Encefalopatia deambulatoria del cervello - cause, sintomi, diagnosi e standard di trattamento

Commozione cerebrale

Il danno cronico al tessuto nervoso del cervello, che progredisce costantemente, è chiamato encefalopatia vascolare (circolatoria). Tra tutte le malattie del profilo neurologico, è al primo posto nel mondo in termini di frequenza della diagnosi. L'encefalopatia deambulatoria, a seconda della gravità dei sintomi, è divisa in tre gradi, ognuno dei quali corrisponde a certi segni.

Cos'è l'encefalopatia dyscirculatory

DEP è una sindrome da lesione cerebrale che può progredire nel tempo. L'encefalopatia vascolare (codice ICD-10 І 67) porta a cambiamenti strutturali nel tessuto cerebrale, che influiscono sulla qualità delle funzioni degli organi. La malattia ha tre gradi, diversi tipi e una prognosi diversa per il recupero di ciascuno degli stadi. Se non trattata, la malattia porta più recentemente una persona sana alla demenza e un'assoluta incapacità alla vita sociale.

motivi

L'encefalopatia vascolare si verifica a causa del deterioramento della circolazione cerebrale, che si verifica nelle vene o nei grandi vasi del cervello. Tra le cause dell'encefalopatia, i medici distinguono quanto segue:

  • ipertensione arteriosa;
  • aterosclerosi del cervello;
  • vasculite del cervello;
  • l'alcolismo;
  • ischemia cronica;
  • distonia neurocircolatoria (vegetovascolare);
  • osteocondrosi del rachide cervicale;
  • disturbi emotivi a lungo termine.

sintomi

Ciascuno degli stadi dell'encefalopatia dyscircolare (vascolare) suggerisce i propri segni caratteristici della malattia. Tuttavia, è possibile identificare e sintomi comuni di DEP, che sono presenti in vari gradi di gravità con la progressione della malattia:

  • vertigini, mal di testa;
  • disturbo dell'attenzione;
  • deterioramento cognitivo;
  • perdita di prestazioni;
  • depressione;
  • deterioramento cognitivo;
  • rifiuto di adattamento sociale;
  • graduale perdita di indipendenza.

Sig. Segni di encefalopatia dyscirculatory

Se i sintomi sopra riportati si verificano, è necessario contattare immediatamente un neuropatologo che farà riferimento a ulteriori esami strumentali. Durante il passaggio della risonanza magnetica, il medico può sospettare la presenza di alterazioni della dyscircolazione in specifici segni RM:

  • inclusioni ipotensive vascolari;
  • segni di idrocefalo;
  • la presenza di calcificazioni (placche aterosclerotiche);
  • contrazione o blocco di vasi vertebrali, basilari, carotidi.

Segni di CT

La tomografia computerizzata aiuta a determinare l'entità del danno cerebrale. I cambiamenti patologici di un organo in una scansione TC sembrano patch a bassa densità. Questi possono essere conseguenze di infarto cerebrale (tipo incompleto), focolai di danno ischemico, cisti di origine post insulto. La scansione TC viene eseguita per confutare o confermare la diagnosi di DEP. Criteri che confermano la presenza di patologia:

  • dilatazione dei ventricoli del cervello e dello spazio subaracnoideo;
  • il fenomeno di "leukoarezeoz" nello strato sottocorticale e periventricolare;
  • lesioni nel midollo grigio e bianco, che sono rappresentate da cisti post-ischemiche e ictus lacunari.

Tipi di malattia

A seconda della causa della malattia, ci sono diversi tipi di insufficienza cerebrovascolare:

  • encefalopatia venosa (alterazione del flusso venoso di sangue);
  • angioencefalopatia ipertensiva (danno alle strutture sottocorticali e alla sostanza bianca);
  • leucoencefalopatia deambulatoria del cervello (lesione vascolare diffusa sullo sfondo dell'ipertensione arteriosa persistente);
  • encefalopatia aterosclerotica (violazione della pervietà delle arterie sullo sfondo dell'aterosclerosi);
  • encefalopatia di origine mista.

palcoscenico

Ci sono tre fasi dell'encefalopatia vascolare:

  1. Grado DEP 1 coinvolge piccole lesioni cerebrali facilmente confondibili con i sintomi di altre malattie. A dichiarazione della diagnosi in questa fase è possibile ottenere la remissione permanente. Il primo grado è espresso dai seguenti sintomi: rumore alla testa, vertigini, disturbi del sonno, instabilità quando si cammina.
  2. DEP 2 gradi è caratterizzato da tentativi del paziente di incolpare altre persone per i loro fallimenti, ma questa volta è spesso preceduta da un periodo di duro autocontrollo. Il secondo stadio dei cambiamenti di dyscirculatory nel cervello è rappresentato dai seguenti sintomi: grave perdita di memoria, controllo alterato delle azioni, depressione, convulsioni, convulsioni, irritabilità. Sebbene questo grado di stato del discorso implichi l'esistenza di una disabilità, il paziente conserva ancora la capacità di servire se stesso.
  3. Grado DEP 3 (scompenso) è la transizione della patologia nella forma di demenza vascolare, quando il paziente ha una grave demenza. La terza fase presuppone che il paziente abbia incontinenza urinaria, parkinsonismo, disinibizione, disturbi coordinatori. Una persona è completamente dipendente dagli altri, ha bisogno di cure e cure costanti.

diagnostica

Oltre alla TC e alla risonanza magnetica cerebrale, i medici confermano la diagnosi di DEP visualizzando le manifestazioni neurologiche della malattia e studiando l'indagine neuropsichiatrica del paziente. Viene preso in considerazione il grado di cambiamenti dyscirculatory rilevati durante REG (lo studio dei vasi cerebrali), nonché registrati con ecografia Doppler e nell'analisi del sangue del paziente. Sulla base di tutti i dati, viene compilato un quadro generale dell'encefalopatia, viene stabilito il suo stadio, viene determinata la strategia di trattamento.

Trattamento di encefalopatia dyscirculatory cerebrale

La terapia dei pazienti con DEP comprende misure volte a correggere la patologia vascolare del cervello, prevenire le recidive, migliorare la circolazione sanguigna e normalizzare la funzione cerebrale compromessa. Principi di base del trattamento complesso:

  • perdita di peso;
  • evitare l'assunzione di grassi saturi;
  • limitare l'uso di sale a 4 g / giorno;
  • la nomina di un'attività fisica regolare;
  • rifiuto di alcol, fumo.

Standard di trattamento

Con l'inefficacia della correzione dello stile di vita, lo standard di trattamento in neurologia prevede la prescrizione di farmaci che abbassano la pressione sanguigna, sopprimono le manifestazioni di aterosclerosi e farmaci che influenzano i neuroni del cervello. Quando la terapia farmacologica non aiuta ad eliminare o rallentare lo sviluppo dell'encefalopatia, la chirurgia viene eseguita sulle pareti dei grandi vasi cerebrali.

Trattamento farmacologico

A causa della difficoltà di diagnosi, il trattamento dell'encefalopatia vascolare inizia spesso con il secondo stadio, quando il danno cognitivo non è in dubbio. Ai fini della terapia patogenetica dei cambiamenti di dyscirculatory nel cervello, le medicine sono assegnate che appartengono a gruppi diversi:

  1. Inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina. Indicato nei pazienti con ipertensione, diabete, aterosclerosi delle arterie renali, insufficienza cardiaca.
  2. I beta-bloccanti. Questi farmaci abbassano la pressione sanguigna, aiutano a ripristinare la funzione cardiaca.
  3. Antagonisti del calcio Causa un effetto ipotensivo, contribuisce alla normalizzazione del ritmo cardiaco. I pazienti anziani eliminano i disturbi cognitivi e i disturbi del movimento.
  4. Diuretici. Chiamato per ridurre la pressione sanguigna riducendo il volume del sangue circolante e rimuovendo il fluido in eccesso.

vasodilatatori

L'uso di vasodilatatori aiuta a migliorare la funzione del tessuto nervoso del cervello, per rimuovere l'angiospasmo cerebrale. I migliori farmaci del loro genere:

  1. Cavinton. Riduce l'aumento della viscosità del sangue, aumenta l'attività mentale, ha un effetto antiossidante. Quando si usa la patologia danceraria del cervello 15-30 mg / die. L'effetto terapeutico si sviluppa in 5-7 giorni. Il corso del trattamento è di 1-3 mesi. Se si supera il dosaggio possono verificarsi effetti collaterali: tachicardia, abbassamento della pressione sanguigna, vertigini, disturbi del sonno.
  2. Vazobral. Farmaci combinati che migliorano la circolazione cerebrale. Assegnare in assenza di aterosclerosi e spasmo vascolare a causa di crisi ipertensiva. Le compresse sono assunte per via orale durante i pasti 1 pezzo 2 volte al giorno. La durata del trattamento è di 2-3 mesi. Con una dose errata, possono verificarsi nausea, mal di testa e manifestazioni allergiche.

Nootropici e Neuroprotettori

È impossibile trattare un paziente con encefalopatia vascolare senza farmaci che migliorano il metabolismo nei tessuti nervosi. Questi includono:

  1. Piracetam. Migliora la sintesi della dopamina nel cervello, aumenta il contenuto di noradrenalina. Applicare la pillola nella dose giornaliera di 800 mg 3 volte prima dei pasti per migliorare la condizione o altre istruzioni del medico curante. Piracetam non è prescritto per insufficienza renale acuta, diabete mellito o in presenza di reazioni allergiche indicate nella storia.
  2. Nootropil. Ha un effetto positivo sui processi metabolici del cervello, migliora la sua attività integrativa. Regime di dosaggio per gli adulti - 30-60 mg / kg di peso corporeo in 2-4 dosi / giorno. La durata della terapia è di 6-8 settimane. Il farmaco è controindicato in caso di grave insufficienza renale, ictus emorragico, ipersensibilità ai componenti.

Trattamento chirurgico

Quando il grado di vasocostrizione del cervello raggiunge più del 70% o il paziente ha già sofferto forme acute di encefalopatia da decolorazione (vascolare), viene prescritto un trattamento chirurgico. Esistono diversi tipi di intervento chirurgico:

  1. Endoarteriectomia. Chirurgia ricostruttiva, il cui scopo è quello di ripristinare il flusso sanguigno attraverso la nave colpita.
  2. Stenting. L'intervento viene effettuato per installare un telaio speciale (stent) per ripristinare il lume dell'arteria.
  3. Sovrapponi anastomosi. L'essenza dell'operazione è l'impianto dell'arteria temporale nel ramo corticale del vaso cerebrale.

Rimedi popolari

Nella fase iniziale dello sviluppo dei cambiamenti di dyscirculatory nel cervello, le seguenti ricette popolari possono essere efficaci:

  1. Infusione dogrose. Riduce la permeabilità capillare, migliora la circolazione cerebrale. Frutta secca (2 cucchiai L.) Va schiacciata, versare acqua bollente (500 ml), lasciare agire per 20-30 minuti. Successivamente, è necessario bere al posto del tè 2-3 volte al giorno per tutto il corso del trattamento.
  2. Infusione di fiori di trifoglio. Sbarazzarsi di rumori nella testa. Per cucinare hai bisogno di 2 cucchiai. l. materie prime versare 300 ml di acqua bollente, lasciare per 1 ora. Assumere per tutta la giornata 3-4 volte mezz'ora prima dei pasti. L'infusione deve essere bevuta durante l'esacerbazione dei sintomi.

prospettiva

Con una malattia a lenta evoluzione, la prognosi è più favorevole rispetto a una malattia in rapida progressione. Più il paziente è anziano, più pronunciati i sintomi dell'encefalopatia vascolare. Per lungo tempo, il decorso della malattia può essere fermato solo al primo stadio di sviluppo dei cambiamenti di dyscirculatory nel cervello. Anche il secondo grado della malattia consente spesso di ottenere la remissione. La prognosi più sfavorevole è la terza fase dell'encefalopatia. Il paziente non è completamente guarito e la terapia è mirata al trattamento sintomatico.

prevenzione

Al fine di prevenire lo sviluppo della patologia d-labirulatoria del cervello fino all'ultimo stadio, è necessario prendere misure per curarlo immediatamente dopo la diagnosi. La prevenzione include:

  • mantenere uno stile di vita sano;
  • seguendo le raccomandazioni del medico curante;
  • osservanza di una corretta alimentazione;
  • esercizio regolare;
  • evitando situazioni stressanti;
  • visita medica una volta ogni sei mesi.

video

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.

Encefalopatia dancileare

L'encefalopatia deambulatoria è una malattia neurologica comune causata da una progressiva insufficienza cronica progressiva della circolazione cerebrale di una diversa eziologia.

Nella struttura generale della patologia neurologica vascolare, l'encefalopatia dincircolatoria è al primo posto nella frequenza di insorgenza nella popolazione generale. La malattia è più frequente negli anziani, ma negli ultimi anni c'è stato un aumento del numero di casi di encefalopatia dyscirculatory nella fascia di età fino a 40 anni.

Allo scopo di individuare precocemente l'encefalopatia dyscirculatory, si raccomanda di sottoporsi a regolari visite profilattiche da parte di un neurologo a persone a rischio.

L'apporto di sangue al cervello avviene in quattro arterie (due arterie carotidi interne dal sistema carotideo comune e due arterie vertebrali dal sistema dell'arteria succlavia). Le arterie carotidi forniscono il 70-85% del flusso sanguigno al cervello. Le arterie vertebrali, che formano il bacino vertebro-basilare, forniscono sangue alle regioni del cervello posteriore (midollo spinale cervicale e cervelletto, midollo) e forniscono il 15-30% del flusso sanguigno al cervello. Nel tessuto cerebrale, il sangue viene fornito da arterie che partono dal circolo di Willis, formato dalle arterie principali vicino alla base del cranio. Il cervello a riposo consuma il 15% del volume del sangue e allo stesso tempo il 20-25% dell'ossigeno ottenuto attraverso la respirazione. Dalle vene interne ed esterne del cervello, il sangue entra nei seni venosi del cervello, che si trovano tra i fogli della dura madre. Il deflusso di sangue dalla testa e dal collo viene effettuato dalle vene giugulari, che appartengono al sistema della vena cava superiore e si trovano sul collo.

In caso di deterioramento della circolazione cerebrale sullo sfondo degli effetti avversi di alcuni fattori, la troficità dei tessuti cerebrali è disturbata, si sviluppa l'ipossia, che porta alla morte cellulare e alla formazione di focolai di rarefazione del tessuto cerebrale. ischemia cronica delle parti profonde del cervello provoca una rottura della comunicazione tra la corteccia cerebrale e dei gangli della base, che, a sua volta, serve come il principale meccanismo patogenetico di insorgenza di encefalopatia vascolare.

Cause e fattori di rischio

La causa principale dell'encefalopatia dyscirculatory è ischemia cerebrale cronica. In circa il 60% dei pazienti, la malattia è causata da cambiamenti aterosclerotici nelle pareti dei vasi sanguigni nel cervello.

In assenza di trattamento tempestivo e adeguato, esiste il rischio di sviluppare la demenza vascolare.

Inoltre, encefalopatia spesso si verifica con ipertensione cronica (a causa di stati spastici dei vasi sanguigni cerebrali, che porta alla deplezione del flusso sanguigno cerebrale) con ipertensione, malattia renale policistica, glomerulonefrite cronica, feocromocitoma, ipofisi - Cushing.

Altre malattie che possono diventare una causa di un processo patologico includono osteocondrosi, Kimerli anomalia, l'anomalia delle arterie vertebrali, la colonna vertebrale instabilità carattere displastiche cervicali e lesioni spinali anche dopo ricevuto. Nei pazienti con diabete mellito si può sviluppare encefalopatia deambulatoria, specialmente nei casi in cui il paziente ha una macroangiopatia diabetica. Altre cause della malattia comprendono vasculite sistemica, angiopatie ereditarie, lesioni cerebrali traumatiche, cardiopatia ischemica, aritmie.

I fattori di rischio includono:

  • predisposizione genetica;
  • ipercolesterolemia;
  • in sovrappeso;
  • mancanza di attività fisica;
  • eccessivo stress mentale;
  • cattive abitudini (in particolare abuso di alcol);
  • scarsa nutrizione

Forme della malattia

Secondo il fattore etiologico l'encefalopatia dyscirculatory è divisa nei tipi seguenti:

  • aterosclerotica - la forma più comune, con la progressione della malattia, le funzioni cerebrali si deteriorano;
  • iperteso - capace di apparire in giovane età, affilato durante crisi ipertensive; c'è il rischio di progressione dell'intelligenza compromessa e della memoria fino alla demenza profonda;
  • venoso - le funzioni cerebrali si deteriorano sullo sfondo dell'edema, che si sviluppa a causa della difficoltà di deflusso del sangue;
  • misto - combina le caratteristiche delle forme aterosclerotiche e ipertensive.

Agli stadi iniziali della malattia, i pazienti vengono mostrati come trattamento sanatorio-resort.

A seconda della natura del corso, la malattia può essere lentamente progressiva (classica), remittente e rapidamente progressiva (galoppo).

Stadio della malattia

Nel corso di encefalopatia dyscirculatory, tre stadi sono determinati.

  1. Nessun cambiamento nello stato neurologico; un trattamento adeguato di solito consente di ottenere una remissione stabile a lungo termine.
  2. L'inizio del disadattamento sociale, ci sono disturbi neurologici oggettivi, la capacità di auto-servizio.
  3. Lo sviluppo della demenza vascolare, l'aggravamento dei disturbi neurologici, la completa dipendenza del paziente dagli altri.

Sintomi di encefalopatia dyscirculatory

L'encefalopatia deambulatoria è caratterizzata da funzioni cognitive compromesse, disturbi motori e disturbi emotivi.

L'inizio graduale e appena percettibile dello sviluppo del processo patologico è caratteristico. Nella fase iniziale dell'encefalopatia dincircolatoria, i disturbi della sfera emotiva prevalgono solitamente nel quadro clinico. Circa il 65% dei pazienti lamenta depressione e umore basso. Sono caratterizzati da fissazione su sensazioni di disagio di natura somatica (dolore alla schiena, articolazioni, organi interni, mal di testa, rumore o tinnito, ecc.), Che non sono sempre causati dalle malattie esistenti. Lo stato depressivo dell'encefalopatia dyscirculatory, di regola, si verifica sotto l'influenza di una causa traumatica minore o spontaneamente, è difficile da correggere con l'aiuto di antidepressivi e metodi psicoterapeutici. Nel 20% dei casi, la gravità della depressione raggiunge un livello significativo.

Nei pazienti con stadi iniziali dell'encefalopatia deambulatoria, lo stress psico-emotivo e i rischi professionali spesso portano a esacerbazioni.

Altri sintomi di encefalopatia vascolare includono inizialmente irritabilità, si adatta di aggressione verso gli altri, sbalzi d'umore, attacchi di pianto incontrollabile per motivi insignificanti, confusione, stanchezza, disturbi del sonno. Nel 90% dei pazienti con disturbi della memoria osservato, scarsa concentrazione, difficoltà di pianificazione e / o organizzazione di qualsiasi attività, la fatica con il carico intellettuale, rallentando il ritmo del pensiero, ridotta attività cognitive, difficoltà nel passaggio da un'attività all'altra. A volte v'è una maggiore reattività agli stimoli esterni (rumore, luce intensa), l'asimmetria del viso, della lingua deviazione dalla linea mediana, disturbi oculomotori, la comparsa di riflessi patologici, instabile quando si cammina, nausea, vomito e vertigini, mentre si cammina.

Per lo stadio II l'encefalopatia deambulatoria è caratterizzata dall'aggravamento dei disturbi cognitivi e motori. C'è un significativo deterioramento nella memoria e nell'attenzione, un notevole declino intellettuale, difficoltà nel realizzare compiti intellettuali precedentemente fattibili, apatia, perdita di interesse nei precedenti hobby. I pazienti non sono in grado di valutare criticamente le loro condizioni, sovrastimare le loro capacità intellettuali e le loro prestazioni, sono caratterizzati da egocentrismo. Con la progressione del processo patologico nei pazienti, si perde la capacità di generalizzare, orientare nel tempo e nello spazio, si nota la sonnolenza diurna e il sonno notturno. Una tipica manifestazione di encefalopatia dyscirculatory in questa fase è rallentata mescolando camminare a piccoli passi ("l'andatura dello sciatore"). Durante il cammino è difficile per il paziente iniziare a muoversi ed è altrettanto difficile fermarsi. In questo caso, i disturbi motori nel lavoro degli arti superiori non sono osservati.

Nella struttura generale della patologia neurologica vascolare, l'encefalopatia dincircolatoria è al primo posto nella frequenza di insorgenza nella popolazione generale.

Nei pazienti con encefalopatia deambulatoria in stadio III, si osservano disturbi marcati del pensiero, la capacità di lavorare è persa. Con l'ulteriore progressione del processo patologico, la capacità di auto-cura è persa. I pazienti con questo stadio della malattia sono spesso impegnati in qualche tipo di attività improduttiva, ma nella maggior parte dei casi non hanno alcuna motivazione per alcuna occupazione, l'indifferenza è nota agli eventi che li circondano, circondandosi. Disturbi del linguaggio gravi, incontinenza urinaria, tremore, paresi o paralisi delle estremità, sindrome pseudobulbare e in alcuni casi si sviluppano convulsioni epilettiformi. I pazienti cadono spesso quando camminano, specialmente in curva e in sosta. Quando l'encefalopatia deambulatoria è associata all'osteoporosi, durante tali cadute si verificano fratture (il più delle volte una frattura del collo del femore).

Le principali manifestazioni neurologiche della malattia includono il risveglio dei riflessi tendinei, l'espansione delle zone riflesse, i disturbi vestibolari, la rigidità muscolare, i cloni degli arti inferiori.

diagnostica

La diagnosi di encefalopatia dyscirculatory è stabilita sulla base di sintomi pronunciati della malattia per sei mesi o più.

Per la diagnosi, una raccolta di denunce e anamnesi. Dal momento che il deterioramento cognitivo nelle fasi iniziali della malattia può passare inosservato al paziente e alla sua famiglia, sono raccomandati test diagnostici speciali. Ad esempio, al paziente viene chiesto di ripetere singole parole dopo il dottore, disegnare un quadrante con frecce che indicano un momento specifico, e quindi richiamare le parole che il paziente ha ripetuto dopo il dottore, ecc.

La causa principale dell'encefalopatia dyscirculatory è ischemia cerebrale cronica.

L'ecografia Doppler dei vasi della testa e del collo, la scansione duplex e l'angiografia a risonanza magnetica dei vasi cerebrali vengono eseguite. In alcuni casi, viene prescritta la tomografia computerizzata, che consente di valutare il grado di danno cerebrale e di determinare lo stadio dell'encefalopatia dincircolatoria (allo stadio I della malattia, vengono rilevate lesioni cerebrali organiche minori a II, piccoli focolai con una densità ridotta di sostanza bianca, Stadio III - grave atrofia cerebrale).

L'imaging a risonanza magnetica del cervello consente di differenziare l'encefalopatia dyscircolatoria con il morbo di Alzheimer, la malattia di Creutzfeldt-Jakob, l'encefalomielite disseminata. I segni più affidabili che indicano questa malattia includono la rilevazione di focolai di infarti cerebrali "silenti".

Secondo le indicazioni prescritte elettroencefalografia, echoencephalography, rheoencephalography.

Per identificare il fattore eziologico, è necessario consultare un cardiologo con misurazione della pressione arteriosa, un elettrocardiogramma, un esame del sangue coagulologico, un esame del sangue biochimico (determinazione del colesterolo totale, lipoproteine ​​ad alta e bassa densità, glucosio). Per chiarire la diagnosi, potrebbe essere necessario consultare un oftalmologo con oftalmoscopia e determinare i campi visivi. La consultazione di un neurologo è necessaria per determinare i disturbi neurologici.

Trattamento di encefalopatia dyscirculatory

Il trattamento dell'encefalopatia dincircolatoria ha lo scopo di eliminare il fattore eziologico, migliorare la circolazione cerebrale, proteggere le cellule nervose dall'ipossia e dall'ischemia.

Il cervello a riposo consuma il 15% del volume del sangue e allo stesso tempo il 20-25% dell'ossigeno ottenuto attraverso la respirazione.

Agli stadi iniziali della malattia, i pazienti vengono mostrati come trattamento sanatorio-resort.

Le basi della terapia patogenetica della malattia sono i farmaci che migliorano l'emodinamica cerebrale (calcio antagonisti, inibitori della fosfodiesterasi). Quando si rileva un aumento dell'aggregazione piastrinica, vengono utilizzati agenti antipiastrinici. Nell'ipertensione, i farmaci antipertensivi sono usati per prevenire lo sviluppo di complicanze e rallentare la progressione della malattia. Nel caso di un'alta concentrazione di colesterolo nel sangue, che non diminuisce quando si osserva la dieta, vengono prescritti agenti ipolipemizzanti. Per ridurre la gravità del danno cognitivo usato nootropics. Per le vertigini, prescrivi farmaci vasoattivi e vegetotropici. In presenza di disturbi della sfera emotiva, vengono mostrati antidepressivi con azione analepica, che vengono assunti al mattino, e antidepressivi con effetto sedativo, che vengono assunti nel pomeriggio. La terapia vitaminica è indicata.

Tra i metodi di fisioterapia, l'elettroforesi dei farmaci, la magnetoterapia, l'ossigenoterapia, la riflessoterapia e anche la balneoterapia sono efficaci.

Gli obiettivi principali della psicoterapia per l'encefalopatia dyscircolatoria cerebrale sono l'adattamento psicologico all'ambiente, la riabilitazione mentale e sociale, l'eliminazione delle manifestazioni asteniche.

Quando il lume dell'arteria carotide interna si restringe al 70% e la malattia progredisce rapidamente, è indicato il trattamento chirurgico (endoarterectomia carotidea, la formazione di anastomosi extra-intracranica). In caso di anomalie dell'arteria vertebrale, la sua ricostruzione viene effettuata.

In caso di disturbi del movimento, ginnastica terapeutica con un aumento graduale del carico, viene mostrata la terapia di equilibrio.

La malattia è più frequente negli anziani, ma negli ultimi anni c'è stato un aumento del numero di casi di encefalopatia dyscirculatory nella fascia di età fino a 40 anni.

Una condizione necessaria per l'efficacia del trattamento è il rifiuto delle cattive abitudini, la correzione del sovrappeso, l'aderenza a una dieta con la restrizione di grassi animali, alimenti contenenti colesterolo, sale da cucina. Nei pazienti con stadi iniziali dell'encefalopatia dincircolatoria, le esacerbazioni spesso portano a un sovraccarico psico-emotivo, a rischi professionali (lavoro notturno, vibrazioni, lavoro in condizioni di elevata temperatura dell'aria, livelli elevati di rumore), pertanto si raccomanda di evitare questi fattori avversi.

Possibili complicazioni e conseguenze

In assenza di trattamento tempestivo e adeguato, esiste il rischio di sviluppare la demenza vascolare.

La rapida progressione del processo patologico, contro il quale si sviluppa l'encefalopatia cerebrale dyscirculatory (ictus ischemico, malattie sistemiche del tessuto connettivo, forme maligne di ipertensione arteriosa), porta alla disabilità.

prospettiva

Il trattamento tempestivo e opportunamente selezionato agli stadi I e II della malattia può rallentare significativamente la progressione del processo patologico, prevenire la disabilità e aumentare l'aspettativa di vita dei pazienti senza ridurne la qualità. La prognosi peggiora con disturbi acuti della circolazione cerebrale, crisi ipertensive, iperglicemia mal controllata.

prevenzione

Al fine di prevenire lo sviluppo di encefalopatia dyscirculatory, si raccomanda:

  • trattamento tempestivo di malattie che possono portare allo sviluppo di encefalopatia dyscirculatory;
  • sufficiente attività fisica;
  • dieta equilibrata;
  • correzione del peso corporeo;
  • rifiuto di cattive abitudini;
  • modalità razionale di lavoro e riposo.

Ai fini della diagnosi precoce dell'encefalopatia dincircolatoria, si raccomanda di condurre regolari visite profilattiche da parte di un neurologo alle persone del gruppo a rischio (pazienti con ipertensione, diabete, alterazioni aterosclerotiche delle navi, anziani).

Encefalopatia dancileare (DEP): diagnosi, sintomi e fasi, trattamento

L'encefalopatia deambulatoria (DEP) è una lesione cronica progressivamente progressiva del tessuto nervoso del cervello dovuta a disturbi circolatori. Tra tutte le malattie vascolari del profilo neurologico, la DEP è al primo posto nella frequenza.

Fino a poco tempo fa questa malattia era associata all'età avanzata, ma negli ultimi anni la situazione è cambiata e la malattia è già stata diagnosticata nella popolazione in età lavorativa di 40-50 anni. L'urgenza del problema è causata dal fatto che i cambiamenti irreversibili nel cervello portano non solo a un cambiamento nel comportamento, nel pensiero e nello stato psico-emotivo dei pazienti. In alcuni casi, la capacità di lavorare soffre, e il paziente ha bisogno di aiuto e cura esterni quando svolge normali compiti domestici.

La base per lo sviluppo dell'encefalopatia deambulatoria è il danno cronico al tessuto nervoso dovuto all'ipossia causata dalla malattia vascolare, pertanto la DEP è considerata una malattia cerebrovascolare (CSD).

  • Più della metà dei casi di DEP sono associati all'aterosclerosi, quando le placche lipidiche impediscono il normale movimento del sangue attraverso le arterie cerebrali.
  • Un'altra delle principali cause di disturbi circolatori nel cervello è l'ipertensione, in cui vi è uno spasmo di piccole arterie e arteriole, un cambiamento irreversibile delle pareti vascolari in forma di degenerazione e sclerosi, che alla fine porta a difficoltà nel consegnare il sangue ai neuroni.
  • Oltre all'aterosclerosi e all'ipertensione, la causa dell'encefalopatia vascolare può essere il diabete, la patologia spinale, quando il flusso sanguigno alle arterie vertebrali è difficile, la vasculite, le anomalie dello sviluppo dei vasi cerebrali, i traumi.

Spesso, soprattutto nei pazienti più anziani, c'è una combinazione di diversi fattori causali - aterosclerosi e ipertensione, ipertensione e diabete, e possono esserci diverse malattie contemporaneamente, poi si parla di encefalopatia di origine mista.

DEP si basa su una violazione dell'erogazione di sangue al cervello a causa di uno o più fattori.

L'AED ha gli stessi fattori di rischio delle malattie che lo causano, il che porta a una diminuzione del flusso sanguigno nel cervello: sovrappeso, fumo, abuso di alcol, errori alimentari, uno stile di vita sedentario. La conoscenza dei fattori di rischio consente la prevenzione della DEP anche prima dell'inizio dei sintomi della patologia.

Sviluppo e manifestazioni di encefalopatia dyscirculatory

A seconda del motivo, ci sono diversi tipi di encefalopatia vascolare:

  1. Ipertensiva.
  2. Aterosclerotica.
  3. Venoso.
  4. Misto.

I cambiamenti nei vasi possono essere diversi, ma dal momento che il loro risultato è comunque una violazione del flusso sanguigno, le manifestazioni di diversi tipi di encefalopatia sono stereotipate. Alla maggior parte dei pazienti anziani viene diagnosticata una forma mista della malattia.

Dalla natura del corso di encefalopatia può essere:

  • Rapidamente progressivo quando ogni fase dura circa due anni;
  • Remitting con un graduale aumento dei sintomi, miglioramenti temporanei e un declino costante dell'intelligenza;
  • Classica, quando la malattia si allunga per molti anni, prima o poi porta alla demenza.

I pazienti e i loro parenti, di fronte a una diagnosi di DEP, vogliono sapere cosa aspettarsi dalla patologia e come affrontarlo. L'encefalopatia può essere attribuita al numero di malattie in cui un carico significativo di responsabilità e assistenza ricade sulle persone che li circondano. Parenti e amici dovrebbero sapere come si svilupperà la patologia e come comportarsi con un familiare malato.

La comunicazione e la convivenza con un paziente affetto da encefalopatia è a volte un compito difficile. Non è solo la necessità di aiuto fisico e cura. Particolarmente difficile è il contatto con il paziente, che già al secondo stadio della malattia diventa difficile. Il paziente può non capire gli altri o capire a modo suo, mentre non sempre perde immediatamente la capacità di agire e di comunicare.

I parenti che non comprendono pienamente l'essenza della patologia possono entrare in una discussione, arrabbiarsi, essere offesi, cercare di convincere il paziente di qualcosa che non porterà alcun risultato. Il paziente, a sua volta, condivide con i suoi vicini o conosce le sue argomentazioni su ciò che sta accadendo a casa, tende a lamentarsi di problemi inesistenti. A volte si tratta di denunce a varie autorità, a partire dal dipartimento degli alloggi e termina con la polizia. In una situazione del genere, è importante esercitare pazienza e tatto, ricordando sempre che il paziente non è consapevole di ciò che sta accadendo, non controlla se stesso e non è in grado di autocritica. Cercare di spiegare qualcosa al paziente è assolutamente inutile, quindi è meglio prendere la malattia e cercare di venire a patti con la crescente demenza in una persona amata.

Sfortunatamente, non ci sono casi rari in cui i bambini adulti, cadendo nella disperazione, sperimentando l'impotenza e persino la rabbia, sono pronti a rifiutarsi di prendersi cura di un genitore malato, trasferendo questo dovere allo stato. Tali emozioni possono essere capite, ma dovresti sempre ricordare che i genitori una volta hanno dato tutta la loro pazienza e forza per crescere i bambini, non hanno dormito la notte, curato, aiutato e sono stati costantemente in giro, e quindi prendersi cura di loro è una responsabilità diretta dei bambini adulti.

I sintomi della malattia consistono in violazioni della sfera intellettuale, psico-emozionale, disturbi del movimento, a seconda della gravità della quale determina lo stadio della DEP e della prognosi.

La clinica ha tre stadi della malattia:

  1. Il primo stadio è accompagnato da lievi violazioni delle funzioni cognitive che non interferiscono con il paziente al lavoro e conducono una vita normale. Lo stato neurologico non è rotto.
  2. Nella seconda fase, i sintomi sono aggravati, si nota una chiara compromissione dell'intelletto, si manifestano disturbi del movimento, disturbi mentali.
  3. Il terzo stadio, il più difficile, è la demenza vascolare con una brusca diminuzione dell'intelligenza e del pensiero, una violazione dello stato neurologico, che richiede un monitoraggio costante e la cura di un paziente incapace.

DEP di 1 grado

L'encefalopatia dyscirculatory 1 grado di solito si verifica con una prevalenza di violazioni dello stato emotivo. La clinica si sviluppa gradualmente, gradualmente, altri notano cambiamenti nel carattere, scrivendoli per età o affaticamento. Più della metà dei pazienti con la fase iniziale di DEP soffre di depressione, ma non sono inclini a lamentarsi, sono ipocondriaci, apatici. La depressione si verifica per una ragione minore o senza di essa, sullo sfondo del completo benessere in famiglia e al lavoro.

I pazienti con DEP di 1 grado concentrano i loro disturbi sulla patologia somatica, ignorando i cambiamenti dell'umore. Quindi, sono preoccupati per i dolori alle articolazioni, alla schiena e all'addome, che non corrispondono alla reale entità del danno agli organi interni, mentre l'apatia e la depressione non interessano molto al paziente.

Molto caratteristico di DEP è un cambiamento nel background emotivo, simile alla nevrastenia. Ci sono possibili sbalzi di umore dalla depressione alla gioia improvvisa, pianto irragionevole, attacchi di aggressione verso gli altri. Spesso il sonno disturbato, c'è stanchezza, dolore alla testa, confusione e dimenticanza. La differenza di DEP da nevrastenia è considerata una combinazione dei sintomi descritti con disturbi cognitivi.

Compromissione cognitiva si verifica in 9 pazienti su 10 e comprende difficoltà di concentrazione, perdita di memoria, affaticamento durante l'attività mentale. Il paziente perde la sua precedente organizzazione, sta incontrando difficoltà nel pianificare il tempo e le responsabilità. Ricordando gli eventi della sua vita, riproduce a malapena le informazioni che ha appena ricevuto, non ricorda bene quello che ha sentito e letto.

Nella prima fase della malattia compaiono già alcuni disturbi motori. Ci possono essere disturbi da vertigini, instabilità dell'andatura e persino nausea con vomito, ma compaiono solo durante la deambulazione.

DEP 2 gradi

La progressione della malattia porta a DEP 2 gradi, quando i sintomi di cui sopra si intensificano, c'è una diminuzione significativa dell'intelligenza e dei disturbi del pensiero, della memoria e dell'attenzione, ma il paziente non può valutare obiettivamente la sua condizione, spesso esagerando le sue capacità. È difficile distinguere chiaramente tra il secondo e il terzo grado del DEP, ma la perdita totale delle capacità lavorative e la possibilità di un'esistenza indipendente è considerata indubbia per il terzo grado.

Un forte declino dell'intelletto impedisce il compimento dei compiti lavorativi e crea alcune difficoltà nella vita di tutti i giorni. Il lavoro diventa impossibile, l'interesse per gli hobby e gli hobby abituali si perde e il paziente può passare ore a fare qualcosa di inutile o addirittura senza fare nulla.

Orientamento disturbato nello spazio e nel tempo. Essendo andato al negozio, una persona che soffre di DEP può dimenticare gli acquisti programmati, e averlo lasciato non ricorda immediatamente la strada di casa. I parenti dovrebbero essere consapevoli di tali sintomi e, se il paziente lascia la casa, è meglio assicurarsi di avere almeno un documento o una nota con l'indirizzo, perché spesso ci sono casi di ricerca della casa e parenti di tali pazienti che sono improvvisamente persi.

Il regno emotivo continua a soffrire. I cambiamenti dell'umore lasciano spazio all'apatia, all'indifferenza verso ciò che sta accadendo e gli altri. Il contatto con il paziente diventa quasi impossibile. Disturbi del movimento ovvi non sono in dubbio. Il paziente cammina lentamente, muovendosi con i piedi. Succede che all'inizio sia difficile iniziare a camminare, e poi è difficile fermarsi (come il parkinsonismo).

DEP pesante

La DEP è gravemente espressa nella demenza, quando un paziente perde completamente la capacità di pensare e compiere azioni intenzionali, è apatico e non può orientarsi nello spazio e nel tempo. In questa fase, il discorso coerente è alterato o addirittura assente, i sintomi neurologici gravi appaiono sotto forma di segni di automatismo orale, la disfunzione degli organi pelvici è caratteristica, i disturbi del movimento alla paresi e la paralisi sono possibili, convulsioni convulsive.

Se un paziente nella fase di demenza è ancora in grado di alzarsi e camminare, allora è necessario ricordare la possibilità di cadute che sono irte di fratture, specialmente nelle persone anziane con osteoporosi. Le fratture gravi possono essere fatali in questa categoria di pazienti.

La demenza richiede cure e aiuto costanti. Il paziente, come un bambino piccolo, non può mangiare indipendentemente, andare in bagno, badare a se stesso e passare la maggior parte del tempo seduto o sdraiato sul letto. Tutte le responsabilità per il mantenimento della sua attività di vita sono a carico dei suoi parenti, che forniscono procedure igieniche, cibo dietetico, che è difficile da soffocare, controllano anche le condizioni della pelle, in modo da non perdere l'aspetto di piaghe da decubito.

In una certa misura, con una grave encefalopatia, i parenti potrebbero persino diventare più facili. La cura, che richiede uno sforzo fisico, non implica la comunicazione e, quindi, non ci sono prerequisiti per le dispute, il risentimento e la rabbia a parole di cui il paziente non è a conoscenza. Nella fase della demenza, non scrivono più lamentele e non si preoccupano delle storie dei loro vicini. D'altra parte, osservare la costante estinzione di una persona amata senza l'opportunità di aiutare e di essere capita da lui è un pesante fardello psicologico.

Alcune parole sulla diagnosi

I sintomi di encefalopatia incipiente possono non essere evidenti al paziente o ai suoi parenti, quindi, una consultazione con un neurologo è la prima cosa da fare.

Il gruppo di rischio comprende tutte le persone anziane, i diabetici, i pazienti ipertesi, le persone con aterosclerosi. Il medico valuterà non solo la condizione generale, ma effettuerà anche semplici test per la presenza di disabilità cognitive: chiederà di disegnare un orologio e segnare il tempo, ripetere le parole pronunciate nell'ordine corretto, ecc.

Per la diagnosi di DEP, è necessario consultare un oftalmologo, condurre elettroencefalografia, un'ecografia con un Doppler dei vasi testa e collo. Per escludere altre patologie del cervello, vengono mostrati TC e MRI.

La chiarificazione delle cause della DEP coinvolge un ECG, un esame del sangue per lo spettro lipidico, i coagulogrammi, la determinazione della pressione sanguigna, il livello di glucosio nel sangue. Si consiglia di consultare un endocrinologo, un cardiologo e, in alcuni casi, un chirurgo vascolare.

Trattamento di encefalopatia dyscirculatory

Il trattamento dell'encefalopatia dincircolatoria dovrebbe essere completo, volto ad eliminare non solo i sintomi della malattia, ma anche le cause dei cambiamenti nel cervello.

Il trattamento tempestivo ed efficace della patologia cerebrale ha non solo un aspetto medico, ma anche sociale e anche economico, perché la malattia porta alla disabilità e, alla fine, alla disabilità, ei pazienti in fasi difficili hanno bisogno di aiuto esterno.

Il trattamento DEP è volto a prevenire i disturbi vascolari acuti nel cervello (ictus), correggere il flusso della malattia causativa e ripristinare la funzione cerebrale e il flusso sanguigno in esso. La terapia farmacologica può dare un buon risultato, ma solo con la partecipazione e il desiderio del paziente stesso di combattere la malattia. Prima di tutto, vale la pena rivedere lo stile di vita e le abitudini alimentari. Eliminando i fattori di rischio, il paziente aiuta notevolmente il medico nella lotta contro la malattia.

Spesso, a causa della difficoltà di diagnosticare le fasi iniziali, il trattamento inizia con il grado 2 della DEP, quando il danno cognitivo non è più in dubbio. Tuttavia, ciò consente non solo di rallentare la progressione dell'encefalopatia, ma anche di portare le condizioni del paziente ad un livello accettabile per la vita indipendente e in alcuni casi - il travaglio.

La terapia non farmacologica dell'encefalopatia dincircolatoria comprende:

  • Normalizzazione o almeno riduzione del peso a valori accettabili;
  • dieta;
  • Eliminazione di cattive abitudini;
  • Attività fisica

L'eccesso di peso è considerato un fattore di rischio per lo sviluppo di ipertensione e aterosclerosi, quindi è molto importante riportarlo alla normalità. Per fare ciò, è necessario seguire una dieta ed esercitare, fattibile per il paziente in relazione alla sua condizione. Riportando il tuo stile di vita alla normale attività fisica in espansione, vale la pena smettere di fumare, il che ha un effetto dannoso sulle pareti vascolari e sul tessuto cerebrale.

La dieta con DEP dovrebbe contribuire alla normalizzazione del metabolismo dei grassi e alla stabilizzazione della pressione sanguigna, pertanto si raccomanda di ridurre al minimo il consumo di grassi animali, sostituendoli con quelli vegetali, è meglio rifiutare la carne grassa a favore di pesce e frutti di mare. La quantità di sale non deve superare i 4-6 g al giorno. Nella dieta dovrebbe essere una quantità sufficiente di prodotti contenenti vitamine e minerali (calcio, magnesio, potassio). L'alcol dovrà anche essere abbandonato, perché il suo utilizzo contribuisce alla progressione dell'ipertensione e degli snack grassi e ipercalorici, un percorso diretto verso l'aterosclerosi.

Molti pazienti, avendo sentito parlare della necessità di un'alimentazione sana, si arrabbiano, pensano di dover rinunciare a molti alimenti e prelibatezze familiari, ma non è proprio vero, perché la stessa carne non deve essere fritta nell'olio, basta bollirla. Quando DEP utilizza verdure fresche e frutta che sono trascurate dall'uomo moderno. Nella dieta c'è un posto per patate, cipolle e aglio, verdure, pomodori, varietà di carne a basso contenuto di grassi (vitello, tacchino), tutti i tipi di prodotti caseari, noci e cereali. Le insalate sono migliori da riempire con olio vegetale, ma la maionese dovrà essere abbandonata.

Nelle prime fasi della malattia, quando sono appena comparsi i primi segni di un'attività cerebrale disturbata, è sufficiente riconsiderare lo stile di vita e la nutrizione, prestando sufficiente attenzione alle attività sportive. Con la progressione della patologia c'è bisogno di una terapia medica, che può essere patogenetica, mirata alla malattia di base e sintomatica, progettata per eliminare i sintomi della DEP. Nei casi più gravi, è anche possibile un trattamento chirurgico.

Trattamento farmacologico

La terapia patogenetica dell'encefalopatia dincircolatoria comprende la lotta contro l'ipertensione, la lesione vascolare dovuta al processo aterosclerotico, i disturbi del metabolismo dei grassi e dei carboidrati. Per il trattamento patogenetico della DEP, vengono prescritti farmaci di diversi gruppi.

Per eliminare l'ipertensione applicare:

  1. Inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina - indicato per i pazienti con ipertensione, in particolare i giovani. Questo gruppo comprende il noto capropril, lisinopril, losartan, ecc. È stato dimostrato che questi farmaci riducono il grado di ipertrofia cardiaca e lo strato medio, muscolare, arterioso, che contribuisce in particolare al miglioramento della circolazione sanguigna in generale e della microcircolazione.
    Gli ACE inibitori sono prescritti a pazienti con diabete, insufficienza cardiaca, lesioni aterosclerotiche delle arterie renali. Raggiungendo i normali valori della pressione sanguigna, il paziente è significativamente meno suscettibile non solo al danno cerebrale ischemico, ma anche agli ictus. I dosaggi e il regime terapeutico di questo gruppo sono selezionati individualmente in base alle caratteristiche del decorso della malattia in un particolare paziente.
  1. Beta-bloccanti - atenololo, pindololo, anaprilina, ecc. Questi farmaci riducono la pressione sanguigna e aiutano a ripristinare la funzionalità cardiaca, che è particolarmente utile per i pazienti con aritmie, malattia coronarica e insufficienza cardiaca cronica. I beta-bloccanti possono essere prescritti in parallelo con gli ACE-inibitori e il diabete, l'asma, alcuni tipi di disturbi della conduzione nel cuore possono essere ostacoli al loro utilizzo, quindi il cardiologo seleziona il trattamento dopo un esame dettagliato.
  2. Gli antagonisti del calcio (nifedipina, diltiazem, verapamil) causano un effetto ipotensivo e possono aiutare a normalizzare il ritmo cardiaco. Inoltre, i farmaci di questo gruppo eliminano lo spasmo vascolare, riducono la tensione delle pareti delle arteriole e migliorano il flusso sanguigno nel cervello. L'uso di nimodipina nei pazienti anziani elimina alcuni deficit cognitivi, con un effetto positivo anche nella fase di demenza. Buoni risultati si ottengono con l'uso di calcio antagonisti per mal di testa gravi associati a DEP.
  3. I farmaci diuretici (furosemide, veroshpiron, ipotiazide) sono progettati per ridurre la pressione rimuovendo il fluido in eccesso e riducendo il volume di sangue circolante. Sono prescritti in combinazione con i gruppi di farmaci di cui sopra.

La fase successiva del trattamento DEP dopo la normalizzazione della pressione dovrebbe essere la lotta contro i disturbi del metabolismo dei grassi, perché l'aterosclerosi è il fattore di rischio più importante per la patologia vascolare del cervello. In primo luogo, il medico consiglierà al paziente una dieta ed esercizio fisico, che può normalizzare lo spettro lipidico. Se dopo tre mesi l'effetto non arriva, la questione del trattamento farmacologico verrà risolta.

Per la correzione dell'ipercolesterolemia sono necessari:

  • Preparati a base di acido nicotinico (acipimox, enduracina).
  • Fibrati - gemfibrozil, clofibrato, fenofibrato, ecc.
  • Le statine - hanno l'effetto ipolipidemico più pronunciato, contribuiscono alla regressione o stabilizzazione delle placche esistenti nei vasi cerebrali (simvastatina, lovastatina, lescol).
  • Sequestranti di acidi grassi (colestiramina), preparati a base di olio di pesce, antiossidanti (vitamina E).

Il lato più importante del trattamento patogenetico della DEP è l'uso di agenti che promuovono la vasodilatazione, farmaci nootropici e neuroprotettori che migliorano i processi metabolici nel tessuto nervoso.

vasodilatatori

Farmaci vasodilatatori - Cavinton, Trental, Cinnarizina, somministrati per via endovenosa o prescritti sotto forma di compresse. Quando il flusso sanguigno è disturbato nell'arteria carotide, il cavavone ha l'effetto migliore, con insufficienza vertebro-basilare - stugerone, cinnarizina. Sermion dà un buon risultato con una combinazione di aterosclerosi dei vasi del cervello e degli arti, così come una diminuzione dell'intelligenza, della memoria, del pensiero, della patologia della sfera emotiva, dell'adattamento sociale alterato.

Spesso l'encefalopatia dyscirculatory sullo sfondo di aterosclerosi è accompagnata da difficoltà nel deflusso di sangue venoso dal cervello. In questi casi, Redergin efficace, somministrato per via endovenosa, nei muscoli o nelle compresse. Vasobral è un farmaco di nuova generazione che non solo dilata efficacemente i vasi sanguigni del cervello e aumenta il flusso sanguigno in essi, ma impedisce anche l'aggregazione degli elementi formati, che è particolarmente pericoloso nell'aterosclerosi e negli spasmi vascolari dovuti all'ipertensione.

Nootropici e Neuroprotettori

E 'impossibile trattare un paziente con encefalopatia dyscirculatory senza agenti che migliorano il metabolismo nel tessuto nervoso, che hanno un effetto protettivo sui neuroni in condizioni di ipossia. Piracetam, encephabol, nootropil, mildronate migliorano i processi metabolici nel cervello, prevengono la formazione di radicali liberi, riducono l'aggregazione piastrinica nei vasi di microcircolazione, eliminano lo spasmo vascolare, fornendo un effetto vasodilatatore.

La nomina di farmaci nootropici consente di migliorare la memoria e la concentrazione, aumentare la prontezza mentale e la resistenza allo stress. Con una diminuzione della memoria e la capacità di percepire le informazioni, Semax, Cerebrolysin, Cortexin sono mostrati.

È importante che il trattamento con i neuroprotettori venga effettuato per un lungo periodo, poiché l'effetto della maggior parte di essi arriva 3-4 settimane dopo l'inizio del farmaco. Di solito vengono prescritte le infusioni di farmaci per via endovenosa, che vengono poi sostituite con la loro somministrazione orale. L'efficacia della terapia neuroprotettiva è rafforzata dall'appuntamento aggiuntivo di complessi multivitaminici contenenti vitamine del gruppo B, acido nicotinico e ascorbico.

Oltre a questi gruppi di farmaci, la maggior parte dei pazienti ha bisogno di antiaggreganti e anticoagulanti, perché la trombosi è una delle principali cause di incidenti vascolari, che si sviluppa sullo sfondo della DEP. Per migliorare le proprietà reologiche del sangue e ridurne la viscosità, l'aspirina è adatta in piccole dosi (trombo ACC, cardiomagnetico), tiklid, ma warfarin, clopidogrel può essere prescritto sotto il controllo costante della coagulazione del sangue. La normalizzazione della microcircolazione è promossa da carillon, pentossifillina, che è indicata per i pazienti anziani con forme comuni di aterosclerosi.

Trattamento sintomatico

La terapia sintomatica è finalizzata all'eliminazione delle manifestazioni cliniche individuali della patologia. Depressione e disturbi emotivi sono sintomi comuni di DEP, in cui si utilizzano tranquillanti e sedativi: valeriana, motherwort, relanium, fenazepam, ecc. E lo psicoterapeuta deve prescrivere questi farmaci. Quando la depressione mostra antidepressivi (Prozac, Melipramina).

I disturbi del movimento richiedono fisioterapia e massaggio, mentre alle vertigini viene prescritto betaserk, cavinton, sermion. Segni di intelligenza alterata, memoria, attenzione sono corretti con l'aiuto dei nootropici e dei neuroprotettori sopra elencati.

Trattamento chirurgico

Nel decorso progressivo grave della DEP, quando il grado di vasocostrizione del cervello raggiunge il 70% o più, nei casi in cui il paziente ha già sofferto forme acute di disturbi del flusso sanguigno nel cervello, possono essere eseguite operazioni chirurgiche come endoarterectomia, stenting e anastomosi.

La prognosi per la diagnosi di DEP

L'encefalopatia deambulatoria è una serie di malattie disabilitanti, pertanto una certa categoria di pazienti può essere disabilitata. Naturalmente, nella fase iniziale del danno cerebrale, quando la terapia farmacologica è efficace e non è necessario modificare le attività lavorative, la disabilità non è consentita, poiché la malattia non limita l'attività della vita.

Allo stesso tempo, l'encefalopatia grave e, inoltre, la demenza vascolare, come estrema manifestazione di ischemia cerebrale, richiedono che il paziente venga riconosciuto come disabile perché non è in grado di svolgere mansioni lavorative e in alcuni casi ha bisogno di cure e assistenza nella vita di tutti i giorni. La questione dell'assegnazione di un gruppo specifico di disabilità è decisa da una commissione di esperti di medici di varie specialità in base al grado di violazione delle competenze lavorative e del self-service.

La prognosi per DEP è seria, ma non senza speranza.

Con l'individuazione precoce della patologia e il trattamento tempestivo con 1 e 2 grado di funzionalità cerebrale compromessa può vivere per più di una dozzina di anni, che non può essere detto su grave demenza vascolare.

La prognosi è significativamente peggiorata se un paziente con DEP ha frequenti crisi ipertensive e manifestazioni acute di disturbi del flusso sanguigno cerebrale.