare disagio a causa della conservazione dell'immobilità. In alcuni casi, la temperatura della testa aumenta, che è considerata normale. Se ciò causa ansia, devi informare il medico.

Durante l'acquisizione di scansioni MRI, è importante non muoversi. A volte il medico può chiedere di trattenere il respiro per un po '. Per ulteriori informazioni sulle fasi di una risonanza magnetica al video.

Cosa mostra la risonanza magnetica dei vasi cerebrali?

Usando le istantanee di una risonanza magnetica, il medico determina la presenza delle seguenti malattie:

  • ictus;
  • patologie dello sviluppo cerebrale;
  • la presenza di tumori;
  • danno neuronale;
  • trauma cranico;
  • anomalie di vasi cerebrali;
  • malattie oftalmiche;
  • malattie dell'orecchio interno;
  • patologia della ghiandola pituitaria;
  • malattie infettive.

La foto mostra come appare un ictus su un tomogramma. Per l'esame con contrasto, vengono utilizzati farmaci che contengono gadolinio nella loro composizione. Non è dannoso per la salute, ma diagnostica la malattia:

  • aree ischemiche;
  • danno all'ottica e nervi uditivi;
  • la meningite;
  • encefalite;
  • malattie primarie e secondarie.

Molte delle malattie che la risonanza magnetica mostra nel cervello non possono essere rilevate utilizzando altri metodi. Questo spiega la popolarità di questo studio.

Pro e contro della diagnosi cerebrale

La risonanza magnetica ha molti vantaggi:

  1. Nessuna radiazione nociva per la salute. La procedura è sicura anche per i bambini.
  2. Il tomografo può mostrare immagini di alta qualità in formato tridimensionale, permettendo di studiare lo stato dei tessuti. Mostrano persino la formazione di piccole dimensioni e malattie nelle fasi iniziali dello sviluppo.
  3. Il risultato è disponibile sia su un dispositivo di archiviazione digitale che su carta, in forma stampata.
  4. L'immagine non è distorta.
  5. I tessuti molli sono facilmente distinguibili.
  6. Non invasivo. Non richiede l'introduzione di alcuna sostanza.

Sfortunatamente, la risonanza magnetica presenta alcuni inconvenienti. Molti parlano esclusivamente degli aspetti positivi, dimenticando gli aspetti negativi che possono influenzare la decisione del paziente. Questi includono:

  1. Prezzo elevato Spesso è il costo che influenza la decisione delle persone di abbandonare la procedura. Ottenere un rinvio a un sondaggio gratuito è difficile a causa del gran numero di candidati.
  2. Lunga rimozione delle immagini Il paziente deve mentire per un lungo periodo, che abbatte la frequenza cardiaca e la frequenza respiratoria. A volte può anche influenzare il risultato.
  3. Per pazienti con protesi metalliche, pacemaker, ecc. La procedura non è disponibile.
  4. Alcune patologie non possono essere investigate con questo metodo.

Anche per molti ospedali è costoso mantenere l'attrezzatura. Richiede una stanza separata e mantiene la temperatura ottimale.

Costo di ricerca

È possibile ottenere immagini di risonanza magnetica per una media di 5.000 rubli. Tuttavia, in alcuni centri il prezzo varia da 2500 a 3000 rubli. Quando si esegue una risonanza magnetica con contrasto, viene utilizzata una sostanza speciale, a causa della quale il prezzo sale a 7.000 rubli.

Le scansioni MRI gratuite vengono eseguite in strutture sanitarie pubbliche. Tuttavia, viene impostata una quota. Per passare un sondaggio gratuito è necessario prendere un rinvio.

In diverse cliniche, insieme al prezzo, anche i risultati della diagnostica differiscono, un tale fenomeno è spiegato:

  • caratteristiche differenti dell'attrezzatura;
  • la qualità della manutenzione del dispositivo;
  • esperienza del personale medico (raccomandazioni al paziente, interpretazione dei risultati, ecc.).