Aracnoidite chiasmatica ottica

Epilessia

L'aracnoidite chiasmatica ottica è una meningoencefalite basale della fossa cranica media, nella quale sono colpiti i nervi ottici e il chiasma. Le principali manifestazioni della patologia sono dolore nell'area dell'orbita, visione offuscata, debolezza generale e aumento dell'affaticamento visivo. La diagnosi si basa su oftalmoscopia, perimetria, visometria, studio della reazione delle pupille alla luce e alla craniografia. La terapia conservativa dell'aracnoidite opiociasmatica include la prescrizione di antibiotici, glucocorticosteroidi, antistaminici e vitamine dei gruppi B e C. Con una bassa efficacia del trattamento farmacologico, viene eseguita la chirurgia.

Aracnoidite chiasmatica ottica

L'aracnoidite chiasmatica ottica è la forma più comune di infiammazione dell'aracnoide in cui il processo patologico è localizzato nella regione della base del cervello. Secondo le statistiche, nel 60-80% dei casi la causa dello sviluppo della malattia è la presenza di focolai cronici di infezione nella regione dei seni paranasali. Non è possibile stabilire l'eziologia della malattia nel 10-15%, tali varianti sono considerate idiopatiche. Gli scienziati stanno studiando il ruolo dei meccanismi autoimmuni nella comparsa di aracnoidite. Patologia con la stessa frequenza si verifica tra maschi e femmine. La meningoencefalite basale è molto diffusa.

Cause di aracnoidite ottica-chiasmatica

Il valore principale nello sviluppo di questa patologia è dato all'infiammazione dei seni paranasali. Gli agenti infettivi (virus, microrganismi) entrano nel cranio attraverso le aperture naturali dei seni. Meno comunemente, l'insorgenza di sintomi di aracnoidite chiasmatica ottica è associata a un corso acuto di otite, mastoidite. I principali fattori eziologici della malattia:

  • Lesione cerebrale traumatica. Le lesioni intracraniche potenziano la formazione di aderenze fibrose nella regione aracnoidea. A causa dell'inizio dei primi sintomi, qualche tempo dopo la lesione alla testa, la relazione tra trauma e aracnoidite non è sempre visibile.
  • CNS. Infiammazione della membrana aracnoidea del cervello a causa di complicanze intracraniche che si sviluppano sullo sfondo di influenza, tonsillite, tubercolosi. I sintomi della malattia sono spesso diagnosticati in pazienti con neurosifilide. La causa della forma fibrosante è la lunga persistenza del virus dell'influenza nel liquido cerebrospinale.
  • Sclerosi multipla Questa è una patologia autoimmune in cui è interessata la guaina mielinica delle fibre nervose, non solo il cervello, ma anche il midollo spinale. I cambiamenti patologici sono più pronunciati nell'area del chiasma ottico e dello spazio periventricolare dei grandi emisferi.
  • Malformazioni congenite. Anomalie della struttura del canale ottico e delle pareti ossee dell'orbita contribuiscono alla penetrazione dell'infezione nella cavità intracranica. Ciò porta allo sviluppo di sintomi focali e un decorso recidivante della malattia.

patogenesi

Il meccanismo di sviluppo si basa sull'effetto di un agente infettivo (più spesso di natura virale) sulle meningi. Prima di tutto, la membrana aracnoidea è interessata, seguita da un guscio morbido. I cambiamenti nella struttura del tessuto nervoso sono più pronunciati nella zona del chiasma e dei nervi ottici adiacenti. A causa dell'infiammazione locale, i vasi si dilatano e la loro permeabilità aumenta. Vi è un aumento di essudazione e formazione di infiltrati cellulari nell'area del rivestimento del cervello. Poi ci sono disturbi circolatori che innescano un aumento delle manifestazioni ipossiche e lo sviluppo di reazioni allergiche.

Nel tempo, il processo infiammatorio porta a cambiamenti fibroplastici nell'aracnoide nell'area del chiasma ottico e dei nervi ottici. La proliferazione del tessuto connettivo provoca la formazione di ampie sinechie tra le membrane solide e aracnoidee. Oltre alle cisti fibrose, si formano le cisti, le cui cavità sono piene di contenuti sierosi. Esistono molteplici formazioni cistiche piccole o singole di grandi dimensioni. Le cisti possono circondare il chiasma da tutti i lati, portando alla compressione dei nervi ottici. La compressione dei nervi è la causa principale delle loro alterazioni degenerative-distrofiche, e in seguito - atrofia.

classificazione

Ci sono corso acuto e cronico della malattia. La variante cronica include l'atrofia ereditaria della famiglia dei nervi ottici (amaurosi di Leber). Esiste una chiara predisposizione genetica allo sviluppo di questa forma della malattia. Secondo la classificazione clinica, è consuetudine considerare 3 tipi di aracnoidite opto-chiasmatica, nella sintomatologia di cui dominano i seguenti segni:

  • Sindrome del nervo retrobulbare. La variante più comune del flusso. Forse una riduzione della visione unilaterale o asimmetrica. La patologia è accompagnata dal restringimento fascicolare dei campi visivi.
  • Formazioni cistiche Le manifestazioni cliniche imitano i sintomi di un tumore nella zona opto-chiasmatica. L'aumento delle cisti in volume contribuisce alla compressione delle strutture cerebrali. Se la dimensione delle lesioni è piccola, i sintomi sono assenti.
  • Ristagno complicato del nervo ottico Questa forma della malattia è estremamente rara. Non ci sono segni di infiammazione, l'aumento dell'edema indica un aumento della pressione intracranica. Secondariamente, la membrana interna del bulbo oculare è coinvolta nel processo patologico.

Sintomi di aracnoidite oppio-chiasmatica

La patologia è caratterizzata da un esordio acuto. I pazienti lamentano una perdita bilaterale della vista, forte mal di testa, che non viene interrotto dall'uso di analgesici. C'è una maggiore fatica quando si eseguono carichi visivi (leggere libri, lavorare al computer, guardare film). La progressione della malattia porta a forti dolori nella regione orbitaria, irradiandosi alla fronte, ponte di naso, sopracciglia, tempie. La sindrome del dolore può essere localizzata direttamente nell'orbita.

I pazienti osservano che l'acuità visiva diminuisce molto rapidamente. Nei casi più gravi, la disfunzione visiva raggiunge il suo massimo dopo poche ore, ma più spesso questo processo richiede 2-3 giorni. Le aree gradualmente separate cadono dal campo visivo. Gli alunni possono essere di dimensioni diverse. I pazienti soffrono di sensazioni di colore, in particolare - la percezione del rosso e del verde. Durante questo periodo possono verificarsi disturbi dispeptici (nausea, vomito). In futuro, il processo acuto è sostituito da un cronico. Con il concomitante danno ai nervi cranici, l'olfatto è ridotto. A causa di una violazione dell'innervazione del nervo facciale, viene visualizzata l'omissione dell'angolo laterale dell'occhio o della bocca.

Quando l'area interessata si diffonde nella regione ipotalamica, i pazienti soffrono di frequenti crisi vascolari, la termoregolazione viene disturbata e si osservano contrazioni muscolari convulsive. C'è una maggiore sudorazione, sete, febbre di basso grado, disturbi del sonno. In contrasto con il processo acuto, nel decorso cronico della patologia, i sintomi aumentano gradualmente. Alcuni pazienti osservano che dopo una cisternografia diagnostica, la visione viene ripristinata per un breve periodo.

complicazioni

Una complicanza comune della patologia è l'atrofia del nervo ottico. I pazienti hanno un'alta probabilità di dislocazione delle strutture cerebrali. Con un aumento delle formazioni cistiche, si osservano compressione del tessuto cerebrale e sintomi focali. La diffusione del processo patologico ad altre membrane del cervello provoca meningite, meningoencefalite. Con un complicato corso di formazione di ascessi intracranici. Si verifica nelle lesioni secondarie dei ventricoli cerebrali la ventricolite. I pazienti sono a rischio di sviluppare disturbi circolatori cerebrali acuti.

diagnostica

Nelle prime fasi della diagnosi è difficile. Poiché la causa più comune della patologia è la sconfitta dei seni paranasali, i raggi X vengono prelevati nella fase della diagnosi primaria. Per maggiore informatività, viene eseguita una risonanza magnetica dei seni. In questo caso, è possibile identificare un piccolo edema parietale della mucosa del seno sfenoidale e la sconfitta delle cellule posteriori del labirinto etmoidale. I metodi diagnostici strumentali includono:

  • Perimetria. Un restringimento segmentale o concentrico del campo visivo si trova in combinazione con restrizioni bilaterali o emianopsie nelle regioni temporali. Se la malattia è di tipo neurolitico retrobulbare, si osservano scotomi centrali nei pazienti.
  • Visometry. Viene diagnosticata una diminuzione progressiva dell'acuità visiva. La natura della lesione è simmetrica su entrambi i lati. L'eccezione è la forma retrobulbar, in cui un occhio è interessato, o entrambi, ma in modo asimmetrico.
  • Oftalmoscopia. Vengono visualizzati l'edema e l'iperemia del disco del nervo ottico. Con l'aumento della pressione intracranica, il disco ottico ha un aspetto stagnante. L'area dell'edema si estende alla regione peripapillare della retina e alla regione della macula.
  • Indagine sulla reazione pupillare. All'inizio dello sviluppo della meningoencefalite, la reazione delle pupille è lenta. La progressione della malattia porta al fatto che la reazione pupillare è assente. Visivamente, midriasi o anisocoria possono essere determinati.
  • Craniography. Nella forma cronica della malattia si osserva un ispessimento del muro della sella turca. La ghiandola pineale diventa calcificata. Segni di ipertensione endocranica sono in aumento. Nei bambini piccoli, c'è una leggera discrepanza delle suture craniche.
  • Serbatoio pneumatico La tecnica consente di studiare la natura dei cambiamenti in una cisterna chiasmatica. Picchi, singole o multiple cisti sono rilevati. L'aria viene introdotta nella cavità del serbatoio per migliorare la visualizzazione.

Con una forma unilaterale di patologia, l'esame del paziente deve essere ripetuto dopo 1-2 settimane a causa dell'alto rischio di danno ritardato al secondo occhio. Anche per la malattia è caratterizzato dal fenomeno dei "difetti migratori", in cui i cambiamenti di hotel nel campo visivo sono determinati in altre aree.

Trattamento dell'aracoidite oppio-chiasmatica

Nel decorso acuto della malattia viene prescritto un trattamento farmacologico. La durata della terapia conservativa è di 3-6 mesi. Dopo aver interrotto il processo acuto, viene indicata la fisioterapia. Con l'aiuto dell'elettroforesi, vengono introdotti preparati di calcio, vitamina PP. Uso efficace dell'agopuntura per 10 sessioni. Per eliminare i sintomi di aracnoidite oppio-chiasmatica prescrivere:

  • Antibiotici. Si usano agenti antibatterici cefalosporinici. Inoltre, si possono usare sulfonamidi. La durata della terapia antibiotica non deve superare i 5-7 giorni.
  • Agenti ormonali. I glucocorticosteroidi (prednisone) sono indicati nel processo acuto o nel decorso grave della malattia. Nel tempo, gli ormoni sono sostituiti da farmaci anti-infiammatori non steroidei.
  • Complessi multivitaminici. Quando l'aracnoidite ottica-chiasmatica raccomandava l'uso di vitamine C, B. L'introduzione di glucosio con acido ascorbico doveva essere alternata con acido nicotinico.
  • Antistaminici. I bloccanti di H2-istamina sono usati in caso di origine allergica o tossica-infettiva della meningoencefalite. Inoltre, i preparati di calcio sono prescritti per lo scopo iposensibilizzante.
  • Terapia di disintossicazione. È indicato nel caso dello sviluppo di infiammazione sullo sfondo dell'infezione intracranica. Applicare soluzioni di glucosio, reopoliglyukina, gemodeza. La via di somministrazione è la flebo endovenosa.
  • Terapia antiipertensiva. Per ridurre la pressione intracranica con segni di ipertensione, vengono iniettate sostanze osmoattive.

In assenza dell'effetto della terapia farmacologica, è stata dimostrata una puntura lombare con introduzione di ossigeno in una cisterna ottica-chiasmatica. Lo scopo di questa manipolazione è distruggere le aderenze del tessuto connettivo. Il trattamento chirurgico dell'aracnoidite si riduce alla dissezione delle aderenze e alla rimozione delle cisti nella cisterna chiasmatica e alla base del cervello. L'intervento chirurgico è controindicato nei sintomi meningei, pleiocitosi o segni di edema del disco ottico. Al fine di prevenire il ripetersi della malattia nel periodo postoperatorio, viene prescritta una terapia antinfiammatoria. Per controllare l'efficacia del trattamento eseguire la puntura spinale. Il trattamento viene effettuato congiuntamente da un oftalmologo e un neurologo. È necessaria la consultazione del neurochirurgo.

Prognosi e prevenzione

Il risultato dell'aracnoidite ottica-chiasmatica è determinato dalla gravità e dalla natura del decorso della malattia. Con un corso facile della malattia, la prognosi è favorevole, poiché i disturbi visivi non sono molto pronunciati. La progressione della patologia può portare a una perdita permanente della vista. Non sono state sviluppate misure preventive specifiche. La profilassi non specifica è mirata al trattamento tempestivo delle infezioni del cervello e dell'infiammazione dei seni paranasali. Se i sintomi si manifestano nel periodo a lungo termine dopo la TBI, il paziente deve essere registrato presso un neurologo.

Aracnoidite cerebrale: recupero dopo malattia

L'aracnoidite è una patologia che si basa sul danno alle meningi e sulla formazione di aderenze e cisti tra l'aracnoide e la membrana molle, così come i ventricoli del cervello, che rendono difficile la circolazione del liquido cerebrospinale e irrita il cervello. L'aracnoidite cerebrale è una malattia rara del sistema nervoso. Il processo patologico può svilupparsi come risultato di una reazione autoimmune, quando gli anticorpi alle membrane cerebrali si formano nel corpo. Questa è la cosiddetta vera aracnoidite. In altri casi, la malattia procede come effetti residui dopo neuroinfezioni posticipate, lesioni alla testa.

Tipi di aracnoiditi

  • vero;
  • traumatica;
  • metagrippal;
  • tossici;
  • reumatoide;
  • tonzilogenny.

Secondo il decorso della malattia:

Secondo la posizione del processo patologico:

  • aracnoidite convessa (con danno al giro frontale, parietale, temporale o centrale);
  • aracnoidite basale (base del cervello);
  • aracnoidite dell'angolo cerebrale-cerebellare;
  • aracnoidite della fossa cranica posteriore.

Di seguito diamo un'occhiata più da vicino a questi tipi di aracnoiditi, poiché la localizzazione di cisti e aderenze influenza in modo significativo le manifestazioni cliniche della malattia.

clinica

Sintomi patologici di aracnoidite possono essere suddivisi in focali e cerebrali. Questi ultimi sono presenti in tutti i pazienti con aracnoidite in vari gradi di gravità. Questo è un mal di testa, vertigini, pesantezza alla testa, nausea. Debolezza tipica, riduzione delle prestazioni, disturbi del sonno, diminuzione della memoria e attenzione. I pazienti sono irritabili, emotivamente instabili. Spesso con l'aracnoidite, i plessi vascolari del cervello sono coinvolti nel processo patologico e si sviluppa la corioependimite. Questo è un complesso di sintomi causato da una violazione della produzione, della circolazione e del deflusso del liquido cerebrospinale e si manifesta con ipertensione CSF. In questo caso, il mal di testa è accompagnato da luce e faringe, ha una natura arcuata, è più pronunciato nelle ore notturne e mattutine, aumenta con il camminare e durante la guida. I sintomi focali dipendono dalla localizzazione predominante del processo.

Aracnoidite convessa

In questa malattia sono interessate le meningi nell'area degli emisferi cerebrali. L'aracnoidite convessa è caratterizzata dalla presenza di crisi generalizzate, epilessia di Jackson, sintomi autonomici, sindrome astenica.

Aracnoidite basale

Con la sconfitta del chiasma ottico nei pazienti ha rivelato un restringimento del campo visivo, una riduzione asimmetrica dell'acuità visiva, disturbi del movimento oculare (visione doppia, difficoltà nel movimento dell'occhio verso l'alto o laterale, oggetti sfocati, ecc.), Disturbi del sonno. L'aracnoidite basale della regione interpeduncolare si manifesta nella compromissione della funzione dei nervi oculomotori, in alcuni casi di altri nervi cranici. Con l'aracnoidite con una lesione della cisterna laterale, i pazienti sono preoccupati per il mal di testa che si irradia agli occhi, la regione dell'orecchio. Successivamente, appaiono vertigini sistemiche, acufeni, perdita dell'udito, nistagmo (movimenti oculari oscillatori involontari rapidi). Allo stesso tempo, il nervo uditivo, facciale e trigemino è coinvolto nel processo patologico.

Aracnoidite della fossa cranica posteriore

Questo tipo di aracnoidite è caratterizzata da un mal di testa nella regione occipitale, nausea, sintomi meningei, disturbi mentali. Nel fondo sono stati determinati i dischi stagnanti dei nervi ottici con segni della loro atrofia.

Arachnoiditis più angolo pomeranuviale

La malattia è caratterizzata da mal di testa persistente e vertigini. Quando cammina il paziente barcolla e cade da un lato all'altro. Nistagmo, disturbi piramidali (paresi, paralisi, riflessi patologici) possono apparire. I nervi cranici sono talvolta colpiti (uditivo, trigemino, abduttivo, facciale).

Con una diffusa aracnoidite, la sindrome da ipertensione da liquido cerebrospinale domina.

diagnostica

Identificare e confermare l'aracnoidite non è un compito facile. Questo prende in considerazione i reclami dei pazienti, una storia della malattia, i dati di un esame neurologico e un esame supplementare. Consideriamo più in dettaglio i metodi di esame di pazienti con aracnoidit.

  1. Pneumoencephalography (per valutare lo stato delle membrane e dei ventricoli del cervello, così come la pressione del liquido cerebrospinale).
  2. Puntura lombare e analisi del liquido cerebrospinale.
  3. Roentgenografia del cranio (rivela i segni di una ipertensione endocranica a lungo esistente).
  4. Imaging a risonanza magnetica e computerizzata (escludere altre malattie, rivelare segni indiretti di adesione: asimmetria dei ventricoli cerebrali, atrofia, idrocefalo, ecc.).
  5. Elettroencefalografia (consente di sospettare la malattia sulla base di una serie di sintomi indiretti).
  6. Echoencephalography (aiuta a identificare i processi di volume nel tessuto cerebrale, misura la pressione intracranica, valuta il grado di idrocefalo).
  7. Scintigrafia cerebrale (visualizzazione delle strutture cerebrali mediante iniezione di radioisotopi).
  8. Esame dell'oculista con oftalmoscopia (consente di identificare i cambiamenti patologici nel fondo).

Quando si effettua una diagnosi, un medico deve fare una diagnosi differenziale con un tumore al cervello, lesioni parassitarie del tessuto cerebrale, neurosarcoidosi, gli effetti di una lesione cerebrale, ecc.

trattamento

Le misure terapeutiche mirano a sopprimere le infezioni, a normalizzare la pressione intracranica, a migliorare la circolazione sanguigna e il metabolismo del tessuto cerebrale. I pazienti sono ospedalizzati in un ospedale neurologico, dovrebbero essere provvisti di riposo, buona alimentazione e sonno. Per ottenere buoni risultati, il trattamento dovrebbe essere complesso e lungo.

I principali farmaci usati per trattare l'aracnoidite:

  • antibiotici (cefalosporine, macrolidi);
  • antistaminici (tavegil, suprastin, cetirizina);
  • assorbibile (lidaza, pirogenico);
  • iodio (ioduro di potassio, biiohinolo);
  • corticosteroidi (prednisone);
  • diuretici (diacarb, mannitolo, furosemide);
  • anticonvulsivante (seduxen);
  • metabolico (cerebrolysin, acido glutammico);
  • sedativi e tranquillanti.

Se, dopo il trattamento farmacologico, il miglioramento non si verifica, i sintomi focali continuano ad aumentare e la pressione intracranica aumenta, quindi viene eseguita la chirurgia. Può essere utilizzato per la separazione delle aderenze, la rimozione delle cisti, il miglioramento del deflusso del liquido cerebrospinale, ecc.

fisioterapia

Il trattamento con fattori fisici completa il farmaco ed è prescritto per migliorare la liquorodinamica cerebrale, la microcircolazione e il metabolismo del tessuto nervoso, nonché per ripristinare il normale funzionamento del sistema nervoso.

I principali metodi fisici usati per trattare l'aracnoidite:

  • elettroforesi medicinale di neurostimolatori, vasodilatatori e stimolanti metabolici;
  • terapia magnetica a bassa frequenza (migliora i processi metabolici, stimola i processi neuroendocrini);
  • terapia UHF a bassa intensità (riduce la pressione intracranica aumentando il flusso sanguigno renale e l'effetto diuretico, normalizza il sistema nervoso);
  • terapia UHF transcerebrale (aumenta la circolazione sanguigna e linfatica, i processi metabolici, riduce l'infiammazione);
  • bagni di cloruro di sodio (hanno un effetto diuretico come risultato della riduzione del riassorbimento degli ioni sodio dalle urine primarie, normalizzano l'attività del sistema simpatico-surrenale);
  • bagni freschi (aumentano il flusso sanguigno in organi e tessuti, filtrazione glomerulare e diuresi);
  • aeroterapia (aumenta la reattività non specifica del corpo, migliora lo stato psico-emozionale, attiva il metabolismo);
  • tallacherapy (migliora la microcircolazione, il trofismo e il metabolismo del tessuto);
  • peloidoterapia (aumenta il metabolismo, migliora il funzionamento del sistema nervoso autonomo).

prevenzione

  1. Prevenzione delle infezioni virali.
  2. Trattamento tempestivo delle malattie infettive.
  3. Adeguata cura e gestione dei pazienti con lesioni alla testa.
  4. Diagnosi precoce e trattamento razionale delle malattie infiammatorie delle meningi.

conclusione

L'aracnoidite cerebrale è una patologia difficile da riconoscere ed è anche difficile da trattare. In generale, la prognosi per la vita è favorevole. Tuttavia, il recupero completo si verifica raramente. Questa patologia spesso porta alla disabilità ea volte la possibilità di un self-service. Questo è il motivo per cui se sospetti un'arachnoidite, dovresti cercare aiuto medico il prima possibile. Ciò contribuirà a minimizzare i rischi, accelerare il recupero e migliorare la prognosi per la vita e la salute.

Lo specialista della Clinica dottoressa di Mosca parla di aracnoidite:

aracnoidite

Descrizione:

L'aracnoidite è un'infiammazione della membrana molle del cervello o del midollo spinale con una lesione primaria della membrana aracnoidea.

Sintomi di aracnoidite:

La malattia si sviluppa in modo subacuto con il passaggio alla forma cronica. Le manifestazioni cliniche sono una combinazione di disturbi cerebrali, spesso associati a ipertensione endocranica, meno frequentemente con ipotensione da CSF e sintomi che riflettono la localizzazione predominante del processo di shell. A seconda della prevalenza di sintomi generali o locali, le prime manifestazioni possono essere diverse. Tra i sintomi cerebrali, il mal di testa è spesso il più intenso nelle prime ore del mattino e talvolta accompagnato da nausea e vomito. Il mal di testa può essere locale, aggravato da tensioni, sforzi o movimenti scomodi con un sostegno deciso sui talloni (un sintomo di un salto è un mal di testa locale quando si salta con un abbassamento non deprezzato sui talloni). Altri sintomi cerebrali includono vertigini non sistemiche, perdita di memoria, irritabilità, debolezza generale e affaticamento, disturbi del sonno.

Cause di aracnoidite:

L'aracnoidite è una malattia polietiologica. I fattori causali sono l'influenza, i reumatismi, la tonsillite cronica, la rinosinusite, l'otite, le infezioni comuni (morbillo, scarlattina), la precedente meningite e la lesione cerebrale traumatica.

Trattamento di aracnoidite:

È necessario eliminare la fonte di infezione (otite, sinusite, ecc.). Antibiotici prescritti in dosi terapeutiche Sono indicati i preparati desensibilizzanti e antistaminici (difenidramina, diazolina, suprastin, tavegil, pipolfen, cloruro di calcio, istarlobulina). La terapia patogenetica è progettata per il trattamento a lungo termine con agenti assorbenti, normalizzazione della pressione intracranica, miglioramento della circolazione cerebrale e del metabolismo. Applicare stimolanti biogenici (aloe, corpo vitreo, PhiBs) e preparazioni di iodio (biiohinolo, ioduro di potassio). Utilizzare anche lidazu sotto forma di iniezioni sottocutanee di 0,1 g di sostanza secca, sciolto in 1 ml di una soluzione allo 0,5% di novocaina a giorni alterni, per un ciclo di 15 iniezioni. Corsi ripetuti in 4-5 mesi. Il piralide ha un effetto risolutivo. Le prime iniezioni intramuscolari di pirogenico iniziano con una dose di 25 MTD, nei giorni successivi la dose viene aumentata ogni giorno di 50 MTD e aggiustata a 1000 MTD; per corso di trattamento fino a 30 iniezioni. Con l'aumento della pressione intracranica, vengono utilizzati decongestionanti e diuretici (mannitolo, furosemide, diacarb, glicerina, ecc.). Quando le sindromi convulsive usano farmaci antiepilettici. Condurre la terapia metabolica (acido glutammico, piracetam, Aminalon, Cerebrolysin). Secondo la testimonianza usato mezzi sintomatici. La mancanza di miglioramento dopo il trattamento, l'aumento della pressione intracranica e sintomi focali, l'aracnoidite da optochiasm con un costante declino della vista sono indicazioni per la chirurgia.

Aracnoidite: sintomi e trattamento

L'aracnoidite è un'infiammazione del rivestimento del cervello. Durante una malattia gli spazi che si attaccano a deflusso di liquore si attaccano insieme. Di conseguenza, cessa di circolare e comincia ad accumularsi nella cavità del cranio. Se lasciato deselezionato, di solito porta all'idrocefalo. Ma è suscettibile di terapia solo dopo aracnoidite come la malattia principale è stata trattata.

Sintomi di aracnoidite

Mal di testa. Persegue il paziente sia di notte che di notte, e con ciascuno si intensifica solo. Continua a mantenere la pressione intracranica. Anche durante la concentrazione compare un mal di testa.

Esaurimento nervoso Compaiono rapidamente stanchezza, depressione, paura, apatia e aggressività. C'è un disturbo del sonno.

Instabilità vascolare vegetativa. L'aracnoidite causa la sensibilità a condizioni meteorologiche variabili. Ci sono vertigini, svenimento e calo della pressione sanguigna.

Sensibilità compromessa Intorpidimento improvviso di parti del corpo, o viceversa, aumento della sensibilità al dolore.

Epilessia sintomatica I sintomi includono perdita di coscienza, convulsioni e epilessia asintomatica.

Sintomi diagnostici di aracnoidite

La diagnosi della malattia viene effettuata sulla base di un esame completo e dettagliato del paziente. L'importanza principale sono i sintomi dell'aracnoidite, la gravità dei sintomi neurologici, lo studio della visione, il fondo dell'occhio, i sintomi dell'ipertensione endocranica, il livello di pressione sanguigna. Test di laboratorio di sangue e liquido cerebrospinale sono importanti.

Nella diagnosi dell'uso più razionale di encefalografia, rheoencephalography, pneumoencephalography, echoencephalography, craniography e studi di radionuclide.

Quando si utilizza il metodo di angioscopia tabloid, è possibile identificare vasospasmo, così come esaurimento della rete capillare, espansione della rete venosa, fino a venule, aumento del numero di capillari funzionanti.

Quando si utilizza la tomografia computerizzata nella diagnosi della malattia aracnoidite, è possibile determinare la dimensione del sistema ventricolare e le cisterne, se c'è un blocco dei percorsi CSF, è possibile determinarne il livello.

In presenza di un processo sulla base del cervello, nella zona del chiasma, un sintomo caratteristico della malattia è il progressivo disturbo visivo, inclusa la cecità. Nel fondo è determinato capezzolo stagnante, atrofia del nervo ottico. Caratteristico è il restringimento dei campi visivi, disturbi oculomotori: ptosi, diplopia, strabismo, anosmia.

Quando il processo è localizzato nella fossa cranica posteriore, l'aracnoidite provoca danni alle meningi nella regione della cisterna laterale o grande, nella regione craniospinale, con possibili disturbi della circolazione del liquido cerebrospinale. Questa è una forma comune e grave di malattia cerebrale. I sintomi clinici dell'aracnoidite possono assomigliare ai sintomi di un tumore cerebellare, ma un aumento più rapido di questi segni è caratteristico. I sintomi cerebrali sono più pronunciati che focali. Un sintomo caratteristico dell'aracnoidite è il mal di testa, localizzato nella regione occipitale e che irradia verso i bulbi oculari e la parte posteriore del collo. Nel processo di sviluppo della malattia, ci sono attacchi di cefalea diffusa, accompagnati da nausea e vomito. Sintomi moderatamente meningei. I disturbi mentali sono possibili: da lieve stupore a confusione. La manifestazione dei sintomi focali dipende dal processo di localizzazione. I sintomi cerebellari di aracnoidite, la sconfitta delle V, VI, VII, VIII coppie di nervi cranici, l'aggiunta di insufficienza piramidale sono possibili. I cambiamenti nel fondo sono una manifestazione di ipertensione endocranica. La gravità della disabilità visiva dipende dalla durata della malattia e dal grado di definizione dell'ipertensione endocranica.

Forse la prima apparizione dei capezzoli congestizi.

Quando il processo si sta diffondendo attorno al verme e agli emisferi, si notano disturbi statici sfocati, danni ai nervi cranici.

Quando il processo è localizzato nell'area dell'angolo mosto-cerebellare, i sintomi focali e lievi cerebrali sono caratteristici. C'è una sconfitta dell'ottavo paio di nervi cranici (clinicamente: tinnito, vertigini, atassia, perdita dell'udito, nistagmo). Possibili sconfitte VII e VI coppie di nervi cranici. Con la sconfitta della coppia V è caratterizzata da una diminuzione, forse anche dalla scomparsa della sensibilità e della funzione motoria di questo nervo. È clinicamente noto che l'aracnoidite provoca una diminuzione del riflesso corneale sul lato della lesione, un cambiamento nella sensibilità della pelle del viso, la mucosa orale. Gli attacchi della nevralgia del trigemino sono possibili. I disturbi cerebellari sono caratterizzati da unilateralità. Una manifestazione del sintomo piramidale è l'asimmetria del tendine, la comparsa di riflessi patologici.

Nel liquido cerebrospinale è determinata dalla dissociazione cellula-proteina. Il ventricologramma è caratterizzato dalla dilatazione dei ventricoli.

Sintomi differenziali di aracnoidite

Quando si effettua una diagnosi differenziale di una malattia con un tumore, i sintomi distintivi della malattia da aracnoidite sono:

la durata del processo senza un pronunciato aumento dei disturbi della conduzione;

fenomeni di irritazione radicolare lontana a notevole distanza dal segmento interessato;

cambiamenti meno pronunciati nel liquido cerebrospinale rispetto ai processi tumorali.

Sintomi di aracnoidite di diversi stadi

Ci sono tre fasi della malattia:

Lo stadio acuto si manifesta con neurite acuta dei nervi ottici, in cui si notano iperemia pronunciata ed edema dei dischi, una forte espansione e tortuosità delle vene, segni emorragici;

stadio subacuto in cui i fenomeni di edema, iperemia e manifestazioni emorragiche sono più scarsamente espressi, ma appaiono più pronunciate dilatazioni e tortuosità delle vene;

stadio cronico in cui è possibile determinare un diverso grado di scottatura dei dischi del nervo ottico.

I sintomi di diversi tipi di aracnoidite

Suggeriamo di familiarizzare con i sintomi della malattia a seconda del tipo.

Aracnoidite cerebrale Localizzato nei lobi frontali, nella base del cervello. In corso cronico, vi è una violazione della normale circolazione del liquido cerebrospinale, si verifica idrocefalo interno.

Aracnoidite traumatica. Il processo è localizzato nella zona del serbatoio trasversale, posteriore. I cambiamenti cicatriziali in quest'area portano all'idrocefalo.

Aracnoidite spinale. Localizzato nel midollo spinale.

La prevalenza di aracnoidite tra la popolazione è caratteristica. Più spesso registrato tra le donne.

I segni comuni per tutte le aracnoiditi sono:

  • il verificarsi di aracnoidite 10-12 giorni dopo una malattia infettiva;
  • presenza di mal di testa con sensazione di pienezza e pressione sugli occhi;
  • disturbo del sonno;
  • diminuzione della capacità lavorativa;
  • visione offuscata;
  • la presenza di sindrome asteno-nevrotica,
  • ipocondria.

Sintomi di tipo di aracnoidite convessa

Le caratteristiche delle manifestazioni cliniche della malattia sono determinate dal processo di localizzazione.

Con lo sviluppo di aracnoidite convessa, la principale manifestazione clinica è la compromissione funzionale dello strato corticale nella regione dei lobi frontali, parietali e temporali, e l'area del giroscopio centrale è anche coinvolta nel processo.

I sintomi più caratteristici dell'aracnoidite sono:

mal di testa persistente o parossistico,

nausea o vomito.

Inoltre, potrebbe esserci una maggiore sensibilità meteorologica, vari disturbi del sonno, pressione arteriosa instabile. La localizzazione più caratteristica del mal di testa sono le aree frontali, parietali o occipitali, e nella zona di maggior dolore, il dolore è sempre notato quando le percussioni della testa. Sono stati notati sintomi focali: anisoreflessia, riflessi anormali, diminuzione dei riflessi addominali, paresi centrale del VI, XII coppie di nervi cranici, dolore dei punti di uscita del nervo trigemino. Nel fondo arachnoidite provoca vene della retina, pallore di dischi del nervo ottico. Caratterizzato da crisi epilettiche locali o generali.

I sintomi di tipo aracnoidite basale

L'aracnoidite basale è divisa in:

  • aracnoidite chiasmatica ottica della fossa cranica posteriore
  • e ponte verso l'angolo cerebellare.

Con l'aracnoidite chiasmatica ottica, il processo è localizzato nell'area del chiasma ottico, con aderenze o cisti. In primo luogo, lo sviluppo di questa patologia inizia a diminuire l'acuità visiva e i campi visivi di uno o entrambi gli occhi cambiano. Nella prima fase, il campo visivo inizia a restringersi in verde e rosso. Sullo sfondo del processo in corso di riduzione della vista, i pazienti iniziano a lamentarsi di mal di testa, si verificano cambiamenti nelle funzioni dei nervi oculomotori. Inoltre, vengono identificate violazioni della regolazione vegetativa, che si manifesta clinicamente sotto forma di disturbi del sonno, disturbi del metabolismo idrico-elettrolitico o dei carboidrati. Quando si effettua una diagnosi di aracnoidite, l'oculista nel fondo dell'occhio può notare atrofia del nervo ottico o addirittura congestione della papilla del nervo ottico.

I sintomi di aracnoidite diffusa tipo cerebrale

Possibile aracnoidite cerebrale diffusa. Clinicamente caratterizzato dall'assenza di chiari sintomi patognomonici. Vengono determinati i fenomeni cerebrali associati al disturbo della dinamica dei liquori sullo sfondo dei cambiamenti nella funzione di drenaggio della membrana aracnoidea. La sintomatologia cerebrale si manifesta clinicamente nello stesso modo che nell'aracnoidite convessa. A volte ci possono essere segni di danni ai singoli nervi cranici, così come i sintomi piramidali.

Con aracnoidite cerebrale diffusa con metodi strumentali di indagine, possono essere rilevate dilatazioni ventricolari irregolari. Allo stesso tempo possono prevalere varie sindromi:

e corticale, processo localizzato.

Sintomi di aracnoidite spinale

Quando l'aracnoidite spinale è caratterizzata da una lesione della colonna vertebrale lombosacrale, toracica. Esistono tre tipi di aracnoidite spinale.

  • adesivo,
  • cistica,
  • adesivo e cistico.

Il processo infiammatorio può essere diffuso e limitato, monofocale e diffuso.

per spinale diffuso l'aracnoidite è caratterizzata da una varietà di manifestazioni del quadro clinico, consistenti in sintomi di lesioni del midollo spinale, delle sue membrane e radici a vari livelli. Possono esserci disordini sensoriali, motori e pelvici, che possono aumentare a seconda della progressione della malattia. La sindrome meningealny in questo caso è un sintomo di Kernig e il sintomo più basso di Brudzinsky. La malattia spesso si verifica sullo sfondo della temperatura corporea normale o subfebrile. Non c'è alcun cambiamento nel sangue durante l'aracnoidite. A volte è possibile un moderato aumento della conta leucocitaria. Nel liquido cerebrospinale si nota la dissociazione delle cellule-proteine, la quantità di proteine ​​aumenta in modo aspro.

per spinale adesivo limitato l'aracnoidite è clinicamente la manifestazione più caratteristica della malattia della radice, questo crea un quadro clinico di radicolite e si manifesta come caudite, sciatica, nevralgia intercostale. Possibile corso a lungo termine della malattia.

Aracnoidite spinale cistica assomiglia clinicamente a un tumore del midollo spinale. Caratterizzato da dolore radicolare e parestesia, disfunzione degli organi pelvici, comparsa di disturbi di conduzione di movimento e sensibilità. Sindrome spinale compressione formata gradualmente, manifestata:

aumento della pressione nel liquore,

Trattamento dell'aracnoidite

Il trattamento dell'aracnoidite può essere conservativo e chirurgico. Il trattamento dell'aracnoidite è determinato dalla forma clinica della malattia. L'aracnoidite della fossa cranica posteriore e del midollo spinale, la superficie convessa degli emisferi del cervello, la regione opto-chiasmatica, le cisti sono trattate chirurgicamente. Lo smistamento è utilizzato per l'idrocefalo. in altri casi, viene utilizzato un trattamento medico per l'aracnoidite.

Trattamento farmacologico di aracnoidite

Il trattamento dell'aracnoidite richiede molto tempo ed è condotto dai corsi. In terapia si usano disidratazione, antinfiammatori, riassorbibili, iposensibilizzanti. Se è iniziato il periodo acuto di aracnoidite, i medici prescrivono farmaci antibatterici. Più in dettaglio le fasi del trattamento medico di aracnoidite sono descritte di seguito.

trattamento dell'aracnoidite con terapia antibatterica, tenendo conto della genesi infettiva dell'arachnoidite (i farmaci che attraversano la barriera emato-encefalica sono raccomandati: preparazioni di cefalosporine di terza generazione, penicilline semisintetiche, Kanamicina). Gli antibiotici vengono somministrati non solo nel modo usuale, ma anche nel modo endolinfatico nella regione dei linfonodi cervicali posteriori, l'infusione intracarotidea è possibile. Trattamento efficace dell'aracnoidite con iniezioni intramuscolari di Biohinolo o Gumizol;

nei processi infiammatori acuti (specialmente sullo sfondo dell'influenza), i corticosteroidi sono raccomandati per il trattamento dell'aracnoidite con cicli brevi e terapia di desensibilizzazione. I farmaci più comuni come il prednisolone 3-10 mg / kg / die, desametasone 1-2 mg / kg al giorno. È possibile utilizzare l'istoglobina, che insieme all'effetto desensibilizzante anti-edema, ha anche un effetto tonico ed è efficace nella natura allergica e infettiva-allergica della malattia;

con ipertensione endocranica nel trattamento dell'arachnoidite raccomandano l'introduzione di una soluzione al 25% di solfato di magnesio, agenti disidratanti: Lasix, Triampur, Brinaldix, Veroshpiron, Hypothiazide, Diacarb. I farmaci diuretici per il trattamento dell'aracnoidite vengono presi tenendo conto delle controindicazioni e degli effetti collaterali dei farmaci;

nel trattamento dell'aracnoidite viene utilizzata la somministrazione endovenosa di ioduro di potassio, ingestione di iodio;

l'aria che soffia nello spazio subaracnoideo viene utilizzata per rompere le aderenze e migliorare la circolazione del liquido cerebrospinale;

la terapia antiepilettica è utilizzata per le crisi epilettiche;

nel trattamento dell'arachnoidite, l'uso di vasodilatatori che migliorano il flusso sanguigno cerebrale è efficace: Cavinton, Vinpocetine, Cerebrolysin, Pentoxifylline, Trentala, Curantilla;

uso raccomandato di farmaci con effetti nootropici;

raccomandato per il trattamento dell'aracnoidite per migliorare il metabolismo, i processi rigenerativi e la stimolazione dei meccanismi compensativi-adattivi: somministrazione endovenosa di glucosio con acido ascorbico, vitamine del gruppo B, Cocarboxylase, estratto di aloe, PhiBS, Cerebrolysin, Encephabol, Aminalon;

con forme fibrose di aracnoidite, Lidasa, Phibs, Pyrogenal, Encephabol, Cerebrolysin sono utilizzati per il riassorbimento dei cambiamenti cicatriziali nelle membrane del cervello;

si raccomanda l'uso di antiossidanti;

L'elenco può essere ulteriormente esteso con nomi di farmaci, ma qui il medico sceglie individualmente un ciclo di trattamento per l'aracnoidite per ciascuno dei pazienti.

Trattamento aggiuntivo di aracnoidite

Inoltre nel trattamento della malattia:

la puntura lombare è usata per alleviare il benessere e le condizioni;

sono consigliati corsi di psicoterapia; riabilitazione;

Il trattamento chirurgico dell'aracnoidite consiste nella separazione delle aderenze allargate, nella rimozione di cicatrici e cisti, che aumentano la pressione sulla sostanza e possono causare un disturbo nella circolazione del liquido cerebrospinale.

Cause di aracnoidite

L'aracnoidite può verificarsi nei seguenti casi:

Infezione virale cronica Questi sono virus herpes 1, 2 e 6, virus Epstein-Barr, citomegalovirus e virus della varicella più comune. A causa del fatto che i virus sono ora attivi, l'immunità è notevolmente ridotta e il trattamento completo di aracnoidite è possibile solo dopo il completo ripristino dell'immunità. Pertanto, prima di tutto vale la pena prestare attenzione al miglioramento dell'immunità nel corpo.

Infiammazione di gola, naso e orecchio, infiammazione delle tonsille.

Lesione alla testa Se si accende in tempo, sarà sufficiente utilizzare farmaci riassorbibili. Longidase e Caripazim sono considerati buoni farmaci per il trattamento dell'aracnoidite.

Come si sviluppa l'aracnoidite?

L'aracnoide si trova sopra le convoluzioni. Separa gli spazi subdurali e subaracnoidi. Non ci sono vasi sanguigni nella membrana aracnoidea. Consiste di cellule endoteliali, strutture di collagene, villi aracnoidi e granuli di pachioni. Queste strutture eseguono la fissazione nella cavità cranica, il deflusso del liquido cerebrospinale dallo spazio subaracnoideo. La membrana aracnoidea è caratterizzata da una significativa permeabilità.

Lo spazio subaracnoideo rappresenta lo spazio tra l'aracnoide e la coroide. Contiene canali e celle che trasportano liquori che fanno circolare i liquori. La produzione di liquori avviene nel plesso coroideo dei ventricoli e il CSF circola nei ventricoli, nelle cisterne, nei canali che portano i liquori e nelle cellule subaracnoidee. Il deflusso del liquido cerebrospinale avviene attraverso la membrana aracnoidea, le granulazioni del paquion nel sistema circolatorio della dura madre e del cervello.

Il sistema di circolazione del liquido cerebrospinale e la circolazione del sangue sono correlati, che è importante nella diffusione dell'infezione da aracnoidite. L'aracnoide non soffre mai in isolamento, poiché non ha il suo apparato vascolare. Lo sviluppo dell'aracnoidite si sposta sull'aracnoide dalla superficie interna del guscio duro. Il processo può coinvolgere la pia mater. L'infezione da aracnoidite penetra nello spazio aracnoideo allo stesso modo che con l'ascesso cerebrale.

È anche possibile l'infiammazione asettica, che potrebbe non essere causata da danno microbico (con lesione cerebrale chiusa). Il cervello è normalmente circondato da liquido cerebrospinale. Quando si sviluppa il processo infiammatorio, vi è una violazione della circolazione del liquido cerebrospinale, a causa della quale vi è una difficoltà nel suo deflusso dalla testa al midollo spinale, mentre i nervi cranici sono coinvolti nel processo infiammatorio.

La prevenzione della malattia aracnoidite è quel tempo per guarire e non iniziare la malattia, provocando aracnoiditi, come otite, sinusite, ecc.

aracnoidite

L'aracnoidite è un'infiammazione sierosa (non purulenta) dell'aracnoide del midollo spinale o del cervello.

La membrana aracnoidea è un sottile rivestimento di tessuto connettivo, situato tra il solido esterno e la piastra interna. Tra i gusci aracnoidi e molli nello spazio subaracnoideo (subaracnoideo) c'è un liquido cerebrospinale - il liquido cerebrospinale, che mantiene la costanza dell'ambiente interno del cervello, lo protegge dalle lesioni e fornisce un decorso fisiologico dei processi metabolici.

Con l'aracnoidite, l'aracnoide si ingrandisce, perde trasparenza, acquisisce un colore grigio-biancastro. Tra esso e il guscio morbido si formano aderenze e cisti che violano il movimento del liquido cerebrospinale nello spazio subaracnoideo. Limitare la circolazione del liquido cerebrospinale porta ad un aumento della pressione intracranica, spostamento e un aumento dei ventricoli del cervello.

L'aracnoide non ha i suoi stessi vasi sanguigni, quindi la sua infiammazione isolata non è formalmente possibile; processo infiammatorio - una conseguenza della transizione della patologia da gusci adiacenti. A questo proposito, recentemente è stata messa in discussione la legittimità dell'uso del termine "aracnoidite" nella medicina pratica: alcuni autori suggeriscono di considerare l'aracnoidite come un tipo di meningite sierosa.

Sinonimo: leptomeningite, meningopatia adesiva.

Cause e fattori di rischio

L'aracnoidite si riferisce a una malattia polietiologica, cioè in grado di apparire sotto l'influenza di vari fattori.

Il ruolo principale nello sviluppo dell'aracnoidite è assegnato alle reazioni autoimmuni (autoallergiche) alle cellule pial, ai plessi vascolari e al rivestimento tissutale dei ventricoli del cervello, che si manifestano indipendentemente o come risultato di processi infiammatori.

Molto spesso l'aracnoidite si sviluppa come conseguenza delle seguenti malattie:

  • infezioni acute (influenza, morbillo, scarlattina, ecc.);
  • reumatismi;
  • tonsillite (infiammazione delle tonsille);
  • infiammazione dei seni paranasali (antritis, sinusite, etmoidite);
  • infiammazione dell'orecchio medio;
  • infiammazione dei tessuti o delle membrane del cervello (meningite, encefalite).
  • trauma (aracnoidite post-traumatica);
  • intossicazione cronica (alcol, sali di metalli pesanti);
  • rischi professionali;
  • processi infiammatori cronici delle prime vie respiratorie;
  • duro lavoro fisico in condizioni climatiche avverse.

Con una progressiva crisi da aracnoidite, crisi epilettiche, deficit visivo progressivo, i pazienti sono riconosciuti disabili dai gruppi I - III, a seconda della gravità della condizione.

La malattia di solito si sviluppa in giovane età (fino a 40 anni), più spesso nei bambini e in quelli esposti a fattori di rischio. Gli uomini si ammalano 2 volte più spesso delle donne. Non è possibile scoprire la causa della malattia nel 10-15% dei pazienti.

Forme della malattia

A seconda del fattore causale, l'aracnoidite è:

  • vero (autoimmune);
  • residuo (secondario), che si presenta come una complicazione delle malattie passate.

Sul coinvolgimento del dipartimento del sistema nervoso centrale:

  • cerebrale (cervello coinvolto);
  • spinale (midollo spinale coinvolto).

Con la localizzazione predominante del processo infiammatorio nel cervello:

  • convesso (sulla superficie convessa degli emisferi del cervello);
  • basilare o basale (ottico-chiasmatico o interpeduncolare);
  • fossa cranica posteriore (la maggior parte dell'angolo cerebellare o grande cisterna).

Dalla natura del flusso:

La prevalenza di aracnoidite può essere versata e limitata.

Per caratteristiche patologiche:

sintomi

L'aracnoidite si verifica, di regola, in modo subacuto, con il passaggio alla forma cronica.

Le manifestazioni della malattia sono formate da sintomi cerebrali e locali, presentati in diversi rapporti, a seconda della localizzazione del processo infiammatorio.

Lo sviluppo dei sintomi cerebrali sono i fenomeni di ipertensione endocranica e infiammazione del rivestimento interno dei ventricoli del cervello:

  • mal di testa inarcando la natura, spesso al mattino, il dolore durante il movimento dei bulbi oculari, lo sforzo fisico, la tosse, può essere accompagnato da nausea;
  • episodi di vertigini;
  • rumore, ronzio nelle orecchie;
  • intolleranza all'esposizione a stimoli eccessivi (luce intensa, suoni forti);
  • meteosensitivity.

Le crisi liquorodinamiche (disturbi acuti nella circolazione del liquido cerebrospinale) sono caratteristiche dell'aracnoidite, che si manifestano con un aumento dei sintomi cerebrali. A seconda della frequenza, ci sono rare crisi (1 volta al mese o meno), media frequenza (2-4 volte al mese), frequente (settimanale, a volte più volte alla settimana). In termini di gravità, le crisi liquorodinamiche vanno da lievi a gravi.

Manifestazioni locali di aracnoidite sono specifiche per la localizzazione specifica del processo patologico.

Con l'aracnoidite, la membrana aracnoidea del cervello si ispessisce, perde trasparenza, acquisisce un colore grigio-biancastro.

Sintomi focali di infiammazione convulsa:

  • tremore e tensione agli arti;
  • cambiamento dell'andatura;
  • limitazione della mobilità in un singolo arto o metà del corpo;
  • sensibilità ridotta;
  • convulsioni epilettiche e jacksoniane.

Sintomi locali di aracnoidite basilare (la più comune aracnoidite chiasmatica ottica):

  • comparsa di immagini estranee davanti agli occhi;
  • diminuzione progressiva in acuità visiva (più spesso - bilaterale, che dura fino a sei mesi);
  • perdita concentrica (più raramente - bitemporale) dei campi visivi;
  • scotomi centrali singoli o bilaterali.

Sintomi locali di danno all'aracnoide nella fossa cranica posteriore:

  • instabilità e andatura instabile;
  • l'incapacità di produrre movimenti sincroni combinati;
  • perdita della capacità di eseguire rapidamente movimenti opposti (flessione ed estensione, rotazione verso l'interno e verso l'esterno);
  • instabilità nella posizione di Romberg;
  • occhi tremanti;
  • violazione del test delle impronte digitali;
  • paresi dei nervi cranici (più spesso - abduttore, facciale, uditivo e glossofaringeo).

Oltre ai sintomi specifici della malattia, le manifestazioni della sindrome astenica sono di gravità significativa:

  • debolezza generale immotivata;
  • violazione della modalità "sonno-veglia" (sonnolenza durante il giorno e insonnia notturna);
  • alterazione della memoria, diminuzione della concentrazione;
  • diminuzione della capacità lavorativa;
  • aumento della fatica;
  • labilità emotiva.

diagnostica

L'infiammazione della membrana aracnoidea del cervello viene diagnosticata confrontando il quadro clinico della malattia e i dati di ulteriori studi:

  • una radiografia di revisione del cranio (segni di ipertensione endocranica);
  • elettroencefalogramma (cambiamento degli indicatori bioelettrici);
  • studi sul liquido cerebrospinale (conteggio dei linfociti moderatamente aumentato, talvolta con una piccola dissociazione delle proteine-proteine, perdita di fluido sotto pressione elevata);
  • tomografia (calcolo o risonanza magnetica) del cervello (espansione dello spazio subaracnoideo, ventricoli e cisterne del cervello, a volte cisti nello spazio intratecale, aderenze e processi atrofici in assenza di cambiamenti focali nella sostanza del cervello).

L'aracnoidite di solito si sviluppa in giovane età (fino a 40 anni), più spesso nei bambini e in soggetti esposti a fattori di rischio. Gli uomini si ammalano 2 volte più spesso delle donne.

trattamento

La terapia combinata di aracnoidite include:

  • agenti antibatterici per eliminare la fonte di infezione (otite, tonsillite, sinusite, ecc.);
  • desensibilizzanti e antistaminici;
  • mezzi assorbibili;
  • farmaci nootropici;
  • metaboliti;
  • agenti di riduzione della pressione intracranica (diuretici);
  • farmaci anticonvulsivanti (se necessario);
  • terapia sintomatica (se indicata).

Possibili complicazioni e conseguenze

L'aracnoidite può avere le seguenti terribili complicazioni:

  • idrocefalo persistente;
  • progressivo deterioramento della vista, fino alla completa perdita;
  • convulsioni epilettiche;
  • paralisi, paresi;
  • disordini cerebellari.

Limitare la circolazione del liquido cerebrospinale con aracnoidite porta ad un aumento della pressione intracranica, spostamento e un aumento dei ventricoli del cervello.

prospettiva

La prognosi per la vita è generalmente favorevole.

La prognosi per il lavoro è sfavorevole per un decorso progressivo, crisi epilettiche, deficit visivo progressivo. I pazienti sono riconosciuti disabili dai gruppi I - III, a seconda della gravità della condizione.

I pazienti con aracnoidite sono controindicati in condizioni climatiche avverse, in ambienti rumorosi, a contatto con sostanze tossiche e in condizioni di pressione atmosferica alterata, così come il travaglio associato a vibrazioni costanti e cambiamenti nella posizione della testa.

prevenzione

Al fine di prevenire quanto segue:

  • riabilitazione tempestiva dei focolai di infezione cronica (denti cariati, sinusite cronica, tonsillite, ecc.);
  • pieno mantenimento delle malattie infettive e infiammatorie;
  • controllo dello stato funzionale delle strutture cerebrali dopo lesioni cerebrali traumatiche.

Video di YouTube relativi all'articolo:

Istruzione: superiore, 2004 (GOU VPO "Kursk State Medical University"), specialità "Medicina generale", qualifica "Dottore". 2008-2012. - Studente post-laurea del Dipartimento di Farmacologia Clinica dell'Istituto Educativo di Bilancio di Stato di Istruzione Professionale Superiore "KSMU", Candidato di Scienze Mediche (2013, specialità "Farmacologia, Farmacologia Clinica"). 2014-2015 gg. - riqualificazione professionale, specialità "Management in education", FSBEI HPE "KSU".

L'informazione è generalizzata e viene fornita solo a scopo informativo. Ai primi segni di malattia, consultare un medico. L'autotrattamento è pericoloso per la salute!

L'aspettativa di vita media dei mancini è inferiore alla destra.

Secondo uno studio dell'OMS, una conversazione giornaliera di mezz'ora su un cellulare aumenta del 40% la probabilità di un tumore al cervello.

Il lavoro che non è per i gusti della persona è molto più dannoso per la sua psiche della mancanza di lavoro.

Tutti hanno non solo impronte digitali uniche, ma anche linguaggio.

Durante la vita, la persona media produce ben due grandi piscine di saliva.

Oltre alle persone, solo una creatura vivente sul pianeta Terra - i cani - soffre di prostatite. Questo è davvero il nostro più fedele amico.

Le persone che sono abituate a fare colazione regolarmente hanno meno probabilità di essere obese.

Lo stomaco di una persona si comporta bene con oggetti estranei e senza intervento medico. È noto che il succo gastrico può persino sciogliere le monete.

Il sangue umano "scorre" attraverso le navi sotto un'enorme pressione e, in violazione della loro integrità, è in grado di sparare a una distanza massima di 10 metri.

Il noto farmaco "Viagra" è stato originariamente sviluppato per il trattamento dell'ipertensione arteriosa.

Durante il funzionamento, il nostro cervello impiega una quantità di energia pari a una lampadina da 10 watt. Quindi l'immagine di un bulbo sopra la testa al momento dell'emergere di un pensiero interessante non è così lontana dalla verità.

Una persona istruita è meno suscettibile alle malattie del cervello. L'attività intellettuale contribuisce alla formazione di ulteriore tessuto che compensa i malati.

La più alta temperatura corporea è stata registrata in Willie Jones (USA), che è stata ricoverata in ospedale con una temperatura di 46,5 ° C.

Secondo le statistiche, il lunedì il rischio di lesioni alla schiena aumenta del 25% e il rischio di infarto del 33%. Stai attento.

Un tempo lo sbadiglio arricchisce il corpo di ossigeno. Tuttavia, questa opinione è stata confutata. Gli scienziati hanno dimostrato che con uno sbadiglio, una persona raffredda il cervello e migliora le sue prestazioni.

Salvisar è un farmaco russo senza prescrizione medica per varie patologie dell'apparato muscolo-scheletrico. Viene mostrato a tutti coloro che si allena attivamente e tempo da.