Sella turca nel cervello

Prevenzione

La sella turca nel cervello è direttamente coinvolta nel funzionamento degli organi.

È una tacca minore situata nell'osso sfenoide strettamente sotto l'ipotalamo. Gli scienziati lo confrontano con la schiena.

Sella turca nel cervello - varie forme

Sia sul lato destro che sul lato sinistro della sella turca sono i nervi ottici. Questa è l'area in cui si trova il seno venoso. Qui è dove vanno le arterie carotidi. Grazie a loro c'è un afflusso di sangue ad entrambi gli emisferi.

Il risultato è la diffusione della ghiandola pituitaria sulle sue pareti. La sella turca ha un altro nome: "fossa pituitaria". Il nome di questa sezione del cervello era dovuto alla forma della sella.

Come risultato di anni di ricerca pratica, è stato rivelato che la sella turca può assumere varie forme:

  1. La forma piatta è determinata con un diametro verticale significativamente più piccolo della stessa distanza tra la parete anteriore e posteriore.
  2. La profonda sella turca si sviluppa con rapporti rigorosamente opposti rispetto a una forma piatta.
  3. La forma rotonda ha luogo quando i diametri indicati sono assolutamente equivalenti l'uno all'altro.

Le più lievi violazioni riguardanti la struttura o il funzionamento della fossa pituitaria, provocano processi patologici nella ghiandola pituitaria. Nella vecchiaia, spesso si verifica un assottigliamento. Nei neonati, la struttura della struttura della sella turca è cartilaginea.

Guarda i video su questo argomento.

Dimensioni della norma e patologia in diversi periodi della vita

La maggior parte degli scienziati ritiene che la struttura, le dimensioni e la forma della sella turca dipendano dalla struttura del cranio. Una conferma speciale di questa teoria può essere trovata nei cambiamenti patologici, quando le ossa del cranio non si sviluppano nello stesso modo della maggior parte delle persone.

Nell'adolescenza, la formazione della sella turca avviene, tuttavia, come altre parti del corpo e degli organi. La dimensione della norma della sella turca a 13-15 anni è di 9-12 mm. Una struttura completamente individuale della fossa pituitaria è formata dall'età di 19 anni.

La sella turca può crescere di dimensioni a causa di microadenoma ipofisario, meno spesso a causa di iperplasia della adenoipofisi. Un tumore progressivo provoca forti mal di testa, obesità e altri disturbi.

Il processo di ossificazione prematura dell'osso sfenoide provoca una diminuzione dei volumi della sella turca. Questo, molto spesso, è preceduto da una pubertà accelerata. Tutte le patologie richiedono un trattamento immediato.

La necessità di studi a raggi X.

Per rilevare i cambiamenti di forma e di contorno dovuti alla formazione di tumori o dopo gli infortuni, oltre a determinare le dimensioni della sella turca, è prescritta una radiografia. Questo studio è particolarmente rilevante nei casi di sospetto tumore pituitario.

Tali esami sono prescritti a pazienti con un aumento della pressione intracranica, patologie della ghiandola tiroidea e delle ghiandole surrenali.

La radiografia è necessaria se la prolattina viene superata nel test del sangue.

È obbligatorio studiare la struttura della sella turca in caso di sviluppo di mal di testa di origine sconosciuta.

Gigantismo, diabete insipido, acromegalia richiedono una diagnosi approfondita e una diagnosi corretta, il che è impossibile senza studiare i cambiamenti nella sella turca.

Gli appuntamenti di questo tipo sono necessari dopo lesioni della volta cranica o infiammazioni di qualsiasi natura. Attraverso i raggi X, è possibile installare la "sella turca vuota".

L'effetto ionizzante di tali dispositivi è assolutamente controindicato per le donne durante la gravidanza. La roentgen della sella turca è assegnata ai bambini come ultima risorsa. Questo è possibile se altri metodi non consentono di stabilire la diagnosi corretta.

La decodifica delle immagini viene eseguita da un radiologo. Identifica le caratteristiche dei cambiamenti della sella turca. Il significato è la forma, la dimensione, la deformazione delle pareti delle fosse pituitarie.

Se la sella turca è aumentata di dimensioni o si è verificato un assottigliamento delle pareti, si verifica una neoplasia. È importante sapere che i tumori benigni non provocano cambiamenti nella struttura delle pareti. Il risultato e le immagini devono essere in possesso di ulteriori consultazioni con specialisti.

Funzioni di tomografia computerizzata

La tomografia computerizzata della sella turca è spesso eseguita in concomitanza con lo studio dei cambiamenti patologici generali nel cervello.

Tuttavia, se il paziente ha determinate indicazioni, è anche possibile un esame separato.

La scansione della tomografia computerizzata (CT) della sella turca è indispensabile per i problemi di vista, i fattori provocanti di cui i medici considerano la compressione del chiasma.

I principali fattori prerequisiti per la nomina della sella CT:

  • possibili neoplasie nell'ipofisi o nella sella (adenomi e adenocarcinomi);
  • processi ormonali del decorso negativo associati alla ghiandola pituitaria;
  • varie anomalie di sviluppo.

Tipi di CT della sella turca:

  • nessun contrasto;
  • con il contrasto, il cui scopo è quello di indicare i cambiamenti dettagliati nella ghiandola pituitaria, per identificare con attenzione le sottigliezze del rifornimento di sangue e le caratteristiche del processo tumorale.

La TAC è riconosciuta come l'alternativa più moderna alla radiografia. Il corpo investigato è rappresentato nell'immagine volumetrica. I risultati sono necessariamente registrati su un floppy disk.

Oltre a ciò, il radiologo fornisce un parere scritto. Un'altra caratteristica di CT è che ti permette di identificare anche le lesioni più piccole della sella turca.

Video utile sull'argomento

Indicazioni RM

La violazione del diaframma provoca una diminuzione della ghiandola pituitaria. È un modo particolare schiacciato lungo le pareti della sella turca. Con l'aiuto di radiografie per identificare il processo patologico è impossibile.

In questi casi, viene mostrata la RM del cervello. Grave mal di testa, riduzione della vista ad un passo improvviso, tono ridotto - sintomi che richiedono un trattamento immediato.

Questo quadro clinico può indicare pericolose patologie o alterazioni nella ghiandola pituitaria, che sono suscettibili di un trattamento abbastanza efficace. Le violazioni nella sella turca hanno quasi sempre un corso nascosto.

Le indicazioni per una scansione MRI della sella turca sono le seguenti:

  • anomalie neurologiche, con eziologia difficile da determinare;
  • rottura endocrina;
  • deficit visivo significativo.

Tra i fattori più predisposti di una proprietà neurologica, i medici indicano:

  • mal di testa persistente;
  • fallimenti associati alla pressione sanguigna, che aumentano i sentimenti irragionevoli di paura e ansia;
  • Carattere d'attaccamento "Heartache";
  • improvviso aumento della temperatura corporea, brividi senza cause specifiche;
  • svenimento e svenimento, ripetuto abbastanza spesso.

I problemi della vista possono svilupparsi non solo con lesioni della ghiandola pituitaria, ma anche in una serie di altre patologie del cervello.

  • dolore nella zona orbitale;
  • quando un oggetto è raddoppiato o triplicato davanti agli occhi;
  • lacrimazione irragionevole ed eccessiva;
  • distorsione del campo visivo;
  • perdita di acuità visiva.

Nella maggior parte dei casi, i processi patologici nella sella turca sono accompagnati da sintomi completamente non correlati. Non è possibile ritardare con la risonanza magnetica, soprattutto se fortemente raccomandato dagli esperti.

Lo studio della malattia in ginecologia

Le funzioni riproduttive del corpo femminile sono controllate dall'ipofisi e dall'ipotalamo. Qualsiasi disturbo nell'attività di queste due ghiandole provoca istantaneamente processi patologici a livello ormonale.

I principali sono presentati nel seguente elenco:

  • sindrome premestruale;
  • sindrome climaterica;
  • sindrome dell'ovaio policistico;
  • sindrome da postcastrosi;
  • sindrome adrenogenitale.

È necessario indagare sulla sella turca con una serie di segni che indicano una particolare sindrome. La radiografia o la risonanza magnetica possono essere prescritte se il paziente ha problemi di concepimento o se vi è un aumento del livello di prolattina nel sangue.

Ad ogni modo, il corpo contiene disturbi ormonali che richiedono una correzione immediata. Disturbi patologici della ghiandola pituitaria nella metà femminile sono manifestati da numerosi disturbi.

Il peggioramento della salute più comune è associato a un ciclo mestruale pesante ea un periodo precedente.

Le rughe iniziano ad apparire presto, l'elasticità della pelle si deteriora, si formano macchie di pigmento. Cambia la struttura dei capelli, spesso inizia la loro perdita.

La sindrome dispepeptica si sviluppa, che è caratterizzata da:

  • costipazione;
  • perdita di appetito;
  • la debolezza;
  • stanchezza;
  • l'emicrania;
  • mal di testa;
  • sonnolenza.

Naturalmente, per fare una diagnosi corretta, oltre a studiare la sella turca, è importante condurre una serie di altri sondaggi. Tra cui test per gli ormoni, diagnosi ecografica, imaging pelvico.

Sono richiesti esami ginecologici. I disturbi nella ghiandola pituitaria richiedono un approccio e un trattamento integrati. Se il serbatoio soprasellare prolifica nella cavità della sella turca

L'immagine sintomatica è accompagnata da:

  • una serie di disturbi neuroendocrini;
  • processi patologici negli organi della visione;
  • forti mal di testa.

Secondo le cartelle cliniche, quasi il 50% delle persone soffre di sottosviluppo del diaframma della sella turca. Allo stesso tempo, viene diagnosticata una sindrome della sella turca vuota con un massimo del 23% dei pazienti.

I fattori che provocano lo sviluppo di questa anomalia sono molti, il più importante di essi:

  1. Predisposizione ereditaria alla patologia del tessuto connettivo.
  2. Malattie di natura autoimmune.
  3. Lesioni infettive del corpo di eziologia complessa.
  4. Cambiamenti fisiologici (ormonali) nel corpo.
  5. Istruzione cisti aracnoidee.
  6. Significativo aumento della pressione intracranica associato a problemi cardiaci polmonari, ipertensione o lesioni del cranio.
  7. Infarto della ghiandola pituitaria o necrosi improvvisa di adenoma pituitario.
  8. L'uso di contraccettivi orali per lungo tempo o ipofunzione delle ghiandole endocrine.

La diagnosi consiste nell'uso di metodi strumentali e di laboratorio. Le manifestazioni cliniche sono caratterizzate da un decorso ricorrente. Pertanto, la diagnosi precoce consente l'uso di una terapia adeguata nel trattamento senza prescrizione di metodi cardinali chirurgici.

Osteoporosi Sella turca

L'osteoporosi è una malattia che mette a rischio la vita di un paziente. Con l'osteoporosi della sella turca, si verifica una distruzione irreversibile della componente ossea del cranio. La dimensione della ghiandola pituitaria, secondo gli scienziati della ricerca, rimane normale o in un volume un po 'ridotto.

L'osteoporosi locale della sella turca viene diagnosticata come una malattia secondaria, provocando tumori ipofisari. Un gruppo speciale di rischio sono i pazienti con un peso inferiore a 5 kg. La categoria di età è la gente dopo 35 anni.

L'assottigliamento della struttura ossea può essere diagnosticato fin dalle prime fasi. La risonanza magnetica più comunemente prescritta. I medici sottolineano il fatto che non si devono ignorare i sintomi di questa malattia e, con lo sviluppo di mal di testa di eziologia poco chiara, contattare immediatamente gli specialisti.

Regime di trattamento e prevenzione

A causa del fatto che la causa principale dell'osteoporosi è una violazione del tessuto osseo, è importante adottare misure urgenti per ripristinarle. È necessario sviluppare la capacità del corpo di ripristinare la struttura ossea. Per questo, la terapia ormonale complessa è indispensabile.

  • progestinici;
  • androgeni;
  • estrogeni;
  • bifosfonati;
  • calcitonina;
  • preparati di vitamina d

Il regime di trattamento deve essere basato sulle caratteristiche individuali dell'organismo, tenendo conto della storia delle principali e associate malattie, sotto la stretta supervisione del medico curante.

Le forme severe di osteoporosi della sella turca richiedono un uso attento dei farmaci ormonali. Nella maggior parte dei casi, un sostituto per la calcitonina.

L'enfasi principale per la prevenzione della malattia dovrebbe essere fatta alla pubertà, quando la rapida crescita del corpo può provocare la formazione di questa patologia.

Sella turca nel cervello: il ruolo nel corpo umano

Il cervello umano ha molte divisioni. È vitale per qualsiasi organismo vivente. Tutte le funzioni del cervello umano contribuiscono al suo normale funzionamento.

Le parti principali del cervello umano e il loro ruolo.

La struttura principale del cervello è: la corteccia; cervelletto; il baule. La corteccia cerebrale, a sua volta, è divisa nell'emisfero destro e sinistro. Ognuno di essi è diviso in: parte frontale; parietali; temporali; occipitale.

Entrambi gli emisferi del cervello svolgono le loro funzioni.

  1. La parte frontale sinistra è responsabile del pensiero e dell'attenzione. In medicina, si dice che determina la personalità di una persona: una sella turca nel cervello: un ruolo nel corpo umano.
  2. Sulla parte parietale di tali attività come contare, leggere, orientare, scrivere e persino la sensazione di freddo e calore.
  3. Entrambe le parti temporali monitorano la percezione del suono. Con il loro aiuto, una persona traduce il suono udito in parole. Inoltre, i lobi temporali svolgono una funzione importante: la memoria a lungo termine.
  4. La parte occipitale del cervello è responsabile della visione. Elabora tutte le informazioni visive che provengono dall'ambiente.
  5. Il baule Questa è una delle parti più importanti del cervello umano. Ha nella sua composizione il mezzo, il posteriore e il midollo. Ognuna di queste parti svolge le sue funzioni. Il mesencefalo è responsabile della vista e dell'udito. Oblong - focalizzato sulla respirazione, la digestione e il sistema cardiovascolare. Anche questa parte controlla i riflessi come masticare, succhiare, starnutire e vomitare.
  6. Cervelletto. Questa piccola sezione si trova nella parte posteriore della testa. È responsabile per il coordinamento e l'equilibrio dei movimenti.

Il cervelletto è collegato all'ipotalamo, che controlla la funzione vegetativa del corpo umano.

Cos'è una sella turca?

Considerando le immagini del cervello, puoi vedere la posizione della sella turca.

La sella turca nel cervello è una depressione nell'osso sfenoide, che ha una schiena particolare. Si trova sotto l'ipotalamo. Su entrambi i lati sono i nervi ottici. Questo è il luogo in cui si trova il seno venoso. Anche da esso vai alla base delle arterie carotidi del cranio. Di conseguenza, formano una piscina arteriosa che fornisce sangue agli emisferi cerebrali. In caso di violazione delle funzioni neuroendocrine, neurologiche e neuro-oftalmologiche, si verifica un prolasso delle membrane del cervello nella cavità della sella turca. Nel risultato finale, la ghiandola pituitaria si diffonde sulle sue pareti.

Le ragioni per la comparsa di una sella turca vuota?

La sella turca nel cervello ha una forma corrispondente nel cuneo del cranio. In condizioni normali, è riempito con la ghiandola pituitaria. Se c'è un malfunzionamento nel corpo, la forma della sella viene ridotta e la quantità della ghiandola pituitaria, rispettivamente, diminuisce. Quindi inizia a formarsi la cosiddetta sella vuota vuota.

Ci sono sintomi primari e secondari della formazione della malattia. La causa principale è la disfunzione dell'ipofisi o dell'ipotalamo. Potrebbe anche apparire durante il trattamento. La malattia della sella turca del cervello umano, deriva dal sottosviluppo del suo diaframma. Di conseguenza, i tessuti molli delle meningi entrano nello spazio della sella turca. Quindi, la ghiandola pituitaria sotto pressione del tessuto si deposita sul fondo o può essere premuta contro le pareti.

Quando si riduce il numero di ipofisi, lo spazio vuoto è occupato dal liquido cerebrospinale.

Questa malattia può verificarsi quando:

  • gravidanza o la sua fine. In questo caso, c'è iperplasia della ghiandola pituitaria;
  • uso di contraccettivi orali;
  • gravidanze molto frequenti;
  • aumento della pressione, che è accompagnata da insufficienza cardiaca e polmonare;
  • trauma cranico;
  • tumori cerebrali;
  • necrosi di tumori;
  • la comparsa di cisti sulla ghiandola pituitaria;
  • intervento chirurgico nella ghiandola pituitaria;
  • disturbi congeniti del diaframma.

Ci sono alcune ragioni che possono disturbare la funzione del cervello umano e portare alla malattia della sella turca:

  1. Un brusco cambiamento nella pressione del liquido cerebrospinale.
  2. Con emorragia nella ghiandola pituitaria.
  3. Nel trattamento del sistema endocrino.
  4. In caso di irradiazione dell'ipofisi o dell'ipotalamo.
  5. Paktinomy e tumori pituitari.
  6. E anche nel caso della comparsa di iperplasia della ghiandola pituitaria.

Segni di disfunzione della sella turca?

I sintomi della malattia della sella turca nel cervello possono essere completamente diversi. Ma spesso senza una ricerca qualitativa, le complicazioni non possono essere viste.

I principali sintomi della malattia possono essere suddivisi in tre gruppi.

  1. Neurologico. La manifestazione è accompagnata da mal di testa. Possono essere diversi.
    forza e durata. Ci sono anche drammatici cambiamenti nella pressione sanguigna. C'è mancanza di respiro. Ci possono essere brividi. Dolore incerto negli arti e nell'addome. In alcuni casi, ci sono disturbi emotivi.
  2. Endocrino. Si verifica vomito periodico Variazioni di peso. C'è un fallimento della funzione sessuale. Alcuni sintomi del diabete insipido possono essere osservati. In altre parole, appare un eccesso di ormoni ipofisari.
  3. Spotting. Vi sono violazioni del campo visivo. Ci può anche essere gonfiore della parte inferiore dell'occhio. In alcuni casi, può verificarsi dolore retrobulbar. In parallelo, appaiono lacrimazione eccessiva. Tutti questi sintomi compaiono in violazione delle funzioni generali del cervello. Se il nervo ottico è sovraccarico, si verifica una perdita della vista.

Metodi di trattamento della sella turca.

La terapia della malattia dipende dalle ragioni della sua insorgenza. Fondamentalmente, si verifica solo il trattamento sintomatico. Ma in alcuni casi, la terapia è possibile e il motivo principale.

Il trattamento può essere di due tipi:

  1. Chirurgia. Possibile solo se il liquido cerebrospinale passa attraverso le pareti alla base della sella. Ciò accade quando il diaframma viene compresso dal nervo ottico.
    Il video mostra come funziona la sella turca.
  2. Farmaci. Viene utilizzato con una leggera violazione della disfunzione autonomica. In questo caso, viene usato il farmaco antidolorifico.

La malattia della sella turca può verificarsi a causa di altre malattie.

  • acromegalia
  • ipotiroidismo
  • Itsenko - La malattia di Cushing

La malattia della sella turca è strettamente legata al seno sfenoidale. Pertanto, il ritardo nel suo trattamento aumenta significativamente la possibilità di sviluppare la meningite. Può anche essere osservato nelle persone che sono in sovrappeso durante la menopausa. Per trattare questa malattia può essere sia in ospedale che a casa. Ma sotto stretto controllo medico.

Sindrome della sella turca vuota: cause, sintomi, trattamento

La sella turca è una formazione anatomica nell'osso sfenoide, una forma peculiare, analoga al nome. Nel suo centro c'è una depressione - la fossa pituitaria, in cui si trova l'importante organo endocrino - la ghiandola pituitaria. Separa la fossa ipofisaria dallo spazio subaracnoideo del cosiddetto diaframma della sella turca, rappresentato dalla dura madre. Ha un buco che consente il passaggio del gambo ipofisario, che collega questa struttura cerebrale ad un altro, l'ipotalamo.

C'è una condizione patologica in cui le membrane del rigonfiamento del cervello (prolabiruyut) nella fossa pituitaria, stringendo la ghiandola pituitaria. Si diffonde sulla sella, che si manifesta con un complesso di disturbi neurologici, oftalmici e neuroendocrini. È questa patologia che viene chiamata la sindrome della sella turca vuota. A proposito del perché si verifica e di quanto manifestato, così come i principi di diagnosi e trattamento di questo complesso di sintomi saranno discussi nel nostro articolo. Ma prima vorremmo darti qualche informazione storica.

Sfondo storico e statistiche

La sindrome di una sella turca vuota... Molti dei lettori sono perplessi sul misterioso nome di questa patologia. Ma tutto è abbastanza semplice.

Questo termine è stato proposto a metà del secolo scorso. Il patologo V. Bush ha studiato il materiale di oltre 700 morti da varie malattie non correlate alla ghiandola pituitaria, e improvvisamente ha scoperto un fatto interessante. 40 cadaveri (34 di questi erano di sesso femminile) mancavano quasi del tutto il diaframma della sella turca, e la ghiandola pituitaria era sparsa sul fondo con uno strato sottile. A prima vista, sembrava vuoto. Lo specialista si interessò alla sua scoperta e le diede il nome di "sindrome della sella turca vuota".

I sintomi associati a questa patologia sono stati stabiliti quasi 20 anni dopo - nel 1968. Più tardi, gli scienziati hanno suggerito di distinguere tra 2 forme di questa sindrome, di cui parleremo nella sezione appropriata.

Secondo le statistiche, questa anomalia è presente in quasi ogni decimo abitante del nostro pianeta ed è più comune nelle donne. Di norma, non si manifesta e viene scoperto per caso durante l'esame di qualsiasi altra malattia. Tuttavia, per alcune persone, la sindrome di una sella turca vuota provoca ancora un certo numero di determinati sintomi, che in un modo o nell'altro peggiorano la qualità della vita di tali pazienti.

Tipi di patologia

Classificare questa condizione patologica, a seconda dei fattori che lo hanno causato. Assegna forme primarie e secondarie. La Primaria sorge da sola, senza le malattie ipofisarie che la precedono. Il secondario potrebbe essere dovuto a:

  • emorragie nel tumore pituitario;
  • pronto, radioterapia o trattamento farmacologico di alcune malattie della ghiandola pituitaria;
  • processi infettivi nel sistema nervoso centrale.

Cause e meccanismo di sviluppo

La sindrome della sella turca vuota si forma sotto la condizione di insufficienza del suo diaframma. Quest'ultimo può essere sia primario (che si svolge già alla nascita) che secondario (acquisito).

Nell'adolescenza, durante la gravidanza o la menopausa, così come in altre condizioni accompagnate da una ristrutturazione endocrina del corpo, c'è un'iperplasia transitoria (aumento delle dimensioni) dell'ipofisi e delle sue gambe. Può anche essere osservato sullo sfondo dell'uso a lungo termine da parte della donna di contraccettivi ormonali combinati e terapia ormonale sostitutiva per l'insufficienza primaria delle funzioni di questo organo.

La ghiandola pituitaria ingrandita preme sul diaframma, che porta al suo assottigliamento e aumento del diametro del foro. Successivamente, la dimensione della ghiandola pituitaria ritorna normale, e l'insufficienza del diaframma non scompare da nessuna parte, questa struttura non ripristina le sue funzioni.

La situazione è aggravata da un aumento della pressione intracranica, che può verificarsi in neoplasie cerebrali, lesioni alla testa o neuroinfections. Aumenta la probabilità che l'apertura del diaframma della sella turca si allarghi ulteriormente.

Una conseguenza del fallimento del diaframma è la diffusione della pia madre alla cavità della sella turca. Strizzano la ghiandola pituitaria, riducendo la dimensione verticale di questa ghiandola, premendola contro le pareti e il fondo della sella.

Le cellule ipofisarie, anche con un pronunciato effetto esterno su di esse, continuano a funzionare all'interno della norma fisiologica. I sintomi caratteristici di questa patologia derivano da una violazione del controllo dell'ipotalamo sulla ghiandola pituitaria causata da cambiamenti nell'anatomia di queste strutture cerebrali.

Nelle immediate vicinanze della sella turca c'è la croce dei nervi ottici - chiasm opticus. I cambiamenti patologici in questa regione anatomica portano a una tensione dei nervi ottici o disturbano la loro circolazione. Clinicamente, questo si manifesta nei disturbi della vista di un paziente.

sintomi

Le manifestazioni cliniche della sindrome della sella turca vuota sono irregolari - alcuni sintomi vengono periodicamente rimpiazzati da altri.

Da parte del sistema nervoso tali disturbi sono possibili:

  1. Mal di testa. Questo è il sintomo più comune di questa patologia. Tuttavia, non ha alcune caratteristiche. La sua intensità varia da lieve a grave, la durata - da parossistica a quasi costante. Assente anche la chiara localizzazione del dolore.
  2. Disturbi vegetativi I pazienti possono lamentarsi di:
  • gocce di pressione sanguigna;
  • insorgenza improvvisa di brividi;
  • sensazione di mancanza di respiro e mancanza di respiro;
  • ansia e paura;
  • un aumento della temperatura corporea a valori subfebrilari (di norma non superiori a 37,5-37,6 ° C) non associati a patologie somatiche o infettive;
  • dolori di natura spastica nell'addome o negli arti;
  • vertigini fino alla perdita di coscienza a breve termine.

3. Irritabilità, labilità mentale, ridotto interesse nella vita.

I disturbi del sistema endocrino sono associati ad una ridotta (aumentata o diminuita) produzione di ormoni ipofisari. Potrebbe essere:

  • l'iperprolattinemia (il rilascio di un gran numero di prolattina porta a disturbi nella sfera sessuale sia nelle donne che negli uomini);
  • acromegalia (associata ad una maggiore sintesi dell'ormone della crescita);
  • Malattia di Itsenko-Cushing (conseguenza dell'eccessiva secrezione di ormone adrenocorticotropo da parte delle cellule ipofisarie);
  • diabete insipido (si verifica quando c'è una deficienza di vasopressina secreta dalle cellule dell'ipotalamo, o è una conseguenza di una violazione del processo di espulsione dall'ipofisi nel sangue);
  • sindrome metabolica;
  • ipopituitarismo - parziale o totale (ridotta secrezione di uno o più ormoni ipofisari in una sola volta).

I disturbi dell'organo della vista dipendono dal grado di disturbo dell'erogazione di sangue ai nervi ottici e dalla circolazione del liquido cerebrospinale negli spazi aracnoidi. Un paziente può sperimentare:

  • il dolore dietro il bulbo oculare di intensità variabile, accompagnato da una doppia visione, lacrimazione, offuscamento del campo visivo, lampeggia su di esso (fotopsie);
  • patologia dei campi visivi (punti neri in essi (scotomi), perdita della metà (emianopsia));
  • diminuzione dell'acuità visiva (il paziente nota semplicemente che improvvisamente ha cominciato a vedere peggio);
  • gonfiore e arrossamento della testa del nervo ottico, rilevato da un oftalmologo durante l'oftalmoscopia.

Principi di diagnosi

Il processo di diagnosi comprende 3 fasi:

  • la raccolta del dottore di reclami di paziente, dati di anamnesi e un esame oggettivo di esso (in questa fase, di regola, una diagnosi preliminare è istituita);
  • test di laboratorio;
  • diagnostica strumentale.

Considera ciascuno di essi in modo più dettagliato.

Reclami, storia, esame obiettivo

È possibile sospettare la sindrome primaria di una sella turca vuota se vi è una lesione cerebrale traumatica nella storia del paziente, specialmente ripetuta, in pazienti di sesso femminile - un numero elevato di gravidanze, l'uso prolungato di farmaci contraccettivi ormonali.

Spingere il medico a pensare a questa patologia di natura secondaria aiuterà le informazioni sui tumori pituitari precedentemente esistenti, su quale intervento neurochirurgico è stato eseguito o è stata prescritta la radioterapia.

Obiettivamente, è possibile rilevare i segni delle condizioni e delle malattie descritte nella sezione precedente.

Diagnosi di laboratorio

Qui è importante sottoporsi ad un esame del sangue per il livello di uno o un altro ormone pituitario, i cui segni di violazione si verificano in un particolare paziente (prolattina, ACTH, somatotropina e altri).

Attiriamo l'attenzione del lettore sul fatto che i disturbi ormonali accompagnano questa patologia in nessun modo, quindi, il livello normale nel sangue anche di ciascuno degli ormoni secreti dalla ghiandola pituitaria non esclude la diagnosi di questa sindrome.

Metodi di diagnostica strumentale

I più importanti sono i metodi di imaging - imaging a risonanza magnetica o computazionale, e il secondo di questi metodi presenta vantaggi significativi rispetto al primo.

Le immagini mostrano la seguente immagine: nella cavità della sella turca c'è il liquore; ghiandola pituitaria significativamente ridotta in dimensioni verticali (3 mm o meno), ha una forma irregolare (appiattita), spostata sulla parete posteriore o sul fondo della sella.

La risonanza magnetica può anche rilevare segni indiretti di aumentata pressione intracranica: l'espansione dei ventricoli del cervello e di altri spazi contenenti liquido cerebrospinale.

Dei metodi diagnostici che sono più accessibili al pubblico, è possibile notare la radiografia mirata della regione della sella turca. L'immagine mostrerà una diminuzione della ghiandola pituitaria, e la cavità della sella, rispettivamente, appare vuota. Tuttavia, le possibilità di questo metodo di ricerca non ci permettono di affermare in modo affidabile la presenza o l'assenza della sindrome della sella turca vuota.

Tattiche di trattamento

Lo scopo delle misure terapeutiche è la correzione dei disturbi del sistema nervoso, endocrino e dell'organo della visione. A seconda delle caratteristiche della patologia in un particolare paziente, può essere raccomandato un trattamento medico o un intervento chirurgico.

Se la sindrome della sella turca viene scoperta per puro caso, non mostra alcun sintomo, non provoca disagio al paziente, in questo caso non richiede trattamento. Tali pazienti devono essere monitorati e periodicamente esaminati in modo che il medico possa rilevare in tempo un possibile deterioramento della loro condizione.

Trattamento farmacologico

  • Con i disturbi ormonali confermati in laboratorio sotto forma di una carenza nel sangue dei singoli ormoni, viene somministrata la terapia ormonale sostitutiva - la sostanza mancante viene introdotta nel corpo dall'esterno.
  • Se si manifestano sintomi di disturbi autonomici, la terapia sintomatica viene prescritta al paziente (sedativi, abbassamento della pressione sanguigna, antidolorifici e altri farmaci).

L'ipertensione intracranica non è soggetta a correzione con farmaci, passerà da sola dopo che la causa di esso è stata eliminata.

Trattamento chirurgico

In alcune situazioni cliniche, senza l'intervento di un neurochirurgo, purtroppo, non è possibile farlo. Le indicazioni per la chirurgia sono:

  • rilassamento del chiasma ottico nell'apertura dilatata del diaframma, accompagnato da spremitura;
  • perdita di liquido cerebrospinale (CSF) attraverso il fondo assottigliato della sella turca; Questo sintomo è chiamato "liquore" e si manifesta clinicamente con la scadenza di un liquido incolore (quel liquore) dai passaggi nasali del paziente.

Nel primo caso viene eseguita la fissazione transfenoidale del chiasma ottico (chiasma) - in questo modo vengono eliminati la sua compressione e cedimento.

Per eliminare il liquido cerebrospinale, eseguire il muscolo tampone a sella turca.

conclusione

La sindrome vuota della sella turca è una patologia che si verifica in quasi il 10% della popolazione del nostro pianeta.

In alcuni, è asintomatico e si trova solo dopo la morte - all'autopsia. In altri, inoltre, non si manifesta e viene diagnosticato completamente per caso - quando conduce ricerche su una malattia diversa. Nel terzo (sono meno fortunati), la sindrome della sella turca è accompagnata da un complesso di sintomi variabili e variabili, che spesso peggiorano significativamente la loro qualità di vita.

Lo standard diagnostico è la risonanza magnetica. Altri metodi di ricerca non consentono di giudicare con assoluta certezza se il paziente ha questa patologia o meno.

Le tattiche di trattamento, a seconda delle caratteristiche del decorso della malattia, variano dall'osservazione dinamica al trattamento medico e persino all'intervento chirurgico. La prognosi è anche ambigua: alcuni pazienti vivono felici e contenti, persino inconsapevoli dell'esistenza di una tale patologia, altri sentono disagio in relazione ad esso e sono costretti a prendere costantemente i farmaci.

Quale dottore contattare

Se si verificano mal di testa e anomalie persistenti negli organi interni, in particolare aumento di peso, ipertensione e perdita della vista, è necessario contattare un neurologo. Sono richiesti il ​​consulto dell'endocrinologo e lo studio del background ormonale. Un paziente viene esaminato da un oftalmologo per diagnosticare il danno del nervo ottico. Se necessario, un'operazione neurochirurgica.

Clinica di ricerca "MedHalp", un film informativo sul tema "Sindrome vuota sella turca":

Sella turca: le sue funzioni e patologie

Questa formazione ossea ha ricevuto il suo nome insolito per la sua completa somiglianza con la sella del cavallo del design turco stesso - con schienali anteriori e posteriori alti, che escludono la caduta del pilota in avanti o all'indietro.

Questo è il nome della struttura ossea, la cui esistenza è progettata per soddisfare i bisogni della ghiandola pituitaria situata nel suo approfondimento - la ghiandola responsabile dello stato dell'intero sistema endocrino umano. Senza interferire con la mobilità relativa della ghiandola, la forma e il volume della tacca al centro della sella turca creano le condizioni in modo che questa formazione, che è collegata alla superficie inferiore del cervello grande solo da un istmo di gamba sottile, non può muoversi da nessuna parte.

Il concetto generale della sella turca

La base del cranio, composta da diverse ossa di diversa struttura, oltre alle depressioni - le fosse craniche anteriore, centrale e posteriore ha una parte centrale elevata, formata dal corpo dell'osso a forma di cuneo (o principale) e dei suoi componenti strutturali. Nel centro del corpo dell'osso sfenoidale, vi è una depressione, o fossa ipofisaria, delimitata da protuberanze ossee: davanti - i processi inclinati anteriori delle piccole ali dell'osso sfenoide e il tubercolo della sella al centro, dietro - i processi inclinati posteriori del retro della struttura ossea.

Il vicinato della sella turca non è solo con i nervi ottici, ma con tutti i nervi cranici in generale, che si estende dalla base del cervello, in alcuni casi con la loro patologia può diventare pericoloso.

A proposito della struttura

La ghiandola pituitaria (o solo la ghiandola pituitaria o l'appendice cerebrale inferiore) non è direttamente adiacente alla base ossea della sella turca. Essendo in uno stato semi-sospeso sulla gamba di alimentazione che comunica con l'ipotalamo, è contemporaneamente tagliato fuori dal diaframma. Quest'ultima è una struttura di tessuto connettivo - una piastra separata della dura madre, in cui vi è un'apertura per il passaggio della gamba di collegamento. Il diaframma è collegato alle sporgenze ossee che formano le pareti anteriore e posteriore della sella.

La condizione della ghiandola pituitaria può essere influenzata dalle dimensioni dell'incavo recintato, così come dalla presenza di patologia negli organi adiacenti.

Le proprie dimensioni della ghiandola con una massa di 0,5 g sono:

  • antero-posteriore 5-13;
  • superiore-inferiore 6-8;
  • trasversale 3-5 mm.

Le dimensioni della sella turca possono avere i seguenti limiti:

  • la distanza tra le pareti anteriore e posteriore da 9 a 15;
  • distanza massima dal punto più profondo al livello dell'apertura da 7 a 13 mm. La distanza tra i confini della ghiandola pituitaria e le pareti della sella non deve essere inferiore a 1 mm.

A sua volta, la forma della scanalatura della sella può essere:

Il primo ad ospitare l'organo ghiandolare è ottimale. Nella seconda e nella terza variante (con la predominanza della dimensione antero-posteriore rispetto alla profondità o viceversa) la sua posizione non è così favorevole per l'implementazione dell'afflusso di sangue, da cui dipendono sia lo stato della ghiandola che la sua attività secretoria.

Vicine le formazioni accoppiate alla sella turca sono:

  • il tratto ottico;
  • il nervo mascellare e mandibolare che lascia il cranio, rispettivamente, attraverso fori tondi e ovali nella sua base;
  • arteria meningea media, penetrando nella fossa mid-craniale attraverso il forame spinoso;
  • III, IV e VI nervi cranici che emergono dal cranio attraverso la fessura orbitale superiore.

Ai lati, nelle immediate vicinanze della fossa pituitaria, ci sono piramidi con aperture uditive interne per l'ingresso dei nervi facciali e il rilascio dei nervi della pre-porta-coclea. La parte posteriore della sella, a sua volta, serve come inizio del pendio, sul quale si trovano il ponte e il midollo, ai lati dei quali si trovano gli emisferi cerebellari.

Informazioni sulle funzioni eseguite

Tradizionalmente si ritiene che il compito principale dell'esistenza di questa struttura sia di mantenere la ghiandola pituitaria in una posizione stabile e confortevole per questo. Ma questa non è tutte le sue funzioni.

Inoltre, il suo dorso posteriore è il substrato per il midollo allungato e il ponte, mentre quello anteriore per la regione del chiasma ottico (chiasma ottico).

Informazioni sui possibili tipi di patologia

Questi includono:

  • variazione delle dimensioni (e del volume, rispettivamente) della cavità centrale, sia verso l'alto che verso il basso;
  • eccesso di pressione nella cavità della sella turca;
  • calcificazione della sua cavità;
  • deviazioni nel livello di pneumatizzazione ossea (contenuto d'aria nelle cavità ossee) sia nella direzione della sua assenza o diminuzione, sia nella direzione della sua ridondanza.

Oltre alle anomalie dimensionali del dragaggio che porta l'intestino della sella turca, lo stato del diaframma della formazione ossea stessa è significativo.

Il diametro dell'orifizio del diaframma non è costante - a causa della presenza di fibre muscolari nella sua composizione, può cambiare, il che influenza lo stato della ghiandola e le formazioni nervose e vascolari situate accanto ad esso.

Oltre al diametro, la condizione generale di questa partizione estremamente flessibile e pieghevole separa l'ipofisi dallo spazio subaracnoideo attorno al cervello grande pieno di liquido cerebrospinale (liquido cerebrospinale). Può avere una struttura o uno spessore anomalo, oppure non può attaccarsi alle ossa nei luoghi appropriati.

Nella variante del diradamento, sottosviluppo del diaframma o apertura troppo ampia in esso, è possibile spingerlo nella cavità della massa del liquido cerebrospinale insieme alla membrana morbida del cervello, irta di vari gradi di compressione dell'ipofisi. Nel caso della compressione più forte, parlano di una sella turca "vuota", che implica l'assenza di una normale struttura ipofisaria dovuta all'appiattimento dell'organo - la cavità è piena di CSF con residui di tessuti ghiandolari e nervi ottici premuti (poiché si trovano direttamente sopra il diaframma della sella).

Informazioni sulle cause della disfunzione

Le ragioni per i disturbi della funzione del letto pituitario osseo possono essere:

  • difetti alla nascita - deviazioni dalla giusta dimensione e forma a causa delle caratteristiche genetiche;
  • disturbi del metabolismo minerale e dei microelementi, che portano alla scarsità del tessuto osseo o alla sua distruzione;
  • disturbi circolatori sistemici o locali;
  • ipertensione endocranica;
  • la presenza di un tumore che causa deformità della cavità ossea.

A seconda della causa effettiva, il grado di disfunzione può essere significativamente pronunciato o sottile. Quindi, se un tumore maligno ha una rapida crescita con rapida distruzione dell'osso e un altrettanto rapido aumento dei sintomi, quindi nelle malattie metaboliche (patologia endocrina, malattie del sangue, condizioni immunitarie e altre deficienze, processi infettivi cronici impoverimento nel corpo), la patologia è lieve e richiede studio lungo e scrupoloso.

Una categoria separata di cause è lo stato sia del diaframma della sella che delle sue singole strutture. Oltre alla sua atrofia o sottosviluppo, piccolo spessore o attaccamento improprio alle ossa, la risposta delle fibre muscolari del diaframma allo stato di intossicazione del corpo, o l'insorgenza di paura, rabbia o altre emozioni negative dall'essere in una situazione stressante a cui rispondono con spasmo (fino alla curvatura del diaframma).

Sintomi di patologia della sella turca

Considerando che il suo compito principale è proteggere l'appendice inferiore del cervello, qualsiasi deviazione dalla norma in termini di dimensioni, forma, struttura della sella turca (specialmente in combinazione con il fattore di ipertensione endocranica) porta alla disfunzione ipofisaria, che si traduce in una varietà di sintomi:

  • neurologiche;
  • endocrinologico;
  • visiva.

Il primo gruppo di sintomi include la presenza di immotivato:

  • mal di testa, di diversa natura e intensità, localizzazione, a seconda dell'ora del giorno e di altri fattori;
  • manifestazioni asteniche (sotto forma di rapida stanchezza ingiustificata e debolezza irragionevole, intolleranza anche di piccoli carichi fisici e mentali);
  • disfunzione vegetativa (fino a crisi vegetative e attacchi di panico) con ipertensione arteriosa, dolore all'addome e nel cuore, diarrea, mancanza di respiro, disturbi del ritmo cardiaco, sudorazione e raffreddamento delle estremità;
  • fluttuazioni nel background emotivo: dall'apatia all'amarezza, al pianto o all'allegria sfrenata.

La gravità dei sintomi endocrini può variare da segni poco evidenti a manifestazioni cliniche significative e dipende dal grado di attività o dall'insufficienza della produzione di questo ormone da parte della ghiandola pituitaria. Pertanto, uno squilibrio ormonale può manifestarsi:

  • l'obesità;
  • diminuzione o eccesso di attività della ghiandola tiroidea (nel primo caso è sonnolenza combinata con gonfiore, costipazione, pelle secca, unghie fragili e capelli, nel secondo - un aumento emotivo con attività febbrile irregolare, palpitazioni, mani tremanti e simili);
  • manifestazioni di acromegalia - gigantismo sia in relazione all'altezza della crescita, sia a livello delle dimensioni delle singole parti del corpo;
  • sintomi di iperprolattinemia correlati a disturbi nella sfera sessuale e riproduttiva (sotto forma di instabilità del ciclo mestruale, infertilità maschile e femminile, ginecomastia maschile - aumento delle dimensioni e della massa delle ghiandole mammarie);
  • disturbo della ghiandola surrenale sotto forma di sindrome di Itsenko-Cushing con un tipo caratteristico di obesità, pelle secca e presenza di bande blu-viola sulla pelle dell'addome, fianchi, ghiandole lattee, eccesso di pressione sanguigna e crescita dei peli corporei, disturbi mentali (depressione o manifestazioni aggressive) e altri sintomi caratteristici della patologia.

Le manifestazioni visive della patologia percepita da un paziente possono essere chiamate sintomi visivi:

  • visione offuscata con l'effetto di "nebbia", la vaghezza degli oggetti;
  • visione doppia;
  • ridurre l'acutezza o i vari gradi di limitazione dei campi visivi (dai singoli punti neri alla perdita di metà dei campi visivi);
  • dolore agli occhi (dietro i bulbi oculari).

Il fondo dell'occhio se osservato da un oculista è caratterizzato da iperemia ed edema dei dischi del nervo ottico.

Sulla diagnosi delle violazioni

Nessuno dei sintomi elencati è patognomonico (caratteristico) della disfunzione delle strutture della sella turca - solo dalla loro combinazione possiamo assumere la presenza di patologia.

Per chiarire la diagnosi richiesta:

  • esame da parte di un oftalmologo;
  • testare gli ormoni nel sangue e nelle urine;
  • Consultazione di un ginecologo (per le donne);
  • lo studio del metodo radiologico o ecografico.

Per problemi di trattamento

I metodi di esposizione per la disfunzione della sella turca possono includere il trattamento:

  • farmaci;
  • un intervento chirurgico;
  • combinato.

La prima direzione include la correzione dei disturbi somatici che ha portato alla compressione della ghiandola pituitaria a causa di cambiamenti negli indici di costanza dell'ambiente interno del corpo. Implica:

  • ripristino della normale pressione intracranica e degli indicatori della pressione sanguigna;
  • eliminazione degli stati carenti (normalizzazione delle forme ormonali e di altre forme di metabolismo dei tessuti);
  • ripristino della circolazione linfatica e del sangue nel corpo (specialmente a livello del microcircolo).

Tutte queste misure hanno successo solo con un leggero grado di disfunzione della sella turca. La presenza di tumori o di un altro fattore distruttivo richiede un'operazione microchirurgica in quest'area, seguita da una correzione farmacologica nel periodo postoperatorio.

In conclusione

Se il paziente non mostra alcuna patologia, è sufficiente avere solo un'osservazione periodica da parte di un neuropatologo.

Pertanto, lo screening da parte di medici specialisti che seguono una complessa strategia di prevenzione delle malattie dovrebbe essere regolare.

KCC. Skull. Sella turca '' Vuota ''. +

Sella turca '' Vuota ''.

LN Samsonov, A.V. Svirin

Il termine sindrome della sella turca "vuota" (PTS) dovrebbe essere inteso come il prolasso di una cisterna soprasellare nella cavità di una sella turca, accompagnata da un quadro clinico di cefalea, neuroendocrina e disturbi visivi.

L'unità della regolazione neuroumorale nel corpo umano è assicurata dal sistema ipotalamico-ipofisario, in cui i nervi ottici e il chiasma sono strettamente collegati anatomicamente. Lo sviluppo del conflitto nella regione dell'ipofisi chiasmatico-ipotalamo porta a compromissione della vista [21,36].
La frase "vuota" sella turca fu introdotta in medicina da W. Busch nel 1951. Fu il primo a relazionare una sella turca parzialmente "vuota" all'insufficienza del diaframma, e propose anche una classificazione delle forme della sella turca a seconda del volume dei serbatoi intrasellari e del tipo di struttura del diaframma [11,20,22,25].
Secondo Busch, il 40-50% delle persone ha il sottosviluppo o l'assenza di un diaframma a sella turca. I sintomi clinici associati alla sella "vuota" furono descritti per la prima volta nel 1968 da N Guiot [36]. Sono molto meno comuni (secondo vari autori, dal 10 al 23% del gruppo di pazienti neuroendocrini) [3, 19].
Weiss e Raskin hanno sottolineato la necessità di distinguere tra PTS primario (idiopatico) e secondario (dopo radioterapia e trattamento chirurgico) [20,21,22].
Anatomia di una sella turca
L'ingresso della sella turca copre la dura madre, chiamata diaframma della sella (figura 1). Il diaframma separa la cavità della sella turca e la ghiandola pituitaria dallo spazio subaracnoideo, escludendo solo il foro attraverso il quale passa la gamba (imbuto) della ghiandola pituitaria. L'attaccamento del diaframma, il suo spessore e la natura dell'orifizio sono soggetti a significative variazioni anatomiche [6,20, 22, 23,37]. Il diaframma può essere sottosviluppato, con un'apertura bruscamente allargata attraverso la quale un serbatoio soprasellulare viene introdotto nella cavità della cavità a vari gradi [3,7,12,20,38,41]. La sella turca "vuota" non dovrebbe essere presa alla lettera: è piena di liquido cerebrospinale, di tessuto ipofisario, a volte di chiasma e di nervi ottici che possono "piegarsi" dentro [6.41].

Nell'80% dei casi si verifica un prolasso anteriore del serbatoio soprasellare [7.41] (Fig. 2).

Eziologia e patogenesi di PTS
La membrana aracnoidea prolassa nella cavità della sella turca attraverso un foro nel diaframma se la dimensione di quest'ultimo supera i 5 mm [22,25,34,41]. L'insufficienza del diaframma è un prerequisito per la formazione del TCP.
Attualmente, una vasta gamma di fattori patologici e fisiologici che contribuiscono allo sviluppo di una sella turca "vuota" sono noti:
- aumento della pressione intracranica a causa di cardiopatia polmonare, ipertensione arteriosa, trauma cranico;
- aumento locale della pressione nei ventricoli con tumori cerebrali, trombosi del seno;
- processi fisiologici (gravidanza, parto, menopausa);
- ipofunzione primaria delle ghiandole endocrine periferiche, uso prolungato di contraccettivi orali;
- cisti aracnoidee sviluppate a seguito di aracnoidite oppio-chiasmatica;
- necrosi spontanea di adenoma ipofisario, infarto della ghiandola pituitaria;
- gravi malattie infettive (meningite, febbre emorragica);
- malattie autoimmuni (tiroidite autoimmune, malattia di Sjogren, adenoipofisite linfocitaria);
- inferiorità ereditaria del tessuto connettivo (presenza di PTS nei genitori e nei bambini).
Così, è stato stabilito che la formazione di una sella turca "vuota" richiede due condizioni: insufficienza del diaframma e ipertensione intracranica, altri fattori contribuiscono solo al suo sviluppo [1,20,22,29,34].
Clinica della sindrome di TCP
Il quadro clinico è dinamico, il turnover di una sindrome da un'altra, remissioni spontanee [2,3,22,].
Più spesso le donne sono ammalate (4/5) di età compresa tra 35 e 55 anni. Circa il 75% dei pazienti è obeso [13,22,29,36].
Il sintomo più frequente è il mal di testa (80-90%), che non ha una localizzazione chiara e varia da lieve a insopportabile, quasi costante [2,13,8,22,26]. La disfunzione ipotalamica è espressa da sindromi vegetative e crisi vegetative con brividi, un brusco aumento della pressione arteriosa, cardialgia, mancanza di respiro, ansia, dolore all'addome, arti, febbre, spesso stati sincopali [2,8,22,32]. Insieme ai disturbi vegetativi, i pazienti con sindrome PTS sono soggetti a disturbi emotivo-personali e motivazionali. I sintomi clinici e il decorso della malattia sono aggravati a causa di una situazione di stress acuto o cronico [3,5].
I sintomi endocrini di PTS sono dovuti alla compromissione della funzione trofica della ghiandola pituitaria, manifestata come ipo-o ipersecrezione e varia di gravità: da subclinica a grave. [1,12,13, 20,22, 24,33]. Per Bjerre osserva che i disturbi dell'ipofisi nella sindrome PTS sono simili ai cambiamenti nell'adenoma ipofisario e la PTS è spesso associata a microadenomi [22]. Ipotiroidismo, iperprolattinemia e disfunzione sessuale (ridotta potenza, libido, oligo e amenorrea) sono più comuni nei pazienti di questo gruppo [21,31,37]. Brismar ha trovato PTS in pazienti con malattia di Itsenko-Cushing, Dominique ha riportato la presenza di PTS nel 10% dei pazienti con acromegalia [7,13,22,37].
La causa dei disturbi endocrini nel PTS non è considerata la compressione delle cellule secretorie dell'ipofisi, che continuano a funzionare anche con ipoplasia significativa, ma una violazione del controllo ipotalamico della ghiandola pituitaria a causa della difficoltà di entrare nei neuroormoni ipotalamici [3,6,29,35,36,39].
Compromissione della vista nella sindrome PTS
I cambiamenti nel sistema visivo sono diversi per natura e gravità [1,5,8,19,20,22,32]. Molto spesso, i pazienti soffrono di dolori retrobulbari, accompagnati da lacrimazione, chemosi, diplopia, fotopsie e "appannamento" [32,38].
La riduzione dell'acuità visiva, i cambiamenti nei campi visivi, l'edema e l'iperemia della testa del nervo ottico (disco del nervo ottico), rilevati durante l'esame, sono soggetti a fluttuazioni e dipendono dalla circolazione del liquore negli spazi aracnoidei e dall'apporto di sangue al percorso chiasm-ottico [5,8,38].
Secondo Obrador S., su 19 pazienti con PTS in 7, i disturbi visivi sono stati espressi solo da sintomi soggettivi (visione offuscata, diplopia, fotopsia), in 3 oftalmoscopia bilaterale ricorrente edema del disco ottico ricorrente è stata determinata, in 2 pazienti con perimetria, emianopsia è stata rilevata senza una ragione evidente. 7 pazienti con PTS non presentavano deficit visivi [38].
Per la sindrome TCP, i difetti del campo visivo sono caratteristici. Le emianopsie bitemporiali, gli scotomi centrali e paracentrali e, più raramente, l'emianopsia quadrante e binasale [1,19,20,27,29,36] sono più comuni.
Bosman e Bergstrand hanno riscontrato difetti del campo visivo in 10 su 48 pazienti con PTS, Jaja-Albarran in 6 su 41, Per Bjerre in 3 su 20, Mortara e Non-ell in 4 su 7 [22,24,33].
Formati due concetti patogenetici dei disturbi del campo visivo nel PTS: trazione e ischemico. Secondo il primo concetto, la tensione tra il chiasma e il bordo anteriore del diaframma (quando quest'ultimo è spostato nella cavità della sella turca) e la tensione tra il chiasma e il gambo ipofisario (quando la gamba viene spostata indietro e di lato) può portare a difetti nei campi visivi. Come seconda teoria ischemica, ci sono opzioni per la compressione dell'arteria orbitale nello spazio subaracnoideo che circonda il nervo ottico, e il deterioramento dell'erogazione di sangue al chiasma e al nervo ottico quando vengono rimossi dal pool carotideo [27,29,36].
Le emianopsie binasale e quadrante sono simili ai cambiamenti nei campi visivi nel glaucoma primario ad angolo aperto. La diagnosi differenziale in questi casi è difficile, ma importante perché il glaucoma a bassa pressione non è raro e richiede un'attenzione speciale da parte di un oftalmologo [1,20,40,43]. Vi sono prove della frequente combinazione di TCP e glaucoma.
Beattie ha trovato la sindrome PTS in 8 pazienti con glaucoma: 3 presentavano glaucoma a bassa pressione, 4 glaucoma tipico ad angolo aperto e 1 glaucoma neovascolare. Lo scavo glaucomatoso del disco ottico è stato identificato mediante discoscopia stereoscopica e confermato da una fotografia stereo. Per 5 anni, i pazienti hanno ricevuto terapia antipertensiva locale con un effetto positivo: il glaucoma ha avuto un decorso stabile senza progressione dei difetti del campo visivo [20].
C'è un diverso punto di vista su questo problema. Berke, Neelon, Yamayashi descrivono anche casi di glaucoma a bassa pressione in combinazione con TCP e suggeriscono che questi pazienti hanno uno "pseudoglaucoma" [20,37,43]. Tuttavia, Rouhiainen, esaminando 15 pazienti con glaucoma a bassa pressione con sindrome di TCP, è giunto alla conclusione che la coincidenza della sindrome da TCP con glaucoma dovrebbe essere considerata più corretta [40].
Le crisi vegetative tipiche della sindrome di TCP aggravano la situazione e possono portare a una ridotta circolazione del sangue nell'arteria centrale della retina (CRA). Di norma, questi disturbi si verificano nelle giovani donne affette da obesità e disturbi endocrini [19,29].
La sindrome PTS è rilevata nel 10% dei pazienti con ipertensione intracranica benigna (DVH), i cui principali sintomi clinici sono anche mal di testa e gonfiore del nervo ottico [5,8,22,23]. La causa del DVG rimane poco chiara. I disturbi endocrini sono considerati il ​​fattore eziologico più frequente: obesità, ipo e ipertiroidismo, galattorrea-amenorrea, gravidanza, menopausa. Per Bjerre riporta casi di improvvisa perdita della vista in pazienti con DVG, la cui causa è un aumento del gonfiore dei nervi ottici e della compressione nel canale ottico [22,23]. La relazione tra PTS e ipertensione endocranica benigna è probabilmente duplice [22].
L'esame oftalmologico nei pazienti con sindrome PTS è di importanza cruciale per la diagnosi della malattia e la scelta delle tattiche terapeutiche. La minaccia della perdita della vista è un'indicazione per l'intervento chirurgico [3 6].
Diagnosi dello strumento di TCP
Fino a poco tempo fa, nella diagnosi della sella turca "vuota" venivano usati i test delle radiazioni: craniografia, pneumo-cisternografia e tomografia computerizzata, che non erano sufficientemente informativi e sicuri [22,24,33].
La tomografia a risonanza magnetica (MRI) è attualmente un metodo sicuro e altamente sensibile per l'imaging della regione della cantina chiasmal [6,38,41].
La risonanza magnetica consente la ricerca su qualsiasi piano in sezioni sottili di 1-1,5 mm, presenta un elevato contrasto tissutale, nessun artefatto dalle strutture ossee del cranio.
Per PTS è caratterizzata da una triade di sintomi:
· Il primo sintomo è la presenza di liquido cerebrospinale nella cavità della sella turca, come evidenziato dalle zone di un segnale uniforme a bassa intensità nella modalità T1W e un segnale ad alta intensità in modalità T2W, la ghiandola pituitaria è deformata, ha la forma di una falce o mezzaluna fino a 2-4 mm di spessore, il suo tessuto è bianco-iso-intensivo la sostanza del cervello, l'imbuto, di regola, è localizzato centralmente;
· Il secondo - prolasso asimmetrico del serbatoio soprasellare nella cavità della sella, spostamento dell'imbuto anteriormente, posteriormente o lateralmente;
· Il terzo - il diradamento e l'allungamento dell'imbuto dell'ipofisi.
Oltre ai principali cambiamenti nella regione parasellare, la risonanza magnetica rivela segni indiretti di ipertensione endocranica (espansione dei ventricoli e degli spazi contenenti liquidi) associata a questa patologia.
Vi è evidenza di quasi il 100% di sensibilità della risonanza magnetica nella diagnosi di sindrome da PTS [7,10,38,41].
Diagnosi di laboratorio
Basato sulla determinazione degli ormoni trofici della ghiandola pituitaria, ma non c'è certezza e stabilità in questi indicatori, che è anche caratteristica del TCP [1,13,20,33].
Quindi, la sindrome di PTS è un complesso di sintomi di disturbi neuroendocrini e visivi, il quadro clinico è simile all'adenoma pituitario. L'eziologia e la patogenesi della sindrome determinano l'insufficienza congenita del diaframma, l'aumento della pressione intracranica e un numero di fattori correlati. La causa dei disturbi neuroendocrini non è considerata la compressione delle cellule secretorie dell'ipofisi, ma la compressione delle sue gambe, che porta a una violazione del controllo ipotalamico dell'ipofisi.
I disturbi visivi sono rappresentati da disturbi soggettivi, difetti nei campi visivi e deterioramento dell'acuità visiva, sono causati sia dall'aumento della pressione nello spazio subaracnoideo che circonda il nervo ottico, sia dall'ischemia del sistema visivo-chiasmo. I cambiamenti oftalmoscopici nella sindrome PTS sono espressi da iperemia e gonfiore del nervo ottico, ma possono essere rappresentati dall'atrofia dell'ONH con scavo glaucomatoso tipico. Combinazione marcata di sindrome da TCP con glaucoma.
Il decorso clinico della sindrome è ricorrente, a causa del grado di compromissione endocrina, neurologica e visiva. Di norma, la malattia procede favorevolmente con la diagnosi precoce e un'adeguata terapia sintomatica. Gravi disturbi visivi progressivi sono indicazioni per il trattamento chirurgico.