aracnoidite

Commozione cerebrale

Il cervello e il midollo spinale di ciascuna persona sono coperti da tre membrane: solide, aracnoidee (aracnoide) e morbide. Abbastanza spesso, la sconfitta di una shell porta al trasferimento di batteri in altri gusci.

Come con qualsiasi patologia, influisce sull'attività complessiva del sistema, così come sul benessere umano. Il mal di testa è uno dei segni di aracnoidite. Tutto sull'infiammazione della membrana aracnoidea del cervello sarà discusso su vospalenia.ru.

Cos'è?

Cos'è? L'aracnoidite è chiamata infiammazione della membrana aracnoidea del cervello, meno spesso del midollo spinale. Lo spazio del liquore si trova sotto la membrana aracnoidea. Con l'aracnoidite, si formano aderenze e cisti (adesione di tre membrane dovute a ispessimento e compattazione, perdita di elasticità degli affetti) che bloccano la circolazione naturale del fluido, che provoca il ristagno, l'accumulo e la pressione intracranica. In medicina, questo fenomeno è chiamato "cisti aracnoide".

Poiché la membrana aracnoidea è parte integrante di altri, l'infezione viene spesso trasmessa tra le tre membrane del cervello. Questo è chiamato leptomeningite.

Le forme di flusso sono suddivise in:

Per specie diviso in:

  • Cerebrale - infiammazione della membrana su una superficie convessa, fossa cranica posteriore o alla base del cervello. Questa sindrome è accompagnata da mal di testa, che sono aggravati dal surriscaldamento, dall'attività fisica o mentale, dall'ipotermia;
  • Convexital - è caratterizzato da convulsioni convulsive e perdita di coscienza. Diviso in:
  1. frontale;
  2. parietali;
  3. temporali;
  4. Centrally contorto.
  • Basal è diviso in:
  1. Optic-chiasmal (infettivo) - si verifica a seguito di infezione della regione chiasmatica del cervello o dopo lesioni traumatiche. Forma di cisti e aderenze, nella neurite del fondo o nella stasi è possibile. Questo porta alla perdita della vista.
  2. La fossa cranica posteriore è la localizzazione dell'infiammazione nel ponte verso l'angolo cerebellare. Ci sono dolori alla testa, vomito, nausea, vertigini. Sembra un tumore.
  3. Angina cerebrale cerebrale (cisterna trasversale) - l'udito viene ridotto unilateralmente, il nervo facciale è affetto, compaiono disturbi cerebellari;
  4. Interpeduncolare: le informazioni sensibili e motorie sono disturbate.
    • Spinale: danni alla membrana nel midollo spinale dopo la lesione. Si manifesta sintomi dopo mesi e anni: dolore, debolezza delle braccia e delle gambe. Nei bambini è raro. Situato in:
  1. collo;
  2. al seno;
  3. lombare;
  4. livelli sacri.
    • Adesivo (purulento) - infiammazione purulenta, che forma aderenze e provoca mal di testa;
    • Cistica (cronica) - infiammazione con la comparsa di cavità, che è caratterizzata da dolore alla testa;
    • Adesivo cistico - attaccamento e formazione di cisti, in alcuni punti, il guscio si attacca al cervello, che porta alle convulsioni.

    Sulla localizzazione della malattia emettono:

    1. Aracnoidite limitata;
    2. Aracnoidite comune
    salire

    motivi

    Le cause di aracnoidite della mucosa del cervello sono:

    1. Sconfiggere le infezioni;
    2. ebbrezza;
    3. Lividi e tremori traumatici;
    4. Infiammazione della gola, del naso o dell'orecchio;
    5. Le sostanze più forti di intossicazione: alcol, veleni, arsenico, piombo, ecc.;
    6. Lesioni spinali.
    salire

    Sintomi e segni

    Ci sono sintomi comuni di aracnoidite della membrana mucosa del cervello. Quali sono questi segni?

    • Si manifesta in una settimana e mezzo dopo l'infezione;
    • Mal di testa che si verificano al mattino o alla sera;
    • Visione offuscata;
    • Pesantezza nella testa;
    • Disturbo del sonno;
    • Degrado della prestazione
    • Esaurimento nervoso: apatia, paura, depressione, stanchezza, ansia, aggressività;
    • Disturbi vascolari-vascolari: sensibilità ai cambiamenti climatici, altitudine, fame, temperatura; vertigini, perdite di sangue, svenimenti, sensazione di freddo o caldo;
    • Cambiamento di sensibilità: dolore, tatto, disagio termico, intorpidimento;
    • Disturbi metabolici;
    • Arresto a breve termine della coscienza;
    • Crampi in varie parti del corpo e convulsioni convulsive;
    • Squint, alterazione della coordinazione dei bulbi oculari.

    Nella forma cerebrale, il sintomo principale è un mal di testa di natura generale, meno spesso locale.

    Nella forma convessa si verificano disturbi sensoriali e motori. Ci sono convulsioni convulsive.

    Nel caso della forma ottico-chiasmatica, il processo inizia con una diminuzione della vista e della pressione intracranica.

    Con la sconfitta della fossa cranica posteriore, ci sono rumori nelle orecchie, barcollanti e vertigini, dopo di che si unisce una perdita dell'udito.

    Quando la forma spinale del dolore alla schiena e agli arti.

    Con la malattia dell'adesivo cistico, ci sono convulsioni.

    Avere un bambino

    L'aracnoidite in un bambino si manifesta nel verificarsi di mal di testa, sonnolenza, letargia, problemi visivi e convulsioni. Spesso osservato dopo infortuni e situazioni traumatiche. Meno comunemente è la causa di varie patologie del cervello o del midollo spinale.

    Negli adulti

    L'infiammazione della membrana aracnoidea del cervello si trova spesso nelle persone di età inferiore ai 40 anni. Le cause principali sono il 60% di influenza, rinosinusite, otite media, 30% di trauma cranico, tonsillite cronica.

    Negli uomini e nelle donne, l'aracnoidite si verifica spesso a causa del superlavoro fisico e mentale. Se il cranio non viene danneggiato da lividi traumatici, allora non causa mal di testa. A volte la mancanza di sonno e il superlavoro in età adulta diventano le cause dei primi segni di pressione intracranica, ma senza la formazione di aderenze o cisti.

    diagnostica

    La diagnosi di aracnoidite inizia con un sondaggio e una conversazione, combinata con un esame generale del paziente. È necessario capire le ragioni che hanno portato alla malattia e spesso si trovano nel modo di vivere di una persona. Quindi, l'anamnesi viene raccolta (stile di vita, abitudini, condizioni di lavoro e di vita, ecc.) E reclami (quali sintomi specifici sono disturbanti, quando e con che frequenza si verificano, per quali ragioni, ecc.). Dopo un esame generale, il medico effettua un esame strumentale per chiarire la diagnosi:

    • Risonanza magnetica cerebrale, in cui sono visibili cisti, aderenze e gonfiore nelle aree parotidee;
    • Analisi del sangue e liquori per identificare la natura infettiva della malattia;
    • Esame neurologico di sensibilità, coordinazione, riflessione, ecc.;
    • Elettroencefalografia all'esame del cervello;
    • Esame di vasi cerebrali.
    salire

    trattamento

    La fase più importante nel trattamento dell'aracnoidite non è limitata alle manipolazioni mediche e all'assunzione di pillole, che dovrebbero contenere un approccio integrato, quando il paziente stesso contribuisce al miglioramento della propria condizione.

    Farmaci per il trattamento dell'infiammazione della mucosa del cervello:

    1. Antibiotici per identificare la natura infettiva della malattia. La cosa principale - per eliminare la fonte della malattia, quindi per sbarazzarsi dei sintomi;
    2. Vitamine per rafforzare il sistema immunitario, che deve far fronte a tali malattie;
    3. Karipain e Longidaz per ridurre la pressione intracranica;
    4. Nootropi per migliorare l'apporto di cellule con l'ossigeno;
    5. Gli antidepressivi migliorano l'umore, aumentano l'attività e le prestazioni, restituiscono un pensiero sobrio e positivo;
    6. Antiossidanti ai fini della resistenza cellulare alla pressione intracranica;
    7. Farmaci anticonvulsivanti;
    8. Antistaminici e agenti desensibilizzanti: istarlobulina, difenidramina, suprastina, diazolina, cloruro di calcio, tavegil, pipolfen;
    9. Farmaci diuretici per eliminare la pressione intracranica;
    10. Glucocorticoidi.
    salire

    In quale altro modo viene trattata l'aracnoidite?

      • Psicoterapia, massaggi e ginnastica medica con l'obiettivo di eliminare l'esaurimento nervoso;
      • Terapia della condizione generale, in cui la pressione, il metabolismo, la circolazione del sangue si normalizzano, le aderenze e le cisti si dissolvono.

    Rimedi popolari nel trattamento dell'infiammazione della mucosa del cervello:

    • È bene usare brodi e infusi di farfara, arnica e devyasila;
    • Puoi usare gli oli essenziali per migliorare l'immunità e ripristinare la salute generale;
    • Guida il calendario lunare e celebra l'influenza della luna su una condizione personale.

    Dovrebbe seguire una dieta che dovrebbe essere leggera e fortificata. Non dovresti mangiare fritti, grassi, farina e pesare lo stomaco. La dieta dovrebbe essere piena di frutta e verdura che sono ricchi di fibre e vitamine.

    L'intervento chirurgico è raccomandato solo dopo che tutti questi metodi non hanno aiutato nella cura.

    l'aspettativa di vita

    L'aracnoidite non riduce l'aspettativa di vita. Scorrendo in una forma leggera, che spesso accade, egli periodicamente disturba la persona con i suoi sintomi. Quanti pazienti vivono? Vita piena Il pericolo sorge solo nella forma di lesioni della cavità cranica posteriore.

    Le prestazioni umane dipendono da quanto completamente ha recuperato. Questa malattia è caratterizzata dalla sua periodicità, a causa della quale la prestazione può essere ridotta. Tuttavia, le cause di natura traumatica, ad esempio, potrebbero non causare attacchi ricorrenti.

    • Ristagno di liquore;
    • Visione ridotta;
    • Convulsioni periodiche

    La mancanza di un trattamento adeguato e uno stile di vita sano possono portare alla disabilità:

      1. Il primo gruppo è osservato nella forma ottico-chiasmatica, quando la visione è compromessa, che riduce leggermente l'efficienza;
      2. Il secondo gruppo - diminuzione delle prestazioni a causa di crisi periodiche, compromissione della salute, della vista e dell'udito;
      3. Il terzo gruppo è caratterizzato dalla necessità di lavorare di meno e cambiare la professione che permetterà più riposo.

    Al fine di non provocare complicazioni e la malattia stessa, è necessario effettuare misure preventive di trattamento: riposare, reintegrare il corpo con vitamine, fare passeggiate all'aria aperta, farsi curare per malattie infettive nel tempo, sottoporsi a un percorso riabilitativo dopo lividi e traumi.

    Come si manifesta l'aracnoidite: sintomi e trattamento della malattia

    L'aracnoidite si riferisce alla categoria di infiammazione sierosa, accompagnata da un flusso sanguigno più lento e un aumento della permeabilità delle pareti dei capillari. Come risultato di questa infiammazione, la parte liquida del sangue penetra attraverso le pareti nei tessuti molli circostanti e ristagna in essi.

    L'edema causa un leggero dolore e un leggero aumento della temperatura, influenza moderatamente le funzioni dell'organo infiammato.

    Il più grande pericolo è la persistente significativa proliferazione del tessuto connettivo, ignorando la malattia o la mancanza di trattamento. Quest'ultimo è la causa di gravi perturbazioni degli organi.

    Meccanismo di malattia

    L'aracnoidite del cervello o del midollo spinale è un'infiammazione sierosa di una particolare struttura situata tra il guscio superiore duro e il morbido profondo. Ha l'aspetto di una sottile rete, per la quale ha ricevuto il nome della membrana aracnoidea. La struttura è formata da tessuto connettivo e forma una connessione così stretta con la membrana morbida del cervello che sono considerati insieme.

    La membrana aracnoidea è separata dal morbido spazio subaracnoideo contenente il liquido cerebrospinale. Qui sono posizionati i vasi sanguigni che alimentano la struttura.

    A causa di questa struttura, l'infiammazione della membrana aracnoidea non è mai locale e si estende all'intero sistema. L'infezione arriva attraverso un guscio duro o molle.

    L'infiammazione con aracnoidite sembra ispessimento e opacità del guscio. Si formano delle aderenze tra i vasi e la struttura aracnoidea, che interferisce con la circolazione del liquido cerebrospinale. Nel corso del tempo si formano le cisti aracnoidee.

    L'aracnoidite provoca un aumento della pressione intracranica, che provoca la formazione di idrocefalo mediante due meccanismi:

    • insufficiente deflusso di fluido dai ventricoli del cervello;
    • difficoltà nell'assorbimento del liquido cerebrospinale attraverso la guaina esterna.

    Sintomi di malattia

    Sono una combinazione di sintomi di disturbo cerebrale con alcuni sintomi che indicano il sito di danno principale.

    Per qualsiasi tipo di aracnoidite, sono presenti i seguenti disturbi:

    • mal di testa - di solito il più intenso al mattino, può essere accompagnato da vomito e nausea. Può essere di natura locale e apparire durante gli sforzi - tendendo, cercando di saltare, movimento infruttuoso, in cui vi è un solido sostegno sotto i talloni;
    • vertigini;
    • i disturbi del sonno sono spesso osservati;
    • irritabilità, alterazione della memoria, debolezza generale, ansia, ecc.

    Poiché la membrana aracnoidea è completamente infiammata, è impossibile parlare della localizzazione della malattia. Con aracnoidite limitata implica violazioni gravi pronunciate in alcune aree sullo sfondo di infiammazione generale.

    La posizione del focus della malattia determina i seguenti sintomi:

    • l'aracnoidite convessa fornisce una prevalenza di segni di irritazione cerebrale rispetto alla violazione della funzionalità. Questo si esprime in convulsioni convulsive, simili all'epilettico;
    • quando l'edema si trova principalmente nella parte occipitale, la vista e l'udito cadono. C'è una perdita di campo visivo, mentre lo stato del fondo indica neurite ottica;
    • C'è un'eccessiva sensibilità ai cambiamenti climatici, accompagnata da brividi o sudorazione eccessiva. Qualche volta c'è un aumento in peso, qualche volta sete;
    • l'aracnoidite dell'angolo cerebellare è accompagnata da dolore parossistico nella parte posteriore della testa, tintinnare tinnito e vertigini. In questo caso, l'equilibrio è notevolmente disturbato;
    • con aracnoidite occipitale si manifestano sintomi di danno ai nervi facciali. Questo tipo di malattia si sviluppa in modo acuto ed è accompagnato da un marcato aumento della temperatura.

    Il trattamento della malattia viene effettuato solo dopo aver determinato il focus dell'infiammazione e la valutazione del danno.

    Cause di malattia

    L'infiammazione e l'ulteriore formazione di cisti aracnoidee sono associate a danno primario, proprietà meccaniche o di natura infettiva. Tuttavia, in molti casi, la causa principale dell'infiammazione rimane sconosciuta.

    I fattori principali sono i seguenti:

    • Infezione acuta o cronica - polmonite, infiammazione dei seni mascellari, mal di gola, meningite, ecc.
    • intossicazione cronica - avvelenamento da alcol, avvelenamento da piombo, e così via;
    • lesioni: l'aracnoidite cerebrale post-traumatica è spesso il risultato di lesioni spinali e lesioni alla testa, anche se chiuse;
    • occasionalmente, il sistema endocrino è compromesso.

    Tipi di malattia

    Nella diagnosi della malattia si utilizzano diversi metodi di classificazione associati alla localizzazione e al decorso della malattia.

    Corso di infiammazione

    Nella maggior parte dei casi, il disturbo non porta alla comparsa di dolori acuti o ad un aumento della temperatura, il che rende difficile la diagnosi e risulta essere la ragione della visita prematura di un medico. Ma ci sono delle eccezioni.

    • Il decorso acuto si osserva, ad esempio, nell'aracnoidite di una grande vasca, accompagnata da vomito, un aumento della temperatura e un forte mal di testa. Tale infiammazione può essere curata senza conseguenze.
    • Subacuto - il più delle volte osservato. Questo combina i sintomi lievi di un disturbo generale - vertigini, insonnia, debolezza e segni di soppressione della funzionalità di certe aree del cervello - compromissione dell'udito, della vista, dell'equilibrio e così via.
    • Cronico - mentre ignora la malattia, l'infiammazione si trasforma rapidamente in una fase cronica. Allo stesso tempo, i segni di disturbi cerebrali diventano sempre più stabili e i sintomi associati al focus della malattia aumentano gradualmente.

    Localizzazione aracnoidite

    Tutte le malattie di questo tipo sono divise in due gruppi principali: aracnoidite cerebrale, cioè infiammazione della membrana aracnoidea del cervello e infiammazione spinale - infiammazione della membrana del midollo spinale. Secondo la localizzazione della malattia del cervello è divisa in convessa e basale.

    Poiché il trattamento prevede l'impatto principalmente sulle aree più colpite, la classificazione associata all'area di maggior danno è più dettagliata.

    • L'aracnoidite cerebrale è localizzata sulla base, su una superficie convessa, anche nella fossa cranica posteriore. I sintomi combinano i sintomi di un disturbo generale e l'infiammazione associata a un nidus.
    • Quando l'aracnoidite convessa colpisce la superficie dei grandi emisferi e del giro. Poiché queste aree sono associate a funzioni motorie e sensoriali, la pressione della cisti formata porta alla rottura della sensibilità cutanea: o blunt o una forte esacerbazione e reazione dolorosa agli effetti del freddo e del calore. L'irritazione in queste aree porta a crisi epilettiche.
    • Aracnoidite cerebrale adesiva diagnosticata estremamente difficile. A causa della mancanza di localizzazione, si osservano solo sintomi comuni e sono inerenti a molte malattie.
    • L'aracnoidite chiasmatica ottica si riferisce all'infiammazione della base. Il suo segno più caratteristico sullo sfondo dei sintomi cerebrali è una diminuzione della vista. La malattia si sviluppa lentamente, è caratterizzata da un danno all'occhio in alternanza: la visione diminuisce a causa della spremitura del nervo ottico durante la formazione delle aderenze. Nella diagnosi di questa forma della malattia è molto importante l'esame del fondo e del campo visivo. C'è una dipendenza del grado di violazione con gli stadi della malattia.
    • Infiammazione della membrana della ragnatela della fossa cranica posteriore - un tipo di diffusione della malattia. La sua forma acuta è caratterizzata da un aumento della pressione intracranica, cioè mal di testa, vomito e nausea. Nel decorso subacuto, questi sintomi sono attenuati, e i disturbi dell'apparato vestibolare e la sincronicità dei movimenti sono presentati in primo luogo. Per esempio, il paziente perde l'equilibrio quando fa cadere la testa. Quando si cammina, i movimenti delle gambe non sono sincronizzati con il movimento e l'angolo del busto, che forma un'andatura irregolare specifica.

    L'aracnoidite cistica in quest'area ha sintomi diversi, a seconda della natura delle aderenze. Se la pressione non aumenta, la malattia può durare per anni, manifestandosi come una temporanea perdita di sincronizzazione o un progressivo deterioramento dell'equilibrio.

    La peggiore conseguenza dell'aracnoidite è la trombosi o l'ostruzione brusca nell'area danneggiata, che può portare ad una grave alterazione della circolazione e all'ischemia cerebrale.

    Ischemia del cervello.

    L'aracnoidite spinale è classificata in base al tipo di cistica, adesivo e cistica adesiva.

    • L'adesivo procede spesso senza segni duraturi. Si può notare nevralgia intercostale, sciatica e simili.
    • L'aracnoidite cistica provoca forti dolori alla schiena, di solito su un lato, che coglie l'altro lato. Il movimento è difficile.
    • L'aracnoidite adesiva cistica si manifesta come perdita di sensibilità della pelle e difficoltà di movimento. Il decorso della malattia è molto vario e richiede un'attenta diagnosi.

    Diagnosi di disturbo

    Anche i sintomi più pronunciati di aracnoidite - vertigini, mal di testa, accompagnati da nausea e vomito, spesso non causano sufficiente ansia nei pazienti. Gli attacchi si verificano da 1 a 4 volte al mese, e solo i più gravi durano abbastanza a lungo da far sì che il malato prenda attenzione a se stesso.

    Poiché i sintomi della malattia coincidono con un gran numero di altri disturbi cerebrali, per fare la diagnosi corretta è necessario ricorrere a una serie di metodi di ricerca. Nominali dal neurologo

    • L'esame da parte di un oftalmologo - l'aracnoidite chiasmatica ottica si riferisce ai tipi più comuni di malattia. Nel 50% dei pazienti con infiammazione del ristagno della fossa cranica posteriore nell'area del nervo ottico viene registrato.
    • RM: la precisione del metodo raggiunge il 99%. La risonanza magnetica consente di determinare il grado di cambiamento della membrana aracnoidea, di fissare la posizione della cisti e di escludere anche altre malattie che presentano sintomi simili: tumori, ascessi.
    • Radiografia - utilizzandola per rilevare ipertensione endocranica.
    • Viene effettuato un esame del sangue per stabilire necessariamente l'assenza o la presenza di infezioni, stati di immunodeficienza e altre cose. Quindi determinare la causa principale di aracnoidite.

    Solo dopo l'esame, lo specialista e possibilmente più di uno, prescrive il trattamento appropriato. Il corso di solito richiede una ripetizione in 4-5 mesi.

    trattamento

    Il trattamento dell'infiammazione della dura madre viene effettuato in più fasi.

    • Prima di tutto, è necessario eliminare la malattia primaria - sinusite, meningite. Antibiotici, antistaminici e desensibilizzanti sono usati per questo - difenidramina, per esempio, o diazolina.
    • Al secondo stadio, vengono prescritti agenti assorbenti per aiutare a normalizzare la pressione intracranica e migliorare il metabolismo cerebrale. Questi possono essere stimolanti biologici e preparazioni di iodio - ioduro di potassio. Sotto forma di iniezioni applicare lidzu e pirogenico.
    • Vengono utilizzati decongestionanti e farmaci diuretici - furasemide, glicerina, che prevengono l'accumulo di liquidi.
    • Se si verificano convulsioni convulsive, vengono prescritti farmaci antiepilettici.

    Nell'arachnoidite adesiva cistica, se la circolazione del liquido cerebrospinale è molto difficile e il trattamento conservativo non dà risultati, vengono eseguite operazioni neurochirurgiche per eliminare aderenze e cisti.

    L'aracnoidite viene trattata con successo e, se visitata tempestivamente da un medico, soprattutto nella fase di infiammazione acuta, scompare senza sequela. In relazione alla vita, la prognosi è quasi sempre favorevole. Quando una malattia entra in una condizione cronica con frequenti ricadute, la capacità lavorativa si deteriora, il che richiede un passaggio a un lavoro più facile.

    aracnoidite

    L'aracnoidite è una grave malattia infiammatoria della membrana aracnoidea del cervello o del midollo spinale. I sintomi della patologia dipendono dalla sua distribuzione nel cervello e dalla localizzazione. L'aracnoidite deve essere differenziata dall'astenia, con cui ha sintomi simili. Il trattamento della malattia comporta una terapia conservativa (medica) completa. Se ci sono serie complicazioni, al paziente viene prescritto il primo, secondo o terzo gruppo di disabilità.

    Cause di aracnoidite

    Nella maggior parte dei pazienti con aracnoidite, le malattie infettive sono un fattore predisponente. In particolare, queste malattie includono la varicella, l'influenza, il morbillo, la meningite virale, l'infezione da citomegalovirus, la meningoencefalite. L'intossicazione cronica del corpo, le malattie infiammatorie dei seni paranasali e le lesioni possono anche provocare la malattia. Spesso, l'aracnoidite viene diagnosticata in pazienti con infiammazione reattiva di un tumore in crescita.

    La patologia può anche verificarsi a causa di otite media suppurativa acuta o cronica. In questo caso, l'infiammazione è provocata da tossine e microbi a bassa virulenza. Le cause della malattia, i ricercatori includono anche varie complicazioni di otite purulenta (petrosite, labirintite, trombosi del seno), ascesso cerebrale, meningite purulenta e encefalite otogena.

    In neurologia ci sono anche una serie di fattori che sono considerati predisposti per l'insorgenza della malattia. Questi fattori includono intossicazione (ad esempio alcol), frequenti malattie virali, stanchezza cronica, duro lavoro in un clima sfavorevole, lesioni frequenti. Nel 10% di tutti i casi, è impossibile stabilire l'eziologia esatta.

    Patogenesi dell'arachnoidite

    Per comprendere la natura della malattia, è necessario acquisire familiarità con le caratteristiche anatomiche del cervello. L'aracnoide, che è affetto da infiammazione in aracnoidite, si trova tra le meningi molli e duri. Tuttavia, non è unito a loro, ma semplicemente si adatta perfettamente. A differenza della pia mater, l'aracnoide non penetra le circonvoluzioni del cervello. Sotto forma piccoli spazi pieni di liquido cerebrospinale.

    Tutti questi spazi si connettono al quarto ventricolo. Il deflusso del liquido cerebrospinale dalla cavità cranica si verifica in questi spazi. Il meccanismo dell'aracnoidite è il seguente: a causa dell'influenza di varie cause e dei fattori provocatori nel corpo, viene attivata la produzione di anticorpi contro la membrana aracnoidea, che quindi provoca la sua infiammazione. Nei pazienti con aracnoidite, vi è un ispessimento appannato e marcato della membrana aracnoidea, così come la comparsa di espansioni cistiche e di aderenze del tessuto connettivo in essa.

    Classificazione di aracnoidite

    1. Aracnoidite delle membrane cerebrali

    Questo tipo di malattia è anche chiamato cerebrale. L'aracnoidite cerebrale è localizzata nella fossa cranica posteriore, sulla superficie convessa del cervello e nella sua base. Il quadro clinico di questa malattia è caratterizzato da cefalea regolare, alterata circolazione del liquido cerebrospinale. Nei casi più gravi, la malattia è accompagnata da convulsioni convulsive, che possono persino portare allo stato epilettico.

    L'aracnoidite cerebrale si trova spesso nel circolo centrale e nelle sezioni anteriori dell'emisfero cerebrale. A causa della pressione sui centri sensibili e motori che sono sorti, il paziente può sperimentare disturbi sensoriali e del movimento. Nel caso di compressione della corteccia cerebrale o formazione di cisti in esso a causa di aracnoidite, il paziente può manifestare crisi epilettiche.

    Questo tipo di aracnoidite è localizzato prevalentemente nella regione chiasmatica. Cause comuni di questa forma di aracnoidite sono l'angina, la malaria, la sifilide, le malattie infettive dei seni paranasali e le lesioni craniocerebrali. Questo tipo di aracnoidite è caratterizzato dalla formazione di aderenze nella zona della parte intracranica dei nervi ottici e del chiasma. Nei casi più difficili, si può formare una cicatrice attorno al chiasma.

    Di regola, la malattia provoca problemi di vista in un paziente. Allo stesso tempo, il grado di riduzione della vista del paziente può variare dalla sua diminuzione minima alla cecità. Nella maggior parte dei casi, l'aracnoidite chiasmatica ottica in pazienti con atrofia dei nervi ottici. I sintomi visivi sono spesso gravi, mentre i sintomi ipertensivi sono moderati.

  1. Aracnoidite della fossa cranica posteriore

    È il tipo più comune di aracnoidite cerebrale. La gravità dei sintomi della malattia dipende dalla posizione e dalla natura del processo infiammatorio, nonché dalla sua combinazione con l'idrocefalo. La formazione di cisti e aderenze di solito porta alla chiusura delle aperture ventricolari del cervello, che provoca un aumento della pressione intracranica. Se la pressione intracranica non aumenta ed è normale, la malattia può durare a lungo.

    Per la forma acuta della patologia, tutti i sintomi di alta pressione intracranica sono caratteristici: nausea, vertigini, vomito, bradicardia, forte mal di testa, localizzato nell'occipite. Con un decorso meno acuto della malattia, i segni di danno alla fossa cranica posteriore diventano più pronunciati. I pazienti possono anche manifestare sintomi come andatura instabile e nistagmo spontaneo.

  2. Aracnoidite del midollo spinale

    Questa è una forma spinale di aracnoidite, che deriva principalmente da ascessi purulenti e foruncolosi. I sintomi della malattia sono simili ai segni di un tumore extramidollare: i pazienti hanno disturbi motori e sensoriali, così come la sindrome radicolare (mobilità limitata, parestesia, cambiamenti trofici, dolore al cuore, zona lombare e stomaco, collo ed estremità).

    L'aracnoidite spinale è localizzata principalmente a livello dei segmenti lombari e toracici, nonché sulla superficie posteriore del midollo spinale. Di solito l'aracnoidite delle membrane del midollo spinale è cronica.

    Sintomi di aracnoidite

    I primi sintomi della malattia compaiono dopo molto tempo dopo l'esposizione al corpo del fattore provocante, che è diventato la causa della sua comparsa. Durante questo periodo, i processi autoimmuni si verificano nel corpo del paziente.

    La durata di questo intervallo è direttamente correlata a quale fattore ha influenzato il corpo. Ad esempio, dopo aver sofferto di influenza, i primi sintomi di aracnoidite compaiono dopo un lungo periodo di tempo - da tre a dodici mesi. Dopo una lesione cerebrale traumatica, questo intervallo si riduce a 1-2 ore. In primo luogo, il paziente è preoccupato per i sintomi caratteristici dell'astenia: disturbi del sonno, debolezza, affaticamento, irritabilità. Tuttavia, nel tempo, possono comparire sintomi focali e cerebrali più gravi di aracnoidite.

    Sintomi cerebrali di aracnoidite

    Il complesso cerebrale cerebrale dell'aracnoidite cerebrale è caratterizzato dalla sindrome da ipo-ipertensiva. La maggior parte dei pazienti lamenta un forte mal di testa, che si manifesta più attivamente al mattino e può aumentare a causa di tosse, sforzo fisico e tensioni. Le conseguenze dell'aumento della pressione intracranica sono tali disturbi come dolore quando si muovono gli occhi, vomito, nausea, una sensazione di forte pressione sugli occhi.

    Molti pazienti si rivolgono a un neurologo con disturbi come perdita dell'udito, tinnito e vertigini. Pertanto, durante la diagnosi, il medico dovrebbe escludere varie malattie dell'orecchio, come labirintite, otite cronica, neurite cocleare, otite adesiva. È anche possibile la comparsa di sintomi caratteristici della distonia vegetativa-vascolare.

    Nei pazienti con aracnoidite si verificano raramente crisi liquorodinamiche - cefalea accompagnata da vomito, nausea e vertigini. Le crisi rare sono considerate attacchi con una frequenza non superiore a 1-2 al mese, media - 3-4 volte, frequente - più di 4 volte. A seconda della gravità dei sintomi durante una crisi, si distinguono le sue forme lievi, moderate e gravi. Quest'ultimo può durare circa due giorni.

    Sintomi focali di aracnoidite

    I segni focali della malattia si verificano a seconda della sua posizione. L'aracnoidite convessa è caratterizzata da ridotta sensibilità e motilità delle estremità di gravità lieve e moderata. Più del 35% dei pazienti con questa forma di aracnoidite ha attacchi epilettici. Alla fine dell'attacco, il paziente ha un deficit neurologico per qualche tempo.

    L'aracnoidite basilare, che è localizzata nella regione ottica-chiasmatica, si verifica con una grave compromissione dell'attenzione e della memoria, oltre a una diminuzione delle capacità mentali. Inoltre, i pazienti con questa forma di patologia lamentano una significativa riduzione dell'acuità visiva e dei suoi altri disturbi. In rari casi, l'aracnoidite chiasmatica ottica è accompagnata da un'infiammazione della ghiandola pituitaria, che provoca una sindrome da scambio endocrino, i cui sintomi sono simili ai segni di adenoma pituitario.

    Per l'aracnoidite la fossa cranica posteriore è caratterizzata da un decorso molto grave. Di norma, i pazienti mostrano segni di neurite del nervo facciale e nevralgia del trigemino. Vari disordini cerebellari sono anche indicati come manifestazioni focali di aracnoidite: atassia cerebellare, coordinazione alterata, nistagmo.

    Diagnosi di aracnoidite

    La diagnosi di aracnoidite comporta una valutazione completa da parte di un neurologo delle caratteristiche della malattia e delle sue caratteristiche cliniche. Uno degli stadi importanti della diagnosi è la raccolta dell'anamnesi, durante la quale il neurologo richiama l'attenzione sulla natura e sullo sviluppo dei sintomi neurologici, delle recenti lesioni cerebrali traumatiche del paziente e delle sue infezioni. Viene anche condotto uno studio sullo stato neurologico, che consente di rilevare i disturbi mentali e psico-emotivi, oltre al deficit neurologico.

    Poiché l'aracnoidite è caratterizzata da disturbi visivi e uditivi, il neurologo può aver bisogno di consultare un oftalmologo e un otorinolaringoiatra per la diagnosi differenziale. L'otorinolaringoiatra controlla il grado e il tipo di ipoacusia usando la tecnica della soglia dell'audiometria. Il grado di danno all'analizzatore uditivo può essere determinato utilizzando lo studio dei potenziali evocati uditivi, l'elettrocoelografia e l'impedenzometria acustica.

    Tali tecniche strumentali come la radiografia del cranio, l'elettroencefalografia e l'eco-encefalografia non sono considerate sufficientemente efficaci nella diagnosi di aracnoidite, poiché forniscono informazioni limitate sulla presenza del paziente con la malattia. Tuttavia, con il loro aiuto, è possibile rilevare alcuni sintomi di patologia. Ad esempio, la radiografia del cranio rivela sintomi di ipertensione intracranica prolungata, l'eco-encefalografia rivela l'idrocefalo e l'elettroencefalografia rivela l'attività epilettica.

    Ulteriori informazioni sulla malattia possono essere raccolte utilizzando le scansioni MRI e TC del cervello. Entrambi questi studi sono utilizzati per identificare i cambiamenti morfologici nel cervello (alterazioni atrofiche, presenza di aderenze e cisti) e la natura dell'idrocefalo. Queste tecniche sono anche usate per escludere tumori, ematomi e ascessi del cervello. Le informazioni precise su pressione intracranica, il dottore riceve conducendo la puntura lombare.

    Trattamento dell'aracnoidite

    L'obiettivo principale del trattamento farmacologico dell'arachnoidite è eliminare la fonte di infezione da antibiotici. È indicato il ricevimento di farmaci antistaminici e desensibilizzanti (diazolin, istaglobulina, difenidramina, suprastin, pipolfen, tavegil, calcio cloruro). La terapia farmacologica include anche il miglioramento del metabolismo e della circolazione sanguigna locale, nonché la normalizzazione della pressione intracranica.

    Pazienti che hanno un aumento della pressione intracranica, ricevono diuretici e decongestionanti (furosemide, mannitolo, glicerina, diacarb). I farmaci antiepilettici (carbamazepina, finlepsina, keppra) sono usati per eliminare la sindrome delle convulsioni. Secondo la testimonianza del medico può prescrivere farmaci dai seguenti gruppi di farmaci:

    • assorbibile (rumalon, lidazu, pirogenico);
    • antiallergico (loratadina, tavegil, diazolin);
    • neuroprotettori e metaboliti (mildronate, nootropil, ginkgo biloba);
    • farmaci psicotropi (tranquillanti, antidepressivi, sedativi).

    Intervento chirurgico

    Se il trattamento farmacologico non ha dato i risultati desiderati, il paziente ha un idrocefalo occlusivo o una diminuzione progressiva della vista, il medico decide sull'intervento chirurgico. Durante l'operazione, le aderenze vengono separate e le cisti vengono rimosse. Per ridurre la presenza di idrocefalo, vengono prescritte le operazioni di smistamento.

    La prognosi per il paziente è spesso favorevole. Solo l'aracnoidite della fossa cranica posteriore, che è quasi sempre accompagnata da idrocefalo occlusivo, può rappresentare un grande pericolo. Con frequenti recidive della malattia, convulsioni epilettiche e la sua forma opto-chiasmatica, la prognosi lavorativa del paziente può peggiorare.

    Prognosi per aracnoidite

    Nella maggior parte dei casi, i pazienti con aracnoidite ricevono il terzo gruppo di disabilità. Tuttavia, se hanno gravi problemi alla vista e spesso hanno attacchi epilettici, possono essere assegnati a un secondo gruppo di disabilità. Il primo gruppo di disabilità comprende pazienti con aracnoidite chiasmatica ottica, che ha provocato la cecità totale. I pazienti con aracnoidite sono controindicati nei lavori di trasporto, in quota, vicino a un incendio, in ambienti rumorosi, in condizioni climatiche avverse, con sostanze tossiche.

    Procedure applicate
    con malattia da aracnoidite

    Aracnoidite: sintomi, trattamento

    L'aracnoidite è una patologia infiammatoria del rivestimento aracnoideo (aracnoideo) del cervello. Di per sé, la parola "aracnoidite" deriva dal greco e significa letteralmente "web" e "specie". Il nome suggerito nel 1845 da A.T. Tarasenkov. Sinonimi: leptomeningite da fibrosi cronica, meningopatia adesiva limitata.

    L'aracnoidite è un tipo speciale di meningite sierosa. Con il suo sviluppo, gli spazi destinati al deflusso del liquore iniziano ad aderire, il che porta ad un disturbo nella circolazione del liquore. Di conseguenza, inizia ad accumularsi nella cavità cranica e stringe il cervello. Questa situazione porta allo sviluppo di idrocefalo o aumento della pressione intracranica.

    I sintomi della malattia

    Mal di testa, soprattutto al mattino.

    Aggressione, ansia, paura, depressione.

    Aumentare o sopprimere la sensibilità della pelle - una persona smette di sentire calore, freddo, tatto o, al contrario, li sente abbastanza acutamente.

    Maggiore sensibilità alle mutevoli condizioni meteorologiche, frequenti lanci di sudore o tremori.

    Cause dello sviluppo

    I più comuni sono l'origine infettiva dell'aracnoidite, provocata da infiammazione dell'orecchio, malattie della gola, brucellosi, toxoplasmosi, mal di gola, polmonite acuta, sifilide, influenza. Inoltre, l'aracnoidite post-traumatica si verifica spesso dopo un trauma alla colonna vertebrale o alla testa. La causa dello sviluppo della malattia può essere l'osteomielite, l'epilessia, un tumore. Molto meno spesso la malattia provoca un disturbo metabolico o una patologia endocrina. A volte capita che stabilire la vera causa dello sviluppo della malattia per molto tempo non funzioni.

    In presenza di aracnoidite, la membrana aracnoidea del cervello inizia a ispessirsi, assume un colore grigio chiaro e appaiono aderenze tra le membrane dure, morbide e aracnoidee. Le adesioni iniziano a formare una cisti aracnoidea, che è piena di liquore. Nel corso del tempo, questa cisti viene compattata e si trasforma in un tumore, quest'ultimo aumenta di dimensioni e inizia a esercitare pressione sul cervello.

    Fattori che aumentano il rischio di infiammazione nella membrana aracnoidea del cervello:

    condizioni di lavoro dannose e lavoro fisico pesante;

    lesioni cerebrali traumatiche - anche la presenza di una ferita chiusa è estremamente pericolosa, soprattutto se questa situazione non si verifica la prima volta;

    malattie purulente acute - otite, mastoidit, tonsillitis, sinusite;

    infezioni acute - meningoencefalite, meningite.

    classificazione

    La caratteristica principale della classificazione è la localizzazione del processo patologico, rispettivamente, emettere:

    Con danni al rivestimento del cervello:

    Dalla natura della malattia:

    Secondo il meccanismo dell'occorrenza:

    Si distinguono anche l'aracnoidite adesiva, cistica e cistica-adesiva, multifocale e focale, limitata e diffusa.

    Basilar - si verifica in un quarto dei casi e differisce in quanto il suo focus è localizzato nella fossa cranica media e anteriore. Allo stesso tempo ci sono serie anomalie mentali: stanchezza, dimenticanza, diminuzione della concentrazione.

    Ottico-chiasmatico - aracnoidite post-traumatica, inizia con una diminuzione dell'acuità visiva in entrambi gli occhi immediatamente, solitamente accompagnata da neurite ottica e può causare lo sviluppo della sclerosi multipla.

    Aracnoidite cerebrale

    Con lo sviluppo dell'aracnoidite cerebrale compaiono sia i sintomi generali che quelli focali. Tra la clinica generale ci sono: mal di testa, vertigini, segni di epilessia, vomito e nausea. Allo stesso tempo, il mal di testa è solitamente di natura usuale, e poi aumenta: gli attacchi di dolore severo possono provocare lo sviluppo di vertigini e vomito. È anche possibile cambiare il fondo. Sintomi focali: disturbi nervosi, paura, ansia, alterazioni della sensibilità cutanea.

    Nella maggior parte dei casi, l'aracnoidite del cervello inizia in forma subacuta o acuta dopo un trauma sofferente, una malattia infettiva e altre cause sopra elencate. La forma acuta può essere completamente curata, ma molto spesso la malattia diventa cronica - con periodi di esacerbazione dei sintomi e remissione. Grave aracnoidite cistica-adesiva provoca lo sviluppo di un tumore, che aggrava il trattamento e rende la prognosi sfavorevole.

    Aracnoidite cerebrale adesiva - abbastanza difficile da diagnosticare. I sintomi principali sono vertigini, mal di testa, vomito, che possono essere presenti in varie patologie. Per la differenziazione della patologia è necessaria una serie di misure diagnostiche speciali.

    Aracnoidite convessa: il focus è localizzato nella zona del solco centrale ed è accompagnato da attacchi di epilessia, un diffuso cambiamento nelle biocorrenti del cervello e forti mal di testa.

    L'aracnoidite della fossa cranica posteriore è abbastanza frequente e una delle varianti più pericolose dell'aracnoidite cerebrale. Con questa variante della patologia, i nervi del cranio sono colpiti, i percorsi del liquido cerebrospinale si attaccano insieme, c'è un forte dolore nella parte posteriore della testa, che irradia verso il collo e la schiena. Abbastanza spesso, la paralisi del nervo facciale e la nevralgia del trigemino iniziano a svilupparsi.

    Aracnoidite spinale

    Esistono tre tipi: cistico, adesivo e adesivo cistico. Dalla natura del decorso della malattia può essere dispersa o monofocale, limitata o diffusa.

    L'aracnoidite spinale diffusa è caratterizzata dalla progressione dei disturbi sensoriali e dei disturbi del movimento. Il decorso della malattia è vario e può verificarsi con danni al midollo spinale e alle sue membrane. Echi di meningite possono manifestarsi come un sintomo di Brudzinsky o Kernig.

    L'aracnoidite spinale limitata abbastanza spesso ha un decorso asintomatico, poiché la natura della lesione assomiglia alle manifestazioni della sciatica: sciatica, nevralgia intercostale.

    Cistica spinale nelle sue manifestazioni è abbastanza simile a un tumore del midollo spinale. Una persona ha difficoltà a muoversi, ci sono forti dolori alla schiena, allo stesso tempo, inizialmente sono localizzati su un lato, dopo di che si diffondono a tutta la schiena. Le aderenze del liquore creano una pressione sul midollo spinale, che porta alla formazione della sindrome spinale di compressione.

    Nei bambini questa malattia è piuttosto rara e rappresenta circa il 2-3% di tutte le patologie del sistema nervoso. Le cause principali sono lesioni della colonna vertebrale, della testa, complicazioni di sinusite, otite media, influenza, polmonite.

    diagnostica

    Per la diagnosi di patologia utilizzando i seguenti metodi di ricerca:

    esame del fondo;

    craniografia - esame a raggi X delle ossa del cranio;

    tomografia computerizzata, risonanza magnetica;

    esame del midollo spinale con contrasto;

    esame del paziente da parte di un otorinolaringoiatra per determinare le possibili cause di aracnoidite;

    esame da parte di uno psichiatra per la presenza di sintomi che sono presenti nel paziente, ma invisibili a prima vista.

    trattamento

    Il trattamento di aracnoidite è effettuato nel reparto ospedaliero. È estremamente importante eseguire la diagnosi corretta e trovare la causa principale della malattia. Dopo questo, viene prescritto un trattamento conservativo:

    prednisone per due settimane con una dose giornaliera di 60 mg;

    farmaci per ridurre il livello di pressione intracranica;

    agenti per il trattamento di disturbi mentali - tranquillanti, antidepressivi;

    antidolorifici - in presenza di forti mal di testa;

    stimolanti del cervello - Cerebrolysin;

    in presenza di attacchi di epilessia, può essere prescritto il trattamento con farmaci antiepilettici.

    I preparativi vengono selezionati singolarmente a seconda del sito di localizzazione e del tipo di aracnoidite nel paziente. Il trattamento dell'aracnoidite adesiva ha molto successo con l'aiuto di metodi conservativi, per le forme cistiche l'opzione migliore è quella di eseguire l'operazione. La chirurgia viene solitamente prescritta in assenza dell'effetto della terapia conservativa.

    Fornendo un trattamento tempestivo e adeguato, la prognosi della malattia è favorevole. Il trattamento più difficile per la fossa cranica posteriore dell'aracnoidite, specialmente in presenza di idropisia cerebrale. Dopo l'operazione, questi pazienti ricevono una disabilità. I pazienti non possono guidare i trasporti pubblici, essere in zone troppo rumorose, fare lavori fisici pesanti. L'occupazione al di fuori dei reparti di produzione e senza lunghi soggiorni in altezza e per strada è consentita.

    prevenzione

    Misure generali per la prevenzione delle malattie virali e uno stile di vita sano.

    Trattamento tempestivo di patologie già esistenti di natura traumatica o infettiva.

    Diagnosi completa di aracnoidite in caso di un trauma cranico chiuso.

    Esami regolari da un oculista e otorinolaringoiatra. Se ci sono problemi di natura mentale, consultare uno specialista appropriato.

    Con il trattamento efficace della malattia - prevenzione delle ricadute.

    aracnoidite

    L'aracnoidite è un'infiammazione sierosa della membrana aracnoidea del cervello o del midollo spinale. Un danno isolato alla membrana aracnoidea del cervello o del midollo spinale in aracnoidite non si verifica a causa della mancanza del proprio sistema vascolare.

    La differenza significativa tra la clinica e il corso dell'arachnoidite dall'infiammazione delle meningi - la meningite rende possibile considerare la corretta assegnazione di questa forma come una malattia indipendente.

    contenuto

    eziologia

    L'aracnoidite si verifica a seguito di infezioni acute e croniche, malattie infiammatorie dei seni paranasali, intossicazioni croniche (alcol, piombo, arsenico), lesioni (di solito nel periodo residuo). L'aracnoidite può anche verificarsi a seguito di infiammazione reattiva in tumori a crescita lenta, encefalite. In molti casi, la causa dell'aracnoidite rimane poco chiara.

    Morfologicamente, l'aracnoidite è caratterizzata da torbidità e ispessimento della membrana aracnoidea, accompagnata nei casi più gravi da strati di fibrinoide. Nell'ulteriore corso dell'arachnoidite, si instaurano aderenze tra l'aracnoide e la coroide, portando a una alterata circolazione del liquido cerebrospinale e alla formazione di cisti aracnoidee.

    L'aracnoidite può verificarsi sulla base di otite media acuta o più spesso suppurativa cronica (a causa di bassi microbi o tossine virulente), nonché con complicanze di otite media purulenta - labirintite, petrosite, trombosi del seno, come conseguenza di meningite purulenta curata o ascessi cerebrali e, infine, encefalite otogena non purulenta. L'aracnoidite otogena nella maggior parte dei casi è localizzata nella fossa cranica posteriore e molto meno frequentemente nel mezzo. Il corso di aracnoidite può essere acuto, subacuto e cronico.

    Aracnoidite suddivisa in versato e limitato. Questi ultimi sono estremamente rari. Essenzialmente stiamo parlando di cambiamenti locali più grossolani sullo sfondo di un processo fuoriuscito con aracnoidite.

    Disturbo della normale circolazione del liquido cerebrospinale, che porta alla comparsa di idrocefalo, si basa su due meccanismi di aracnoidite:

    • violazione del deflusso di fluido dal sistema ventricolare (idrocefalo occlusivo)
    • violazione dell'assorbimento di liquidi attraverso la dura madre con processo adesivo diffuso (idrocefalo arterioso)

    Sintomi di aracnoidite

    La malattia si sviluppa in modo subacuto con il passaggio alla forma cronica. Le manifestazioni cliniche sono una combinazione di disturbi cerebrali, spesso associati a ipertensione endocranica, meno frequentemente con ipotensione da CSF e sintomi che riflettono la localizzazione predominante del processo di shell. A seconda della prevalenza di sintomi generali o locali, le prime manifestazioni possono essere diverse. Tra i sintomi cerebrali, il mal di testa è spesso il più intenso nelle prime ore del mattino e talvolta accompagnato da nausea e vomito. Il mal di testa può essere locale, aggravato da tensioni, sforzi o movimenti scomodi con un sostegno deciso sui talloni (un sintomo di un salto è un mal di testa locale quando si salta con un abbassamento non deprezzato sui talloni). Altri sintomi cerebrali includono vertigini non sistemiche, perdita di memoria, irritabilità, debolezza generale e affaticamento, disturbi del sonno.

    I sintomi focali dipendono dalla localizzazione dell'aracnoidite. L'aracnoidite convessa è principalmente caratterizzata dalla predominanza dei fenomeni di irritazione cerebrale rispetto ai segni di perdita della funzione. Uno dei sintomi principali sono convulsioni epilettiche generalizzate e di Jacksonian. A una aracnoidite basale si osservano sintomi cerebrali e disfunzione dei nervi situati sulla base del cranio. La diminuzione della nitidezza e il cambiamento dei campi visivi possono essere rilevati con l'aracnoidite ottico-chiasmatica. Le manifestazioni cliniche e l'immagine del fondo possono assomigliare ai sintomi della neurite ottica. Queste manifestazioni sono spesso accompagnate da sintomi di disfunzione vegetativa, dermografismo brusco, aumento del riflesso pilomotorio, sudorazione eccessiva, acrocianosi, a volte sete, aumento della minzione, iperglicemia, obesità adiposogenitale). In alcuni casi, è possibile rilevare una diminuzione dell'olfatto. L'aracnoidite nella zona delle gambe del cervello è caratterizzata dalla comparsa di sintomi piramidali, segni di danno ai nervi oculomotori, segni meningei. Con l'aracnoidite dell'angolo cerebellare del ponte c'è un mal di testa nella regione occipitale, rumore nell'orecchio e vertigini parossistiche e talvolta vomito. Il paziente barcolla e cade verso la sconfitta, soprattutto quando prova a stare su una gamba. L'andatura atattica, il nistagmo orizzontale, a volte i sintomi piramidali, la dilatazione delle vene nel fondo a causa di alterazioni del flusso venoso sono annotate.

    Possono essere osservati i sintomi dei nervi uditivo, trigemino, abduttivo e facciale. L'aracnoidite di un serbatoio grande (occipitale) si sviluppa in modo acuto, la temperatura aumenta, il vomito, il dolore alla nuca e al collo, aggravati dalla rotazione della testa, dai movimenti improvvisi e dalla tosse, compaiono; lesione dei nervi cranici (coppie IX, X, XII), nistagmo, aumento dei riflessi tendinei, sintomi piramidali e meningei. Con l'aracnoidite della fossa cranica posteriore, è possibile la sconfitta delle V, VI, VII, VIII coppie di nervi cranici. Ipertensione endocranica spesso osservata, sintomi cerebellari e piramidali. La diagnosi differenziale con tumori della fossa cranica posteriore è obbligatoria. Puntura lombare prodotta solo in assenza di ristagno nel fondo.

    Tipi di aracnoiditi

    Aracnoidite delle membrane cerebrali (cerebrali)

    L'aracnoidite cerebrale può essere localizzata sulla superficie convessa del cervello, la sua base, nella fossa cranica posteriore. Il quadro clinico dell'aracnoidite consiste nei sintomi degli effetti locali del danno da guscio sul cervello e sui disturbi della circolazione del liquore. Manifestazioni frequenti di aracnoidite cerebrale sono mal di testa ipertesi o di tipo a conchiglia.

    La normale circolazione del liquido cerebrospinale (liquido cerebrospinale) nei ventricoli cerebrali è ostacolata quando la aracnoidite del rivestimento del cervello può essere interrotta.

    L'aracnoidite della superficie convessa del cervello è più comune nelle regioni anteriori degli emisferi cerebrali, nell'area del giroscopio centrale. A causa della pressione sui centri motori e sensoriali, possono verificarsi disturbi del movimento (mono- o emiparesi) e sensibilità. L'irritazione, e in caso di formazione di una cisti e compressione della corteccia e delle aree cerebrali sottostanti con aracnoidite, provoca crisi epilettiche focali.

    Nei casi più gravi, possono esserci convulsioni convulsive generalizzate fino allo sviluppo dello stato epilettico. Elettroencefalografia e pneumografia sono importanti per identificare la localizzazione dell'aracnoidite.

    Aracnoidite chiasmatica ottica

    L'aracnoidite della base del cervello è più comune. La localizzazione più frequente è la regione chiasmatica, che è la causa della frequenza relativa dell'opacnoidite chiasmo-ottica. L'importanza di studiare questa forma è determinata dal coinvolgimento dei nervi ottici e dall'area della loro intersezione nel processo, che spesso porta a una perdita irreversibile della vista. Tra i fattori eziologici della presenza di aracnoidite chiasmatica ottica, le lesioni infettive dei seni paranasali, l'angina, la sifilide, la malaria, così come la lesione cerebrale traumatica (concussione cerebrale, contusione cerebrale) sono di particolare importanza.

    Nell'area del chiasma e della parte intracranica dei nervi ottici, con l'aracnoidite, si formano molteplici commissure e cisti. Nei casi più gravi, viene creata una cicatrice attorno al chiasma. Di regola, l'aracnoidite ottica-chiasmatica non è strettamente locale: i cambiamenti meno intensi si trovano a una distanza dal fuoco principale. I fattori meccanici (compressione), così come la transizione del processo infiammatorio e disturbi circolatori (ischemia) colpiscono i nervi ottici.

    Fattori meccanici (compressione delle aderenze), così come la transizione alla guaina mielinica del processo infiammatorio e disturbi circolatori influenzano i nervi ottici con aracnoidite chiasmatica ottica.

    L'aracnoidite ottico-chiasmatica di solito si sviluppa lentamente. In primo luogo, l'aracnoidite cattura un occhio, poi gradualmente (in poche settimane o mesi) l'altro è coinvolto. Lo sviluppo lento e spesso unilaterale dell'aracnoidite ottico-chiasmatica aiuta a differenziare il processo dalla neurite retrobulbare. Il grado di compromissione della vista nell'aracnoidite chiasmatica ottica può variare da diminuzione a cecità completa. Spesso all'inizio della malattia con aracnoidite chiasmatica ottica, ci sono dolori posteriori ai bulbi oculari. Lo strumento più importante nella diagnosi di aracnoidite ottica-chiasmatica è lo studio dei campi visivi e del fondo. I campi di visualizzazione variano in base alla localizzazione preferenziale del processo. I più tipici sono l'emianopsia temporale (singola o bilaterale), la presenza di uno scotoma centrale (spesso bilaterale), un restringimento concentrico del campo visivo.

    Dal fondo oculare nel 60-65% dei casi, viene determinata l'atrofia dei nervi ottici (primaria o secondaria, completa o parziale). I capezzoli stagnanti del nervo ottico si trovano nel 10-13% dei casi. Manifestazioni della regione ipotalamica, di regola, sono assenti. Anche l'immagine della sella turca non rivela patologia. In questa forma di aracnoidite, i principali sono i sintomi focali (visivi), gli effetti ipertensivi (ipertensione intracranica) sono di solito moderatamente espressi.

    L'aracnoidite del rivestimento del cervello è il risultato di traumi o malattie infettive concomitanti del cervello e dei seni paranasali.

    Aracnoidite della fossa cranica posteriore

    L'aracnoidite della fossa cranica posteriore è la forma più comune tra l'aracnoidite cerebrale. Il quadro clinico dell'aracnoidite della fossa cranica posteriore ricorda i tumori di questa localizzazione e consiste in sintomi cerebellari e staminali. La sconfitta dei nervi cranici (VIII, V e VII coppie) è osservata principalmente quando l'aracnoidite è localizzata nel ponte verso l'angolo cerebellare. I sintomi cerebellari consistono in atassia, asinggia, adiadochocinesi. Con questa localizzazione di aracnoidite, si manifestano disturbi della circolazione del liquido cerebrospinale.

    I sintomi dell'aracnoidite nella fossa cranica posteriore dipendono dalla natura del processo (aderenze, cisti), dalla localizzazione e dalla combinazione di aracnoidite e idrocefalo. L'aumento della pressione intracranica nell'aracnoidite può essere causata dalla chiusura dei fori ventricolari nel cervello (Lyushka, Majandi) a causa di aderenze, cisti o come conseguenza dell'irritazione della pia madre con ipersecrezione del liquido cerebrospinale (principalmente a causa dell'aumentata attività del plesso corioideo) e difficoltà nell'assorbirlo. In assenza di un forte aumento della pressione intracranica, l'aracnoidite può durare per anni, con remissioni prolungate. Spesso l'aracnoidite si presenta come aracnoencefalite a causa di cambiamenti infiammatori concomitanti nel tessuto cerebrale e nella pressione di adesione, cisti sul cervello.

    La forma acuta di aracnoidite è principalmente caratterizzata da sintomi di aumento della pressione intracranica (forte mal di testa, principalmente nel collo, nausea, vomito, vertigini, capezzoli spesso congestivi dei nervi ottici, a volte bradicardia), i sintomi piramidali e focali sono spesso assenti o scarsamente espressi e instabili.

    Nel decorso subacuto dello stato neurologico, i sintomi di una lesione della fossa cranica posteriore vengono alla ribalta (il più delle volte nello spazio Most-cerebellare - la cisterna laterale del ponte). I sintomi dell'aumento della pressione intracranica, sebbene si verifichino, sono meno pronunciati e talvolta non vengono quasi rilevati. Ci sono paresi dei nervi cranici (V, VI, VII, VIII, meno spesso IX e X e anche meno spesso III e IV), più spesso VIII coppie e disturbi della funzione vestibolare in combinazione con i sintomi cerebellari predominano.

    Insieme con l'instabilità nella postura di Romberg - deviazione o caduta verso l'orecchio colpito, andatura instabile, violazioni dell'indice e test del naso, adiadochocinesi, nistagmo spontaneo intermittente (diretto verso l'orecchio del paziente o bilaterale) - disarmonia frequente di campioni vestibolari (ad esempio, perdita di reazione calorica pur mantenendo la rotazione). A volte c'è un cambio di direzione nistagmo, posizione nistagmo. Non tutte le componenti di questa sindrome vestibolo-cervello sono costanti e distinte. I segni piramidali omolaterali sono rari e l'emiparesi delle estremità è ancora più rara. Nel liquido cerebrospinale, i cambiamenti sono generalmente ridotti a una pressione elevata, a volte lieve. Raramente osservato pleiocitosi moderata o aumento del contenuto proteico.

    L'aracnoidite è molto rara con altre localizzazioni nella fossa cranica posteriore. Questo isolato lesione preddvernoulitkovogo nervo nel canale uditivo interno senza fenomeni ipertensione predpontinny aracnoidite e aracnoidite emisferi cerebellari con statica deteriorate e sintomi cerebellari scarse con lesioni del nervo trigemino (forma predpontinnaya) aracnoidite predmozzhechkovy (la superficie anteriore di una delle frazioni cerebellari) con cerebellare parziale sintomatologia, fenomeni labirintici, non irritabilità con calorico e diminuzione dell'eccitabilità durante il test di rotazione, aracnoidite laterobulbare con pertensia, sindrome cerebellare e lesione dei nervi cranici IX, X, XI (omolaterale), aracnoidite del forame cencioso posteriore con lesione IX, X e XI dei nervi cranici. Nell'idrocefalo otogena della fossa cranica posteriore prevalgono i sintomi dell'aumento della pressione intracranica, con normale FCS o sua "diluizione" (povertà proteica) con occlusione delle lacune Lyushka e Majandi, l'ipertensione è associata a disturbi mentali, disturbi vestibolari e talvolta epilettiformi. Con l'idrocefalo generale con l'accumulo di un gran numero di CSF, la pressione intracranica aumenta rapidamente, appaiono i capezzoli congestizi dei nervi ottici e l'acuità visiva diminuisce. Tali crisi si stabilizzano gradualmente (nonostante le punture ventricolari e lombari) e, se il midollo è coinvolto, il paziente muore. Per la diagnosi differenziale dell'ascesso cerebrale (cervelletto), decorso clinico della materia tumorale cerebrale, i dati del FCS. Tutti i tipi di pneumografia con un marcato aumento della pressione intracranica sono controindicati.

    Con l'aracnoidite della fossa cranica posteriore, si sviluppa rapidamente un quadro dell'idrocefalo occlusivo, manifestato clinicamente da mal di testa, vomito e vertigini. Nel capezzolo stagnante del fondo del nervo ottico. Nel quadro del liquido cerebrospinale della dissociazione instabile delle cellule proteiche. Sulle radiografie del cranio con aracnoidite della fossa cranica posteriore, si osservano fenomeni ipertensivi.

    Una grave complicazione dell'aracnoidite della fossa cranica posteriore è il verificarsi di un attacco di occlusione acuta con incuneamento delle tonsille cerebellari nel grande forame occipitale che comprime il tronco cerebrale. L'aracnoidite della fossa cranica posteriore può anche essere la causa della nevralgia del trigemino mal trattabile.

    Aracnoidite delle membrane del midollo spinale (spinale)

    L'aracnoidite spinale, oltre alle ragioni di cui sopra, può verificarsi con foruncolosi, ascessi purulenti di diversa localizzazione. Il quadro clinico dell'aracnoidite spinale limitata cistica è molto simile ai sintomi di un tumore extramidollare. Esiste una sindrome radicale a livello del processo patologico e dei disturbi della conduzione (motoria e sensoriale). Aracnoidite spesso localizzata sulla superficie posteriore del midollo spinale, a livello dei segmenti toracico, lombare, nonché nella regione della coda del cavallo. Il processo di solito si estende a diverse radici, è caratterizzato dalla variabilità del limite inferiore dei disturbi della sensibilità.

    Nella dissociazione cellulo-liquida proteina-cellula. La pleocitosi è rara. I dati mielografici sono caratteristici - un agente di contrasto viene trattenuto sotto forma di gocce nell'area delle cisti aracnoidee. Meno comune è l'aracnoidite spinale diffusa, che coinvolge un gran numero di radici nel processo, ma meno manifestata dai disturbi della conduzione. L'aracnoidite spinale è cronica.

    trattamento

    È necessario eliminare la fonte di infezione (otite, sinusite, ecc.). Antibiotici prescritti in dosi terapeutiche Sono indicati i preparati desensibilizzanti e antistaminici (difenidramina, diazolina, suprastin, tavegil, pipolfen, cloruro di calcio, istarlobulina). La terapia patogenetica è progettata per il trattamento a lungo termine con agenti assorbenti, normalizzazione della pressione intracranica, miglioramento della circolazione cerebrale e del metabolismo. Applicare stimolanti biogenici (aloe, corpo vitreo, PhiBs) e preparazioni di iodio (biiohinolo, ioduro di potassio). Utilizzare anche lidazu sotto forma di iniezioni sottocutanee di 0,1 g di sostanza secca, sciolto in 1 ml di una soluzione allo 0,5% di novocaina a giorni alterni, per un ciclo di 15 iniezioni. Corsi ripetuti dopo 4-5 mesi. Il piralide ha un effetto risolutivo. Le prime iniezioni intramuscolari di pirogenico iniziano con una dose di 25 MTD, nei giorni successivi la dose viene aumentata ogni giorno di 50 MTD e aggiustata a 1000 MTD; per corso di trattamento fino a 30 iniezioni. Con l'aumento della pressione intracranica, vengono utilizzati decongestionanti e diuretici (mannitolo, furosemide, diacarb, glicerina, ecc.). Quando le sindromi convulsive usano farmaci antiepilettici. Condurre la terapia metabolica (acido glutammico, piracetam, Aminalon, Cerebrolysin). Secondo la testimonianza usato mezzi sintomatici. La mancanza di miglioramento dopo il trattamento, l'aumento della pressione intracranica e sintomi focali, l'aracnoidite da optochiasm con un costante declino della vista sono indicazioni per la chirurgia.

    Previsione. Per quanto riguarda la vita è generalmente favorevole. Il pericolo può essere l'aracnoidite della fossa cranica posteriore con idrocefalo occlusivo. La prognosi del lavoro peggiora con frequenti recidive o decorso progressivo con frequenti crisi ipertensive, crisi epilettiche, con una forma ottico-chiasmatica.

    Capacità di lavoro

    I pazienti sono riconosciuti come persone con disabilità nel gruppo III, se l'occupazione o il trasferimento a lavori leggeri comporta una diminuzione del volume dell'attività produttiva. Il gruppo di invalidità II è stabilito in presenza di frequenti crisi epilettiche, una significativa riduzione dell'acuità visiva in entrambi gli occhi (da 0,04 a 0,08 con correzione). Le persone con aracnoidite opto-chiasmatica accompagnata da cecità sono riconosciute come persone con disabilità nel gruppo I. I pazienti con disturbi liquorodinamici, crisi epilettiche e crisi vestibolari sono controindicati al lavoro in altezza, vicino a un incendio, vicino a meccanismi in movimento, durante il trasporto. Lavorare in condizioni meteorologiche avverse, in ambienti rumorosi, a contatto con sostanze tossiche e in condizioni di pressione atmosferica alterata, così come il lavoro associato a vibrazioni costanti, i cambiamenti nella posizione della testa sono controindicati.

    prevenzione

    Diagnosi precoce e trattamento delle malattie infettive acute, prevenzione delle malattie infettive, focolai di infezione focale, lesioni cerebrali traumatiche