Dolore occipitale e vertigini

Emicrania

Spesso nella vita di una persona c'è dolore alla parte posteriore della testa o al collo, che può essere accompagnata da vertigini. Tali sensazioni possono essere innescate da vari fattori, e ogni persona può sperimentare diverse manifestazioni del dolore: qualcuno sente dolore ai muscoli e alcune persone sentono pressione. La severità di bruciare più spesso sentita che si verifica all'interno. Tali sensazioni diverse si manifestano perché le ragioni che provocano dolore nella nuca di ogni persona sono individuali.

Ciò che provoca dolore nella parte posteriore della testa

Secondo i dati statistici, nel 90% dei casi su 100 il dolore nella regione cervico-occipitale della testa, che accompagna lievi capogiri, è causato dalle seguenti malattie:

  • osteocondrosi cervicale - una malattia abbastanza comune che, senza ricevere un trattamento adeguato, entra nell'emicrania cervicale;
  • altri "analoghi" della malattia - scoliosi (curvatura della colonna vertebrale), spondilosi (alterazioni degenerative-distrofiche nelle vertebre e nei dischi intervertebrali), spondilite;
  • ipotermia, che allunga o sovrasta i muscoli situati nella parte posteriore della testa e del collo;
  • malattia infiammatoria del nervo occipitale (neurite);
  • l'ipertensione, in cui una persona ha la pressione alta, spesso accompagna le vertigini;
  • stress e superlavoro;
  • morso errato o problemi con l'articolazione mandibolare;
  • commozione cerebrale.

Ora soffermiamoci su ciascuna delle cause che possono causare mal di testa e dolore al collo e vertigini.

Osteocondrosi cervicale

Di solito è diagnosticato in persone di età matura, e il suo aspetto e lo sviluppo è dovuto alla presenza di sali in sospeso, cambiamenti nella forma delle articolazioni o spostamento dei dischi intervertebrali. Il sintomo di questa malattia si manifesta come sensazione di pesantezza, costante dolore al collo e al collo, e quando si gira la testa da un lato all'altro, a volte iniziano le vertigini e il dolore aumenta.

Fai attenzione! Nel caso in cui a queste sensazioni non venga data la dovuta attenzione e l'osteocondrosi cervicale non sia curata, può svilupparsi la sindrome vertebro-basilare, o, in termini semplici, vertigini persistenti e nausea.

Inoltre, una persona può deteriorare la vista e l'udito, apparire fischi nelle orecchie o vomitare. Alla fine il collo smette di muoversi normalmente e il dolore nella parte posteriore della testa si trasforma in un'emicrania dolorosa.
Il prossimo tipo di malattie spinali è la spondilosi cervicale, in cui compaiono gli osteofiti - escrescenze ossee che comprimono le radici nervose, i vasi e il midollo spinale. Oltre alla manifestazione di dolore nella parte posteriore della testa, le persone che soffrono di questa malattia hanno funzioni motorie alterate - per esempio, si sentono pesanti quando cercano di piegarsi in avanti, girarsi e anche quando sono seduti su una sedia, mantenendo la schiena dritta. Sono le persone che siedono tutto il giorno davanti al monitor, la guida (e altri lavoratori che non hanno attività fisica, sono suscettibili alla comparsa di malattie della regione cervicale in loro).

ipertensione

Anche nei bambini piccoli nel nostro tempo ci sono salti e ipertensione arteriosa. Spesso, a causa di tali interruzioni, c'è un dolore nella parte posteriore della testa, la pressione dall'interno e le vertigini, aggravata quando si tenta di alzarsi rapidamente dal letto o da una sedia o girare la testa.

Per combattere questa malattia dovrebbe iniziare il più presto possibile, prendendo farmaci da alta pressione sanguigna e allergie, così come gli ormoni bloccanti, ma solo prescritti da un medico e sotto la sua supervisione. Devi seguire una dieta, mangiare cibi che non contengono grandi quantità di colesterolo o zucchero. Ogni giorno, se consentito dal medico curante, è necessario esercitare, più spesso essere sulla strada e muoversi di più.

Malattie dei muscoli del collo

Molte persone sono spesso suscettibili a una tale malattia come la miosite cervicale (quando i muscoli sono superraffreddati o infiammati), che possono causare dolori dolorosi nella parte posteriore della testa. In questo caso, le vertigini non infastidiscono e può iniziare a far male se giri la testa a destra oa sinistra.

Un'altra forma è il miogeloz cervicale, che provoca sensazioni dolorose, che si irradiano alla parte posteriore della testa e delle spalle e che appaiono a causa di una insufficiente circolazione sanguigna nei muscoli del collo e nella parte posteriore della testa.

Neurite e nevralgia

Un'anomalia comune che è sorta a causa dell'osteocondrosi o della miosite cervicale sopra descritta è la nevralgia (processo infiammatorio) del nervo principale situato nella nuca. Il dolore in questo caso è doloroso e onnicomprensivo, si trasforma nella mascella, nelle orecchie, nella regione dei templi e si avverte anche nella regione degli occhi. Allo stesso tempo, quando una persona si alza rapidamente, tossisce o gira la testa, spesso ci sono colpi.

Come distinguere una malattia neurologica dagli altri? Molto semplice - rispetto alle malattie dei muscoli o delle ossa, in questo caso, la pelle sulla parte posteriore della testa diventa molto sensibile.

Altri fattori

Considera alcuni altri fattori che possono causare vertigini o pesantezza nella parte posteriore della testa. Tali fattori possono essere malattie cardiache, una condizione prima di un ictus o spasmi arteriosi. In questo caso, il dolore nella parte posteriore della testa aumenta con il flusso di sangue, l'aumento della pressione o lo sforzo fisico. Il dolore associato a un aumento dello sforzo fisico o dello stress è complesso ed è anche causato da patologie vascolari, sovraccarico muscolare, deformità delle vertebre cervicali o persino sovraccarico cerebellare.

Ci sono casi in cui un dolore spiacevole nella regione occipitale della testa provoca aritmia cardiaca. Un morso anormale può anche causare una sensazione di dolore sordo, ma in questo caso non compaiono nel collo e nella parte occipitale della testa, ma nelle orecchie o nella mascella. Al fine di semplificare la diagnosi del medico, descrivi in ​​dettaglio i tuoi sentimenti e, molto probabilmente, non avrai bisogno di effettuare ulteriori diagnosi.

Nel caso in cui il medico abbia difficoltà a formulare una diagnosi sulla base delle possibili ragioni sopra elencate, può inviare al paziente una diagnosi, in particolare, per la risonanza magnetica del reparto cerebellare, che contribuirà ad eliminare la presenza di processi infiammatori, tumori o patologie vascolari.

Trattamento cardiaco

directory online

Dolore sordo alla nuca di vertigini

Probabilmente ogni persona almeno una volta nella sua vita ha vissuto

dolore nella parte posteriore della testa, o nella parte superiore del collo adiacente al collo. La natura di questo dolore è diversa per persone diverse: il dolore può essere acuto, opaco, opprimente, palpitante, doloroso, costante o episodico.

Ciò è dovuto a diversi fattori, diverse malattie che causano mal di testa nella parte posteriore della testa. Indipendentemente dalla causa, il mal di testa di una tale posizione è sempre estremamente doloroso e una persona vuole liberarsene immediatamente. Ma il metodo di liberazione è strettamente correlato alla causa del dolore nella parte posteriore della testa. Quali sono queste ragioni?

Cause di mal di testa nella parte posteriore della testa Le seguenti malattie e condizioni possono causare il dolore nella parte posteriore della testa:

  • malattie del rachide cervicale (osteocondrosi, emicrania cervicale, spondilite, spondilosi, ecc.);
  • malattie dei muscoli del collo (miosite, miogeloz);
  • nevralgia del nervo occipitale;
  • ipertensione (pressione alta);
  • aumento della pressione intracranica;
  • spasmo di vasi cerebrali;
  • lunga permanenza in una posizione scomoda;
  • tensione muscolare eccessiva durante l'esercizio;
  • malocclusione e malattie delle articolazioni temporo-mandibolari;
  • condizioni stressanti.

Caratteristiche del dolore al collo a varie malattie Osteocondrosi cervicale Questa malattia associata a un cambiamento nella struttura dei dischi intervertebrali è accompagnata da un costante dolore alla nuca, alle tempie e al collo. I dolori sono spesso accompagnati da nausea e vertigini. Quando la testa si muove, quando la testa si inclina, il dolore aumenta.

L'osteocondrosi può provocare l'insorgenza della sindrome vertebro-basilare. In questo caso, il dolore nella parte posteriore della testa è combinato con acufene, perdita dell'udito, compromissione della coordinazione nello spazio. Spesso c'è una sensazione di "velo" davanti agli occhi, doppia visione degli oggetti negli occhi. Frequenti forti vertigini, quando il paziente sente che la stanza ruota attorno a lui. La combinazione di dolore nella parte posteriore della testa con singhiozzo, nausea e vomito è anche caratteristica della sindrome vertebrobasilare.

Quando si gira indietro o si gira bruscamente la testa, un paziente con questa malattia cade improvvisamente e perde la capacità di muoversi per un po '. La coscienza è salvata.

In presenza di osteocondrosi cervicale, si può sviluppare una cosiddetta emicrania cervicale. In questa malattia, il paziente ha un dolore acuto nella metà destra o sinistra del collo, quindi si estende verso l'area del tempio e della fronte. Allo stesso tempo compaiono vertigini, acufeni, annerimento degli occhi o offuscamento del campo visivo.

, derivanti dalla rinascita del tessuto legamentoso attaccato alle vertebre nel tessuto osseo. Crescono le ossa sulle vertebre, la mobilità del collo peggiora, i pazienti si lamentano di "rigidità" durante i movimenti della testa. Ci sono dolore persistente o prolungato nella parte posteriore della testa, a volte si estende alle orecchie e agli occhi.

Quando si gira, si piega e qualsiasi movimento della testa, il dolore si intensifica, ma anche in posizione stazionaria non scompaiono. I pazienti del sonno sono disturbati a causa di dolori al collo e al collo.

Questa malattia si sviluppa nelle persone anziane e in quelle il cui lavoro è associato a una situazione sedentaria forzata.

spesso accompagnato da pulsazioni, dolori arcuati nella parte posteriore della testa. Spesso, il paziente avverte dolore quando si sveglia presto la mattina. Mal di testa occipitale con

può essere accompagnato da vertigini, sensazione di pesantezza alla testa, debolezza generale,

. Quando la testa è inclinata, il dolore nella parte posteriore della testa aumenta. Spesso il mal di testa con ipertensione è alleviato dopo il vomito, che si verifica all'improvviso, senza precedente nausea.

Con questo nome si intende l'infiammazione dei muscoli del collo causata da

o una lunga permanenza in una posizione scomoda. Il sintomo principale della malattia è il dolore al collo durante i movimenti (piegamento, rotazione) della testa; mentre il dolore "dà" nella parte posteriore della testa, della spalla o dell'area interscapolare. per

caratteristica asimmetria del dolore (più forte da un lato).

Myogeloz del rachide cervicale

In questa malattia, l'ispessimento doloroso si verifica nei muscoli del collo a causa di disturbi circolatori. C'è dolore e rigidità nei muscoli del collo e delle spalle, così come un mal di testa nella parte posteriore della testa, accompagnato da vertigini.

Nevralgia del nervo occipitale Nevralgia

(infiammazione) del nervo occipitale spesso accompagna osteocondrosi e altre malattie della colonna vertebrale nella regione cervicale. Può verificarsi durante l'ipotermia.

Questa malattia è caratterizzata da gravi dolori parossistici infiammatori nel collo, che si diffondono alle orecchie, al collo, a volte alla mandibola e alla schiena. Movimenti di testa e collo, starnuti e tosse provocano un forte aumento del dolore. I pazienti descrivono il dolore come "tiro".

Tra gli attacchi, c'è un dolore sordo e pressante nella parte posteriore della testa. La pelle sulla parte posteriore della testa con un lungo decorso della malattia diventa eccessivamente sensibile.

I dolori causati da uno spasmo delle arterie che si trovano all'interno del cranio o sulla sua superficie sono pulsanti, emanano dall'occipite e possono diffondersi alla fronte. A riposo, tali dolori diminuiscono o si fermano, con i movimenti, si intensificano.

Per vascolare e includere il dolore derivante dalla difficoltà di deflusso venoso dalla testa. Questi dolori sono di un altro carattere: noioso, inarcato, con una sensazione di pesantezza nella testa. Si sono diffusi in tutta la testa, iniziando dalla parte posteriore della testa. Caratterizzato da un aumento del dolore quando si abbassa la testa, quando si tossisce, così come nella posizione prona. Spesso si verificano durante il risveglio mattutino, mentre accompagnati da gonfiore delle palpebre inferiori.

Il dolore al collo durante lo sforzo - il cosiddetto dolore della tensione, ha anche la sua causa patologia vascolare (restringimento del lume o aumento della fragilità della parete vascolare). Questi dolori si verificano durante un intenso lavoro fisico, durante l'esercizio con un carico eccessivo. Nella parte posteriore della testa, così come nella regione frontale, vi è una costante sensazione di pesantezza, formicolio e pelle d'oca. C'è anche la sensazione di spremere la testa con una corda immaginaria o un copricapo. La natura del dolore è moderata. Il vomito o la nausea in tali casi non sono osservati.

A volte i pazienti lamentano dolore nella parte posteriore della testa durante l'orgasmo. Questi dolori appartengono anche al sistema vascolare: al momento dell'orgasmo, la pressione sanguigna aumenta notevolmente (questo è normale). Di solito, una persona non sperimenta il dolore, ma se viene violata la regolazione del tono vascolare (questa malattia è chiamata distonia vegetativa-vascolare, allora un forte aumento della pressione porta al dolore nella parte posteriore della testa.

Il dolore professionale nella parte posteriore della testa si verifica nelle persone che sono a lavoro forzate per essere lunghe nella stessa posizione in cui i muscoli del collo sono tesi. In particolare, il dolore nella parte posteriore della mia testa è un disturbo professionale dei conducenti di trasporti e persone che lavorano su un computer. La natura del dolore è opaca, di lunga durata, diminuisce con i movimenti della testa e lo sfregamento del collo e del collo.

Aumento della pressione intracranica

Mal di testa con elevazione

può essere sentito male su tutta la superficie della testa, ma può essere localizzato nella parte posteriore della testa. Lei può indossare e schiacciare e inarcare il personaggio. Accompagnato da nausea e vomito, non apportando sollievo, così come una sensazione di pesantezza nella testa. Spesso il dolore al collo si unisce

. Con luce intensa e suoni forti, il dolore si intensifica; per il suo sollievo, la paziente tende a ritirarsi in una stanza buia.

L'occlusione non trattata può portare a una significativa compromissione del benessere del paziente, in particolare, al verificarsi di dolore sordo nella parte posteriore della testa, dell'orecchio, delle aree parotide e parietale. Può essere sentito nella parte inferiore dell'occipite, così come nel suo lato destro o sinistro. Apparendo nel pomeriggio, il dolore si intensifica di sera. Caratterizzato da una significativa durata del dolore: da alcune ore a diversi giorni. Allo stesso tempo, l'apertura della bocca è accompagnata da uno scatto nell'articolazione temporo-mandibolare.

Lo stesso complesso di sintomi si verifica nelle malattie infiammatorie delle articolazioni temporo-mandibolari.


Dolore sotto stress

Anche il dolore nella parte posteriore della testa può essere il risultato di un improvviso

o tensione nervosa prolungata. La natura del dolore allo stesso tempo - la più diversificata. Dolori più spesso stressanti al collo si verificano nelle donne.

A quale dottore dovresti avere dolore nella parte posteriore della testa?

Il dolore nella parte posteriore della testa può essere innescato da varie malattie e condizioni, quindi quando si verificano, è necessario consultare i medici di specialità diverse, la cui competenza include

e trattamento di patologie che provocano dolore. Per capire quale medico dovrebbe essere trattato per il dolore al collo, i sintomi di accompagnamento aiutano, suggerendo una malattia che provoca dolore.

Quando una persona ha dolore costante al collo, alle tempie e al collo, aggravata dalla flessione e dai movimenti della testa, combinata con nausea, vertigini, a volte con vomito, tinnito, perdita dell'udito, disordine di orientamento nello spazio, visione doppia, oscuramento negli occhi, si ipotizza osteocondrosi o emicrania cervicale, in cui è necessario consultare un medico spinale (iscriversi). Ma se non esiste uno specialista del genere, è possibile contattare un neurologo (iscriversi), un osteopata (iscriversi), un terapeuta manuale (iscriversi) o un ortopedico (iscriversi).

Quando il dolore nella parte posteriore della testa si pone sullo sfondo di deterioramento della mobilità del collo, rigidità dei movimenti della testa, è costantemente presente o si verifica per lunghi periodi di tempo, si diffonde agli occhi e alle orecchie, si intensifica con qualsiasi movimento della testa, si abbassa quando si assume una postura fissa, spondilosi o spondilite In questo caso, dovresti consultare un medico spinale o un ortopedico. Se tali specialisti non sono disponibili in un istituto medico, puoi contattare un chirurgo (per la registrazione), un osteopata o un terapista manuale.

Quando il dolore è localizzato principalmente nel collo, e si avverte quando la testa si muove e dà solo nella parte posteriore della testa, si verifica dopo ipotermia, trauma o una lunga permanenza in una posizione scomoda - si ipotizza una miosite, e in questo caso si consiglia di contattare il terapeuta (iscrizione), un chirurgo o un ortopedico. Se il dolore si alza dopo una ferita o si trova in una posizione scomoda, è meglio contattare un chirurgo ortopedico o un chirurgo. Se il dolore è provocato dall'ipotermia, è meglio contattare il terapeuta.

Quando un mal di testa nella parte posteriore della testa appare sullo sfondo di dolori e rigidità dei muscoli del collo e delle spalle, così come dolorosi sigilli nei muscoli del collo, ed è associato a vertigini, si presume miogeloz e in questo caso dovrebbe consultare un reumatologo, chirurgo, chirurgo ortopedico o terapista manuale.

Quando pulsano, i dolori arcuati compaiono nella parte posteriore della testa, aggravati quando la testa è inclinata, spesso combinata con vertigini, sensazione di pesantezza alla testa, debolezza e tachicardia, e diminuendo dopo un improvviso vomito che si verifica senza nausea - si prevede un aumento della pressione sanguigna un cardiologo (per iscriversi) o un terapeuta, dal momento che sono questi specialisti che sono coinvolti nella diagnosi e nel trattamento dell'ipertensione.

Se il dolore nella parte posteriore della testa è parossistico, molto forte, bruciore in natura o tiro, si estende alle orecchie, al collo e talvolta alla mandibola o alla schiena, aggravato dal movimento della testa o del collo, tossisce, starnutisce, si attenua leggermente dopo la fine dell'attacco, ma nel periodo interictale che rimane sotto forma di dolore opaco e pressante nella parte posteriore della testa, si presume la nevralgia del nervo occipitale, in cui si dovrebbe consultare un neurologo.

Quando i dolori pulsanti sono localizzati all'interno del cranio, come se provenissero dalla parte posteriore della testa e raggiungessero la fronte, aumentano con il movimento e si abbassano a riposo, implicano uno spasmo del cervello e dei vasi cranici, che richiede un appello a un neurologo o cardiologo.

Quando il dolore nella parte posteriore della testa è opaco, scoppiante, si estende su tutta la testa, combinato con una sensazione di pesantezza nella testa, aggravato quando la testa è abbassata, tossendo e in posizione orizzontale, il flusso venoso di sangue dal cervello è compromesso, e in tal caso si dovrebbe consultare un neurologo o cardiologo.

Quando il dolore alla parte posteriore della testa si verifica durante lo sforzo fisico (duro lavoro o esercizio fisico) o durante l'orgasmo, è nella natura della compressione, combinato con una sensazione di pesantezza nella testa, formicolio e corsa delle pelle d'oca sulla pelle, si presume la patologia della parete vascolare, e in questo caso è necessario fare riferimento a un neurologo o un cardiologo.

Quando il dolore è sentito su tutta la superficie della testa, compresa la parte posteriore della testa, ha una natura pressante e arcuata, è aggravato da un suono forte e una luce intensa, combinata con una sensazione di pesantezza alla testa, nausea e vomito, che non porta sollievo, dolore agli occhi - un aumento intracranico pressione, e in tal caso dovresti consultare un neurologo o un cardiologo e, in loro assenza, un terapeuta.

Quando un dolore sordo appare nella parte posteriore dell'occipite, nell'orecchio, nella corona e vicino alle orecchie, di solito inizia durante il giorno, aumenta di sera, ed è combinato con un clic nell'articolazione temporomandibolare, si ritiene che la sindrome del dolore sia causata da una violazione del morso o della malattia infiammatoria dell'articolazione temporomandibolare. articolazione della mascella. In tale situazione, è necessario contattare un dentista (per iscriversi), e se non vi è alcun morso anormale, è anche possibile contattare un traumatologo ortopedico (per iscriversi).

Quali esami e esami possono prescrivere un medico per il dolore alla nuca?

Poiché il dolore al collo è provocato da varie malattie, il medico prescrive vari studi per questo sintomo al fine di identificare il fattore causale del dolore. L'elenco degli esami e delle analisi in ciascun caso di dolore nella parte posteriore della testa è determinato dai sintomi associati, sulla base dei quali può essere fatta una diagnosi clinica preliminare e possono essere assegnati ulteriori studi per confermarla o rifiutarla, nonché differenze da altre patologie con sintomi simili.

Quindi, con dolori costanti al collo, alle tempie e al collo, aggravati dai movimenti della testa (specialmente sulle pendenze), combinati con nausea, vertigini, a volte con vomito, acufene, perdita dell'udito, disordine di orientamento nello spazio, visione doppia e oscuramento negli occhi o con dolore nella parte posteriore della testa contro lo sfondo di rigidità dei movimenti della testa, scarsa mobilità del collo, quando il dolore passa agli occhi e alle orecchie, aumenta con qualsiasi movimento della testa, si abbassa quando si assume una postura fissa - osteocondrosi, emicrania cervicale, spondilite o spondilosi, per confermare che il medico prescrive i seguenti test ed esami:

  • Radiografia della colonna vertebrale (per iscriversi);
  • Imaging a risonanza magnetica o computato della colonna vertebrale (arruolato) e del cervello;
  • Elettroencefalogramma (EEG) (iscriversi);
  • Rheoencephalography (REG) (iscriversi).

In pratica, di regola, prima di tutto prescrivono una radiografia della colonna vertebrale, che consente di rilevare la spondilosi e l'osteocondrosi. Se la radiografia (arruolamento) non aiuta a identificare la malattia, viene assegnata la risonanza magnetica o la risonanza magnetica della colonna vertebrale, che può rilevare sia l'osteocondrosi che la spondilite e la spondilosi. Se esiste una possibilità tecnica, la tomografia può essere immediatamente assegnata all'istituto medico anziché ai raggi x. Elettroencefalografia e rheoencephalography sono raramente prescritte, e solo per confermare l'emicrania cervicale e per valutare il flusso di sangue nei vasi del cervello.

Se il dolore viene avvertito principalmente nel collo e si manifesta con movimenti della testa e dà alla parte posteriore della testa, spesso si sviluppa dopo ipotermia, trauma o una lunga permanenza in una posizione scomoda, il medico suggerisce miosite e prescrive i seguenti test ed esami:

  • Esame e palpazione della zona dolente dei muscoli del collo;
  • Esame del sangue per fattore reumatoide (libro);
  • Analisi del sangue generale

Di norma, i medici si limitano ad esaminare e sentire l'area dolorosa, poiché queste semplici azioni, in combinazione con i sintomi caratteristici, nella maggior parte dei casi permettono di diagnosticare la miosite. Quindi, l'area interessata è rossa, edematosa, calda, sensazione che causa dolore molto forte, e i muscoli durante la palpazione sono densi, tesi, duri. Gli esami del sangue per il fattore reumatoide e l'emocromo completo sono raramente prescritti, principalmente per miosite atipica o prolungata.

Se i dolori nella parte posteriore della testa si sono sviluppati sullo sfondo di dolori, rigidità dei muscoli del collo e delle spalle e fitte dolorose nei muscoli del collo, in combinazione con vertigini, il medico suggerisce miogeloz, per la conferma della quale possono essere eseguiti i seguenti test ed esami:

  • Ricerca manuale per un indurimento doloroso nel muscolo che dà dolore nella parte posteriore della testa;
  • Emocromo completo;
  • Analisi delle urine;
  • Radiografia della colonna vertebrale;
  • Arteriografia dei vasi della lesione;
  • Miotonometry;
  • Elettromiografia (iscrizione).

Direttamente per diagnosticare miogeloza, il medico applica principalmente la ricerca manuale di sigilli dolorosi nei muscoli quando i muscoli del collo, dell'area del collo e della parte superiore della schiena sono toccati dalle mani. Quando il medico trova compattazione durante la palpazione dei muscoli, una specie di tubercolo, dal pisello alla ciliegia grande, viene premuto contro di esso. E se a causa della pressione sul sigillo, una persona ha un forte dolore, allora questo è considerato un indubbio segno di miogelosi. Su questo esame può finire, e il medico non prescrive una singola analisi strumentale o di laboratorio.

Tuttavia, se il medico ha ancora dubbi sulla correttezza della diagnosi di miogeloz, può prescrivere una radiografia della colonna vertebrale per rilevare osteocondrosi, spondilosi, danni alle articolazioni, che possono provocare un dolore simile. L'arteriografia viene assegnata per valutare lo stato dei vasi sanguigni in un muscolo teso ed è usata raramente nella pratica, poiché i suoi risultati non hanno alcun significato particolare. L'emocromo e l'analisi delle urine vengono solitamente assegnati semplicemente per valutare le condizioni generali del corpo. Ma la miotonometria e l'elettromiografia aiutano significativamente nella diagnosi di myogeloz, perché consentono di valutare le condizioni dei muscoli. Ma, sfortunatamente, questi studi sono raramente nominati a causa della mancanza di attrezzature e specialisti necessari nelle istituzioni mediche.

Se il dolore nella parte posteriore della testa è pulsante, scoppiando di natura, aumenta quando la testa è inclinata, può essere combinato con vertigini, sensazione di pesantezza alla testa, debolezza e tachicardia e diminuisce dopo vomito senza precedente nausea, il medico suggerisce l'ipertensione e prescrive i seguenti test ed esami per lei conferma:

  • Emocromo completo;
  • Analisi biochimiche del sangue (glucosio, urea, creatinina, colesterolo, trigliceridi, lipoproteine ​​a bassa densità, lipoproteine ​​ad alta densità);
  • Esame del sangue per il livello di potassio, calcio, sodio e cloro nel sangue;
  • Analisi delle urine;
  • Il test di Zimnitsky (da registrare);
  • Il campione di Nechiporenko (da registrare);
  • Misurazione della pressione sanguigna;
  • Elettrocardiografia (ECG) (registrazione);
  • Ecocardiografia (Echo-KG) (iscriversi);
  • Ecografia Doppler (ecografia Doppler) dei vasi del collo (arruolamento) e dei reni.

Se si sospetta l'ipertensione, vengono prescritti tutti gli studi elencati nell'elenco sopra riportato, poiché sono necessari per diagnosticare e distinguere la malattia da altre patologie che manifestano sintomi simili.

Quando il dolore al collo è parossistico, bruciore, tiro, molto forte, si estende alle orecchie, al collo, alla mandibola e alla schiena, aggravato dal movimento della testa o del collo, tosse, starnuti, si placa alla fine di un attacco, ma non completamente, ma rimane nel periodo interictale sotto forma di dolore sordo e pressante nella parte posteriore della testa, il medico assume la nevralgia del nervo occipitale e prescrive i seguenti test ed esami:

  • Radiografia della colonna vertebrale;
  • Imaging a risonanza magnetica o computerizzata del cervello (arruolato) e della colonna vertebrale;
  • Echo-encefalografia;
  • Elettroencefalografia (EEG);
  • Electroneurogram.

Di norma, gli studi di cui sopra sono usati raramente in caso di sospetta neurite del nervo occipitale. E per la diagnosi di neurite del nervo occipitale, vengono eseguiti solo esami neurologici speciali, e se il medico ha ancora dubbi sulla diagnosi, l'elettroneurografia viene spesso prescritta. E tutti gli altri studi sono usati come ulteriori per escludere altre malattie della colonna vertebrale e dei vasi cerebrali, che possono portare a sintomi simili.

Quando il dolore pulsa all'interno del cranio, inizia nella parte posteriore della testa e rotola verso la fronte, aumenta con il movimento, si placa a riposo, o c'è un dolore sordo, arcuato nella parte posteriore della testa, che aumenta con l'abbassamento della testa, tosse e in posizione orizzontale, il medico comporta spasmo di vasi cerebrali o alterato deflusso venoso dalle vene della testa, e per confermare la diagnosi prescrive i seguenti studi:

  • Risonanza magnetica o tomografia computerizzata della colonna vertebrale e del cervello;
  • Eco-encefalografia (Eco-EG);
  • Elettroencefalografia (EEG);
  • Ecografia Doppler dei vasi della testa (USDG) (per iscriversi).

Esattamente gli stessi esami sono prescritti nei casi in cui il dolore nella parte posteriore della testa si verifica durante lo sforzo fisico, l'orgasmo e ha un carattere pressante, combinato con una sensazione di pesantezza nella testa, formicolio e corsa della pelle d'oca sulla pelle.

Molto spesso, in pratica, vengono prescritti echo-encefalografia ed ecografia Doppler dei vasi della testa, in quanto questi metodi consentono di rilevare i disturbi del flusso sanguigno nei vasi del cervello e del cranio con elevata precisione. L'elettroencefalografia viene utilizzata come ulteriore metodo diagnostico e la risonanza magnetica completa perfettamente l'USDG e l'Echo-EG, ma, sfortunatamente, è usata raramente a causa dell'alto costo, della mancanza di attrezzature e di specialisti in istituti medici.

Quando i dolori si sentono su tutta la superficie della testa, compresa la parte posteriore della testa, stanno premendo e contemporaneamente scoppiano in natura, aggravati da suoni forti e luce intensa, combinati con una sensazione di pesantezza alla testa, nausea e vomito che non porta sollievo, dolore agli occhi, suggerisce il dottore pressione intracranica e prescrive i seguenti test ed esami:

  • Emocromo completo;
  • Analisi biochimiche del sangue (colesterolo e sue frazioni, creatinina);
  • Esame del fondo (per iscriversi);
  • elettroencefalografia;
  • echoencephalography;
  • rheoencephalography;
  • Tomografia (risonanza magnetica o calcolata).

L'esame principale, che consente di diagnosticare con precisione l'aumento della pressione intracranica, è l'esame del fondo, poiché i sintomi specifici della malattia sono dilatati e le vene piene di sangue della retina. Se non ci sono segni di aumento della pressione intracranica nel fondo, allora tale persona non lo fa. Tutto il resto dei metodi di cui sopra in pratica sono assegnati molto spesso, ma non in modo informativo, poiché non hanno criteri esatti per l'aumento della pressione intracranica. Sfortunatamente, l'elettroencefalogramma, l'echoencephalography, la rheoencephalography e la tomografia possono solo stabilire la causa di un aumento possibile di pressione intracranica o identificare qualsiasi altra malattia del cervello, i suoi vasi e nervi.

Se il dolore è presente allo stesso tempo nel collo, nell'orecchio, nella regione della corona e vicino alle orecchie, è di natura opaca, si intensifica di sera, combinato con un clic nell'articolazione temporo-mandibolare, il medico sospetta un overbite o un'infiammazione nell'articolazione temporomandibolare. In questo caso, la dentatura viene esaminata da un dentista, che consente di identificare vari disturbi di occlusione. Viene anche esaminato il traumatologo ortopedico dell'articolazione temporomandibolare - il medico sente l'articolazione, chiede di aprire e chiudere la bocca per ascoltare il suono dell'articolazione, e inserisce anche un dito nell'orecchio e chiede di aprire e chiudere la bocca per rivelare la sublussazione o dislocazione dell'articolazione. Inoltre, i raggi X o la tomografia possono essere prescritti per rilevare i disturbi esistenti nell'articolazione temporo-mandibolare.

Come trattare il dolore alla nuca Esame preliminare

Per curare un mal di testa nella parte posteriore della testa, è necessario scoprire perché si è sviluppato. Pertanto, in caso di dolore frequente o grave nella regione occipitale, è necessario fare riferimento, prima di tutto, all'ufficiale di polizia distrettuale.

. Egli prescriverà un esame primario (probabilmente, questo esame includerà

colonna vertebrale cervicale), e raccomanderà,

che tipo di specialista è necessario più tardi.

Molto spesso, per il dolore nella parte posteriore della testa, i medici delle seguenti specialità possono essere di aiuto:

  • neurologo;
  • traumi;
  • Medico di fisioterapia (esercizi di fisioterapia);
  • massaggiatore;
  • terapista manuale.

Terapia manuale, massaggio La terapia manuale e il massaggio sono prescritti per il dolore al collo causato da osteocondrosi cervicale, nevralgia del nervo occipitale, miogelosi, dolore professionale al collo e dolore causato dallo stress.

Durante la spondilosi, la terapia manuale è efficace e il massaggio duro è controindicato.

La terapia manuale delicata e il massaggio morbido sono prescritti per i dolori alla nuca associati a una maggiore pressione intracranica.

Per i dolori occipitali causati dall'ipertensione, il massaggio è controindicato.

L'auto-massaggio leggero della testa può aiutare (e, almeno, non nuocere) a qualsiasi dolore nella parte posteriore della testa. Fai questo massaggio con le mani calde e ben riscaldate. Per prima cosa massaggia delicatamente le orecchie con i palmi delle mani. Quindi con le estremità delle dita, con movimenti di rotazione delicati con una leggera pressione, massaggiare l'intera superficie della testa, partendo dalla parte posteriore della testa e terminando con essa. Allo stesso tempo i palmi dovrebbero toccare costantemente le orecchie. Nella maggior parte dei casi, un tale massaggio contribuisce alla scomparsa o almeno alleviamento del dolore.

Con i dolori nella parte posteriore della testa, la digitopressione giapponese Shiatsu ha lo stesso effetto. Ma uno specialista esperto dovrebbe guidarlo (o insegnarti tecniche di automassaggio).

, ultrasuoni, ecc.) hanno un buon effetto terapeutico per il dolore al collo causato dai seguenti fattori:

  • osteocondrosi cervicale;
  • spondilosi;
  • miogeloz;
  • nevralgia del nervo occipitale;
  • aumento della pressione intracranica;
  • dolore vascolare e professionale.

Esercita la terapia fisica sviluppata per praticamente tutte le malattie che causano dolore nella parte posteriore della testa, tranne che per il morso (qui serve aiuto all'ortodontista). Esercizio complesso, necessario per la tua malattia, insegnerà la terapia di esercizio del medico.

Da soli, puoi provare ad alleviare il mal di testa nella parte posteriore della testa con l'aiuto di movimenti terapeutici-pose.

Movimenti curativi, posture per alleviare il dolore nella parte posteriore della testa Movimento 1 Sedersi su una sedia, raddrizzare il busto e lasciare che la testa si pieghi in avanti sotto il proprio peso. Essere in questa posizione per circa 20 secondi (contare lentamente fino a 20 fino a te). Raddrizza la testa, riposa per 20-30 secondi e ripeti il ​​movimento. Si raccomanda un totale di 15-16 ripetizioni.

Movimento 2 Quando si esegue questo movimento, è possibile sedersi o alzarsi in piedi. Alza le mani, metti i pollici sui bordi superiori degli zigomi e il resto delle dita - sul retro della testa. Mentre inspiri, prova a inclinare la testa all'indietro e allo stesso tempo resisti a questo movimento con le dita distese sulla parte posteriore della testa. L'aspetto dovrebbe essere diretto verso l'alto. Conta lentamente fino a 10. Quindi dovresti espirare per 7-8 secondi con la massima inclinazione della testa verso il basso, ma senza la tensione dei muscoli. Lo sguardo inoltre dirige verso il basso. Consigliato 3-6 ripetizioni.

Movimento 3 Trova dita dolorose punto nella parte inferiore del collo, tra il bordo del cranio e la prima vertebra cervicale. Posizionare entrambi i pollici a questo punto e utilizzare i pad di queste dita per effettuare 15 movimenti rotazionali in senso orario. Quindi, per 1,5 minuti, basta premere i pollici sul punto doloroso. Fermare la pressione, riposare per 2 minuti. Consigliato 3-6 ripetizioni.

Rimedi popolari (per il mal di testa leggero)

Per i mal di testa leggeri nella parte posteriore della testa, i rimedi popolari possono aiutare:

  • Ventilare e oscurare la stanza in cui si trova il paziente; umidificare l'aria contenuta in esso con un umidificatore speciale o appendere pezzi di panno umido sui termosifoni; eliminare rumori forti.
  • Metti un impacco caldo sulla parte posteriore della testa e allo stesso tempo bevi acqua calda o tè (1 tazza). Per alcune persone, al contrario, per i dolori nella parte posteriore della testa, impacchi freddi e massaggio della regione occipitale con un aiuto del cubetto di ghiaccio.
  • Metti un impacco dalla foglia di cavolo sul retro della testa (il foglio deve essere stropicciato nelle mani). Si consiglia anche un impacco di rafano grattugiato o cipolla tritata.
  • Bevi una tazza di tisana con fiori di tiglio o alte erbe di primula, o da una miscela di erbe: menta piperita, salvia, meadowsweet.
  • Eliminare il fumo e l'alcol - l'alcol e la nicotina aumentano il mal di testa.
  • Strofina forte i palmi l'un l'altro, così si scaldano. Palmo destro per prendere la parte posteriore della testa, a sinistra - per la fronte. Siediti in questa posizione per alcuni minuti.

Raccomandazioni generali1. Quando compaiono anche dolori leggeri e fastidiosi nella parte posteriore della testa, rafforza il controllo della tua salute: cerca di non raffreddare troppo, di non fare il tiro; iniziare a fare i soliti esercizi mattutini, fare passeggiate quotidiane all'aria aperta.

2. Quando si lavora al computer, se possibile, fare pause di 10-15 minuti ogni ora per alzarsi e riscaldarsi, camminare. Muoviti, non lasciare che i tuoi muscoli stupiscano e stagnino il sangue!

Quindi, regola l'altezza della sedia del tuo computer in modo da poter sedere e guardare direttamente il monitor, senza piegare o tirare il collo (cioè, il monitor dovrebbe essere all'altezza degli occhi).

3. Con l'ipertensione, regolarmente (2-3 volte al giorno) misurare la pressione sanguigna. Non lasciare che la pressione salga a numeri elevati, ma assumere farmaci antipertensivi (riducendo la pressione) solo come prescritto da un medico.

4. Cerca di evitare situazioni stressanti o prova a cambiare il tuo atteggiamento nei loro confronti verso una maggiore calma. È possibile assumere sedativi leggeri, ma per la loro scelta è necessario consultare un medico.

5. Prendi un cuscino ortopedico. Dormire su un cuscino in posizione supina garantisce il massimo rilassamento dei muscoli della regione occipitale.

ATTENZIONE! Le informazioni sul nostro sito Web sono di riferimento o popolari e vengono fornite a una vasta cerchia di lettori per la discussione. La prescrizione di farmaci deve essere effettuata solo da uno specialista qualificato, in base alla storia medica e ai risultati diagnostici.

Il dolore nella parte posteriore della testa e le vertigini è il disturbo più comune con cui i pazienti vanno dai medici.

Le cause di sensazioni spiacevoli possono essere dovute a vari processi patologici localizzati nell'area della testa e del collo, alla presenza di malattie psicogene o somatiche.

Gravi lesioni organiche (tumori, lesioni, anomalie congenite) sono diagnosticate solo nel 5-8% dei pazienti. In altri casi, i medici diagnosticano "emicrania", "mal di testa da tensione", "malattia della colonna vertebrale cervicotoracica" o "ipertensione".

malattia

  1. Forma basilare di emicrania. Durante un attacco, i vasi del cervello soffrono di più - si verifica uno spasmo di vasi cerebrali, seguito da una progressione di ischemia cerebrale, che provoca disturbi dell'apparato vestibolare. Improvvisamente, la parte occipitale della testa inizia a ferire gravemente, l'attacco può essere accompagnato da vertigini e perdita di coscienza a breve termine.
  2. Forma cervicale di emicrania Diagnosticato in pazienti con spondilosi e osteocondrosi nell'anamnesi. L'attacco causa la tensione dell'apparato cervicale muscolare e una brusca svolta del corpo. L'emicrania cervicale è determinata da un complesso di sintomi caratteristici: pressione nel segmento occipitale, disturbi vestibolari, visivi, uditivi.
  3. Tensione al mal di testa Assegni le forme croniche ed episodiche. Nella patogenesi della malattia mentale gioca una priorità, inclusa la depressione. La localizzazione è bilaterale: si osservano dolore al collo e al collo, vertigini, stanchezza, irritabilità, perdita di appetito, ansia.
  4. Vascolare. Cause: alterazioni del tono vascolare dovute a picchi di pressione sanguigna. Nella maggior parte dei pazienti con ipertensione, non c'è correlazione tra pressione e dolore. La crisi ipertensiva è solitamente caratterizzata da gravità nella parte posteriore della testa e vertigini, ma nel 30% dei pazienti questo sintomo indica la presenza di ipertensione cronica o ipotensione.

Malattie del rachide cervicale:

  • Spondilosi: con spondilosi, crepe e lacrime si sviluppano nei dischi cartilaginei, con la progressione della patologia - ernia intervertebrale. I dolori sono noiosi, prolungati - il collo comincia a premere, le spalle fanno male, la mobilità del segmento cervicale della colonna vertebrale è limitata;
  • Osteocondrosi: la malattia è accompagnata da mal di testa moderato, aggravato dal movimento e dai bruschi giri del corpo;
  • Miosite, cause della malattia: ipotermia, tensione muscolare lunga, scoliosi o lesione. Ciò porta ad un irrigidimento dei muscoli - i tentativi di rilassarli provocano pesantezza nella parte posteriore della testa e lievi vertigini;
  • Nevralgia del nervo occipitale: attacchi dolorosi acuti, che si irradiano alla mascella, alle orecchie, al collo. L'intensità delle sensazioni aumenta con i giri del corpo.

Causa del dolore

  1. Depressione e stress. Lo stress emotivo a lungo termine influisce sulle prestazioni, provoca sonnolenza, ansia, pensieri ossessivi, alterazione dell'appetito e condizioni generali. La pressione nella parte posteriore della testa è episodica, il dolore è moderato o lieve, si verifica in qualsiasi momento della giornata.
  2. Lesione cerebrale traumatica. I dolori post-traumatici iniziano 10-12 giorni dopo la lesione. L'acuto è causato da emorragia, ematomi intracranici, contusioni cerebrali, anomalie vascolari o infiammatorie, danni ai tessuti superficiali. Il più cronico ha più spesso un corso progressivo. I dolori sono localizzati nella zona occipitale, sono opachi e opprimenti, estremamente raramente - pulsanti. Aumentare l'intensità in posizione eretta, al mattino, quando si muove sullo sfondo di vertigini, intolleranza al suono e alla luce, nausea.
  3. Tumori al cervello La gravità di una nuca di un tumore cerebrale (benigno o maligno) può essere offuscata o pronunciata. Il dolore è unilaterale, progredisce lentamente, con una tendenza a insorgere dopo aver tossito, chinarsi, dormire. Col passare del tempo, crescendo, unite altri disturbi: visione, equilibrio, coordinazione del movimento, linguaggio.
  4. Anomalia di Arnold-Chiari. Il cervelletto a causa di una parte sproporzionatamente piccola del cranio è costretto con il midollo spinale a spostarsi verso il basso - nel segmento superiore della colonna vertebrale, che porta al dolore al collo e al collo, vertigini. A causa della ridotta circolazione del liquido cerebrospinale, diventa difficile girare la testa, raddrizzare o inclinare il collo. In questo contesto, ci sono intorpidimento alle mani, acufeni, difficoltà a urinare, spremitura al petto.

Importante: il complesso di sintomi dell'anormalità di Arnold-Chiari assomiglia alle manifestazioni dell'osteocondrosi, quindi se si sospetta questa malattia, è necessaria un'attenta diagnosi, inclusa la risonanza magnetica della testa.

Diagnosi e trattamento

Prima di iniziare la terapia, è necessario eseguire misure diagnostiche e stabilire le cause del dolore alla nuca e le vertigini. La diagnosi comprende lo studio della storia, i reclami dei pazienti, l'esame neurologico e generale, l'ottenimento di informazioni dettagliate sul trattamento precedente e sulla sua efficacia.

Mal di testa primario

Il trattamento consiste in due fasi: il sollievo dal dolore e il trattamento delle forme croniche. In singoli episodi vengono mostrati ansiolitici e analgesici semplici, mentre il processo è cronologico, miorilassanti (baclofen) e antidepressivi (amitriptilina).

Terapia non farmacologica sufficiente ed efficace - terapia manuale, fisioterapia, massaggio, fototerapia, agopuntura.

Per l'eliminazione rapida di un attacco di emicrania, vengono utilizzati sedalgin, paracetamolo, pentalgin, preparazioni diidroergotamina, imigran, namig, zomig.

Cefalea secondaria (sintomatica)

Criteri diagnostici: presenza di sintomi clinici della malattia di base, dati strumentali e di laboratorio che confermano la presenza di questa malattia.

In caso di sospetto di patologia grave, tutti gli esami esterni vengono eseguiti senza esito negativo e vengono nominati ulteriori studi (radiografia, elettroencefalografia, ecografia Doppler, tomografia computerizzata) e consultazioni di specialisti specializzati.

Segnali pericolosi

  • intenso dolore "tonante" è tipico dell'emorragia cerebrale;
  • una prima compressione forte nella zona occipitale può indicare un tumore intracranico o arterite temporale;
  • il disagio che cresce in 2-3 settimane può essere innescato da una massiccia neoplasia cerebrale;
  • la presenza di evidenti difetti nella sfera della coscienza (anomalie mentali, confusione, stupore);
  • l'inaspettata comparsa di dolore insolito durante lo sforzo fisico, aumentando la pressione intracranica, può indicare la presenza di un processo neoplastico.

prevenzione

La gravità nella parte posteriore della testa è spesso il risultato di stress, tensione mentale o fisica.

Ai fini della prevenzione, si dovrebbe seguire una dieta che limita il consumo di prodotti contenenti tiramina (agrumi, cioccolato, vino rosso, formaggio), ridurre lo stress quotidiano, eseguire un massaggio regolare della zona del collo, fare trattamenti con acqua e più spesso all'aria aperta.

Se gli episodi di un forte mal di testa prendono un carattere regolare, non vengono fermati da analgesici e altri farmaci, dovresti consultare un medico per escludere l'oncologia e le malattie potenzialmente letali.

Il mal di testa è uno dei più spiacevoli tipi di dolore, in quanto è caratterizzato da un moderato, ma di lunga durata. Il dolore nella parte posteriore della testa e le vertigini possono essere causati da una serie di cause che differiscono nella natura del dolore, posizione e durata. In tal caso, è necessaria un'assistenza medica immediata, se si manifesta dolore nella parte posteriore della testa e si manifestano vertigini, e quando non vale la pena di preoccuparsi, analizziamo ulteriormente.

motivi

Le seguenti cause di mal di testa e vertigini sono meno pericolose per la salute:

  1. Una lunga permanenza della testa e del rachide cervicale in una posizione stazionaria - questo si manifesta in modo particolare dopo il sonno, quando, a causa della compressione, le cellule non hanno ricevuto la quantità necessaria di ossigeno, che può anche provocare vertigini.
  2. La presenza di disturbi mentali e situazioni stressanti frequenti.
  3. Il forte movimento del corpo nello spazio, in cui l'apparato vestibolare non è in grado di reagire rapidamente.
  4. Abuso di alcol e sigarette, soprattutto a stomaco vuoto.
  5. Esacerbazione di vecchie lesioni alla testa.

Le cause del mal di testa sono spesso associate alla manifestazione di alcune malattie, tra cui:

  • osteocondrosi cervicale e spondilosi;
  • miosite del tessuto molle del collo;
  • malattie nevralgiche;
  • ipertensione arteriosa e problemi con il sistema vascolare.

In presenza di queste malattie, il dolore può manifestarsi con attacchi, provocando forti dolori spastici, che sono piuttosto difficili da tollerare.

Regolare sollievo dalla sindrome del dolore non aiuta a curare la causa alla radice, quindi, se la parte occipitale della testa fa male più spesso 5-10 volte al mese, è necessario consultare uno specialista.

Osteocondrosi cervicale

Nell'articolazione delle vertebre tra di loro c'è un tessuto molle (polpa), che agisce come un ammortizzatore, contribuendo a distribuire uniformemente il carico su tutta la regione cervicale, mantenendo la testa nella posizione desiderata. In presenza di processi distrofici, la polpa diventa meno elastica, rinata nel tessuto osseo. Di conseguenza, la distanza tra le vertebre viene ridotta e l'attrito aumenta. Le terminazioni nervose sono coinvolte, quindi il paziente può sentire un dolore acuto al collo, che si manifesta quando il collo si trova in una posizione lunga in posizione orizzontale.

La patologia si manifesta in persone di età superiore ai 50 anni, che è causata dalla presenza di processi di invecchiamento del corpo.

A rischio sono quelle persone che si trovano in una posizione orizzontale per un lungo periodo, lavorando a un computer o una macchina.

Nel caso in cui le terminazioni nervose vengono pizzicate tra le vertebre, si sviluppa una sindrome radicolare, per la quale è caratteristica:

  • pelle d'oca lungo la spina dorsale;
  • intorpidimento degli arti;
  • dolore nella parte posteriore della testa;
  • nausea e vertigini.

Nella maggior parte dei casi, le vertigini con osteocondrosi si manifestano quando i vasi sanguigni che portano al cervello sono compressi.

La mancanza di ossigeno nel cervello porta al fatto che c'è una debolezza, nausea.

In presenza di osteocondrosi, è importante dividere la vertigine per sintomi che sono una caratteristica distintiva:

  1. Vertigini sistemici - è impossibile concentrarsi su una cosa, galleggiano tutti e non hanno contorni chiari, il che indica una mancanza di ossigeno e disturbi nella percezione.
  2. Vertigine non sistemica - manifestata da debolezza generale, ma senza la "forza fluttuante" degli oggetti. Può essere accompagnato da intorpidimento del volto (paresi facciale del nervo), orecchie, palpebre, formicolio.

Non di sistema capogiro possono derivare da un'artrosi cervicale progressiva, che è in grado di provocare violazione innervazione e problemi di vasi sanguigni, causando loro spasmo.

Il tipo di dolore Il dolore è noioso, doloroso, sorprendente. La persona si sente come in un vuoto. Può manifestarsi con attacchi di mal di testa, che scompaiono da soli dopo essersi riposati e massaggiare il collo.

Localizzazione La parte superiore delle vertebre cervicali, nuca, scapola, arti.

Diagnosi Le manifestazioni cliniche di osteocondrosi cervicale hanno molte comuni con altre patologie, quindi, per la diagnosi utilizzando metodi hardware, tra cui:

  1. Radiografia: visualizza lo stato anatomico delle vertebre rispetto alla colonna vertebrale. Mostra la presenza di processi degenerativi, così come la probabilità di violazione delle terminazioni nervose.
  2. RM e TC - mostra un quadro generale della malattia, che consente di stabilire la causa alla radice e scegliere il trattamento più ottimale.
  3. Scansione fronte-retro - realizzata per valutare lo stato delle navi.

trattamento
Il compito principale della terapia è di alleviare il dolore, oltre a ridurre gli effetti meccanici dannosi sulle terminazioni nervose e sul sistema vascolare, che sono direttamente collegati al cervello. Alleviare le spiacevoli manifestazioni dell'osteocondrosi possono assumere farmaci come:

  1. I FANS: Naproxen, Nurofen, Ibuprofen, Nimid - sono usati sia per via orale che per via topica sotto forma di unguenti e creme per uso esterno.
  2. Glucocorticosteroidi: Prednisone, desametasone - aiutano a fermare il dolore acuto agendo sui focolai dolorosi, bloccandoli riducendo la sensibilità del corpo al dolore.
  3. Antidepressivi e rilassanti muscolari per aiutare a rilassarsi e rilassarsi completamente.

Come trattamento ausiliario, viene utilizzata la fisioterapia, che include:

  1. Esercizio di terapia - aiuta ad aumentare il flusso di sangue al collo e alla testa, è usato solo sotto la supervisione di uno specialista.
  2. Massaggio - aiuta a eliminare lo spasmo muscolare.
  3. Nuotare nella piscina - un effetto positivo su tutta la colonna vertebrale.
  4. Indossare un collare di correzione è necessario quando si osserva un alto livello di compressione (compressione) delle radici nervose delle vertebre del collo.

Spondilosi cervicale

Poiché il rachide cervicale ha aumentato la flessibilità e la plasticità, è in quest'area che i processi distrofici del tessuto osseo sono più spesso localizzati, con la conseguenza che cresce oltre i limiti della vertebra.

Le escrescenze ossee (osteofiti) possono danneggiare i tessuti molli, causando dolore acuto al collo e vertigini.

Le persone a rischio di artrite e osteocondrosi, oltre a subire lesioni al collo in passato, sono a rischio. Nel 95% dei casi, la spondilosi è una conseguenza dello sviluppo dell'osteocondrosi cronica, quando le vertebre sono affette da alterazioni distrofiche.

Tipo di dolore Il dolore è acuto, attraversando, accompagnato da un palpito nel collo e nel collo. Quando si gira la testa si può verificare uno scricchiolio caratteristico del collo.

Localizzazione Collo, nuca. A volte il dolore può essere dato alla parte frontale della testa e scapola.

Diagnosi La rilevazione della spondilosi è simile alla diagnosi di osteocondrosi, quando la diagnosi è fatta sulla base di studi quali:

  1. Radiografia: consente di valutare le condizioni del tessuto osseo e la presenza di compressione.
  2. RM e TC - indica la presenza di osteofiti e aiuta a valutare la loro causa di sviluppo.

trattamento
Se hai la spondilosi, dovrai consultare specialisti come:

Il trattamento prevede l'uso di tecniche come:

  • normalizzazione dei processi metabolici nei tessuti spinali;
  • riduzione della compressione;
  • eliminazione o rallentamento dei processi degenerativi e degenerativi;
  • migliorare l'afflusso di sangue alla regione cervicale;
  • mantenere la mobilità del collo.

La terapia implica la complessità, che include attività come:

  1. Terapia farmacologica - farmaci antinfiammatori e analgesici che aiutano ad alleviare il dolore. L'ulteriore trattamento è finalizzato alla normalizzazione della nutrizione e al rallentamento della distrofia vertebrale.
  2. Fisioterapia - terapia fisica, indossando un collare, terapia magnetica, laser terapia.
  3. Massaggi.

In presenza di sindrome del dolore chiaramente marcata, i blocchi vengono utilizzati iniettando un farmaco anestetico direttamente nello spazio intervertebrale.

L'intervento chirurgico è appropriato solo quando gli osteofiti tagliano i tessuti molli, causando dolori e lesioni insopportabili. In tal caso, vengono rimossi con un laser o un bisturi.

ipertensione arteriosa

La pressione media di 120/80 è un indicatore generalizzato, individuale per ogni persona. Il fatto è che in ogni caso, i picchi di pressione possono essere trasferiti in modi diversi. Nelle persone anziane, gli aumenti minimi della pressione sanguigna sono acuti e possono precedere lo sviluppo di ictus o infarto. In giovane età, quando il corpo è in grado di adattarsi indipendentemente a qualsiasi cambiamento di pressione, il mal di testa potrebbe non manifestarsi. In connessione con questi non vi è alcuna prova affidabile che il mal di testa nella parte posteriore della testa sia direttamente correlato alla presenza di ipertensione arteriosa. Questa malattia può essere considerata come uno dei possibili fattori provocatori che causano vertigini e mal di testa.

L'ipertensione arteriosa provoca uno spasmo dei vasi cerebrali, in conseguenza del quale le cellule nervose non ricevono la quantità necessaria di sostanze nutritive e, di conseguenza, muoiono.

L'ipertensione può causare la morte, causando un ictus, quindi non prendere questa patologia come dato.

Tipo di dolore Il dolore può essere acuto, pulsante, arcuato e di lunga durata, da passare solo dopo una diminuzione artificiale della pressione sanguigna. Può verificarsi vomito, che non è preceduto da nausea, seguito da un netto miglioramento della condizione. In un altro caso, il disagio potrebbe non essere, il che è ancora più pericoloso.

Localizzazione della nuca, collo.

Diagnostica Per determinare la relazione causa-effetto di ipertensione e dolore al collo, è possibile misurare la pressione arteriosa, registrare eventuali cambiamenti nel proprio benessere e confrontarli con i cambiamenti della pressione sanguigna. A casa, questo può essere fatto usando un tonometro.

In ospedale vengono utilizzati dispositivi più accurati, che vengono posizionati sul corpo umano, dopo di che viene visualizzata un'immagine chiara dello stato di pressione.

I metodi ausiliari di diagnosi dell'ipertensione sono:

  1. Esame del sangue biochimico, che rivela il livello di glucosio e colesterolo.
  2. Elettrocardiogramma.
  3. Ultrasuoni della cavità addominale e della pelvi, per identificare patologie sistemiche.

trattamento
Il compito principale è di normalizzare la pressione sanguigna a quegli indicatori che non sono pericolosi per la vita. Per questi scopi, usano un'intera gamma di farmaci di gruppi diversi, che generalmente dà un buon effetto:

  1. Antispastici e analgesici, alleviano il dolore e alleviano il vasospasmo, espandendo il loro lume e facilitando il passaggio del sangue attraverso il canale.
  2. Diuretici - contribuiscono al ritiro del fluido in eccesso dal corpo, che ha anche un effetto antispastico.
  3. Beta-bloccanti - agiscono sul sistema nervoso, alleviando lo spasmo.
  4. Alfa-bloccanti: agiscono attraverso altri canali del sistema nervoso, riducendo l'eccitabilità e il dolore.

Il trattamento non farmacologico comporta la riduzione del consumo di sale e zucchero e la normalizzazione della nutrizione.

Si raccomanda di mangiare cibi a basso contenuto di grassi dietetici, suddivisi in 5-7 ricevimenti, oltre a bere acqua minerale senza gas. Mostra il riposo a letto, così come l'assenza di situazioni nervose.

Miogelosi cervicale

La miogelosi è un'infiammazione del tessuto muscolare del rachide cervicale, che è accompagnata dalla comparsa di gonfiore, dolore spastico acuto o persino dall'impossibilità di girare la testa. Il quadro clinico è abbastanza confuso, quindi la diagnosi precoce è difficile.

Il meccanismo di sviluppo della patologia può essere descritto come segue: a seguito di forte sforzo fisico, stress e una posizione lunga e stazionaria del collo, le fibre muscolari perdono la capacità di rilassarsi, essendo in tensione costante, causando uno spasmo.

Di conseguenza, la pelle intorno al collo diventa più densa e la sua palpazione è estremamente dolorosa.

Tipo di dolore Acuta, che colpisce, capace di trasformarsi in un movimento fastidioso, pulsante e agghiacciante.

Localizzazione Il dolore avvolge l'intero collo, ma è la parte posteriore che fa più male, dandogli la parte posteriore della testa.

Diagnosi È possibile determinare la presenza di miogelosi mediante ispezione visiva del paziente e palpazione dell'area dolorosa. Nel caso dell'introduzione del blocco novocanico del nervo cervicale, il dolore scompare completamente, confermando nuovamente la presenza di un processo infiammatorio aggravato. Se si sospetta osteocondrosi, può essere indicata la radiografia.

Trattamento Il sollievo dal dolore acuto è prodotto dai corticosteroidi, poiché gli analgesici abituali non sono in grado di eliminare un dolore così intenso. Ulteriore trattamento consiste nel prendere i FANS (Ibuprofen, Naproxen, Nurofen, Nimid), che alleviano il processo infiammatorio, rimuovono il gonfiore.

Come aiuto, è possibile utilizzare massaggi, compresse, calore secco e fisioterapia sotto forma di fonoforesi ed elettroforesi.

Miosite cervicale

La miosite è un'infiammazione delle fibre muscolari del collo, in cui una persona sente un dolore agghiacciante che lo priva della mobilità. Le cause della miosite sono le seguenti:

  • affaticamento del collo;
  • ipotermia del rachide cervicale;
  • postura scomoda durante il sonno;
  • lunga individuazione della testa in una posizione;
  • la presenza di infezioni e virus nel sangue;
  • situazioni stressanti frequenti.

L'edema e le manifestazioni esterne della presenza del processo infiammatorio sono assenti, il che consente di differenziare la patologia da miogelosi.

Tipo di dolore Nel decorso acuto della malattia, il dolore è acuto, attraverso il tiro, tenendo premuto, aggravato da eventuali movimenti della testa. Miosite cronica si manifesta con dolori, tirando dolori al collo, diffondendosi alla zona delle scapole e del collo.

Localizzazione Il collo e la regione occipitale della testa.

Diagnosi La miosite è definita nella seguente sequenza:

  1. Esame del paziente e palpazione del collo.
  2. Esame del sangue per la presenza di infiammazione nel corpo.
  3. Radiografia.
  4. Elettromiografia che mostra lo stato del tessuto muscolare e la sua capacità di contrarsi.

trattamento
In presenza di miosite purulenta, viene mostrata un'operazione in cui viene aperta la cavità del fuoco infiammatorio, eliminandola. L'ulteriore trattamento viene eseguito con l'aiuto dei FANS, così come l'aderenza a una dieta rigorosa e il riposo completo.

La terapia fisica, che accelera il processo di guarigione, viene utilizzata sotto forma di compresse, calore secco e agopuntura.

nevralgia

La nevralgia del rachide cervicale si sviluppa sullo sfondo della progressione delle malattie sistemiche, a seguito della quale la probabilità di invalidità è elevata a causa dell'ulteriore sviluppo dell'innervazione delle aree cerebrali. Ci sono molte ragioni per lo sviluppo della nevralgia, ma il più delle volte ci sono diversi fattori provocatori.

Tipo di dolore acuto, costrittivo.

Localizzazione La lesione si trova nel collo, ma il dolore può irradiarsi al collo.

Diagnosi La diagnosi è possibile solo dopo un esame completo del paziente, che include procedure come:

trattamento
Durante l'assunzione di FANS e analgesici, è importante seguire una dieta e il riposo a letto.

Effetto favorevole sui massaggi del collo e impacchi caldi di riscaldamento.

In tal caso, immediatamente dal medico?

Grave mal di testa nella parte posteriore della testa, che provoca vertigini, perdita di coscienza e vomito, deve essere controllato da specialisti. Non tollerare il dolore, soprattutto se le pillole per il dolore non mostrano efficacia.

Tali sintomi possono indicare seri problemi di salute, tra cui ictus, in cui è richiesto un aiuto immediato.

Inoltre, ti consigliamo di guardare il seguente video

Pronto soccorso

Se hai un forte mal di testa nella parte posteriore della testa, devi prendere una pillola antidolorifico. È anche importante fornire al corpo la massima tranquillità e comfort. In assenza di un risultato e di un peggioramento della salute, oltre all'aggiunta di nuovi sintomi, è necessario l'aiuto di specialisti.

Quindi, vertigini e dolore nella parte posteriore della testa, le cui cause possono essere molto diverse, non dovrebbero essere lasciati andare alla deriva. Il disagio e il dolore acuto che non possono essere fermati da soli dovrebbero essere trattati secondo uno schema specifico, che è di competenza degli specialisti.

Come dimenticare il dolore alle articolazioni e alla colonna vertebrale?

  • Il dolore limita i tuoi movimenti e la vita piena?
  • Sei preoccupato per disagio, crunch e dolore sistematico?
  • Forse hai provato un sacco di droghe, creme e unguenti?
  • Le persone che hanno imparato dall'esperienza amara per il trattamento delle articolazioni usano... >>

Opinione dei medici su questo argomento, leggi.

Fa male alla nuca e ha le vertigini, per quali ragioni questo sta accadendo, sicuramente difficile da dire. Tutto dipende dai sintomi associati e dai motivi che hanno portato allo sviluppo della patologia. Spesso, forti shock nervosi possono provocare vertigini e dolore.

Possibili cause

Se la parte posteriore della testa fa male e hai le vertigini, i motivi potrebbero essere i seguenti:

  1. Malattie del tumore.
  2. Aumento o diminuzione della pressione sanguigna (PA).
  3. Funzione renale compromessa.
  4. Problemi cardiaci
  5. Varie malattie neurologiche
  6. Stress, ansia e attacchi di panico.
  7. Interruzione del flusso di sangue al tessuto cerebrale.

Importante: dopo una dura giornata di lavoro possono comparire vertigini e dolore nella parte posteriore della testa, la causa del deterioramento della salute può essere un superlavoro banale, sia fisico che psicologico.

Se vertigini e dolore si verificano costantemente e causano molta ansia, allora un tumore al cervello può essere la causa di tutto. Man mano che cresce e si sviluppa, mette sotto pressione il tessuto cerebrale e porta a sintomi spiacevoli, come dolore alla testa, vertigini, disturbi della coscienza, intorpidimento delle estremità.

La testa può anche ferire a causa dell'ipossia (mancanza di ossigeno). Ciò è dovuto a un alterato flusso di sangue al tessuto cerebrale. Se i vasi del rachide cervicale si restringono, le vertigini possono essere accompagnate da annebbiamenti agli occhi, perdita di coscienza a breve termine.

Attenzione! I problemi ai reni spesso causano l'ipertensione. Il liquido in eccesso si accumula nel corpo e porta alla distruzione del suo lavoro.

L'aumento della pressione sanguigna o ipertensione si verifica sullo sfondo di un gran numero di malattie, questo può includere l'aterosclerosi, la stenosi arteriosa e la malattia coronarica. Pertanto, quando compaiono i segni di ipertensione, vale la pena consultare prontamente un medico.

Vertigini e dolore spesso appaiono sullo sfondo di un trauma, contusione o commozione cerebrale. In tale situazione, un urgente bisogno di consultare un medico, soprattutto se i sintomi sgradevoli sono accompagnati da vomito e nausea, disturbi del sonno, percezione visiva o uditiva delle informazioni.

Se il dolore è localizzato nella regione occipitale e si espande gradualmente, è inarcato in natura e non consente alla persona di addormentarsi, e quando la situazione cambia, il paziente avverte solo un deterioramento della salute, è urgente chiamare un'ambulanza. La causa di un mal di testa può essere uno spasmo di vasi cerebrali o un ictus.

Vertigini possono apparire sullo sfondo di bassa pressione sanguigna (ipotensione). In questo caso, il paziente lamenta una grave debolezza, l'acufene, possono apparire "vista frontale", leggera nausea e perdita di coscienza a breve termine.

In ogni caso, non trascurare questo stato, è obbligatorio consultare un medico.

diagnostica

Al fine di identificare la causa della condizione patologica, è necessario sottoporsi a una serie di procedure diagnostiche:

  • Raggi X;
  • Risonanza magnetica del cervello e dei vasi cervicali della lampada;
  • Scansione TC del cervello;
  • Ultrasuoni del rachide cervicale.

Se necessario, il medico può prescrivere un numero di procedure diagnostiche aggiuntive:

  • analisi generale del sangue e delle urine;
  • esame del sangue per i marcatori tumorali.

Le vertigini possono disturbare una persona per un lungo periodo di tempo, l'anemia tipica può essere la causa di tutto.

Se ti senti peggio, dovresti chiedere aiuto:

Se il dolore alla parte posteriore della testa e le vertigini si alzavano sullo sfondo di una lesione, allora l'idrocefalo può essere la causa del deterioramento della salute. Cioè, dopo un impatto o una ferita traumatica, una quantità eccessiva di liquido cerebrospinale si è formata nella scatola cranica. In assenza di alta pressione intracranica, il trattamento farmacologico aiuterà a rimuovere il fluido in eccesso dal corpo.

Metodi di terapia

Vertigini e dolore nella regione occipitale possono verificarsi per vari motivi, a seconda della causa della patologia, il medico seleziona un trattamento completo che include:

  • prendendo sedativi;
  • farmaci che migliorano il flusso di sangue al cervello;
  • farmaci che aumentano o riducono la pressione;
  • antidolorifici.

Questo è interessante: nella maggior parte dei casi, la terapia è complessa. Ha lo scopo di eliminare i principali sintomi della malattia e può includere non solo le cure mediche, ma anche la terapia fisica.

L'osteocondrosi, che viene spesso diagnosticata in uomini e donne di età diverse, può provocare vertigini e dolore nella parte posteriore della testa.

Non è necessario selezionare i farmaci da soli ed essere trattati a casa, è obbligatorio consultare un medico, sottoporsi a una serie di procedure diagnostiche e farmaci.

Pronto soccorso

Se ci sono vertigini e dolore nella parte posteriore della testa, il primo passo è:

  1. Prendi una posizione orizzontale.
  2. Calmati e non essere nervoso.
  3. Ventilare la stanza, aprire la finestra, fornire aria fresca.
  4. Misura la pressione sanguigna.
  5. Se necessario, spegni la luce.

Importante: le cause del deterioramento della salute possono essere avvelenamenti tossici di varia gravità. In tale situazione, vengono utilizzati il ​​lavaggio gastrico e l'uso di farmaci assorbenti.

Un improvviso cambiamento del clima o del clima è in grado di provocare un deterioramento del benessere. Le persone con malattie dell'acclimatazione del cuore e dei vasi sanguigni sono difficili.

Se in un bambino sono comparse vertigini e dolore alla nuca, è urgente metterlo a letto e chiamare un'ambulanza. La ragione per il deterioramento della salute e l'insorgenza di sintomi spiacevoli può essere una rottura del sistema endocrino.

Attenzione! Se una persona ha perso conoscenza, allora puoi riportarlo in vita con l'aiuto dell'ammoniaca.

Se insorgono segni di ansia dopo aver sofferto di una malattia infettiva o infiammatoria, dovresti visitare nuovamente il medico, poiché la debolezza e le vertigini con la febbre possono essere un segno di una malattia neuroinfettiva, come la meningite.

Spesso vengono diagnosticati capogiri sullo sfondo dell'IRR (distonia vascolare). In questo caso, il trattamento della malattia dovrebbe riguardare un neurologo. Quando l'IRR non è raccomandato per mettersi al volante di una macchina o fare un lavoro associato ad alta attività fisica sulla colonna cervicale.

Dolore nella regione occipitale e vertigini possono verificarsi sullo sfondo di varie malattie. Spesso, il deterioramento della salute si verifica spontaneamente, è di natura acuta e porta a un malfunzionamento. Non dovresti aspettare che i sintomi scompaiano da soli, quando compaiono i primi segni di una condizione patologica, dovresti consultare un medico il prima possibile e sottoporti a una serie di procedure diagnostiche.