Mal di testa sul lato destro della testa

Sclerosi

Il mal di testa (cefalea) è probabilmente il problema umano più comune nel 21 ° secolo e le sue cause sono molto diverse.

Il dolore unilaterale (destro o sinistro) è un problema meno comune nel mondo moderno, tuttavia, piuttosto frequente, questo fenomeno può essere causato, sia da cause minori che da grave patologia. Pertanto, è importante capire che l'insorgere di qualsiasi dolore alla testa non può essere lasciato alla deriva, ma è meglio consultare nuovamente il medico.

Ma oggi cercheremo di rispondere a queste domande: "Perché il mal di testa si fa più spesso male?", "Quali cause possono causare dolore alla parte sinistra o destra della testa?", "Perché fa male alla parte posteriore della testa?".

Fisiologia del mal di testa

Il sistema nervoso umano è una struttura evolutivamente molto sviluppata del corpo umano, che partecipa direttamente all'emergere di tale sensazione soggettiva come dolore, ma allo stesso tempo, NS è un sistema molto fragile.

Dolore nella parte posteriore della testa

La nascita del dolore avviene nei nocicettori (recettori del dolore), che si trovano in molti sistemi del corpo, quindi lungo le fibre nervose, l'impulso tende al cervello, dove tutte le informazioni vengono elaborate.

Il meccanismo di comparsa della cefalea:

  • i recettori del dolore sono completamente assenti nel cervello, quindi la prima cosa da capire è "il cervello non può ferire";
  • La cefalea si verifica solo quando è esposta ai nocicettori, che si trovano nei vasi delle meningi e nelle membrane stesse, nella bocca e nel naso, nelle matrici muscolari e nei plessi dei nervi della testa e del collo.

Cioè, si può concludere che il "campo per il verificarsi di mal di testa" è molto esteso e che molte cause sia interne che esterne possono causare cefalea. Inoltre, la cefalea può occupare non solo l'intera testa, ma copre anche le sue parti separate, che dipendono dal motivo alla base della sindrome cefalgica.

Cause della sindrome cefalea destra o sinistra nella parte posteriore della testa:

Gruppo I - cause associate al rachide cervicale:

  • SPA (sindrome dell'arteria vertebrale o emicrania cervicale) a destra o sinistra;
  • lesioni del rachide cervicale;
  • malformazioni congenite delle vertebre.

Gruppo II: cause che non hanno alcuna connessione con la colonna vertebrale:

  • infiammazione dei muscoli della testa o del collo - miosite;
  • Miogeles - una malattia che provoca l'ispessimento della massa muscolare, nelle persone la cosiddetta "deposizione salina";
  • ipertensione;
  • cambiamento in ICP (pressione intracranica);
  • ictus;
  • neurite e nevralgia del plesso occipitale, del trigemino o del nervo facciale.

SPA (emicrania cervicale)

L'incidenza di SPA ha raggiunto un alto livello tra la popolazione di diverse età e, ad oggi, secondo alcuni dati, circa i 2/3 delle persone hanno alcuni sintomi di emicrania cervicale.

Cause che causano la SPA:

  • restringimento del diametro del forame vertebrale, dove passa l'arteria vertebrale, in osteocondrosi, osteofiti;
  • varie lesioni delle vertebre e della testa;
  • anormalità congenita;
  • malattie dei dischi intervertebrali;
  • aterosclerosi e arteriosclerosi vertebrale;
  • aumento della pressione;
  • spasmi muscolari.

Manifestazioni della malattia

A causa dei molti e vari fattori che scatenano la malattia, il quadro clinico della malattia è molto poliedrico.

  • osteocondrosi, arteriosclerosi, aterosclerosi - come regola, un quadro dello sviluppo regolare della malattia, poiché queste patologie si sviluppano gradualmente e nel corso degli anni e la capacità di compensare la mancanza di afflusso di sangue nel corpo è molto alta. Nelle prime fasi, il dolore è intermittente, espresso leggermente, ed è solitamente localizzato nella parte posteriore della testa su entrambi i lati della testa. Man mano che la causa si sviluppa, i sintomi della cefalea si intensificano, il dolore sorge sempre più spesso e, di conseguenza, se non viene trattato, diventa insopportabile;
  • osteofiti - una caratteristica di questa malattia, è lo sviluppo di escrescenze ossee più spesso da un lato, da cui il dolore si verifica nella parte posteriore della testa a destra o sinistra;
  • aumento della pressione, gli spasmi muscolari sono caratterizzati da dolore parossistico, intermittente che si verifica nella parte posteriore della testa da un lato.

Tuttavia, SPA oltre al dolore occipitale è anche caratterizzata da diversi segni:

  • riflesso del dolore in altre parti della testa: tempia, presa per gli occhi, orecchio.
  • aumento della sensibilità della pelle sul sito del dolore;
  • pelle che brucia;
  • svenimento, vertigini, bagliori luminosi o nebbia davanti agli occhi, ronzio nelle orecchie, riduzione dell'acuità dell'udito e della vista, intorpidimento degli arti superiori, palato, lingua.

Come trattare?

Oltre alla terapia di qualsiasi malattia, il trattamento della SPA dipende dalle ragioni che lo causano e comprende un numero di metodi conservatori, operativi e fisioterapici.

  • farmaci anti-infiammatori non steroidei (meloxicam, celecoxib, nurofen);
  • antispastici (no-shpa, spazmolgon);
  • farmaci per la perfusione ematica cerebrale (trental, cinnarizina);
  • farmaci che riducono la carenza di ossigeno nel cervello e migliorano i processi metabolici (glicina, piracetam, preparati vitaminici).
  • rimozione delle crescite;
  • restauro delle vertebre;
  • plastica e smistamento di navi.
  • corsi di massaggio collo e colletto più volte all'anno;
  • trattamento manuale;
  • terapia fisica, ginnastica;
  • piscina;
  • Metodi hardware: elettroforesi, fonoforesi con analgesici.

Miosite cervicale

La miosite cervicale è una malattia infiammatoria che si manifesta in vari muscoli del collo (trapezio, sternocleidomastoideo).

  • ipotermia;
  • miosite sullo sfondo di una lunga permanenza nella posizione non fisiologica;
  • spasmo muscolare prolungato;
  • malattie infettive di diversa natura:
  1. batterica (tonsillite, tonsillite, febbre reumatica acuta);
  2. parassita (trichinosi).
  • malattie metaboliche (miosite gottosa, diabete mellito).
  • la sindrome del dolore asimmetrico, cioè il dolore sorge su un lato della testa, più spesso nella parte posteriore della testa;
  • forte dolore, peggio quando si gira la testa;
  • riflesso del dolore nei templi, nelle spalle e nell'orecchio;
  • nella miosite grave, si manifesta gonfiore del muscolo infiammato e della pelle sopra di esso.

Come trattare?

  • il primo è il trattamento della malattia sottostante, se esiste;
  • applicazione locale di unguenti (finalgon, deep-rileif);
  • farmaci anti-infiammatori (diclac, ibuprofene, meloxicam);
  • con eccessivo blocco del dolore del plesso nervoso novocaina;
  • antibiotici e farmaci antielmintici per la natura infettiva della malattia.

Miogelez

La miogilosi è una malattia caratterizzata dalla rinascita di una parte delle normali fibre muscolari nel tessuto connettivo (degenerazione ialina) sullo sfondo di una costante mancanza di flusso sanguigno nel tessuto muscolare.

  • ipotermia locale;
  • soggiorno prolungato nella postura sbagliata, di regola, per anni (la malattia di piloti, dentisti);
  • distorsioni di postura significative.
  • il più delle volte la malattia si verifica nella parte posteriore del collo ed è caratterizzata da dolore nella regione occipitale della testa;
  • l'asimmetria del dolore è talvolta possibile;
  • consolidamento locale del tessuto muscolare, rigidità e restrizione dei movimenti, o la sua completa assenza (contrattura).

Come trattare?

  • ripristino del flusso sanguigno nel muscolo nelle prime fasi della malattia - mantenimento della postura corretta, interruzioni nella ginnastica, massaggi e terapia manuale, sanguisughe, riscaldamento;
  • eliminazione dell'infiammazione, se presente, uso di unguenti con FANS;
  • antidolorifici con sindrome da dolore grave;
  • trattamento chirurgico in casi molto avanzati.

Cambiamenti nella pressione intracranica (ICP)

Parlando della connessione tra mal di testa e ICP, il più delle volte è pensato per aumentarlo - ipertensione endocranica.

Cause di ICP aumentato:

  • patologia del periodo di nascita e gravidanza (entanglement del cordone ombelicale, gestosi, travaglio prolungato);
  • malattie infettive del sistema nervoso centrale (infiammazione del cervello e delle sue membrane - encefalite, meningite);
  • infezioni di altri organi e sistemi (bronchite, otite media, mastoidite);
  • processi di volume nella testa (tumori, ematomi, ascessi);
  • assunzione di alcuni farmaci (anti-infiammatori steroidei, alcuni antibiotici, KOK);
  • ictus, emorragia subaracnoidea;
  • malattie metaboliche (obesità, diabete, patologia della tiroide e ghiandole surrenali).
  • più spesso cefalea senza una posizione specifica, la natura inarcata, tuttavia, con ictus e emorragie subaracnoidee, è possibile il dolore locale unilaterale, simile a un forte colpo alla testa, che può verificarsi in qualsiasi area (occipitale, temporale, parietale);
  • nausea, vomito;
  • vertigini, possibile perdita di coscienza;
  • visione, discorsi, udito alterati;
  • paresi / paralisi dei muscoli.

Come trattare?

  • antibiotici, diuretici, steroidi.
  • con formazioni voluminose nella testa.
  • massaggio;
  • elettroforesi;
  • idroterapia;
  • esercizio terapeutico

Neurite, nevralgia

La neurite è una sensazione dolorosa associata all'infiammazione dei tessuti nervosi.

Nevralgia - un dolore che si verifica senza infiammazione.

  • posizione scomoda prolungata del collo;
  • ipotermia;
  • osteocondrosi e osteoartrosi;
  • infezione;
  • diabete e gotta.

Manifestazioni di neurite e nevralgia del nervo occipitale:

  • dolore nella nuca di vari gradi di intensità (da lieve a molto grave, spesso sotto forma di sensazione di "sparare attraverso");
  • aumento del dolore durante la rotazione e inclinazione della testa;
  • dolore più spesso unilaterale;
  • aumento della sensibilità della pelle.

Come trattare?

  • trattamento farmacologico:
  1. farmaci unguenti locali con FANS;
  2. antidolorifici, antinfiammatori, farmaci anticonvulsivanti;
  3. blocco del plesso nervoso con desametasone, metipred, novocaina;
  • fisioterapia (massaggi, procedure di riscaldamento).
  • è necessario mantenere una postura normale e cambiare spesso la posizione durante il lavoro sedentario;
  • se possibile, osserva uno stile di vita vivace;
  • mangiare sano;
  • dormire almeno 8 ore al giorno;
  • ginnastica mattutina;
  • se possibile utilizzare materassi e cuscini speciali;
  • evitare brusche curve e inclinazioni della testa;
  • evitare l'ipotermia, bozze.

Mal di testa nella parte posteriore della testa: 3 commenti

Benvenuto! Non so cosa fare, aiuto! Un dolore insopportabile nella parte occipitale del cervello. Le malattie sistemiche non si ammalano, la pressione è normale.

Benvenuto! È necessario superare i test. I sintomi primari sono difficili da diagnosticare!

Mal di testa nella parte posteriore della testa, più a destra - ciò che provoca disagio

Un mal di testa nella parte posteriore della testa è lontano dal sintomo più piacevole, in quanto è spesso difficile determinare esattamente cosa fa male: la testa o il collo. La natura della cefalea nella parte posteriore della testa può essere variata, in quanto dipende completamente dalla causa della sindrome del dolore. Il dolore può essere noioso, opprimente, acuto, dolente o palpitante, costante o occasionale.

Le cause del dolore al collo e al collo sono molteplici.

Cause di mal di testa nella parte posteriore della testa

Perché mi fa male la testa dietro la testa? Il dolore alla nuca di destra o di sinistra può indicare molte malattie:

  • Patologia del rachide cervicale: osteocondrosi, spondilosi, emicrania cervicale.
  • Malattie infiammatorie dei muscoli del collo.
  • Stress cefalea
  • Nevralgia del nervo occipitale.
  • Ipertensione arteriosa
  • Alta pressione intracranica.
  • Eccessivo sforzo fisico.
  • Patologia dell'articolazione temporomandibolare e violazione del morso.
  • Stress frequente

Patologia del rachide cervicale

L'osteocondrosi cervicale è una malattia degenerativa manifestata da cambiamenti strutturali nei dischi intervertebrali. La cefalea alla nuca di destra o di sinistra è il sintomo principale della patologia e il dolore può irradiarsi in altre parti della testa - temporale o parietale. Le sensazioni spiacevoli sono notevolmente migliorate con qualsiasi, anche i movimenti minori della testa, e sono accompagnati da nausea e vertigini.

Osteocondrosi cervicale - una delle cause del dolore nella parte posteriore della testa

La progressione dell'osteocondrosi cervicale spesso porta allo sviluppo della sindrome vertebro-basilare - una condizione in cui l'afflusso di sangue al cervello è disturbato a causa della deformità dell'arteria vertebrale. I sintomi di questa patologia sono dolore nella parte posteriore della testa, tinnito, perdita dell'udito e scarsa coordinazione dei movimenti. Spesso, il paziente ha un oscuramento negli occhi e visione offuscata, nausea e vomito. Attacchi di forti capogiri creano una sensazione di movimento di oggetti attorno a una persona, e una forte inclinazione della testa indietro nei casi più gravi fa cadere il paziente verso il basso e priva brevemente la capacità di movimento.

L'emicrania cervicale è una conseguenza frequente dell'osteocondrosi del rachide cervicale. La malattia è caratterizzata da un intenso, acuto dolore nella nuca di sinistra o destra, che si estende alle tempie e alla fronte. Inoltre, il paziente avverte capogiri, tinnito e visione offuscata.

La spondilosi è una patologia della colonna vertebrale, espressa in alterazioni degenerative del tessuto osseo delle vertebre. A causa della formazione di escrescenze ossee, il volume dei movimenti della testa diminuisce, si manifesta una sensazione di rigidità, i pazienti lamentano un dolore dolorante costante nella parte posteriore della testa, a volte diffondendosi alle tempie e dietro gli occhi. Qualsiasi movimento nella regione cervicale provoca un aumento del dolore e, pur mantenendo una posizione fissa, il dolore gradualmente scompare. Caratterizzato da disturbi del sonno dovuti a dolori costanti nella parte posteriore della testa.

miosite

La miosite cervicale, o l'infiammazione dei muscoli del collo, si verifica più spesso dopo ipotermia, lesioni o sovraccarico cronico associati a una prolungata posizione scomoda del corpo. Una caratteristica caratteristica della miosite è l'asimmetria del dolore - il dolore può essere più intenso sul lato destro o sinistro, per dare alla parte posteriore della testa o delle spalle.

Stress cefalea

Il cranio di una persona è coperto da un cosiddetto cuoio capelluto, o da uno strato denso di tessuto connettivo e muscoli. Spesso, a causa di un prolungato lavoro fisico o quando il corpo è in una posizione per lungo tempo, c'è una forte tensione nelle fibre muscolari del collo e del cuoio capelluto, con conseguente dolore pressante che copre la testa da tutti i lati, che si estende alla fronte, alle tempie e all'occipite. La causa del dolore è associata ad un insufficiente apporto di sangue ai muscoli tesi. La mancanza di una normale circolazione sanguigna contribuisce all'accumulo di prodotti tossici del metabolismo, che persistono per lungo tempo, quindi la testa fa male a lungo. Il dolore nella parte frontale e temporale della sovratensione muscolare moderata, il paziente mantiene la capacità di lavoro quotidiano. La caratteristica principale del dolore è permanente; mal di testa senza attacchi acuti di amplificazione o pulsazione.

Nevralgia del nervo occipitale

L'infiammazione del tronco nervoso è spesso una conseguenza della patologia della divisione vertebrale e provoca il dolore nella parte posteriore della testa. La malattia è caratterizzata da cefalea intensa, spesso lancinante, che si manifesta parossisticamente. Sensazioni dolorose diffuse all'orecchio, schiena, collo, movimenti affilati della testa provocano l'emergere di un nuovo attacco. Tra gli scoppi di dolore, i pazienti notano un dolore pressante nella parte posteriore della testa.

Aumento della pressione sanguigna

A volte un mal di testa è l'unico sintomo di alta pressione sanguigna.

La cefalea nella parte posteriore della testa è un frequente compagno di ipertensione e ha una natura pulsante e arcuata. Spesso la sindrome del dolore si verifica immediatamente dopo il risveglio e persiste fino alla sera.

Oltre al dolore nella parte posteriore della testa, i pazienti hanno debolezza generale, vertigini, "vola" davanti agli occhi, nausea o vomito, dopo di che il paziente avverte un notevole sollievo.

Alta pressione intracranica

Normalmente, il volume del liquido cerebrospinale, che riempie i ventricoli del cervello e lo spazio spinale, viene mantenuto ad un livello costante. Vari fattori, come i casi regolari di ipertensione, malattie infettive e infiammatorie del cervello e del midollo spinale, lesioni alla testa contribuiscono ad aumentare la produzione di liquido cerebrospinale, con conseguente aumento della pressione intracranica. Un eccesso di liquido cerebrospinale si estende le pareti dei ventricoli, si verifica una compressione del tessuto cerebrale circostante e vi è un mal di testa pressante nella parte posteriore della testa.

Esercizio eccessivo

L'intenso sforzo fisico in una persona non preparata può causare mal di testa. I muscoli dello spasmo si sovrappongono al lume dei piccoli vasi sanguigni, rendendo difficile il flusso di sangue alla testa, con conseguente cefalea. La localizzazione della cefalea in questo caso può essere diversa: nella regione del collo, delle tempie, della fronte, è possibile la diffusione del dolore su tutta la superficie del cranio.

Il sovraccarico fisico può causare mal di testa.

Patologia dell'articolazione temporo-mandibolare

Varie deformità della testa articolare, del disco o della cavità portano alla rottura del normale rapporto delle strutture articolari e della disfunzione articolare, a seguito della quale il paziente può provare dolore, in alcuni casi esteso alla regione occipitale e temporale. Oltre al dolore, ci sono altri sintomi: sgranocchiare durante la masticazione, restringere l'apertura della bocca, gonfiore dell'area articolare.

Dolore alla nuca della destra

Le persone che soffrono di dolore occipitale, spesso hanno accusato il loro aspetto in una brutta campagna, stanchezza fisica o stress nervoso. La ragione potrebbe mentire, e in questo caso, se il dolore sul lato destro della parte posteriore della testa è raro, non sono accompagnati da sintomi di natura patologica e il dolore scompare dopo il riposo o il sonno. Ma se il dolore alla nuca inizia a essere disturbato regolarmente, appare improvvisamente e rapidamente cresce, mentre si sviluppa da un lato, per esempio, sulla destra, quindi è necessario consultare un medico e sottoporsi a una visita medica.

Perché fa male la parte posteriore della testa sul lato destro, i motivi

Nella maggior parte dei casi, il dolore del lato destro nell'area occipitale segnala che il processo infiammatorio che interessa le strutture cerebrali, il sistema nervoso, vascolare o vertebrale, si sviluppa da questo lato destro. La parte posteriore della testa può ferire a destra nelle seguenti malattie e condizioni:

  1. Osteocondrosi cervicale - il dolore a lato destro in questa malattia appare nei casi in cui le vertebre cervicali deformate comprimono i vasi spinali da un lato (a destra). Come risultato di ciò, il flusso sanguigno attraverso di loro viene disturbato, il che può provocare un attacco di ipertensione e dolore occipitale pulsante e arcuato.
  2. Nevralgia (neurite) del nervo occipitale - acuta, dolore da tiro su un lato della parte occipitale si verifica a causa di un processo infiammatorio che colpisce le fibre del nervo occipitale. La causa della patologia può essere l'ipotermia, la postura scomoda e la tensione nervosa.
  3. Miogeloz cervicale lato destro - sullo sfondo della degenerazione patologica del tessuto muscolare in un paziente dallo sviluppo della malattia, vi è una sensazione di rigidità nella regione cervicale, ispessimento sottocutaneo doloroso in quest'area e dolore occipitale che non scompare nemmeno durante il periodo di riposo.
  4. Sindrome dell'arteria vertebrale - la pressione e il dolore arcuato nella parte posteriore della testa compaiono durante la spremitura e l'infiammazione delle arterie vertebrali. Il dolore nella maggior parte dei casi è unilaterale. Ad esempio, il dolore al lato destro è sentito con un'arteria sul lato destro.
  5. Ipertensione: una pressione elevata può anche provocare dolore occipitale destro, se il restringimento patologico dei vasi cerebrali è osservato sul lato destro.
  6. Emicrania cervicale - così come per l'emicrania classica, dolore unilaterale, grave e intenso sono caratteristiche di questa forma della malattia. L'osteocondrosi cervicale, l'ipertensione arteriosa, il sidro post-traumatico possono essere la causa della patologia.
  7. Pressione intracranica - il dolore, specialmente al mattino, può coprire l'intera parte posteriore della testa o localizzarsi a destra. In quest'ultimo caso, la causa degli attacchi dolorosi è il restringimento patologico dei canali del fluido cerebrospinale a destra, con il risultato che il fluido che lava il cervello si accumula e crea pressione.
  8. Miosite cervicale - una malattia che è accompagnata da dolore unilaterale nella parte posteriore della testa, a causa di infiammazione dei muscoli del collo causata da correnti d'aria, ipotermia, infezioni virali e purulente.

Per sbarazzarsi del dolore occipitale a destra causato da una delle malattie descritte, è necessario trattare il processo patologico in una fase precoce, impedendo in tal modo il verificarsi di conseguenze spiacevoli in futuro.

Possibili trattamenti

Le cause di dolore fastidioso nella parte posteriore della testa dovrebbero essere eliminate in una fase precoce con l'aiuto di misure farmacologiche, altrimenti la loro intensità aumenterà solo. A seconda della natura dell'origine del dolore, al paziente possono essere prescritti i seguenti tipi di trattamento:

  • Farmaci analgesici e antinfiammatori (Nimesil, Diclofenac, Nurofen, Imet) - se il dolore occipitale è causato da un processo infiammatorio acuto.
  • Rilassanti muscolari (Tizarlud, Mydocalm) - per alleviare il tono muscolare.
  • Farmaci nootropici (Piracetam, Fenotropil) - per ripristinare le fibre nervose e migliorare il lavoro del sistema nervoso centrale.
  • Soluzioni di riscaldamento e unguenti (Menovazin, Diklak-Gel) - per alleviare i processi infiammatori causati da miosite, neurite del nervo occipitale.
  • Il classico massaggio riscaldante è indicato per la sindrome del dolore causata dalla deformazione delle vertebre cervicali (osteocondrosi o miogelosi).
  • Massaggio manuale - prescritto per la correzione della colonna vertebrale e quindi il rilascio di vasi schiacciati.
  • Osteopatia cranica - indicata per normalizzare il deflusso del liquido cerebrospinale, se il dolore occipitale è innescato dall'ipertensione endocranica.
  • Le procedure di fisioterapia (elettroforesi, UHF, magnetoterapia) - sono efficacemente utilizzate insieme alla terapia farmacologica per alleviare l'infiammazione acuta.
  • Agopuntura - prescritta per grave infiammazione dei nervi occipitali in assenza di sensibilità cutanea in questa parte della testa.
  • Digitopressione - per alleviare il dolore e rilassare i muscoli.

Un trattamento farmacologico completo, costituito dalle tecniche descritte, è prescritto da un neurologo o vertebrologo dopo un esame dettagliato. L'auto-trattamento in questi casi non solo non aiuterà ad alleviare la condizione, ma aumenterà anche significativamente il rischio che la malattia entri nella fase cronica.

Mal di testa nella nuca di destra

Il mal di testa nella parte posteriore della testa non deve essere ignorato. Può presentarsi come un sintomo indipendente o come un satellite di malattie. Un dolore acuto unilaterale alla base della destra, spesso una manifestazione di malattie della colonna vertebrale, del sistema nervoso e vascolare, a volte indica la presenza nel paziente di alterazioni anormali nel cervello. Ma non sempre il dolore nella parte posteriore della testa a destra indica patologia, può essere un banale superlavoro, mancanza di sonno o stress. Nel caso di un dolore sistematico a lungo termine, non devi posticipare la visita al medico e lasciare che tutto vada da solo. L'intervento di un professionista qualificato aiuta a prevenire possibili conseguenze e complicazioni.

contenuto:

Quando il dolore del lato destro può comparire nella parte posteriore della testa

Il dolore del lato destro nella regione del collo appare a seconda delle patologie e dei fattori che sono presenti nel corpo. Ha una serie di ragioni per il suo verificarsi.

Il dolore alla nuca del lato destro può essere diviso in due gruppi:

  1. Malattie causate dal rachide cervicale.
  2. Malattie non correlate alla regione cervicale.

Il dolore alla nuca del lato destro può essere causato da alcuni fattori, ad eccezione del fatto che è possibile eliminare la cefalea (mal di testa). Questi includono:

  • stress mentale;
  • sonno povero;
  • eccessiva tensione nei muscoli del collo;
  • abuso di cibo affumicato e cibo piccante;
  • alto consumo di alcol;
  • il fumo;
  • abuso di cioccolato.

Emicrania cervicale

Emicrania cervicale è uno dei fattori più frequenti che causano dolore nella zona del collo sul lato destro. Il cervello entra nel sangue attraverso due arterie appaiate - carotide e vertebrale. Più spesso, i processi patologici si verificano, vale a dire, nell'arteria vertebrale, a causa di una serie di ragioni, causare disturbi del flusso di sangue al cervello e provocare vasocostrizione e vasospasmo. L'emicrania cervicale è un complesso di sintomi caratterizzati da dolore acuto al collo e al collo, solitamente unilaterale. L'emicrania è accompagnata da squilibrio, nausea e vomito. Qualsiasi malattia associata alla patologia nell'arteria vertebrale destra e nella colonna vertebrale cervicale può causare dolore alla nuca del lato destro. Ad esempio, ad esempio:

  • La prima e la seconda vertebra cervicale, colpite da osteocondrosi, spesso provocano dolore unilaterale alla testa, incluso il lato destro dell'occipite.
  • Il dolore severo causa l'artrosi. Cambiamenti distruttivi nella colonna vertebrale, provocano pizzicotti.
  • Lesioni traumatiche
  • Anomalie congenite.
  • L'eccessiva mobilità e instabilità del collo è un fattore stimolante per spremere il midollo spinale e porta a un'elevata pressione intracranica.

L'emicrania cervicale può non essere sempre associata a malattie della colonna vertebrale. Spesso, è causato da anomalie nelle arterie, lesioni causate da una forte deflessione del collo indietro, miosite.

Le principali malattie associate al rachide cervicale

Lesioni al collo. Molto spesso, un infortunio al collo può essere causato da immersioni infruttuose, da cadute da un'altezza o da incidenti automobilistici. Danni a muscoli, tendini, legamenti e vertebre del collo possono causare gravi dolori alla parte posteriore del collo, oltre a sintomi di vertigini, perdita di sensibilità, compromissione della funzione motoria.

L'osteocondrosi cervicale è una malattia molto comune che spesso causa mal di testa nella parte posteriore della testa. Bassa attività fisica, alterazioni delle funzioni metaboliche del corpo, cattiva alimentazione - tutti questi fattori contribuiscono allo sviluppo di questa patologia. Causa anche lesioni traumatiche, ereditarietà e reumatismi. La violazione dei processi metabolici nella colonna vertebrale porta ad una perdita di elasticità dei dischi intervertebrali. Può causare dolore al collo e al collo sul lato destro, vertigini e intorpidimento agli arti.

Le anomalie congenite delle vertebre cervicali, che possono causare dolore alla nuca del destro, sono:

  • Iperplasia della prima vertebra cervicale (Atlanta). Con questa anomalia si sviluppa spesso l'artrosi delle articolazioni del collo e il processo articolare può premere sull'arteria vertebrale. Di conseguenza, il dolore si sviluppa nella parte posteriore della testa, che spesso dà sul lato destro della testa.
  • Lo spostamento delle vertebre del collo si riferisce anche a anomalie congenite o lesioni che sono state ricevute durante il parto. Con questa diagnosi, non è raro che il dolore compaia nella parte posteriore della testa a destra, estendendosi nella scapola, braccio e braccio con lo stesso nome.

Principali malattie non correlate alla colonna vertebrale

Miosite destra La miosite cervicale provoca infiammazione nei muscoli. In questa malattia, il collo e il collo sul lato destro possono ferire. C'è dolore quando ci si muove nell'area dei muscoli interessati, la temperatura sale.

Miogelosi del collo a destra. Spesso è una complicazione dopo la miosite del collo. Il paziente si lamenta che la parte occipitale della testa sul lato destro fa male. Il muscolo infiammato non può essere rilassato, appaiono rossore e febbre. A volte il dolore si verifica nell'occhio destro.

La nevralgia occipitale destra è caratterizzata da un forte dolore "sparante" nell'occipite sul lato destro. Tra i fattori che causano questa nevralgia sono l'osteocondrosi, una lunga permanenza in una posizione innaturale, una prolungata esposizione al freddo.

La neurite del lato destro è un'infiammazione nel tessuto nervoso. Con questa diagnosi, i pazienti si lamentano che la parte posteriore della testa sul lato destro fa male. Intorpidimento si verifica nella zona interessata, nausea e disturbi visivi.

L'ipertensione è un attacco sistematico di ipertensione arteriosa. Molte cause che causano l'ipertensione. Molto spesso, tutto questo è patologia cardiovascolare. In questa malattia, il paziente si lamenta di acufeni, nausea, vertigini, mal di cuore e mal di testa nella regione dell'occipite, destra o sinistra. Il dolore può coprire l'intera parte posteriore della testa.

Un ictus è una violazione acuta della circolazione cerebrale. L'ipertensione, l'aterosclerosi, l'ereditarietà, la trombosi e molte altre cause possono provocare ictus. Una malattia così grave richiede assistenza immediata. La parte del cervello che ha sofferto di un ictus può rimanere senza afflusso di sangue per un tempo molto breve. Un aiuto tempestivo adeguato salverà la vita del paziente e ridurrà al minimo tutte le possibili conseguenze.

È necessario conoscere i sintomi iniziali di un ictus per riconoscerli, se ci sono fattori di rischio, o altri, e consultare immediatamente un medico

I sintomi iniziali di un ictus includono:

  • Mal di testa acuto, che copre l'intera testa. A volte, si sente dolore nella parte posteriore della testa, sul lato destro o sinistro.
  • Disorientamento nello spazio o perdita di coscienza.
  • Vertigini gravi, vomito.
  • Intorpidimento del viso e altre parti del corpo, paralisi.
  • Alzando entrambe le mani verso l'alto - può cadere.
  • Cercando di sorridere e sollevare gli angoli delle labbra, un lato non si alza.

Per una ulteriore prognosi positiva dell'ictus, ricorda l'esatto momento della comparsa dei sintomi.

diagnostica

Quando i dolori si verificano nella parte posteriore della testa, è necessario consultare un neurologo o un medico generico. Dopo l'esame, il medico può raccomandare questi tipi di test:

  • Per escludere patologie del cervello, dovrebbe essere eseguita una risonanza magnetica.
  • Per comprendere le condizioni del rachide cervicale, sarà consigliata anche una risonanza magnetica.
  • Per identificare anomalie nei vasi del collo e della testa, deve essere eseguita l'angiografia.
  • Un esame del sangue dettagliato generale fornirà informazioni sulle condizioni del paziente. Aiuterà a identificare la presenza del processo infiammatorio e capire in quale stadio si trova l'infiammazione, acuta o cronica.
  • L'analisi delle urine mostrerà le condizioni dei reni. A volte la patologia dei reni può essere asintomatica, ma causare un aumento della pressione sanguigna.
  • Per valutare il lavoro del cuore, dovresti fare un cardiogramma. Le cardiopatie possono causare ipertensione e dolori nella parte posteriore della testa.
  • Per valutare il cervello, fai un encefalogramma.
  • Per valutare le condizioni generali di tutto il corpo, viene eseguita l'ecografia di tutti gli organi dell'addome e dei reni.

prevenzione

Per il trattamento di un tale sintomo come un dolore lato destro nella parte posteriore della testa e l'eliminazione delle cause, è necessario, in primo luogo, capire come è causato dalla malattia. Per fare questo, devi sottoporti ad un esame. Se non sono state identificate patologie gravi e potenzialmente letali, dopo aver rimosso i sintomi acuti del dolore, è possibile pensare alla prevenzione in modo che la possibilità di riportare la malattia sia minima. L'assistenza sostanziale nella lotta contro il dolore associato a lesioni del rachide cervicale, così come i disturbi vascolari, può essere il nuoto. I suoi vantaggi sono:

  • Forma il corsetto muscolare di tutta la colonna vertebrale, compreso quello cervicale.
  • Aiuta a ripristinare le vertebre che si sono spostate.
  • Rilassa i muscoli e i nervi spasmodici.
  • Normalizza il flusso sanguigno.
  • Migliora il metabolismo.
  • Calma il sistema nervoso.

E questo non è tutti gli aspetti positivi del nuoto. Quando il corpo è nell'acqua, non sente un forte carico. L'ambiente acquatico supporta e consente di rafforzare i muscoli senza eccessiva pressione sulla colonna vertebrale e sulle articolazioni. Nuotare in combinazione con il regime giornaliero corretto e una dieta sana contribuirà notevolmente a migliorare qualsiasi condizione associata al mal di schiena destro.

Cause di dolore nella parte posteriore destra della testa

La cefalea (mal di testa) è spesso associata a un cambiamento di condizioni meteorologiche, stress o attività fisica eccessiva. Tuttavia, se una persona ha un dolore regolare nella parte posteriore della testa a destra, allora possiamo parlare di una certa specificità di questo sintomo. In altre parole, i motivi che lo hanno provocato non sono inclusi nelle serie abituali e, a seconda delle caratteristiche della sindrome del dolore emergente, si può presumere che ci siano patologie che richiedono esame e trattamento sotto la supervisione di uno specialista.

motivi

Il mal di testa occipitale che si verifica sul lato destro è di solito un sintomo di infiammazione del cervello e delle strutture spinali, del tessuto vascolare o dei nervi. Queste condizioni patologiche portano allo sviluppo di molte malattie:

  1. Neurite del nervo occipitale.
    L'infiammazione delle fibre nervose provoca un disagio pronunciato (lombalgia) sul lato destro della parte posteriore della testa. Il resto del tempo il paziente ha un dolore sordo. Quando la testa è inclinata, queste sensazioni si intensificano, all'interno del cranio inizia a "sparare". La neurite si verifica sotto l'influenza di diversi fattori: grave tensione nervosa, ipotermia, prolungata permanenza in una posizione scomoda.
  2. Danno meccanico
    Le sensazioni dolorose derivano sia da un normale nodulo, sia da lesioni più gravi alla testa e alla colonna vertebrale. Non meno impatto sulla salute umana ha la presenza di anomalie congenite della colonna vertebrale e del sistema nervoso centrale.
  3. SPA (sindrome delle arterie vertebrali).
    L'infiammazione delle arterie vertebrali su tessuti adiacenti, che porta alla comparsa di sensazioni di archi nella parte destra del collo. Quando una persona ha SPA, è molto stordito, la vista e l'udito si deteriorano (l'acufene è possibile). In alcuni casi, si manifestano intorpidimento della lingua e del palato e il dolore inizia a dare al lobo temporale, alle orecchie o agli occhi, creando una sensazione di bruciore. Con attacchi particolarmente gravi, il paziente può svenire.
  4. Miogelosi cervicale (a destra).
    La malattia porta alla degenerazione muscolare nella regione cervicale (sostituendoli con tessuto connettivo), che provoca una sensazione di rigidità sul sito di lesione, in altre parole, spasmo. Inoltre, sotto la pelle si formano foche, toccando che provoca disagio, e mal di testa non si fermano anche durante il sonno. Le sensazioni spiacevoli sono aggravate girando la testa. Nei casi più gravi, lo sviluppo della contrattura è possibile (limitazione dei movimenti articolari passivi).

È sicuro giudicare la presenza di una delle suddette patologie solo dopo aver consultato uno specialista e aver effettuato un esame completo.

Trattamento tradizionale

Qualsiasi malattia è preferibile da trattare nelle prime fasi del suo sviluppo. Questo aiuta a prevenire il verificarsi di complicazioni e ripristinare rapidamente il benessere del paziente.

Per dolori o altri dolori dietro il cranio, vengono utilizzati i seguenti metodi di trattamento:

  1. Assunzione di farmaci:
    ◦ analgesici e / o farmaci antinfiammatori;
    ◦ antibiotici;
    Relax miorilassanti (farmaci che favoriscono il rilassamento muscolare);
    ◦ nootropici (farmaci la cui azione è volta a mantenere il sistema nervoso centrale, rinforzando e ripristinando le fibre nervose);
    ◦ farmaci antielmintici;
    ◦ complessi vitaminici.
  2. L'uso di mezzi per uso esterno: gel e unguenti (particolarmente adatto per miosite e neurite).
  3. Massaggi regolari:
    ◦ riscaldamento (usato per miogelosi e osteocondrosi);
    ◦ manuale (se è necessaria la correzione della colonna vertebrale per normalizzare l'afflusso di sangue).
  4. Osteopatia cranica (consente il recupero della corrente CSF con aumento della pressione intracranica).
  5. Fisioterapia (magnetoterapia, UHF, elettroforesi).
  6. Hirudotherapy.
  7. Ginnastica.
  8. Trattamenti dell'acqua
  9. Agopuntura (il più delle volte usato in presenza di infiammazione e perdita di sensibilità della pelle situata sotto i capelli).
  10. Agopuntura (allevia il dolore e rilassa i muscoli).
  11. Chirurgia (shunt vascolare, eliminazione delle formazioni, ripristino della forma delle vertebre).

Terapia domiciliare

Per aiutare il paziente a casa, prendere le misure più sicure e accettabili:

  • applicare un unguento per il riscaldamento sull'area problematica;
  • suggerire l'assunzione di una pillola analgesica (ibuprofene, nimesil);
  • preparare una camomilla calmante o un tè alla menta.

Durante l'esacerbazione è controindicato l'esecuzione di massaggi e procedure di riscaldamento, poiché ciò potrebbe aggravare le condizioni del paziente.

Indipendentemente dai sintomi che accompagnano, un dolore acuto nella parte posteriore della testa non può essere tollerato per più di 7 giorni, e non è raccomandato l'automedicazione. Per superare il problema con certezza e senza conseguenze, è necessario identificare immediatamente la causa esatta del dolore, dopo aver subito un esame, in base ai risultati dei quali lo specialista farà una diagnosi. Insieme a questo, è importante soddisfare tutte le prescrizioni del medico curante.