Decodifica l'EEG del cervello

Sclerosi

L'importanza del normale funzionamento del cervello è indiscutibile: qualsiasi deviazione influirà certamente sulla salute dell'intero organismo, indipendentemente dall'età e dal sesso della persona. Pertanto, al minimo segnale del verificarsi di violazioni, i medici raccomandano immediatamente di essere esaminati. Attualmente, la medicina utilizza con successo un numero piuttosto elevato di tecniche diverse per lo studio dell'attività e della struttura del cervello.

Ma se è necessario accertare la qualità dell'attività bioelettrica dei suoi neuroni, allora il metodo più appropriato per questo è sicuramente un elettroencefalogramma (EEG). Il medico che esegue la procedura deve essere altamente qualificato, poiché, oltre a condurre lo studio, dovrà leggere correttamente i risultati ottenuti. Decodifica competente di EEG è un passo garantito per stabilire la diagnosi corretta e la successiva nomina di un trattamento appropriato.

Dettagli sull'encefalogramma

L'essenza del sondaggio è di fissare l'attività elettrica dei neuroni delle formazioni strutturali del cervello. L'elettroencefalogramma è un tipo di registrazione dell'attività neurale su un nastro speciale quando si usano gli elettrodi. Questi ultimi sono fissati sulla testa e registrano l'attività di una certa parte del cervello.

L'attività del cervello umano è direttamente determinata dal lavoro delle sue formazioni sulla linea mediana: la formazione del proencefalo e del reticolo (il complesso neurale di connessione), che determina la dinamica, il ritmo e la costruzione dell'EEG. La funzione di collegamento della formazione determina la simmetria e l'identità relativa dei segnali tra tutte le strutture cerebrali.

La procedura è prescritta in caso di sospetto di varie violazioni della struttura e dell'attività del sistema nervoso centrale (sistema nervoso centrale) - neuroinfezioni, come meningite, encefalite e poliomielite. Con queste patologie, l'attività dell'attività cerebrale cambia e questo può essere immediatamente diagnosticato sull'EEG, oltre a stabilire la localizzazione dell'area interessata. L'EEG viene eseguito sulla base di un protocollo standard, in cui viene registrata la rimozione degli indicatori durante la veglia o il sonno (nei neonati), nonché l'utilizzo di test specializzati.

I test principali includono:

  • fotostimolazione: impatto sugli occhi chiusi con bagliori luminosi;
  • iperventilazione: respiro profondo e raro per 3-5 minuti;
  • aprire e chiudere gli occhi.

Questi test sono considerati standard e vengono utilizzati per encefalogrammi cerebrali e cerebrali per adulti e bambini di qualsiasi età e per varie patologie. Ci sono diversi test aggiuntivi che vengono prescritti in certi casi, come: spremere le dita nel cosiddetto pugno, trovare 40 minuti al buio, privare il sonno per un certo periodo, monitorare il sonno notturno, superare test psicologici.

Cosa può essere valutato con l'EEG?

Questo tipo di esame consente di determinare il funzionamento del cervello in diversi stati del corpo: sonno, veglia, attività fisica, attività mentale e altro. L'EEG è un metodo semplice, assolutamente innocuo e sicuro che non richiede la violazione della pelle e delle mucose dell'organo.

Attualmente è ampiamente utilizzato nella pratica neurologica, in quanto consente di diagnosticare l'epilessia, di individuare disturbi infiammatori, degenerativi e vascolari nelle regioni cerebrali con un alto grado. La procedura prevede anche la determinazione della posizione specifica di tumori, escrescenze cistiche e danni strutturali a seguito di lesioni.

L'EEG che utilizza gli stimoli luminosi e sonori ci consente di distinguere patologie isteriche da quelle vere o di rivelare la simulazione di quest'ultima. La procedura è diventata quasi indispensabile per le camere di rianimazione, fornendo un monitoraggio dinamico dei pazienti in coma.

Processo dei risultati di apprendimento

L'analisi dei risultati ottenuti viene eseguita in parallelo durante la procedura e durante la fissazione degli indicatori e continua dopo il suo completamento. Durante la registrazione, viene presa in considerazione la presenza di artefatti: il movimento meccanico degli elettrodi, l'elettrocardiogramma, l'elettromiogramma, la guida dei campi di corrente principale. L'ampiezza e la frequenza sono stimate, gli elementi grafici più caratteristici sono distinti e viene determinata la loro distribuzione temporale e spaziale.

Alla fine, l'interpretazione pato-e fisiologica dei materiali è fatta, e la conclusione dell'EEG è formulata sulla sua base. Al completamento, viene compilata la principale forma medica per questa procedura, che ha il nome di "rapporto elettroencefalografico clinico", compilato dal diagnostico sui dati analizzati del record "crudo".

L'interpretazione della conclusione dell'EEG è formata sulla base di un insieme di regole e si compone di tre sezioni:

  • Descrizione dei principali tipi di attività e elementi grafici.
  • Conclusione dopo la descrizione con materiali fisiopatologici interpretati.
  • Correlazione di indicatori delle prime due parti con materiali clinici.

Tipi di attività del cervello umano registrate durante la registrazione EEG

I principali tipi di attività che vengono registrati durante la procedura e successivamente sottoposti a interpretazione, nonché ulteriori studi sono la frequenza, l'ampiezza e la fase dell'onda.

frequenza

L'indicatore è stimato dal numero di oscillazioni dell'onda al secondo, fissato in numeri e espresso nell'unità di misura - hertz (Hz). La descrizione indica la frequenza media dell'attività studiata. Di norma, vengono acquisite 4-5 sezioni di registrazione della durata di 1 s e viene calcolato il numero di onde a ciascun intervallo di tempo.

ampiezza

Questo indicatore - l'ambito delle oscillazioni ondulate del potenziale eclettico. È misurato dalla distanza tra i picchi di onde in fasi opposte ed è espresso in microvolt (μV). Un segnale di calibrazione è usato per misurare l'ampiezza. Se, per esempio, viene rilevato un segnale di calibrazione con una tensione di 50 μV su un disco con un'altezza di 10 mm, allora 1 mm corrisponderà a 5 μV. L'interpretazione dei risultati è data alle interpretazioni dei valori più frequenti, escludendo completamente quelle rare.

Il valore di questo indicatore valuta lo stato corrente del processo e determina le sue variazioni di vettore. Sull'elettroencefalogramma, alcuni fenomeni sono stimati dal numero di fasi in essi contenute. Le oscillazioni sono suddivise in monofasico, bifasico e polifasico (contenente più di due fasi).

Ritmi del cervello

Il termine "ritmo" su un elettroencefalogramma è considerato come un tipo di attività elettrica relativa a un particolare stato del cervello, coordinato da meccanismi appropriati. Quando decifrare gli indici del ritmo EEG del cervello, viene inserita la sua frequenza, corrispondente allo stato dell'area del cervello, l'ampiezza e le sue variazioni caratteristiche durante i cambiamenti funzionali di attività.

Ritmi della persona sveglia

L'attività cerebrale registrata su un ELETTROENCEFALOGRAMMA in un adulto ha parecchi tipi di ritmi, caratterizzati da alcuni indicatori e condizioni del corpo.

  • Ritmo alfa La sua frequenza aderisce all'intervallo di 8-14 Hz ed è presente nella maggior parte dei soggetti sani - oltre il 90%. I valori di ampiezza più alti sono osservati a riposo del soggetto, che si trova in una stanza buia con gli occhi chiusi. Meglio definito nella regione occipitale. Fragmentalmente bloccato o completamente attenuato con attività mentale o attenzione visiva.
  • Ritmo Beta La sua frequenza d'onda varia nel range di 13-30 Hz e le principali modifiche sono osservate con lo stato attivo del soggetto. Le vibrazioni pronunciate possono essere diagnosticate nei lobi frontali con la condizione obbligatoria dell'attività attiva, ad esempio l'eccitazione mentale o emotiva e altre. L'ampiezza delle oscillazioni beta è molto inferiore a quella alfa.
  • Ritmo gamma La gamma di oscillazioni è da 30, può raggiungere 120-180 Hz ed è caratterizzata da un'ampiezza piuttosto ridotta - inferiore a 10 μV. Il superamento del limite di 15 μV è considerato una patologia che causa una diminuzione delle capacità intellettuali. Il ritmo è determinato quando si risolvono problemi e situazioni che richiedono maggiore attenzione e concentrazione.
  • Ritmo di Kapp È caratterizzato da un intervallo di 8-12 Hz ed è osservato nella parte temporale del cervello durante i processi mentali sopprimendo le onde alfa in altre aree.
  • Ritmo di Lambda Ha una piccola gamma di 4-5 Hz, viene lanciato nella regione occipitale quando sono necessarie decisioni visive, ad esempio, cercando qualcosa con gli occhi aperti. Le oscillazioni scompaiono completamente dopo aver concentrato lo sguardo su un punto.
  • Ritmo Mu. È determinato dall'intervallo di 8-13 Hz. Corre nella parte posteriore della testa, ed è meglio osservata in uno stato calmo. È soppresso all'inizio di ogni attività, non escludendo quella mentale.

Ritmi del sonno

Una categoria separata di tipi di ritmi che si manifestano in condizioni di sonno o in condizioni patologiche comprende tre varietà di questo indicatore.

  • Ritmo Delta. È caratteristico per la fase del sonno profondo e per i pazienti in coma. Registrato anche durante la registrazione di segnali da aree della corteccia cerebrale, situate al confine con le aree dei processi oncologici interessati. A volte può essere risolto nei bambini di 4-6 anni.
  • Ritmo theta L'intervallo di frequenza è compreso tra 4 e 8 Hz. Queste onde sono innescate dall'ippocampo (filtro delle informazioni) e si manifestano durante il sonno. Responsabile per l'assimilazione qualitativa delle informazioni ed è la base dell'auto-apprendimento.
  • Ritmo sigma Differisce in frequenza di 10-16 Hz ed è considerato una delle fluttuazioni principali e notevoli dell'elettroencefalogramma spontaneo, derivante dal sonno naturale nella sua fase iniziale.

In base ai risultati ottenuti durante la registrazione dell'EEG, viene determinato un indicatore che caratterizza la valutazione completa completa delle onde - l'attività bioelettrica del cervello (BEA). Il diagnostico controlla i parametri EEG - la frequenza, il ritmo e la presenza di lampi acuti che provocano manifestazioni caratteristiche, e su questi motivi trae una conclusione finale.

Interpretazione di indicatori dell'elettroencefalogramma

Al fine di decifrare l'EEG, e di non perdere nessuna delle più piccole manifestazioni sul disco, lo specialista deve tener conto di tutti i punti importanti che possono influenzare i parametri studiati. Questi includono l'età, la presenza di alcune malattie, possibili controindicazioni e altri fattori.

Al termine della raccolta di tutti i dati della procedura e del loro trattamento, l'analisi va a completamento e quindi viene formata la conclusione finale, che sarà fornita per prendere ulteriori decisioni sulla scelta del metodo terapeutico. Qualsiasi interruzione dell'attività può essere un sintomo di malattie causate da determinati fattori.

Ritmo alfa

La norma per la frequenza è determinata nell'intervallo 8-13 Hz e la sua ampiezza non supera il livello di 100 μV. Queste caratteristiche indicano una salutare condizione umana e l'assenza di qualsiasi patologia. Le violazioni sono:

  • fissazione costante del ritmo alfa nel lobo frontale;
  • la differenza tra gli emisferi è fino al 35%;
  • violazione permanente della sinusoidalità dell'onda;
  • presenza di dispersione di frequenza;
  • ampiezza inferiore a 25 μV e superiore a 95 μV.

La presenza di violazioni di questo indicatore indica una possibile asimmetria degli emisferi, che può essere il risultato di tumori oncologici o patologie della circolazione sanguigna nel cervello, ad esempio, ictus o emorragia. Un'alta frequenza indica un danno al cervello o ad un trauma cranico (trauma cranico).

La completa assenza del ritmo alfa è spesso osservata nei casi di demenza e nei bambini le anomalie sono direttamente correlate al ritardo mentale (MAD). Questo ritardo nei bambini è evidenziato dalla mancanza di organizzazione delle onde alfa, uno spostamento della messa a fuoco dalla regione occipitale, aumento della sincronia, una breve reazione di attivazione e una super reazione alla respirazione intensa.

Ritmo Beta

Nella norma accettata, queste onde sono chiaramente definite nei lobi frontali del cervello con un'ampiezza simmetrica nell'intervallo di 3-5 μV, registrata in entrambi gli emisferi. L'elevata ampiezza porta i medici a pensare alla presenza di una commozione cerebrale, e quando appaiono brevi mandrini, appare l'encefalite. Un aumento della frequenza e della durata dei fusi indica lo sviluppo dell'infiammazione.

Nei bambini, le manifestazioni patologiche delle oscillazioni beta sono considerate di 15-16 Hz di frequenza e un'alta ampiezza presente - 40-50 μV, e se la sua localizzazione è parte centrale o anteriore del cervello, allora questo dovrebbe avvisare il medico. Queste caratteristiche indicano un'alta probabilità di sviluppo ritardato del bambino.

Delta e theta ritmi

Un aumento dell'ampiezza di questi indici sopra 45 μV su base continuativa è caratteristico dei disturbi funzionali del cervello. Se gli indicatori sono aumentati in tutte le regioni del cervello, allora questo potrebbe indicare gravi violazioni delle funzioni del sistema nervoso centrale.

Se viene rilevata un'ampiezza elevata del ritmo delta, viene impostato un sospetto di neoplasia. I valori sovrastimati del ritmo theta e delta, registrati nella regione occipitale, indicano che il bambino è inibito e ritardato nel suo sviluppo, così come una violazione della funzione di circolazione del sangue.

Decifrare i valori a intervalli di età diversi

La registrazione EEG di un bambino prematuro alla settimana di gestazione 25-28 si presenta come una curva in forma di ritardi delta e theta lenti, periodicamente combinati con picchi di onda affilati di 3-15 secondi di lunghezza con una diminuzione dell'ampiezza a 25 μV. Nei neonati a termine, questi valori sono chiaramente suddivisi in tre tipi di indicatori. Con veglia (con una frequenza periodica di 5 Hz e un'ampiezza di 55-60 Hz), una fase di sonno attiva (con una frequenza stabile di 5-7 Hz e un'ampiezza bassa bassa) e un sonno riposante con lampi di oscillazioni delta ad alta ampiezza.

Durante i 3-6 mesi della vita del bambino, il numero di oscillazioni theta è in costante aumento, mentre il ritmo delta, al contrario, è caratterizzato da un declino. Inoltre, da 7 mesi a un anno, il bambino sta formando onde alfa, e il delta e il theta gradualmente svaniscono. Nei successivi 8 anni, un EEG ha osservato una sostituzione graduale delle onde lente con onde veloci - oscillazioni alfa e beta.

Fino all'età di 15 anni, le onde alfa dominano, e all'età di 18 anni, la trasformazione BEA è completa. Durante il periodo da 21 a 50 anni, gli indicatori stabili quasi non cambiano. E con 50, inizia la fase successiva di regolazione ritmica, che è caratterizzata da una diminuzione dell'ampiezza delle oscillazioni alfa e un aumento di beta e delta.

Dopo 60 anni, la frequenza inizia anche a svanire gradualmente, e in una persona sana sull'EEG, si osservano manifestazioni di oscillazioni delta e theta. Secondo i dati statistici, gli indici di età da 1 a 21 anni, considerati "sani", sono determinati nelle persone esaminate 1-15 anni, raggiungendo il 70% e nel range 16-21 - circa l'80%.

Le patologie più comuni diagnosticate

A causa dell'elettroencefalogramma, malattie come l'epilessia o vari tipi di lesioni traumatiche cerebrali (TBI) sono facilmente diagnosticate.

epilessia

Lo studio permette di determinare la localizzazione dell'area patologica, così come un tipo specifico di malattia epilettica. Al momento della sindrome convulsiva, il record EEG ha un numero di manifestazioni specifiche:

  • onde appuntite (picchi): improvvisamente l'aumento e la caduta possono verificarsi in uno o più siti;
  • la combinazione di onde lente a punta durante un attacco diventa ancora più pronunciata;
  • improvviso aumento dell'ampiezza sotto forma di razzi.

L'uso di segnali artificiali stimolanti aiuta a determinare la forma di una malattia epilettica, poiché fornisce l'apparenza di un'attività nascosta difficile da diagnosticare nell'EEG. Ad esempio, la respirazione intensiva, che richiede l'iperventilazione, porta ad una diminuzione del lume dei vasi sanguigni.

Anche utilizzata la fotostimolazione eseguita con uno stroboscopio (una potente fonte di luce), e se non vi è alcuna reazione allo stimolo, allora molto probabilmente c'è una patologia associata alla conduttività degli impulsi visivi. La comparsa di fluttuazioni non standard indica cambiamenti patologici nel cervello. Il medico non dovrebbe dimenticare che l'esposizione a una luce potente può portare a un attacco epilettico.

Se è necessario stabilire una diagnosi di TBI o tremori con tutte le caratteristiche patologiche inerenti, l'EEG è spesso usato, specialmente nei casi in cui è necessario stabilire la posizione della lesione. Se TBI è leggero, la registrazione registrerà deviazioni insignificanti dalla norma - asimmetria e instabilità dei ritmi.

Se la lesione risulta essere seria, allora, le deviazioni sull'EEG saranno pronunciate. Cambiamenti atipici nel registro, peggiorando durante i primi 7 giorni, indicano un massiccio danno cerebrale. Gli ematomi epidurali spesso non sono accompagnati da una clinica speciale, possono essere determinati solo rallentando le oscillazioni alfa.

Ma le emorragie subdurali sembrano molto diverse: formano onde delta specifiche con lampi di oscillazioni lente, e anche l'alfa è sconvolto. Anche dopo la scomparsa delle manifestazioni cliniche, i cambiamenti patologici cerebrali possono verificarsi sul disco per qualche tempo, a causa di TBI.

Il ripristino della funzione cerebrale dipende dal tipo e dall'estensione della lesione, nonché dalla sua localizzazione. In aree soggette a menomazioni o lesioni, può verificarsi attività patologica, che è pericolosa per lo sviluppo di epilessia, pertanto, al fine di evitare complicazioni di lesioni, si dovrebbe regolarmente sottoporsi a EEG e monitorare lo stato degli indicatori.

Nonostante il fatto che l'EEG sia abbastanza semplice e non richieda interventi nel metodo di ricerca del corpo del paziente, ha una capacità diagnostica piuttosto elevata. Rivelare anche i più piccoli disturbi dell'attività cerebrale assicura una rapida decisione sulla scelta della terapia e dà al paziente la possibilità di una vita produttiva e salutare!

Elettroencefalogramma (EEG): l'essenza dell'esame che rivela, conduce, risultati

Per comodità, la parola lunga "elettroencefalografia" e medici, e pazienti sostituiscono l'abbreviazione e chiamano questo metodo diagnostico semplicemente - EEG. Va notato che alcuni (probabilmente, per aumentare il significato della ricerca) parlano dell'EEG del cervello, ma questo non è del tutto corretto, dal momento che la versione latinizzata dell'antica parola greca "encephalon" è tradotta in russo come "cervello" e di per sé è parte del termine medico è l'encefalografia.

Elettroencefalografia o EEG è un metodo di studio del cervello (GM) per identificare focolai di maggiore prontezza convulsiva della sua corteccia, che è tipica per l'epilessia (compito primario), tumori, condizioni dopo un ictus, encefalopatie strutturali e metaboliche, disturbi del sonno e altre malattie. La base dell'encefalografia è la registrazione dell'attività elettrica del GM (frequenza, ampiezza), e questo viene fatto con l'aiuto di elettrodi attaccati in diversi punti sulla superficie della testa.

Che tipo di ricerca è EEG?

Periodicamente le convulsioni convulsive, che si verificano nella maggior parte dei casi con una completa perdita di coscienza, vengono comunemente definite epilessia, che la medicina ufficiale chiama l'epilessia.

Il primo e principale metodo di diagnosi di questa malattia che ha servito l'umanità per molti decenni (il primo colpo EEG è stato datato 1928) è l'encefalografia (elettroencefalogramma). Certamente, l'apparato per lo studio (encefalogramma) fino ad oggi è cambiato in modo significativo e migliorato, le sue capacità con l'uso della tecnologia informatica sono aumentate notevolmente. Tuttavia, l'essenza del metodo diagnostico rimane la stessa.

Gli elettroencefalografi sono collegati agli elettrodi (sensori), che nella forma di un cappuccio sono sovrapposti sulla superficie della testa del soggetto. Questi sensori sono progettati per catturare le più piccole esplosioni elettromagnetiche e trasmettere informazioni su di loro all'apparecchiatura principale (apparecchiatura, computer) per l'elaborazione e l'analisi automatica. L'encefalogramma elabora gli impulsi ricevuti, li amplifica e li fissa sulla carta sotto forma di una linea spezzata, che ricorda molto un ECG.

L'attività bioelettrica del cervello è creata principalmente nella corteccia con la partecipazione di:

  • Il talamo, supervisione e realizzazione della ridistribuzione delle informazioni;
  • L'ARS (attivando il sistema reticolare), i cui nuclei, sistemati in diverse parti del GM (midollo e midollo, ponte, sistema diencefalico), ricevono segnali da molti percorsi e li trasmettono a tutte le parti della corteccia.

Gli elettrodi leggono questi segnali e li consegnano al dispositivo dove avviene la registrazione (l'immagine grafica è un encefalogramma). Elaborazione e analisi delle informazioni - il compito del software informatico, che "conosce" le norme dell'attività biologica del cervello e la formazione dei bioritmi, a seconda dell'età e di una certa situazione.

Ad esempio, un EEG di routine rileva la formazione di ritmi patologici durante un attacco o nel periodo tra le crisi, l'EEG del sonno o il monitoraggio notturno dell'EEG mostra come cambiano i biopotenziali del cervello durante l'immersione nel mondo dei sogni.

Pertanto, l'elettroencefalografia mostra l'attività bioelettrica del cervello e la consistenza dell'attività delle strutture cerebrali durante la veglia o durante il sonno e risponde alle seguenti domande:

  1. Se ci sono punti focali di maggiore prontezza convulsiva del GM, e se esistono, in quale area si trovano;
  2. A quale stadio è la malattia, fino a che punto è andata, o, al contrario, ha cominciato a regredire;
  3. Quale effetto dà il medicinale selezionato e se la sua dose è correttamente calcolata;

Naturalmente, anche la macchina più "intelligente" non sostituirà uno specialista (di solito un neurologo o un neurofisiologo), che ha il diritto di decifrare un encefalogramma dopo aver subito un addestramento speciale.

Caratteristiche dell'EEG nei bambini

Cosa dire dei bambini, se alcuni adulti, dopo aver ricevuto un rinvio ad un EEG, iniziano a chiedere cosa e come, perché dubitano della sicurezza di questa procedura. Nel frattempo, in realtà non può arrecare alcun danno a un bambino, ma ora è davvero difficile realizzare un EEG per un piccolo paziente. Per i bambini fino a un anno, l'attività bioelettrica del cervello viene misurata durante il sonno, prima di lavarsi la testa, dar da mangiare al bambino e, senza allontanarsi dal solito programma (sonno / veglia), regolare la procedura per il sonno del bambino.

Ma se i bambini al di sotto di un anno possono aspettare fino a quando non si addormentano, allora un bambino da uno a tre (e alcuni anche più anziani) ha ancora bisogno di essere persuaso, quindi per 3 anni lo studio è solo sveglio e calmo, dando la preferenza in altri casi il sonno.

I preparativi per la visita al rispettivo gabinetto devono iniziare tra qualche giorno, trasformando la futura campagna in un gioco. Puoi provare ad interessare il tuo bambino con un viaggio piacevole, dove può andare con sua madre e il suo giocattolo preferito, trovare altre opzioni (di solito i genitori sono più consapevoli di come convincere il bambino a sedersi tranquillamente, a non muovere, a non piangere ea non parlare). Sfortunatamente, tali restrizioni sono molto difficili da sopportare per i bambini piccoli, perché non riescono ancora a capire la gravità di un tale evento. Beh, in questi casi, il dottore sta cercando un'alternativa...

Le indicazioni per l'encefalografia diurna nel sonno di un bambino o di notte EEG sono:

  • Rilevamento di stati parossistici di varia genesi - convulsioni epilettiche, sindrome convulsiva sullo sfondo di alta temperatura corporea (convulsioni febbrili), convulsioni epilettiformi, non associata a vera epilessia e differenziata da essa;
  • Monitorare l'efficacia della terapia antiepilettica per la diagnosi accertata di "epilessia";
  • Diagnosi delle lesioni ipossiche e ischemiche del SNC (presenza e gravità);
  • Determinazione della gravità delle lesioni cerebrali a scopo prognostico;
  • Lo studio dell'attività bioelettrica del cervello nei giovani pazienti per studiare le fasi della sua maturazione e lo stato funzionale del sistema nervoso centrale.

Inoltre, viene spesso suggerito di eseguire l'elettroencefalogramma in distonia vegetativa-vascolare con frequenti svenimenti e vertigini, con ritardo nell'acquisizione delle abilità del linguaggio e della balbuzie. Non trascurare questo metodo in altri casi che richiedono lo studio delle riserve della funzionalità del cervello, poiché la procedura è innocua e indolore, ma può fornire la massima informazione per la diagnosi di una particolare patologia. L'elettroencefalogramma è molto utile se ci sono episodi di disturbi della coscienza, ma la loro causa non è chiara.

Diversi metodi di registrazione

La registrazione dei potenziali bioelettrici del cervello viene effettuata in diversi modi, ad esempio:

  1. All'inizio di una ricerca diagnostica che identifica le cause delle condizioni parossistiche, viene utilizzato un metodo di registrazione encefalogramma di routine time-brief (≈ 15 min), che prevede l'uso di test provocatori per rilevare violazioni nascoste: al paziente viene chiesto di respirare profondamente (iperventilato), aprire e chiudere gli occhi o dare una stimolazione luminosa (fotostimolazione);
  2. Se l'EEG di routine non fornisce le informazioni necessarie, il medico prescrive l'encefalografia con privazione (privazione del sonno durante la notte, in tutto o in parte). Per condurre uno studio di questo tipo e ottenere risultati affidabili, una persona non è autorizzata a dormire o viene svegliata 2-3 ore prima che la persona test "suoni la sveglia biologica";
  3. La registrazione EEG a lungo termine con la registrazione dell'attività bioelettrica della corteccia GM durante l'ora di riposo (EEG del sonno) avviene se il medico sospetta che i cambiamenti nel cervello avvengano esattamente quando sono in "modalità sonno";
  4. Gli esperti più informativi considerano l'EEG notturno, che è registrato in un ospedale. Iniziano lo studio mentre sono ancora svegli (prima di andare a letto), continuano mentre si assopiscono, catturano l'intero periodo di sonno notturno e finiscono dopo un risveglio naturale. Se necessario, la registrazione dell'attività bioelettrica del GM è completata dalla sovrapposizione di elettrodi soprannumerari e dall'uso di apparecchiature di fissaggio video.

Registrazione a lungo termine di attività elettrica per diverse ore durante il sonno e registrazione della notte EEG è chiamato monitoraggio EEG. Naturalmente, tali metodi richiedono il coinvolgimento di ulteriori attrezzature e risorse materiali, così come la permanenza del paziente in un ospedale.

Tempo e equipaggiamento formano un prezzo.

In altri casi, è necessario misurare i biopotenziali di GM al momento dell'attacco. Perseguendo obiettivi simili, il paziente, così come per condurre l'EEG notturno, viene inviato all'ospedale per il ricovero in ospedale, dove il monitoraggio EEG quotidiano viene effettuato utilizzando apparecchiature audio e video. Il monitoraggio EEG continuo con fissazione video durante il giorno offre l'opportunità di verificare l'origine epilettica dei disturbi della memoria parossistica, delle aure isolate e dei fenomeni psicomotori episodici.

L'elettroencefalogramma è uno dei metodi più accessibili per studiare il cervello. E anche per il prezzo. A Mosca, questo studio può essere trovato per 1.500 rubli, e per 8.000 rubli (monitoraggio del sonno EEG per 6 ore) e 12.000 rubli (EEG notturno).

In altre città della Russia si può ottenere con una piccola quantità, ad esempio, in Bryansk il prezzo parte da 1200 rubli, in Krasnoyarsk da 1100 rubli, e in Astrakhan inizia da 800 rubli.

Certo, è meglio fare un EEG in una clinica specializzata di un profilo neurologico, dove nei casi dubbi è possibile stabilire una diagnosi collettiva (in tali istituti, molti esperti possono criptare l'EEG), così come consultare un medico subito dopo il test o risolvere rapidamente il problema riguardante altri metodi di ricerca cerebrale.

Informazioni sui principali ritmi dell'attività elettrica GM

Nel decifrare i risultati dello studio vengono presi in considerazione diversi fattori: età del soggetto, condizioni generali (presenza di tremore, debolezza degli arti, deficit visivo, ecc.), Terapia anticonvulsivante al momento della registrazione dell'attività bioelettrica del cervello, tempo approssimativo (data) dell'ultimo episodio e et al.

Un elettroencefalogramma è costituito da vari bioritmi complessi che emanano dall'attività elettrica di un GM in diversi periodi di tempo, a seconda delle situazioni specifiche.

Quando decifrate l'EEG, prestate innanzitutto attenzione ai ritmi principali e alle loro caratteristiche:

  • Ritmo alfa (frequenza - nell'intervallo da 9 a 13 Hz, l'ampiezza dell'oscillazione - da 5 a 100 μV), presente in quasi tutti gli individui che non reclamano la propria salute durante il periodo di inattività (rilassamento durante il riposo, rilassamento, meditazione superficiale). Non appena una persona apre gli occhi e cerca di visualizzare un'immagine, le onde α diminuiscono e possono scomparire del tutto se l'attività funzionale del cervello aumenta ulteriormente. Quando decodificano gli EEG, i seguenti parametri del ritmo α sono importanti: ampiezza (μV) sopra l'emisfero sinistro e destro, frequenza dominante (Hz), prevalenza di alcuni contatti (frontale, parietale, occipitale, ecc.), Asimmetria inter-emisferica (%). La depressione del ritmo α è causata da ansia, paura, attivazione dell'attività nervosa autonoma;
  • Il ritmo beta (la frequenza è nell'intervallo da 13 a 39 Hz, l'ampiezza dell'oscillazione è fino a 20 μV) non è solo la modalità della nostra veglia, il ritmo β è caratteristico del lavoro mentale attivo. Nello stato normale, la gravità delle onde β è molto debole, il loro eccesso indica la risposta immediata del GM allo stress;
  • Ritmo theta (frequenza - da 4 a 8 Hz, l'ampiezza è compresa tra 20 e 100 μV). Queste onde riflettono un cambiamento di coscienza non patologico, per esempio, una persona che sonnecchia, è mezza addormentata, nella fase del sonno superficiale, vede già alcuni sogni, e quindi i ritmi θ vengono rivelati. In una persona sana, l'immersione nel sonno è accompagnata dall'apparizione di un numero significativo di θ ritmi. Il rafforzamento del ritmo theta si osserva durante lo stress psico-emotivo prolungato, i disturbi mentali, le condizioni di crepuscolo tipiche di alcune malattie neurologiche, la sindrome astenica, la commozione cerebrale cerebrale;
  • Un ritmo delta (la frequenza si trova nell'intervallo da 0,3 a 4 Hz, l'ampiezza va da 20 a 200 μV) è caratteristico di un'immersione profonda nel sonno (sonno naturale addormentato e sonno artificiale - anestesia). In varie patologie neurologiche si osserva l'amplificazione dell'onda-δ;

Inoltre, nella corteccia cerebrale si verificano altre oscillazioni elettriche: i ritmi gamma che raggiungono le alte frequenze (fino a 100 Hz), i ritmi kappa formati nei lead temporali durante l'attività mentale attiva, i ritmi mu associati allo stress mentale. Queste onde nel piano diagnostico non sono particolarmente interessanti, poiché si verificano durante un carico mentale significativo e un intenso "lavoro di pensiero", che richiede un'alta concentrazione di attenzione. Un elettroencefalogramma è noto per essere registrato, anche se durante la veglia, ma in uno stato calmo, e in alcuni casi viene generalmente prescritto il monitoraggio notturno dell'EEG o EEG del sonno.

Video: ritmi alfa e beta su EEG

Decodifica EEG

principali conduttori EEG e loro designazioni

Un EEG cattivo o buono può essere giudicato solo dopo l'interpretazione finale dei risultati dello studio. Pertanto, verrà discusso un buon EEG se durante il periodo di veglia sull'encefalogramma del nastro sono stati registrati:

  • Nei conduttori occipitale-parietale - onde α sinusoidali con una frequenza di oscillazione compresa tra 8 e 12 Hz e un'ampiezza di 50 μV;
  • Nelle aree frontali - β-ritmi con una frequenza di oscillazione maggiore di 12 Hz e un'ampiezza non superiore a 20 μV. In alcuni casi, le onde β si alternano con i ritmi θ con una frequenza compresa tra 4 e 7 Hz e si parla anche delle varianti della norma.

Va notato che le singole onde non sono specifiche per una particolare patologia. Un esempio sono le onde acute epilettiformi, che in alcune circostanze possono apparire in persone sane, non affette da epilessia. Al contrario, i complessi delle onde di picco (frequenza 3 Hz) indicano inequivocabilmente epilessia con piccole convulsioni convulsive (petit mal) e onde acute (frequenza 1 Hz) indicano una progressiva malattia degenerativa della malattia GM - Creutzfeldt-Jakob, quindi queste onde con La decodifica è una funzione diagnostica importante.

Nel periodo tra gli attacchi, l'epilessia può essere trascurata, poiché i picchi e le onde acuminate caratteristiche di questa malattia non sono osservati in tutti i pazienti che mostrano tutti i sintomi clinici della patologia al momento di un attacco convulsivo. Inoltre, manifestazioni parossistiche in altri casi possono essere registrate in persone completamente sane, senza segni o prerequisiti per lo sviluppo della sindrome convulsiva.

In relazione a quanto sopra, dopo aver condotto uno studio singolo e non aver trovato attività epilettica sullo EEG di fondo ("EEG buono"), l'epilessia non può essere completamente esclusa dai risultati di un test se vi sono segni clinici della malattia. È necessario esaminare il paziente per questa spiacevole malattia con altri metodi.

La registrazione EEG durante un attacco convulsivo in un paziente con epilessia può fornire le seguenti opzioni:

  1. Frequenti scariche elettriche di alta ampiezza, che dicono che il picco del sequestro è arrivato, un rallentamento dell'attività - l'attacco si è spostato nella fase di attenuazione;
  2. Epiactivity focale (indica la posizione del focus di prontezza convulsa e la presenza di crisi parziali - dovrete trovare la causa del danno focale del GM);
  3. Manifestazioni di cambiamenti diffusi (registrazione di scariche parossistiche e onda di picco) - tali indicatori indicano che l'attacco è di natura generalizzata.

Se l'origine della lesione GM viene stabilita e le variazioni diffuse sono registrate sull'EEG, allora il valore diagnostico di questo studio, sebbene non così significativo, consente comunque di trovare una particolare malattia che è lontana dall'epilessia:

  • Meningite, encefalite (soprattutto causata da infezione da herpes) - su EEG: formazione periodica di scariche epilettiformi;
  • Encefalopatia metabolica - su un encefalogramma: presenza di onde "trifase" o decelerazioni diffuse del ritmo e focolai di attività lenta simmetrica nelle aree frontali.

Cambiamenti diffusi su un encefalogramma possono essere registrati in pazienti che hanno subito un livido GM o una commozione cerebrale, il che è comprensibile - l'intero cervello soffre di gravi ferite alla testa. Tuttavia, c'è un'altra opzione: cambiamenti diffusi si trovano nelle persone che non mostrano alcun reclamo e si considerano completamente sani. Succede e questo, e se non ci sono manifestazioni cliniche di patologia, quindi non c'è motivo di preoccupazione neanche. Forse, al prossimo esame, il record EEG rifletterà il tasso completo.

In alcuni casi, la diagnosi aiuta l'EEG

L'elettroencefalogramma, che rivela le capacità funzionali e le riserve del sistema nervoso centrale, è diventato il punto di riferimento per lo studio del cervello, che i medici ritengono opportuno in molti casi e in varie condizioni:

  1. Per valutare il grado di immaturità funzionale del cervello nei pazienti giovani (in un bambino di età inferiore ad un anno, la ricerca viene sempre eseguita durante il sonno, nei bambini più grandi, a seconda della situazione);
  2. Con vari disturbi del sonno (insonnia, sonnolenza, frequenti risvegli notturni, ecc.);
  3. In presenza di convulsioni e convulsioni epilettiche;
  4. Per confermare o escludere complicazioni di processi infiammatori causati da neuroinfection;
  5. Con lesioni vascolari del cervello;
  6. Dopo TBI (contusione cerebrale, commozione cerebrale) - EEG mostra la profondità della sofferenza del GM;
  7. Valutare la gravità degli effetti dei veleni neurotossici;
  8. In caso di sviluppo del processo oncologico che interessa il sistema nervoso centrale;
  9. Con disturbi mentali di vario tipo;
  10. Il monitoraggio EEG viene effettuato nel valutare l'efficacia della terapia anticonvulsivante e la selezione dei dosaggi ottimali di agenti terapeutici;
  11. La ragione per fare un EEG può essere segni di disfunzione delle strutture cerebrali nei bambini e il sospetto di alterazioni degenerative del tessuto nervoso di GM negli anziani (demenza, morbo di Parkinson, morbo di Alzheimer);
  12. I pazienti in coma devono essere valutati per lo stato del cervello;
  13. In alcuni casi, lo studio richiede un intervento chirurgico (determinazione della profondità dell'anestesia);
  14. Fino a che punto i disturbi neuropsichiatrici sono andati incontro all'insufficienza epatocellulare (encefalopatia epatica) e ad altre forme di encefalopatia metabolica (renale, ipossica) aiuteranno a riconoscere l'encefalografia;
  15. Tutti i conducenti (futuri e attuali) quando si sottopongono a una visita medica per ottenere / sostituire i loro diritti sono offerti di sottoporsi a un EEG di riferimento fornito alla polizia stradale. Il sondaggio è disponibile nell'applicazione e si identifica facilmente completamente non idoneo alla guida, pertanto è stato messo in servizio;
  16. L'elettroencefalogramma è prescritto alle reclute con anamnesi di disturbo convulsivo (sulla base di dati della scheda medica) o in caso di reclamo di convulsioni con perdita di coscienza accompagnata da convulsioni;
  17. In alcuni casi, un tale studio come EEG viene utilizzato per stabilire la morte di una parte significativa delle cellule nervose, cioè la morte cerebrale (queste sono situazioni in cui si dice che "una persona molto probabilmente si è trasformata in una pianta").

Video: EEG e rilevazione dell'epilessia

Lo studio non richiede una formazione specifica.

La preparazione speciale dell'EEG non richiede, tuttavia, alcuni pazienti hanno chiaramente paura della procedura imminente. Non è uno scherzo - hanno messo sensori con fili in testa, che leggono "tutto ciò che accade all'interno della scatola del cranio" e trasmettono l'intera quantità di informazioni al dispositivo intelligente (infatti, gli elettrodi registrano variazioni nella differenza potenziale tra due sensori in derivazioni diverse). Gli adulti sono dotati di un attacco simmetrico alla superficie della testa di 20 sensori + 1 disaccoppiati, che è sovrapposto alla regione parietale, un bambino piccolo ne ha anche 12.

Nel frattempo, i pazienti particolarmente sensibili vogliono rassicurare: lo studio è assolutamente innocuo, non ha restrizioni sulla frequenza e l'età (almeno diverse volte al giorno ea qualsiasi età - dai primi giorni di vita fino all'età avanzata, se le circostanze lo richiedono).

La preparazione principale è quella di garantire la pulizia dei capelli, per i quali il paziente lava la testa con lo shampoo il giorno prima, risciacqua e asciuga bene, ma non usa alcun mezzo chimico per pettinare i capelli (gel, schiuma, vernice). Gli oggetti di metallo che servono per la decorazione (clip, orecchini, forcine per capelli, piercing) vengono rimossi anche prima che un EEG sia fatto. In aggiunta a questo:

  • Per 2 giorni, rinuncia all'alcol (forte e debole), non usare bevande che stimolano il sistema nervoso, non assapora il cioccolato;
  • Prima dello studio, ricevono consigli da un medico per quanto riguarda i farmaci presi (ipnotici, tranquillanti, anticonvulsivi, ecc.). Potrebbe essere necessario cancellare singoli farmaci, concordando con il medico curante, e se ciò non può essere fatto, è necessario informare il medico, che sarà impegnato a decifrare l'encefalogramma (contrassegnato nel modulo di direzione), in modo che tenga a mente queste circostanze e ne tenga conto al momento di redigere l'opinione.
  • 2 ore prima dell'esame, i pazienti non dovrebbero permettersi di mangiare e rilassarsi con una sigaretta (tali eventi possono falsare i risultati);
  • Non è raccomandato fare un EEG all'altezza di una malattia respiratoria acuta, così come con tosse e congestione nasale, anche se questi segni non riguardano un processo acuto.

Quando vengono osservate tutte le regole della fase preparatoria, vengono presi in considerazione alcuni punti, il paziente è seduto su una sedia comoda, i punti di contatto della superficie della testa con gli elettrodi sono macchiati di gel, i sensori sono attaccati, un cappuccio viene applicato o dispensato, il dispositivo viene acceso - la registrazione è passata... I test provocativi sono utilizzati secondo necessità il tempo di registrazione dell'attività bioelettrica del cervello. Di norma, questo bisogno sorge quando i metodi di routine non forniscono informazioni adeguate, cioè quando si sospetta l'epilessia. I metodi che provocano l'attività epilettica (respirazione profonda, apertura e chiusura degli occhi, sonno, leggera irritazione, privazione del sonno) attivano l'attività elettrica della corteccia GM, gli elettrodi raccolgono gli impulsi inviati dalla corteccia e trasmettono all'apparecchiatura principale per l'elaborazione e la registrazione.

Inoltre, quando si sospetta l'epilessia (soprattutto temporale, che nella maggior parte dei casi presenta difficoltà nella diagnosi), vengono utilizzati sensori speciali: temporale, sfenoidale, rinofaringeo. E, va notato, i dottori hanno riconosciuto ufficialmente che in molti casi sono le derivazioni nasofaringee che rivelano il focus dell'attività epilettica nella regione temporale, mentre altre derivazioni non reagiscono ad essa e inviano impulsi normali.

Ciò che mostra l'EEG (elettroencefalogramma) del cervello

Mal di testa irragionevoli, sonno povero, affaticamento, irritabilità - tutto questo può essere dovuto a scarsa circolazione nel cervello o anomalie nel sistema nervoso. Per la diagnosi tempestiva delle anomalie negative nei vasi, verrà utilizzato un EEG, un elettroencefalogramma del cervello. Questo è il metodo di esame più informativo e accessibile che non danneggia il paziente e può essere utilizzato in modo sicuro durante l'infanzia.

L'elettroencefalogramma viene utilizzato per l'esame dei vasi cerebrali.

EEG del cervello - che cos'è?

Un encefalogramma della testa è uno studio di un organo vitale esponendo le sue cellule a impulsi elettrici.

Il metodo determina l'attività bioelettrica del cervello, è molto istruttivo e accurato, poiché mostra il quadro clinico completo:

  • il livello e la distribuzione dei processi infiammatori;
  • la presenza di alterazioni patologiche nei vasi;
  • primi segni di epilessia;
  • processi tumorali;
  • il grado di compromissione della funzionalità cerebrale dovuta a patologie del sistema nervoso;
  • effetti di ictus o chirurgia.

L'EEG aiuta a rilevare i segni di epilessia

Dove posso fare e il prezzo del sondaggio

L'elettroencefalogramma può essere fatto in qualsiasi centro medico specializzato. Le istituzioni possono essere sia pubbliche che private. A seconda della forma di proprietà, del livello di qualifica della clinica e dell'equipaggiamento utilizzato, i prezzi per la procedura differiscono in modo significativo.

Inoltre, i seguenti fattori influenzano il costo di un encefalogramma:

  • la durata della procedura diagnostica;
  • eseguire test funzionali;
  • l'uso di programmi speciali (per mappare, studiare gli impulsi epilettici, confrontare aree di aree simmetriche del cervello).
Il costo medio di un elettroencefalogramma è 2680 r. I prezzi nelle cliniche russe partono da 630 r.

Indicazioni per elettroencefalogramma

Prima di assegnare l'encefalografia del paziente, uno specialista esamina una persona e analizza i suoi reclami.

La ragione per l'EEG può essere i seguenti stati:

  • problemi di sonno - insonnia, frequenti risvegli, camminando in un sogno;
  • capogiri regolari, svenimenti;
  • stanchezza e costante sensazione di stanchezza;
  • mal di testa irragionevoli.

Con frequenti dolori alla testa, è necessario sottoporsi a un EEG.

A prima vista, cambiamenti insignificanti nello stato di salute possono essere il risultato di processi irreversibili nel cervello.

Pertanto, i medici possono prescrivere un encefalogramma per il rilevamento o il sospetto di tali patologie come:

  • malattie del collo e dei vasi della testa;
  • distonia vegetativa, insufficienza cardiaca;
  • condizione dopo un ictus;
  • ritardo del linguaggio, balbuzie, autismo;
  • processi infiammatori (meningite, encefalite);
  • disturbi endocrini o focolai sospetti di tumore.

La ricerca obbligatoria dell'elettroencefalogramma è considerata per le persone che hanno subito lesioni alla testa, interventi chirurgici neurochirurgici o persone che soffrono di attacchi epilettici.

Come prepararsi per lo studio

Monitorare l'attività elettrica del cervello richiede una semplice preparazione. Per l'affidabilità dei risultati, è importante seguire le raccomandazioni di base del medico.

  1. Non usare anticonvulsivanti, sedativi e tranquillanti 3 giorni prima della procedura.
  2. 24 ore prima dello studio non bere bevande gassate, tè, caffè ed energia. Escludere il cioccolato Non fumare
  3. Alla vigilia della procedura, lavare accuratamente il cuoio capelluto. Per escludere l'uso di cosmetici (gel, vernici, schiume, mousse).
  4. Prima di iniziare la ricerca, rimuovere tutti i gioielli in metallo (orecchini, catenina, clip, forcine)
  5. I capelli devono essere sciolti: ogni tipo di tessitura deve essere tesa.
  6. È necessario mantenere la calma prima della procedura (per evitare stress e esaurimenti nervosi per 2-3 giorni) e durante la sua attuazione (non aver paura del rumore e dei lampi di luce).

Un'ora prima dell'esame è necessario mangiare bene - lo studio non è condotto a stomaco vuoto.

Il giorno prima del sondaggio non è possibile mangiare cioccolato

Come viene eseguito l'elettroencefalogramma?

La valutazione dell'attività elettrica delle cellule cerebrali viene effettuata utilizzando un encefalogramma. Consiste di sensori (elettrodi) che assomigliano a un cappuccio per un pool, un'unità e un monitor a cui vengono trasmessi i risultati del monitoraggio. Lo studio è condotto in una piccola stanza isolata dalla luce e dal suono.

Il metodo EEG richiede un po 'di tempo e comporta diversi passaggi:

  1. Preparazione. Il paziente prende una posizione comoda - si siede su una sedia o si distende sul divano. Poi c'è l'imposizione di elettrodi. Uno specialista mette un berretto sulla testa di una persona con sensori, il cui cablaggio è collegato al dispositivo, che cattura gli impulsi bioelettrici del cervello.
  2. Studio. Dopo aver acceso l'encefalogramma, il dispositivo inizia a leggere le informazioni, trasmettendole sul monitor come un grafico. In questo momento, è possibile registrare la potenza dei campi elettrici e la sua distribuzione da parte di diverse parti del cervello.
  3. L'uso di test funzionali. Questo è un semplice esercizio: ammiccare, guardare i lampi di luce, respirare raramente o profondamente, ascoltare i suoni aspri.
  4. Completamento della procedura. Lo specialista rimuove gli elettrodi e stampa i risultati.

Durante un paziente EEG assumere una postura confortevole e rilassarsi.

Caratteristiche dell'EEG nei bambini

Il monitoraggio dell'attività cerebrale nei bambini ha le sue sfumature. Se il bambino ha circa un anno, la ricerca viene condotta in uno stato di sonno. Per questo il bambino dovrebbe nutrirsi e poi rockare. Dopo un anno, i bambini vengono esaminati nello stato di veglia.

Perché la procedura abbia successo, è importante preparare il bambino:

  1. Alla vigilia dell'esame, si raccomanda di parlare con il bambino, per parlare della procedura imminente. Puoi pensare ad un gioco che il bambino possa adattare più velocemente, chiamandolo un supereroe o un astronauta.
  2. Porta con te i tuoi giocattoli preferiti. Ciò aiuterà a distrarre la persona irrequieta e calmarlo al momento giusto.
  3. Nutrire il bambino prima di iniziare lo studio.
  4. Discutere il tempo di manipolazione con il medico e prendere un orologio conveniente quando il bambino è sveglio e non si sente assonnato.
  5. Alla vigilia dell'esame, lava bene la testa del bambino. Se è una ragazza, intreccia i capelli, rimuovi tutti i gioielli (poco prima del monitoraggio).

Se il bambino prende determinati farmaci su base continuativa, non dovresti abbandonarli. Basta informare il medico di questo.

Quanto dura la procedura?

Un encefalogramma comune è un elettroencefalogramma di routine o una diagnosi di stato parossistico. La durata di questo metodo dipende dall'area in studio e dall'applicazione nel monitoraggio di campioni funzionali. In media, la procedura non richiede più di 20-30 minuti.

Durante questo periodo, lo specialista riesce a spendere:

  • fotostimolazione ritmica di diverse frequenze;
  • iperventilazione (respiri profondi e rari);
  • caricare sotto forma di lampeggio lento (al momento giusto, aprire e chiudere gli occhi);
  • scopri una serie di cambiamenti funzionali nascosti.

In caso di informazioni insufficienti ricevute, gli esperti possono ricorrere ad un esame più approfondito.

Ci sono diverse opzioni:

  1. Sonno notturno dell'encefalogramma Si sta studiando un lungo periodo: la veglia prima di andare a dormire, la sonnolenza, l'ora di andare a letto e il risveglio mattutino.
  2. EEG con privazione. Il metodo è che il paziente è privato del sonno notturno. Dovrebbe svegliarsi 2-3 ore prima del solito e rimanere sveglio la notte successiva.
  3. Elettroencefalogramma prolungato. Il monitoraggio dell'attività bioelettrica del cervello si verifica durante il sonno diurno. Il metodo è molto efficace se si sospetta un parossismo (crisi epilettica) o si identificano le cause dei disturbi del sonno.

Sulla base del metodo EEG, la durata di tale studio può variare da 20 minuti a 8-15 ore.

Interpretazione di EEG

L'interpretazione dei risultati di un encefalogramma viene eseguita da un diagnostico qualificato.

Durante la decodifica, vengono presi in considerazione i sintomi clinici del paziente e i principali indicatori EEG:

  • condizione del ritmo;
  • simmetria degli emisferi;
  • cambiamenti nella materia grigia quando si usano campioni funzionali.

I risultati ottenuti vengono confrontati con le norme stabilite e le deviazioni (disritmia) sono registrate nella conclusione.