Angioencefalopatia - una pericolosa malattia vascolare del cervello

Prevenzione

L'angioencefalopatia è una patologia vascolare in cui l'attività cerebrale viene interrotta a causa della costante diluizione della circolazione sanguigna. La prevalenza di questa malattia tra la popolazione è del 5%.

Tra i disturbi vascolari del cervello, questa malattia è uno dei primi posti. A rischio sono soprattutto gli adulti. L'angioencefalopatia ipertensiva del cervello viene diagnosticata principalmente in persone di età superiore ai quarant'anni. Un'alta probabilità di insorgenza della malattia si verifica in individui con uno stress mentale significativo.

A differenza dell'ictus e di altre malattie correlate, questa patologia non si manifesta come una condizione acuta. La base per l'ontogenesi dell'encefalopatia è una prolungata privazione dell'ossigeno del tessuto cerebrale.

Cause e patogenesi

Il verificarsi di questa violazione è dovuto alla presenza di malattie vascolari. I seguenti fattori che provocano l'insorgenza di angioecephalopathy sono annotati:

  • aterosclerosi;
  • disturbi ormonali;
  • distonia vascolare vegetativa;
  • bassa pressione sanguigna;
  • la presenza di trombosi con pareti venose infiammate;
  • aumento della viscosità arteriosa;
  • lesione ereditaria dei vasi sanguigni;
  • manifestazione di vasculite sistemica;
  • battito cardiaco disturbato;
  • difetti congeniti delle arterie vertebrali;
  • la presenza di diabete scompensato;
  • malformazioni nello sviluppo della vertebra cervicale;
  • lesioni precedenti;
  • la presenza di ipertensione;
  • violazione della resistenza delle vertebre cervicali;
  • la presenza di malattie renali.

I fattori causali di base nella comparsa della patologia sono l'ipertensione arteriosa e l'aterosclerosi. Altrettanto importante è la difettosità dell'aorta, la cintura della spalla, i vasi del collo e del cervello. L'inferiorità dell'emodinamica cerebrale è anche associata a patologie venose. La morfogenesi iniziale dell'ischemia cerebrale cronica è causata dalla compressione dei vasi venosi e arteriosi.

L'effetto negativo sul flusso sanguigno del cervello ha una pressione bassa.

Molto spesso la patologia della circolazione sanguigna si verifica sullo sfondo dello sviluppo del diabete. Altri processi patologici portano anche a deficienza vascolare cerebrale: malattie del sangue, vasculite specifica e aspecifica, reumatismi.

Il danno progressivo alle piccole arterie contribuisce al danno ischemico bilaterale, che a sua volta porta a malfunzionamenti del cervello e dell'encefalopatia vascolare del cervello.

La struttura delle placche colpisce il disturbo emodinamico nel cervello. Le placche fragili causano blocchi arteriosi e disturbi della circolazione cerebrale acuta.

Con un'emorragia in una tale placca, sta rapidamente aumentando di volume, con un ulteriore aumento di tutti i segni di carenza di circolazione cerebrale.

Sintomi di compromissione da uno stadio all'altro

L'angioencefalopatia si manifesta con un quadro clinico comune:

  • diminuzione in concentrazione di attenzione;
  • deterioramento della memoria;
  • distrazione e mal di testa;
  • affaticamento rapido;
  • sonno povero;
  • umore depresso;
  • diminuzione della capacità lavorativa;
  • instabilità dell'umore.

In generale, l'espressione dei sintomi dipende dal grado della malattia.

  1. Nelle fasi iniziali (microangioencefalopatia), si osserva un cambiamento nella sfera patetica del paziente. C'è un guasto e un cambiamento di umore. La maggior parte dei pazienti inizia a soffrire di depressione. Il disturbo mentale è molto debole.
  2. L'angioencefalopatia di secondo grado è caratterizzata da una rapida diminuzione della memoria, del pensiero e dell'attenzione. Disturbi osservati nel sistema motorio.
  3. Il terzo grado della malattia si manifesta con i sintomi più gravi. La demenza può verificarsi in questa fase. A causa dell'attività anormale del cervello, i sintomi somatici iniziano a manifestarsi (dolore miotico). La manifestazione di tutti i sintomi dipende, in particolare, dalla zona di ischemia permanente. Quando le cellule neuronali si estinguono nelle strutture sottocorticali, c'è tinnito, malessere generale, disturbi del sonno e umore instabile. Il pensiero frustrato suggerisce che in questo processo la partecipazione prenda la corteccia cerebrale, nella quale si trovano i centri di attività nervosa superiore. Con ischemia della corteccia, si osserva una forte diminuzione della memoria. Quando si verifica un tale sintomo, i pazienti non possono pianificare chiaramente le loro azioni e concentrarsi specificamente su qualcosa.

Criteri diagnostici

Innanzitutto viene effettuata la diagnostica sintomatica, in cui il medico deve raccogliere una storia completa e determinare lo sviluppo dei principali sintomi e la presenza di patologie somatiche. È anche necessario condurre un esame fisico, che consiste nel misurare la pressione sanguigna, contare il polso, ascoltare i suoni del cuore. Sono richiesti test neurologici.

Per identificare la carenza di circolazione del sangue nel cervello, viene condotto un esame di screening. Questo metodo di diagnosi dovrebbe includere attività come:

  • ascoltando le arterie carotidi;
  • test neuropsichici;
  • neuroimaging;
  • ecografia delle arterie centrali della testa.

Per stabilire la ragione per cui si sviluppa l'encefalopatia vascolare, vengono condotti test di laboratorio. I pazienti devono sottoporsi a un esame del sangue clinico, alla biochimica del sangue, alla coagulazione e ai livelli di glucosio nel sangue.

Per determinare le aree di patologia nel cervello, vengono eseguiti esami quali elettroencefalografia, risonanza magnetica e TC. È anche possibile condurre metodi di esame ausiliari: ultrasuoni ed elettrocardiografia, che determinano la presenza di malattie del sistema cardiovascolare.

Assistenza medica

L'obiettivo del trattamento della angioencefalopatia è la sospensione e la stabilizzazione delle reazioni distruttive nella circolazione cerebrale e la terapia dei processi microsomatici associati.

La violazione permanente della circolazione del sangue nel cervello non è una ragione per il ricovero del paziente. Ma se questo insuccesso è diventato complicato da un ictus o da un difetto somatico, sarà necessario un trattamento ospedaliero.

Sono usati i seguenti metodi di trattamento:

  1. Terapia farmacologica In questo caso, i farmaci utilizzati dal gruppo di nootropics (Nootropil, Piracetam). Questi farmaci migliorano il metabolismo nel tessuto cerebrale. Viene anche utilizzata la terapia con farmaci cerebroprotettivi vascolari - Kavinton, Cinnarizin.
  2. Trattamento antiipertensivo Consiste nel regolare e mantenere la pressione sanguigna a un particolare indicatore. Normalizzazione della pressione a 140-150 mm Hg. impedisce un ulteriore aumento del disturbo motorio e mentale. Ai pazienti vengono prescritti farmaci antipertensivi che proteggono i restanti neuroni da una malattia degenerativa ripetuta dopo un ictus. Questo tipo di terapia previene la comparsa di disturbi primari e secondari nella circolazione sanguigna del cervello.
  3. Trattamento del diabete
  4. Abbassando il colesterolo A tale scopo vengono utilizzati farmaci e una dieta speciale.
  5. Intervento chirurgico Nel caso di lesioni stenosanti delle arterie della testa centrale, nella maggior parte dei casi, viene eseguita la rimozione chirurgica della zona di impassability vascolare. La chirurgia ricostruttiva viene eseguita principalmente nell'area delle arterie carotidi endogene. Tali operazioni sono fatte nel caso in cui più del settanta percento del diametro della nave sia bloccato.

Prima si inizia il trattamento, maggiore è la probabilità di una cura completa della malattia. I medici hanno difficoltà a fare previsioni su questa malattia, poiché il suo decorso dipende da fattori specifici:

  • posizione e area della zona interessata;
  • diagnosi tempestiva e avvio della terapia;
  • condizione generale del paziente;
  • la gravità della malattia primaria.

Per i pazienti con angioencefalopatia, la terapia di base deve essere costantemente eseguita. È la nomina di farmaci antipiastrinici che stabilizzano la pressione sanguigna.

Il trattamento tardivo delle malattie vascolari del cervello porta a conseguenze come la carenza di ossigeno, la violazione dell'integrità dei vasi sanguigni, lo sviluppo di una deficienza cerebrale prolungata e un'emorragia.

I pazienti sembrano risate e isteria prive di fondamento. Compaiono disorganizzazione di coordinazione e segni di automatismo orale. Nei pazienti, la voce cambia e compaiono movimenti labiali inconsci. A causa di danni alla parte occipitale del cervello, si verifica perdita della vista o completa perdita della vista.

Angioencefalopatia del cervello

L'angioencefalopatia è una disfunzione della funzione cerebrale causata da patologie vascolari e dall'apporto cronico di sangue al cervello. La patologia si sviluppa gradualmente, principalmente negli adulti, e con l'età aumenta il grado di suscettibilità alla malattia. Il gruppo di rischio comprende persone affette da malattie vascolari che lavorano nella sfera intellettuale. A causa dell'assenza di sintomi pronunciati nella fase iniziale, la malattia spesso passa allo stadio avanzato, il che complica enormemente il processo di ripristino delle funzioni perse e talvolta lo rende impossibile.

Le principali cause della malattia

L'elenco delle cause patologiche di angioencefalopatia è piuttosto esteso. Le più comuni di queste malattie e condizioni che causano la morte del tessuto cerebrale sono:

  • aterosclerosi;
  • disturbi vegetativi;
  • ipertensione arteriosa;
  • malattie endocrine (es. feocromocitoma);
  • ipotensione;
  • diabete mellito nella fase di scompenso;
  • aumento della viscosità del sangue;
  • trombosi vascolare con un processo infiammatorio;
  • malattie del sistema vertebrale - osteocondrosi, instabilità delle vertebre del collo, anomalie vertebrali di natura congenita o traumatica;
  • patologie renali (thromlenulonephritis di tipo cronico, insufficienza renale);
  • processi patologici che si verificano nelle grandi arterie vertebrali;
  • vasculite sistemica.

Oltre alle patologie e condizioni patologiche descritte, lo sviluppo di angioencefalopatia può anche essere innescato da diversi fattori, tra cui:

  • cattive abitudini: fumo, eccesso di cibo, alcol;
  • superlavoro e presenza costante in situazioni stressanti;
  • predisposizione genetica all'ipertensione, passando dai genitori.

Se una delle malattie è presente o se i fattori avversi descritti sono esposti, si dovrebbe consultare periodicamente un neurologo ed essere esaminati per la possibilità di rilevare la malattia nel più breve tempo possibile.

Segni di angioencefalopatia del cervello

Sintomi comuni che si sviluppano con angioencefalopatia includono:

  • mal di testa;
  • deficit uditivo (congestione, tinnito);
  • affaticamento rapido e prestazioni ridotte come risultato;
  • deterioramento della concentrazione;
  • distrazione;
  • disturbi della memoria;
  • sbalzi d'umore - depresso e apatico, in alternanza con irritabilità e aggressività;
  • disturbo del ritmo vitale, manifestato nell'insonnia notturna e nella sonnolenza diurna.

La natura della manifestazione di questi sintomi dipende dallo stadio di sviluppo della angioencefalopatia e dal grado di danneggiamento del tessuto cerebrale.

Ci sono tre fasi dello sviluppo della patologia:

  1. Nella fase iniziale di angioencefalopatia, sono colpite singole cellule cerebrali, pertanto i cambiamenti nella loro funzionalità sono difficili da diagnosticare senza tecniche di esame speciali. Il paziente praticamente non manifesta tali disturbi cognitivi come la memoria, il pensiero e la concentrazione, tuttavia, lo sfondo psico-emotivo varia molto. Durante questo periodo, la malattia si manifesta con i seguenti sintomi:
  • mancanza di energia;
  • disattenzione;
  • stato di depressione;
  • suscettibilità alla depressione;
  • pensieri suicidi.
  1. Se nella fase precedente non si interrompe lo sviluppo della malattia angioencefalica, la malattia procede al secondo stadio. A causa della massiccia distruzione delle cellule cerebrali, la relazione tra loro è interrotta, il che porta al rapido sviluppo dei disturbi cognitivi. Il paziente mostra segni moderati di angioencefalopatia:
  • perdita di memoria, amnesia parziale;
  • distrazione, diminuzione della concentrazione;
  • pensiero disturbato;
  • disturbi del movimento (coordinazione, intorpidimento delle estremità, convulsioni).
  1. All'ultimo (terzo) stadio della malattia, il danno al tessuto nervoso del cervello diventa focale e irreversibile. Il paziente può spesso osservare i segni di demenza e un numero di sintomi aggravati a seconda dell'area di sviluppo di angioencefalopatia:
  • tinnito, debolezza, instabilità dell'umore, insonnia - con la sconfitta dei tessuti delle strutture sottocorticali;
  • diminuzione del livello di pensiero - quando le cellule muoiono nella corteccia cerebrale;
  • disturbi visivi - con lo sviluppo del processo nei lobi occipitali;
  • amnesia - con ischemia della corteccia cerebrale;
  • cambiamento della voce, violazione del riflesso della deglutizione, contrazioni involontarie del labbro - mentre si riduce la conduzione degli impulsi tra le cellule nervose.

All'ultimo stadio di angioencefalopatia, il paziente viene riconosciuto come disabile, poiché non può orientarsi completamente nella sfera domestica e sociale.

diagnostica

Per diagnosticare l'angioencefalopatia e identificare le sue cause, è necessario sottoporsi a una serie di esami e consultazioni con medici specializzati. La malattia principale è curata da un neurologo, ma a seconda dei sintomi e dei fattori che accompagnano lo sviluppo di angioencefalopatia, il paziente potrebbe dover essere esaminato dai seguenti specialisti:

  • nefrologo;
  • cardiologo;
  • un vertebrologo;
  • endocrinologo.

Esame visivo da parte di un neurologo:

  • impara dal paziente la natura dei sintomi e il grado della loro manifestazione;
  • misura la pressione sanguigna;
  • determina la frequenza del polso e il carattere del tono cardiaco;
  • conduce test e test neurologici.

Una misura necessaria nella diagnosi è la conduzione di studi strumentali e di laboratorio. Nel primo caso, il paziente viene prescritto:

  • Ultrasuoni dei vasi della testa per determinare il grado di circolazione del sangue nel tessuto cerebrale;
  • studi sul tomografo e sull'encefalografo per identificare lesioni delle cellule nervose in diverse parti del cervello;
  • doppler vascolare;
  • angiografia;
  • oftalmoscopia ed elettrocardiogramma per rilevare malattie che contribuiscono all'emergere di angioencefalopatia.

Gli esami di laboratorio che aiutano a identificare l'angioencefalopatia e le sue malattie correlate comprendono:

  • coagulogramma (analisi della coagulazione);
  • valutazione dei livelli di zucchero nel sangue;
  • biochimica del sangue;
  • un esame del sangue per lipidi e colesterolo.

Solo dopo aver effettuato un esame completo, il medico può valutare la gravità della patologia e formulare raccomandazioni appropriate per il trattamento.

Trattamento di angioencefalopatia

Con l'encefalopatia diagnosticata, il trattamento deve essere prescritto non solo per ripristinare le interconnessioni disturbate tra i neuroni e le funzioni cerebrali perse, ma anche per ridurre l'impatto dei disturbi principali che causano alterata circolazione del sangue. Con lievi lesioni del tessuto cerebrale, è consentito il trattamento ambulatoriale. Se l'angioencefalopatia del cervello è accompagnata da sintomi gravi, il paziente viene ricoverato in ospedale.

A seconda della concomitante angioencefalopatia della malattia e del grado di sintomi, al paziente può essere mostrato il seguente farmaco:

  • farmaci nootropici - per migliorare i processi metabolici tra le cellule nervose;
  • antihypertensives - per aggiustare la pressione del sangue e stabilizzarlo a un livello determinato;
  • anticoagulanti - per ridurre la viscosità del sangue;
  • farmaci per normalizzare i livelli di zucchero nel diabete mellito;
  • statine - per ridurre il colesterolo nell'aterosclerosi;
  • Vitamine B - per nutrire le cellule cerebrali e ripristinare la relazione tra loro;
  • condroprotettore - con problemi della colonna vertebrale, che porta allo sviluppo di angioencefalopatia.

Oltre alla terapia farmacologica per migliorare il flusso sanguigno e la compromissione della funzionalità cerebrale, il paziente può attribuire le seguenti procedure e tecniche al paziente affetto da angioencefalopatia:

  • fisioterapia (UHF, elettroforesi, elettrosleep);
  • bagni di benessere (ossigeno, galvanizzazione elettrolitica, anidride carbonica);
  • agopuntura;
  • massaggio della testa e del collo.

Se l'angioencefalopatia del cervello progredisce a causa di un significativo restringimento del lume delle pareti vascolari (oltre il 70%), al paziente viene prescritta un'operazione chirurgica:

  • stenting - per rafforzare le pareti vascolari e l'allargamento del lume;
  • manovra - per sostituire la nave colpita con una artificiale.

Il paziente ha un'alta probabilità di guarigione se in una fase iniziale riconosce la malattia in base a sintomi caratteristici e inizia il trattamento. Con il progredire della angioencefalopatia, il rischio di conseguenze sotto forma di limitazione delle funzioni vitali e la successiva invalidità aumentano in modo significativo.

Encefalopatia cerebrale: sintomi e trattamento

Encefalopatia del cervello - i sintomi principali:

  • Sonitus
  • mal di testa
  • Umore oscilla
  • debolezza
  • vertigini
  • nausea
  • vomito
  • Comprensione della parola
  • Visione offuscata
  • Stanchezza aumentata
  • sonnolenza
  • pianto
  • Compromissione della memoria
  • Menomazione uditiva
  • depressione
  • allucinazioni
  • Oscuramento della coscienza
  • Disturbi del sonno
  • Edema cerebrale
  • Temperamento veloce

L'encefalopatia del cervello è una condizione patologica in cui, a causa dell'insufficienza di ossigeno e dell'afflusso di sangue al tessuto cerebrale, si verifica la morte delle sue cellule nervose. Di conseguenza, compaiono aree di disintegrazione, si verifica la stasi del sangue, si formano piccole aree locali di emorragia e si forma gonfiore delle meningi. La malattia è influenzata principalmente dalla materia bianca e grigia del cervello.

L'encefalopatia non è una malattia indipendente, ma procede sullo sfondo di altre malattie. Si trova in diverse fasce d'età: sia negli adulti che nei bambini. Il suo flusso è ondulato, cronico. A volte la fase di deterioramento lascia il posto a un miglioramento temporaneo, ma la prognosi è deludente: la malattia è incurabile, sebbene molte persone vivano una lunga vita, seguendo il regime terapeutico, facendo sistematicamente monitoraggio degli indicatori di pressione e usando rimedi popolari per la prevenzione, che riduce significativamente gli effetti negativi della malattia.

Cause di encefalopatia

Lo sviluppo della malattia è senza fretta, tuttavia ci sono delle eccezioni. Ad esempio, con gravi danni al fegato e ai reni, nonché con l'ipertensione maligna, la malattia progredisce improvvisamente e rapidamente. Attualmente, la classificazione delle encefalopatie viene eseguita sulla base delle ragioni della loro formazione:

  1. encefalopatia congenita (perinatale). Le cause della sua comparsa sono disordini metabolici genetici, intreccio con cordone ombelicale, malattie infettive, trasferiti durante la gestazione, lesioni alla nascita;
  2. acquisita:
    • circolatorio. Si manifesta con lesione non infiammatoria delle meningi, causando insufficienza di rifornimento di sangue cerebrale, così come in presenza di patologie di vasi cerebrali. È suddiviso in encefalopatia aterosclerotica, venosa, ipertensiva e mista;
    • leucoencefalopatia vascolare progressiva. La ragione del suo aspetto è il danno ai vasi cerebrali e la violazione della loro microcircolazione, così come la presenza di ipertensione arteriosa;
    • encefalopatia tossica. Si verifica quando esposto al corpo di sostanze tossiche. Può essere alcolico, narcotico, "Wernicke" e medicamento. Quindi, l'alcol - si sviluppa con danni tossici alle meningi, la cui causa è l'abuso di bevande alcoliche. L'encefalopatia di Wernicke si manifesta con una carenza di vitamina B1;
    • sindrome post-traumatica o "sindrome da colpo mancato" (SPU). La causa della sua comparsa è una lesione cerebrale traumatica. Si trova spesso nel pugilato, nel karate, nel calcio e in altri atleti;
    • radiazioni. Si verifica quando esposto alle radiazioni del cervello umano;
    • leucoencefalopatia multifocale progressiva. Si manifesta con la progressione del virus JC (linfoma, AIDS, leucemia);
    • metabolica. Il suo aspetto è associato a processi metabolici alterati nel corpo. Può essere iperosmolare, ipoglicemico, iperglicemico (o diabetico), pancreatico, epatico, uremico, ecc.

In contrasto con l'encefalopatia congenita, acquisita appare già durante la vita di una persona.

Sintomi di encefalopatia

Riconoscere il verificarsi di encefalopatia è problematico. Dopo tutto, lo stato che anticipa il suo sviluppo può essere descritto dai soliti sintomi di una persona, che sono temporanei, come mal di testa, vertigini e tinnito. Inizialmente, questo può essere erroneamente associato a un cambiamento del tempo, a uno stress fisico o mentale eccessivo oa uno stress grave. Ma se non presti attenzione a loro, puoi prevenire la progressione della malattia, poiché anche questi sintomi possono indicare un deterioramento della circolazione cerebrale.

In natura, i sintomi dell'encefalopatia sono molto diversi. Ma i suoi segni più frequenti, ad eccezione dei tre sopra elencati, sono:

  • debolezza generale;
  • aumento della fatica;
  • pianto;
  • mancanza di iniziativa;
  • sbalzi d'umore;
  • stato depresso;
  • temperamento veloce;
  • annebbiamento della coscienza, distruzione della memoria;
  • menomazione della vista e dell'udito;
  • sonno povero;
  • desiderio ossessivo di morire.

Nell'ambulatorio del dottore, tali pazienti spesso hanno difficoltà a pronunciare alcune parole, il loro linguaggio è prolisso, la loro gamma di interessi si restringe, c'è il desiderio di dormire durante il giorno. Questi sono sintomi comuni e più comuni di encefalopatia. Dovresti anche essere consapevole che ogni tipo di malattia ha il proprio set sintomatico.

Quindi, per lo sviluppo dell'encefalopatia deambulatoria è caratterizzato da 3 fasi, caratterizzate da un certo insieme di caratteristiche:

  1. fase compensata. Ci sono sintomi comuni, come vertigini, disturbi della memoria e mal di testa.
  2. fase subcompensata. I sintomi sono più pronunciati e chiari:
    • mal di testa costante;
    • tinnito persistente;
    • peggioramento del sonno;
    • pianto;
    • condizione di depressione;
    • letargia;
  3. fase scompensata. I principali sintomi di questo stadio sono cambiamenti morfologici potenzialmente letali nel tessuto cerebrale.

Leucoencefalopatia vascolare progressiva può portare allo sviluppo della demenza. I sintomi di questa encefalopatia:

  • mal di testa;
  • nausea, vomito;
  • deterioramento della memoria;
  • vertigini;
  • la comparsa di fobie;
  • la psicopatia;
  • il verificarsi di allucinazioni;
  • astenia.

L'encefalopatia tossica e, soprattutto, alcolica è pericolosa, l'impatto distruttivo delle sostanze tossiche sui vasi del cervello umano, manifestato dai seguenti sintomi:

  • disturbo della personalità neuropsichiatrico prolungato e acuto;
  • aumento del volume dei ventricoli del cervello;
  • sangue traboccante delle meningi;
  • gonfiore del cervello.

L'encefalopatia post-traumatica è pericolosa a causa del decorso latente dei sintomi che si manifestano molto tempo dopo la lesione:

  • pensiero disturbato;
  • distrazione;
  • perdita di memoria.
  • Va notato che la gravità di questi sintomi sarà il più forte, il più duro e più pericoloso il danno risultante. L'encefalopatia da radiazioni è caratterizzata da 2 tipi di disturbi: astenici e psicologici. I sintomi che caratterizzano la leucoencefalopatia multifocale progressiva:

    • violazione delle funzioni cerebrali superiori;
    • un disturbo della coscienza che può portare alla demenza;
    • le crisi epilettiche e l'atassia sono rare.

    Questa leucoencefalopatia è la più "aggressiva" di un gran numero di encefalopatie, la sua prognosi è deludente - un esito letale.

    Sintomi di encefalopatia metabolica:

    • confusione;
    • distrazione;
    • sonnolenza;
    • letargia;
    • disturbi del linguaggio;
    • il verificarsi di allucinazioni;
    • violazione della visione del mondo;
    • coma: con la progressione della malattia.

    Diagnosi della malattia

    Il successo nel rilevamento dell'encefalopatia contribuisce alla conduzione di una diagnosi completa. Per questo, è necessario, in primo luogo, esaminare preliminarmente i dati storici del paziente. E in secondo luogo, per testare il paziente per:

    • coordinamento dei movimenti;
    • stato della memoria;
    • stato psicologico.

    Questi studi possono mostrare la presenza di cambiamenti nella psiche del paziente e, nell'identificare le malattie di terzi, il medico è in grado di effettuare una diagnosi preliminare.

    In parallelo con gli studi di cui sopra, al paziente vengono assegnati i seguenti test:

    • emocromo completo. L'indicatore chiave qui è il sangue lipidico. Se il suo valore supera la norma, allora è possibile giudicare che l'encefalopatia dyscirculatory del paziente comincia a progredire nel paziente;
    • test metabolici che illustrano i valori numerici di glucosio, elettroliti, ammoniaca, ossigeno e acido lattico contenuti nel sangue. Anche incluso in questo test è una misura numerica degli enzimi epatici;
    • analisi di autoanticorpi che mostrano la presenza di anticorpi che distruggono i neuroni che contribuiscono allo sviluppo della demenza;
    • monitoraggio della pressione arteriosa;
    • test per l'identificazione di farmaci e tossine nel corpo (in forma tossica);
    • misurazione della creatinina - consente di identificare anomalie nel funzionamento dei reni.

    Per un quadro più accurato della malattia, gli studi sono condotti anche usando tecniche come:

    • Ecografia Doppler del cervello e del collo. Mostra la presenza di anormale circolazione sanguigna, aiuta a identificare gli ascessi;
    • ecografia - per rilevare placche o spasmi nelle pareti dei vasi sanguigni;
    • il monitoraggio ad ultrasuoni consente di identificare la causa della formazione di coaguli di sangue e la posizione degli emboli;
    • tomografia computerizzata, risonanza magnetica - per la ricerca di tumori e anomalie cerebrali;
    • elettroencefalografia - per rilevare la disfunzione cerebrale;
    • rheoencephalography - per valutare lo stato dei vasi sanguigni e del flusso sanguigno cerebrale;
    • radiografia della colonna vertebrale (rachide cervicale) con test funzionali.

    Per la diagnosi, non tutti gli studi di cui sopra sono prescritti da un medico. Le indicazioni per condurre uno studio particolare sono dettate dalla gravità della malattia e da alcune difficoltà nella diagnosi.

    Trattamento di encefalopatia

    Il trattamento dell'encefalopatia è piuttosto lungo. La sua durata dipende dalla durata e dalla gravità della malattia, dall'età e dal fatto che il paziente abbia patologie parallele attuali. Durante l'anno, al paziente è richiesto di effettuare il trattamento nella quantità di 2-3 corsi (degenti e ambulatoriale). Le sue aree principali saranno:

    • trattamento farmacologico. Include nella nomina di farmaci che ottimizzano la circolazione cerebrale e i neuroprotettori. Questo trattamento è un corso (1-3 mesi);
    • trattamento fisioterapico Include procedure per l'agopuntura, l'ozono terapia, l'elettroforesi, l'irradiazione del sangue, il trattamento mediante tecniche di magnetoterapia;
    • trattamento chirurgico - progettato per stabilire il flusso sanguigno del cervello, attraverso l'attuazione di chirurgia endovascolare per dilatare i vasi interessati.

    Il trattamento efficace della malattia contribuisce alla correzione del tenore di vita, che comprende:

    • rifiuto di alcol (sotto forma di alcol), droghe, fumo;
    • dieta senza grassi e senza sale;
    • regolazione del peso corporeo;
    • modalità motore.

    Il trattamento dell'encefalopatia può essere effettuato anche con rimedi popolari:

    • 1 cucchiaio. l. succo di cipolla verde, mescolato con 2 cucchiai. l. il miele assunto prima dei pasti riduce al minimo gli effetti della malattia;
    • 1.5 art. l. i fiori di trifoglio fermentano 300 ml di acqua bollente, per insistere 2 ore. Utilizzare al giorno per 3 volte (30 minuti prima dei pasti). Questo è un rimedio popolare - dal rumore nella testa;
    • 2 cucchiai. l. rosa canina 500 ml di acqua bollente - invecchiata per diverse ore. È un eccellente rimedio popolare per il trattamento dell'encefalopatia.

    E anche se una malattia così potente come l'encefalopatia è uno shock per una persona, tuttavia, se segui le raccomandazioni del medico in combinazione con i rimedi popolari, puoi non solo minimizzare gli effetti della malattia, ridurre il numero di effetti collaterali, ma anche migliorare la prognosi della malattia e la qualità della vita.

    Se pensi di avere l'Encefalopatia del cervello e i sintomi caratteristici di questa malattia, allora un neurologo può aiutarti.

    Suggeriamo inoltre di utilizzare il nostro servizio di diagnostica online delle malattie, che seleziona le possibili malattie in base ai sintomi inseriti.

    Astrocitoma - un tumore maligno del tipo gliale, che è formato da cellule di astrociti. La localizzazione dei tumori intracerebrali può essere molto diversa - da un emisfero a danneggiare solo il tronco cerebrale, il nervo ottico e così via.

    Il fallimento del corpo, che è caratterizzato dalla progressione del deterioramento nell'afflusso di sangue al tessuto cerebrale, è chiamato ischemia. Questa è una malattia grave che colpisce prevalentemente i vasi del cervello, bloccandoli e, quindi, causando carenza di ossigeno.

    L'emicrania è una malattia neurologica abbastanza comune, accompagnata da un forte mal di testa parossistico. L'emicrania, i cui sintomi sono in realtà dolori, concentrati da una metà della testa principalmente nella zona degli occhi, delle tempie e della fronte, nella nausea e in alcuni casi nel vomito, si verifica senza riferimento a tumori cerebrali, ictus e gravi lesioni alla testa, sebbene e può indicare la rilevanza dello sviluppo di determinate patologie.

    Commozione cerebrale cerebrale è una condizione patologica che si verifica sullo sfondo di ricevere una ferita alla testa di una natura particolare. La concussione, i cui sintomi non sono in alcun modo associati alle patologie vascolari, è accompagnata da un'improvvisa disfunzione cerebrale. Sorprendentemente, in caso di lesioni, la commozione cerebrale viene diagnosticata in circa l'80% dei casi.

    La sindrome di Alport o la nefrite ereditaria è una malattia renale ereditata. In altre parole, la malattia riguarda solo coloro che hanno una predisposizione genetica. Gli uomini sono più sensibili alla malattia, ma si trovano anche nelle donne. I primi sintomi compaiono nei bambini da 3 a 8 anni. Di per sé, la malattia può essere asintomatica. Il più delle volte diagnosticato durante un esame di routine o nella diagnosi di un'altra malattia di fondo.

    Con l'esercizio e la temperanza, la maggior parte delle persone può fare a meno della medicina.

    Il pericolo di encefalopatia, i suoi tipi, sintomi e metodi di prevenzione

    Sotto l'influenza di fattori esterni o interni dannosi, il decorso delle reazioni biochimiche nel cervello umano può essere disturbato. I tessuti cessano di ricevere ossigeno e sostanze nutritive in un volume sufficiente, c'è una morte di cellule nervose. Questa patologia è chiamata encefalopatia cerebrale. È interessante notare che questa condizione non è una malattia indipendente. Si sviluppa sullo sfondo di un numero di disturbi e di fallimenti fisiologici. Il processo è caratterizzato da uno sviluppo graduale e da un flusso ondulatorio. Diagnosi tempestiva e terapia ben scelta possono correggere il problema con l'aiuto di moderni metodi terapeutici.

    Classificazione dell'encefalopatia

    A causa della mancanza di sostanze necessarie, l'organo cessa di funzionare allo stesso livello, il che porta alla comparsa di sintomi caratteristici.

    In generale, tutte le forme di encefalopatia cerebrale sono divise in due grandi gruppi:

    • tipo congenito - perinatale di tipo di patologia ischemica o ipossica, che si verifica in un bambino durante lo sviluppo fetale e viene diagnosticato in un neonato;
    • Acquisito - una complicazione della malattia di base, che di solito si verifica sullo sfondo di infiammazione o infezione del tessuto cerebrale, traumi, cambiamenti organici.

    Ulteriori informazioni sulla forma congenita della malattia da questo articolo.

    Esistono diversi tipi distinti di forma acquisita della malattia. Malfunzionamenti nella struttura e nella funzione di un organo si verificano sotto l'influenza di vari fattori patogeni. Per questo motivo, i sintomi delle condizioni possono differire notevolmente. In ogni caso, avrai bisogno del tuo trattamento specifico.

    Forme di patologia cerebrale acquisita:

    • dyscirculatory - una diretta conseguenza della violazione del flusso di sangue attraverso i vasi del cervello. Può essere venoso, iperteso e aterosclerotico. Un altro tipo di patologia è la microangiopatia. Colpisce i vasi più piccoli del corpo, ma non è meno pericoloso per la salute;
    • traumatico: la funzionalità del cervello è ridotta a seguito di un danno subito recentemente o diversi anni fa;
    • tossici - i cambiamenti patologici causano sostanze chimiche, veleni, droghe, droghe, nicotina e le proprietà nocive di altre sostanze dall'esterno. Un tipo di forma è l'encefalopatia alcolica;
    • radiazioni - una conseguenza dell'esposizione al corpo delle radiazioni a causa della situazione ecologica o delle caratteristiche dell'attività professionale;
    • tossico-infettivo - si verifica sullo sfondo di processi infettivi acuti, perdita di sangue, intossicazione, danni agli organi addominali, malattie del sistema nervoso ed endocrino;
    • metabolico - il cervello soffre a causa di una violazione dei soliti processi metabolici, interruzioni ormonali;
    • residuo - deficienza del tipo neurologico, che viene diagnosticata nei bambini sottoposti a trauma alla nascita o malattie infettive;
    • encefalopatia focale - caratterizzata da una lesione locale del tessuto cerebrale sullo sfondo del decorso della malattia da poliomavirus.

    Scopri di più sulla patologia della genesi mista da questa pubblicazione.

    Esistono ancora alcune rare forme di patologia. Si verificano sotto l'influenza di cambiamenti nella composizione del sangue, fallimento del metabolismo neuroendocrino, degenerazione del tessuto del sistema nervoso centrale, morte di massa delle cellule nervose. Queste malattie sono pericolose per la salute e la vita umana. La loro individuazione in una fase iniziale di sviluppo aumenta le possibilità di correggere con successo le condizioni del paziente.

    Cause di encefalopatia

    La lesione patologica del tipo di cervello acquisito è il risultato dell'ignoranza di una grave malattia organica o sistemica. L'individuazione tempestiva della malattia e il suo trattamento completo riducono al minimo la probabilità di conseguenze negative. La pratica dimostra che è molto più facile trattare con provocatori di encefalopatia che con le loro complicanze.

    Cause comuni di malattia:

    • vasocostrizione dovuta a placche aterosclerotiche;
    • lesioni alla testa subite;
    • aumento persistente della pressione arteriosa e intracranica;
    • diabete mellito;
    • ridotta funzionalità di navi piccole e grandi;
    • malattie del fegato e dei reni;
    • gonfiore;
    • distonia vascolare;
    • malattie infettive;
    • violazione delle regole di mantenimento dell'attività lavorativa;
    • contatto con sostanze tossiche e radiazioni;
    • fumo, alcol e droghe.

    Imparerai di più sugli effetti dell'alcool e sullo sviluppo della malattia qui.

    Le anomalie congenite delle cellule nervose e dei vasi cerebrali possono essere il risultato di insufficienza genetica o di disturbi del feto. Ma più spesso sono il risultato di una gravidanza scorretta, la presenza di cattive abitudini nella futura madre e la trasmissione di una malattia infettiva. Nella maggior parte dei casi, tutto ciò può essere evitato sotto la supervisione di un esperto ginecologo.

    Sintomi di encefalopatia

    Indipendentemente dalla causa e dal tipo di danno al tessuto cerebrale, nei pazienti si osservano spesso manifestazioni caratteristiche comuni. La loro gravità e specificità dipendono dal grado di sviluppo della malattia e dall'età della persona.

    Rilevazione di almeno due segni da quelli elencati nelle liste è un'indicazione per andare da un medico e iniziare una diagnosi approfondita.

    L'elenco dei sintomi caratteristici degli anziani:

    • stanchezza;
    • mani tremanti;
    • disturbo del sonno - fallimento di un orologio biologico o insonnia cronica;
    • attacchi di mal di testa che vengono scarsamente rimossi dai farmaci;
    • perdita di memoria e problemi di linguaggio;
    • convulsioni.

    Sullo sfondo della angioencefalopatia del cervello, la natura e il comportamento degli anziani possono cambiare. Spesso la loro condizione è esacerbata dalla esacerbazione di problemi di salute cronici. Il paziente diventa lunatico e conflittuale, rifiuta di riconoscere la presenza della sua patologia legata all'età.

    Segni di encefalopatia negli adulti:

    • ridotto tono muscolare e funzionalità degli arti;
    • visione e udito offuscati;
    • coscienza confusa;
    • anomalie mentali;
    • comparsa di attacchi di emicrania o loro aumento;
    • vertigini, nausea e vomito.

    In assenza di aiuto qualificato, i sintomi diventano più luminosi, l'elenco dei segni caratteristici aumenta. A causa della prolungata mancanza di ossigeno nei tessuti, l'area del danno d'organo sta crescendo, il che peggiora la prognosi.

    I processi patologici nel cervello si manifestano nei bambini in questo modo:

    • depressione e apatia;
    • ritardo di reazione;
    • diminuzione della qualità del pensiero, rallentando la velocità di sviluppo;
    • mancanza di emozioni luminose;
    • problemi con lo sviluppo delle capacità di parola;
    • ristretta gamma di interessi.

    I cambiamenti nel comportamento del bambino diventano rapidamente evidenti ai genitori attenti. Non dovresti provare a risolvere il problema da solo o aspettare fino a quando tutto è normale. È meglio contattare immediatamente il pediatra locale. Condurrà un esame primario del bambino e, se necessario, lo indirizzerà a uno specialista specializzato.

    Diagnosi di encefalopatia

    I dati del quadro clinico e della storia non sono sufficienti per confermare la patologia e determinarne la forma. Durante l'esame iniziale, un neurologo valuta lo stato mentale del visitatore e la coordinazione dei movimenti e controlla i riflessi. Sulla base dei risultati dell'esame, viene fatta una diagnosi preliminare. A seconda di questo, vengono assegnati test e test.

    Per la diagnosi di encefalopatia, vengono utilizzati i seguenti approcci:

    • emocromo completo, che si concentra sui livelli lipidici;
    • rilevamento di autoanticorpi nel sangue, che indicano lo sviluppo della demenza;
    • test per farmaci e tossine;
    • controllare i livelli di creatinina per valutare la funzionalità renale;
    • metodi di esame ecografico (ecografia Doppler, scansione, monitoraggio) aiutano a identificare problemi di circolazione sanguigna, ascessi, placche di colesterolo, coaguli di sangue;
    • La TC e la RM sono necessarie per escludere tumori e altre anomalie cerebrali;
    • L'EEG ti consente di valutare il lavoro del corpo;
    • REG mette una valutazione del flusso sanguigno nel sistema nervoso centrale.

    Scopri di più sulla diagnostica del cervello qui.

    Gli studi sono condotti per confermare l'encefalopatia e identificare la malattia che ha causato lo sviluppo di patologia. Se necessario, possono essere assegnati ulteriori approcci.

    Indicazioni per il ricovero in ospedale

    La riduzione della funzionalità del cervello nelle persone anziane è nella maggior parte dei casi trattata in regime ambulatoriale. Le fasi avanzate della malattia implicano visite di pazienti clientevoli da parte di personale medico. Solo l'encefalopatia acuta, che è irta di sviluppo di ictus, infarto o gravi patologie somatiche, è un'indicazione per l'ospedalizzazione di una persona malata. Secondo i medici, l'assistenza stazionaria obbligatoria e non vincolante può peggiorare lo stato psico-emotivo del paziente e provocare una crisi.

    Prevenzione Encefalopatia

    Ridurre il rischio di sviluppare l'encefalopatia in un adulto contribuisce a mantenere uno stile di vita corretto. Questi includono il rifiuto delle cattive abitudini, la correzione della nutrizione eliminando gli alimenti grassi dalla dieta, l'introduzione di un'attività fisica ottimale nel regime. Un buon effetto è fornito dal lavoro mentale, che costringe il tessuto cerebrale a lavorare attivamente e impedisce la morte massiccia di cellule nervose. Come ulteriore manipolazione, gli anziani dovrebbero prendere in considerazione un massaggio della zona del collo, l'agopuntura, l'esercizio terapia.

    La prevenzione della patologia congenita è possibile con l'individuazione tempestiva di potenziali problemi con la gravidanza e la loro eliminazione. Il gruppo di rischio comprende donne con conflitto Rh, gestosi, alto rischio di ipossia fetale. Non è necessario sperimentare opzioni per il parto. Se ci sono prove, non è consigliabile rifiutare il taglio cesareo al fine di prevenire lesioni o ipossia.

    Dieta per l'encefalopatia

    Nel trattamento e nella prevenzione dei processi patologici nel cervello, si forma la dieta per ridurre il sovrappeso del paziente a livelli normali. L'uso di cibo naturale senza la predominanza di grassi malsani consente di liberare i vasi delle placche di colesterolo e ripristinare il flusso di sangue nelle aree problematiche del cervello. Il rifiuto dell'eccesso di sale elimina l'edema che può causare ipertensione. L'effetto massimo è possibile con l'introduzione del menu di frutta e verdura fresca, erbe, tisane, semi e pesce magro.

    Sintomi di encefalopatia dyscirculatory

    Molte persone hanno a che fare con manifestazioni della forma di patologia dyscirculatory (DEP) nei loro parenti anziani. Lo sviluppo della malattia in questo caso colpisce non solo il paziente stesso, ma anche i suoi parenti. I cambiamenti nel comportamento umano possono rendere la vita difficile agli altri. È importante capire che i tentativi di convincere o "rieducare" una persona con tale diagnosi non avranno successo. Sarà aiutato solo da un trattamento specializzato sotto la supervisione di uno specialista.

    I medici distinguono 3 gradi di DEP:

    • per il grado 1, un leggero disturbo dello stato emotivo è caratteristico, mentre lo stato neurologico non soffre. I pazienti hanno un brusco cambiamento di umore, apatia, desiderio di lamentarsi per qualsiasi motivo e di vedere solo i cattivi, anche in una situazione favorevole. Per la maggior parte dei pazienti, la perdita di memoria e la concentrazione dell'attenzione, l'affaticamento sono caratteristici. Disturbi minori del movimento, vertigini;
    • al grado 2, i sintomi sono aggravati e viene aggiunta una notevole diminuzione dell'intelligenza. Il paziente ha una disabilità, non può fare nulla per ore o compiere azioni inutili. Queste persone hanno bisogno di controllo a causa di problemi con l'orientamento nel tempo e nello spazio;
    • 3 - il livello più difficile - una persona perde completamente la capacità di pensare in modo coerente, lavorare ed eseguire azioni consapevoli. Spesso, durante questo periodo, il paziente non è più un discorso leggibile, si osservano convulsioni convulsive, il rischio di lesioni e fratture è elevato.

    Qui apprenderai le caratteristiche del primo grado di patologia.

    La patologia progressiva delle navi e dei tessuti del cervello può svilupparsi in diversi scenari. I medici non sono in grado di dire esattamente per quanto tempo si può vivere con 3 gradi di malattia. La cura di questi pazienti è in qualche modo semplificata, poiché si riduce alle prestazioni meccaniche di una serie di manipolazioni e non implica comunicazione. Sotto il controllo di parenti o badanti, queste persone sono in grado di vivere ancora per diversi anni.

    Trattamento dell'encefalopatia cerebrale

    Dopo aver ricevuto i risultati di test e studi, un neurologo diagnostica e seleziona i metodi appropriati per il trattamento del paziente. Tipicamente, lo schema di trattamento comporta un elenco di manipolazioni volte a correggere la situazione e migliorare la qualità della vita del paziente. La variante ottimale dell'esposizione dipende dalla diagnosi, dall'età e dalle caratteristiche individuali della persona.

    Trattamento chirurgico

    Versione estrema e radicale dell'impatto. Viene utilizzato in assenza dell'effetto desiderato dei metodi conservativi. Il trattamento chirurgico dell'encefalopatia cerebrale comporta un'operazione durante la quale il lume dell'organo è dilatato. Ciò contribuisce alla normalizzazione del flusso sanguigno nei tessuti. Anche gli stadi avanzati dell'encefalopatia cerebrale in soggetti deboli e anziani sono raramente adeguati in questo modo a causa di rischi irragionevolmente alti.

    Trattamento farmacologico

    I farmaci per l'encefalopatia sono prescritti in accordo con le cause del processo patologico. Il paziente può prescrivere farmaci che stimolano i processi metabolici nei tessuti, i farmaci per la normalizzazione della pressione intracranica o della pressione sanguigna. La terapia viene effettuata da corsi per 1-3 mesi.

    Rimedi popolari

    Un buon effetto dà un uso a lungo termine di tisane e infusi. C'è una ricetta semplice. È necessario preparare 2 cucchiai di rosa canina essiccata in 2 tazze di acqua bollente e lasciare per 2-3 ore. La bevanda finita migliora la circolazione cerebrale e ha un effetto fortificante sul corpo. Quando si tratta di manifestazioni di encefalopatia, non si deve cercare di trattare con il trattamento con rimedi naturali popolari. Solo un approccio integrato alla risoluzione di un problema è in grado di dare un risultato positivo duraturo.

    Trattamenti di fisioterapia

    L'elettroforesi, la magnetoterapia, l'ozono terapia, l'agopuntura, la terapia fisica e il massaggio contribuiscono alla saturazione del tessuto cerebrale con l'ossigeno. Questi stessi approcci hanno un effetto positivo sul paziente e aumentano l'efficacia dell'uso di altre tecniche mediche.

    Conseguenze dell'encefalopatia

    Il progressivo sviluppo della patologia minaccia la disabilità del paziente, il rapido deterioramento della sua salute e morte.

    Complicazioni della malattia associate a una diminuzione della funzionalità del cervello. Ciò riguarda non solo i processi mentali, ma anche lo stato dell'intero organismo. Con l'inizio tempestivo del trattamento sullo sfondo della corretta diagnosi di conseguenze come infarto, ictus, demenza, il fallimento degli organi interni può essere evitato.

    prospettiva

    Alla domanda se il danno patologico del cervello può essere curato, nella maggior parte dei casi, i medici danno una risposta negativa. Questi casi sono molto rari. Di solito, la sconfitta di una parte così importante del sistema nervoso centrale è irreversibile. Fortunatamente, le terapie moderne ci consentono di fare tutto il possibile per migliorare la qualità della vita di questi pazienti ad un livello buono o soddisfacente.

    La disabilità con encefalopatia dyscirculatory dà una diagnosi?

    Con il 1 ° grado della malattia, la capacità lavorativa del paziente non è compromessa e il paziente può prendersi cura di se stesso. L'ultimo stadio della malattia coinvolge automaticamente la disabilità. A volte è difficile distinguere il 2 ° grado di encefalopatia dal 3 °, quindi in questo caso tutto avviene a discrezione del medico.

    Quanto è pericolosa l'angioencefalopatia del cervello e come trattarla?

    Solo i medici esperti sanno perché si sviluppa l'angioencefalopatia cerebrale, che cos'è e come trattare i pazienti. Questa condizione è una disfunzione del cervello sullo sfondo di disturbi vascolari. Un sinonimo di angioencefalopatia è l'encefalopatia dincircolatoria.

    L'angioencefalopatia è una condizione patologica caratterizzata da disfunzione del cervello sullo sfondo di disturbi circolatori cronici. A differenza di un ictus, non è una condizione acuta. La base dello sviluppo dell'encefalopatia è l'ipossia cronica del tessuto cerebrale. I neuroni sono particolarmente sensibili alla mancanza di ossigeno.

    Con la sua carenza, le funzioni cognitive soffrono, la sfera emotiva cambia e il movimento viene ostacolato. L'angioencefalopatia è una patologia molto neurologica. La sua prevalenza nella popolazione è del 5%. Tra patologie vascolari, occupa una posizione di leadership.

    Gli adulti sono prevalentemente afflitti. Il più delle volte, viene rilevato in persone di età superiore ai 40 anni. Più una persona è anziana, maggiore è la probabilità di sviluppare un'encefalopatia. Il gruppo di rischio comprende persone il cui lavoro è associato a elevati carichi intellettuali e stress.

    L'angioencefalopatia è causata principalmente da malattie vascolari. Ci sono le seguenti ragioni per lo sviluppo di questa patologia del cervello:

    • aterosclerosi sistemica;
    • lesione aterosclerotica dei vasi sanguigni che alimentano il cervello;
    • osteocondrosi del rachide cervicale;
    • ipertensione;
    • ipertensione arteriosa secondaria;
    • patologia endocrina (malattia di Itsenko-Cushing, feocromocitoma);
    • malattia renale (glomerulonefrite cronica);
    • instabilità delle vertebre cervicali;
    • sviluppo anormale del rachide cervicale;
    • traumi;
    • malformazioni congenite delle arterie vertebrali;
    • diabete scompensato;
    • vasculite sistemica;
    • disturbo del ritmo cardiaco;
    • angiopatia ereditaria;
    • aumento della viscosità arteriosa;
    • bassa pressione sanguigna;
    • tromboflebite;
    • la presenza di distonia vegetativa-vascolare;
    • disturbi ormonali.

    Più della metà dei casi di encefalopatia vascolare sono dovuti all'aterosclerosi. Questa è una malattia in cui i lipidi e i sali aterogenici si depositano sulle pareti delle arterie. Nel corso del tempo si formano placche dense che interrompono il flusso di sangue al cervello. Questo si manifesta con carenza di ossigeno cronica.

    Un po 'meno spesso la causa è alta pressione. È sempre accompagnato da uno spasmo dei vasi sanguigni e da una diminuzione del flusso sanguigno cerebrale. La ragione potrebbe essere il restringimento o il blocco delle arterie vertebrali. Nelle persone che soffrono di osteocondrosi cervicale, la sindrome dell'arteria vertebrale si sviluppa spesso. Può portare a encefalopatia.

    L'encefalopatia è spesso una complicanza del diabete. Ciò è dovuto alla macroangiopatia. La ragione di questa patologia può essere bassa pressione (ipotensione), poiché in questo caso la velocità del flusso sanguigno e il riempimento arterioso diminuiranno. I seguenti fattori portano allo sviluppo di angioencefalopatia:

    • il fumo;
    • l'alcolismo;
    • lunga permanenza in una posizione scomoda;
    • stanchezza;
    • lavoro mentale;
    • lo stress;
    • la presenza di ipertensione nei genitori;
    • scarsa nutrizione

    Ciò influenza la materia bianca e grigia del cervello. Le cellule cerebrali muoiono, il che porta alla disunione delle strutture.

    I sintomi dell'encefalopatia dipendono dallo stadio della malattia (ce ne sono solo 3). L'angioencefalopatia si manifesta con i seguenti sintomi:

    • perdita di memoria;
    • deterioramento dell'attenzione;
    • stanchezza;
    • diminuzione della capacità lavorativa;
    • tinnito;
    • labilità dell'umore;
    • disturbo del sonno (sonnolenza diurna e insonnia notturna);
    • umore depresso;
    • distrazione;
    • mal di testa.

    Nelle fasi iniziali, la sfera emotiva di una persona malata cambia. Forse una diminuzione di umore, stanchezza. Più della metà dei pazienti sviluppa depressione. I disturbi cognitivi sono lievi. Allo stadio 2, pronunciata diminuzione della memoria, dell'attenzione e del pensiero. Appaiono i disturbi del movimento

    L'angioencefalopatia di 3 gradi è la più grave. Può causare demenza vascolare (demenza). Sullo sfondo della compromissione della funzionalità cerebrale, è possibile la comparsa di sintomi somatici (dolore alle articolazioni e alla schiena, nei muscoli, nell'addome). Non ci sono cambiamenti morfologici negli organi. La sintomatologia dipende in gran parte dalla zona di ischemia cronica.

    La morte delle cellule nervose nelle strutture sottocorticali si manifesta con tinnito, instabilità dell'umore, disturbi del sonno, debolezza. Un disturbo nel processo di pensiero indica il coinvolgimento della corteccia cerebrale nel processo. È lì che sono i centri di maggiore attività nervosa. L'ischemia della corteccia si manifesta con una diminuzione della memoria. Queste persone non possono fare un piano delle loro azioni e concentrarsi su nulla.

    I pazienti possono avere attacchi irragionevoli di isteria e risate. La violazione della conduzione degli impulsi nervosi provoca sintomi di automatismo orale e disturbi del movimento. C'è un cambiamento nella voce. Sono possibili movimenti involontari delle labbra. La sconfitta del lobo occipitale del cervello è sempre accompagnata da deficit visivo.