Irritato (idrocefalo) del cervello nei bambini: cause della malattia e metodi dell'intervento medico

Commozione cerebrale

L'edema cerebrale nei neonati è una delle patologie più comunemente diagnosticate. Il suo verificarsi provoca uno squilibrio tra la produzione e l'assorbimento del liquido cerebrospinale. La salute del bambino dipende dalla fase di rilevamento e dal trattamento tempestivo.

Idrocefalo: che cos'è la patologia?

L'eruzione del cervello, o idrocefalo (letteralmente tradotto come "acqua nel cervello"), è una malattia neurologica manifestata da un'eccessiva formazione di liquido cerebrospinale (CSF) nella cavità cranica. La patologia si sviluppa durante la maturazione prenatale del feto o dopo la nascita.

Il liquido cerebrospinale (CSF) è una sostanza che contiene il cervello e il midollo spinale. Nello sviluppo normale, si muove liberamente, lavando e nutrendo il cervello, pulsando nello stesso ritmo con le contrazioni del cuore. È il fluido cerebrospinale che aiuta a prevenire il danno cerebrale, mantiene la normale pressione intracranica e preserva la funzionalità del sistema vegetativo umano.

Questo processo nei neonati dei primi mesi di vita provoca un aumento delle dimensioni del cranio, perché non è ancora formato. Se il liquido cerebrospinale si forma in pazienti in età avanzata, la forma del cranio non subisce alcun cambiamento. Tuttavia, in questo caso, un aumento del volume del liquido cerebrospinale agisce negativamente, lavando le singole strutture del sistema nervoso.

Segno di idrocefalo

L'idrocefalo nei neonati può essere determinato dalla forma irregolare del cranio (valori normali della testa del bambino variano tra 33-37 cm) e funzione riflessa compromessa. Secondo gli standard dell'OMS, nei primi sei mesi di vita del bambino, il diametro della testa dovrebbe aumentare di non più di 9 cm, e nel prossimo, di 4 cm. Se il volume della testa supera la norma, questo potrebbe indicare la presenza di idropisia nel cervello. Tuttavia, in questo caso, i fattori ereditari dovrebbero essere presi in considerazione: un bambino con dimensioni della testa superiori alla norma può essere completamente sano se tutti i membri della famiglia hanno una corporatura robusta o una grossa testa.

Per determinare il successivo metodo terapeutico, è importante determinare non solo la causa della patologia, ma anche la posizione e la natura della pressione creata.

L'idrocefalo del cervello nei neonati viene eliminato nella fase iniziale di sviluppo attraverso l'uso di farmaci, nei casi più gravi gli specialisti prescrivono la chirurgia.

Classificazione di malattia e varietà

Per origine, l'idropisia cerebrale in un neonato è congenita e acquisita. La prima varietà è rilevata nei pazienti del primo mese di vita. la diagnosi:

Molte donne dopo il parto devono affrontare il problema dell'aspetto del peso in eccesso. Qualcuno, appare anche durante la gravidanza, qualcuno - dopo il parto.

  • E ora non puoi permetterti di indossare costumi da bagno e pantaloncini corti...
  • Inizi a dimenticare quei momenti in cui gli uomini si complimentavano con la tua figura impeccabile.
  • Ogni volta che vieni allo specchio, ti sembra che i vecchi tempi non torneranno mai più.

Ma un rimedio efficace per il sovrappeso è! Segui il link e scopri come Anna ha perso 24 kg in 2 mesi.

Molte donne dopo il parto devono affrontare il problema dell'aspetto del peso in eccesso. Qualcuno, appare anche durante la gravidanza, qualcuno - dopo il parto.

  • E ora non puoi permetterti di indossare costumi da bagno e pantaloncini corti...
  • Inizi a dimenticare quei momenti in cui gli uomini si complimentavano con la tua figura impeccabile.
  • Ogni volta che vieni allo specchio, ti sembra che i vecchi tempi non torneranno mai più.

Ma un rimedio efficace per il sovrappeso è! Segui il link e scopri come Anna ha perso 24 kg in 2 mesi.

  1. forma acuta - la durata non supera i 3 giorni;
  2. subacuto - il periodo di sviluppo varia da 3 mesi a sei mesi;
  3. cronico - la lunghezza varia da 6 mesi a un anno.

Inoltre, gli esperti classificano diversi tipi di edema cerebrale.

Riferito idropisiaco

Il processo è caratterizzato da un'eccessiva formazione di liquido, mentre non è in grado di essere assorbito nella quantità ottimale. La circolazione del liquore non è disturbata. Il processo prevede la diagnosi di metastasi tumorali in un paziente, la rilevazione di sarcoidosi, quando viene rilevata la meningite, o emorragie di vario tipo.

Idrocefalo chiuso

Si verifica a causa di blocco attraverso formazioni cistiche, cicatrici, a seguito di emorragie.

Secondo la localizzazione del focus patologico, la malattia può essere esterna o interna. La prima specie è caratterizzata dall'accumulo di fluido in speciali estensioni alla base del cervello, e il secondo è direttamente nei ventricoli. Nel caso di trattamento tempestivo di idropisia aumenta significativamente la possibilità di una lieve sconfitta dei processi vitali. Questo dà una buona prognosi per il successivo recupero.

La classificazione della patologia viene effettuata anche sulla base della manifestazione di alcune violazioni dei processi nel cervello:

  1. compensato - la malattia è rilevata senza accompagnamento di sintomi e manifestazioni sintomatiche, mentre lo sviluppo del bambino viene eseguito senza alcuna anomalia;
  2. scompensato - vengono rilevate violazioni pronunciate dello stato di salute generale del paziente.

Sulla base della gravità delle deviazioni rivelate, vi è un idrocefalo moderato (lievi deviazioni dai valori normali) e un pronunciato (aumento significativo dei percorsi portatori di liquidi e della sostanza del cervello).

Fattori della malattia nei bambini

Quindi, perché i neonati sono diagnosticati con un edema cerebrale? Questa domanda preoccupa tutti, senza eccezioni, i genitori che si trovano di fronte a un problema simile. Gli esperti ritengono che le cause che influenzano l'insorgenza e il successivo sviluppo della patologia dipendono in larga misura dalle caratteristiche dell'età del paziente. I fattori di accumulo eccessivo di liquore includono quanto segue:

  1. violazione del livello cromosomico;
  2. Conflitto di Rhesus nel bambino e nella madre, a seguito del quale l'idropisia immune inizia a svilupparsi;
  3. l'impatto delle infezioni, nonché l'eventuale trasferimento di malattie dalla madre nelle prime fasi della gravidanza;
  4. violazione dei processi metabolici del feto;
  5. diagnosticare una donna incinta con una grave forma di anemia o gestosi in una donna incinta;
  6. elevati livelli di zucchero nel sangue;
  7. processi patologici di etimologia congenita diagnosticati in un bambino (malattie del cuore e dei vasi sanguigni, tromboflebiti, leucemia);
  8. mescolando sangue quando trasportano gemelli;
  9. individuazione di neoplasie cerebrali di diversa eziologia;
  10. trauma al feto.

La patologia del liquido cerebrospinale può essere causata da altri disturbi. Il più comune tra questi è la sindrome di Arnold Kizri. È caratterizzato dall'accumulo di una grande quantità di liquido nella parte posteriore del cranio, che può gradualmente scendere nel forame occipitale.

In alcuni casi, le cause della malattia comprendono l'infezione con infezione intrauterina.

L'aspetto dell'edema cerebrale nei neonati è spesso influenzato dalla nascita prematura o dal basso peso alla nascita. Non meno pericoloso è il bacino stretto della donna incinta, così come l'ipossia fetale.

Particolare attenzione viene prestata a una malattia diagnosticata in pazienti di età superiore ad un anno. Le cause possono essere tumori neoplastici nel cervello / midollo spinale, emorragia, infiammazione del rivestimento del cervello e trauma cranico.

Manifestazioni sintomatiche

Segni di cambiamenti patologici possono essere trovati nel periodo prenatale. Il sintomo principale è un aumento significativo della dimensione della testa. Quando si diagnostica l'idrocefalo intrauterino, una donna può partorire solo attraverso un taglio cesareo. Ciò eviterà di schiacciare il cranio e, quindi, impedirà lo sviluppo di altre patologie del sistema nervoso centrale, che difficilmente potranno essere eliminate in seguito.

Le principali manifestazioni sintomatiche includono anche:

  • chiusura lunga "fontanel";
  • rigonfiamento / aumento sproporzionato dell'area della fronte;
  • rigonfiamento e aumento della dimensione della fontanella;
  • movimento oculare incontrollato (nistagmo), strabismo divergente;
  • sopracciglia sporgenti;
  • attività visiva compromessa;
  • cambiare l'aspetto della pelle, principalmente il loro pallore;
  • palpitazioni cardiache;
  • tremore al mento;
  • spasmi involontari degli arti;
  • rete venosa traslucida sulla fronte, tempie, parte occipitale;
  • frequente rigurgito;
  • lacrime eccessive, capricciosità;
  • irrequietezza generale del bambino, disturbi del sonno e successivo ritardo dello sviluppo.

I bambini più grandi hanno l'aspetto di una rete venosa in faccia, un aumento delle dimensioni della fontanella, che impedisce la possibilità di crescita eccessiva, un aumento del tono muscolare negli arti e una mancanza di sviluppo mentale e fisico del bambino.

Per quanto riguarda i pazienti di età superiore ai 2 anni, la malattia di solito procede in forma grave. La condizione generale spesso si deteriora a causa del danneggiamento degli elementi strutturali del cervello. Sintomi che appaiono durante questo periodo: un aumento significativo della dimensione della testa, mal di testa mattutino, sangue dal naso, nausea, bavaglio, compromissione della coordinazione, enuresi.

Misure diagnostiche

L'idrocefalo intrauterino viene diagnosticato durante un esame ecografico pianificato di donne in gravidanza. In caso di rilevamento di edema cerebrale, è possibile aumentare la frequenza delle procedure. Inoltre, il sangue intrauterino / sangue del cordone può essere raccolto dal cordone ombelicale per studi di laboratorio.

La malattia nei bambini piccoli si trova a causa del mecenatismo medico. Per confermare la diagnosi viene assegnata la neurosonografia - ecografia del cervello, condotta attraverso una molla. Questa procedura è ora richiesta per ogni bambino che ha raggiunto un mese di età.

Tuttavia, in base ai risultati di uno studio ecografico, non è sempre possibile determinare con precisione le cause della malattia, che è estremamente importante ai fini del trattamento successivo.

In tali casi, la procedura di risonanza magnetica o tomografia computerizzata aiuterà in modo più dettagliato a studiare le cause e stabilire il tipo di idrocefalo. Per il suo passaggio, un piccolo paziente viene introdotto in uno stato di sospensione del farmaco. Gli studi di stratificazione aiutano a identificare anche anomalie minori e cambiamenti nella struttura del cervello.

Ulteriori misure comprendono la consultazione di un neurologo e un oculista con l'esame obbligatorio del fondo.

Spesso gli esperti ricorrono alla conduzione dell'elettroencefalografia, registrando l'attività elettrica del cervello. Se necessario, puoi misurare la pressione intracranica.

Caratteristiche della terapia

Il metodo delle misure terapeutiche dipende in gran parte da quale stadio è la malattia, nonché dal principale fattore che ha provocato lo sviluppo. Il trattamento di idropisia è fatto in diversi modi.

Metodo conservativo

È considerato efficace solo nelle fasi iniziali dello sviluppo della malattia, quando non ci sono fattori aggravanti. Ai medici specialisti vengono prescritti farmaci speciali (gruppo ormonale). Alcuni strumenti aiutano a rimuovere il sodio dal corpo, il che rende possibile eliminare il liquido in eccesso. I farmaci per il trattamento della malattia non esiste, la loro azione è finalizzata a prevenire l'ulteriore sviluppo della malattia.

Metodo chirurgico

Chirurgia - il modo più efficace per affrontare l'edema. È effettuato da smistamento. Tra le varietà di questa procedura si distinguono:

  1. ventilazione-peritoneale - l'introduzione di cateteri in silicone, attraverso i quali il fluido viene miscelato dall'area della testa alla parte addominale;
  2. shunt lumboperitoneale - collegamento della cavità addominale con il canale spinale;
  3. manovra ventricolo-artralica - trasporto della sostanza nella zona dell'atrio destro;
  4. Operazione di Torkildsen: l'estrazione del fluido nel cosiddetto grande serbatoio occipitale;
  5. ventricolostomia endoscopica - la tecnica non implica l'uso di un sistema di smistamento, la procedura prevede la creazione di piccole incisioni utilizzando un endoscopio.

Dopo l'intervento, si arresta lo sviluppo del processo patologico, che consente al bambino di svilupparsi attivamente in futuro. Tuttavia, la procedura è vietata per i pazienti con una forma cronica della malattia, così come per la rilevazione di altri processi infiammatori, disturbi neurologici o disturbi mentali.

Puoi curare l'idropisia usando i metodi della medicina tradizionale. Tra i rimedi erboristici più efficaci, i succhi appena spremuti di ravanello nero, cipolle e zucche, che si consiglia di bere a stomaco vuoto, hanno dimostrato di essere il migliore. Bene aiutare con decotti di idrocefalo di prezzemolo, trifoglio, foglie di betulla, adonis, melissa.

Prima di utilizzare i rimedi erboristici sopra citati, è obbligatorio consultare un medico!

Possibili effetti e prevenzione

La diagnosi tardiva e la mancanza di trattamento per l'idrocefalo sono gravate da una grave complicanza della malattia. Le conseguenze dell'edema cerebrale comprendono non solo un ritardo nello sviluppo generale del bambino, ma anche un disturbo nell'attività del discorso, visione offuscata (la sua completa scomparsa non è esclusa), lo sviluppo di epilessia e paralisi cerebrale. L'esito fatale non è escluso.

Non importa quale sia la gravità dei sintomi sintomatici, il bambino dovrebbe immediatamente mostrare lo specialista medico. È importante ricordare che la situazione può essere esacerbata dall'influenza delle malattie associate. La durata della vita successiva del bambino dipende da tutti i fattori sopra elencati. Di norma, dopo l'intervento chirurgico, un'ulteriore prognosi è favorevole.

Un ruolo importante è dato alle misure preventive. Includono la limitazione di un bambino da ferite alla testa, regolari consultazioni di specialisti nel processo di trasporto di un bambino, incluso uno specialista in malattie infettive (se necessario, se la gestante ha sofferto di alcune malattie durante la gravidanza: ARVI, rosolia).

Ricorda che qualsiasi malattia è più facile da prevenire che non eliminarla più tardi. Monitora la salute e lo sviluppo del tuo bambino e, se trovi i minimi sintomi patologici, contatta i professionisti qualificati.

Molte donne dopo il parto devono affrontare il problema dell'aspetto del peso in eccesso. Qualcuno, appare anche durante la gravidanza, qualcuno - dopo il parto.

  • E ora non puoi permetterti di indossare costumi da bagno e pantaloncini corti...
  • Inizi a dimenticare quei momenti in cui gli uomini si complimentavano con la tua figura impeccabile.
  • Ogni volta che vieni allo specchio, ti sembra che i vecchi tempi non torneranno mai più.

Ma un rimedio efficace per il sovrappeso è! Segui il link e scopri come Anna ha perso 24 kg in 2 mesi.

Molte donne dopo il parto devono affrontare il problema dell'aspetto del peso in eccesso. Qualcuno, appare anche durante la gravidanza, qualcuno - dopo il parto.

  • E ora non puoi permetterti di indossare costumi da bagno e pantaloncini corti...
  • Inizi a dimenticare quei momenti in cui gli uomini si complimentavano con la tua figura impeccabile.
  • Ogni volta che vieni allo specchio, ti sembra che i vecchi tempi non torneranno mai più.

Ma un rimedio efficace per il sovrappeso è! Segui il link e scopri come Anna ha perso 24 kg in 2 mesi.

Idrocefalo nei neonati - non una frase: sintomi, trattamento e patologia fotografica

Il nome della malattia "idrocefalo" deriva da due parole greche: "idro" - acqua, "cefalus" - testa. Questa è una grave malattia del cervello, che è accompagnata dalla formazione di corpi idrici.

Un eccesso di liquido si forma nel sistema cerebrale, il che rende difficile il funzionamento del cervello, poiché non è in grado di spostarsi normalmente in un punto del sistema sanguigno dove può essere assorbito.

Una persona che ha questa malattia si chiama idrocefalo. L'idrocefalo può essere ipersecretorio, se c'è una grande scarica di liquido cerebrospinale.

Caratteristiche della malattia nei neonati

Nei neonati appena nati, l'idrocefalo ha i suoi segni caratteristici.

Quindi, i principali segni di idrocefalo nei neonati:

  1. La caratteristica principale è che questa malattia è acquisita dal bambino dalla madre durante la gravidanza.
  2. Se la madre ha avuto alcune malattie infettive durante la gravidanza.
  3. A volte l'idropisia può anche essere causata da lesioni che si verificano durante il parto.
  4. Nei neonati, l'idrocefalo si verifica a causa di tumori o quando il volume di una sostanza liquida, la cui vocazione è la protezione del cervello, aumenta più volte. In questo caso, il cranio nei bambini tende ad aumentare e la forma a cambiare. Aumenta, perché la fronte sembra molto più grande del resto del viso. Gli occhi si sposteranno anche verso il basso dove dovrebbero essere le palpebre.
  5. La testa non crescerà nei bambini che sono più grandi dei bambini, poiché il loro cranio ha una forma stabilita ed è difficile da deformare.

Classificazione di idrocefalo

L'idrocefalo ha diverse forme.

  1. Il primo è chiuso. In questo caso, c'è una difficoltà nell'assegnazione del liquido cerebrospinale nello spazio subaracnoideo. Queste difficoltà sono associate a problemi dei ventricoli situati sui lati. Altrimenti, l'idrocefalo viene chiamato aperto quando non ci sono difficoltà in quanto tali. Inoltre, la malattia può essere primaria e secondaria. Nel primo caso, si pone in modo indipendente e non richiede alcun background sotto forma di malattie accessorie.
  2. Il secondario ha aggiunte sotto forma di altre malattie del sistema nervoso centrale o tumori di qualsiasi organo. Inoltre, l'idrocefalo secondario è accompagnato dallo sviluppo anormale di vasi situati nel centro del cervello.

In generale, ci sono molte classificazioni di questa complessa malattia, ma il più delle volte i medici cercano di usare queste forme.

motivi

Le cause dell'idrocefalo variano con l'età.

Idrocefalo del cervello nel feto

Le cause dell'idrocefalo cerebrale in un bambino non ancora nato, che sembra essere protetto nel grembo materno, possono essere molteplici fattori:

  • in primo luogo, i problemi con il sistema nervoso centrale della madre, riportati al bambino;
  • il secondo sono infezioni di diversa natura che si verificano nel grembo della madre;
  • il terzo è un fallimento della genetica in entrambi i genitori.

Se la malattia si manifesta in un neonato

Le cause dell'idrocefalo nei neonati sono piuttosto diverse:

  1. Approssimativamente l'ottanta percento dei bambini sviluppa idrocefalo a causa dello sviluppo anormale del midollo spinale e del cervello.

La foto mostra che l'idrocefalo nei neonati si manifesta con lo spostamento degli occhi nella parte inferiore della testa.

Patologia nei bambini di età compresa tra 1-2 anni

L'idrocefalo nei bambini piccoli ha le seguenti cause di origine:

  1. Il 90% dei casi di idrocefalo nei bambini di età superiore ad un anno sono stati registrati a causa di tumori. Inoltre, entrambi i tumori del cervello e del midollo spinale.
  2. Le malattie infettive colpiscono non solo la cattiva salute dei neonati, ma anche la salute dei bambini più grandi.
  3. Lo sviluppo cerebrale alterato si verifica anche nei bambini e più di una volta è diventato la causa dell'idrogepalo.
  4. Inoltre, le cause possono essere attribuite a emorragie cerebrali e disturbi della genetica.
  5. Lesioni cerebrali traumatiche causate da incidenti o ictus possono anche causare infiammazioni nel cervello.

Segni e sintomi

L'idrocefalo nei neonati ha sintomi caratteristici:

  1. Il sintomo più importante della comparsa di idrocefalo in un bambino può essere considerato una crescita intensiva del cranio della testa. Il cervello cresce all'interno del cranio spingendo le ossa a turno. Al fine di prevenire il minimo cambiamento nelle dimensioni del cervello, il pediatra durante gli esami dovrebbe misurare la circonferenza della testa dei pazienti ogni due mesi.
  2. Un altro segno è un aumento aumentato della fronte, che aumenta a causa del diradamento delle ossa del cranio.
  3. Sulla fronte del bambino, puoi vedere la rete delle vene e la posizione degli occhi può essere trasportata verso il basso.
  4. A volte l'idrocefalo è accompagnato da crampi nei bambini.
  5. I bambini non sono in grado di tenere la testa, sono letargici e immobili, piangono costantemente.
  6. Inoltre, i bambini possono lamentarsi di mal di testa.
  7. Nei bambini più grandi, il mal di testa è accompagnato da nausea e vomito o gonfiore degli occhi.

L'incontinenza frequente dovrebbe anche allertare i genitori, e insieme con un aumento della tiroide, anche di più. A causa dell'idrocefalo, i bambini diventano distratti, possono essere prostrati e non ascoltare genitori e insegnanti.

Trattamento della malattia nei neonati

Il trattamento dell'idrocefalo nei neonati ha tali scopi e obiettivi: il compito principale che sia i medici che i genitori di un bambino si prefiggono è quello di fermare l'ulteriore aumento dell'idropisia, nonché normalizzare il funzionamento del fluido all'interno del cervello e rimuovere la causa del suo ristagno.

Metodi conservativi

L'idrocefalo è una malattia molto complessa che è severamente tollerata da bambini sia giovani che più grandi.

Indipendentemente dalla gravità e dallo sviluppo della malattia, un urgente bisogno di vedere un medico, in quanto potrebbe essere necessario un intervento chirurgico. Ma in alcuni casi, la necessità dell'intervento chirurgico scompare da sola.

In tali casi, il bambino deve essere sotto la costante supervisione del medico curante durante l'intero periodo prescritto dal medico. Affinché il liquido cerebrospinale venga espulso in piccole quantità, al paziente viene prescritto il farmaco Diacarb. Lo strumento è raccomandato dai medici al paziente solo se non vi è alcuna prosecuzione della malattia.

Cioè, l'idrocefalo non dovrebbe progredire. Un neuropatologo e un neurochirurgo dovrebbero condurre esami speciali del cranio del paziente, che consistono nel prendere misurazioni della testa del bambino.

Il cranio non dovrebbe crescere durante il trattamento farmacologico, ma se insorge una tale minaccia, è necessario un intervento chirurgico.

La malattia di Parkinson è una malattia grave che è difficile da trattare, ma non puoi arrenderti. Come trattare la malattia di Parkinson in modo più efficace?

Metodi chirurgici

L'operazione viene eseguita allo scopo di deviare il fluido cerebrospinale dal cervello ad altre parti degli organi.

Ad esempio, quando il liquido cerebrospinale viene spostato nella cavità addominale, dove viene assorbito nell'intestino.

In altri casi, il fluido viene spostato nella parte posteriore della testa.

Con lo sviluppo dell'endoscopia, la necessità di metodi precedenti è praticamente scomparsa. L'endoscopio rimuove il fluido dal cervello in modo tale che non sia necessario iniettare corpi estranei nel corpo. Ciò consente all'operazione di essere meno traumatica.

Sebbene i metodi endoscopici siano adatti per un piccolo numero di pazienti, sono attualmente in fase di sviluppo per i loro miglioramenti.

Complicazioni e conseguenze

I medici determinano le seguenti complicanze di idrocefalo in un neonato:

  1. A causa dell'idrocefalo, può iniziare un ritardo nello sviluppo di natura psicomotoria. Un tale ritardo non salverà nemmeno l'operazione, perché è un fenomeno incurabile.
  2. I genitori dovrebbero sapere che le dimensioni di una testa crescente non saranno mai più le stesse. Il processo di crescita si fermerà senza dubbio, ma le dimensioni non torneranno alla normalità.

prospettiva

Le previsioni per il futuro dei bambini che hanno sofferto l'idrocefalo, hanno messo duro.

Di solito, se il paziente tollera bene l'operazione, allora la malattia si attenua e il bambino ritorna gradualmente alla vecchia vita. In alcuni casi, ci sono complicazioni da operazioni o la malattia tende a ritornare. Perché i bambini dovrebbero essere costantemente osservati dai medici.

C'è una prevenzione efficace

L'idrocefalo del cervello nei neonati è una malattia dalla quale nessuno è immune.

Non è trasmesso da goccioline trasportate dall'aria, quindi è quasi impossibile prevenirlo. Poiché la malattia è spesso trasmessa da madre a figlio durante la gravidanza, si raccomanda che una donna incinta esegua costantemente gli ultrasuoni e si prenda cura di se stessa quando sta portando una nuova vita.

L'idrocefalo è una malattia grave. Sentire la diagnosi di un bambino come una madre è il colpo più forte. Tuttavia, non fatevi prendere dal panico.

La medicina moderna è progredita in modo significativo nella direzione di una cura efficace della malattia e può curare quasi ogni forma di idrocefalo. La cosa principale è prendere il trattamento in tempo e non dimenticare di sostenere il tuo bambino con amore e cura.

Idrocefalo del cervello nei neonati

L'idrocefalo è una patologia in cui il liquido cerebrospinale si accumula nei canali attraverso i quali si supponeva che fluisse. I canali all'interno del cranio riempiono un grande volume di liquido e, a sua volta, preme sulle ossa morbide del cranio di un neonato, aumentandolo di volume.In età avanzata, quando le ossa sono forti e la primavera invasa, il cranio non aumenta. Ma invece, sotto pressione c'è una lesione al tessuto nervoso del cervello.

Per il trattamento dell'idrocefalo è necessario conoscere la causa dello sviluppo della patologia, la sua localizzazione e l'aumento della pressione. Nel tempo la malattia rilevata può essere curata, prima della formazione dei difetti del cranio. Al contrario, il ritardo nel rendere l'assistenza, si trasforma in morte per il bambino.

Formazione di idrocefalo

L'idrocefalo si sviluppa sotto l'influenza del liquore in eccesso. Ciò si verifica quando il tasso di formazione di un liquido supera il suo assorbimento. Il cervello è una struttura complessa in cui è presente un certo numero di cavità. Queste cavità sono chiamate ventricoli. I ventricoli sono coperti da una rete di vasi che sono responsabili della formazione di liquori. Per l'uscita del liquido cerebrospinale, i ventricoli formano un sistema di comunicazione tra di loro. Il liquore esce attraverso questo sistema, lava il midollo spinale ed entra nella cavità tra i gusci. Questo posto è anche chiamato spazio subarchico, che si trova anche nella cavità del cranio.

Ulteriore fluido viene assorbito nelle vene, che si trovano nel cranio per questo processo. Sono chiamati i seni venosi e sono attaccati alle ossa del cranio. L'assorbimento si verifica a causa della differenza di pressione. La pressione intracranica dovrebbe essere maggiore della pressione all'interno dei seni venosi.

Il fluido intracranico svolge le funzioni di:

  • Protegge il cervello da lesioni alle pareti del cranio.
  • La rimozione di sostanze dal sistema nervoso.
  • Creare la necessaria pressione interna all'interno del cranio.
  • Ha un effetto sul sistema nervoso autonomo.

Il giorno, i bambini formano da 40 a 150 ml di liquore. Quando si verifica una violazione, la generazione di CSF aumenta e il suo assorbimento diminuisce, il flusso di fluido attraverso i canali assegnati a tale scopo si ferma e si sviluppa l'idrocefalo. Sotto l'influenza della pressione, non solo si espande il volume del cranio, ma anche atrofia del cervello e sua diminuzione. All'inizio, il cervello diminuisce sotto l'influenza del fluido, a causa della sua elasticità dei tessuti, quindi atrofia. Le dimensioni del cranio possono essere modificate solo da bambini di età inferiore a un mese.

Cause della formazione di idrocefalo

L'eruzione del cervello nei neonati, causa 3-4 bambini su 10 a causa dello sviluppo di malattie del sistema nervoso centrale. In 1-4 su 10 bambini si sviluppano a causa di malattie infettive. Il maggior numero di casi di sviluppo di idrocefalo, rappresenta 9 casi su 10 di tumore.

Infezioni idrocefaliche:

  • Rosolia.
  • Virus Herpes simplex.
  • Sifilide.
  • Virus che contribuiscono allo sviluppo della meningite.

Vari vizi:

  • Una grande influenza sulla formazione dell'idropisia cerebrale, nei neonati, è la sindrome di Arnold-Cyarry.
  • Canali stretti congeniti per il liquore.
  • Lo sviluppo della ciste cerebrale.
  • Vene cerebrali anormali.
  • Idrocefalo nei neonati, si sviluppa sotto l'azione della sindrome di Dandy-Walker.

Cause correlate all'oncologia:

  • Cancro al cervello
  • Tumori nel cranio.
  • Oncologia del midollo spinale.

Fattori che influenzano lo sviluppo di edema cerebrale:

  • Consegna prematura fino a 35 settimane.
  • Il peso del bambino è inferiore a 1500 grammi.
  • Lo stretto bacino della madre può ferire il cranio del bambino durante il travaglio, che è uno dei fattori per lo sviluppo dell'idropisia cerebrale.
  • Ipossia durante il parto, o nel grembo materno.
  • Le malattie infettive che la madre ha sofferto durante la gestazione aumentano il rischio di sviluppare idrocefalo.

I sintomi della malattia nei bambini sotto i 2 anni

L'idrocefalo nei neonati è molto difficile. Il benessere del bambino sta rapidamente peggiorando e le strutture cerebrali sono danneggiate. Caratteristiche del corso, sta nel fatto che la struttura ossea del cranio, a questa età è abbastanza morbida e suscettibile di cambiamenti. Sulla base di questo, il principale sintomo del decorso della malattia sarà un aumento del cranio. La progressione di un aumento del volume della testa, mentre più di 1,5 centimetri al mese. Durante il mese, la testa aumenta di 9 mm.

Normalmente, la circonferenza della testa del bambino dopo la nascita è di 1-2 centimetri in più rispetto alla circonferenza del torace. Ma entro 6 mesi, questo rapporto sta cambiando.

Tabella dell'età della circonferenza della testa normale in centimetri.

Tuttavia, un aumento del cranio non è l'unico sintomo, molti altri sintomi mostreranno la presenza di un'abbondanza crescente di cervello.

  • Le vene nelle parti frontali e occipitali sono ingrandite. Diventano blu scuro e luminosi sulla pelle. Il bambino è spesso cattivo, piange e non dorme.
  • Il bambino è praticamente incapace di tenere la testa da solo. Scarso aumento di peso e incapace di sorridere.
  • La pelle sulla testa è molto sottile, allo stesso tempo diventa lucida, e questo è sorprendente. Il bambino inizia a camminare tardi, si siede male e si insinua un po '.
  • La fronte aumenta patologicamente. Gli occhi diventano in profondità. Gli alunni negli occhi sono costantemente in movimento, fluttuano in direzioni diverse. Le palpebre si abbassano, si sviluppa lo strabismo.
  • L'arco della fronte protrude. Inizia ad appendere sopra le aree facciali del cranio.
  • La primavera viene spenta e allo stesso tempo pulsa.
  • La testa viene gettata all'indietro. Dopo aver mangiato spesso rigurgita. Il bambino viene alimentato male o si rifiuta completamente di nutrirsi.
  • Le gambe sono piegate alle ginocchia e scarsamente distese. Nel decorso acuto della malattia, il bambino perde completamente la capacità di muovere gli arti.

Dopo aver identificato i sintomi della malattia, dovresti consultare immediatamente un medico. Durante la rapida progressione dello sviluppo dell'idropisia cerebrale, i sintomi compaiono sotto forma di convulsioni persistenti, vomito e sbavando, il bambino perde le abilità per muovere e muovere le sue membra. In questa situazione, è necessario il ricovero urgente.

I sintomi della malattia nei bambini di età superiore a 2 anni

Le ossa della testa di un bambino di età superiore a due anni sono abbastanza difficili da aumentare il volume del cranio. Pertanto, i sintomi saranno diversi.

  • Si manifesta con campi di testa permanenti che iniziano di mattina e si abbassano di sera. A causa dei sonnellini, il dolore può peggiorare. Con un forte mal di testa, inizia a sanguinare dal naso.
  • Sensazione di pressione sugli occhi, dal lato del cranio. Il sonno peggiora, il bambino si sveglia di notte e piange.
  • Sullo sfondo di un mal di testa, inizia la nausea e il vomito.
  • La vista si deteriora, la capacità lavorativa del nervo ottico è compromessa.
  • Il tono muscolare è indebolito, la mancanza di coordinazione del movimento si sviluppa, appare l'incontinenza urinaria. L'urina viene escreta in grandi quantità.
  • I progressi nell'apprendimento del bambino sono ridotti. C'è iperattività, tremore agli arti e al mento. Il bambino perde periodicamente perde conoscenza e diventa irritabile.
  • Tagli improvvisi negli arti
  • I lividi appaiono sotto gli occhi. Tirando via la pelle in queste aree, è possibile vedere i vasi sanguigni.

Fare una diagnosi

Diagnosi tempestiva, può salvare la vita di un bambino. Pertanto, dopo la comparsa dei sintomi, è necessario consultare un medico per diagnosticare la malattia.

  • Per la diagnostica, è necessario un esame da parte di un neurologo. Misura la circonferenza della testa, del torace, controlla il tono muscolare e i riflessi del bambino.
  • L'optometrista dovrebbe controllare il nervo ottico.
  • Ultrasuono fontanella. Si tiene per i bambini fino a un mese di vita, mentre la primavera è ancora aperta.
  • La diagnostica RM fornirà un quadro completo dello stato del cervello. Ma per la sua implementazione, devi essere completamente immobile. Per questi bambini sotto i 5 anni, viene somministrata l'anestesia.

Il metodo diagnostico più efficace è la risonanza magnetica, che consente di vedere i cambiamenti nel cervello, determinare lo stadio della malattia e l'entità del danno. Una tecnica diagnostica meno efficace è la tomografia computerizzata. Tuttavia, questo metodo può determinare la presenza di tumori nel cervello, oltre a confermare i sintomi di Arnold-Kiarri e Dandy-Walker.

Per confermare l'idrocefalo, i medici prescrivono una misurazione della pressione intracranica. Questo è fatto dalla puntura, tra le vertebre della vita.

Metodo di trattamento

Il trattamento dell'idrocefalo è di due tipi:

Durante il trattamento farmacologico, vengono prese misure per ridurre la pressione intracranica. È necessario ridurre la produzione di liquido cerebrospinale e accelerare il processo di assorbimento ed escrezione. Per questo farmaco è stato prescritto Diacarb. Inibisce la possibilità di produzione di liquore cerebrospinale, riduce il suo volume. Il processo di minzione aumenta riducendo la quantità di potassio nel corpo.

Sono prescritti farmaci diuretici come Mannitolo, Lasix, Furosemide. Insieme a questi farmaci vengono anche prescritti farmaci che migliorano il cervello in condizioni di alta pressione. Se il miglioramento della situazione per 2-3 mesi, con il trattamento farmacologico non si verifica, viene applicato l'intervento chirurgico.

Intervento chirurgico

La chirurgia è un'opportunità per salvare la vita di un bambino. La sua implementazione dipenderà dalla forma del flusso.

Durante la forma chiusa di idrocefalo, l'operazione si verifica in 2 situazioni:

  1. Quando è possibile rimuovere l'ostacolo che interferisce con il flusso di liquore. Rimozione di tumori, cisti, rimozione dell'aneurisma.
  2. Quando è possibile creare percorsi di corrente alternativi CSF.

Molto spesso, il liquido cerebrospinale viene scaricato posizionando i cateteri nella cavità addominale, dove il tubo entra tra i fogli del peritoneo, che ha un'eccellente capacità di assorbire liquidi. Più fluido può essere scaricato nell'atrio. Questa tecnica è chiamata shunt ventricolare.

Durante un aumento criticamente rapido della pressione intracranica, l'intervento chirurgico di bypass è un'operazione molto pericolosa. Pertanto, il catetere è installato nel ventricolo del cervello ed è portato fuori nella nave, che deve essere grande almeno quanto la testa di un bambino.

Prevenire lo sviluppo della malattia

Per ridurre le possibilità di sviluppare l'idropisia cerebrale in un bambino, i genitori devono seguire alcune regole di prevenzione. La madre del bambino deve abbandonare le cattive abitudini mentre porta la zattera. Durante la gravidanza, una donna deve essere sottoposta a screening per infezioni infettive. Se si è verificato un caso di un orecchio rosso, è consigliabile sottoporsi a un'ecografia per un feto.

Quando un bambino nasce, si deve prestare attenzione per assicurarsi che non abbia una lesione cerebrale. I bambini dovrebbero sottoporsi a controlli di routine con i medici, in caso di lesioni gravi, è consigliabile essere esaminati.

Cause e sintomi dell'idrocefalo cerebrale nei neonati

L'idrocefalo del cervello nei neonati è una malattia basata su un aumento del numero di CSF nei ventricoli del cervello, che porta alla compressione del tessuto cerebrale e ad un aumento della pressione all'interno del cranio (ICP).

Questa patologia ha un altro, più comune tra i nomi delle persone - idropisia cerebrale. Questo nome della malattia non era casuale, perché letteralmente si traduce come "idro" - acqua e "cefalone" - testa.

Cause di idrocefalo nei neonati

L'idrocefalo del cervello nei neonati può verificarsi in diversi periodi: in utero, immediatamente dopo la nascita e in età avanzata. In ogni intervallo di tempo, le ragioni saranno diverse.

Durante la gravidanza, le cause di edema cerebrale possono essere le seguenti:

  • Infezioni materne: virus dell'herpes, citomegalovirus, toxoplasmosi;
  • Intossicazione da alcol;
  • Assunzione di farmaci;
  • Malformazioni del sistema nervoso centrale;
  • Predisposizione ereditaria

L'idrocefalo nei neonati può svilupparsi a causa dei seguenti motivi:

  • Conseguenze di infezioni intrauterine;
  • Anomalie del cervello e del midollo spinale;
  • Trauma durante il parto, che porta a emorragie intraventricolari o intracerebrali con conseguente sviluppo di meningite nel bambino;
  • Neoplasia cerebrale;
  • Difetti vascolari nel cervello

L'idrocefalo nei neonati, così come i bambini di età compresa tra 1 e 2 anni possono derivare dai seguenti fattori:

  • Neoplasie nel cervello o nel midollo spinale;
  • Le conseguenze delle malattie infettive e infiammatorie: encefalite, meningite, tubercolosi,
  • Lesioni alla testa;
  • Predisposizione genetica;
  • Malformazioni nel cervello e vasi di alimentazione che non sono stati identificati in precedenza.

Classificazione di idrocefalo

A seconda del motivo dell'aumento della quantità di liquido nei ventricoli cerebrali, è comune distinguere tre tipi di idrocefalo:

  • Ipersecretorio: si verifica a causa dell'eccessiva produzione di liquido cerebrospinale.
  • Occlusale - si sviluppa nel caso in cui, per qualche motivo, l'uscita del fluido dai ventricoli sia disturbata, in conseguenza della quale si accumula in grandi quantità.
  • Arezorptive - si verifica a causa di una violazione dell'assorbimento di alcol.

Inoltre, a seconda della causa principale emettere:

  • Idrocefalo primitivo - si sviluppa indipendentemente, come patologia separata.
  • Idrocefalo secondario - è il risultato di altre malattie, ad esempio, tumori cerebrali, anomalie dello sviluppo del cervello, ecc.

I sintomi di idropisia nei neonati

In un neonato, l'idrocefalo presenterà sintomi diversi da quelli dei bambini più grandi. Quindi, un neonato avrà tali manifestazioni della malattia:

  • Aumento della dimensione della testa: la manifestazione più frequente e evidente della patologia. Una caratteristica caratteristica è un aumento della circonferenza della testa totale, in particolare i suoi lobi frontali, che iniziano a sporgere in avanti. La testa aumenta di dimensioni a causa della grande quantità di liquido intraventricolare, che preme sul cervello e sulle ossa immature del cranio. Divergono facilmente, perché Le primavere nel neonato sono allo stato aperto.
  • Sporgenza della fontanella e non sovrasfruttamento della fontanella: quando tocchi l'area della fontanella, puoi sentire che la fontanella sporge un po 'sopra la superficie del cranio. La chiusura della primavera, che, secondo le norme, si verifica a 1 anno, nei bambini affetti da edema cerebrale, è ritardata fino a 2-3 anni.
  • Espansione della rete venosa sul viso, compresa nell'area della fronte.
  • Segni di disturbi neurologici: nistagmo, strabismo, convulsioni convulsive, il sintomo di Grefe (gli occhi cadenti abbassati).
  • Ipertonicità degli arti inferiori / superiori.
  • Mal di testa in un bambino: il bambino piangerà spesso e si aggrapperà alla testa. Il sintomo è un segno di aumento della pressione intracranica.
  • Ritardo nello sviluppo mentale e fisico: il ritardo mentale si manifesterà con letargia, apatia del bambino, possibile aumento di irritabilità e pianto. In termini fisici, il bambino non manterrà la testa in tempo, rotolerà, siederà, striscia, ecc. Tuttavia, queste manifestazioni possono essere viste solo in un periodo successivo, all'età di 2-3 mesi.

diagnostica

Il neonatologo presso l'ospedale di maternità, il pediatra distrettuale con assistenza domiciliare durante il primo mese dopo la nascita e persino i genitori stessi possono sospettare questa grave malattia. Molto spesso, il neonato attira l'attenzione su una grande circonferenza della testa. Tuttavia, per verificare la diagnosi, è necessario sottoporsi a ulteriori metodi strumentali di esame.

  • Oftalmoscopia con esame obbligatorio del fondo.
  • Neurosonografia, o ecografia del cervello - l'esame viene effettuato in bambini sotto i 2 anni di età, mentre le ossa del cranio sono piuttosto sottili e le fontanelle non sono ancora chiuse. Questo rende possibile sottoporsi ad ultrasuoni attraverso le strutture del cranio e visualizzare cisti, tumori, ematomi e parte delle malformazioni nel cervello. Per la sua sicurezza e relativa semplicità, è stato ampiamente utilizzato nella diagnosi dell'idropisia cerebrale. Tuttavia, questa tecnica ha i suoi svantaggi: il fattore umano, la dimensione del cervello ridotta, la bassa risoluzione.
  • La TC o la risonanza magnetica è il metodo migliore per confermare una diagnosi. Consente di visualizzare chiaramente tutte le strutture del cervello e nella maggior parte dei casi identificare la causa della patologia. Pertanto, per condurre uno di questi sondaggi è obbligatorio.

trattamento

Oggi, sfortunatamente, l'idropisia cerebrale non viene trattata in modo conservativo, perché ancora non ha sviluppato metodi sufficientemente efficaci per la completa eliminazione della malattia. Il trattamento dell'idrocefalo nei neonati comporta solo un intervento chirurgico, il cui scopo principale è quello di rimuovere la sindrome ipertensione-idrocefalica, vale a dire diminuzione della pressione sulle strutture cerebrali.

Molto spesso, i neurochirurghi eseguono i seguenti tipi di intervento chirurgico:

Shunt ventricolo-peritoneale (HPS).

L'essenza dell'operazione risiede nel fatto che i cateteri sono posti sotto la pelle del bambino, grazie al quale il liquido cerebrospinale viene rimosso dal ventricolo laterale nella regione addominale nella regione intestinale. È lì che il liquore viene assorbito. L'uso diffuso di questo metodo di trattamento chirurgico ha contribuito a salvare la vita di molti bambini. Va notato che esternamente i cateteri non sono affatto visibili, perché sono completamente sotto la pelle.

Oltre a questo metodo, tali operazioni vengono talvolta eseguite utilizzando cateteri:

  • Derivazione ventricolo-atriale: rimozione del liquido cerebrospinale nell'atrio destro.
  • Shunt lumbo-peritoneale - dal canale spinale al peritoneo.
  • Nell'area del grande serbatoio occipitale.

    Ventricolostomia con metodo endoscopico.

    L'essenza di questa operazione è la seguente: piccole incisioni sono fatte sulla superficie del corpo, attraverso cui viene avvolto l'endoscopio. Con l'aiuto di manipolazioni, in futuro, questo permetterà al liquore di "trovare" un percorso alternativo per l'uscita. Il vantaggio di questo intervento chirurgico è l'assenza di corpi estranei nel corpo del bambino e la fisiologia del deflusso del liquido cerebrospinale. L'operazione ha un'alta efficienza. Vale la pena notare che è usato raramente, poiché ha una gamma piuttosto ristretta di indicazioni: un tipo occlusivo di idrocefalo e solo alcuni di essi.

    L'eruzione del cervello in un neonato è una patologia grave che richiede un'attenzione particolare e un trattamento adeguato. Al minimo sospetto di idropisia cerebrale, un urgente bisogno di contattare un pediatra o un neurologo per fare una diagnosi in modo tempestivo. Ciò salverà la vita di tuo figlio ed eliminerà i sintomi che peggiorano la qualità della vita.

    Idrocefalo del cervello nei neonati - la diagnosi precoce è la chiave del successo del trattamento

    L'idrocefalo del cervello nei neonati o, in altre parole, l'idropisia cerebrale è accompagnato da un aumento dei ventricoli cerebrali dovuto all'accumulo di eccesso di liquido cerebrospinale.

    Per comprendere questo concetto è necessario considerare la struttura del cervello. Consiste di diverse cavità con liquido cerebrospinale (CSF), che sono collegate tra loro. Ci sono quattro ventricoli in totale: due laterali, sono collegati alla terza fessura, che è collegata al quarto ventricolo da un canale sottile.

    È nei vasi sanguigni di questi reparti che si produce il fluido cerebrospinale, e quindi i canali ventricolari si muovono sotto la membrana dura del cervello e del midollo spinale (spazio subaracnoideo), da dove il liquore viene assorbito nel sangue e si diffonde attraverso il corpo.

    Il liquido cerebrospinale serve a regolare la pressione intracranica, a mantenere la normale omeostasi acqua-elettrolita e lo scambio cerebrale. Liquore quotidiano assorbito e ri-prodotto. In un adulto, il suo volume è 120-150 ml, e in un neonato è solo 50 ml. Pertanto, le violazioni nella produzione e nella circolazione del liquido cerebrospinale nei neonati portano al suo eccessivo accumulo, di conseguenza, l'idropisia cerebrale.

    Esistono diversi tipi di idrocefalo:

    • sostituibile, occlusivo, chiuso (si sviluppa quando un'ostruzione nei ventricoli impedisce il flusso del liquido cerebrospinale e circola solo all'interno dello spazio subaracnoideo);
    • non compensato (insorge a causa di danni ai tessuti cerebrali che assorbono il liquore);
    • comunicare, aprire (tutti gli altri casi).

    In questo caso, l'idrocefalo può essere di natura primaria o può essere una complicanza di un'altra malattia del cervello, del sistema circolatorio e nervoso (secondaria). Ci sono altre classificazioni, ma queste sono le più usate.

    La presenza di idrocefalo nei neonati

    Esistono pochissime cause genetiche per l'idrocefalo. Nel 20% dei casi, l'idropisia inizia nell'utero e continua a svilupparsi quando il bambino nasce. Ma il più delle volte si verifica subito dopo la nascita. La principale causa di idrocefalo nei neonati è infezioni intrauterine che causano malformazioni del cervello e del sistema nervoso centrale. Il primo impulso allo sviluppo dell'idropisia è l'emorragia cerebrale e direttamente nei ventricoli. Feriti durante il parto e bambini prematuri in questo gruppo sono i primi candidati per lo sviluppo di idropisia.

    Un'altra causa comune di idrocefalo è la meningite. Interferisce con il normale assorbimento del liquido cerebrospinale.

    In rari casi, l'idrocefalo nei neonati è un sintomo di tumori. Anche le malformazioni nello sviluppo di vasi cerebrali sono una causa rara. È possibile che l'idrocefalo sia causato da lesioni craniocerebrali o avvelenamento da sostanze tossiche.

    Sintomi di idrocefalo cerebrale neonatale

    Il principale sintomo di idrocefalo nei neonati è un marcato aumento della testa. Questi cambiamenti riguardano direttamente la sua circonferenza. Le ossa dei bambini sono abbastanza flessibili da allungarsi dal liquore in eccesso. Anche i bambini sani vengono costantemente misurati per la circonferenza della testa per diagnosticare l'idropisia nel tempo. C'è un grafico speciale con i valori della normale crescita della testa del bambino in ogni mese, secondo cui i medici sono guidati. Nei casi avanzati di idrocefalo, la predominanza della testa sul viso è evidente a occhio nudo. L'eruzione interrompe i processi naturali del sistema endocrino e può causare una crescita e un peso anormali.

    Il secondo sintomo è una molla sporgente. Nei bambini con idrocefalo, non può indugiare fino a 3 anni e resiste alle ossa. Una forte pressione sulle ossa del cranio può allungarle e renderle vulnerabili ai danni meccanici.

    Il terzo sintomo è uno squilibrio frontale. Sotto l'influenza di idrocefalo, che mette sotto pressione l'osso, la fronte diventa sporgente e aumenta. La pelle è più pallida, la rete venosa è visibile (e anche sul viso).

    Il quarto sintomo - la sindrome di Gath si sviluppa, cioè, l'abbassamento involontario degli occhi (sguardo), sotto l'influenza della pressione.

    Il quinto sintomo sono le convulsioni. Possono essere di una tale intensità da trasformarsi in veri e propri attacchi. Ciò è dovuto al tono eccessivo degli arti inferiori con idrocefalo.

    Il sesto sintomo - eruttazione frequente che passa in vomito. Il mento può tremare. Il bambino lancia involontariamente la testa indietro.

    Il settimo sintomo è l'inibizione a livello psicomotorio. L'idrocefalo rende i neonati stanchi, apatici, apatici. Un bambino può avere mal di testa e essere cattivo. Il ragazzo non mostra alcun interesse per lo sviluppo indipendente: non cerca di alzarsi, chattare e giocare. Sebbene a volte ci possa essere un'eccessiva agitazione.

    L'ottavo sintomo è un aumento della pressione intracranica, che causa al cervello di subire interruzioni, e la circolazione sanguigna rallenta. In tali condizioni, le cellule cerebrali di idrocefalo non ricevono le sostanze necessarie e possono morire. Una maggiore pressione intracranica è quasi impossibile da riconoscere a casa, ma un pediatra esperto noterà cambiamenti esterni e controllerà la pressione. Pertanto, frequentare sempre una consultazione obbligatoria con un medico. Questo aiuterà a diagnosticare l'idrocefalo in un neonato nel tempo.

    Diagnosi di idrocefalo

    Qualsiasi studio medico inizia con lo studio della storia. Il medico (prima un pediatra, poi un neonatologo, un neuropatologo e un neurochirurgo) analizza le informazioni relative alla gravidanza, al parto e alle condizioni del bambino subito dopo la nascita.

    Per una diagnosi più accurata, vengono utilizzati i seguenti metodi:

    • la neurosonografia (con l'aiuto di NSH, viene analizzato lo stato dei ventricoli e del liquido cerebrospinale di bambini sotto i 2 anni, l'analisi determina eventuali cambiamenti nel sistema ventricolare, formazioni estranee, patologie dello sviluppo, incluso l'idrocefalo);
    • esame ecografico del cervello (l'ecografia efficace è possibile solo nei bambini con fontanella aperta e ossatura sottile del tempio, che trasmette l'ecografia meglio di altri nella testa);
    • tomografia computerizzata (la TC fornisce un'immagine cross-sectional più accurata dell'NSG e viene utilizzata per gravi sospetti di idrocefalo, quando l'NSG e gli ultrasuoni non hanno dato risultati completi);
    • la risonanza magnetica (MKT è una misura estrema della diagnosi, quando altri studi non consentono di stabilire la diagnosi corretta, la procedura è costosa ma accurata e aiuta a identificare la causa dell'idrocefalo nel neonato).

    Sfortunatamente, non tutti questi dispositivi sono in cliniche pubbliche, quindi è meglio esaminare il bambino in istituzioni mediche private. Devono essere eseguiti tutti i test prescritti dal medico: l'idrocefalo viene spesso confuso con altre malattie dei bambini.

    Trattamento di idrocefalo nei neonati

    L'osservazione e il trattamento di un neonato con idrocefalo non possono essere eseguiti senza la partecipazione di un neurochirurgo. Solo lui può riconoscere con precisione le indicazioni per la chirurgia. Se la malattia non si sviluppa per il paziente, vengono prescritti preparati speciali per una minore produzione di CSF, che riducono la pressione intracranica (se presente), i diuretici e i preparati ormonali.

    Altrimenti, viene assegnata un'operazione urgente. L'intervento chirurgico per eliminare l'idrocefalo può essere eseguito utilizzando diverse tecniche, ma con un unico obiettivo, per ripristinare la rimozione del liquido cerebrospinale dai ventricoli cerebrali. L'operazione più popolare - il metodo di smistamento ventricolo-peritoneale (IDT) - prevede l'impianto di un sistema di cateteri artificiali, che regola la quantità di liquido rimossa nel corpo da una valvola speciale. Il sistema si unisce al ventricolo laterale e getta il liquido cerebrospinale nel peritoneo, dove viene assorbito dall'intestino e si ferma idrocefalo.

    Esiste anche un metodo di smistamento ventricolo-atriale dell'idrocefalo (VAS), quando il liquido cerebrospinale viene gettato artificialmente nell'atrio destro. La procedura di Torkildsen consente la rimozione del liquido cerebrospinale nella parte posteriore della testa e il metodo LPS (Lumbo-peritoneal shunting) collega il midollo spinale con il peritoneo per mezzo di un catetere.

    La medicina moderna offre ventricolostomia endoscopica. Permette di non impiantare il sistema di deflusso. Con l'endoscopio, il chirurgo crea un altro modo per l'uscita del liquore. Questa procedura è efficace solo per i pazienti con diverse forme di idrocefalo, che è il 10% di tutti i pazienti.

    Conseguenze di idrocefalo

    L'idrocefalo lanciato nei neonati è pieno di fallimenti verbali, emicranie costanti, disturbi visivi. L'eruzione provoca crisi epilettiche. Forse una grave violazione nello sviluppo completo del bambino. In caso di inattività, l'idrocefalo è fatale.

    La fase trascurata dell'idrocefalo nel neonato cambia per sempre la forma della testa. Anche addomesticando la malattia, in futuro le dimensioni del cranio complicheranno la vita del bambino. Il peso della testa interesserà le vertebre cervicali, i pneumatici e l'aspetto di deprimere lo stato mentale di una persona. Pertanto, è importante riconoscere l'idropisia e fermare la sua crescita, in modo da non rovinare l'aspetto del bambino.

    Le operazioni tempestive consentono ai bambini con idrocefalo di condurre una vita normale. Se il sistema di deflusso del liqui- do è installato correttamente, l'idrocefalo non influisce sulla qualità della vita del bambino.

    Come evitare l'idrocefalo nel neonato

    È impossibile evitare l'idrocefalo congenito nei ragazzi, causato da un'anomalia cromosomica, ma tutti gli altri motivi possono essere evitati. Prima di tutto, prima della gravidanza, è necessario sottoporsi ad un esame e, se possibile, curare tutte le principali malattie sia di mamma che di papà. Nel periodo di gestazione, la futura madre dovrebbe prendersi cura della sua salute, perché è da lei che le infezioni possono essere trasmesse al bambino e causare l'idrocefalo. Nella maggior parte dei casi, la causa è la malattia della madre e la mancanza di igiene durante la gravidanza. Le abitudini nocive possono anche influenzare lo sviluppo dell'idrocefalo, oltre all'assunzione di farmaci in eccesso, cattiva alimentazione, mancanza di vitamine e un'immunità debole.

    È necessario diagnosticare e trattare tutte le malattie che possono causare l'idrocefalo nel tempo. L'imprevedibile è la meningite: non può essere prevenuta e prevedere se causerà l'idrocefalo nel neonato.