Svuota sella turca

Emicrania

L'educazione sotto forma di approfondimento, formata nel corpo dell'osso sfenoidale di un teschio umano, è chiamata la sella turca. La condizione in cui si verifica l'invaginazione della cavità tra le membrane molli e aracnoidee del cervello nella regione intrasellare e la ghiandola pituitaria dovuta all'insufficienza del diaframma sfenoidale viene compressa è chiamata sella turca vuota (PTS).

Questa lesione può essere primaria se è dovuta a processi fisiologici, o secondari, quando viene rilevata dopo l'irradiazione della regione o dell'intervento correlati al chiasmo. Con una sella turca secondaria vuota del cervello, il diaframma della depressione stessa non può essere disturbato.

Il termine TCP fu proposto per la prima volta dal patologo V. Bush nel 1951, quando studiò il materiale autoptico delle 788 persone decedute e scoprì che le malattie che erano fatali non erano sempre associate alla patologia della ghiandola pituitaria.

Il patologo ha rivelato la quasi completa assenza del diaframma della sella turca in 40 casi, mentre al fondo della formazione della ghiandola pituitaria, che sembrava un sottile strato di tessuto, era presente. Quindi, Bush propose una classificazione delle forme della sindrome, a seconda del tipo di struttura del diaframma e del volume situato tra il midollo e il cervelletto delle cisterne intrasellari, che fu modificato solo nel 1995 da T. F. Savostyanov.

Prevalentemente, la sindrome di una sella turca vuota emergente viene rilevata in donne multiparous di età superiore ai 40 anni (nell'80% dei casi), quasi il 75% dei pazienti è obeso.

Le cause della malattia possono essere la menopausa, iper- e ipotiroidismo, la sindrome da gravidanza e galattorrea-amenorrea.

I sintomi di una sella turca vuota

Nella maggior parte dei casi, la condizione è asintomatica, nel 70% dei pazienti c'è un forte mal di testa, a causa del quale c'è bisogno di radiografia del cranio, attraverso il quale viene rilevata una sella turca vuota del cervello.

Una possibile manifestazione della sindrome è una riduzione dell'acuità visiva, dell'emianopsia bitemporale e un restringimento dei campi periferici. Nella letteratura medica, la descrizione dell'edema dei nervi ottici nel PTS è sempre più comune.

In un numero crescente di pazienti, si forma una sella turca vuota e vuota in combinazione con l'ipersecrezione di ormoni tropici e adenoma ipofisario.

Sotto l'influenza della pulsazione del liquido cerebrospinale, in rari casi si verifica la rottura del fondo della sella turca, con conseguente rara complicanza della rinorrea, che richiede un intervento chirurgico immediato. Sullo sfondo della sindrome della sella turca vuota, sorge una connessione tra il seno sfenoidale e lo spazio subaracnoideo soprasellulare, che aumenta significativamente il rischio di meningite.

I sintomi di una sella turca vuota possono essere disturbi endocrini, le cui manifestazioni sono cambiamenti nelle funzioni tropicali della ghiandola pituitaria.

Secondo studi precedenti che utilizzavano metodi radioimmuni e test di stimolazione, è stata identificata un'alta percentuale di pazienti con forme subcliniche di disturbi della secrezione dell'ormone.

Pertanto, in 8 pazienti su 13, la risposta della secrezione dell'ormone della crescita alla stimolazione con ipoglicemia da insulina è stata ridotta e in 2 su 16 pazienti sono state riscontrate variazioni inadeguate dell'ormone adrenocorticotropo, che è uno stimolatore della corteccia surrenale.

Anche i sintomi di una sella turca vuota sono un aumento dell'ormone peptidico prolattina, disturbi motivazionali e di personalità emotiva, disturbi vegetativi accompagnati da brividi, mal di testa, senza chiara localizzazione, un forte aumento della pressione sanguigna e della temperatura, cardiopatia, svenimento, dolore agli arti e allo stomaco, mancanza di respiro e la comparsa di avere una sensazione di paura.

Non è escluso lo sviluppo di liquorrea, disturbi della memoria, disturbi della sedia, difficoltà respiratorie, dolore al cuore, affaticamento rapido e prestazioni ridotte.

Diagnosticare la sella turca vuota

Di fondamentale importanza per la diagnosi e il successivo trattamento di una sella turca vuota è un esame oftalmologico. Nell'individuare la minaccia di perdita completa della vista, è necessario un intervento chirurgico urgente per il paziente.

Non meno importanti sono i test di laboratorio, attraverso i quali viene determinato il livello di ormoni ipofisari nel plasma sanguigno. Inoltre, per la diagnosi della malattia, sono necessari una radiografia e un'immagine a raggi X della regione della sella turca, RM e TC della testa.

Prevenzione e trattamento della sella turca vuota

Le misure volte a prevenire la malattia includono:

  • Evitare situazioni traumatiche, l'insorgenza di trombosi, ipofisi e tumori cerebrali;
  • Trattamento completo delle malattie infiammatorie, incluse quelle intrauterine.

Quando una sindrome primaria si trova in un paziente, il trattamento di solito non è prescritto, il compito principale del medico è quello di convincere il paziente che la malattia è assolutamente sicura. In alcuni casi è necessaria la terapia ormonale sostitutiva, mentre con una sella turca vuota secondaria, è necessario in ogni caso.

L'intervento chirurgico nella sindrome primaria del TCP è mostrato solo in due casi, vale a dire:

  • Quando si affloscia nell'apertura del diaframma della sella turca della giunzione ottica, a causa della quale vi è una violazione dei campi e la compressione dei nervi della vista;
  • Quando il liquido cerebrospinale scorre dal naso attraverso il fondo sorgente della sella turca;

In caso di sindrome secondaria di una sella turca vuota, un neurochirurgo, a seconda delle prove, può prescrivere un trattamento per un tumore pituitario.

Una sella turca vuota è una condizione in cui la ghiandola pituitaria è schiacciata e si verifica l'invaginazione della cavità tra le membrane molli e spideriche del cervello nella regione intracellulare. Secondo le statistiche, la malattia si sviluppa sullo sfondo di obesità, menopausa, gravidanza, iper e ipotiroidismo. Il trattamento della sindrome primaria e secondaria è prescritto da un neurochirurgo individualmente, a seconda delle prove.

Sindrome della sella turca vuota: cause, sintomi, trattamento

La sella turca è una formazione anatomica nell'osso sfenoide, una forma peculiare, analoga al nome. Nel suo centro c'è una depressione - la fossa pituitaria, in cui si trova l'importante organo endocrino - la ghiandola pituitaria. Separa la fossa ipofisaria dallo spazio subaracnoideo del cosiddetto diaframma della sella turca, rappresentato dalla dura madre. Ha un buco che consente il passaggio del gambo ipofisario, che collega questa struttura cerebrale ad un altro, l'ipotalamo.

C'è una condizione patologica in cui le membrane del rigonfiamento del cervello (prolabiruyut) nella fossa pituitaria, stringendo la ghiandola pituitaria. Si diffonde sulla sella, che si manifesta con un complesso di disturbi neurologici, oftalmici e neuroendocrini. È questa patologia che viene chiamata la sindrome della sella turca vuota. A proposito del perché si verifica e di quanto manifestato, così come i principi di diagnosi e trattamento di questo complesso di sintomi saranno discussi nel nostro articolo. Ma prima vorremmo darti qualche informazione storica.

Sfondo storico e statistiche

La sindrome di una sella turca vuota... Molti dei lettori sono perplessi sul misterioso nome di questa patologia. Ma tutto è abbastanza semplice.

Questo termine è stato proposto a metà del secolo scorso. Il patologo V. Bush ha studiato il materiale di oltre 700 morti da varie malattie non correlate alla ghiandola pituitaria, e improvvisamente ha scoperto un fatto interessante. 40 cadaveri (34 di questi erano di sesso femminile) mancavano quasi del tutto il diaframma della sella turca, e la ghiandola pituitaria era sparsa sul fondo con uno strato sottile. A prima vista, sembrava vuoto. Lo specialista si interessò alla sua scoperta e le diede il nome di "sindrome della sella turca vuota".

I sintomi associati a questa patologia sono stati stabiliti quasi 20 anni dopo - nel 1968. Più tardi, gli scienziati hanno suggerito di distinguere tra 2 forme di questa sindrome, di cui parleremo nella sezione appropriata.

Secondo le statistiche, questa anomalia è presente in quasi ogni decimo abitante del nostro pianeta ed è più comune nelle donne. Di norma, non si manifesta e viene scoperto per caso durante l'esame di qualsiasi altra malattia. Tuttavia, per alcune persone, la sindrome di una sella turca vuota provoca ancora un certo numero di determinati sintomi, che in un modo o nell'altro peggiorano la qualità della vita di tali pazienti.

Tipi di patologia

Classificare questa condizione patologica, a seconda dei fattori che lo hanno causato. Assegna forme primarie e secondarie. La Primaria sorge da sola, senza le malattie ipofisarie che la precedono. Il secondario potrebbe essere dovuto a:

  • emorragie nel tumore pituitario;
  • pronto, radioterapia o trattamento farmacologico di alcune malattie della ghiandola pituitaria;
  • processi infettivi nel sistema nervoso centrale.

Cause e meccanismo di sviluppo

La sindrome della sella turca vuota si forma sotto la condizione di insufficienza del suo diaframma. Quest'ultimo può essere sia primario (che si svolge già alla nascita) che secondario (acquisito).

Nell'adolescenza, durante la gravidanza o la menopausa, così come in altre condizioni accompagnate da una ristrutturazione endocrina del corpo, c'è un'iperplasia transitoria (aumento delle dimensioni) dell'ipofisi e delle sue gambe. Può anche essere osservato sullo sfondo dell'uso a lungo termine da parte della donna di contraccettivi ormonali combinati e terapia ormonale sostitutiva per l'insufficienza primaria delle funzioni di questo organo.

La ghiandola pituitaria ingrandita preme sul diaframma, che porta al suo assottigliamento e aumento del diametro del foro. Successivamente, la dimensione della ghiandola pituitaria ritorna normale, e l'insufficienza del diaframma non scompare da nessuna parte, questa struttura non ripristina le sue funzioni.

La situazione è aggravata da un aumento della pressione intracranica, che può verificarsi in neoplasie cerebrali, lesioni alla testa o neuroinfections. Aumenta la probabilità che l'apertura del diaframma della sella turca si allarghi ulteriormente.

Una conseguenza del fallimento del diaframma è la diffusione della pia madre alla cavità della sella turca. Strizzano la ghiandola pituitaria, riducendo la dimensione verticale di questa ghiandola, premendola contro le pareti e il fondo della sella.

Le cellule ipofisarie, anche con un pronunciato effetto esterno su di esse, continuano a funzionare all'interno della norma fisiologica. I sintomi caratteristici di questa patologia derivano da una violazione del controllo dell'ipotalamo sulla ghiandola pituitaria causata da cambiamenti nell'anatomia di queste strutture cerebrali.

Nelle immediate vicinanze della sella turca c'è la croce dei nervi ottici - chiasm opticus. I cambiamenti patologici in questa regione anatomica portano a una tensione dei nervi ottici o disturbano la loro circolazione. Clinicamente, questo si manifesta nei disturbi della vista di un paziente.

sintomi

Le manifestazioni cliniche della sindrome della sella turca vuota sono irregolari - alcuni sintomi vengono periodicamente rimpiazzati da altri.

Da parte del sistema nervoso tali disturbi sono possibili:

  1. Mal di testa. Questo è il sintomo più comune di questa patologia. Tuttavia, non ha alcune caratteristiche. La sua intensità varia da lieve a grave, la durata - da parossistica a quasi costante. Assente anche la chiara localizzazione del dolore.
  2. Disturbi vegetativi I pazienti possono lamentarsi di:
  • gocce di pressione sanguigna;
  • insorgenza improvvisa di brividi;
  • sensazione di mancanza di respiro e mancanza di respiro;
  • ansia e paura;
  • un aumento della temperatura corporea a valori subfebrilari (di norma non superiori a 37,5-37,6 ° C) non associati a patologie somatiche o infettive;
  • dolori di natura spastica nell'addome o negli arti;
  • vertigini fino alla perdita di coscienza a breve termine.

3. Irritabilità, labilità mentale, ridotto interesse nella vita.

I disturbi del sistema endocrino sono associati ad una ridotta (aumentata o diminuita) produzione di ormoni ipofisari. Potrebbe essere:

  • l'iperprolattinemia (il rilascio di un gran numero di prolattina porta a disturbi nella sfera sessuale sia nelle donne che negli uomini);
  • acromegalia (associata ad una maggiore sintesi dell'ormone della crescita);
  • Malattia di Itsenko-Cushing (conseguenza dell'eccessiva secrezione di ormone adrenocorticotropo da parte delle cellule ipofisarie);
  • diabete insipido (si verifica quando c'è una deficienza di vasopressina secreta dalle cellule dell'ipotalamo, o è una conseguenza di una violazione del processo di espulsione dall'ipofisi nel sangue);
  • sindrome metabolica;
  • ipopituitarismo - parziale o totale (ridotta secrezione di uno o più ormoni ipofisari in una sola volta).

I disturbi dell'organo della vista dipendono dal grado di disturbo dell'erogazione di sangue ai nervi ottici e dalla circolazione del liquido cerebrospinale negli spazi aracnoidi. Un paziente può sperimentare:

  • il dolore dietro il bulbo oculare di intensità variabile, accompagnato da una doppia visione, lacrimazione, offuscamento del campo visivo, lampeggia su di esso (fotopsie);
  • patologia dei campi visivi (punti neri in essi (scotomi), perdita della metà (emianopsia));
  • diminuzione dell'acuità visiva (il paziente nota semplicemente che improvvisamente ha cominciato a vedere peggio);
  • gonfiore e arrossamento della testa del nervo ottico, rilevato da un oftalmologo durante l'oftalmoscopia.

Principi di diagnosi

Il processo di diagnosi comprende 3 fasi:

  • la raccolta del dottore di reclami di paziente, dati di anamnesi e un esame oggettivo di esso (in questa fase, di regola, una diagnosi preliminare è istituita);
  • test di laboratorio;
  • diagnostica strumentale.

Considera ciascuno di essi in modo più dettagliato.

Reclami, storia, esame obiettivo

È possibile sospettare la sindrome primaria di una sella turca vuota se vi è una lesione cerebrale traumatica nella storia del paziente, specialmente ripetuta, in pazienti di sesso femminile - un numero elevato di gravidanze, l'uso prolungato di farmaci contraccettivi ormonali.

Spingere il medico a pensare a questa patologia di natura secondaria aiuterà le informazioni sui tumori pituitari precedentemente esistenti, su quale intervento neurochirurgico è stato eseguito o è stata prescritta la radioterapia.

Obiettivamente, è possibile rilevare i segni delle condizioni e delle malattie descritte nella sezione precedente.

Diagnosi di laboratorio

Qui è importante sottoporsi ad un esame del sangue per il livello di uno o un altro ormone pituitario, i cui segni di violazione si verificano in un particolare paziente (prolattina, ACTH, somatotropina e altri).

Attiriamo l'attenzione del lettore sul fatto che i disturbi ormonali accompagnano questa patologia in nessun modo, quindi, il livello normale nel sangue anche di ciascuno degli ormoni secreti dalla ghiandola pituitaria non esclude la diagnosi di questa sindrome.

Metodi di diagnostica strumentale

I più importanti sono i metodi di imaging - imaging a risonanza magnetica o computazionale, e il secondo di questi metodi presenta vantaggi significativi rispetto al primo.

Le immagini mostrano la seguente immagine: nella cavità della sella turca c'è il liquore; ghiandola pituitaria significativamente ridotta in dimensioni verticali (3 mm o meno), ha una forma irregolare (appiattita), spostata sulla parete posteriore o sul fondo della sella.

La risonanza magnetica può anche rilevare segni indiretti di aumentata pressione intracranica: l'espansione dei ventricoli del cervello e di altri spazi contenenti liquido cerebrospinale.

Dei metodi diagnostici che sono più accessibili al pubblico, è possibile notare la radiografia mirata della regione della sella turca. L'immagine mostrerà una diminuzione della ghiandola pituitaria, e la cavità della sella, rispettivamente, appare vuota. Tuttavia, le possibilità di questo metodo di ricerca non ci permettono di affermare in modo affidabile la presenza o l'assenza della sindrome della sella turca vuota.

Tattiche di trattamento

Lo scopo delle misure terapeutiche è la correzione dei disturbi del sistema nervoso, endocrino e dell'organo della visione. A seconda delle caratteristiche della patologia in un particolare paziente, può essere raccomandato un trattamento medico o un intervento chirurgico.

Se la sindrome della sella turca viene scoperta per puro caso, non mostra alcun sintomo, non provoca disagio al paziente, in questo caso non richiede trattamento. Tali pazienti devono essere monitorati e periodicamente esaminati in modo che il medico possa rilevare in tempo un possibile deterioramento della loro condizione.

Trattamento farmacologico

  • Con i disturbi ormonali confermati in laboratorio sotto forma di una carenza nel sangue dei singoli ormoni, viene somministrata la terapia ormonale sostitutiva - la sostanza mancante viene introdotta nel corpo dall'esterno.
  • Se si manifestano sintomi di disturbi autonomici, la terapia sintomatica viene prescritta al paziente (sedativi, abbassamento della pressione sanguigna, antidolorifici e altri farmaci).

L'ipertensione intracranica non è soggetta a correzione con farmaci, passerà da sola dopo che la causa di esso è stata eliminata.

Trattamento chirurgico

In alcune situazioni cliniche, senza l'intervento di un neurochirurgo, purtroppo, non è possibile farlo. Le indicazioni per la chirurgia sono:

  • rilassamento del chiasma ottico nell'apertura dilatata del diaframma, accompagnato da spremitura;
  • perdita di liquido cerebrospinale (CSF) attraverso il fondo assottigliato della sella turca; Questo sintomo è chiamato "liquore" e si manifesta clinicamente con la scadenza di un liquido incolore (quel liquore) dai passaggi nasali del paziente.

Nel primo caso viene eseguita la fissazione transfenoidale del chiasma ottico (chiasma) - in questo modo vengono eliminati la sua compressione e cedimento.

Per eliminare il liquido cerebrospinale, eseguire il muscolo tampone a sella turca.

conclusione

La sindrome vuota della sella turca è una patologia che si verifica in quasi il 10% della popolazione del nostro pianeta.

In alcuni, è asintomatico e si trova solo dopo la morte - all'autopsia. In altri, inoltre, non si manifesta e viene diagnosticato completamente per caso - quando conduce ricerche su una malattia diversa. Nel terzo (sono meno fortunati), la sindrome della sella turca è accompagnata da un complesso di sintomi variabili e variabili, che spesso peggiorano significativamente la loro qualità di vita.

Lo standard diagnostico è la risonanza magnetica. Altri metodi di ricerca non consentono di giudicare con assoluta certezza se il paziente ha questa patologia o meno.

Le tattiche di trattamento, a seconda delle caratteristiche del decorso della malattia, variano dall'osservazione dinamica al trattamento medico e persino all'intervento chirurgico. La prognosi è anche ambigua: alcuni pazienti vivono felici e contenti, persino inconsapevoli dell'esistenza di una tale patologia, altri sentono disagio in relazione ad esso e sono costretti a prendere costantemente i farmaci.

Quale dottore contattare

Se si verificano mal di testa e anomalie persistenti negli organi interni, in particolare aumento di peso, ipertensione e perdita della vista, è necessario contattare un neurologo. Sono richiesti il ​​consulto dell'endocrinologo e lo studio del background ormonale. Un paziente viene esaminato da un oftalmologo per diagnosticare il danno del nervo ottico. Se necessario, un'operazione neurochirurgica.

Clinica di ricerca "MedHalp", un film informativo sul tema "Sindrome vuota sella turca":

Sindrome della sella turca vuota

La sindrome della sella turca vuota è una combinazione di segni clinici e anatomici associati alla penetrazione della pia madre dallo spazio subaracnoideo nella formazione ossea del cranio chiamata sella turca. Allo stesso tempo, la ghiandola pituitaria situata nella sella turca viene pressata sul fondo e sulle pareti. La compressione della ghiandola pituitaria è accompagnata da una violazione della sua funzione. Questa condizione patologica si sviluppa come conseguenza di una serie di ragioni. La sindrome di una sella turca vuota può essere asintomatica (in questi casi è scoperta per caso durante l'esame di un'altra malattia) e può manifestarsi come disturbi endocrini, visivi, vegetativi e cambiamenti nella sfera psico-emotiva. La diagnosi della sindrome della sella turca vuota richiede l'uso di ulteriori metodi di ricerca, in particolare la risonanza magnetica (MRI). Le tattiche terapeutiche possono essere diverse, a seconda delle cause e dei sintomi clinici di questa condizione. Questo articolo è dedicato al problema della sindrome della sella turca vuota.

Base anatomica della sindrome della sella turca

Alla base del cranio umano c'è un osso sfenoide. Nel suo corpo c'è una depressione chiamata sella turca. Il nome di questa educazione era per la somiglianza esterna con le selle dei cavalieri turchi. In sella è l'ipofisi: una piccola formazione di forma arrotondata, che svolge la regolazione neuro-endocrina del corpo attraverso la produzione di ormoni. Gli ormoni ipofisari entrano nel flusso sanguigno e stimolano l'attività delle ghiandole endocrine (ghiandole surrenali, ghiandole sessuali, tiroide e così via). La produzione di ormoni da parte della ghiandola pituitaria è controllata da un'altra importante formazione del sistema nervoso - l'ipotalamo. L'ipotalamo è associato con la ghiandola pituitaria attraverso le gambe. Questa gamba scende nella sella turca e passa attraverso il diaframma della sella, che è come un tetto a due falde. Il diaframma è la dura madre (cioè, il tessuto connettivo), che separa la cavità della sella turca dallo spazio subaracnoideo (lo spazio intorno al cervello pieno di liquido cerebrospinale - liquido cerebrospinale). Nel diaframma c'è un foro attraverso il quale passa il gambo pituitario, collegandolo con l'ipotalamo.

La struttura del diaframma della sella, il luogo del suo attacco, lo spessore è soggetto a significative vibrazioni anatomiche. E se, per esempio, questo diaframma è assottigliato, o sottosviluppato, o ha un'apertura ampia per la gamba, quindi lo spazio subaracnoideo con il liquido cerebrospinale, la pia madre penetra nella cavità della sella turca, esercitando una pressione sulla ghiandola pituitaria. Poiché questo processo di compressione risulta essere permanente, alla fine ciò porta all'appiattimento dell'ipofisi, alla riduzione delle sue dimensioni e alla comparsa della sindrome della sella turca vuota. "Vuoto" non è nel senso letterale della parola, ma nel senso che non c'è una normale ghiandola pituitaria in sella. La stessa sella turrita non può essere vuota: in questo caso è riempita con il liquido cerebrospinale, i resti del tessuto ipofisario e perfino, in alcuni casi, i nervi ottici (che passano appena sopra il diaframma della sella). Il termine "sella vuota" è stato proposto dal patologo tedesco V. Bush dopo aver scoperto a un'autopsia la quasi totale assenza di un diaframma a sella con una quantità molto piccola di tessuto ipofisario all'interno della sella turca.

Secondo alcuni dati, fino al 10% delle persone ha un diaframma sottosviluppato della sella turca, ma non tutti hanno la sindrome di una sella turca vuota. Il fatto è che per l'emergenza della sindrome richiede un altro fattore. Questa è l'ipertensione endocranica. Nel caso di ipertensione endocranica esistente, il liquido cerebrospinale non solo riempie lo spazio all'interno della sella turca, ma esercita anche una notevole pressione sulla ghiandola pituitaria e sulla sua gamba. Questo provoca la disregolazione da parte dell'ipotalamo (non ci sono stimoli dall'ipotalamo lungo la gamba compressa) e provoca problemi con la funzione endocrina della ghiandola pituitaria.

Cause della sindrome della sella turca

Quindi, è già chiaro che l'aspetto di questa malattia richiede inferiorità anatomica del diaframma della sella (che può essere congenita o acquisita) e ipertensione endocranica. Ipertensione endocranica può causare:

  • tumori cerebrali;
  • ipertensione arteriosa;
  • trauma cranico;
  • patologia degli organi interni, accompagnata dallo sviluppo di insufficienza respiratoria o cardiaca (ad esempio, asma bronchiale, cardiopatia ischemica, ecc.);
  • malattie infettive del cervello e loro conseguenze (meningite, encefalite, aracnoidite, formazioni cistiche, ecc.).

C'è un'altra ipotesi sulla comparsa della sindrome della sella turca vuota. Consiste nel seguente: a seguito di alcune condizioni, la dimensione della ghiandola pituitaria diminuisce inizialmente, e solo allora lo spazio è riempito con CSF e guaine dallo spazio della super-sella. I seguenti fatti parlano a favore di una tale ipotesi: nelle donne multiparo (o dopo numerosi aborti), la ghiandola pituitaria è ingrandita (cioè è più paragonata all'ipofisi delle donne con una o due gravidanze nella loro intera vita), cioè il rapporto del volume tra l'ipofisi e la sella turca. E con l'inizio della menopausa, la dimensione della ghiandola pituitaria è significativamente ridotta, ma la dimensione della sella turca rimane la stessa. E lo spazio "vuoto" è pieno di liquore e gusci situati sopra la sella. Lo stesso meccanismo è osservato nelle donne che assumono contraccettivi ormonali da molto tempo. La riduzione della dimensione della sella turca può essere dovuta a una violazione del suo apporto di sangue (infarto pituitario, emorragia nello spessore del tessuto), malattie autoimmuni del corpo (ad esempio tiroidite autoimmune). Tutte queste situazioni sono indicate come la cosiddetta sindrome primaria della sella turca. La sindrome secondaria della sella turca è associata a operazioni neurochirurgiche nel campo della sella turca o irradiazione di quest'area in relazione al tumore.

sintomi

La sindrome vuota della sella turca è una condizione che non si manifesta necessariamente con i sintomi clinici. A volte la malattia viene rilevata per caso (quando viene eseguita la tomografia computerizzata) quando si cerca aiuto medico per una diversa condizione patologica, e può anche essere una scoperta anatomica patologica senza sintomi durante la vita.

Molto spesso, la sindrome della sella turca è presente nelle donne (80% del numero totale di pazienti), probabilmente a causa del funzionamento più intenso della ghiandola pituitaria durante i vari periodi ormonali della vita della donna (gravidanza, parto, menopausa). In generale, il quadro clinico della sindrome è caratterizzato dalla molteplicità e dalla non specificità delle manifestazioni, dall'alternanza di alcuni segni da parte di altri e persino dalla sparizione spontanea dei sintomi. L'emergere dei sintomi della malattia contribuisce a situazioni stressanti: sia acuta, una volta e cronica, permanente.

Tutti i segni clinici della sindrome della sella turca possono essere suddivisi in diversi gruppi:

  • neurologico (compreso vegetativo);
  • endocrino;
  • visiva.

Sintomi neurologici

  • mal di testa: il sintomo più frequente della sindrome della sella turca vuota. Questa è la lamentela più tipica dei pazienti. Il dolore non ha una localizzazione chiara, è di intensità variabile, non dipende dall'ora del giorno, dalla posizione del corpo, può verificarsi periodicamente o disturbare quasi costantemente;
  • Sindrome astenica: questo concetto include disturbi da vertigini e instabilità, sonno debole, debolezza generale, affaticamento, scarsa tolleranza dello stress fisico e mentale, disturbi della memoria;
  • cambiamenti nella sfera emotiva: oscillazioni dell'umore immotivate, reazione inadeguata all'ambiente, pianto, rabbia o, al contrario, apatia e letargia, indifferenza a tutto - tutto ciò può avere una sella turca vuota nel suo quadro clinico;
  • componenti vegetativi: il più delle volte si tratta di crisi vegetative con aumento della pressione sanguigna, dolore al cuore, addome, disturbi del ritmo cardiaco, mancanza di respiro, brividi, sudorazione, ansia, diarrea, svenimenti. Tutto ciò può raggiungere il grado di attacchi di panico.

Sintomi endocrini

Questo gruppo di sintomi include i risultati della disfunzione ormonale della ghiandola pituitaria. Inoltre, può essere sia un aumento della produzione di ormoni (ipersecrezione) che una diminuzione (iposecrezione). Nella maggior parte dei casi, il problema si basa sulla disregolazione della ghiandola pituitaria da parte dell'ipotalamo (a causa della compressione del peduncolo ipofisario). Poiché la ghiandola pituitaria produce diversi ormoni, questi cambiamenti possono interessare sia un singolo ormone che tutto in una volta. Le manifestazioni endocrine della sindrome della sella turca vuota includono:

  • obesità: si verifica nel 75% dei casi di sella turca vuota;
  • ridotta funzionalità tiroidea (ipotiroidismo): debolezza, letargia, sonnolenza, tendenza al gonfiore, stitichezza, sensazione di freddo, capelli e unghie fragili, pelle secca, e così via;
  • aumento della funzione tiroidea (ipertiroidismo): sudorazione, intolleranza al calore, tendenza ad aumentare la pressione sanguigna, palpitazioni, attacchi di dolore addominale, tremori alle mani, palpebre, aumento dell'eccitabilità emotiva;
  • acromegalia: un aumento sproporzionato delle singole parti del corpo sullo sfondo di un aumento della produzione di ormoni ipofisari somatotropici. Può manifestarsi come un aumento delle ali del naso, delle labbra, della proliferazione dei tessuti molli nell'area delle sopracciglia, delle mani e dei piedi, così come dell'aumento della sudorazione, del dolore nei muscoli e nelle ossa;
  • iperprolattinemia: violazione del ciclo mestruale, infertilità nelle donne, a volte l'assegnazione del latte materno dalle ghiandole mammarie, una violazione della libido. Negli uomini, le principali manifestazioni di iperprolattinemia sono la riduzione della libido e della potenza, la ginecomastia (un aumento delle dimensioni delle ghiandole mammarie). Sintomi simili possono verificarsi a livelli normali di prolattina, ma con lo squilibrio di altre gonadotropine (ormoni ipofisari che regolano l'attività delle ghiandole sessuali) si verificano più spesso;
  • disfunzione surrenale. Questa può essere la sindrome di Itsenko-Cushing (deposizione di tessuto adiposo nella faccia e nella fascia superiore della spalla, secchezza e pigmentazione della pelle sotto forma di strisce blu e viola sull'addome, cosce, ghiandole mammarie, aumento della pressione sanguigna, eccessiva crescita dei peli sul corpo, disturbi mentali in la forma di aggressione e depressione, e così via).

I disturbi endocrini nella loro gravità possono variare da cambiamenti insignificanti (impercettibili) a forme cliniche pronunciate.

Sintomi visivi

Secondo le statistiche, i sintomi visivi si verificano nel 50-80% dei casi di sindrome della sella turca vuota. L'aspetto di questo gruppo di sintomi è dovuto al fatto che nelle immediate vicinanze della sella turca vi sono i nervi ottici e il loro chiasma di intersezione. E queste formazioni in presenza di una sindrome vuota della sella turca sono compresse o il loro afflusso di sangue è disturbato. In questa situazione, possono verificarsi i seguenti sintomi:

  • visione doppia, visione offuscata, sfocatura, oggetti sfocati;
  • sentire il dolore dietro il bulbo oculare;
  • ridotta acuità visiva;
  • cambiamento di campi visivi di diversa natura: dalla comparsa di macchie nere alla perdita di metà dei campi visivi;
  • gonfiore e iperemia della testa del nervo ottico durante l'esame del fondo.

Va tenuto presente che nessuno dei suddetti sintomi è specifico per la sindrome della sella turca vuota, pertanto la diagnosi di questa condizione basata su segni clinici è semplicemente impossibile.

diagnostica

Per stabilire la diagnosi della sindrome di una sella turca vuota, è necessaria l'imaging a risonanza magnetica del cervello. La sensibilità di questo metodo rispetto a questa patologia è quasi del 100%. Altri metodi di esame (radiografia del cranio con fotografia mirata dell'area della sella turca, tomografia computerizzata) non confermano o negano accuratamente tale diagnosi.

La determinazione del livello degli ormoni ipofisari nel sangue aiuta anche nella diagnosi della sindrome della sella turca, ma va tenuto presente che questa condizione non è sempre accompagnata da disturbi ormonali. I livelli ormonali normali non escludono la diagnosi di sindrome della sella turca vuota.

trattamento

Se la sindrome di una sella turca vuota è un riscontro casuale durante l'esame di un'altra malattia, cioè non si manifesta con alcun reclamo, quindi il trattamento non è indicato. L'esame periodico del medico è necessario per non perdere il deterioramento.

Se ci sono disturbi ormonali sotto forma di deficit nella produzione di singoli ormoni, viene indicata la terapia ormonale sostitutiva: l'ormone mancante viene introdotto dall'esterno (uno o più, se necessario).

I problemi vegetativi esistenti e astenici sono risolti con l'aiuto della terapia sintomatica (ad esempio antidolorifici, sedativi, farmaci per abbassare la pressione sanguigna, ecc.).

A volte con la sindrome di una sella turca vuota, il cedimento dei nervi ottici e la loro compressione nell'apertura del diaframma della sella turca è possibile. In questo caso, viene sollevata la questione del trattamento chirurgico, poiché la compressione dei nervi ottici può portare a una perdita della vista irreversibile. Viene eseguita la fissazione trenassfenoidale del chiasma ottico, che ne impedisce il cedimento e la compressione. Inoltre, il trattamento chirurgico è indicato nel caso in cui il liquido cerebrospinale emana attraverso la sella turca assottigliata (e fuoriesca dalla cavità nasale). In questo caso, il tampone della sella turca viene prodotto dal muscolo e l'espirazione del liquido cerebrospinale si interrompe.

Pertanto, la sindrome della sella turca vuota è una patologia altamente volatile. Potrebbe non farsi sentire, o potrebbe causare gravi disturbi endocrini. E le tattiche di trattamento per questa malattia possono anche essere diverse: dal principio del non intervento con l'osservazione dinamica alla chirurgia.

Medhelp Clinic, lezione su "Sindrome della sella turca vuota":

Sindrome della sella turca vuota

Le persone che hanno sentito parlare della diagnosi di "sindrome vuota della sella turca" a volte si chiedono: cos'è questa strana malattia e come minaccia? Un termine medico insolito si riferisce alla patologia dell'area del cervello in cui si trova la ghiandola pituitaria. La malattia ha sintomi ambigui, a volte difficili da diagnosticare. Tuttavia, il trattamento serio, come la chirurgia, non è sempre richiesto.

Cos'è?

La sindrome della sella turca vuota (abbreviata in SPTS) è l'insufficienza del diaframma che impedisce al liquido cerebrospinale (CSF) di entrare nella cavità formata dalla "fossa" nell'osso sfenoidale. Si trova nella parte temporale del cranio ed è la sede della ghiandola pituitaria - un importante organo di secrezione interna, che è responsabile della crescita, del metabolismo, della produzione di ormoni e delle funzioni riproduttive.

La sindrome ha il suo nome esotico a causa dell'aspetto dell'osso sfenoide: assomiglia molto all'attributo di guida (anche se ad alcuni sembra più una farfalla).

In caso di ingresso senza impedimenti di liquore nella sella turca, la ghiandola pituitaria è deformata e ridotta di dimensioni. La diagnosi di ATS viene spesso somministrata a donne con molti bambini di età superiore ai 35-40 anni, in particolare a quelli in sovrappeso.

La sindrome è divisa in due sottospecie:

  • primario (dalla nascita);
  • secondaria (sindrome che si verifica dopo l'esposizione diretta alla ghiandola pituitaria).

Una predisposizione all'insufficienza del diaframma della sella turca può essere ereditaria e ha anche una serie di altri motivi.

motivi

L'esaurimento della periferia e lo sviluppo di ulteriori malattie della ghiandola pituitaria sono causati da quanto segue:

  • anomalie congenite;
  • processi interni nel corpo;
  • fattori esterni.

Una sella turca vuota può avere un carattere primario quando il "passaggio" nella cavità pituitaria è aperto dalla nascita e le perdite di carico nei tessuti molli del cervello provocano l'ingresso di liquido cerebrospinale.

Tra i processi interni del corpo che possono diventare il "grilletto" della sindrome della sella turca vuota, si può osservare quanto segue:

1. Cambiamenti ormonali nel corpo.

La riorganizzazione del sistema endocrino può avere cause naturali o artificiali. I cambiamenti naturali includono periodi di natura biologica:

  • pubertà alla pubertà;
  • gravidanza, soprattutto se la donna ha partorito più di tre volte;
  • menopausa, arrivando in donne dopo 40-50 anni.

Le ragioni della natura artificiale includono i seguenti fattori:

  • farmaci ormonali come contraccettivi o trattamento potenziato di varie malattie, come una tiroide ingrossata;
  • aborto;
  • rimozione delle ovaie, operazioni di cambio di sesso, ecc.

2. Problemi cardiovascolari.

I processi nevralgici che aumentano il rischio di una sindrome vuota della sella turca includono quanto segue:

  • ipertensione;
  • insufficienza cardiaca;
  • disturbi circolatori;
  • tumore al cervello;
  • insufficiente arricchimento di ossigeno delle cellule cerebrali;
  • cisti ipofisaria;
  • emorragia cerebrale.

3. Vari processi infiammatori.

4. La sconfitta delle infezioni virali e il loro trattamento a lungo termine con antibiotici.

4. Malattie autoimmuni (compromissione del funzionamento del sistema immunitario).

I fattori esterni che influenzano lo sviluppo della PCT possono includere lesioni craniocerebrali, radioterapia o chemioterapia e interventi chirurgici direttamente alla ghiandola pituitaria.

sintomi

Segni che indicano che la sella turca è "vuota", manifestata in violazione:

  • neurologiche;
  • oculistica;
  • endocrino.

Possono essere espressi separatamente o combinare disfunzioni individuali da aree diverse. Spesso, i sintomi neurologici sono combinati con funzioni alterate dell'organo visivo e sintomi oftalmologici - con un aumento della ghiandola tiroidea.

Segni neurologici

I sintomi di natura neurologica che indicano una sella turca vuota includono:

  • frequenti mal di testa non localizzati, la cui durata e intensità hanno una varietà di indicatori;
  • febbre costante di basso grado;
  • dolore addominale spastico addominale (colica) o crampi agli arti;
  • attacchi di tachicardia (palpitazioni cardiache), brividi, mancanza di respiro e svenimento;
  • improvviso calo della pressione sanguigna;
  • depressione emotiva, irritabilità, attacchi di paura gratuita, instabilità mentale.

Segni oftalmici

Più della metà delle persone che hanno una sella turca ha una disabilità visiva:

  • oggetti divisi (diplopia);
  • dolore al movimento dei bulbi oculari, spesso accompagnato da emicrania e lacrimazione (dolore retrobulbare);
  • sfarfallio davanti agli occhi di puntini neri o scintille (fotopsia);
  • perdita di campi visivi (distrofia maculare);
  • gonfiore della congiuntiva dei bulbi oculari (chemosi);
  • nebulizzazione temporanea degli occhi, oscuramento degli occhi, ecc.

Segni endocrini

Una sella turca "vuota" può causare un eccesso di ormoni ipofisari, il che porta a problemi nel sistema endocrino:

  • ingrossamento della tiroide (ipotiroidismo);
  • espansione di alcune parti del corpo (acromegalia);
  • interruzioni del ciclo mestruale nelle donne (iperpopattinemia);
  • diabete insipido;
  • problemi metabolici;
  • disfunzione degli organi genitali, ecc.

Nella maggior parte dei casi, una sella turca vuota non ha sintomi definiti o chiari. Una persona può soffrire di disturbi che si presentano per vari motivi. Ad esempio, frequenti mal di testa o disturbi ormonali hanno molte altre cause comuni, oltre allo SPTS. Per scoprire la causa esatta della patologia è possibile solo dopo l'esame da parte di un medico e un esame.

diagnostica

La risonanza magnetica (MRI) è il mezzo più efficace per rilevare la sindrome della sella turca vuota. Allo stesso modo, puoi fare una diagnosi usando la tomografia computerizzata (CT). Le moderne tecnologie di esame medico consentono di determinare con precisione la dimensione della ghiandola pituitaria e identificare le deviazioni dalla norma, il che facilita notevolmente ulteriori trattamenti.

Non è insolito per una situazione in cui la sindrome di una sella turca vuota viene scoperta per caso: un paziente è programmato per una TAC o una risonanza magnetica a causa del sospetto di altre malattie e anche la patologia dell'ipofisi viene rilevata durante l'esame. Di per sé, la sindrome potrebbe non avere nemmeno sintomi pronunciati e non causare un evidente disagio alla persona.

L'esame obiettivo è indicato per sintomi evidenti, ad esempio, per il diabete mellito o una tiroide ingrossata in combinazione con problemi dell'organo della vista.

Oltre alla diagnostica del computer, vengono eseguiti esami del sangue per rilevare i disturbi ormonali e le radiografie, sebbene quest'ultimo metodo possa richiedere un esame aggiuntivo al fine di effettuare una diagnosi accurata al fine di non iniziare il trattamento in modo tempestivo ed evitare conseguenze.

Ti offriamo un piccolo video informativo sulla sindrome di una sella turca vuota:

effetti

Il sottosviluppo del diaframma più fattori esterni che aggravano la patologia sono la causa della penetrazione della pia mater nella regione della sella turca. Questo porta ad una diminuzione della ghiandola pituitaria a causa della pressione su di esso e lo spostamento verso le pareti della cavità. Le conseguenze di questa sindrome possono influire negativamente sull'intero corpo:

  1. I disturbi endocrini portano a patologie tiroidee, diminuzione dell'immunità e disfunzione degli organi genitali (disturbi mestruali, infertilità, impotenza, cisti ovariche, ecc.).
  2. Le conseguenze dei disordini in cui la sella turca cambia struttura si manifestano in frequenti mal di testa, microtemi e altri problemi neurologici.
  3. Poiché l'osso sfenoidico si trova in prossimità della croce del nervo ottico, le funzioni dell'occhio sono disturbate, il che può portare a gravi malattie oftalmologiche e persino alla cecità nel tempo.

Medstatistika mostra che circa il 10% dei bambini nasce con una sindrome congenita di una sella turca vuota, ma solo il 3% di questo numero ha gravi conseguenze patologiche, il più delle volte si verificano sullo sfondo di ulteriori fattori avversi. Il restante 7% vive tranquillamente con una diagnosi di sella vuota o non è nemmeno a conoscenza della patologia.

Se una persona conosce la sua predisposizione congenita o ereditaria più ci sono sintomi sufficientemente vividi, deve assolutamente consultare un medico, essere esaminato e iniziare il trattamento.

trattamento

A seconda della natura dei reclami sulla salute, è necessario contattare uno dei tre medici:

Se hai dei dubbi su quale specialista rivolgersi, puoi prima venire dal terapeuta per chiedere aiuto.

Quando viene rilevata una sindrome vuota della sella turca, il trattamento è appropriato e adeguato alla causa della malattia: primaria o secondaria.

Nel caso della sindrome primaria, di solito non si fa nulla di sostanziale:

  • il paziente rimane registrato con uno specialista;
  • ripetuti esami vengono effettuati periodicamente;
  • Si raccomanda l'osservanza di una dieta sana e di un regolare esercizio fisico moderato.

Farmaci a volte prescritti, che riducono gli effetti sintomatici:

  • salti di pressione sanguigna;
  • violazione del ciclo delle mestruazioni;
  • immunità ridotta
  • emicrania, ecc.

Nella sindrome secondaria, i farmaci ormonali sono spesso prescritti per risolvere il disturbo endocrino.

Raramente è richiesto un intervento chirurgico, solo nei casi di una reale minaccia di perdita della vista. Durante l'operazione, la struttura del diaframma viene ripristinata (la parte posteriore della sella viene plastificata) o viene tagliato un tumore (se ce n'è uno).

Il trattamento della sindrome della sella turca con rimedi popolari non è efficace. La migliore prevenzione dello sviluppo della patologia è la massima eliminazione dei fattori di rischio, come il peso corporeo eccessivo, l'abuso di pillole ormonali, ecc. A casa, puoi solo assicurare che il tuo stile di vita sia sano e quindi rafforzare la tua salute.

Cos'è la sindrome della sella turca vuota e come trattarla?

C'è una piccola depressione nel cranio, che è chiamato il termine non medico "sella turca". La diagnosi di alcune patologie inizia con lo studio di una radiografia del cervello. Su questo, anche senza un'educazione speciale, è facile riconoscere quest'area in una forma speciale.

Sindrome emergente - cosa fare?

Qual è il nido turco e com'è speciale? Perché il suo vuoto nello studio di allarmante e persino spaventoso?

Questa è una piccola depressione nell'osso sfenoide situato nella parte temporale del cranio. È una piccola tasca d'osso situata sotto l'ipotalamo. Ha una forma specifica da cui ha avuto origine il nome.

Su entrambi i lati sono i nervi ottici che si intersecano sull'area della depressione. Nello stato normale, è riempito con la ghiandola pituitaria, nello stato anormale - con il liquore.

Capiremo la terminologia:

  1. La ghiandola pituitaria è una ghiandola endocrina. È responsabile della produzione di ormoni, del metabolismo e delle funzioni riproduttive.
  2. L'ipotalamo è una piccola area nel diencefalo. Gestisce la secrezione degli ormoni ipofisari. Sono collegati l'un l'altro alla gamba. È il collegamento tra i sistemi nervoso ed endocrino. Regola le funzioni di fame, sete, desiderio sessuale, sonno, veglia.
  3. I nervi ottici hanno una sensibilità speciale. Secondo loro, l'irritazione visiva viene trasmessa al cervello.
  4. Gli ormoni sono sostanze biologicamente attive. Sono prodotti dalle ghiandole endocrine. Influisce sulle funzioni fisiologiche e sul metabolismo del corpo.
  5. Il diaframma è la dura madre. Copre la sella turca, ha un buco al centro, attraverso il quale l'ipotalamo si connette con la ghiandola pituitaria. Il suo attaccamento, spessore e carattere del foro hanno variazioni anatomiche per ogni paziente. E l'assenza o il sottosviluppo determinano questo tipo di sindrome.
  6. Liquore - liquido cerebrospinale. Quando entra nella sella turca, il ferro che si trova lì è deformato e diminuisce nelle dimensioni verticali.

Quando il diaframma si placa, a causa del suo sottosviluppo, la ghiandola pituitaria preme sul fondo. La sua disfunzione si sta sviluppando. Un esame dettagliato viene eseguito con un quadro clinico pronunciato. I sintomi della sindrome sono dovuti alla difficoltà degli ormoni che entrano nell'ipofisi dall'ipotalamo.

sintomi

Nella sella turca è il centro principale del sistema endocrino, e accanto ad esso sono i nervi ottici. Negli studi di specialisti, non è la struttura della depressione che interessa, ma il diaframma, l'ipofisi, la sua gamba, l'ipotalamo e le specifiche del nervo ottico.

Quando si verificano anomalie:

  1. Mal di testa. Primo, leggero e periodico, quindi permanente e più severo. Ci sono vertigini, incertezza.
  2. I problemi della vista si manifestano nel dolore nella zona degli occhi. Ci può anche essere una perdita di acuità visiva, doppia visione, lacrimazione, presenza di un velo davanti all'occhio. All'esame, uno specialista trova un restringimento del campo visivo e processi infiammatori nel nervo ottico.
  3. I disturbi endocrini sono causati dagli ormoni. Possono essere prodotti sia in carenza che in eccesso. Risultato in disfunzione sessuale, fallimento del ciclo mestruale, diabete insipido.

Cause e sintomi

Nella tasca della sella turca c'è la ghiandola pituitaria - ghiandola endocrina. Che produce molti ormoni, che poi cadono nel sistema circolatorio. Dal cranio separa il suo diaframma.

Quando è carente, la pia madre viene pressata nella regione della sella turca, portando ad un assottigliamento della ghiandola, modificandone le dimensioni e la disfunzione. I cambiamenti endocrini si verificano in tutto il corpo.

La forma primaria della sindrome spesso si presenta senza alcuna manifestazione e viene rilevata casualmente su una radiografia. Di solito le funzioni del corpo non sono compromesse.

Se necessario, regolare il livello di prolattina. Questo ormone è direttamente correlato al parto e influenza negativamente la funzione dei testicoli e delle ovaie. Se il livello elevato non è associato alla gravidanza e all'alimentazione, allora deve essere aggiustato.

Le patologie sono di natura diversa:

  1. Anomalie congenite, sono spesso ereditarie.
  2. I patologi possono essere causati da processi interni nel corpo, per esempio, i cambiamenti ormonali durante la pubertà, la gravidanza, la menopausa. Funzione tiroidea inadeguata. Malattie cardiovascolari Infezioni virali.
  3. Le patologie sono dovute a fattori esterni. Accettazione di ormoni, aborto, rimozione delle ovaie. Lesione cerebrale traumatica.

È pericoloso?

Cambiando la posizione della ghiandola pituitaria nella sella turca dipende dal cambiamento nella posizione dei nervi ottici, che può portare a problemi di vista.

Le anomalie congenite del diaframma sono abbastanza comuni. Ma alla maggior parte della gente non importa, la ghiandola endocrina svolge le sue funzioni regolarmente. Il pericolo viene solo con la manifestazione di disfunzione della ghiandola pituitaria.

diagnostica

È il fallimento del diaframma una condizione per la formazione di una sindrome della sella turca vuota. Con le manifestazioni cliniche della malattia, la ghiandola si appiattisce lungo le pareti della sella e diminuisce le sue dimensioni verticali.

La diagnosi "sella turca vuota" non dovrebbe essere presa alla lettera. Non è vuoto, ma pieno di tessuto ipofisario e CSF.

La sindrome può essere di due tipi:

  1. Primaria. Si verifica nelle persone sane sullo sfondo dell'insufficienza congenita del diaframma. Almeno il 10% delle persone ha una patologia dello sviluppo del diaframma. Ma poiché l'anomalia è asintomatica, viene rilevata per caso, quando si esaminano altre malattie usando raggi X o risonanza magnetica.
  2. Secondario. Acquisito come conseguenza di un intervento chirurgico o di una radiazione. Di solito dopo complicazioni della malattia di base o l'uso della terapia.

La diagnosi di deviazioni neurologiche, oftalmologiche e endocrine aiuterà a sospettare una diagnosi. Si sviluppano sullo sfondo del sottosviluppo del diaframma e della pressione delle membrane molli del cervello nella cavità della sella turca. Ulteriori informazioni su altre anomalie neurologiche dal nostro articolo simile.

Diagnostica strumentale

  1. I raggi X del cervello non fornivano sufficienti informazioni sul vuoto della sella turca. Sì, e spesso pericoloso. Lo stesso vale per la tomografia computerizzata.
  2. Ulteriori informazioni sono ottenute conducendo esami di risonanza magnetica (MRI). Determina le dimensioni, la forma e i contorni della ghiandola pituitaria. La risonanza magnetica è il metodo di indagine più sicuro. Permette di visualizzare l'area di studio in sezioni sottili di circa 1 mm. Questo metodo è ora disponibile per qualsiasi paziente.

Se identifichi uno dei tre sintomi, puoi parlare della sindrome stessa:

  1. La presenza di liquido cerebrospinale nella cavità della tasca. Allo stesso tempo, il ferro stesso ha dimensioni e forma normali.
  2. Sagging del diaframma nella cavità della tasca.
  3. Gambe che si assottigliano e si allungano. È attraverso di essa che l'ipotalamo è controllato sulla ghiandola pituitaria.

Assegnato ad un numero di esami del sangue: il contenuto di ormoni, analisi biochimiche. Lo studio prende sangue da una vena, i test vengono eseguiti a stomaco vuoto.

L'obiettivo è rilevare l'ormone T4 (tiroxina). È lui che è responsabile del normale funzionamento del sistema riproduttivo, regola il metabolismo, stimola il sistema nervoso. La tiroxina è prodotta dalla ghiandola tiroidea. L'anormalità di T4 indica processi infiammatori nella ghiandola pituitaria.

Puoi leggere di più su questa malattia, come un tumore pituitario, in un altro articolo.

trattamento

Non c'è un trattamento speciale. L'uso di farmaci progettati per eliminare i sintomi e non il trattamento della sindrome stessa. Un farmaco comune per tutti i pazienti non esiste, sono selezionati individualmente.

Il trattamento avviene a casa sotto la supervisione di un medico, con gravi disturbi in ospedale. Spesso vengono prescritti farmaci analgesici. Uno stile di vita sano molto importante, una corretta alimentazione.

L'intervento chirurgico viene eseguito solo in casi di emergenza:

  1. Il cedimento e la compressione dei nervi ottici, che provoca una violazione del campo visivo e minaccia una completa perdita della vista.
  2. Attraverso il fondo assottigliato, il fluido spinale penetra nella cavità nasale.

L'intervento chirurgico viene eseguito più spesso attraverso l'incisione del setto nasale. C'è un altro modo, attraverso la parte frontale. La via è traumatica, si applica solo se l'operazione attraverso il naso non porta i risultati desiderati. Dopo l'intervento chirurgico, viene prescritta la terapia ormonale.