Trattamento e diagnosi di angiomi cerebrali (cavernosi, venosi)

Commozione cerebrale

L'incidenza dei tumori alla testa è in aumento ogni anno - questo fatto è allarmante per i medici di diversi paesi. Un tumore benigno, che è un "groviglio di vasi sanguigni" - questo è l'angioma del cervello.

Esternamente, la patologia assomiglia a un segno di Borgogna o rosso. L'educazione è osservata sulle mucose e sulla pelle, con il principale gruppo a rischio - le ragazze neonate.

La maggior parte degli angiomi scompare all'età di dieci anni, ma questo non significa che non ci sia alcun pericolo. Il tumore può diffondersi agli organi interni e questo porta a una serie di conseguenze negative. Il problema principale è il danno del cervello - sia spinale che cerebrale. Quali sono le cause dell'angioma cerebrale e quali sono i modi per curarla?

Cause della patologia e della sua manifestazione

Spesso lo sviluppo della patologia è associato a lesioni alla testa, varie infezioni infettive e anomalie vascolari.

A proposito, sono le anomalie vascolari che provocano l'emergere di angiomi nel 95% dei casi. I tumori localizzati sulla superficie della pelle non rappresentano un rischio significativo. Molto peggio delle palle che colpiscono l'area del cervello.

Riconoscere l'angioma che ha colpito il midollo spinale può essere il torpore delle braccia, delle gambe e del tronco, la disfunzione degli organi pelvici, il dolore agli arti e alla schiena. La neoplasia è caratterizzata da un effetto di spremitura.

Poiché la malattia è strettamente correlata alle emorragie, deve essere prontamente diagnosticata e trattata. Altrimenti, sono possibili conseguenze sotto forma di ictus, disturbi cerebrali e convulsioni.

Ecco un elenco di sintomi che indicano una patologia probabile:

  • mal di testa (intensità, carattere e frequenza sono variabili);
  • convulsioni;
  • convulsioni epilettiche;
  • paralisi di parti del corpo;
  • vertigini;
  • nausea e vomito;
  • disturbi del gusto e del linguaggio;
  • rumori di testa;
  • afasia (completa mancanza di parola);
  • violazioni dei processi mentali;
  • perdita di memoria, mancanza di attenzione.

Classificazione della malattia

I medici secernono tipi di angiomi capillari, cavernosi e venosi. Ognuno di questi tipi è pericoloso a modo suo. Il tumore capillare colpisce la rete di piccoli capillari. Il tipo cavernoso ha la forma di una formazione cavernosa viola, il flusso sanguigno all'interno del quale è rotto.

Il tipo venoso si distingue per il colore blu scuro o marrone, mentre è in grado di progredire autonomamente - questa proprietà può causare un ictus.

Il più pericoloso è l'angioma venoso del cervello - la percentuale di morti qui è particolarmente alta. Il tipo cavernoso porta a una serie di alterazioni vascolari patologiche.

Cavernomi specifici sono pieni di sangue e talvolta raggiungono dimensioni impressionanti. Complicazioni derivano dalle pareti fragili dei vasi sanguigni, che possono portare a emorragia cerebrale.

Angioma cavernoso

Le cavità vascolari, chiamate caverne, sono la base di questa terribile patologia. Angioma cavernoso del cervello - una malattia estremamente pericolosa. Le pareti della cavità sono separate da sottili ponti che non sono molto forti. L'educazione può rompersi, causando emorragia cerebrale e morte.

Ecco un elenco di sintomi che indicano lo sviluppo di un cavernoma:

  • vomito e nausea;
  • aumento del mal di testa (i farmaci non aiutano);
  • suonare nelle orecchie;
  • disturbi mentali, disattenzione;
  • disturbi nella zona dei sensi (gusto, olfatto, vista);
  • paralisi e paresi degli arti;
  • convulsioni epilettiche.

I medici chiamano angioma cavernoso bomba a orologeria. L'emorragia può verificarsi in qualsiasi momento - il momento fatidico è difficile da prevedere. La fase trascurata porta a numerosi disturbi della coscienza. Intere aree del corpo possono essere paralizzate.

Se convulsioni convulsive non rispondono alle cure mediche, questo è un altro motivo per pensare alle loro condizioni e condurre una diagnosi su larga scala.

Angioma venoso

Questa patologia esercita una pressione continua sul cervello ed è spesso complicata da emorragie. La percentuale di mortalità è molto più alta di quella della cavità.

Dopo la formazione del plesso coroideo, i sintomi iniziano a manifestarsi. Il caso non è limitato al dolore.

Nota i seguenti segni:

  • perdita della sensibilità della pelle;
  • convulsioni;
  • vertigini;
  • nausea. vomito;
  • convulsioni epilettiche;
  • mancanza di motivazione;
  • perdita di controllo vocale;
  • attenzione ridotta;
  • auto-stima distorta.

La localizzazione degli angiomi può influenzare la natura del disturbo. Ad esempio, un tumore frontale porta ad una diminuzione dell'attività mentale, e il parietale è associato ad una mancanza di dolore e suscettibilità tattile.

Il cervelletto interessato è associato a patologie dei muscoli scheletrici, squilibri e coordinazione.

I sintomi della malattia sono molto peculiari:

  • variabilità della calligrafia;
  • tremore del motore;
  • discorso scannerizzato;
  • rallentatore.

Diagnosi e trattamento della patologia

Quando viene rilevato un angioma, i medici prescrivono un trattamento di emergenza, la cui natura dipenderà dal tipo e dalla posizione del tumore. Iniezioni e pillole dalla medicina moderna angio, purtroppo, non ha sviluppato.

Qualsiasi trattamento farmacologico è temporaneo, non eliminando le cause della malattia. Ciò significa che nella diagnosi del tumore dovrà andare per un intervento chirurgico.

Prima di inviare un paziente per un intervento chirurgico, i medici conducono ampi studi diagnostici, tra cui anamnesi, angiografia e TAC. Durante la rilevazione di cavità, vengono utilizzati i test diagnostici della risonanza magnetica.

Per pianificare meglio l'operazione, i chirurghi prescrivono anche la trattografia. Dopo aver ricevuto un quadro completo di ciò che sta accadendo, è possibile assegnare uno dei tre metodi di intervento chirurgico:

  1. Eliminazione. Utilizzato per la localizzazione superficiale del tumore. È considerato il tipo più traumatico di trattamento chirurgico, pertanto viene applicato meno frequentemente.
  2. Introduci la chiusura. È effettuato da un catetere vascolare direttamente nell'angioma.
  3. Gamma Knife Il flusso di sangue all'interno dell'angioma viene fermato dalle radiazioni.

Non lasciarti fuorviare dal termine "tumore benigno". Qualsiasi neoplasma originato nel cervello umano comporta un potenziale pericolo per la salute.

È meglio diagnosticare la patologia in una fase precoce - con una piccola dimensione del tumore, potrebbe non essere possibile arrivare alla chirurgia, tanto per cominciare, i medici si limiteranno alla scleroterapia. Le sostanze speciali aiuteranno a "intasare" le navi e prevenire ulteriori sviluppi della malattia. Prenditi cura di te stesso e affronta più spesso esami complessi!

Angioma in testa

Angioma - una forma benigna costituita da vasi sanguigni o linfatici. L'angioma cavernoso (emangioma) è una patologia vascolare, spesso congenita o manifestata per tutta la vita. La base della formazione di angiomi - la proliferazione patologica di vasi sanguigni e linfatici. Più spesso la malattia viene diagnosticata nei bambini. La differenza caratteristica tra le patologie cavernose è la crescita e l'espansione intensiva. Ci sono formazioni sullo strato epidermico superficiale e sulle mucose degli organi interni. Diagnostica la deviazione usando la risonanza magnetica e la risonanza magnetica. Il neurochirurgo o l'oncologo si occupa del trattamento in base alla localizzazione. Una complicanza pericolosa è la formazione di sanguinamento.

Cos'è?

L'emangioma cavernoso è una neoplasia vascolare di natura benigna. La patologia consiste di vasi sanguigni o linfatici (linfangioma). Più spesso la malattia colpisce i bambini nei quali il tumore vascolare si forma in utero a causa dell'intreccio di vene, arterie e capillari. Per la natura di un tumore cavernoso è una concentrazione patologica di vasi tortuosi che sono anormalmente espansi, a seguito del quale si verifica il ristagno del sangue all'interno. La presenza di 3-4 tumori è chiamata angiomatosi. L'angioma cerebrale si forma nei bambini a causa del sottosviluppo del sistema circolatorio.

La dimensione dei tumori patologici varia da un millimetro a 2-3 centimetri o più. In rari casi, sono interessate aree estese. La patologia cavernosa consiste di cavità (microcavità), la cui superficie è coperta da cellule endoteliali specifiche e il plasma ristagna all'interno. Diagnostica una deviazione in 1-2 su 200 persone e nel 40% dei casi è asintomatica. In un quarto dei casi, il cavernoma è ereditario. Quando si trovano più di 4 formazioni sulla superficie della pelle, è previsto uno studio per escludere la presenza di formazioni cavernose sugli organi interni.

L'angioma cavernoso è più spesso diagnosticato nel fegato, nel cervello, nella colonna vertebrale e nella pelle. Torna al sommario

Tipi e localizzazione

Il quadro clinico della malattia dipende dalla posizione e dalle dimensioni della formazione. Rivelano la patologia nel primo anno di vita di un bambino e le formazioni interne sono casualmente scoperte a qualsiasi età durante gli esami di routine. I sintomi compaiono quando il plesso vascolare schiaccia i tessuti circostanti e gli organi adiacenti. Le forme della malattia e la descrizione a seconda della posizione sono presentate nella tabella seguente.

Angioma del cervello: sintomi, trattamento

L'angioma è un tumore benigno che cresce dalle cellule del sangue o dei vasi linfatici. Esternamente, una tale neoplasia sembra una palla di vasi aggrovigliati. Può essere di diverse dimensioni (da diversi millimetri a diversi centimetri), di diversi gradi di pienezza e situato in diversi organi o per via sottocutanea.

Gli angiomi possono anche formarsi nel cervello. A volte questi tumori non si mostrano, sono innocui e una persona potrebbe non essere nemmeno consapevole della loro esistenza. Tuttavia, spesso, nonostante la sua buona qualità, l'angioma rappresenta un pericolo significativo per il paziente. Questa neoplasia è soggetta a emorragie e può comprimere il tessuto cerebrale, influenzando il lavoro di questo e di altri organi.

In questo articolo vi presenteremo le cause, i tipi, i sintomi, i metodi di diagnosi e il trattamento degli angiomi cerebrali. Queste informazioni aiuteranno a notare i sintomi di disturbo nel tempo e sarete in grado di contattare il medico per elaborare un piano di trattamento efficace.

motivi

Finora, le cause dello sviluppo di tali tumori non sono completamente comprese. Secondo le statistiche, i bambini sono i più inclini alla comparsa di neoplasie vascolari nel cervello, e questo fatto è spiegato dall'immaturità dei loro organi e sistemi interni.

Nel 95% dei casi, gli angiomi cerebrali sono congeniti e si sviluppano a seguito di alcune anomalie genetiche. Il restante 5% è causato da lesioni infettive dei vasi cerebrali o da conseguenze di lesioni. Particolarmente spesso, gli angiomi si formano dopo una grave lesione alla testa.

Inoltre, gli scienziati suggeriscono che varie gravi malattie (come la cirrosi epatica) o tumori ad alta oncogenicità che si sviluppano in altri organi possono provocare lo sviluppo di tali neoplasie vascolari.

Tutte queste ragioni possono causare sia l'aspetto di un singolo angioma, che condurre allo sviluppo dell'angiomatosi (la formazione di tumori multipli).

Meccanismo di sviluppo dell'angioma

Normalmente, una nave arteriosa viene prima divisa in arteriole più piccole, che successivamente si diramano in vasi ancora più piccoli, i capillari. Dissipano come una rete e formano le venule e le vene.

Nel caso dell'angioma, una separazione simile dei vasi non si verifica e l'arteria passa immediatamente nella vena. Una tale anormale formazione del flusso sanguigno porta a una ridotta circolazione del sangue, perché la nave patologica "ruba" la normale rete vascolare e il cervello non riceve una nutrizione sufficiente. Di conseguenza, compaiono alcuni sintomi neurologici, le cui manifestazioni dipendono dalla posizione dell'angioma in una o nell'altra parte del cervello. Inoltre, raggiungendo una grande dimensione, il tumore schiaccia i tessuti di questo organo vitale e ne interrompe il funzionamento.

Tipi di angiomi del cervello

A seconda della struttura, si distinguono questi tipi di angiomi:

  • capillare - formato da una rete di piccoli capillari;
  • venoso - consiste di navi raccolte in una palla, formando un tronco venoso espanso;
  • Cavernoso - è una raccolta di vasi patologici e consiste in una serie di caverne piene di sangue (cavità), separate l'una dall'altra da trabecole (membrane).

Gli angiomi venosi del cervello potrebbero non manifestarsi e una persona potrebbe non essere consapevole della loro presenza fino alla vecchiaia. In alcuni casi, mostrano alcuni sintomi, ma più spesso il rischio della loro rottura rimane relativamente basso.

Gli angiomi cavernosi sono più pericolosi. Le loro pareti sono così sottili e deboli che una nuova crescita è sempre incline alla rottura. Varie situazioni possono provocare una tale complicazione: stress, movimento improvviso (inclinazione della testa, salto, ecc.), Ipertensione arteriosa, sforzo fisico (anche insignificante). Secondo le statistiche, circa un terzo paziente con angioma cavernoso a un certo stadio del suo sviluppo è un'emorragia cerebrale.

A seconda della localizzazione degli angiomi, gli esperti più spesso li suddividono nei seguenti tipi:

  • angioma cerebellare;
  • angioma dei lobi frontali;
  • angioma dei lobi temporali;
  • angioma dei lobi parietali.

sintomi

Per qualche tempo, l'angioma cerebrale è asintomatico. Tuttavia, quando viene raggiunta una certa dimensione, il tessuto tumorale inizia a comprimere il cervello e portare alla comparsa di alcuni segni del suo funzionamento anormale. Nel peggiore dei casi, la neoplasia può riempirsi eccessivamente di sangue e causare la rottura delle pareti dei vasi patologici. In tali casi, apparirà un quadro clinico dell'emorragia cerebrale.

Si può sospettare la presenza di una tale neoplasia per i seguenti motivi:

  • mal di testa - pressatura, dolorante, opaca, palpitante, costante o con intensità crescente;
  • sensazione di disagio alla testa;
  • vertigini;
  • tinnito;
  • convulsioni e convulsioni;
  • periodi di nausea e vomito;
  • menomazione della vista;
  • disturbi del linguaggio;
  • paralisi e paresi;
  • andatura sconcertante;
  • disturbi di coordinazione;
  • violazione del gusto e dell'olfatto;
  • disturbi della memoria, disturbi del pensiero e dell'attenzione.

La variabilità e la gravità dei sintomi dipendono dal tipo, dalla dimensione dell'angioma e dall'area della sua localizzazione.

Angioma capillare

Tali tumori sono quasi sempre asintomatici e solo in rari casi causano piccole emorragie.

Angioma venoso

Per la prima volta, tali formazioni nel cervello si manifestano come mal di testa. Un po 'più tardi, compaiono i seguenti sintomi:

  • vertigini;
  • disturbi della sensibilità della pelle;
  • convulsioni;
  • nausea e vomito;
  • convulsioni epilettiche (a volte).

Angioma cavernoso

Questo tipo di angioma cerebrale è il più pericoloso, e quindi vengono spesso chiamati "bomba a orologeria". Quando viene raggiunta una certa dimensione, il tumore si manifesta come sintomi di alterata circolazione cerebrale e compressione del tessuto cerebrale, e il diradamento delle sue pareti vascolari rappresenta sempre la minaccia di emorragia nel tessuto cerebrale.

L'angioma cavernoso più comune del cervello si manifesta con questi sintomi:

  • aumento del mal di testa, non risolto dall'uso di analgesici;
  • nausea e vomito;
  • rumore e tinnito;
  • violazioni di odore, gusto, visione;
  • deterioramento dell'attenzione;
  • disturbi del pensiero;
  • paresi e paralisi delle braccia e delle gambe;
  • convulsioni epilettiche (a volte).

La complicazione più pericolosa di un tale tumore potrebbe essere la rottura delle sue cavità e la conseguente emorragia cerebrale. Se tale emorragia è già stata osservata, il rischio di ricorrenza aumenta significativamente.

Negli stadi avanzati, l'angioma cavernoso può portare a disturbi della coscienza, un aumento degli episodi di convulsioni convulsive e il verificarsi di paralisi degli arti o parti del corpo. E le emorragie ripetute aumentano significativamente il rischio di morte del paziente.

I sintomi di angiomi dipendono dalla posizione

Altri sintomi di angioma dipendono da quali aree del cervello sono schiacciate.

Lobi frontali

Queste parti del cervello sono responsabili della possibilità di padroneggiare varie abilità, prendere iniziativa, la capacità di analizzare la situazione e prendere decisioni. Con una tale localizzazione dell'angioma, il paziente appare come i seguenti disturbi dell'attività cerebrale:

  • perdita di controllo della voce;
  • attenzione ridotta;
  • disturbi del pensiero;
  • distorsione di autostima;
  • mancanza di desiderio e motivazione.

Quando l'angioma si trova nel lobo frontale destro del paziente, ci sono cambiamenti nel comportamento e c'è una mancanza di consapevolezza delle azioni, depressione dell'umore e una diminuzione delle prestazioni mentali.

Lobi parietali

Con la sconfitta di queste parti del cervello, il paziente appare come sintomi:

  • perdita di sensibilità al dolore;
  • modificare o completare la distorsione della sensibilità alla temperatura;
  • violazione della percezione tattile.

A volte tale localizzazione degli angiomi porta ad una completa perdita della capacità di comprendere e comprendere il testo letto. Questi sintomi tumorali sono indicativi di danni estesi al centro del linguaggio.

cervelletto

Nel cervelletto, gli emisferi sinistro e destro sono isolati.

Se l'angioma è localizzato nell'emisfero sinistro, compaiono i seguenti sintomi:

  • cambiamento dell'andatura;
  • vertigini;
  • incoerenza nelle azioni dei muscoli scheletrici;
  • movimenti oscillatori di occhi ad alta frequenza (nistagmo).

Se l'angioma è localizzato nell'emisfero destro, compaiono i seguenti sintomi:

  • tremore degli arti quando si tenta di eseguire movimenti;
  • movimenti lenti e linguaggio;
  • aspetto del discorso scansionato;
  • cambiare la calligrafia.

Lobi temporali

Tali angiomi possono essere asintomatici per lungo tempo. Successivamente, a seconda dell'area di compressione, il paziente potrebbe presentare i seguenti sintomi:

  • convulsioni convulsive;
  • convulsioni psicomotorie;
  • allucinazioni (visivo, suono, gusto, olfattivo);
  • disturbi del linguaggio;
  • difetti del campo visivo.

Lobi occipitali

Quando gli angiomi localizzati nei lobi occipitali possono manifestare i seguenti sintomi:

  • difetti del campo visivo;
  • convulsioni epilettiche con aura visiva anteriore (lampi di luce).

diagnostica

Nelle fasi iniziali, gli angiomi del cervello sono solitamente asintomatici e vengono rilevati casualmente quando si esamina il cervello per altre malattie. Il medico può sospettare la presenza di tali tumori, concentrandosi sui disturbi del paziente, che appaiono quando la neoplasia aumenta di dimensioni e compressione del tessuto cerebrale.

I seguenti metodi strumentali di esame possono essere prescritti per la diagnosi e la determinazione delle tattiche terapeutiche:

  • Risonanza magnetica (con contrasto);
  • Scansione TC (con e senza contrasto);
  • Angiografia.

trattamento

Quando si rileva l'angioma cerebrale, si consiglia quasi sempre al paziente di rimuoverlo chirurgicamente. Prima dell'intervento, al paziente vengono prescritti farmaci per eliminare vari sintomi del tumore: sedativi, antidolorifici e agenti vascolari. Solo in alcuni casi con angiomi venosi che sono asintomatici e non inclini a una rapida crescita, il medico può raccomandare al paziente l'osservazione di follow-up della patologia. Se la neoplasia non cresce, la chirurgia non può essere eseguita.

Diversi tipi di interventi chirurgici possono essere eseguiti per rimuovere gli angiomi:

  • rimozione dell'angioma - l'operazione viene eseguita in modo tradizionale e consiste nell'asportazione di accumuli vascolari;
  • indurimento della spirale vascolare - il farmaco sclerosante viene iniettato nel lume dei vasi tumorali attraverso un catetere e "sigilla" i vasi patologici;
  • embolizzazione della spirale vascolare - questa tecnica minimamente invasiva consiste nell'inserire un'elica di platino o un'embolia liquida attraverso un catetere nel lume dei vasi, che, dopo l'inserimento, ostruiscono i vasi patologici e li disabilitano dalla circolazione generale;
  • Gamma-coltello - tale operazione radiochirurgica non invasiva senza l'apertura del cranio viene eseguita utilizzando un'installazione speciale, cancellando il tumore vascolare con raggi di radiazioni di onde radio;
  • Cyber ​​Knife - questa tecnica radiochirurgica non invasiva viene eseguita anche utilizzando un setup speciale che agisce sul tessuto tumorale con raggi di radiazioni a bassa dose da diverse angolazioni;
  • Angioplastica: un intervento minimamente invasivo consiste nell'impianto di stent e palloncini per ripristinare la normale circolazione cerebrale.

La scelta dell'uno o dell'altro metodo di trattamento chirurgico degli angiomi cerebrali è determinata dalla disponibilità del tumore e da altre indicazioni cliniche identificate durante l'esame del paziente. Oggi, nel trattamento di tali tumori, i chirurghi preferiscono tecniche minimamente invasive o radiochirurgiche, dal momento che consentono un impatto minimo sul tessuto circostante e facilitano significativamente la riabilitazione del paziente dopo l'intervento.

Una particolare attenzione nel trattamento dell'angioma cerebrale meritano i metodi di chirurgia stereotassica - Gamma e Cyber ​​Knife. La conduzione di tali interventi è non invasiva, possibilmente nelle aree più inaccessibili del cervello e consente con elevata precisione di agire sul tessuto tumorale, causando obliterazione vascolare.

Gli angiomi cerebrali sono tumori benigni. Tuttavia, la loro presenza non è sempre innocua, in quanto possono portare a una compressione significativa del tessuto cerebrale, alla comparsa di sintomi che compromettono significativamente la qualità della vita del paziente e l'emorragia al cervello. Tali tumori possono essere rimossi solo chirurgicamente. A volte, con una piccola dimensione del tumore e un basso rischio di rottura, al paziente può essere offerta una osservazione dispensativa della crescita del tumore.

Angioma cavernoso

Emangioma, cavernoma, malformazione - tutti questi sono i nomi di una malattia così pericolosa, come l'angioma cavernoso. La malattia è un difetto vascolare, per lo più congenito.

La patologia può essere rilevata a caso per qualsiasi età o manifestare disturbi neurologici pronunciati.

Codice ICD-10

Cause dell'angioma cavernoso

L'angioma cavernoso può essere congenito o sporadico. La patogenesi del tipo congenito della malattia è considerata più studiata. Al momento, vi è evidenza di un tipo di ereditarietà autosomica dominante, così come alcuni geni del settimo cromosoma sono stati identificati e identificati, che, una volta modificati, causano la formazione di fasci vascolari patologici.

Esperimenti con i geni rilevati hanno dimostrato che la formazione di angiomi cavernosi è predeterminata da un disturbo nella formazione delle strutture cellulari dell'endotelio. Si presume che le proteine ​​codificate da alcuni geni funzionino in una direzione.

Le cause degli angiomi sporadici non sono state ancora identificate. Ci sono solo ipotesi teoriche avanzate da molti scienziati. Tuttavia, al momento non vi sono prove chiare di tali teorie:

  • teoria delle formazioni radio-indotte che sono sorte a seguito dell'irraggiamento;
  • teoria infiammatoria e infettiva della patologia.

patogenesi

Il diametro angioma può variare notevolmente, da pochi millimetri a pochi centimetri. Il tipo di istruzione più comune ha una dimensione di circa 20-30 mm.

La malformazione può essere localizzata in qualsiasi parte del sistema nervoso centrale:

  • L'80% degli angiomi si trova nella parte superiore del cervello;
  • Il 65% di essi si trova nei lobi frontali, temporali e parietali;
  • Il 15% cade sulle formazioni vascolari del tubercolo ottico, dei gangli della base;
  • L'8% è angioma cerebellare;
  • 2,5% plesso vascolare nel midollo spinale.

Sintomi di angioma cavernoso

La sintomatologia della malattia dipende principalmente da dove si trova l'educazione. Le crisi epilettiche combinate con sintomi neurologici acuti o subacuti sono considerate tra i segni più caratteristici. I primi segni possono apparire contemporaneamente a manifestazioni cerebrali, così come indipendentemente:

  • mal di testa, che all'inizio può essere debole e transitoria, trasformandosi in seguito in un forte, non eliminato dalla terapia convenzionale;
  • convulsioni epilettiche;
  • sensazione di rumore o risuonare nella testa o nelle orecchie;
  • andatura instabile, disturbi del coordinamento del movimento;
  • disturbi dispeptici sotto forma di nausea e vomito;
  • sviluppo di paralisi, debolezza e intorpidimento degli arti;
  • deterioramento della funzione visiva e uditiva, memoria alterata, attenzione, disturbi del linguaggio, confusione nei pensieri.

Spesso ci sono casi in cui l'emangioma cavernoso non si manifesta con alcun segno. Un gran numero di persone può vivere senza nemmeno conoscere la propria malattia. In tali pazienti, la malattia si trova nella diagnosi di altre patologie, nella conduzione di studi preventivi o nel rilevamento di angiomi in parenti stretti.

forma

Come abbiamo detto, i sintomi dell'angioma cavernoso dipendono in gran parte dalla posizione della formazione vascolare e dalle sue dimensioni. Le manifestazioni della malattia si verificano quando il fascio di vasi inizia a esercitare pressione sui tessuti e le terminazioni nervose circostanti in alcune parti del cervello.

  • Angioma cavernoso del lobo frontale, oltre ai sintomi standard, può essere accompagnato da una ridotta autoregolazione dell'attività mentale. Il fatto è che le aree frontali del cervello sono responsabili della motivazione, dell'impostazione e dell'implementazione degli obiettivi, del monitoraggio delle loro azioni e della valutazione dei risultati. I pazienti deteriorano la memoria, cambiano la calligrafia, ci sono movimenti extra incontrollati degli arti.
    • L'angioma cavernoso del lobo frontale sinistro dà un tale sintomo come una violazione della regolazione della parola: il lessico della persona diventa povero, dimentica le parole e allo stesso tempo parla con estrema riluttanza; c'è apatia e non c'è iniziativa.
    • Angioma cavernoso del lobo frontale destro, al contrario, è caratterizzato da un'attività verbale eccessiva. Il paziente può periodicamente entrare in uno stato di affetto, diventa emotivo e talvolta anche inadeguato. L'umore del paziente è più positivo - spesso non è consapevole della comparsa della malattia in lui.
  • Angioma cavernoso del lobo temporale sinistro accompagnato da problemi di udito e di parola. Il paziente non ricorda bene, percepisce il discorso di qualcun altro ascoltando peggio. Allo stesso tempo, nel suo discorso, ripete spesso e inconsciamente le stesse parole più volte.

L'angioma cavernoso del lobo temporale destro può manifestarsi con i seguenti sintomi:

  • il paziente cessa di determinare l'appartenenza dei suoni, non può scoprire l'origine di questo o quel rumore. Lo stesso vale per le voci: una voce precedentemente familiare può sembrare aliena.

Angioma cavernoso del lobo parietale spesso caratterizzato da cosiddetti disordini intellettuali. Il paziente perde la capacità di risolvere semplici problemi matematici, dimentica le regole elementari di divisione-moltiplicazione, sottrazione e aggiunta. Logica persa e capacità di pensare tecnicamente.

Angioma cavernoso del cervelletto a volte si presenta con sintomi gravi - è l'incertezza dell'andatura e persino la seduta, le posizioni inadeguate della testa e del corpo (strane inclinazioni, posture). Violazione evidente della funzione del linguaggio, nistagmo, convulsioni, contratture.

  • Angioma cavernoso trombotico di solito causato da una malattia infettiva che si diffonde principalmente dai seni nasali e dalla cavità nasale. I sintomi sono febbre, debolezza, iperidrosi, febbre. Tutto ciò avviene contemporaneamente ai segni standard dell'angioma, a seconda della posizione della formazione vascolare.

C'è un altro tipo di angiomi che spesso causa domande nei pazienti: è un angioma cavernoso con un'abbondanza di emosiderofagi. Di cosa stiamo parlando?

Gli emosiderofagi sono cellule specifiche dei macrofagi che includono l'emosiderina, un pigmento contenente ferro. La presenza di queste cellule significa il flusso nel focus patologico del processo di riassorbimento: i siderofagi compaiono 3-4 giorni dall'inizio del processo e vengono distrutti per circa 17-18 giorni. Il riassorbimento è il riassorbimento di una massa di globuli rossi in decomposizione in cui i macrofagi assumono una parte attiva. Il grado di maturità degli emosiderofagi può determinare la durata della comparsa di lesioni infiammatorie nell'angioma.

Complicazioni e conseguenze

Quali effetti o complicanze possono causare l'angioma cavernoso? Dipende direttamente da quale delle regioni cerebrali si trova il cavernoma vascolare, dalle sue dimensioni, dalla progressione della patologia, dallo stile di vita del paziente e da molti altri fattori. Se la malformazione viene rilevata troppo tardi, o si sviluppa un processo infiammatorio o distrofico, possono insorgere complicazioni: rottura della parete vascolare, emorragia, aumento dell'accumulo vascolare e delle cavità volematiche, disfunzione del flusso sanguigno locale, alterata circolazione del sangue nel cervello e morte.

Tuttavia, a volte il paziente può vivere con una tale patologia e non essere consapevole della sua esistenza. Ma vale la pena sperare, perché i casi sono diversi e nessuno è immune da manifestazioni indesiderate della malattia. Questo vale anche per i cavernomi: la malattia è imprevedibile e nessuno può dire come si comporterà in futuro. Pertanto, i medici consigliano inequivocabilmente: anche in assenza di manifestazioni cliniche, è importante monitorare regolarmente la progressione e la condizione della formazione vascolare cavernosa, monitorarne lo sviluppo e condurre periodicamente un ciclo di trattamento preventivo, che il medico prescriverà.

Diagnosi di angioma cavernoso

Il trattamento di un cavernoma dovrebbe sempre iniziare con una diagnosi completa, lo schema di cui i medici determinano individualmente per ciascun paziente. Il metodo diagnostico generale può includere i seguenti tipi di studi:

  • Esami del sangue dettagliati (per la presenza di infiammazione, anemia), nonché liquido cerebrospinale (per la presenza di emorragie nel liquido cerebrospinale).
  1. Metodo angiografico: esame a raggi X dei vasi sanguigni mediante fluido di contrasto. L'immagine risultante aiuterà a rilevare il grado di restringimento o distruzione dei vasi cerebrali, identificando i cambiamenti nella parete vascolare e identificando i punti deboli. Tale procedura diagnostica è prescritta per determinare i disturbi circolatori nel cervello. Permette di definire chiaramente la posizione, il volume e la forma dell'angioma e di rilevare la nave danneggiata. La diagnostica viene eseguita in una sala appositamente attrezzata. Inizialmente, il medico esegue l'anestesia locale, dopo di che penetra nel catetere elastico nel vaso e lo fa avanzare verso l'area interessata. L'agente di contrasto introdotto nel sistema circolatorio, si diverge sulla griglia vascolare, dopo di che il medico prende diverse immagini, per le quali viene fatta una diagnosi più tardi;
  2. il metodo di tomografia computerizzata è una procedura molto popolare e indolore che non provoca disagio ed è anche abbastanza istruttiva. Solitamente eseguito con o senza un mezzo di contrasto. Di conseguenza, il medico riceve dettagliate radiografie strato per strato sotto forma di immagini bidimensionali, che consente di esaminare la patologia in dettaglio. La procedura viene eseguita solo in armadi speciali con attrezzature adeguate - tomografo;
  3. La risonanza magnetica è in qualche modo simile alla tomografia computerizzata, ma al posto della radiazione a raggi X viene utilizzata l'onda radio e la radiazione magnetica. Le immagini sono dettagliate, tridimensionali. La procedura è non invasiva, fornisce informazioni complete sulla malattia, ma relativamente costose;
  4. Il metodo dell'elettroencefalogramma consente di esplorare i potenziali biologici del cervello, nonché di determinare dove si trova l'angioma e quali sono le sue dimensioni. In presenza di tumori, il medico rileva un cambiamento nel segnale inviato alle strutture cerebrali.

Diagnostica differenziale

La diagnostica differenziale, di norma, viene eseguita con altri tumori, o con un aneurisma - se si sospetta una rottura in un ospedale, a un paziente viene prescritto uno studio del liquido cerebrospinale. L'analisi rileverà tracce di sanguinamento o emorragia. Tale procedura può essere eseguita solo in ambiente ospedaliero.

Inoltre, possono essere nominati esami e consultazioni di altri specialisti, come un chirurgo vascolare, un neurochirurgo, un neuropatologo, un genetista, ecc.

Chi contattare?

Trattamento dell'angioma cavernoso

Il trattamento chirurgico è il trattamento più efficace per il cavernoma. Non esiste una medicina universale che possa eliminare la patologia.

Lo scopo del trattamento è spesso complicato dal fatto che molti pazienti con angioma cavernoso non causano disagio, e la disabilità persistente è notata principalmente solo con emorragie ripetute da angiomi profondi o da neoplasie del tronco encefalico - aree che sono di difficile accesso per intervento chirurgico.

Tuttavia, anche un decorso benigno della malattia non garantisce l'assenza di complicanze future e la chirurgia tempestiva può eliminare completamente il rischio di conseguenze negative.

Pertanto, gli esperti raccomandano il trattamento chirurgico nelle seguenti situazioni:

  • con angiomi cavernosi superficiali che si manifestano con emorragie o convulsioni convulsive;
  • con neoplasie, localizzate nelle aree cerebrali attive e manifestate da emorragie, disturbi neurologici persistenti, episodi di epilessia;
  • con angiomi di dimensioni pericolose.

In ogni caso, il medico deve informare il paziente su tutti i possibili rischi e varianti del decorso della malattia.

Il trattamento chirurgico dell'angioma cavernoso può essere eseguito in diversi modi:

  • L'intervento chirurgico è un metodo classico di rimozione dei tumori, che ridurrà la pressione del fascio vascolare sul tessuto cerebrale circostante, eliminando i sintomi spiacevoli e il rischio di rottura di vasi patologici. Ha alcune controindicazioni: vecchiaia e molteplici lesioni vascolari.
  • Chirurgia radiochirurgica - eliminazione del tumore con l'ausilio di dispositivi speciali (cyber gamma knife). L'essenza del metodo è che un raggio è diretto verso un angioma che agisce sotto un certo angolo. Questa procedura è considerata sicura, ma non così efficace come la chirurgia. Questa tecnica viene utilizzata principalmente nei casi in cui l'operazione è impossibile o difficile a causa dell'inaccessibilità dell'angioma.

Trattamento popolare dell'angioma cavernoso

Il trattamento a base di erbe dell'angioma cavernoso viene utilizzato solo per alleviare i sintomi della malattia. È sciocco sperare che l'uso di rimedi erboristici aiuterà a liberarsi del tutto dal problema - ripetiamo ancora una volta che l'unico trattamento radicale dell'angioma è la chirurgia. Tuttavia, prima di iniziare questo trattamento, si consiglia comunque di consultare uno specialista.

  • Per prevenire la rottura della parete vascolare si raccomanda di aumentarne l'elasticità. Questo può essere ottenuto mangiando ogni giorno a stomaco vuoto 2 cucchiai. l. qualsiasi olio vegetale (un cucchiaio - al mattino, il secondo - per la notte). Utilizzare come olio di oliva o di lino e girasole non raffinato.
  • Per aumentare l'elasticità dei vasi sanguigni, viene utilizzato un altro metodo comune: assumere una miscela di parti uguali di miele naturale, olio vegetale, semi di lino e succo di limone a stomaco vuoto ogni mattina.
  • Per migliorare la circolazione sanguigna, può essere utile la seguente ricetta: ogni giorno, al mattino a stomaco vuoto, prendere un cucchiaio di succo di patate appena spremuto. Si consiglia inoltre di bere l'infuso di cinorrodi.
  • Per pulire i vasi sanguigni e migliorare la circolazione sanguigna, prendere l'infusione di aglio. Preparare come segue: strofinare su una grattugia fine una testa di aglio e un limone (con la buccia), mescolare, versare 0,5 litri di acqua refrigerata bollita e insistere per 3-4 giorni. Bere 2 cucchiai. l. tutti i giorni. Può essere conservato in frigorifero.
  • I semi di aneto aiutano ad eliminare i sintomi come il mal di testa. È necessario versare un bicchiere di acqua bollente 1 cucchiaio. l. semi. Prendi 1 cucchiaio. l. 4 p. / Giorno.
  • Per liberarsi da vertigini e rumore nella testa è utile bere il tè di menta o melissa, più volte durante il giorno.
  • Per rafforzare le navi, si consiglia di mangiare un paio di olive verdi prima di colazione ogni mattina.

Omeopatia per angioma cavernoso

Molti pazienti con angioma cavernoso preferiscono i rimedi erboristici, ad esempio omeopatici, in sostituzione del tradizionale trattamento medico. Da un lato, questa è una buona scelta: i preparati omeopatici non hanno effetti collaterali e raramente causano allergie e talvolta si parla di leggende sulla loro efficacia. Tuttavia, dovresti sempre fare attenzione nella scelta e nella consulenza con specialisti - prima di tutto, con il tuo medico.

Quali farmaci sono raccomandati dagli omeopati per alleviare i sintomi nell'angioma cavernoso:

  • Edas-138 - un mezzo di produzione della società "EDAS";
  • Angiosan - prodotto dalla società "Homeopharma";
  • Tserebralik - produttore - la società "Fitasinteks";
  • "Aurum +" significa della compagnia Doctor-N.

Se il medico curante ha sospetti circa possibili complicazioni ed emorragie dell'angioma, allora può valere la pena accettare l'operazione - qualsiasi farmaco, medicina popolare o omeopatica sarà in grado di alleviare i sintomi per un po 'di tempo, ma i problemi principali - il fascio vascolare ei disturbi circolatori - rimangono.

prevenzione

La prevenzione dell'angioma cavernoso, come una malattia congenita, è impossibile, perché oggi non c'è modo di correggere la malattia genetica.

Quando si tratta di misure preventive, i medici di solito si riferiscono alla prevenzione delle complicazioni della malattia - rottura vascolare, sanguinamento, ecc.

Quali raccomandazioni esistono?

  • Monitoraggio continuo della pressione sanguigna (la norma - da 120/80 a 140/90).
  • Nutrizione corretta, mancanza di peso in eccesso.
  • Controllo del colesterolo nel sangue.
  • Mancanza di cattive abitudini
  • Regolari test della glicemia
  • Mancanza di stress e tumulto psico-emotivo.
  • Esercizio moderato
  • Rispetto della dieta anti-colesterolo (con la restrizione dei grassi animali e l'uso predominante di cibi vegetali e magri).

Devi ascoltare il tuo corpo. Al minimo segno di una violazione dell'attività cerebrale - con la comparsa di un mal di testa, vertigini, disturbi dell'udito o della vista, intorpidimento degli arti ecc. - è assolutamente necessario consultare un medico. La tempestività di tale trattamento migliora significativamente la prognosi della malattia.

prospettiva

In generale, la prognosi dell'angioma cavernoso può essere definita favorevole, ma solo se la malattia viene rilevata prima della rottura della nave con emorragia, così come con un tempestivo intervento chirurgico per rimuovere la neoplasia.

Dopo il trattamento chirurgico e l'applicazione delle procedure di radiochirurgia, il paziente può presto condurre uno stile di vita a tutti gli effetti. Dopo la rimozione della formazione cavernosa, tutti i pazienti si liberano completamente dei sintomi patologici e del disagio.

Attualmente, le cliniche più famose sono dotate dei più moderni dispositivi per la diagnosi e il trattamento di una tale patologia come l'angioma cavernoso. Il regime di trattamento viene prescritto tenendo conto delle caratteristiche individuali dei pazienti, sulla base dei risultati degli esami diagnostici.

Redattore esperto medico

Portnov Alexey Alexandrovich

Istruzione: Università medica nazionale di Kiev. AA Bogomolets, specialità - "Medicina"

Angioma cavernoso del cervello

Angioma cavernoso (cavernoma) - il più delle volte un'anomalia vascolare congenita (malformazione) sotto forma di cavità singole, meno spesso multiple. Le cavità interne sono separate da setti (setti) e riempite di sangue. Il riempimento di sangue cavernoso avviene da piccole arteriole e capillari e il sangue scorre attraverso le venule dello stesso ordine. Considerando il piccolo calibro dei vasi di approvvigionamento, la pressione sanguigna nelle caverne è bassa, quindi le vene drenanti, a differenza delle malformazioni artero-venose, non aumentano e non sono visibili con TC / MRI / angiografia.

La struttura della cavità.

La caratteristica fondamentale della cavità è la parete vascolare sottile e difettosa. A causa dell'assenza in esso degli strati tipici insiti in vasi a pieno titolo, i globuli rossi (globuli rossi) "sudano" attraverso di esso e si depositano nel midollo adiacente. Questo processo è chiamato "emorragia diapezica". Si presenta molto lentamente e il prodotto della scomposizione degli eritrociti e dell'emoglobina in essi contenuta, emosiderina, si deposita attorno al cavernoma, formando una zona di cambiamenti cronici che hanno un aspetto tipico facilmente riconoscibile alla RM

Da dove provengono i cavernomi?

I cavernomi possono verificarsi in qualsiasi parte del cervello:

  • nei grandi emisferi (principalmente)
  • nel tronco cerebrale
  • cervelletto
  • nodi subcorticali
  • nel corpo calloso
  • nei ventricoli laterali.

In circa il 30-40% dei casi, gli angiomi cavernosi sono combinati con un altro tipo di malformazioni vascolari - angiomi venosi.

Quali sono gli angiomi venosi?

Gli angiomi venosi sono un'anomalia dello sviluppo di vasi venosi sotto forma di un "fascio" di piccole vene. Si fondono in un'unica grande vena di drenaggio, motivo per cui vengono chiamate "teste di gorgone".

Quanto spesso sono angiomi cavernosi?

Angiomi cavernosi sono diagnosticati nel numero di diversi casi per milione di abitanti.

Cosa è pericoloso con la presenza di angioma cavernoso?

I cavernomi possono essere asintomatici per tutta la vita senza presentare alcun problema a una persona. Ma un certo numero di pazienti ha manifestazioni cliniche caratteristiche. Sono di due tipi e possono verificarsi sia insieme che separatamente.

1. Emorragia intracerebrale. Può causare la distruzione locale della parete vascolare a causa dell'aumento della pressione sanguigna all'interno del cavernoma. A differenza dell'AVM, tali emorragie non sono enormi e non rappresentano una minaccia per la vita. L'eccezione è rappresentata da casi rari di localizzazione della cavità nelle regioni inferiori del midollo allungato, dove si trovano i centri di regolazione cardiovascolare e respiratoria. In altri casi, le emorragie possono essere asintomatiche, con la comparsa di sintomi cerebrali (mal di testa, nausea) o con sintomi neurologici focali, se un'emorragia, anche di una piccola quantità, si è verificata in una determinata area funzionale. Per esempio, quando il fuoco è localizzato nel giro precentrale del lobo frontale, una violazione della funzione motoria può svilupparsi alle estremità del lato opposto del corpo. Spesso, tali situazioni rimangono classificate come "ictus emorragico", tuttavia, a differenza dei veri tratti, le emorragie dalla cavità non formano grandi ematomi intracerebrali.

2. Sindrome epilettica. Il contenuto cronico di emosiderina nel midollo allungato o emorragia acuta può costituire un punto focale dell'attività epilettica. Dal punto di vista clinico, questo si manifesta con diversi epifisi (convulsivi, non convulsivi, assenti, vegetativi, polimorfici, ecc.).

Pertanto, raramente mettendo in pericolo la vita del paziente, i cavernomi possono influire negativamente sulla sua qualità.

Come diagnosticare la caverna?

L'imaging a risonanza magnetica è il metodo più informativo per diagnosticare una cavità. Una cavità circondata da un bordo nero di emosiderina con segni di emorragia acuta e subacuta può essere trovata nelle modalità di scansione T2, meno spesso T1, e usando la modalità T2 * ("T2 con una stella") consente di diagnosticare anche il più piccolo, invisibile in altre modalità di scansione, cavernomi (1 -2 mm).

Il valore diagnostico di CT è limitato, di regola, da un periodo affilato di emorragia (parecchi giorni), quando l'immagine del sangue fuoriuscito è visibile sull'immagine.

L'angiografia nella diagnosi di una cavità non è informativa.

Come sbarazzarsi delle caverne?

Cavernomi asintomatici rilevati accidentalmente di solito non curano, perché possono rimanere asintomatici per tutta la vita. Alcuni medici raccomandano di "guardare" le caverne per la risonanza magnetica. Non ha molto senso, perché i cavernomi non sono tumori e non tendono a crescere. La base per lo studio di controllo può essere l'aspetto acuto dei sintomi neurologici - mal di testa, nausea, epifistola, ecc. In questo caso, la TC per nessun miglioramento del contrasto è informativa per i primi 3 giorni, e risonanza magnetica senza miglioramento del contrasto per i giorni successivi.

Identificazione dei segni di emorragia, è la base per decidere sulla tattica di ulteriori trattamenti

1. Rimozione chirurgica di un cavernoma.

Metodo altamente efficace per salvare il paziente dal rischio di emorragie ricorrenti, in presenza di epiprips e l'inefficacia della terapia farmacologica. Dovresti essere consapevole del fatto che una lunga storia di episoddroma riduce la possibile efficacia del trattamento chirurgico.

Questo metodo ha lo stesso principio delle malformazioni arterio-venose: maggiore è la dose, migliore è l'effetto. Pertanto, i cavernomi fino a 1 cm di diametro sono trattati in modo più efficace. Per una cavità di queste dimensioni, è possibile applicare la massima dose di radiazioni ammissibile, a causa della quale l'effetto è raggiunto. I cambiamenti morfologici sono simili ai cambiamenti nelle malformazioni artero-venose: le pareti del cavernoma e la bocca dei vasi nutrizionali sono sottoposte a ialinosi, che porta a una riduzione parziale o completa del flusso sanguigno e previene anche le emorragie del diapiede. La conseguenza di questo è:

  • riduzione del rischio di ripetute emorragie intracerebrali spontanee del 50-70%.
  • Gli epiprips stanno diventando meno frequenti o scompaiono del tutto.

Con un epipripsia che si è sviluppato per la prima volta nella vita, sullo sfondo di un cavernoma, ma senza segni di emorragia, è lecito iniziare la terapia con farmaci antiepilettici. E se, sullo sfondo del consumo regolare, gli attacchi non si ripresentano, è tollerato in modo soddisfacente, allora tale terapia è sufficiente.

È necessario irradiare più cavernomi?

Il trattamento radiochirurgico viene effettuato solo sul sito che si manifesta clinicamente - emorragia o epifisi. Il fatto di rilevare angiomi cavernosi multipli non è un'indicazione per la radiochirurgia.

Cosa fare con l'angioma venoso?

A proposito di angiomi venosi, è importante sapere quanto segue:

  • non si manifestano mai come emorragie o epifisi.
  • sono completamente coinvolti nella circolazione venosa locale del cervello.

Di per sé, la presenza di angioma venoso non è un motivo per alcun trattamento.

Lo sviluppo spontaneo di una trombosi venosa da drenaggio è l'unico sintomo clinico possibile dell'angioma venoso. La probabilità di un tale fenomeno è trascurabile. Se ciò accade, il paziente presenterà un infarto venoso del cervello con edema grave nel punto di fuoriuscita venosa alterata. E qui solo la terapia trombolitica e anticoagulante può aiutare.

Influenzare gli angiomi venosi chirurgicamente o la radiochirurgia non è solo inutile, ma anche pericoloso. La conseguenza di ciò è paragonabile alla trombosi e porterà alla comparsa di disturbi localizzati grossolani del flusso venoso.

Qual è il miglior metodo di trattamento con cavernoma?

Per la prevenzione delle emorragie ricorrenti, l'efficacia del trattamento chirurgico è più elevata. Ma quando una cavità è localizzata in aree funzionalmente importanti o difficili da raggiungere del cervello (per esempio, nei nuclei subcorticali, nel tronco cerebrale), la chirurgia presenta alti rischi di deficit neurologico residuo.

La radiochirurgia evita in gran parte queste complicazioni.

La decisione sul metodo ottimale di trattamento viene presa individualmente da un neurochirurgo qualificato e / o un radiochirurgo, tenendo conto di tutti i fattori possibili e della scelta del paziente.

Iscriviti per una consulenza gratuita.

I nostri consulenti risponderanno a tutte le domande e gli oncologi esperti determineranno la necessità di un trattamento con un coltello gamma.

+ 7 (495) 988-47-67
(24 ore su 24, gratuito in Russia)

Angioma venoso e cavernoso: sintomi, cause e principi di trattamento

1. Cause 2. Meccanismo di sviluppo della malattia 3. Classificazione 4. Diagnosi 5. Trattamento

L'emangioma è un tumore che colpisce i vasi sanguigni nel cervello. Esternamente, rappresenta la crescita delle arterie o delle vene di un organo con la formazione di una bobina informe aggrovigliata. Un tumore può avere un'origine diversa. Di solito ha un carattere benigno, la prognosi della malattia è buona, ma la natura rapida della crescita e della localizzazione nel cervello rendono l'angioma una patologia piuttosto pericolosa. Secondo l'ICD 10 (classificazione internazionale), la malattia ha il codice D18 - "emangioma di qualsiasi localizzazione".

cause di

Anatomicamente, l'emangioma può essere vasi dilatati, formando una rete e fusi in un unico intero - un grande groviglio vascolare. La causa di tali fenomeni è attualmente non ambiguamente chiara, ma gli scienziati hanno alcune supposizioni.

È provato che esiste una predisposizione ereditaria al verificarsi di questa malattia. Altrettanto importanti sono le cause che influenzano il cervello durante la vita. Questi includono:

La maggior parte degli angiomi rilevati nei pazienti sono congeniti. Si trovano nel 95% dei casi. Il restante 5% è considerato acquisito per tutta la vita. L'angioma è un processo benigno, ma spesso pericoloso.

Il meccanismo della malattia

Il processo di formazione del tumore (patogenesi) è piuttosto complicato.

In un organismo sano, l'arteria nell'area del cervello viene dapprima divisa in vasi più piccoli, dando luogo alle formazioni più piccole: le arteriole. A loro volta, sono anche separati, a seguito del quale si forma un'estesa rete capillare, che viene combinata in venule e vene. Nei capillari, il flusso sanguigno rallenta e si verifica lo scambio di gas e di sangue.

Se si forma un angioma venoso nel vaso, interrompe il normale corso dei vasi, in conseguenza del quale l'arteria cerebrale entra direttamente nella vena, bypassando il letto capillare. Questo è chiamato smistamento. Il processo fisiologico di rallentamento del flusso sanguigno viene disturbato e il sangue attraverso questa nave passa più velocemente.

Di conseguenza, la circolazione cerebrale cambia anche in altre arterie del cervello, dal momento che il sangue da loro viene ridistribuito alla rete appena formata. Questo fenomeno porta al fatto che il tessuto cerebrale non viene fornito con ossigeno e sostanze nutritive. A causa di ciò, compaiono vari sintomi della malattia.

Questa formazione può spesso essere derivata da diversi vasi del cervello, situati vicino ai centri nervosi che hanno determinate funzioni. Pertanto, l'emangioma ha una tale varietà di sintomi e segni.

Il più grande pericolo nel corso della malattia per il paziente è la possibilità di sanguinamento nel cervello. Un emangioma può scatenare un ictus emorragico, che può portare a gravi complicazioni o addirittura alla morte.

sintomatologia

Gli angiomi cavernosi sono tumori benigni, il che significa che crescono a lungo. Pertanto, per qualche tempo, a volte anche qualche anno in un bambino, la malattia è asintomatica. Dopo che il tumore cresce e inizia a esercitare pressione sul tessuto cerebrale circostante (causa di compressione), si verificano i cosiddetti sintomi cerebrali:

  1. emicrania, specialmente al mattino;
  2. convulsioni;
  3. "Brain vomiting", a volte senza nausea;
  4. Perdita progressiva della vista

Con la progressione della malattia compaiono altri sintomi:

  1. paralisi e paresi degli arti;
  2. gravi convulsioni, convulsioni epilettiche;
  3. interruzione di movimenti normali, perdita di capacità di coordinare, disturbi dell'andatura;
  4. diminuzione della vista, deficit uditivo;
  5. incoerenza della parola;
  6. disturbi della memoria e attenzione, cambiamenti di carattere.

L'esatto quadro clinico della malattia è determinato da dove si trova il tumore. È abbastanza facile confondersi con altri processi patologici e prescrivere il trattamento sbagliato, mentre il tumore continuerà a crescere.

Pertanto, è necessario distinguere una malattia come l'emangioma cavernoso del cervello da altre malattie neurologiche. Grave emangioma può portare a sanguinamento intracerebrale in un paziente, che è caratterizzato da tutti i sintomi di ictus emorragico.

classificazione

A seconda del tipo di vasi cambiati, esistono diversi tipi di neoplasie.

  1. L'angioma venoso è caratterizzato dalla via più facile per il paziente.

Quando visualizzato, è una collezione di vasi che convergono in un'unica vena di grande diametro. Questo tumore ha il più basso rischio di rottura perché la pressione nelle vene è bassa. Questa forma della malattia è caratterizzata da sintomi cancellati - un forte mal di testa, nausea, stanchezza. Il paziente potrebbe non sospettare di avere una neoplasia, cancellando i sintomi del normale superlavoro.

  1. L'angioma cavernoso è una malattia molto più pericolosa.

Si differenzia dall'angioma del tipo venoso in quanto è formato da cavità - cavità all'interno del cervello. Ogni cavità è separata dalle altre da specifiche membrane di trabecole, che hanno pareti diluite. Un tale tumore presenta un rischio molto elevato di rottura, a seguito del quale si può sviluppare un ictus emorragico. Le statistiche mostrano che il cavernoma del tronco minaccia il paziente con sanguinamento nel 30% dei casi. In questo caso, la rottura della nave può verificarsi in qualsiasi momento della vita. Per provocarlo può:

  1. grave stress;
  2. ipertensione arteriosa;
  3. un forte movimento della testa (rotazione, inclinazione);
  4. qualsiasi lesione, anche minore.

Secondo un'altra classificazione (a seconda della posizione), tutti gli angiomi possono essere suddivisi nei seguenti tipi:

  1. angioma cerebellare;
  2. gonfiore del lobo frontale destro e sinistro degli emisferi;
  3. emangioma nel lobo parietale del cervello;
  4. neoplasma della regione temporale e del seno cavernoso;
  5. cavernoma del ponte e del tronco cerebrale

A volte la patologia colpisce le gambe e il cervelletto. Spesso c'è anche una neoplasia delle strutture staminali localizzate diffusamente, ad esempio la formazione reticolare.

I sintomi sono solitamente espressi sul lato opposto al sito del tumore, se le vie sono attraversate (sintomi controlaterali). Il cavernoma degli emisferi appare sulla destra, se colpisce il lato sinistro del cervello, e viceversa. Per quanto riguarda il cervelletto, i suoi percorsi non hanno una sintomatologia crociata, ei segni appaiono ipsilaterali, cioè, sullo stesso lato, per esempio, il tremore intenzionale.

diagnostica

Per determinare la presenza di tumori nel tessuto cerebrale utilizzando il metodo di angiografia - visualizzazione di tutte le navi. Lo studio prevede la somministrazione endovenosa di una sostanza speciale - il contrasto, che è chiaramente visibile nella foto.

In apparenza, il medico sarà in grado di distinguere le normali arterie e vene dai tumori. Utilizzando questa tecnica, è possibile determinare il luogo esatto in cui si trova il tumore, nonché valutare le sue dimensioni e determinare la forma. L'angiografia consente anche di determinare l'origine dell'angioma - per scoprire quale nave ha dato il suo inizio.

L'angiografia può essere di diversi tipi. La tecnica più semplice è l'esame a raggi X, ma non è molto efficace a causa del fatto che le ossa del cranio interferiscono con il normale imaging cerebrale. Lo studio di contrasto più comunemente usato in combinazione con tomografia computerizzata o magnetica.

Queste tecniche permettono di ottenere immagini stratificate del cervello, in cui tutte le strutture sono chiaramente visibili. La TC e la risonanza magnetica possono determinare con precisione la diagnosi di angioma cerebrale e iniziare il trattamento corretto.

trattamento

Al momento, un cavernoma cerebrale può essere considerato una malattia che può essere trattata in modo conservativo e tempestivo, con inefficienza.

Il trattamento conservativo può essere solo sintomatico. Include tali gruppi di farmaci come:

  1. significa ripristinare la normale circolazione cerebrale;
  2. sedativi;
  3. antidolorifici.

Questa terapia ha lo scopo di prevenire la possibile rottura della nave e la comparsa di sanguinamento.

Nella maggior parte dei casi, la rilevazione dell'emangioma è un'indicazione per la chirurgia per rimuoverlo. Anche se il tumore è benigno, si sviluppa lentamente e non ha il rischio di sanguinamento, può fortemente comprimere il tessuto cerebrale circostante, con il risultato che soffriranno di ipossia.

La rimozione di un cavernoma o angioma venoso del cervello può essere eseguita in diversi modi. Il primo è semplicemente la rimozione del plesso coroideo. Questo intervento viene eseguito se il tumore si trova praticamente sulla superficie del cervello, nella zona di comodo accesso, senza il rischio di danneggiare strutture vicine.

La malformazione cavernosa del cervello nella profondità del tessuto viene rimossa con altri mezzi. Per fare questo, le seguenti operazioni:

  1. intasamento dei vasi adduttori del neoplasma;
  2. l'introduzione della soluzione vascolare stenosante;
  3. l'embolizzazione è un'iniezione artificiale di un'elica di plastica che "blocca" la nave e interrompe il flusso sanguigno, seguita dalla trombosi e dallo "spegnimento" della formazione dal flusso sanguigno;
  4. angioplastica;
  5. riempire la nave con emboliato liquido.

Questi interventi chirurgici sono piuttosto costosi, ma il rischio per il paziente durante la loro attuazione è molto più ridotto rispetto alla rimozione diretta del tumore. Se il paziente può permettersi l'operazione, allora si raccomanda di scegliere un intervento minimamente invasivo.

Quindi, un angioma cerebrale è una neoplasia che, se non trattata, può portare a sanguinamento nel cervello. Pertanto, è molto importante individuare tempestivamente la malattia e condurre una diagnosi tempestiva. In questo caso, ha una buona prognosi ed è curabile.