Aura senza attacco

Commozione cerebrale

Molte persone, anche i medici, credono che il termine "emicrania" includa un'aura, alternata ad un intenso mal di testa palpitante unilaterale, accompagnato da nausea, vomito, intolleranza alla luce e al suono. Tuttavia, nonostante il fatto che circa il 10% della popolazione soffra di emicrania, solo un piccolo numero di persone sviluppa tutti i suoi sintomi durante un attacco di emicrania. Un attacco di emicrania può consistere solo di un'aura senza mal di testa, o manifestare un forte mal di testa intollerabile, o un mal di testa può assumere qualsiasi grado intermedio tra queste due condizioni. Quindi, la maggior parte (anche se non tutti) gli attacchi di mal di testa vissuti da persone che soffrono di emicrania sono emicranie e sono fondamentalmente basate su meccanismi biologici comuni [2, 5].

Il 20-25% dei pazienti sperimenta aura di emicrania, ma solo pochi notano un'aura in ogni o quasi ogni attacco. I sintomi dell'aura sono molto specifici per l'emicrania. Il sintomo più tipico dell'aura è disturbi visivi, disturbi sensoriali meno frequenti (intorpidimento o formicolio alle labbra, lingua, metà del viso, estensione al collo e al braccio, o "ascesa" dalla punta delle dita al collo). I sintomi dell'aura si dividono in "positivi" - quando qualcosa si avverte - lampi di luce, una linea a zigzag tremolante davanti agli occhi, sensazione di formicolio e "negativo" - perdita di campo visivo o intorpidimento nella mano. Un'altra proprietà dell'aura è il suo dinamismo: i sintomi aumentano gradualmente entro 5-20 minuti e poi gradualmente regrediscono. La durata dell'aura non supera i 60 minuti. Come regola generale, si sviluppa un mal di testa per sostituire l'aura, ma in alcuni casi l'aura può svilupparsi senza connessione con il mal di testa [1].

La maggior parte delle persone con emicranie sperimentano sintomi prodromici che dovrebbero essere distinti dall'aura. I sintomi prodromici sono molto variabili e non specifici, possono svilupparsi 2 giorni prima di un attacco, ma tutti quelli con emicrania possono identificare chiaramente i loro sintomi: euforia o diminuzione dell'umore, iperattività o sonnolenza, desiderio di mangiare dolce o salato, aumento dello sbadiglio sono solo alcuni dei precursori dell'inizio di un'emicrania [ 4].

Nel cuore dell'emicrania, l'aura è un cambiamento nell'attività elettrica e biochimica dei neuroni (cellule nervose) localizzati in certe aree del cervello. Ad esempio, l'aura visiva si sviluppa quando i neuroni della corteccia occipitale sono eccitati - una parte del cervello che "elabora" le informazioni visive. Se tali cambiamenti siano una causa diretta del mal di testa, attualmente viene attivamente discusso nella comunità scientifica [6].

Spesso l'aura emicranica non può essere accompagnata dallo sviluppo di un mal di testa. Questo è particolarmente vero per le persone anziane che soffrono di emicrania. Con l'età, il mal di testa diventa più facile o scompare del tutto, e gli attacchi di emicrania possono consistere solo di un'aura - la cosiddetta "emicrania senza testa" [3].

Se si appartiene al piccolo gruppo che ha un'aura quasi prima di ogni attacco di un mal di testa, è possibile utilizzarlo per aumentare l'efficacia del trattamento di un attacco - assumere farmaci prima dell'inizio del mal di testa. In effetti, prima viene assunto un medicinale per l'emicrania, maggiore è la sua efficacia [5].

Conferenza video dettagliata su emicranie e altri mal di testa.
Il neurologo Kirill Skorobogatykh racconta la disponibilità e in dettaglio

Argomenti della lezione:

  • come il dolore sorge nella testa
  • quali sono i mal di testa
  • cos'è un'emicrania, come si presenta e come viene esaminata
  • come i medici diagnosticano che tipo di ricerca è davvero necessaria. Sono necessari REG, EEG, RM?
  • come trattare l'emicrania e come trattarla
  • miti o no? Emicrania e vasi, ostehondrosis, pressione intracranica
  • Come cercare informazioni su Internet?

Emicrania con aura

Emicrania con aura - cefalea parossistica primaria, prima dell'apparizione dei disturbi visivi, disturbi della sfera o del discorso sensibili. Si differenzia da una semplice emicrania in 10-60 minuti. fino a un mal di testa e punti luminosi che scompaiono prima del suo aspetto, fulmini, punti scuri o chiari negli occhi, distorsione della percezione visiva, rallentamento o linguaggio confuso, formicolio o intorpidimento degli arti, allucinazioni uditive o olfattive, paresi. La diagnosi di emicrania con aura si basa su esami neurologici e oftalmologici, EEG, RM e TC del cervello. Il trattamento include la prevenzione e il sollievo delle convulsioni.

Emicrania con aura

L'emicrania con aura è una forma di cefalea primaria (mal di testa), cioè appare completamente autonomamente e non come uno dei sintomi di una malattia. Secondo gli specialisti nel campo della neurologia clinica, l'emicrania si verifica nel 18% delle donne e nel 6% degli uomini. Circa un quarto dei casi di emicrania sono emicranie con aura. Aura è un risultato di 10-60 minuti. prima di un attacco di cefalea emicranica, disturbi visivi visivi, sensoriali, del linguaggio, alterazioni del gusto, dell'olfatto o dell'udito. Di regola, l'aura di emicrania non dura più di 60 minuti. A volte non provoca mal di testa.

Tra i casi classici di emicrania con aura, si possono osservare attacchi di emicrania con una cosiddetta aura allungata. Si dice un'aura prolungata quando almeno uno dei suoi sintomi dura più di 60 minuti, ma allo stesso tempo, i dati dell'esame neurologico e dei metodi di neuroimaging non rivelano alcuna patologia. Se l'aura emicranica dura più di 7 giorni, allora con alta probabilità possiamo assumere lo sviluppo di tali complicazioni come l'infarto emicranico, la cui presenza è confermata usando i metodi di neuroimaging.

Cause di emicrania con aura

Secondo i concetti moderni, l'emicrania si basa sull'aumentata eccitabilità dei recettori del dolore cerebrale. L'aspetto dell'aura è dovuto a un cambiamento nell'attività biochimica e bioelettrica dei neuroni di una certa parte del cervello. Pertanto, si suppone che l'aura più frequente di un personaggio visivo si manifesti a causa dell'ipereccitazione dei neuroni nell'area della corteccia del lobo occipitale, che è responsabile del "trattamento" delle informazioni visive.

L'emicrania con aura è una malattia polietiologica. Tra le ragioni del suo verificarsi, si segnalano principalmente situazioni di stress e sovraccarico mentale. Poiché il livello di stress in una determinata situazione è individuale per persone diverse e dipende dalla loro reazione soggettiva, si può sostenere che l'insorgenza dell'emicrania con aura è in gran parte dovuta a ripetute attitudini scorrette della persona alle circostanze in evoluzione. È indicativo che le persone che riescono a mantenere un atteggiamento benevolo in varie situazioni di vita soffrono di emicranie molto meno spesso di quelle che trovano difficile resistere al malcontento, alla rabbia e all'irritabilità.

Possono provocare emicrania con aura: mancanza di sonno, cambiamenti meteorologici, luce troppo intensa, sfarfallio del monitor, rumore, odore forte, attività sessuale eccessiva, ecc. Nelle donne, i fattori scatenanti sono: l'inizio delle mestruazioni, la terapia contraccettiva orale o la terapia ormonale menopausa. L'emicrania con aura può essere osservata in pazienti con nevrosi depressiva, sindrome da stanchezza cronica, nevrosi ipocondriaca, insonnia e altri disturbi del sonno.

Si nota l'insorgenza di un attacco di emicrania con aura quando si usano determinati cibi. Molto spesso questi "provocatori" sono cibi contenenti tiramina: banane, formaggio, noci, agrumi, uova di pesce e vino rosso. Tuttavia, la risposta dei pazienti a diversi prodotti è molto individuale. A questo proposito, i neurologi suggeriscono che il verificarsi regolare di un attacco dopo aver consumato un determinato prodotto non è correlato al prodotto stesso, ma al fatto che una volta che il suo consumo nel cibo coincide con l'insorgenza di un attacco di emicrania e il cervello lo "fissa".

Clinica di emicrania con aura

La natura dell'attacco di cefalea con emicrania con aura non è diversa dalla solita emicrania. Un mal di testa palpitante o pressante di solito colpisce solo metà della testa, accompagnato da nausea, leggero capogiro, aumento della percezione dei suoni e degli stimoli luminosi. Un'emicrania con aura, così come una semplice emicrania, può avere un prodromo sotto forma di un cambiamento di umore, sonnolenza o aumento dell'eccitabilità, aumento dello sbadiglio, debolezza generale, ecc. La principale differenza è la presenza di aura. Allo stesso tempo, quest'ultimo non deve essere confuso con i sintomi prodromici che compaiono diverse ore (a volte 1-2 giorni) prima di un attacco di emicrania.

Di solito, la malattia è caratterizzata dall'aspetto e dall'aumento di cefalea durante la prima ora dopo la scomparsa dei fenomeni di emicrania. In alcuni casi, i sintomi dell'aura appaiono di nuovo durante il periodo di mal di testa e talvolta persistono anche dopo la sua cessazione. La cefalea d'attacco può durare da 4 ore a diversi giorni. Dopo di lui, il paziente avverte debolezza e affaticamento. In altri casi, si addormenta e si sveglia completamente sano, cosa che accade spesso nei bambini.

Tipi di aura emicranica

Molto spesso i pazienti hanno un'aura di carattere visivo. Nella versione classica, inizia con l'apparizione di un punto irregolare e scintillante, che può avere un colore bianco, arcobaleno o dorato. Questo spot o scotoma si trova in entrambi gli occhi omolaterali, ovvero sia a destra sia a metà sinistra del campo visivo. Gradualmente espandendo, lo spot può riempire completamente metà del campo visivo in ciascun occhio. Quindi la visione viene ripristinata e si verifica un tipico attacco di cefalea.

Nell'infanzia, l'emicrania con aura di carattere visivo è spesso espressa nella forma di "sindrome di Alice", quando le dimensioni, la forma e i contorni degli oggetti sono visivamente distorti, appaiono allucinazioni visive. L'aura visiva (oftalmica) include anche fenomeni come punti neri e punti scintillanti davanti agli occhi, visione offuscata, "nebbia" e "lampi di fulmine" negli occhi. In rari casi, c'è un'aura retinica, espressa nell'aspetto di uno scotoma centrale, seguita da cecità transitoria.

L'emicrania con aura può essere caratterizzata da disturbi sensoriali transitori prima del mal di testa. Il più tipico di un'aura sensibile è il verificarsi di formicolio e / o intorpidimento (iperestesia) nella punta delle dita di una mano con la diffusione di questo fenomeno sull'intero braccio, metà della testa e del collo e, in alcuni casi, dell'intera metà del corpo. Tali fenomeni come il ronzio nelle orecchie, l'apparizione di suoni o odori insoliti possono agire come un'aura.

In alcuni pazienti, c'è un'aura sotto forma di disturbi del linguaggio temporanei: afasia, pronuncia ritardata della frase, conversazione confusa e selezione difficile delle parole. Meno comune è un'aura sotto forma di disturbi motori causati da debolezza muscolare transitoria nel braccio e nella gamba di una metà del corpo.

Diagnosi di emicrania con aura

La consultazione di pazienti con attacchi di emicrania con aura è effettuata da un neurologo. Il suo compito diagnostico principale è quello di escludere le patologie cerebrali organiche (tumore intracerebrale, cisti, encefalite) e vascolare (TIA, encefalopatia dyscirculatory, ictus ischemico) che possono causare sintomi simili all'aura emicranica. A tal fine, un esame neurologico, RM o TAC del cervello; la consultazione dell'oftalmologo con definizione di campi visivi e l'oftalmoscopia è nominata.

Un punto importante nella diagnosi di emicrania con aura è un'elettroencefalografia (EEG), che consente di ottenere dati sull'attività funzionale e sulle caratteristiche individuali del ritmo bioelettrico del paziente. I risultati EEG sono ulteriormente utilizzati nella selezione di farmaci per la terapia farmacologica.

Trattamento di emicrania con aura

La terapia farmacologica ha due direzioni: fermare un attacco e prevenirne il verificarsi in futuro. Viene selezionato individualmente, tenendo conto della gravità degli attacchi e dei dati EEG.

I FANS (naprossene, ibuprofene, diclofenac) o analgesici combinati sono solitamente usati per alleviare un attacco. Nei casi di cefalea ad alta intensità vengono prescritti preparati triptani: zolmitriptan, naratriptan, eletriptan, sumatriptan. Se tali attacchi sono accompagnati da vomito ripetuto, vengono utilizzati anche agenti antiemetici (metoclopramide), clorpromazina o domperidone. La terapia di attacco di emicrania è tanto più efficace quanto prima veniva preso il farmaco di arresto. I pazienti che soffrono di emicrania con aura, possono completamente prevenire il verificarsi di un attacco se assumono tale farmaco ai primi sintomi dell'aura.

Il trattamento mirato alla prevenzione delle convulsioni è solitamente indicato quando si verificano 2 o più volte al mese. Questo è un lungo, a volte prendendo diversi mesi di terapia. Può essere basato su antidepressivi (venlafaxina, duloxetina, milnacipran), anticonvulsivi (valproato, topiramato) o farmaci psicotropi. Come regola generale, il trattamento profilattico dell'emicrania con aura viene effettuato con un farmaco accuratamente selezionato. La terapia di combinazione è usata solo in casi difficili.

La ricerca di modi più efficaci per curare l'emicrania è in corso. In Europa, sono in corso studi sull'uso di un antagonista del recettore CGRP, che impedisce l'espansione dei vasi cerebrali che si verificano durante un attacco di emicrania. Gli scienziati americani stanno esplorando l'uso della stimolazione magnetica transcranica (TMS) per interrompere le convulsioni. L'aerosol da emicrania è in fase di sperimentazione clinica, la cui efficacia e velocità è paragonabile alla somministrazione endovenosa.

Aspetti non farmacologici del trattamento dell'emicrania con aura

La terapia dell'emicrania non è solo un farmaco. Altrettanto importante è l'atteggiamento del paziente nei confronti della sua malattia e gli sforzi che sta facendo per affrontarlo. In realtà, il paziente ha bisogno di ricostruire il proprio stile di vita. Tè, caffè, cola, limonata, ecc., Dovrebbero essere evitati poiché sovraccaricano il sistema nervoso. È utile bere tè alle erbe, composte, uzvara e solo acqua. Se si verifica un attacco di emicrania in risposta all'uso di un particolare prodotto, è meglio escluderlo dalla dieta.

Insieme all'introduzione di una routine quotidiana fattibile, un buon sonno e una corretta alimentazione, il paziente deve capire esattamente quali situazioni, quali azioni e relazioni sta provocando un altro attacco di emicrania con o senza aura. Se possibile, dovresti evitare situazioni di innesco e, ancora meglio, cambiare il tuo atteggiamento nei loro confronti. I pazienti che non stanno cercando di capire le cause della loro malattia e le possibili modalità non farmacologiche per prevenire un altro attacco, sono a rischio di ricevere un trattamento a lungo termine con aumentate dosi di farmaci senza l'effetto desiderato.

Aura per l'epilessia

Molte malattie neurologiche sono combinate con fasi preliminari, che sono chiamate la parola latina con il significato di brezza o respiro leggero.

L'aura nell'epilessia è una condizione speciale di una persona, quando, pur mantenendo la coscienza, si osservano alcuni disturbi che causano alterazioni delle sensazioni soggettive. Questo stadio preoccupa il 40-60% dei pazienti e ha forme diverse a causa del danno di specifiche aree del cervello, ma grazie ad esso prevengono il grippaggio stesso.

Descrizione generale della malattia

Il più delle volte, l'epilessia, accompagnata dall'aura, è caratteristica di adolescenti e bambini. In precedenza, gli esperti ritenevano che la causa della malattia risiedesse sempre nell'eredità. Tuttavia, un ruolo significativo nello sviluppo della malattia appartiene a cause aggiuntive - disturbi acquisiti o congeniti. In particolare, anomalie del sistema nervoso, lesioni cerebrali traumatiche, infezioni e tumori possono causare crisi epilettiche.

Il meccanismo delle convulsioni è stato studiato dai medici per molto tempo. Uno sfondo sfavorevole colpisce il cervello e in esso compaiono impulsi nervosi eccessivi. Sovraeccitano il sistema nervoso e poi portano a crampi muscolari.

Tali aree nella testa possono essere non solo in un singolo numero, inoltre, sono in grado di cambiare la loro posizione nel cervello.

Se la malattia viene trattata in modo errato, la probabilità di aumentare la lesione e peggiorare la condizione del paziente è alta.

Tipi di aura per l'epilessia

Ci sono tre principali tipi di aura prima delle crisi epilettiche. Ogni tipo ha le sue sottocategorie.

Aura sensoriale

L'aura sensoriale include i sintomi sonori, visivi, gustativi e olfattivi. Sono inoltre associati a disturbi somatosensoriali, vegetativi e addominali.

  • L'aura visiva si verifica più spesso. Implica l'apparizione di luci, macchie multicolori, punti ciechi davanti agli occhi. Questa aura sorge a causa di problemi nella regione occipitale del cervello.
  • L'aura uditiva include l'apparizione di acufeni, ronzio, musica, tintinnio, voci. La fonte del problema è la sconfitta della corteccia temporale.
  • L'aura olfattiva implica una reazione negativa agli aromi e alla sensazione di forti odori. Tali attacchi si formano a causa di problemi nei lobi frontali e temporali.
  • L'aura del gusto diventa costante anche a causa della sconfitta della regione temporale del cervello (e talvolta del frontale). Si distingue per le stesse sensazioni in bocca, quando il paziente sente di aver mangiato qualcosa di acido, amaro, salato. È possibile anche il gusto metallico.
  • L'aura somatosensoriale è ricordata per il disagio solo in una certa parte del corpo. Può essere sensazioni di intorpidimento, bruciore, pelle d'oca, prurito, movimento. Molto spesso tale aura porta alla tensione dei corrispondenti gruppi muscolari.
  • L'aura addominale è espressa da una sensazione di costrizione tra lo stomaco e la gola. Causato da problemi dei lobi temporali del cervello.
  • L'aura vegetativa è una tachicardia, una sensazione di soffocamento e sete dolorosa. Se questo tipo di aura non è accompagnato da disturbi motori, è una lesione dei lobi frontali della testa, ma la tachicardia ictale appare a causa di problemi nella regione temporale. È importante distinguere i sintomi vegetativi dal solito stato di stress del corpo prima dello sviluppo di un attacco.

Aura psichica

L'aura psichica implica problemi affettivi, mnemonici, allucinatori, illusori. Riguarda l'emergere di complesse visioni e immagini davanti agli occhi di una persona.

La particolarità dell'aura psichica è la distorsione dell'ambiente o percezione interna, il senso di catastrofismo di ciò che sta accadendo, la mancanza di chiarezza di pensiero, lo sviluppo della mania.

Allo stesso tempo, una persona tiene in memoria tutto ciò che vede e sente. Qui uno o più sintomi possono dominare.

  • L'aura affettiva è caratterizzata da rabbia, ansia, paura e umore depressivo. Sono possibili anche vampate di calore positive inattese.
  • Aura mnemonic si basa su deja vu e zhamevyu: una persona o percepisce ciò che sta accadendo come una situazione ripetitiva, o è sorpresa dalle solite circostanze della vita.
  • L'aura allucinatoria porta a sensazioni complesse. Si basano su immagini visive mescolate a voci e alle proprie emozioni. Allo stesso tempo, la coscienza non è soggetta a cambiamenti.
  • L'aura illusoria influisce sulla percezione delle forme e delle dimensioni di oggetti o soggetti esterni. Ad esempio, le parti del corpo viste possono trasformarsi. Anche qui sono possibili i fenomeni dei tipi uditivo, gustativo, olfattivo.

Aura del motore

L'aura motoria (motoria) è caratterizzata dall'ossessione di una persona con specifici movimenti o parole e ha caratteristiche di due tipi:

  • Le convulsioni semplici sono caratterizzate da spasmi tonici, clonici e versus.
  • Un attacco complesso consiste di sintomi gelatinosi, automotori, hypermotor.

Alcuni esperti notano anche l'aura epigastrica, che crea nuove sensazioni nell'addome superiore.

Le aure viscosa e viscosa sono anche associate a fastidiosi dolori addominali. Sono caratterizzati da nausea, brontolii, cambiamenti di temperatura e pelle, pupille dilatate o costrette con battito di ciglia costante. Può anche essere sentito la compressione intestinale.

Una forma complessa di insorgenza di epilessia è considerata un'aura impulsiva. È caratterizzato dall'eccitazione di una persona che non può controllare le sue emozioni negative e le sue azioni distruttive.

Inoltre, gli esperti dividono l'aura in un isolato e non isolato, portando allo sviluppo di altri tipi di attacchi di epilessia. Esiste anche un'aura continua (lunga), attribuita allo stato epilettico e indifferenziata, descritta da pazienti con difficoltà. In tutti i casi, è necessario considerare che l'aura epilettica può manifestarsi sia indipendentemente che in combinazione.

Un tipo può fluire in un altro, ma anche i sintomi più deboli possono portare ad un attacco con una chiusura completa della coscienza umana.

Caratteristiche dell'aura con l'epilessia

  1. I sintomi dell'aura devono essere distinti dai segni prodromatici. Nel primo caso parliamo di disagio che si verifica pochi minuti prima dell'attacco ed è causato dall'irritazione di alcune aree del cervello. Prodrom o precursore dell'epilessia appare in un paio d'ore, o addirittura giorni. Si differenzia principalmente nei segni mentali e vegetativi, ad esempio, insonnia, malessere, irritazione, scarso appetito.
  2. È anche importante distinguere le aure epilettiche e quelle che si presentano, ad esempio, con il mal di testa. In generale, è difficile distinguere l'aura prima dell'epilessia da un'altra malattia. Ad esempio, i sintomi vegetativi possono essere confusi con l'attacco di panico e olfattivo - con il vero kakosmiya. Altre sensazioni possono in realtà essere le conseguenze del disturbo di conversione o della malattia degli organi interni.
  3. L'aura è considerata la fase iniziale di un attacco epilettico. Dura pochi secondi, un massimo di 1-2 minuti. Allo stesso tempo, la comunicazione con il mondo esterno rimane nella maggior parte dei casi, anche se potrebbe non esserci alcuna reazione a uno stimolo esterno.
  4. È possibile diagnosticare l'aura di una specie epilettica utilizzando l'elettroencefalogramma. Il medico dovrebbe anche monitorare il paziente, notando le sue azioni riflesse. È possibile eliminare l'aura solo dopo una diagnosi accurata, perché il trattamento profilattico in questo caso è impossibile. Per quanto riguarda la terapia stessa, consiste nel ricevere vari mezzi in accordo con il tipo di aura.

L'aura con l'epilessia ha un vantaggio decisivo: è un avvertimento tempestivo di un attacco imminente.

Il paziente può avere il tempo di prendere una posizione comoda per evitare lesioni, per avvisare del disturbo delle persone che lo circondano. Ma in ogni caso, è necessario contattare il medico ed esaminare completamente il cervello in modo che la malattia non si sviluppi ancora di più.

Sindrome di Fisher o aura senza emicrania

in Fighting Disease 20 ott 2016 1.078 Visualizzazioni

L'aura in sé non è pericolosa, ma è importante non confonderlo con i precursori di infarto ed epilessia.

Emicrania - una malattia che nella maggior parte dei casi viene ereditata. Numerosi studi hanno dimostrato che sintomi come la paura della luce intensa, odori acuti e suoni forti in un attacco e nel periodo interictale sono una manifestazione della maggiore sensibilità della corteccia cerebrale agli stimoli.

Che cos'è un'aura emicranica e perché sorge

Aura si sviluppa in circa il 20% delle persone che soffrono di emicrania. È un complesso di sintomi che si verifica un massimo di un'ora prima dello sviluppo di un mal di testa e dura in media da 5 a 20 minuti.

Nella maggior parte dei casi, c'è un'aura visiva - l'apparizione di sfarfallio, leggeri zigzag, lampi in vista. Si possono osservare gli scotomi ("punti ciechi" nel campo visivo). Meno comune è l'aura sensoriale - l'apparizione di vari disturbi sensoriali sotto forma di intorpidimento, formicolio in diverse parti del corpo. Le aure sono considerate particolarmente rare nella forma di interruzione del movimento dei bulbi oculari, ptosi palpebrale, raddoppiamento (emicrania oftalmoplegica) e nella forma di disturbi motori e sensoriali in metà del corpo (emicrania emiplegica).

Perché l'aura si sviluppa? Questa domanda è ancora aperta. Oggi si ritiene che l'aura sia causata da un'onda di propagazione dell'eccitazione delle cellule della corteccia cerebrale e da disturbi vascolari in queste aree. Questo spiega i diversi tipi di aura (tutto dipende da quali parti del cervello sono coinvolte). È importante che i sintomi dell'aura siano completamente reversibili.

Quando un'aura senza mal di testa è pericolosa

È noto che l'intensità e la frequenza degli attacchi di emicrania diminuiscono con l'età ed è anche dimostrato che il numero di casi di emicrania senza mal di testa aumenta con l'età. La condizione in cui l'aura si verifica senza emicrania è chiamata sindrome di Fisher. Di per sé, la sindrome di Fisher non è pericolosa e non richiede un trattamento speciale. Tuttavia, è necessario escludere condizioni potenzialmente pericolose per la salute.

1. I sintomi dell'aura emicranica possono essere simili a un attacco ischemico transitorio.

L'attacco ischemico transitorio è una violazione della circolazione cerebrale, le cui manifestazioni scompaiono entro un giorno dallo sviluppo. Il pericolo è che l'attacco ischemico transitorio sia un precursore di un ictus. Una diagnosi corretta e tempestiva aiuterà ad evitare una catastrofe vascolare. La principale difficoltà è che l'emicrania con aura stessa è un fattore di rischio indipendente per l'ictus, quindi questi pazienti possono avere attacchi ischemici transitori e manifestazioni della sindrome di Fisher.

I sintomi simili all'aura emicranica sono molto probabilmente i precursori di una catastrofe cardiovascolare se:

- ha malattie cardiovascolari (per esempio, ipertensione arteriosa, cardiopatia ischemica, aterosclerosi);

2. I sintomi dell'aura emicranica possono essere simili a manifestazioni di epilessia temporale.

È noto che l'emicrania e l'epilessia hanno meccanismi di sviluppo comuni basati sull'eccitabilità alterata dei neuroni nella corteccia cerebrale. La presenza di aura è anche caratteristica dell'epilessia e, con l'epilessia temporale, l'aura può essere diversa e non possono esserci crisi convulsive.

I sintomi, molto probabilmente, non sono una manifestazione di emicrania ed epilessia, se:

- i sintomi si sono manifestati per la prima volta in un paziente di età giovane o infantile;

3. I sintomi dell'aura emicranica possono svilupparsi con tumori cerebrali.

I tumori al cervello possono manifestare sintomi multipli. Un'analisi dettagliata della storia del paziente, dei sintomi insoliti, della comparsa di un'aura per la prima volta nella vita aiuta a sospettare un tumore. La diagnosi è confermata da ulteriori metodi di ricerca (ad esempio, la risonanza magnetica o la risonanza magnetica).

Caratteristiche del trattamento dell'emicrania con aura

Il trattamento degli attacchi di emicrania con e senza aura, così come la prevenzione con attacchi frequenti e gravi, è prescritto da un medico.

Raccomandazioni generali per il sollievo di un'emicrania con aura:

  1. Gli antidolorifici sono meglio presi nello stadio dell'aura, prima dello sviluppo di un mal di testa.
  2. I triptani (farmaci specificamente progettati per alleviare il dolore emicranico) sono presi dopo il completamento dell'aura.
  3. Non è necessario trattare un attacco di aura senza mal di testa (sindrome di Fisher).

Prodotti in tema: Paracetamolo, Ibuprofene, Ketoprofene, Caffetamina, Sumatriptan, Imigran, Rapimed, Sumamigren, Amigrenin, Relpaks

Aura come premonizione di un attacco epilettico

Aura - che cos'è? In fisica, questa parola significa un fenomeno ottico, in parapsicologia, un involucro invisibile che circonda tutti gli esseri viventi. In neuropatologia, aura significa una condizione speciale di una persona che soffre di epilessia, che indica che la persona che soffre della malattia sta per essere intasata in un attacco epilettico.

Tradotto dal latino "aura" significa "whiff". Quindi, a proposito, chiamarono una delle dee dell'antica mitologia greca, che era responsabile del vento leggero. Come in natura, una tempesta può seguire un respiro impercettibile, come in medicina, dopo l'arrivo di un'aura, un paziente con epilessia può sopravvivere a un grave attacco epilettico.

Tipi di aura e loro manifestazioni

L'aura è l'inizio immediato di un attacco. Le forme della sua manifestazione sono diverse. Dipende dal tipo di epilessia con cui la persona è malata e dove si trova la parte interessata del cervello. Esistono diversi tipi principali di aura. L'aura sensoriale si verifica più spesso. È caratterizzato da:

  • intorpidimento degli arti, formicolio alle mani e ai piedi;
  • spiacevole, ma non avendo una base reale di sensazione nel corpo - come se oggetti estranei fossero sotto la pelle o qualcosa interferisse con gli organi interni;
  • scintille o bagliori luminosi davanti agli occhi;
  • un forte deterioramento della vista o la sua completa perdita;
  • suoni aspri apparenti;
  • la sensazione dei vari odori come acuta, ripugnante e morbida, piacevole;
  • vertigini.

Lo sai che anche nell'infanzia puoi vedere i primi segni di epilessia in un bambino? Principi di trattamento e conseguenze.

Leggi su varie forme di epilessia qui.

Le aure viscerosensoriali e visceromotorie sono principalmente associate a sensazioni sgradevoli e imprevedibili nell'area dello stomaco. I loro segni sono:

  • nausea improvvisa;
  • pupille dilatate o costrette con frequenti battiti di ciglia;
  • un cambiamento nella condizione della pelle - può arrossire o sbiadirsi;
  • getta il paziente in calore o freddo;
  • dolore e brontolio nell'addome;
  • tensione nell'intestino.

L'aura impulsiva è, forse, una delle forme più difficili di manifestazione dell'insorgenza di un attacco epilettico, principalmente per le persone che circondano un malato. Puoi parlarne se:

  • una persona è molto eccitata e le sue emozioni sono negativamente distruttive;
  • inizia a correre per la stanza e urla involontariamente;
  • il paziente può commettere atti che non sono caratteristici per lui - sforzarsi di dare fuoco a qualcosa, attirare l'attenzione attraverso spogliarsi, cantare a voce alta e il collasso di oggetti circostanti.

L'aura mentale è la più difficile per il paziente. Ha le seguenti caratteristiche:

  • allucinazioni visive, comprese quelle di natura irreale o catastrofica;
  • sentimento di paura e orrore;
  • annebbiamento della coscienza e mancanza di chiarezza di pensiero;
  • la memoria decade;
  • la sensazione di "deja vu" o, al contrario, la consapevolezza di un evento mai accaduto prima;
  • una persona smette di capire chi è e dove si trova;
  • è tormentato da pensieri che qualcuno gli si suppone imposto dall'esterno.

Inoltre, si distingue un'aura vegetativa quando il cuore del paziente inizia a battere più spesso, soffoca, ha sete. E con l'aura motoria, si può osservare l'ossessione motoria e verbale - una persona esegue movimenti uniformi e ripete le stesse parole.

È importante! Diversi tipi di aure possono manifestarsi singolarmente o in complesse, un'aura può cambiarne un'altra nel tempo, ma tutte possono portare a convulsioni di crisi epilettiche con un blackout completo.

Caratteristiche dello sviluppo dell'aura

L'aura di epilessia viene improvvisamente. Questa condizione può durare da pochi secondi a pochi minuti. Alla sua scadenza, la persona o perde completamente coscienza ed entra in scena solo dopo il completamento del sequestro, o, in rari casi, ritorna al suo stato abituale, scavalcando l'attacco.

Cioè, non tutte le volte che l'aura precede un attacco e, al contrario, non tutte le crisi epilettiche sono precedute da un'aura. Di regola, l'aura accompagna convulsioni convulsive generalizzate quando la patologia epilettica colpisce entrambi gli emisferi del cervello. Tali attacchi sono presenti nella vita di ogni seconda persona con una diagnosi di "epilessia". Si scopre che circa il 50% dei pazienti ha un'esperienza di esperienza di una condizione che preannuncia un attacco.

Pro e contro dell'aura

Durante un attacco epilettico, il paziente non ricorda nulla. Ma l'origine dell'attacco, il suo inizio, cioè l'arrivo immediato dell'aura, la sua coscienza fissa. Di norma, questo gli provoca molte emozioni negative:

  • è molto difficile psicologicamente vivere "con la sensazione di un disastro", anche per pochi secondi;
  • allucinazioni e altre manifestazioni di incoscienza della coscienza e una comprensione dell'impossibilità di controllare le loro azioni portano un sacco di disagio fisico ed emotivo;
  • Molti pazienti caratterizzano il tempo che precede l'aura come depressivo.

Sai che la demenza si verifica nell'epilessia? La prognosi per i pazienti con epilessia.

Quali cambiamenti nelle strutture cerebrali si verificano nell'epilessia, scopri qui.

Sui popolari metodi di trattamento dell'epilessia, leggerai in questo articolo: http://golmozg.ru/farmacevtika/narodnaya-medicina-epilepsiya.html. Omeopatia per l'epilessia.

Allo stesso tempo, per quanto strano possa sembrare, l'aura durante l'epilessia causa non solo sofferenza al paziente. A volte può essere un fattore positivo per il paziente, per i suoi parenti e anche per i medici curanti. Questo è quello che dicono i pazienti stessi:

  • quando una persona ritiene che solo pochi minuti o addirittura secondi rimangono prima di un attacco, può riuscire a proteggersi il più possibile da possibili lesioni fisiche - sedersi su una sedia o addirittura sdraiarsi sul pavimento, liberare le mani dagli oggetti;
  • Prima di un attacco epilettico durante un'aura, puoi preoccuparti dei tuoi cari - avvertirli di uno stato imminente e dare loro l'opportunità di prepararsi a questo;
  • Molti pazienti usano il prezioso tempo dell'aura per spegnere il gas in casa e spegnere gli elettrodomestici da lavoro.

Una persona può esistere per lungo tempo esclusivamente con aure isolate che non fluiscono in forme più gravi. Ma se i precursori dei sequestri arriveranno sempre più spesso, allora è probabile che i sequestri epilettici non tardino ad aspettare. Ciò significa che per qualsiasi manifestazione di coscienza non standard, dovresti consultare immediatamente un medico.

Emicrania: sintomi e trattamento, segni (aura), come alleviare il dolore durante un attacco

Questa malattia è stata conosciuta fin dai tempi antichi. Si ritiene che il procuratore della Giudea Ponzio Pilato, che comandava la crocifissione di Gesù Cristo, soffrisse di emicrania. A quel tempo, questa malattia era chiamata "emicrania", che significa "dolore a metà della testa".

Certamente, tale sofferenza, che ha lamentele molto caratteristiche, non è contagiosa, ed è caratteristica delle persone sufficientemente facoltose (per non chiamare un barbiere, ma un dottore) è stata descritta abbastanza presto nella letteratura, ed è arrivata fino a noi immutata fin dai tempi antichi.

Il dolore a metà testa non è l'unico, ma uno dei segni più caratteristici dell'emicrania.

Diciamo che per "metà testa" intendiamo la metà sinistra o la metà destra. Non stiamo parlando della metà "inferiore" o "superiore", ma solo sui lati simmetrici dello specchio.

Emicrania - che cos'è?

L'emicrania è una forma di cefalea primaria che ha una codifica indipendente nella sezione delle malattie neurologiche (G 43). Una definizione moderna dice che l'emicrania è una forma di mal di testa di natura vascolare, che si presenta con sintomi clinici caratteristici sotto forma di convulsioni pulsanti, con o senza aura, con possibile presenza di nausea o vomito (vedi foto).

Allo stesso tempo, il dolore è completamente reversibile, funzionale e non è una conseguenza di un ictus, un processo volumetrico nel cervello o una lesione traumatica del sistema nervoso centrale.

L'emicrania è stata recentemente aggiunta all'elenco di 19 malattie che causano significative perdite socioeconomiche a causa di un deterioramento della capacità di lavoro, e violano anche l'adattamento del lavoro del paziente.

Circa le ragioni

La malattia è significativamente più comune nelle donne che negli uomini ed è polietiologica, in quanto vi sono molte cause di emicrania. I più famosi di loro sono:

  • Predisposizione ereditaria, che è stata dimostrata dallo studio di gemelli identici;
  • Stress, inattività fisica, intenso lavoro mentale in condizioni di ipossia;
  • Sovraccarico fisico;
  • Mangiare cibi contenenti tiramina (formaggio, noci, cioccolato, vino rosso, birra e champagne);
  • Nelle donne, uno dei principali fattori nello sviluppo dell'emicrania è l'uso a lungo termine di contraccettivi ormonali orali;
  • Dipendenza meteorologica in presenza di un cambiamento del tempo.

Molto spesso, la malattia è una manifestazione di molti dei fattori descritti nelle loro varie combinazioni.

Segni di emicrania

L'emicrania è caratterizzata dalla sua natura e dai sintomi associati. Quindi, la forma semplice è caratterizzata dalle seguenti caratteristiche:

  • Attacchi ripetuti di mal di testa, che si verificano sotto forma di attacchi, da 4 a 72 ore di durata totale;
  • Il dolore è localizzato solo a sinistra o solo a destra;
  • La natura del dolore pulsa, la classica irradiazione è nel bulbo oculare;
  • La gravità del dolore è significativa;
  • Durante l'esercizio fisico, il dolore si intensifica, che, insieme al carattere e alla posizione, lo distingue dal mal di testa da tensione. Pertanto, questo dolore che è sorto durante lo sforzo fisico può richiedere la cessazione di tutto il lavoro, che in alcuni casi nella produzione porta a "rovistare".
  • I sintomi dell'emicrania accompagnano la fotofobia e la fonofobia. Questo si manifesta con la fotofobia e l'intolleranza non solo dei suoni forti, ma anche dei suoni di media intensità che sembrano forti per il paziente. Questi sintomi aumentano con l'aumentare del mal di testa. In pratica, questo è espresso dal fatto che il paziente ha un forte desiderio di ritirarsi, addormentarsi, sdraiarsi con gli occhi chiusi in una stanza tranquilla, buia e preferibilmente fresca;
  • Durante un attacco, l'umore della persona cambia notevolmente: il paziente diventa depresso, o, al contrario, irritabile e irascibile;
  • Inoltre, vi è una particolare sensibilità agli odori (iperosmia) e persino avversione ad alcuni di essi;
  • Quando l'emicrania sviluppa spesso nausea progressiva, che si combina con un mal di testa insopportabile. Il vomito, di regola, si alza "all'apice" di un mal di testa, ed è un rapido segnale che il dolore diminuirà. Pertanto, i pazienti con una lunga "esperienza" di emicrania percepiscono il vomito come un segno di un rapido sollievo dalla sofferenza;
  • L'emicrania è un tipo di mal di testa in cui si ottiene sollievo con l'aiuto di una benda stretta. Pertanto, il velo fasciato di un aristocratico sofferente è un'indicazione diretta di un'emicrania.

I segni di emicrania che non si fermano entro 72 ore sono chiamati stato di emicrania. Questa condizione richiede un ricovero urgente, dal momento che un dolore così prolungato può causare edema e gonfiore del cervello, lo sviluppo di convulsioni convulsive o la comparsa di sintomi neurologici focali caratteristici dell'ictus ischemico.

Sintomi per tipo di emicrania (foto) - che cos'è un'aura?

una delle manifestazioni della foto dell'aura

L'emicrania con aura è un disturbo un po 'più complicato di una semplice emicrania. Aura - questi sono alcuni sintomi reversibili neurologici che aumentano nel tempo, di solito da 5 a 20 minuti, e durano in qualsiasi forma per non più di un'ora.

Di norma, quando si verifica un'aura, il paziente comprende già che un attacco di emicrania seguirà, e c'è tempo per prepararsi o prendere medicine. A volte l'aura appare completamente fuori dal blu, e il dolore appare più tardi.

In alcuni casi, i sintomi dell'aura emicranica appaiono sullo sfondo di un mal di testa iniziale. Morfologicamente, l'aura coincide con lo sviluppo di insufficiente circolazione del sangue in varie aree del cervello.

Questa ipoperfusione di vari reparti, associata al vasospasmo, si manifesta sotto forma di sintomi di "furto" da parte del sangue di varie strutture.

sintomi dell'aura con foto di emicrania

I tipici sintomi dell'aura, chiaramente associati al successivo mal di testa, includono:

  • Sintomi visivi (sfarfallio di strisce, macchie, "mosche" davanti agli occhi, sfocatura, sfocatura, comparsa di scintillanti "zigzag" e bestiame, o perdita temporanea della vista dei fuochi e dei campi);
  • Disturbi sensibili agli arti (sensazione di intorpidimento e formicolio, sensazione di "pelle d'oca strisciante"). Questi disturbi afferrano metà del corpo e si estendono fino alla metà corrispondente della faccia;
  • Disturbi del linguaggio Ci sono difficoltà nella forma di offuscamento della parola (disfasia).

Di regola, i disturbi visivi appaiono per primi, come il più sottile, quindi appaiono i disturbi sensoriali e del linguaggio sensoriali.

I pazienti devono conoscere il loro tipo di aura, poiché in alcuni casi è difficile distinguerlo da un attacco ischemico transitorio, che può essere di per sé una manifestazione di un ictus.

Pertanto, i pazienti affetti da emicrania devono tenere un diario, che rifletta la specificità dei segni dell'aura e la relazione con vari fattori ambientali.

In alcuni casi, i pazienti possono avere un'aura sviluppata, ma non c'è mal di testa o essere di natura minore. Questo tipo di "emicrania decapitata" è comune negli uomini.

Più rari tipi di emicrania

Oltre al classico attacco al dolore e una serie di precursori, chiamati aura, ci sono forme atipiche di emicrania, ad esempio:

  • Emicrania basilare I suoi segni sono l'aura, che proviene dal tronco encefalico: disturbi del linguaggio, vertigini, tinnito, doppia visione, perdita dell'udito, disturbi della coscienza, nonché disturbi sensoriali bilaterali negli arti del tipo di parestesia;
  • Emicrania emiplegica Questa forma è molto simile a un tratto, poiché ci sono disturbi dei movimenti in base al tipo di debolezza motoria negli arti.

Va aggiunto che anche prima dell'aura, a volte un giorno o due prima dell'attacco emicranico, si verificano sintomi prodromici: tensione nei muscoli del collo, alterazione della concentrazione, sbadigli o pelle pallida, visione offuscata o debolezza.

Di norma, vengono sostituiti da un'aura o da un classico attacco di dolore emicranico.

Trattamento di emicrania

Il trattamento di questa malattia presenta difficoltà note, in particolare il trattamento dell'emicrania nelle donne. Secondo dati moderni, una predisposizione a questo tipo di mal di testa nella bella metà dell'umanità è dovuta all'influenza degli estrogeni.

Il trattamento dell'emicrania è ridotto al riconoscimento e al sollievo tempestivo delle convulsioni, alla riduzione della loro frequenza di insorgenza, riducendo il tempo di convulsioni.

Nel caso di una cura radicale, gli attacchi scompaiono completamente e il paziente non viene disturbato per un anno. Tuttavia, il compito principale è sempre stato e rimane per alleviare un attacco.

A volte, con una buona relazione tra medico e paziente, le tattiche di trattamento corrette, un cambiamento radicale nello stile di vita, fermare l'attacco diventa semplicemente inutile, in quanto diventano molto rari e possono scomparire del tutto.

Come rimuovere un attacco di emicrania?

Più spesso, l'emicrania è spiegata dall'alternanza di spasmo vascolare con successiva espansione. Se descrivi lo sviluppo dell'emicrania in un linguaggio semplice, prima sviluppi uno spasmo di vasi cerebrali e dura madre, che è asintomatico. Lo spasmo è innescato dai fattori sopra descritti.

Quindi, come reazione compensatoria, si verifica la risoluzione dello spasmo e la sovra-espansione delle navi è più normale. Questo allungamento provoca una reazione dei recettori del dolore, che porta alla comparsa di dolore caratteristico.

Per alleviare un attacco di emicrania, è necessario aumentare nuovamente il tono vascolare o, più semplicemente, per raggiungere il loro spasmo. Questo può essere fatto con l'aiuto di molti farmaci: dal caffè e dal brandy alle droghe della classe dei triptani.

I farmaci gravi per il sollievo di un attacco si presentano sotto forma di spray nasale o supposte rettali, poiché il vomito continuo può interferire con l'assorbimento del farmaco nel corpo.

Come trattare un attacco di emicrania facile?

In tal caso, se l'attacco è di bassa intensità e le condizioni del paziente sono soddisfacenti, è possibile utilizzare metodi di trattamento non farmacologici: una bolla di ghiaccio o calore secco.

I farmaci aiutano i farmaci "leggeri" dal gruppo di farmaci antinfiammatori non steroidei: da "Analgin" e "Paracetamol" a "Nurofen", "Tempalgin" o "Ketanov", che è l'analgesico più potente.

Naturalmente, quando si tratta di un attacco di emicrania facile con questi farmaci, si dovrebbe essere consapevoli dei pericoli per la mucosa gastrica e, insieme a loro, somministrare omeprazolo per ridurre il rischio ulcerogeno.

Come rimuovere il dolore dell'emicrania moderata e grave intensità?

Nel caso in cui un paziente abbia un tipico attacco e i farmaci non steroidei non aiutino ad alleviare il dolore emicranico, è meglio assumere analgesici venduti su prescrizione, contenenti codeina o caffeina. Questi farmaci includono Caffetine, Solpadein, Pentalgin.

Se una persona ha un forte mal di testa, accompagnato da nausea e vomito ripetuto, allora è possibile utilizzare un farmaco di prescrizione come "Zaldiar" contenente tramadolo. Questo farmaco è una prescrizione, ma non un narcotico, e qualsiasi medico può prescriverlo.

Vengono anche utilizzati i triptani, che vengono introdotti come spray nel corrispondente passaggio nasale sul lato dell'aspetto del mal di testa.

  • Da triptani, viene mostrato Sumatriptan (Imigran). Questi farmaci interrompono meglio il mal di testa a crescita lenta. In forma di compresse, il farmaco è disponibile sotto il nome di "Amigrenin", "Sumamigren", così come nella candela - "Trihimren".
  • La prossima generazione di triptani ("Namig", "Zomig") è caratterizzata da una migliore tollerabilità.

È importante che l'assunzione di triptani in qualsiasi forma sia necessaria solo dopo l'inizio del mal di testa. La loro ricezione senza dolore, sullo sfondo dell'aura è controindicata. Non puoi nemmeno usarli per la prevenzione, perché causano il vasospasmo e, al contrario, possono provocare un attacco di emicrania.

Puoi anche assumere farmaci antiemetici ("TSerukal", "Motilium"). In caso di vomito grave, è consigliabile la somministrazione intramuscolare di farmaci.

I moderni farmaci per l'emicrania possono anche appartenere agli alcaloidi della segale cornuta. In alcuni casi, vengono usati anche antidepressivi e anticonvulsivanti, ma per la prevenzione.

Prevenzione dell'emicrania

L'emicrania e il problema di "come alleviare il dolore" non è l'unico, ma inizia con una lunga strada verso la guarigione. Per prevenire le crisi, vengono utilizzati farmaci completamente diversi, che vengono utilizzati tra le crisi.

Questi farmaci comprendono beta-bloccanti adrenergici ("Anaprilina", "Obzidan"), anticonvulsivanti ("Topamax"). Ma prima di iniziare a usarli, è necessario modificare tutti i fattori di rischio che possono essere modificati: peso corporeo, evitando cattive abitudini, uno stile di vita sano, una corretta alimentazione.

L'emicrania, i sintomi e il trattamento dei quali abbiamo smontato, si riferisce a disturbi funzionali. Ma, in determinate condizioni, può portare una persona ad un ictus e gonfiore del cervello, e lo stato di emicrania grave può essere una causa di morte.

Pertanto, è necessario adottare misure tempestive per diagnosticare e trattare questa ben nota disfunzione vascolare nei primissimi termini.

Sindrome di Fisher o aura senza emicrania

L'aura in sé non è pericolosa, ma è importante non confonderlo con i precursori di infarto ed epilessia.

Emicrania - una malattia che nella maggior parte dei casi viene ereditata. Numerosi studi hanno dimostrato che sintomi come la paura della luce intensa, odori acuti e suoni forti in un attacco e nel periodo interictale sono una manifestazione della maggiore sensibilità della corteccia cerebrale agli stimoli.

Che cos'è un'aura emicranica e perché sorge

Aura si sviluppa in circa il 20% delle persone che soffrono di emicrania. È un complesso di sintomi che si verifica un massimo di un'ora prima dello sviluppo di un mal di testa e dura in media da 5 a 20 minuti.

Nella maggior parte dei casi, c'è un'aura visiva - l'apparizione di sfarfallio, leggeri zigzag, lampi in vista. Si possono osservare gli scotomi ("punti ciechi" nel campo visivo). Meno comune è l'aura sensoriale - l'apparizione di vari disturbi sensoriali sotto forma di intorpidimento, formicolio in diverse parti del corpo. Le aure sono considerate particolarmente rare nella forma di interruzione del movimento dei bulbi oculari, ptosi palpebrale, raddoppiamento (emicrania oftalmoplegica) e nella forma di disturbi motori e sensoriali in metà del corpo (emicrania emiplegica).

Perché l'aura si sviluppa? Questa domanda è ancora aperta. Oggi si ritiene che l'aura sia causata da un'onda di propagazione dell'eccitazione delle cellule della corteccia cerebrale e da disturbi vascolari in queste aree. Questo spiega i diversi tipi di aura (tutto dipende da quali parti del cervello sono coinvolte). È importante che i sintomi dell'aura siano completamente reversibili.

Quando un'aura senza mal di testa è pericolosa

È noto che l'intensità e la frequenza degli attacchi di emicrania diminuiscono con l'età ed è anche dimostrato che il numero di casi di emicrania senza mal di testa aumenta con l'età. La condizione in cui l'aura si verifica senza emicrania è chiamata sindrome di Fisher. Di per sé, la sindrome di Fisher non è pericolosa e non richiede un trattamento speciale. Tuttavia, è necessario escludere condizioni potenzialmente pericolose per la salute.

1. I sintomi dell'aura emicranica possono essere simili a un attacco ischemico transitorio.

L'attacco ischemico transitorio è una violazione della circolazione cerebrale, le cui manifestazioni scompaiono entro un giorno dallo sviluppo. Il pericolo è che l'attacco ischemico transitorio sia un precursore di un ictus. Una diagnosi corretta e tempestiva aiuterà ad evitare una catastrofe vascolare. La principale difficoltà è che l'emicrania con aura stessa è un fattore di rischio indipendente per l'ictus, quindi questi pazienti possono avere attacchi ischemici transitori e manifestazioni della sindrome di Fisher.

I sintomi simili all'aura emicranica sono molto probabilmente i precursori di una catastrofe cardiovascolare se:

- ha malattie cardiovascolari (per esempio, ipertensione arteriosa, cardiopatia ischemica, aterosclerosi);
- i sintomi durano più di 60 minuti;
- i sintomi si sviluppano e raggiungono la massima severità in pochi secondi;
- il paziente non ha mai avuto attacchi di emicrania con o senza aura;
- con la risonanza magnetica, ci sono lesioni vascolari di varie prescrizioni.

2. I sintomi dell'aura emicranica possono essere simili a manifestazioni di epilessia temporale.

È noto che l'emicrania e l'epilessia hanno meccanismi di sviluppo comuni basati sull'eccitabilità alterata dei neuroni nella corteccia cerebrale. La presenza di aura è anche caratteristica dell'epilessia e, con l'epilessia temporale, l'aura può essere diversa e non possono esserci crisi convulsive.

I sintomi, molto probabilmente, non sono una manifestazione di emicrania ed epilessia, se:

- i sintomi si sono manifestati per la prima volta in un paziente di età giovane o infantile;
- dopo il completamento dell'aura, si nota una compromissione della coscienza;
- ci sono cambiamenti caratteristici dell'epilessia sull'elettroencefalogramma.

3. I sintomi dell'aura emicranica possono svilupparsi con tumori cerebrali.

I tumori al cervello possono manifestare sintomi multipli. Un'analisi dettagliata della storia del paziente, dei sintomi insoliti, della comparsa di un'aura per la prima volta nella vita aiuta a sospettare un tumore. La diagnosi è confermata da ulteriori metodi di ricerca (ad esempio, la risonanza magnetica o la risonanza magnetica).

Caratteristiche del trattamento dell'emicrania con aura

Il trattamento degli attacchi di emicrania con e senza aura, così come la prevenzione con attacchi frequenti e gravi, è prescritto da un medico.

Raccomandazioni generali per il sollievo di un'emicrania con aura:

  1. Gli antidolorifici sono meglio presi nello stadio dell'aura, prima dello sviluppo di un mal di testa.
  2. I triptani (farmaci specificamente progettati per alleviare il dolore emicranico) sono presi dopo il completamento dell'aura.
  3. Non è necessario trattare un attacco di aura senza mal di testa (sindrome di Fisher).

Prodotti in tema: Paracetamolo, Ibuprofene, Ketoprofene, Caffetamina, Sumatriptan, Imigran, Rapimed, Sumamigren, Amigrenin, Relpaks