Aneurisma dei vasi cerebrali: sintomi, cause, diagnosi, trattamento e prognosi

Epilessia

Di per sé, un piccolo aneurisma vascolare cerebrale non rappresenta una minaccia per una persona, ma la sua rottura, emorragia cerebrale, seguita da emorragia nelle strutture cerebrali, può causare gravi danni alla salute della persona malata.

Cos'è l'aneurisma vascolare

Gli aneurismi sono una cavità anormale a forma di borsa su una delle pareti del vaso, che è piena di sangue. Può comparire in qualsiasi parte del sistema circolatorio, ma un'attenzione speciale deve essere prestata all'aneurisma cerebrale, poiché la loro rottura porta a problemi di natura neurologica e, in casi particolarmente gravi, alla morte del paziente.

Vale la pena notare che non tutti i tipi di aneurismi possono causare un'emorragia, quindi se la patologia è piccola, molto probabilmente non rappresenta una grande minaccia per la vita, ma richiede molta attenzione da parte degli specialisti, poiché vari fattori avversi possono provocare la sua altezza Si fa notare che le donne di età media e pre-pensionamento sono più sensibili a questo disturbo, mentre la sua presenza nei bambini e negli adolescenti avviene solo in casi isolati. Per non perdere il momento della sua formazione, ogni adulto ha bisogno di conoscere i seguenti sintomi dell'apparizione dell'aneurisma cerebrale:

  • insorgenza improvvisa di forte mal di testa;
  • Ci sono i seguenti segni di irritazione delle membrane e delle strutture del cervello: fotofobia, aumento del tono dei muscoli del collo della schiena e delle gambe, che è accompagnato da dolore, nonché un movimento limitato quando si gira la testa da un lato all'altro;
  • attacchi di nausea e vomito, che non dipendono dall'assunzione di cibo;
  • vertigini e improvvisa perdita di coscienza.

È interessante notare che i sintomi della malattia dipendono dalle caratteristiche strutturali e dal tipo di patologia, nonché dalla sua posizione nel cranio, ei sintomi del disturbo sono più pronunciati al momento della rottura dell'aneurisma.

Cause e conseguenze

La comparsa di anomalie cerebrali può essere innescata da un gran numero di fattori.

In alcuni casi, la predisposizione al loro aspetto è ereditata o imposta come risultato di una errata formazione del sistema circolatorio durante lo sviluppo fetale del bambino. Ad esempio, l'aneurisma vascolare cerebrale congenito è più comunemente visto in persone con malattie del tessuto connettivo, malattia del rene policistico e problemi con la circolazione del sangue.

Inoltre, la sua formazione può essere innescata da altri fattori sfavorevoli, come lesioni o ferite alla testa, malattie infettive frequenti, neoplasie cerebrali, problemi endocrinologici, ipertensione patologica e altre malattie del sistema circolatorio: aterosclerosi, vene varicose, cardiopatia coronarica. È importante aggiungere che l'uso prolungato di alcuni farmaci contribuisce allo sviluppo di questa patologia.

Il meccanismo di formazione degli aneurismi è abbastanza ben studiato dagli esperti. Quindi, a causa di alcuni fattori esterni e interni, vi è un assottigliamento delle pareti dei vasi sanguigni e danni al loro strato elastico. Questi cambiamenti, in combinazione con fibre deboli del tessuto muscolare delle pareti, creano le condizioni per la formazione e la sporgenza della cavità a forma di borsa, che appare come il risultato di rottura o divergenza in diverse direzioni delle fibre muscolari sotto l'azione della pressione alta interna.

La maggior parte degli esperti ritiene che l'emergere e lo sviluppo di aneurismi vascolari colpiscano anche un numero enorme di cause sia interne che esterne, che insieme contribuiscono al suo verificarsi. Ad esempio, l'ipertensione patologica, la debolezza delle pareti e le patologie congenite del tessuto connettivo forniscono tutti i presupposti per lo sviluppo di aneurismi nell'adulto.

Le ragioni per la distruzione e l'indebolimento delle pareti sono convenzionalmente suddivise in 2 grandi gruppi:

  1. Congenita. Includono varie patologie del sistema circolatorio, la cui principale caratteristica sono le anomalie nello sviluppo delle strutture del tessuto connettivo.
  2. Acquistato. Copre un gran numero di fattori che compaiono nel processo della vita umana e contribuiscono a cambiamenti nella struttura dei vasi sanguigni. Questi includono varie malattie acquisite del sistema circolatorio, infezioni e malattie del tessuto connettivo, come la collagenosi.

Come accennato in precedenza, al fine di iniziare lo sviluppo di aneurismi, ci sono un numero enorme di prerequisiti che, aggravando per una ragione o l'altra, causano lo sviluppo di tale anomalia.

Fallimenti genetici

Comprende un gran numero di malattie ereditarie, per le quali l'equilibrio della sintesi proteica, che influenza l'elasticità delle fibre muscolari, è disturbato. Questi includono le seguenti malattie:

  • displasia fibromuscolare;
  • Sindrome di Osler-Randu;
  • Sindrome di Marfan;
  • Sindrome di Ehlers-Danlos;
  • pseudoxantoma elastico;
  • lupus eritematoso sistemico;
  • anemia falciforme;
  • sclerosi tuberosa.

Naturalmente, la presenza di queste malattie non è un segno assoluto della presenza di aneurismi, ma tutti aumentano il rischio del loro sviluppo sotto l'influenza di determinate condizioni avverse.

ipertensione

L'ipertensione persistente può anche innescare una rottura o una sporgenza della parete vascolare del cervello. In questo caso, il segno dell'indicatore critico dovrebbe rimanere a lungo entro 140/90 mm. Hg e sopra.

Aumentando ripetutamente la pressione sanguigna, si estende il lume dei vasi sanguigni. Come risultato di questo processo, le fibre muscolari delle pareti perdono la loro elasticità, che, in combinazione con altri fattori (lesioni alla testa, ereditarietà, ecc.), Crea tutte le condizioni e i prerequisiti per la formazione di aneurismi cerebrali.

Spesso, l'ipertensione arteriosa è accompagnata da una serie di altre malattie, come l'arteriosclerosi e le vene varicose. Le placche risultanti di colesterolo indeboliscono significativamente le pareti dei vasi sanguigni, rendendole fragili e sensibili alle influenze esterne o all'aumento della pressione del flusso sanguigno all'interno dell'arteria. In caso di circostanze sfavorevoli, la combinazione di queste malattie può portare alla formazione di aneurismi che, dopo la rottura della cupola, provocano un'emorragia cerebrale associata alle corrispondenti complicanze.

infezione

La risposta di immunità ai vari processi infiammatori nel corpo è la produzione di un gran numero di sostanze speciali che influenzano non solo la resistenza alle malattie, ma anche la struttura dei tessuti, causando processi degenerativi in ​​esse, mentre le principali forze del corpo durante questo periodo sono volte a combattere l'agente causale di una malattia infettiva.

Inoltre, i prodotti di scarto di batteri avvelenano i tessuti, indebolendo e formando depositi negli organi e sulle pareti dei vasi sanguigni. L'infiammazione batterica delle meningi (meningite) è particolarmente pericolosa, in cui non solo i tessuti cerebrali ma anche i loro vasi sanguigni sono danneggiati. Ciò porta ad un indebolimento e restringimento del loro lume, che comporta una violazione dei processi metabolici tra gli strati delle membrane del cervello.

Lesione cerebrale traumatica

Molto spesso, varie scosse e gravi lesioni alla testa contribuiscono alla formazione e alla rottura di aneurismi. In questo caso, vi è un contatto di gusci solidi e strutture cerebrali, a seguito del quale si formano aneurismi stratificati. La loro principale differenza rispetto alle solite patologie simili risiede nel fatto che essi sono formati non a causa della protrusione di parte delle membrane, ma a causa della perdita di sangue tra gli strati delle pareti.

Pertanto, si formano diverse cavità interconnesse da piccoli fori. Quindi, comprimono gradualmente i tessuti circostanti, causando problemi neurologici e riducendo il flusso di sangue alle strutture cerebrali. Inoltre, come risultato della formazione di un falso aneurisma, vengono create tutte le condizioni per la formazione di coaguli di sangue.

Molto spesso, una persona non è consapevole del fatto che ha questa patologia fino a quando la situazione non si aggrava, quando le conseguenze di un aneurisma rotto di vasi cerebrali non saranno visibili, che è chiamato "ovvio".

La complicazione più comune di questa condizione è un'emorragia estesa nelle strutture cerebrali, che di solito porta a gravi problemi neurologici o alla morte del paziente. La morte è osservata in metà dei casi di rottura dell'aneurisma e un quarto delle persone rimane profondamente disabile fino alla fine della vita.

Per questo motivo, è estremamente importante diagnosticare precocemente e prevenire il verificarsi di aneurismi nelle persone a rischio, che consiste nell'adottare misure per prevenire lo sviluppo di questa patologia, il trattamento della malattia di base e la rimozione dei segni di esacerbazione. Spesso, al fine di prevenire possibili conseguenze dopo la formazione di una neoplasia, è necessaria un'operazione locale per bloccare la protrusione.

classificazione

Gli aneurismi dei vasi cerebrali sono di diversi tipi, diversi per forma, dimensioni e altre caratteristiche. Anatomicamente, gli esperti distinguono le seguenti patologie aneurismatiche:

  • fusiforme;
  • sacciform;
  • laterale (tumore);
  • stratificato o falso, costituito da diverse cavità interconnesse.

Gli aneurismi più grandi si trovano solitamente nel sito della divisione delle arterie in diversi vasi sanguigni. Questa patologia deve essere prontamente rimossa, in quanto comporta una minaccia per la vita del suo vettore. La più grande educazione diagnosticata in questa area del sistema circolatorio ha raggiunto più di 25 mm di diametro.

Secondo il sito di localizzazione, si distinguono i seguenti tipi di neoplasie:

  1. Arteriosa. Sulle arterie viene spesso diagnosticato l'aneurisma arterioso sacculare dei vasi cerebrali. Si tratta di una protuberanza simile a una borsa su una delle pareti, che di solito si trova al posto della più grande ramificazione dell'arteria. Spesso questa patologia è multipla e ha grandi dimensioni.
  2. Artero. Situato sul sito dell'accumulo di vasi venosi, che si intrecciano, formano una sorta di groviglio. Allo stesso tempo, le neoplasie compaiono nel sito di comunicazione dei vasi venosi e arteriosi sotto l'azione di una maggiore pressione all'interno delle arterie, a causa della quale le pareti si espandono e perdono la loro elasticità. Di solito, la protrusione schiaccia il tessuto nervoso vicino e causa problemi neurologici.
  3. Aneurisma della vena di Galeno. È una malattia congenita e, sfortunatamente, nella maggior parte dei casi conduce alla morte del bambino. Condurre un'operazione come l'embolizzazione endovascolare di un aneurisma cerebrale, che è un intervento chirurgico senza contatto senza tagli e ferite, riduce significativamente la mortalità tra i bambini con tale anomalia. In questo caso, l'operazione viene eseguita come segue: specialisti, sotto il controllo di apparecchiature a raggi X o angiografiche, iniettano un catetere nel lume della nave e lo spostano nella posizione dell'anomalia. Quindi una sostanza embolo (appiccicosa) viene inserita nella sua cavità, che blocca il movimento vascolare del sangue all'interno, formando un trombo. Tuttavia, l'uso di tale operazione nel periodo neonatale riduce solo parzialmente il tasso di mortalità tra i neonati.

L'embolizzazione degli aneurismi cerebrali viene utilizzata in tutte le forme di questa patologia ed è uno dei meno traumatici tipi di intervento chirurgico, che riduce il rischio di complicanze causate dalla rottura e dalla crescita della neoplasia. Nel corso del tempo, la crescita eccessiva della cavità bloccata, che elimina completamente la possibilità di ricorrenza della patologia.

diagnostica

La diagnostica degli aneurismi cerebrali non è diversa dalla procedura standard per fare una diagnosi di altre malattie vascolari e viene spesso diagnosticata in un esame dettagliato delle strutture cerebrali.

Per fare una vera diagnosi e determinare accuratamente la posizione della formazione, è necessario condurre un'indagine e consultare un neurologo, che, sulla base di informazioni tratte dalla storia, dovrebbe fornire indicazioni per un esame più dettagliato dei vasi cerebrali e del liquido cerebrospinale.

Al momento ci sono un gran numero di metodi strumentali non invasivi di esame delle aree più inaccessibili del cervello, permettendo di diagnosticare la formazione di aneurismi nella fase iniziale. Questi includono l'imaging a risonanza magnetica o computerizzata, così come l'angiografia.

  1. La ricezione presso il neurologo e il successivo esame del paziente consentiranno di identificare le principali lesioni delle strutture cerebrali e determinare la posizione del tumore.
  2. Le immagini radiografiche indicano la posizione della nave bloccata da un coagulo di sangue e rivelano anche la distruzione delle ossa alla base del cranio.
  3. I dati più accurati sullo stato del sistema circolatorio possono essere ottenuti come risultato della TC o della risonanza magnetica cerebrale utilizzando un agente di contrasto. Un tale studio è spesso complicato dal fatto che il paziente impiega molto tempo a non avere movimento in uno spazio chiuso, il che è problematico per le persone che soffrono di claustrofobia. Inoltre, in alcuni casi, è necessario somministrare l'anestesia, ad esempio, per esaminare i bambini che non sono consapevoli della gravità di questo evento o sono troppo eccitati.
  4. In casi di emergenza, è possibile studiare il flusso sanguigno mediante angiografia, che non richiede l'introduzione di un mezzo di contrasto. Questo metodo consente di identificare i problemi nel funzionamento dei vasi sanguigni e di valutare le dimensioni e la posizione dell'aneurisma.

Molto spesso, in questa fase, viene rilevata la patologia di uno dei principali vasi cervicali del cervello - l'aneurisma dell'arteria carotide -. Secondo esso, il flusso sanguigno trasporta sostanze nutritive alle strutture cerebrali, e il suo assottigliamento porta a molteplici disturbi di natura neurologica, che possono essere innescati da un insufficiente apporto di ossigeno alle membrane.

In questo caso, è molto importante determinare la dimensione e il tipo di patologia, dal momento che la sua rottura porta a gravi emorragie e lo sviluppo di complicazioni successive sotto forma di crisi epilettiche, idrocefalo cerebrale e altre malattie.

I dati ottenuti vengono accuratamente elaborati e analizzati da specialisti, che decidono ulteriormente sull'uso dell'intervento chirurgico per rimuovere o bloccare questa patologia.

I metodi operativi di trattamento degli aneurismi sono di 2 tipi: interventi chirurgici endovascolari e diretti, mentre la scelta della chirurgia è influenzata da un gran numero di fattori, incluso il tipo di patologia, la sua localizzazione nel cervello, l'età del paziente e le malattie concomitanti.

Ad esempio, si raccomanda di rimuovere l'aneurisma carotideo solo con il metodo aperto, poiché vi è un'alta probabilità di complicanze dopo l'embolizzazione della patologia a causa delle sue caratteristiche anatomiche. Il risultato di questo intervento è il ripristino completo della pervietà dei vasi sanguigni.

La puntura lombare del liquido cerebrospinale può indicare la rottura dell'aneurisma, in assenza di altri metodi meno traumatici di esame del cervello. Quindi tracce di sangue in questo fluido indicheranno la presenza di subaracnoide o emorragia cerebrale interna.

Gli esperti osservano che circa il 5% della popolazione adulta è affetta dalla comparsa di aneurismi e il processo patologico è asintomatico, il che rende difficile individuare le anomalie in una fase precoce, pertanto, con i minimi segni e sintomi della malattia, è necessario contattare immediatamente l'ospedale.

Sintomi e trattamento

A seconda del tipo, delle dimensioni e della posizione della localizzazione dell'aneurisma in modi diversi può influenzare il lavoro non solo del cervello, ma anche la funzionalità dell'intero organismo. I seguenti segni dell'aspetto di un aneurisma su uno dei vasi del cervello appaiono principalmente:

  • depressione apatica;
  • periodi di nausea, indipendentemente dall'assunzione di cibo;
  • il deterioramento degli organi visivi e uditivi;
  • deterioramento cognitivo;
  • vertigini improvvisi, svenimenti;
  • frequenti mal di testa parossistico senza causa.

L'aspetto del dolore principalmente in una zona della testa indica lo sviluppo e l'aumento della patologia. Su questa base, gli esperti determinano la posizione topografica dell'aneurisma dei vasi sanguigni del cervello. Quindi, nell'identificare la patologia dell'arteria basilare, il dolore si verifica solo sul lato sinistro o destro della testa, con una lesione dell'arteria cerebrale dorsale - nella tempia, più vicina alla regione occipitale.

Potrebbero esserci anche altri segni di danneggiamento e compressione delle strutture e delle parti del cervello:

  • l'aspetto del tinitus;
  • strabismo;
  • ptosi delle palpebre superiori;
  • visione doppia;
  • distorsione dell'immagine vista;
  • paresi dei nervi facciali.

Quando compaiono i primi sintomi di un aneurisma rotto dei vasi cerebrali, è necessario consultare un medico il più presto possibile. Se la condizione del paziente si sta deteriorando rapidamente, è meglio chiamare un'ambulanza di emergenza, poiché solo una diagnosi precoce e un trattamento chirurgico tempestivo possono far fronte a questo problema.

Il trattamento più efficace dell'aneurisma cerebrale viene eseguito con l'aiuto dell'intervento chirurgico, con cura completa nella maggior parte dei casi.

Qualsiasi intervento chirurgico per rimuovere l'aneurisma è principalmente volto a isolare la patologia dal flusso sanguigno principale. Al momento, gli esperti usano il metodo endovascolare (all'interno del sistema vascolare) per eliminare la patologia, o un'operazione eseguita in modo aperto.

Il blocco endovascolare (all'interno del sistema vascolare) di una parte della nave cerebrale interessata è considerato il metodo più benigno di trattamento degli aneurismi, poiché tale terapia non richiede l'apertura del cranio e l'accesso diretto alle strutture e alle regioni del cervello. Per lo stesso motivo, questo metodo ha un piccolo periodo postoperatorio di circa 2 settimane, durante il quale il paziente deve essere sotto la supervisione di un neurologo.

Un altro indubbio vantaggio di questa operazione è che ti permette di rimuovere gli aneurismi situati nelle profondità delle strutture cerebrali e nelle immediate vicinanze dei centri vitali del sistema nervoso. Nonostante gli ovvi vantaggi, è altamente indesiderabile eseguire una tale operazione per bloccare gli aneurismi dell'aorta e di altri grandi vasi che alimentano il cervello, poiché in questo caso c'è il rischio di complicanze più gravi. Inoltre, l'uso della neurochirurgia endovascolare deve essere autorizzato da uno specialista in questo campo.

Ritaglio di aneurisma cerebrale. Quando si utilizza questo metodo di rimozione della patologia, è richiesta un'apertura della scatola del cranio, seguita dall'installazione di una clip speciale sulla neoplasia del tumore, che blocca il flusso di sangue nella cavità di protrusione. Inoltre, vi è una graduale morte dell'aneurisma e il collo è ricoperto di tessuto connettivo.

Vale la pena notare che se nel paziente è stato trovato un piccolo aneurisma vascolare cerebrale, la decisione sull'operazione da eseguire viene presa dalla persona che è malata, insieme al medico curante. In un caso di emergenza, tuttavia, quando si rompe una patologia, viene solitamente utilizzato un intervento chirurgico aperto, poiché è l'unico metodo disponibile per il trattamento di una malattia in una determinata situazione.

L'uso di farmaci benigni nel trattamento degli aneurismi è possibile solo nei casi in cui è impossibile eliminare chirurgicamente la patologia per qualsiasi motivo e il medico decide come trattare. Va notato che tutti i metodi non invasivi di trattamento degli aneurismi facilitano solo il decorso della malattia e rimuovono i sintomi pronunciati e non lo curano completamente.

In questo caso, l'elenco dei farmaci per il trattamento dei sintomi e dei segni di aneurisma è piuttosto esteso, include i seguenti farmaci:

  • bloccanti dei canali del calcio, che bloccano i canali del calcio nelle pareti dei vasi cerebrali, espandendo così il loro lume e migliorando la circolazione del sangue nella zona interessata;
  • farmaci anticonvulsivanti;
  • farmaci che alleviano l'ipertensione;
  • antispastici e antidolorifici e farmaci antiemetici.

Rottura dell'aneurisma

La rottura dell'aneurisma dei grandi vasi sanguigni del cervello è accompagnata da tutti i segni di emorragia cerebrale interna. Sintomi simili che una persona prova durante un ictus:

  • c'è un improvviso dolore in una delle parti della testa, che alla fine inizia a diffondersi in altre aree;
  • periodi di nausea e vomito ripetuto;
  • pressione sanguigna persistente sopra il segno 140/90 mm Hg. Articolo;
  • la difficoltà di eseguire semplici movimenti del collo e degli arti;
  • sintomi di Brudzinsky e Kernig.

Anche altri disturbi cognitivi sono percepiti in modo vivido: confusione, dimenticanza, svenimento.

Ulteriori sviluppi dipendono dalla posizione dell'area interessata e dal tipo di malattia aneurismatica. Nel 14% dei casi, il sangue è osservato nei ventricoli del cervello. Come risultato di questa complicanza, in assenza di ricovero immediato, seguito da un intervento chirurgico, si verifica la morte del paziente.

prospettiva

L'aspettativa di vita dopo la rottura dell'aneurisma è influenzata da un gran numero di fattori. Pertanto, con l'assistenza giusta e tempestiva fornita, le probabilità che una persona sopravviva aumenteranno in modo significativo. Allo stesso tempo, in un quarto degli episodi del paziente, persistono persistenti conseguenze disabilitanti, e ripetute emorragie subaracnoidee o intra-cerebrale il più delle volte porta alla morte.

Un gran numero di persone vive senza sapere che le loro navi sono in uno stato deplorevole, dal momento che un piccolo aneurisma non si manifesta in alcun modo. Pertanto, la migliore prevenzione delle complicanze causate dallo sviluppo e dalla crescita della patologia è la diagnosi precoce della malattia, seguita dal blocco e dalla rimozione della neoplasia.

Aneurisma dei vasi cerebrali: cause, sintomi e metodi di trattamento

L'aneurisma dei vasi cerebrali è una piccola formazione che può essere confrontata con una bomba a tempo. In caso di rottura, ogni 10 muore prima del primo soccorso e nel processo di trattamento - ogni 2 °. Potresti non essere consapevole dell'esistenza di un aneurisma nelle profondità del cervello e vivere in sicurezza la palpebra che ti è stata rilasciata, perché secondo i dati dell'autopsia (cioè l'autopsia), il 50% di essi non è rotto.

Se scopri che tu oi tuoi cari avete un aneurisma, allora dovrete affrontare una scelta difficile.

Cos'è un aneurisma cerebrale?

Aneurisma dei vasi cerebrali (aneurisma cerebrale, intracranico o intracranico) - formazione sull'arteria a causa della sporgenza della sua parete al posto della densità insufficiente. La rottura dell'aneurisma, anche con una diagnosi tempestiva e una cura chirurgica competente, può essere fatale (50%) o danneggiare il tessuto cerebrale con manifestazioni neurologiche, con un'alta probabilità di sopravvissuti alla disabilità.

Il maggior numero di tali pazienti ha un'età compresa tra 40 e 60 anni, il tasso di sopravvivenza degli uomini con rottura dell'aneurisma è superiore a quello delle donne.

Cause di patologia

Vasi sanguigni normali - in particolare, arterie, a tre strati.

  1. Lo strato interno (intima) - le membrane elastiche a contatto con il sangue, prevengono la formazione di coaguli di sangue e ricevono ossigeno direttamente dal flusso sanguigno, procedendo lentamente e in modo diretto.
  2. Media - con cellule muscolari e fibre elastiche elastiche, responsabili della contrazione e dell'espansione, variazione della velocità del flusso sanguigno attraverso la regolazione della pressione.
  3. Esterno - tessuto connettivo.

Al posto della patologia delle pareti delle arterie, dove si verifica l'assottigliamento di un tessuto, di solito è connettivo lasso, il vaso si allunga e si gonfia, riempiendosi di sangue. Nel corpo della neoplasia, ci sono zone di flusso sanguigno di vortice, ristagno, alta pressione e c'è un'alta probabilità che si verifichi una rottura.

Cos'è un aneurisma cerebrale, è stato studiato, ma le cause della formazione dell'aneurisma sono considerate come una combinazione di molti fattori. La loro presenza può essere definita predisponente, non sono segni di presenza di aneurisma, ma aumentano la probabilità della sua formazione. I fattori, la cui conseguenza - la distruzione delle pareti delle arterie - sono i seguenti.

  1. Le cause congenite sono lo sviluppo anormale geneticamente determinato dei tessuti vascolari (carenza di collagene), i difetti anatomici (ipoplasia, contrazioni) che indeboliscono le pareti dei vasi sanguigni.
  2. Le lesioni craniocerebrali chiuse si formano nelle regioni corticali esterne nei luoghi di impatto traumatico con una mening dura. Quando la struttura è danneggiata, si forma una cavità nel tessuto del vaso, restringendo il lume dell'arteria, dando luogo a un aneurisma dissezione. Oltre al pericolo inerente al vero aneurisma, comporta il rischio di coaguli di sangue.
  3. Malattie infettive che alterano le proprietà dei vasi cerebrali (meningite, endocardite batterica, infezioni fungine). Aneurismi di natura infettiva si trovano in zone remote rispetto ai vasi principali, c'è un alto rischio di sanguinamento.
  4. Accettazione della contraccezione ormonale.
  5. Addiction.
  6. L'aterosclerosi.

classificazione

Durante la diagnosi, indicare le caratteristiche dell'aneurisma: forma, posizione, dimensioni e numero di camere.

Nella forma

La solita forma di aneurisma è una cervice, con un'alta densità di tessuti, costituita da 3 strati, un corpo e una cupola. Il più suscettibile allo strappo è 1 strato di tessuto connettivo. Dalla forma del corpo può essere distinto:

  • saccular (la bacca) - la forma più frequente, la borsa è attaccata da un collo a una nave. Si verifica nelle arterie principali della base del cervello in luoghi con il carico maggiore. Può essere multi-camera quando si formano più di una telecamera;
  • a forma di fuso (fusiforme) - l'espansione del lume di un vaso sanguigno che gonfia le sue pareti in tutte le direzioni (come perline su una corda). La formazione di questa forma è caratteristica delle persone con anormale compattazione vascolare (aterosclerosi).

Per localizzazione

Più spesso, gli aneurismi si formano sui vasi del circolo di circolazione del sangue di Willis, formati dalla carotide interna e dalle arterie vertebrali. Si trova alla base del cervello. Nei luoghi di maggiore turbolenza del sangue, dove le navi che alimentano il cervello lo lasciano, c'è un frequente riscontro di aneurismi.

  • Nell'area del complesso delle arterie anteriori: cervello e connettivo, c'è una patologia massima - 45%. Quando si osserva il divario, instabilità mentale, funzioni mentali ridotte, paresi - spesso nella gamba.
  • Sul retro dell'arteria carotide - circa il 25%: dolore alla fronte e agli occhi; paresi della parte opposta del corpo; violazione dell'innervazione degli occhi e delle mascelle.
  • Sull'arteria cerebrale media (25%): convulsioni convulsive, afasia motoria / sensoriale; debolezza muscolare (paresi o paralisi, spesso nella mano), perdita di campi visivi. Il lato opposto all'emisfero interessato soffre.
  • Sulle navi del sistema vertebro-basilare - 5%:
    • sul basilare (principale): paresi dei muscoli degli occhi, nistagmo (movimenti rapidi involontari dei bulbi oculari). Possibile violazione della sensibilità degli arti, paresi sul lato del fuoco, perdita di campi visivi opposti all'emisfero interessato, perdita di sangue - coma, insufficienza respiratoria;
    • aneurisma dell'arteria vertebrale è estremamente raro: disturbo della deglutizione, del linguaggio, atrofia della metà della lingua, associato a un disturbo di innervazione; sensibilità alla vibrazione compromessa o persa, compromissione della sensibilità al dolore, vibrazioni, variazioni di temperatura, specialmente nelle gambe. Con ampia perdita di sangue, coma di disturbi respiratori.
  • Con la formazione di due o più arterie (15%).

Per taglia

L'aneurisma viene misurato in diametro, a volte la valutazione delle sue dimensioni si verifica in diverse proiezioni:

  • miliario (fino a 0,3 cm);
  • ordinario (0,4-1,5 cm);
  • grande (1,6-2,5 cm);
  • gigante (più di 2,5 cm).

Sintomi di aneurisma

La malattia potrebbe non infastidire il paziente in alcun modo e rivelarsi per caso durante l'esame. Aumentando le dimensioni, mette sotto pressione i nervi e il tessuto cerebrale più vicino, che può provocare sintomi che richiedono un appello urgente a un neurologo per aumentare le loro possibilità di una vita normale.

I segni non specifici possono anche comparire in caso di fuoriuscita del punto dall'aneurisma, anticipando il divario. I sintomi sono:

  • visione offuscata, con possibile doppia visione, dilatazione della pupilla, dolore agli occhi;
  • cambiare la sensibilità del viso e degli arti, possibilmente unilaterale;
  • deterioramento delle funzioni motorie;
  • gli attacchi ischemici transistor (chiamati microstrati), accompagnati da segni di ictus, durano da alcuni minuti a giorni, con il ripristino delle precedenti funzioni del corpo;
  • mal di testa.

Rottura dell'aneurisma

I sintomi dell'aneurisma cerebrale, osservati nel 75% dei pazienti con rottura: si verificano spontaneamente, assomigliano a un forte colpo alla testa, con un'ulteriore sensazione di bruciore e scoppio. Questo può accadere al momento di agitazione mentale e fisica e / o aumento della pressione sanguigna.

Il paziente avverte un dolore acuto, nausea con vomito, un disturbo della coscienza può essere osservato: dalla confusione alla sua perdita. I sintomi della meningite sono osservati: torcicollo, suono e fotofobia, e alcune reazioni specifiche.

Nel 90% dei casi, quando si rompe l'aneurisma, si verifica un'emorragia subaracnoidea (vi è emorragia cerebrale e intraventricolare) - uno dei disturbi più acuti della circolazione cerebrale (ictus).

Il sangue riempie lo spazio subaracnoideo - tra le guaine morbide e aracnoidee del cervello, passando attraverso le vie del liquido cerebrospinale, connettendosi con il fluido cerebrospinale e aumentando la pressione intracranica. Inoltre, coagulando in grumi, interferisce con la circolazione del liquido cerebrospinale, che è accompagnato da un'infiammazione asettica con manifestazioni meningee.

diagnostica

Dato il ruolo di ereditarietà, l'esame raccomandato dei vasi cerebrali ai parenti stretti del paziente.

La diagnostica viene effettuata in modo completo, per studiare l'educazione, patologie aggiuntive e le condizioni del paziente per prepararsi alla chirurgia.

Le principali misure diagnostiche:

  • conversazione per la raccolta di anamnesi con il paziente e / o i parenti;
  • esame: sentire, toccare, ascoltare, controllare la pressione sanguigna, la presenza di riflessi neurologici, i tassi respiratori;
  • esami del sangue biochimici e totali;
  • ECG - elettrocardiogramma;
  • La tomografia computerizzata viene utilizzata per visualizzare un aneurisma cerebrale utilizzando agenti di contrasto per via endovenosa - angiografia, che consente di determinare la posizione dell'aneurisma, la sua forma e dimensione.
  • in caso di informazioni insufficienti, vengono eseguite un'ulteriore puntura e un'analisi del liquido cerebrospinale per chiarire l'emorragia subaracnoidea.

In caso di rottura, valutare lo stato del cervello e delle membrane (presenza, carattere, volume e sede dell'emorragia, ematoma cerebrale, idrocefalo e ischemia).

Trattamento dell'aneurisma

I metodi di trattamento dipendono dalle caratteristiche anatomiche del rigonfiamento e dal rapporto tra il rischio di un intervento chirurgico e la sua assenza, tenendo conto della probabilità di rotture e delle caratteristiche dello stato di salute del paziente.

In caso di non conduzione per vari motivi, la possibilità di intervento chirurgico viene mantenuta per altre due settimane. Durante questo periodo, è necessario eseguire un trattamento ospedaliero non chirurgico volto a stabilizzare il paziente.

Trattamento non chirurgico

Quando si rompe l'aneurisma, la terapia conservativa viene utilizzata in caso di impossibilità o inefficacia della chirurgia o come preparazione per esso.

La terapia conservativa combina combinazioni di farmaci.

  1. Analgesici.
  2. Anticonvulsivanti.
  3. Preparati per stabilizzare la pressione sanguigna.
  4. Antiemetico.
  5. Ontagonisti di calcio e altri.

chirurgia

Trattamento di aneurisma radicale - chirurgico. Considerando la frequenza dei decessi come conseguenza dell'operazione, è necessario capire che questa cifra è 3 volte inferiore al rischio di rottura di un aneurisma senza intervento chirurgico durante la patologia.

Lo scopo dell'intervento è fermare il flusso di sangue nell'area del cervello. Per fare ciò, escludere la parte interessata della nave dalla circolazione sanguigna, isolandola. Ci sono due metodi.

  1. Ritaglio - apertura del cranio e imposizione di una clip speciale sull'aneurisma al posto della massima densità - il collo, pur preservando l'integrità e la permeabilità della nave. In futuro, il tessuto morente della cavità con lo sviluppo del tessuto connettivo al posto della fissazione. Il metodo ha i suoi svantaggi: lesioni del tessuto forzato in assenza di accesso a zone remote del cervello.
  2. Occlusione endovascolare - La penetrazione intravascolare, un metodo minimamente invasivo per l'accesso a vasi profondi, è la più efficace. Il catetere entra attraverso il canale di un vaso sanguigno (spesso femorale), con controllo a raggi X. Nell'aneurisma, il catetere eroga una spirale che lo blocca, con ulteriore necrosi della cavità. Una procedura simile può essere applicata in caso di aneurisma già rotto.

prevenzione

La prevenzione si basa su un'indagine periodica sulle persone con ereditarietà e aderenza a uno stile di vita sano.

Quando viene rilevato l'aneurisma, l'unica prevenzione è il trattamento chirurgico.

Alcuni consigli sullo stile di vita che riducono al minimo i fattori emorragici sono i seguenti.

  1. Eliminando cibi ricchi di grassi animali, colesterolo, alcol e fumo.
  2. Rifiuto di sport estremi.
  3. Stile di vita sano basato su un'attività sufficiente.
  4. Modalità anti-stress.
  5. Uso costante di farmaci prescritti da un medico, anche per il livello di pressione sanguigna.
  6. Supervisione al dottore con controllo di sviluppo di un neoplasma - visita medica regolare.
  7. Mancanza di auto-trattamento, il rischio di complicanze della malattia dall'assunzione di molti farmaci, compresi integratori alimentari e medicine alternative.

Nonostante il fatto che la diagnosi precoce dell'aneurisma sia il trattamento più efficace con la prognosi più favorevole, i rischi sono molto alti nel caso di un intervento al cervello.

Spesso il paziente deve prendere una decisione su questa procedura, valutando i rischi con l'aiuto di specialisti.

conclusione

La necessità di un intervento chirurgico nella visualizzazione di un aneurisma a seguito di esami casuali dipende dalle sue caratteristiche e dalle condizioni di salute del paziente.

L'intervento chirurgico rimane l'unico metodo per trattare una condizione come l'aneurisma cerebrale. Con lo sviluppo della neurochirurgia - tecniche endovascolari più efficienti - l'indicatore di sicurezza della procedura operativa per l'aneurisma sta crescendo.

Aneurisma di vasi cerebrali

Aneurismi dei vasi cerebrali sono anormali protrusioni locali delle pareti dei vasi arteriosi del cervello. In un decorso simile a un tumore, l'aneurisma vascolare cerebrale imita la clinica di una lesione di massa con danni ai nervi ottici, trigeminali e oculomotori. Nel decorso apopossico, l'aneurisma vascolare cerebrale si manifesta con sintomi di emorragia subaracnoidea o intracerebrale, che improvvisamente appaiono come risultato della sua rottura. L'aneurisma dei vasi cerebrali viene diagnosticato sulla base di anamnesi, esame neurologico, radiografia del cranio, esame del liquido cerebrospinale, TAC, risonanza magnetica e MRA cerebrale. Se c'è evidenza di aneurisma cerebrale, è soggetto a trattamento chirurgico: occlusione endovascolare o clipping.

Aneurisma di vasi cerebrali

L'aneurisma dei vasi cerebrali è una conseguenza di un cambiamento nella struttura della parete vascolare, che normalmente ha 3 strati: l'interno - intima, lo strato muscolare e l'esterno - avventizia. Cambiamenti degenerativi, sottosviluppo o danni a uno o più strati della parete vascolare portano al diradamento e alla perdita di elasticità della parte interessata della parete vascolare. Di conseguenza, il rigonfiamento della parete vascolare si verifica in un punto indebolito sotto la pressione del flusso sanguigno. Questo forma l'aneurisma dei vasi cerebrali. Molto spesso, l'aneurisma cerebrale si trova nei punti di ramificazione arteriosa, perché c'è più pressione esercitata sulla parete del vaso.

Secondo alcuni rapporti, l'aneurisma cerebrale è presente nel 5% della popolazione. Tuttavia, è spesso asintomatico. Un aumento dell'espansione aneurismatica è accompagnato da un assottigliamento delle pareti e può portare alla rottura dell'ictus emorragico e dell'aneurisma. L'aneurisma dei vasi cerebrali ha un collo, un corpo e una cupola. Il collo dell'aneurisma, come la parete del vaso, è caratterizzato da una struttura a tre strati. La cupola consiste solo di intima ed è il punto più debole in cui l'aneurisma cerebrale può rompersi. Molto spesso, il divario si osserva in pazienti di età compresa tra 30 e 50 anni. Secondo le statistiche, si tratta di un aneurisma cerebrale rotto che causa fino all'85% delle emorragie subaracnoidee non traumatiche (SAH).

Cause di aneurisma cerebrale

L'aneurisma congenito dei vasi cerebrali è una conseguenza delle anomalie dello sviluppo, che portano alla rottura della normale struttura anatomica delle loro pareti. È spesso combinato con un'altra patologia congenita: rene policistico, coartazione dell'aorta, displasia del tessuto connettivo, malformazione artero-venosa del cervello, ecc.

L'aneurisma vascolare cerebrale acquisito può svilupparsi a seguito dei cambiamenti che si verificano nella parete del vaso dopo aver subito una lesione craniocerebrale, sullo sfondo della malattia ipertensiva, nell'aterosclerosi e nella ialinosi dei vasi sanguigni. In alcuni casi, può essere causato da emboli infettivi nelle arterie cerebrali. Un simile aneurisma di vasi cerebrali in neurologia è chiamato micotico. Fattori emodinamici come l'irregolarità del flusso sanguigno e l'ipertensione contribuiscono alla formazione di aneurisma cerebrale.

Classificazione dell'aneurisma cerebrale

Per la sua forma, l'aneurisma cerebrale è sacculato e a forma di fuso. E i primi sono molto più comuni, in un rapporto di circa 50: 1. A sua volta, l'aneurisma sacculare di vasi cerebrali può essere singolo o multi-camera.

Secondo la localizzazione, l'aneurisma cerebrale è classificato in aneurisma dell'arteria cerebrale anteriore, dell'arteria cerebrale media, dell'arteria carotide interna e del sistema vertebro-basilare. Nel 13% dei casi, ci sono diversi aneurismi localizzati su diverse arterie.

C'è anche una classificazione di aneurisma cerebrale in base alle dimensioni, in base al quale si distinguono aneurismi miliari di dimensioni fino a 3 mm, piccoli - fino a 10 mm, medi - 11-15 mm, grandi - 16-25 mm e giganti - più di 25 mm.

Sintomi di aneurisma cerebrale

Secondo le sue manifestazioni cliniche, l'aneurisma vascolare cerebrale può avere un decorso tumorale o apoplessia. Con una variante simile al tumore, l'aneurisma vascolare cerebrale aumenta progressivamente e, raggiungendo dimensioni considerevoli, inizia a comprimere le formazioni anatomiche del cervello situate accanto ad esso, il che porta alla comparsa dei corrispondenti sintomi clinici. L'aneurisma vascolare cerebrale simile al tumore è caratterizzato da un quadro clinico di un tumore intracranico. I suoi sintomi dipendono dalla posizione. Molto spesso, un aneurisma vascolare cerebrale simile a un tumore viene rilevato nel chiasma ottico e nel seno cavernoso.

L'aneurisma dell'area chiasmatica è accompagnato da acutezza e campi visivi; con l'esistenza a lungo termine può portare a atrofia del nervo ottico. L'aneurisma vascolare cerebrale, situato nel seno cavernoso, può essere accompagnato da una delle tre sindromi del seno cavernoso, che sono una combinazione di paresi III, IV e VI coppie di FMN con danno a vari rami del nervo trigemino. La paresi delle coppie III, IV e VI è manifestata clinicamente da disturbi oculomotori (indebolimento o impossibilità di convergenza, sviluppo di strabismo); sconfitta del nervo trigemino - sintomi della nevralgia del trigemino. Un aneurisma vascolare cerebrale a lungo esistente può essere accompagnato dalla distruzione delle ossa del cranio, rilevata durante i raggi x.

Spesso l'aneurisma cerebrale ha un decorso apoplettico con l'improvvisa comparsa di sintomi clinici a seguito della rottura dell'aneurisma. Solo occasionalmente, la rottura dell'aneurisma è preceduta da mal di testa nella regione frontro-orbitale.

Rottura dell'aneurisma cerebrale

Il primo sintomo della rottura dell'aneurisma è un mal di testa improvviso e molto intenso. Inizialmente, potrebbe essere di natura locale, corrispondente alla posizione dell'aneurisma, quindi diventa diffuso. Il mal di testa è accompagnato da nausea e vomito ripetuto. Ci sono sintomi meningei: iperestesia, torcicollo, sintomi di Brudzinsky e Kernig. Poi c'è una perdita di coscienza, che può durare per un diverso periodo di tempo. Le convulsioni epilettiformi ei disturbi mentali possono andare da una leggera confusione a una psicosi. L'emorragia subaracnoidea che si verifica quando viene rotto un aneurisma vascolare cerebrale è accompagnata da un lungo spasmo di arterie situato vicino all'aneurisma. In circa il 65% dei casi, questo spasmo vascolare porta alla sconfitta della sostanza cerebrale del tipo di ictus ischemico.

Oltre all'emorragia subaracnoidea, un aneurisma vascolare cerebrale rotto può causare emorragia in una sostanza o ventricoli del cervello. L'ematoma intracerebrale è osservato nel 22% dei casi di rottura dell'aneurisma. Oltre ai sintomi cerebrali, si manifesta aumentando i sintomi focali, a seconda della posizione dell'ematoma. Nel 14% dei casi, un aneurisma cerebrale rotto provoca emorragia cerebrale. Questa è la variante più grave dello sviluppo della malattia, spesso fatale.

I sintomi focali, che sono accompagnati da un aneurisma rotto di vasi cerebrali, possono essere diversi e dipendono dalla posizione dell'aneurisma. Pertanto, l'aneurisma vascolare cerebrale, localizzato nell'area della biforcazione dell'arteria carotidea, causa disturbi della funzione visiva. L'aneurisma dell'arteria cerebrale anteriore è accompagnato da paresi degli arti inferiori e disturbi mentali, cerebrale medio - da emiparesi sul lato opposto e disturbi del linguaggio. Localizzato nel sistema vertebro-basilare, l'aneurisma vascolare cerebrale a rottura è caratterizzato da disfagia, disartria, nistagmo, atassia, sindromi alternate, paresi centrale del nervo facciale e lesione del nervo trigemino. L'aneurisma dei vasi cerebrali, situato nel seno cavernoso, si trova al di fuori della dura madre e pertanto la sua rottura non è accompagnata da emorragia nella cavità del cranio.

Diagnosi di aneurisma cerebrale

Molto spesso, l'aneurisma vascolare cerebrale è caratterizzato da un decorso asintomatico e può essere rilevato a caso quando si esamina un paziente per una malattia completamente diversa. Con lo sviluppo dei sintomi clinici, un aneurisma vascolare cerebrale viene diagnosticato da un neurologo sulla base dell'anamnesi, dell'esame neurologico del paziente, degli esami radiografici e tomografici e dello studio del liquido cerebrospinale.

Un esame neurologico rivela sintomi meningei e focali, sulla base dei quali è possibile effettuare una diagnosi topica, cioè determinare la posizione del processo patologico. La radiografia del cranio può rilevare aneurismi pietrificati e distruzione delle ossa della base del cranio. Una diagnosi più accurata fornisce TC e risonanza magnetica cerebrale. La diagnosi finale di "aneurisma vascolare cerebrale" può essere basata sui risultati di uno studio angiografico. L'angiografia consente di impostare la posizione, la forma e le dimensioni dell'aneurisma. A differenza dell'angiografia a raggi X, la risonanza magnetica (MPA) non richiede l'introduzione di agenti di contrasto e può essere effettuata anche nel periodo acuto di rottura di aneurisma di vasi cerebrali. Fornisce un'immagine bidimensionale della sezione trasversale delle navi o della loro immagine tridimensionale tridimensionale.

In assenza di metodi diagnostici più istruttivi, un aneurisma rotto dei vasi cerebrali può essere diagnosticato mediante puntura lombare. La rilevazione del sangue nel liquido cerebrospinale risultante indica la presenza di emorragia subaracnoidea o intracerebrale.

Durante la diagnosi, un aneurisma vascolare cerebrale simile a un tumore dovrebbe essere differenziato da tumore, cisti e ascesso del cervello. Aneurisma vascolare cerebrale apoplessia richiede differenziazione da un attacco epilettico, attacco ischemico transitorio, ictus ischemico, meningite.

Trattamento dell'aneurisma cerebrale

I pazienti il ​​cui aneurisma cerebrale è di piccole dimensioni dovrebbero essere costantemente monitorati da un neurologo o da un neurochirurgo, poiché tale aneurisma non è un'indicazione per il trattamento chirurgico, ma deve essere monitorato per le sue dimensioni e il suo corso. Le misure terapeutiche conservative mirano a prevenire un aumento delle dimensioni dell'aneurisma. Questi possono includere la normalizzazione della pressione arteriosa o della frequenza cardiaca, la correzione dei livelli di colesterolo nel sangue, il trattamento degli effetti della trauma cranico o delle malattie infettive esistenti.

Il trattamento chirurgico è mirato a prevenire la rottura dell'aneurisma. I suoi metodi principali sono il taglio del collo dell'aneurisma e l'occlusione endovascolare. Possono essere utilizzati elettrocoagulazione stereotassica e trombosi artificiale dell'aneurisma mediante coagulanti. Per le malformazioni vascolari, viene eseguita l'ablazione radiochirurgica o transcranica dell'AVM.

Un aneurisma vascolare cerebrale rotto è un'emergenza e richiede un trattamento conservativo simile al trattamento dell'ictus emorragico. Secondo le indicazioni, viene eseguito un trattamento chirurgico: rimozione dell'ematoma, evacuazione endoscopica o aspirazione stereotassica. Se l'aneurisma vascolare cerebrale è accompagnato da emorragia nei ventricoli, produce il drenaggio ventricolare.

Prognosi dell'aneurisma cerebrale

La prognosi della malattia dipende dal luogo in cui si trova l'aneurisma dei vasi cerebrali, dalle sue dimensioni, nonché dalla presenza di una patologia che porta a alterazioni degenerative della parete vascolare o disturbi emodinamici. Un aneurisma cerebrale non crescente può esistere durante la vita del paziente senza causare alcun cambiamento clinico. Un aneurisma cerebrale rotto nel 30-50% dei casi porta alla morte del paziente. Nel 25-35% dei pazienti dopo la rottura dell'aneurisma persistono effetti invalidanti. L'emorragia ripetuta è osservata nel 20-25% dei pazienti, mortalità dopo che raggiunge il 70%.